Asus e il calo del netbook

Fisiologico o dovuto alla concorrenza, l'azienda è costretta a rivedere le stime per il terzo trimestre. Ma potrebbe segnare solo l'inizio dell'era tablet: anche per Taiwan
Fisiologico o dovuto alla concorrenza, l'azienda è costretta a rivedere le stime per il terzo trimestre. Ma potrebbe segnare solo l'inizio dell'era tablet: anche per Taiwan

Asus ha abbassato le previsioni di vendita (e di conseguenza la produzione) dei netbook per il terzo trimestre 2010.

La flessione nella vendita di notebook, netbook e schede madre significa per Asus un trimestre inferiore rispetto al precedente. Il secondo quarto appena concluso è stato deludente: le aspettative, che erano già state riviste in negativo, sono state deluse dai fatti (venduti 1,5 milioni di netbook, 100 mila in meno rispetto al trimestre precedente) e così i netbook che Asus intende mettere in commercio per il periodo finanziario coincidente con le feste natalizie (e dunque con gli acquisti di Natale) sono state ridotte a 1,4 milioni di unità .

Secondo gran parte degli osservatori il calo è dovuto soprattutto alla competizione con iPad (di cui secondo indiscrezioni sarebbe già pronta, proprio per Natale, la seconda generazione con un processore più veloce e uno schermo da 7 pollici).

Inoltre va tenuto conto anche il trend di un dispositivo non più nella fase di massimo hype, e il fatto che Asus sia pronta ad esordire, e quindi a destinarvi risorse finora indirizzate ad altro, sul mercato dei tablet con Eee Note e Eee Pad .

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti