AT&T, scambio di utenti su iPhone 4

Un bug ha mescolato le credenziali d'accesso, permettendo la visualizzazione di informazioni personali di sconosciuti. Mentre continua la guerra tra la telco statunitense e Goatse Security. Arresti e perquisizioni

Roma – C’è chi ha parlato di una disastrosa iPhonecalypse , a gettare ulteriore benzina sulle già roventi delusioni legate al numero di prime ordinazioni del nuovo device made in Cupertino , iPhone 4G. Tutta colpa di un aggiornamento maligno, di un pericoloso bug che ha messo pesantemente a rischio la privacy di un gran numero di utenti della telco statunitense AT&T.

E quelli di Gizmodo (sempre loro, ormai, quando si parla di iPhone) sono stati inondati di messaggi di posta elettronica, tutti da parte di utenti a stelle e strisce, tutti decisamente allarmati. “Ho effettuato il login con le mie credenziali, ma ho avuto accesso all’account di una certa Mary. Bel problema” ha spiegato uno dei preoccupati utenti.

In sostanza, i vari utenti di AT&T – desiderosi di effettuare un pre-ordine del nuovo Melafonino – si sono ritrovati a poter leggere tutte le informazioni personali di persone sconosciute, tra cui indirizzi fisici e indirizzi email, contatti e svariati dettagli sulle bollette telefoniche. “Mi ha loggato come un ufficiale di marina di nome Scott”, ha spiegato un altro utente.

E contattata proprio da Gizmodo , AT&T pare aver ammesso l’esistenza di un “bel problema”, allo stesso tempo assicurando che tra le informazioni visibili non ci sono quelle relative a numeri di previdenza sociale o a carte di credito. Una fonte interna alla telco statunitense ha tuttavia fatto trapelare qualcosa di più complesso: lo scambio random di account sarebbe stato causato da un errore nell’aggiornamento software interno ai server di AT&T .

Non è stato certo un bel mese per la sicurezza interna dei sistemi informatici della telco di New York. Alcuni giorni fa , un altro buco – una funzionalità specifica del sito di AT&T – aveva messo a repentaglio la privacy di circa 114mila clienti, tutti possessori di iPad 3G . Informazioni personali come indirizzi email e numeri identificativi delle SIM, potenzialmente volati tra le mani di cracker malintenzionati.

AT&T aveva gettato tutta la colpa sui cybercriminali del gruppo Goatse Security , rei di aver scritto codice per generare automaticamente i numeri necessari a spalancare il servizio “previsto per rendere il login degli utenti iPad più veloce e comodo”. Ma il gruppo Goatse Security aveva poi sottolineato come le sue azioni fossero perfettamente legittime – e per il pubblico interesse – dal momento che i dati erano accessibili senza il bisogno di alcuna intrusione o attacco, semplicemente con una richiesta sistematizzata . I cracker hanno ora puntato il dito contro l’accoppiata AT&T/Apple, rea di mettere continuamente a repentaglio la sicurezza degli utenti.

Secondo Goatse Security , gli ID delle varie SIM card (ICC-ID) – ottenute semplicemente attraverso la richiesta sistematizzata al sito di AT&T – potrebbero liberamente venire sfruttate per determinare l’esatta posizione di ogni possessore di iPad . Questa libertà potrebbe poi essere combinata con una falla scoperta dalla stessa Goatse Security a marzo. Un exploit interno al browser di Apple Safari , non ancora risolto su iPad, che permetterebbe l’intrusione di spam e malware assortiti. Ma le critiche feroci di Andrew Auernheimer, 24enne cittadino dell’Arkansas nonché membro di Goatse Security , sono state di recente stroncate da una perquisizione da parte degli agenti dell’FBI .

Dopo l’irruzione, i federali hanno trovato nella sua abitazione una quantità discreta di sostanze stupefacenti, tra cui cocaina, ecstasy e LSD . Rimane tuttavia oscuro il motivo principale del mandato di perquisizione – quindi dell’arresto – probabilmente ottenuto da AT&T a partire dalla penetrazione illecita da parte di Goatse Security . Come ammesso dagli stessi agenti dell’FBI , non c’era una sola supposizione sull’eventuale possesso di droghe da parte di Andrew Escher Auernheimer.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • poiuy scrive:
    Office 2010 arriva nei negozi...
    e ci resta.
  • Difensore scrive:
    OleDB 64 bit
    Ma ora esistono i driver 64 bit per MsAccess??? Od ancora no?
  • Giechi Cian scrive:
    Confrontare OO con Office
    E come confrontare una 500 abarth con una Ferrari.Per cortesia, se non conoscete le funzionalità di Office, non sprecate banda inutilmente.
    • VITRIOL scrive:
      Re: Confrontare OO con Office
      - Scritto da: Giechi Cian
      E come confrontare una 500 abarth con una Ferrari.
      Per cortesia, se non conoscete le funzionalità di
      Office, non sprecate banda
      inutilmente.Sarà, però mi sembra significativo che negli ultimi tempi quando si parla di MS Office si finisce inevitabilmente a parlare anche di OOo. Fino a pochi anni fa non succedeva di certo, almeno non con questa intensità. Vorrà pur dire qualcosa ;-)PSConcordo con te che molti non conoscono le funzionalità di MS Office (io per primo, perché non lo usa da anni), però molti di più non conoscono ancora le funzionalità di OOo.SalutiVITRIOL
      • francesco scrive:
        Re: Confrontare OO con Office

        Sarà, però mi sembra significativo che negli
        ultimi tempi quando si parla di MS Office si
        finisce inevitabilmente a parlare anche di OOo.
        Fino a pochi anni fa non succedeva di certo,
        almeno non con questa intensità. Vorrà pur dire
        qualcosa
        ;-)Credo sia dovuto a una maggiore sensibilità dell'aspetto legale...Office è veramente caro!
        PS
        Concordo con te che molti non conoscono le
        funzionalità di MS Office (io per primo, perché
        non lo usa da anni), però molti di più non
        conoscono ancora le funzionalità di
        OOo.Ed è questo il problema: i due prodotti non sono equivalenti:non ho mai capito perché gli sviluppatori non si concentrino sulla differenza tra features.Molte delle incompatibilità deriva da questo. Se ho un'opzione su Office non prevista in Openoffice, il documento non verrà mai importato correttamente!Affermare che tanto solo il 10% usa le possibilità offerte da Office non è una buona strada perché ognuno usa un 10% diverso...La bontà del concetto open non può scusare tutto, ci sono lacune che vanno colmate. La decisione di cosa sviluppare non va lasciata ai programmatori.
        • VITRIOL scrive:
          Re: Confrontare OO con Office
          - Scritto da: francesco
          Molte delle incompatibilità deriva da questo. Se
          ho un'opzione su Office non prevista in
          Openoffice, il documento non verrà mai importato
          correttamente!OpenOffice non è un clone di MS Office, quindi non vedo perché debba replicare le funzionalità dell'altro. Vale anche l'inverso.Ad esempio Calc supporta la funzione STILE(), che permette facilmente di formattare celle con un determinato stile direttamente in un formula. Visto che MS Office non supporta questa funzionalità (MS Office in generale sembra scoraggiare gli utenti a usare gli stili) non è possibile salvare un documento in formato XLS senza perdere questa funzione. Perché Excel non decide di supportarla aumentando così l'interoperabilità?SalutiVITRIOL
          • panda rossa scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            - Scritto da: VITRIOL
            Perché Excel non
            decide di supportarla aumentando così
            l'interoperabilità?Perche' l'uso degli stili avvicina agli standard e allontana dai lock-in.E' lo stesso motivo per cui IE non si e' mai piegato ai css per anni.
          • francesco scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            Capisco il tuo approccio, ma è Openoffice ha contendere fette di mercato a Office, non il contrario!Se non si integrano le opzioni mancanti non capisco poi come sia possibile spingere sull'adozione di Openoffice "ovunque e comunque" (vedi PA).So anch'io che OpenOffice non è un clone di Office, ma poi come si risolve il problema dello scambio di documenti? Consigliando di utilizzare lo stesso programma che usano i colleghi? Significa consigliare Office! Non mi sembra una strategia vincente.
          • VITRIOL scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            - Scritto da: francesco
            Capisco il tuo approccio, ma è Openoffice ha
            contendere fette di mercato a Office, non il
            contrario!Quindi OpenOffice dovrebbe evitare di avere funzionalità non supportate da MS Office? Anche ad esempio quelle espressamente indicate in OpenFormula che fa parte di ODF?Che sia MS Office a iniziare a rispettare gli standard, poi si vedrà. Personalmente preferisco che OOo abbia meno utenti, ma più aperti e con più sale in zucca della media.SalutiVITRIOL
          • francesco scrive:
            Re: Confrontare OO con Office

            Quindi OpenOffice dovrebbe evitare di avere
            funzionalità non supportate da MS Office? Anche
            ad esempio quelle espressamente indicate in
            OpenFormula che fa parte di
            ODF?No di certo! il problema non è avere qualcosa in più ma qualcosa in meno.Avere più funzionalità rende il prodotto più competitivo sul mercato.
            Che sia MS Office a iniziare a rispettare gli
            standard, Su questo concordo, ma intanto che si fa? Quello che si è incomiciato a fare con ODF 1.2 extended...
            poi si vedrà.Ci sarà poco da vedere se un software X offre più funzionalità...
            Personalmente preferisco
            che OOo abbia meno utenti, ma più aperti e con
            più sale in zucca della
            media.Questo modo di vedere le cose (IMHO) è elitario e nel mercato non ha mai prodotto risultati.Ti saluto perchè devo andare, grazie per lo scambio di opinioni.
          • shevathas scrive:
            Re: Confrontare OO con Office

            Che sia MS Office a iniziare a rispettare gli
            standard, poi si vedrà. Personalmente preferisco
            che OOo abbia meno utenti, ma più aperti e con
            più sale in zucca della
            media.
            benissimo basta che poi non vi inXXXXXate se la massa che vuole usare il computer per lavorare e che vuole evitare il più possibile di sbattersi per imparare ad usare anche questo e quello preferisce M$ Office.
            Saluti
            VITRIOL
          • VITRIOL scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            - Scritto da: shevathas
            benissimo basta che poi non vi inXXXXXate se la
            massa che vuole usare il computer per lavorare e
            che vuole evitare il più possibile di sbattersi
            per imparare ad usare anche questo e quello
            preferisce M$
            Office.Io non mi inXXXXX di certo, non mi viene in tasca nulla né in un caso né nell'altro. Da utente preferisco usare un programma che tutto sommato non scodinzola come un cagnolino intorno al grande totem informatico, o che almeno lo fa in modo ragionevole.Poi ognuno la pensi come vuole. Pure Barabba è stato il preferito dalla maggioranza del popolo :-)SalutiVITRIOL
          • nome e cognome scrive:
            Re: Confrontare OO con Office

            OpenOffice non è un clone di MS Office, quindiEh?
            Ad esempio Calc supporta la funzione STILE(), che
            permette facilmente di formattare celle con un
            determinato stile direttamente in un formula.
            Visto che MS Office non supporta questa
            funzionalità (MS Office in generale sembra
            scoraggiare gli utenti a usare gli stili) non è
            possibile salvare un documento in formato XLS
            senza perdere questa funzione. Perché Excel non
            decide di supportarla aumentando così
            l'interoperabilità?Perchè quella baracca di ODF non definisce nello standard il linguaggio delle formule cosi' ognuno fa quel che gli pare.
          • VITRIOL scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            - Scritto da: nome e cognome
            Perchè quella baracca di ODF non definisce nello
            standard il linguaggio delle formule cosi' ognuno
            fa quel che gli
            pare.Tu sei rimasto po' indietro amico mio. Cercati OpenFormula.SalutiVITRIOL
          • nome e cognome scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            - Scritto da: VITRIOL
            - Scritto da: nome e cognome


            Perchè quella baracca di ODF non definisce nello

            standard il linguaggio delle formule cosi'
            ognuno

            fa quel che gli

            pare.

            Tu sei rimasto po' indietro amico mio. Cercati
            OpenFormula.Non è uno standard approvato e definitivo. L'unico standard approvato ad oggi è ODF 1.0, il resto è fuffa. Non si può pretendere di scrivere standard col XXXX e sperare che poi gli altri seguano il vento che cambia.

            Saluti
            VITRIOL
          • advange scrive:
            Re: Confrontare OO con Office

            Non è uno standard approvato e definitivo.
            L'unico standard approvato ad oggi è ODF 1.0, il
            resto è fuffa. Non si può pretendere di scrivere
            standard col XXXX e sperare che poi gli altri
            seguano il vento che
            cambia.Essendoci stata MS in OASIS è normale che gli standard si scrivevano male.
          • VITRIOL scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            - Scritto da: nome e cognome
            Non è uno standard approvato e definitivo.
            L'unico standard approvato ad oggi è ODF 1.0, il
            resto è fuffa.E' standard OASIS, e per quanto ne so è pronto per l'approvazione veloce ISO. Ovvio che uno standard si deve evolvere, non può rimanere immutato nei secoli.MS invece ha spinto in tutti modi per la standardizzazione ISO di OOXML, ma non ha mai implementato la versione standard in nessuno dei suoi prodotti. Anche l'attuale Office 2010 non rispetta le specifiche strict.La differenza sta nel fatto che volendo anche la versione attuale di OOo può salvare in formato ODF 1.0 ISO, basta modificare una opzione. Non mi risulta invece che Office 2010 possa salvare in OOXML ISO.SalutiVITRIOL
      • nome e cognome scrive:
        Re: Confrontare OO con Office

        Sarà, però mi sembra significativo che negli
        ultimi tempi quando si parla di MS Office si
        finisce inevitabilmente a parlare anche di OOo.In realtà capita solo su questo forum. Se giri le aziende e parli di openoffice ti dicono che le finestre sono saldate ma c'è un ottimo impianto di condizionamento.
        • Mbdf scrive:
          Re: Confrontare OO con Office
          "Se giri le aziende e parli di openoffice ti dicono che le finestre sono saldate ma c'è un ottimo impianto di condizionamento."Mi riservo il diritto di usare il tuo detto durante tutte le presentazioni e consulenze che da questo momento in poi svolgerò! GRANDISSIMO! :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            Siete uno piu' inutile dell'altro!
          • Mbdf scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            Detto da un utente scadente, con un immagine e reputazione scadente, che si nasconde sotto un marchio scadente, preso da un animale in via d'estinzione, da poco valore.
          • Nedanfor non loggato scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            - Scritto da: Mbdf
            Detto da un utente scadente,Ti sei dimenticato un IMHO all'inizio della frase ;)
            con un immagine e reputazione scadente,La nuova Panda a me piace. Per reputazione cosa intendi?
            che si nasconde sotto un marchio scadente,Mah, oddio, Mbdf è meglio?
            preso da un animale in via
            d'estinzione, da poco
            valore.I panda, in molti casi, valgono molto più degli esseri umani. My two cents.
          • Mbdf scrive:
            Re: Confrontare OO con Office

            I panda, in molti casi, valgono molto più degli esseri umani.
            My two cents.Ci sono due cose che su questo pianeta non hanno prezzo: esseri viventi, e la stupidità di certe persone.
          • panda rossa scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            - Scritto da: Mbdf

            I panda, in molti casi, valgono molto più degli
            esseri umani.


            My two cents.

            Ci sono due cose che su questo pianeta non hanno
            prezzo: esseri viventi, e la stupidità di certe
            persone.Ma pensa quindi tu non hai prezzo per ben due volte!
          • advange scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            Non so perché ma avevo il sospetto che ti sarebbe piaciuta.
        • Nedanfor non loggato scrive:
          Re: Confrontare OO con Office
          - Scritto da: nome e cognome

          Sarà, però mi sembra significativo che negli

          ultimi tempi quando si parla di MS Office si

          finisce inevitabilmente a parlare anche di OOo.

          In realtà capita solo su questo forum. Se giri le
          aziende e parli di openoffice ti dicono che le
          finestre sono saldate ma c'è un ottimo impianto
          di
          condizionamento.Il 50%. L'altro 50% quanto meno ne ha una copia installata, stando alle statistiche pre-3.2. Ma vabbeh, evidentemente ti sfugge che l'empirismo è sbagliato se vivi in una scatola...
      • bavvavvanzu go scrive:
        Re: Confrontare OO con Office
        - Scritto da: VITRIOL

        Per cortesia, se non conoscete le funzionalità
        di

        Office, non sprecate banda

        inutilmente.

        Sarà, però mi sembra significativo che negli
        ultimi tempi quando si parla di MS Office si
        finisce inevitabilmente a parlare anche di OOo.
        Fino a pochi anni fa non succedeva di certo,
        almeno non con questa intensità. Vorrà pur dire
        qualcosa
        ;-)certo, che la gente si riempie la bocca di ciò che non sa.in ufficio mi chiedono di OpenOffice tutte persone che NON LO HANNO MAI USATO e poi dicono "beh ma basterà openoffice" e loro hanno office 2007 e guai se non ce l'avevano però ora openoffice su e giù e mac e iphone e viva la moda, viva linux.Prova a farglielo usare, linux.E Il blackberry? Ah vojo vojo vojo er blecberri! VOJOOOOO!!!!!E' arivato l'iphone dove credi che sia finito ir blecberri?Ma credi davvero che la gente che parla SAPPIA di cosa parla?Ecco quel che "vorrai" che voglia dire 'sta roba: che la gente parla a XXXXX di ciò che non conosce, per sentito dire, con superficialità.Non vedo un confronto di funzioni, di tecniche, di praticità, di tecnologie, di diffusione effettiva (a parte i download magari), di conoscenza, relazioni col backoffice, di applicazioni missioncritical. Niente.Solo "aggratiseaoh!!!"Solo seiciendonovandanove aoh! Ma dove?Ma chi è che lo prende retail?per favore.
    • krane scrive:
      Re: Confrontare OO con Office
      - Scritto da: Giechi Cian
      E come confrontare una 500 abarth con una Ferrari.
      Per cortesia, se non conoscete le funzionalità di
      Office, non sprecate banda inutilmente.Wow certo che che le differenze tu le conosci bene !! Ci hai dato una spiegazione che se non fossimo tutti tecnici non ci avremmo capito niente !!Grazie della dimostrazione di come si danno le risposte per bene.
    • panda rossa scrive:
      Re: Confrontare OO con Office
      - Scritto da: Giechi Cian
      E come confrontare una 500 abarth con una Ferrari.Ecco, ottimo esempio.Sottolineiamo che la 5OOo abarth e' gratis, e poi facciamo una bella prova su sterrato fangoso!
      Per cortesia, se non conoscete le funzionalità di
      Office, non sprecate banda
      inutilmente.Nessuno conosce le funzionalita' di office: viene usato solo a meno del 10% e in quel 10% OOo e' meglio, perche' insegna pure a scrivere bene, usando gli stili!
      • Nome e cognome e soprannome scrive:
        Re: Confrontare OO con Office

        perche' insegna pure a scrivere bene, usando gli stili!quarda che anche msword usa gli stili per "scrivere bene":http://office.microsoft.com/it-it/word-help/creazione-di-un-nuovo-stile-HP005240626.aspxhttp://office.microsoft.com/it-it/word-help/modifica-di-uno-stile-HP005189562.aspx?CTT=3Che poi molta gente non li usi è un altro discorso.
      • fiertel91 scrive:
        Re: Confrontare OO con Office
        - Scritto da: panda rossa
        Nessuno conosce le funzionalita' di office: viene
        usato solo a meno del 10% e in quel 10% OOo e'
        meglio, perche' insegna pure a scrivere bene,
        usando gli
        stili!Scrivere bene con un pacchetto Office (sia esso OOo o Microsoft, poco cambia) mi pare difficile. Darsi a sistemi di videoscrittura, come Latex, se si vuole scrivere bene.
        • Mbdf scrive:
          Re: Confrontare OO con Office
          Ho sempre scritto deplian, brochure o volantini di vario genere con Microsoft Office Word, senza stili, senza esempi e sensa pagine "prefabbricate" e ti garantisco che sono 100x meglio di quelli che vedo per strada da certi grafici laureati!
          • panda rossa scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            - Scritto da: Mbdf
            Ho sempre scritto deplian, brochure o volantini
            di vario genere con Microsoft Office Word, senza
            stili, senza esempi e sensa pagine
            "prefabbricate" e ti garantisco che sono 100x
            meglio di quelli che vedo per strada da certi
            grafici
            laureati!Certo.Quando pero' ti dovra' capitare di produrre qualche documento un po' piu' grosso di una riga, e dopo averlo prodotto ti chiedono di modificare la formattazione dei paragrafi, voglio proprio vederti piangere, senza stili.
          • Mbdf scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            Cambio immagine di sfondo presa da clipart, aggiungo un quadrato con il testo "un pò più grosso d'una riga".Cosa che di certo tu non arrivi a fare...E che c'entrano ora i stili panda rossa??? Nessuno mi impedisce di usare i stili.!!I tuoi commenti sono semplicemente NO COMMENT!!
          • Nedanfor non loggato scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            - Scritto da: Mbdf
            E che c'entrano ora i stili panda rossa???GLI stili. Magari ti torna utile se non hai ancora fatto l'esame scritto di terza media, altrimenti tienilo a mente per gli orali (che dovrebbero essere tra pochi giorni) ;) Leggere molto aiuta, fingersi professionisti che fanno lavori non precisati (per i quali presumibilmente è richiesta una buona capacità nel leggere e scrivere in italiano) invece non aiuta affatto. Buona fortuna, comunque!
          • Mbdf scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            La classica risposta di tipo: come sfogarsi dopo essere stati deffaciati. Criticare l'Italiano di altri utenti. Ora mi chiedo se "Nedanfor non loggato" oltre a essere un pessimo esempio di nome e cognome sia perfettamente Italiano come pretendi. Niente da aggiungere, grazie per la nota, terrò a mente!
          • Nedanfor non loggato scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            - Scritto da: Mbdf
            La classica risposta di tipo: come sfogarsi dopo
            essere stati deffaciati.Io? Non mi sembra.
            Criticare l'Italiano di
            altri utenti. Ora mi chiedo se "Nedanfor non
            loggato" oltre a essere un pessimo esempio di
            nome e cognome sia perfettamente Italiano come
            pretendi.Nedanfor è un nick, sono registrato e non ho voglia di fare il log-in. Sono perfettamente italiano (anche se non vedo cosa c'entri) e sono affezionato alla lingua, mi dà fastidio leggere errori che ne storpiano il suono. Per me puoi anche scrivere in inglese, se ne rispetti la grammatica.
            Niente da aggiungere, grazie per la
            nota, terrò a
            mente!Figurati, per così poco!
          • panda rossa scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            - Scritto da: Mbdf
            Cambio immagine di sfondo presa da clipart,
            aggiungo un quadrato con il testo "un pò più
            grosso d'una
            riga".Una vera opera d'arte.
            Cosa che di certo tu non arrivi a fare...Manco mi ci abbasso a disegnare i quadrati.Lo faccio fare a mia figlia di 9 anni, con tux paint.Tu fallo pure con un word proXXXXXr da 1000 euro se ti piace buttare i tuoi soldi.
            E che c'entrano ora i stili panda rossa???
            Nessuno mi impedisce di usare i
            stili.Per usare GLI stili, bisogna saperli usare.
            !!I tuoi commenti sono semplicemente NO COMMENT!!Mentre i tuoi sono la dimostrazione della tua profonda cultura."un po'" si scrive con l'apostrofo, non con l'accento: potevi limitarti a quotare il mio messaggio e invece hai voluto infilarci errori apposta.
          • advange scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            Ah, finalmente conosciamo il tuo mestiere: sei lo schiavetto di qualche pubblicitario da quattro soldi che ti dà qualche spicciolo per scrivere due scarabocchi spacciandoli per pubblicità professionale.Ti senti pure designer vero?
          • Francy scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            Tu stai difendendo un software che nonostante gratuito non se lo fila nessuno. Sei tu lo schiavetto, schievetto di chi sfrutta il lavoro delle persone. Tutti a elogiare l'open, nessuno che effettivamente contribuisca alla filosofia. Bello l'open....
          • krane scrive:
            Re: Confrontare OO con Office
            - Scritto da: Francy
            Tu stai difendendo un software che nonostante
            gratuito non se lo fila nessuno. Sei tu lo
            schiavetto, schievetto di chi sfrutta il lavoro
            delle persone. Tutti a elogiare l'open, nessuno
            che effettivamente contribuisca alla filosofia.
            Bello l'open....Quindi si crea spintaneamente dal caos dei bit !Fichissimo, meglio di cosi' !
    • pippo75 scrive:
      Re: Confrontare OO con Office
      - Scritto da: Giechi Cian
      E come confrontare una 500 abarth con una Ferrari.
      Per cortesia, se non conoscete le funzionalità di
      Office, non sprecate banda
      inutilmente.Visto quello che mi serbe, tra le due prendo la 500 Abarth, molto più maneggevole per andare in paese.Dovessi cuccare dovrei prendere la Ferrari.
      • Nedanfor non loggato scrive:
        Re: Confrontare OO con Office
        - Scritto da: pippo75
        - Scritto da: Giechi Cian

        E come confrontare una 500 abarth con una
        Ferrari.

        Per cortesia, se non conoscete le funzionalità
        di

        Office, non sprecate banda

        inutilmente.

        Visto quello che mi serbe, tra le due prendo la
        500 Abarth, molto più maneggevole per andare in
        paese.

        Dovessi cuccare dovrei prendere la Ferrari.Se mi presti la guida 'Come cuccare con Microsoft Office 2010' capace che mi riconverto a Windows :D (rotfl)
  • Iffo scrive:
    Informazione
    A chi l'ha già acquistato o ha già scaricato la versione di prova:l'ultima versione italiana è la 14.0.4763.1000 ?Grazie
    • prof_lus scrive:
      Re: Informazione
      - Scritto da: Iffo
      A chi l'ha già acquistato o ha già scaricato la
      versione di
      prova:
      l'ultima versione italiana è la 14.0.4763.1000 ?
      Grazienon trovi il crack?
  • Michele scrive:
    Basta con la solita storia
    C'è da differenziare tra l'utente medio basso (99%) che vivrebbe benissimo con openoffice (al massimo usa il giustificato in word, non utilizzerebbe nemmeno la sillabazione) e quello evoluto (1%) che avrebbe effettivamente bisogno di MS Office e di strumenti validi come Access e Visio, che openoffice non ha!
    • prof_lus scrive:
      Re: Basta con la solita storia
      - Scritto da: Michele
      C'è da differenziare tra l'utente medio basso
      (99%) che vivrebbe benissimo con openoffice (al
      massimo usa il giustificato in word, non
      utilizzerebbe nemmeno la sillabazione) e quello
      evoluto (1%) che avrebbe effettivamente bisogno
      di MS Office e di strumenti validi come Access e
      Visio, che openoffice non
      ha!in effetti bisognerebbe smetterla di riferirsi a questa generalizzazione senza ricordare che quell'1% spesso rifornisce un buon 40% di quel 99% che citi: se questi non possono usare le funzioni create da altri come la mettiamo?Se ti passo un insieme access-excel e tu non puoi far funzionare le macro "COME SONO" , come la metti?
  • bbo scrive:
    Access e Visio
    OpenOffice è un buon prodotto, ma mi pare che sia un po' sopravvalutato.Le cose che fai con OO oggi le facevi con Office 95...Tranne che su OO non hai Access, che secondo me è davvero un ottimo prodotto, e non so come la gente faccia a vivere senza! Probabilmente ci mettono giorni per fare le stesse cose che con Access si fanno in pochi minuti! :-)Ed anche Visio lo trovo molto interessante, e non ho mai trovato un valido sostituto.La cosa che mi piace di più di Office è che è completamente controllabile da codice... vabbè di default hai il VB che fa schifo, ma puoi utilizzare qualsiasi altro linguaggio.Il modello ad oggetti che ci sta sotto mi sembra progettato con grande cura ed attenzione, penso che molti programmatori Open Source avrebbero molto da imparare....ps. comunque io so di essere particolarmente esigente, la maggior parte della gente non ha bisogno di tutte le funzionalità che servono a me.
    • RealEnneci scrive:
      Re: Access e Visio
      - Scritto da: bbo
      OpenOffice è un buon prodotto, ma mi pare che sia
      un po'
      sopravvalutato.
      Le cose che fai con OO oggi le facevi con Office
      95...

      Tranne che su OO non hai Access, che secondo me è
      davvero un ottimo prodotto, e non so come la
      gente faccia a vivere senza! Probabilmente ci
      mettono giorni per fare le stesse cose che con
      Access si fanno in pochi minuti!
      :-)

      Ed anche Visio lo trovo molto interessante, e non
      ho mai trovato un valido
      sostituto.

      La cosa che mi piace di più di Office è che è
      completamente controllabile da codice... vabbè di
      default hai il VB che fa schifo, ma puoi
      utilizzare qualsiasi altro
      linguaggio.

      Il modello ad oggetti che ci sta sotto mi sembra
      progettato con grande cura ed attenzione, penso
      che molti programmatori Open Source avrebbero
      molto da
      imparare....


      ps. comunque io so di essere particolarmente
      esigente, la maggior parte della gente non ha
      bisogno di tutte le funzionalità che servono a
      me.Access un buon prodotto? per giocare a catalogare le videocassette di casa è ottimo!Ma per piacere va, imparate a usare un Database vero, non ste porcherie...Su Visio posso ancora capire se dici che è un buon prodotto, è vero!
      • bbo scrive:
        Re: Access e Visio

        Ma per piacere va, imparate a usare un Database
        vero, non ste
        porcherie...Se vuoi usare un database vero, usi un database vero.Access non serve a quello.Access lo usiamo tantissimo per progettare database... poi li implementiamo in Oracle, MySql, SQL Server, quello che vuoi... ma per il progetto non esiste uno strumento più veloce. Poi dipende da quello che devi fare, chiaro!Ma lo utilizziamo tantissimo anche per fare estrazioni, elaborazioni, calcoli e statistiche. Lo usano i tecnici, ma lo usano anche molti utenti avanzati. La base di dati magari è su di un vero DB, chiaro, ma magari la integri con un export di testo di una procedura, un foglio excel di un altra procedura, una tabella che ti mandano via mail, etc. etc. etc...Altrimenti queste cose, come le fai?Ripeto che, conoscendo i suoi limiti, si tratta di uno strumento davver potente e realizzato davvero bene.
        • Difensore scrive:
          Re: Access e Visio
          Quoto,un database ni un file, per le cose piccolo e' il migliore senza sostituti- Scritto da: bbo

          Ma per piacere va, imparate a usare un Database

          vero, non ste

          porcherie...

          Se vuoi usare un database vero, usi un database
          vero.
          Access non serve a quello.

          Access lo usiamo tantissimo per progettare
          database... poi li implementiamo in Oracle,
          MySql, SQL Server, quello che vuoi... ma per il
          progetto non esiste uno strumento più veloce. Poi
          dipende da quello che devi fare,
          chiaro!

          Ma lo utilizziamo tantissimo anche per fare
          estrazioni, elaborazioni, calcoli e statistiche.
          Lo usano i tecnici, ma lo usano anche molti
          utenti avanzati. La base di dati magari è su di
          un vero DB, chiaro, ma magari la integri con un
          export di testo di una procedura, un foglio excel
          di un altra procedura, una tabella che ti mandano
          via mail, etc. etc.
          etc...
          Altrimenti queste cose, come le fai?

          Ripeto che, conoscendo i suoi limiti, si tratta
          di uno strumento davver potente e realizzato
          davvero
          bene.
        • RealEnneci scrive:
          Re: Access e Visio
          - Scritto da: bbo

          Ma per piacere va, imparate a usare un Database

          vero, non ste

          porcherie...

          Se vuoi usare un database vero, usi un database
          vero.
          Access non serve a quello.

          Access lo usiamo tantissimo per progettare
          database... poi li implementiamo in Oracle,
          MySql, SQL Server, quello che vuoi... ma per il
          progetto non esiste uno strumento più veloce. Poi
          dipende da quello che devi fare,
          chiaro!Per progettare DB va benissimo Base. Spendere 700 e passa euro per un access non ha senso (IMHO).
          Ma lo utilizziamo tantissimo anche per fare
          estrazioni, elaborazioni, calcoli e statistiche.
          Lo usano i tecnici, ma lo usano anche molti
          utenti avanzati. La base di dati magari è su di
          un vero DB, chiaro, ma magari la integri con un
          export di testo di una procedura, un foglio excel
          di un altra procedura, una tabella che ti mandano
          via mail, etc. etc.
          etc...
          Altrimenti queste cose, come le fai?Con openoffice si può arrivare a un buon prototipo, come ho scritto sopra.In Azienda da me la mia collega si ostina ad usare Access per fare qualunque cosa, dall'estrazione, al caricamento ecc...Sarà anche comodo... ma devi fartelo a mano.Finchè lo fai qualche volta one-shot ci può anche stare, dopodichè si automatizza...Tempo fa ho automatizzato un procedimento manuale di reportistica per un cliente piuttosto grande, che richiedeva un'interrogazione massiccia del db e la generazione di circa 40 file excel, che poi venivano linkati un un powerpoint e infine convertito in PDF.Access? comodissimo, però implicava 3 giornate di lavoro.Ora in poco meno di mezz'ora ho il PDF già bello che pronto...Ho usato PHP+PERL+FPDF... si lavora così bene senza M$ tra i piedi... libertà totale di fare tutto, senza limiti e senza lock-in!
          Ripeto che, conoscendo i suoi limiti, si tratta
          di uno strumento davver potente e realizzato
          davvero
          bene.Per me basta e avanza Base, se bisogna spingersi oltre, è inutile investire tempo con Access...Meglio avere un prototipo e dopo uscire con un'applicazione che oltre a generarmi il report su file, mi genera anche una splendida reportistica su web...
      • Eretico scrive:
        Re: Access e Visio
        - Scritto da: RealEnneci
        Access un buon prodotto? per giocare a catalogare
        le videocassette di casa è
        ottimo!

        Ma per piacere va, imparate a usare un Database
        vero, non ste
        porcherie...Ti posso dire che di solito uso MySql, SQL Server e Oracle. Ma Access è utilissimo quando devi linkare le tabelle di db diversi e di tipo diverso per preparare delle viste veloci. Su questo è imbattibile ed è comodissimo. Ovviamente se lo usi come db vero e proprio allora le cose cambiano a meno di non utlizzarlo come db di servizio anche se per questo esiste l'ottimo SQLite oppure XML.
      • nome e cognome scrive:
        Re: Access e Visio

        Ma per piacere va, imparate a usare un Database
        vero, non ste
        porcherie...E' arrivato lui, sapessi in quante situazioni lavorative access ti salva il XXXX lo terresti sul piedistallo d'oro.
        Su Visio posso ancora capire se dici che è un
        buon prodotto, è
        vero!Come tutto quello che c'è in office, persino one-note è un ottimo prodotto.
        • RealEnneci scrive:
          Re: Access e Visio
          - Scritto da: nome e cognome

          Ma per piacere va, imparate a usare un Database

          vero, non ste

          porcherie...

          E' arrivato lui, sapessi in quante situazioni
          lavorative access ti salva il XXXX lo terresti
          sul piedistallo d'oro.Si vede che, come la maggioranza dei presunti smanettoni, non hanno mai provato altro...Ci lotto quotidianamente con una collega Winara che ha le sue idee bacate...TAaaaaaaaaaaaanta teoria, e poi non sa fare niente se non 2 query in Access... bella roba!

          Su Visio posso ancora capire se dici che è un

          buon prodotto, è

          vero!

          Come tutto quello che c'è in office, persino
          one-note è un ottimo
          prodotto.Si, costa una fucilata, ma basta e avanza Open Office... basta saperlo usare e aver voglia di usarlo...Sempre meglio che usare Office pirata come fate voi...Per pirata intendo anche una OEM installata su + macchine o "riciclata" su un PC non abbinato ad essa... troppo facile così...Iniziate a pagarlo... poi ne riparliamo...
    • prof_lus scrive:
      Re: Access e Visio
      - Scritto da: bbo
      OpenOffice è un buon prodotto, ma mi pare che sia
      un po'
      sopravvalutato.
      Le cose che fai con OO oggi le facevi con Office
      95...Office 97, direi.Il che significa che ci fai praticamente ogni cosa che serva.il problema di Office 97 erano DETTAGLI che non sono stati sistemati che cambiando versione. Erano da correggere e basta, invece.
      Tranne che su OO non hai Access, che secondo me è
      davvero un ottimo prodotto, e non so come la
      gente faccia a vivere senza! pensa che c'è gente che fa le foto senza il banco ottico, non ho idea di come possano sopportarlo. e gente che non va in giro con la ghibli? Boh. Meglio a piedi.
      Probabilmente ci
      mettono giorni per fare le stesse cose che con
      Access si fanno in pochi minuti!
      :-)come accade con moltissimi altri prodotti non-ms.però ti ricordo che gli utenti MAC qui ti ridono in testa.
      Ed anche Visio lo trovo molto interessante, e non
      ho mai trovato un valido
      sostituto.interessante?se ti serve è un conto (e paghi) ... altrimenti...
      La cosa che mi piace di più di Office è che è
      completamente controllabile da codice... vabbè di
      default hai il VB che fa schifo, ma puoi
      utilizzare qualsiasi altro
      linguaggio.e non puoi fare lo stesso con Java, su openoffice?
      Il modello ad oggetti che ci sta sotto mi sembra
      progettato con grande cura ed attenzione, penso
      che molti programmatori Open Source avrebbero
      molto da
      imparare....un programmatore è un programmatore, cosa sarebbe questa sciocchezza del "programmatore opensource" ?
      ps. comunque io so di essere particolarmente
      esigente, la maggior parte della gente non ha
      bisogno di tutte le funzionalità che servono a
      me.La maggior parte delle persone che conosco, da quando è uscito Office97 ad OGGI non sa usare che il 10% delle funzioni di Office. Persino gente che scrive macro e usa VBA, in quanto alle funzioni del programma spesso ricorre a passaggi assurdi e ovviamente non si sogna di premere F1.Dimmi cosa ottieni, stanti le tue esigenze di programmabilità, di più, da office 2010 di quanto non ottenessi da OfficeXP.sono curioso.
  • alexjenn scrive:
    Differenza prezzi USA - Italia
    Come mai Annunziata non ne parla?Ci ha fatto una sviolinata sul discorso iPad, ma qui non si fa vedere.Professional costa 500 US$ (406 euro) più tasse.In Italia 582,5 euro + IVA.Ben 176,5 euro di differenza.Come mai?Annunziataaaa. Dove seiiii?
    • Clap scrive:
      Re: Differenza prezzi USA - Italia
      - Scritto da: alexjenn
      Come mai Annunziata non ne parla?

      Ci ha fatto una sviolinata sul discorso iPad, ma
      qui non si fa
      vedere.

      Professional costa 500 US$ (406 euro) più tasse.

      In Italia 582,5 euro + IVA.

      Ben 176,5 euro di differenza.

      Come mai?

      Annunziataaaa. Dove seiiii?Forse che in Italia devono fare la localizzazione solo per noi?Le tasse da noi sono più care che negli Usa.
      • FDG scrive:
        Re: Differenza prezzi USA - Italia
        - Scritto da: Clap
        Forse che in Italia devono fare la localizzazione
        solo per noi?
        Le tasse da noi sono più care che negli Usa.Ricordatevi di dire queste cose quando si parla di Apple.
        • p4bl0 scrive:
          Re: Differenza prezzi USA - Italia
          - Scritto da: FDG
          - Scritto da: Clap


          Forse che in Italia devono fare la
          localizzazione

          solo per noi?

          Le tasse da noi sono più care che negli Usa.

          Ricordatevi di dire queste cose quando si parla
          di
          Apple.solo la seconda.la prima non riguarda l'hardware
          • MeX scrive:
            Re: Differenza prezzi USA - Italia
            certo, mica devono tradurre la GUI, manuali e fornire supporto in lingua italiana...
        • rover scrive:
          Re: Differenza prezzi USA - Italia
          La differenza non è giustificata in nessuno dei due casi.
          • alexjenn scrive:
            Re: Differenza prezzi USA - Italia
            - Scritto da: rover
            La differenza non è giustificata in nessuno dei
            due
            casi.Il caso che l'iPad base costi in Italia 20 euro in più? Oppure il top dell'iPad solo 10 euro in più?Office ne costa 176 in più.E Annunziata, come immaginavo, si è ben guardato dall'apparire a rispondere delle sue dichiarazioni.
      • alexjenn scrive:
        Re: Differenza prezzi USA - Italia
        - Scritto da: Clap
        - Scritto da: alexjenn

        Come mai Annunziata non ne parla?



        Ci ha fatto una sviolinata sul discorso iPad, ma

        qui non si fa

        vedere.



        Professional costa 500 US$ (406 euro) più tasse.



        In Italia 582,5 euro + IVA.



        Ben 176,5 euro di differenza.



        Come mai?



        Annunziataaaa. Dove seiiii?

        Forse che in Italia devono fare la localizzazione
        solo per
        noi?
        Le tasse da noi sono più care che negli Usa.Quale parte di 582,5 euro più IVA ti risulta poco chiaro?
  • giancarlo piccinini scrive:
    io non spenderi mai 1299 euro per office
    io non li spenderi mai1299 euro per office Premium. quando uso openoffice che è un capolavoro
    • Guybrush scrive:
      Re: io non spenderi mai 1299 euro per office
      - Scritto da: giancarlo piccinini
      io non li spenderi mai1299 euro per office
      Premium.

      quando uso openoffice che è un capolavoroEvidentemente non hai mai avuto bisogno di Visio o di Project.
      • prof_lus scrive:
        Re: io non spenderi mai 1299 euro per office
        - Scritto da: Guybrush
        - Scritto da: giancarlo piccinini

        io non li spenderi mai1299 euro per office

        Premium.



        quando uso openoffice che è un capolavoro

        Evidentemente non hai mai avuto bisogno di Visio
        o di
        Project.in effetti non vedo alternative open che siano all'altezza.se ci fossero, i prezzi di visio e di project calerebbero ad un terzo
  • Guybrush scrive:
    Mah...
    ...boh? Ero indeciso se finire con boh e attendere la mannaia del moderatore.E'che l'articolo non offre alcuna informazione utile circa la nuova versione.Sembra semplicemente riportare le parole di Microsoft circa la bonta' del proprio prodotto, non c'e' alcuna comparazione neanche con la versione precedente, nessuna parola e' spesa per tentare di descrivere il prodotto.L'unica parte coerente col titolo e' il trafiletto in cui si parla dei prezzi (ehllaminquia che preSSi).Eloquente come un volantino pubblicitario, si potrebbe dire di questo articolo......spero almeno che P.I. sia stato adeguatamente ricompensato da MS per il lavoro svolto.Il mio giudizio, sul prodotto (per quel che vale):cambia tutti i paradigmi di utilizzo.Cambia l'interfaccia, cambiano le icone, cambia pure il formato di default dei file (ma si puo' cambiare)... la prima impressione che ho avuto e' stata identica a quella che ebbi con Open Office.Mi sono sentito sgradevolmente fuoriposto.Tutto da reimparare, di nuovo mille cose a cui fare attenzione... e infatti l'azienda dove lavoro ha ancora la versione 2003.Se proprio devo reimparare ad usare lo strumento di cui sopra, io passo ad OO (gia' fatto, ndr) e i soldi per la licenza li spendo per pagare qualcuno che mi insegni ad usarlo.La conoscenza (ri)paga sempre, una licenza software no.GT
    • guast scrive:
      Re: Mah...
      Complimenti. Hai descritto perfettamente la marchetta di PI.Quanto al prodotto mi interessa sapere com'è perchè potrei ritrovarmelo in ufficio.Hanno tolto quel Ribbon di minch.. ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 giugno 2010 23.23-----------------------------------------------------------
    • prof_lus scrive:
      Re: Mah...
      - Scritto da: Guybrush[...]
      L'unica parte coerente col titolo e' il
      trafiletto in cui si parla dei prezzi
      (ehllaminquia che
      preSSi).non sono riportati quelli OEM, quindi direi incompleto pure lì
      Eloquente come un volantino pubblicitario, si
      potrebbe dire di questo
      articolo...probabilmente è un'agenzia stampa riportata, essenziale, gratis.mentre invece è probabile che non abbiano mandato loro il programma... o che A.D.R non lo abbia provato ancora, ma intanto la notizia c'è, la rece arriverà
      ...spero almeno che P.I. sia stato adeguatamente
      ricompensato da MS per il lavoro
      svolto.Lasciando perdere l'allusione che sembri fare ma sicuramente no no no non intendevi, spesso il non-pagare-troppo per un lavoro (la setesura dell'articolo) è già un buon prezzo. Dato che il lavoro del giornalista prende tempo, quanti più pezzi a buon mercato (il tuo tempo) riesci a buttar fuori, tanto più il giornale sarà ricco (non sempre di piatti ricchi, ma nel suo totale) e gli introiti pubblicitari aumenteranno.Quindi vedi che hanno senso anche questi pezzi, che, tra l'altro, danno una info veloce al lettore che non deve approfondire troppo.Certo mi aspetterei poi un approfondimento nel giro di 4 giorni.
      Il mio giudizio, sul prodotto (per quel che vale):
      cambia tutti i paradigmi di utilizzo.dalla 2007?XXXXXDDUE!!!!!
      Cambia l'interfaccia, cambiano le icone, cambia
      pure il formato di default dei file (ma si puo'
      cambiare)... persino dalla 2007? MAZIOBINDELLO!!!!! di nuovo?!!!!
      la prima impressione che ho avuto e'
      stata identica a quella che ebbi con Open
      Office.
      Mi sono sentito sgradevolmente fuoriposto.XXXXXmazurka, ti ringrazio per le notizie, ma allo stesso tempo non posso non imprecare (e bere subito della birra di radice)
      Tutto da reimparare, di nuovo mille cose a cui
      fare attenzione... e infatti l'azienda dove
      lavoro ha ancora la versione
      2003.e sar ben il caso che se lo tenga stretto, caspiterina
      Se proprio devo reimparare ad usare lo strumento
      di cui sopra, io passo ad OO (gia' fatto, ndr) e
      i soldi per la licenza li spendo per pagare
      qualcuno che mi insegni ad
      usarlo.si ma se hai 45 utenti che hanno anni di macro intrecciate, database, basi di dati , programmi VBA ... che ne servono almeno altri 100 ... cambiare a Oo è saggio?
      La conoscenza (ri)paga sempre, una licenza
      software
      no.
      GTSu questo non posso che darti ragione.
      • FDG scrive:
        Re: Mah...
        - Scritto da: prof_lus
        si ma se hai 45 utenti che hanno anni di macro
        intrecciate, database, basi di dati , programmi
        VBA ... che ne servono almeno altri 100 ...
        cambiare a Oo è saggio?Mi fanno pensare le "macro intrecciate" :(
        • prof_lus scrive:
          Re: Mah...
          - Scritto da: FDG
          - Scritto da: prof_lus


          si ma se hai 45 utenti che hanno anni di macro

          intrecciate, database, basi di dati , programmi

          VBA ... che ne servono almeno altri 100 ...

          cambiare a Oo è saggio?

          Mi fanno pensare le "macro intrecciate" :(chiedo scusa se non ho usato una lunga frase per esprimere il concetto.ma se ti ha fatto pensare spero che tu abbia voluto concedermi che non sto sparando XXXXXXX, ma che forse sto scrivendo di fretta."Macro che si riferiscono le une alle altre o per i risultati o per i dati che devono ricevere" : procedure consolidate per utenti, uffici, enti, gruppi di persone, che probabilmente hanno faticato per produrre quel che hanno prodotto pur non essendo ingegneri e non avendo quindi imparato ad "ingegnerizzare il software" e quindi non saranno felici di rimettere mano al codice per fare migrazioni ... anche se si sono costruiti i propri strumenti mattoncino su mattoncino.Per molte persone costruire il mattoncino è un mezzo per un fine... e *continuare* a lavorare sul mezzo non è un investimento ... è una spesa.Spero sia più chiaro.Non sarà il migliore dei mondi possibili, ma devi considerare che il mondo non è tutto pianificato a tavolino...
      • Guybrush scrive:
        Re: Mah...
        - Scritto da: prof_lus
        - Scritto da: Guybrush
        [...]
        non sono riportati quelli OEM, quindi direi
        incompleto pure
        lìBe' coerente completo.
        probabilmente è un'agenzia stampa riportata,
        essenziale,
        gratis.-___-(ohmmm)
        mentre invece è probabile che non abbiano mandato
        loro il programma...Ma no, ci sono le demo scaricabili apposta. Lo stesso office originale si installa e puo' essere avviato 50 volte prima di essere attivato (o rimosso).
        o che A.D.R non lo abbia
        provato ancora, ma intanto la notizia c'è, la
        rece
        arriveràSperem.
        Lasciando perdere l'allusione che sembri fare ma
        sicuramente no no no non intendevi, spesso il
        non-pagare-troppo per un lavoro (la setesura
        dell'articolo) è già un buon prezzo.E in effetti la mia "vita" di pubblicista informatico e' durata pochissimo. Pure aggratis, se un gioco non valeva la candela, lo scrivevo senza tante cerimonie. Il sito era "multiplayer.it" e avevo una (poco) invidiabile media di 4 stroncature ogni 5 rece.
        Dato che il
        lavoro del giornalista prende tempo, quanti più
        pezzi a buon mercato (il tuo tempo) riesci a
        buttar fuori, tanto più il giornale sarà ricco
        (non sempre di piatti ricchi, ma nel suo totale)
        e gli introiti pubblicitari
        aumenteranno.Non potevi essere più chiaro di così. [...]
        Certo mi aspetterei poi un approfondimento nel
        giro di 4
        giorni.Ci conto, sono proprio curioso.[...]
        dalla 2007?
        XXXXXDDUE!!!!!Scusa, no, dalla 2003. La 2007 la sto saltando a pie' pari.
        persino dalla 2007? MAZIOBINDELLO!!!!! di
        nuovo?!!!!Dai, stavolta Zio non c'entra, il libero arbitrio e' cosa da esseri umani ;-)
        XXXXXmazurka, ti ringrazio per le notizie, ma
        allo stesso tempo non posso non imprecare (e bere
        subito della birra di
        radice)Ottima scelta (la birra), ma occhio... sono io che passo dai menu' e i pulsanti della 2003 ai ribbons e le iconcine colorate della 2010.
        e sar ben il caso che se lo tenga stretto,
        caspiterinaNyet. Cambiamo tutto affinché nulla cambi, non sia mai che l'ICT si riposi sugli allori.
        si ma se hai 45 utenti che hanno anni di macro
        intrecciate, database, basi di dati , programmi
        VBA ... che ne servono almeno altri 100 ...
        cambiare a Oo è
        saggio?Ne ho 300 e in tutto il gruppo siamo 70.000 (e rotti) di cui circa il 10% solo in italia.Bisogna proprio cambiare (per via di quel discorso sui clienti che hai fatto nell'altro thread) e, tra parentesi, è ora che i signori utenti prendano atto di una clausola del contratto collettivo nazionale ecc... in cui si impegnano ad usare al meglio gli strumenti che l'azienda fornisce loro per lavorare.Problemi di compatibilità non ne ho avuti, VBA grazie a zio sembra molto migliorato... a discapito della concorrenSa (OO non andava con le macro di excel 2003 e col 2010 piange in cispadano), pur non essendo un linguaggio di programmazione granché potente è molto user friendly e si lascia usare bene. Produrre codice pulito e' facile (così come realizzare solenni caSSate), mentre OO (ma pure staroffice) da questo punto di vista deve mangiare ancora parecchi quintali di spaghetti prima di raggiungere un simile livello di usabilità.
        Su questo non posso che darti ragione.Punti di vista differenti, ma anche qualcosa in comune :-DI miei rispetti prof.GT
        • prof_lus scrive:
          Re: Mah...
          Devo premettere che "prof_lus" sta per "professional_luser"[...]

          o che A.D.R non lo abbia

          provato ancora, ma intanto la notizia c'è, la

          rece

          arriverà
          Sperem.mi associo

          Lasciando perdere l'allusione che sembri fare ma

          sicuramente no no no non intendevi, spesso il

          non-pagare-troppo per un lavoro (la setesura

          dell'articolo) è già un buon prezzo.
          E in effetti la mia "vita" di pubblicista
          informatico e' durata pochissimo. Pure aggratis,
          se un gioco non valeva la candela, lo scrivevo
          senza tante cerimonie. detto fra noi, per me è lo stesso: come policy scrivo solo di quello che mi aggrada, non-scrivendo di ciò che non mi aggrada. COme dire: ignoro ciò che non mi scoperei, ma non ne parlo male; non è coraggioso, ma non lecchi niente che non abbia un buon sapore :)
          Il sito era "multiplayer.it" e avevo una (poco)
          invidiabile media di 4 stroncature ogni 5
          rece.ahah :)E perché non hai messo su un blog e vaffandrugo a tutti? [...]
          Non potevi essere più chiaro di così.fa piacere :)mi turba assai quando mi dicono che non è chiaro, o quando (come il nostro presidentissimo LOL) "vengo frainteso" ... ovviamente mi do la colpa.
          [...]


          Certo mi aspetterei poi un approfondimento nel

          giro di 4

          giorni.
          Ci conto, sono proprio curioso.
          [...]io non ci conto, ma ci spero! :)

          dalla 2007?

          XXXXXDDUE!!!!!
          Scusa, no, dalla 2003. La 2007 la sto saltando a
          pie'
          pari.ah!! paraXXXX!!! :)

          XXXXXmazurka, ti ringrazio per le notizie, ma

          allo stesso tempo non posso non imprecare (e
          bere

          subito della birra di

          radice)
          Ottima scelta (la birra), ma occhio... sono io
          che passo dai menu' e i pulsanti della 2003 ai
          ribbons e le iconcine colorate della
          2010.beh ok, allora ok. Pensavo avessero cambiato DI NUOVO! :D

          e sar ben il caso che se lo tenga stretto,

          caspiterina
          Nyet. Cambiamo tutto affinché nulla cambi, non
          sia mai che l'ICT si riposi sugli
          allori.vabbé io a casa cambio tutto perché se poi devo cambiarlo per qualche dictat ... ma cambiare per cambiare è una XXXXXXX, imho. Cambiare "perché è nuovo" soprattutto. Cambiare perché è MIGLIORE si.

          si ma se hai 45 utenti che hanno anni di macro

          intrecciate, database, basi di dati , programmi

          VBA ... che ne servono almeno altri 100 ...

          cambiare a Oo è

          saggio?
          Ne ho 300 e in tutto il gruppo siamo 70.000 (e
          rotti) di cui circa il 10% solo in
          italia.e fai il pubblicista.
          Bisogna proprio cambiare (per via di quel
          discorso sui clienti che hai fatto nell'altro
          thread) e, tra parentesi, è ora che i signori
          utenti prendano atto di una clausola del
          contratto collettivo nazionale ecc... in cui si
          impegnano ad usare al meglio gli strumenti che
          l'azienda fornisce loro per
          lavorare.ficata.ce la metto subito anche io! :Dma comunque non cambi ad Oo.
          Problemi di compatibilità non ne ho avuti, VBA
          grazie a zio sembra molto migliorato... a
          discapito della concorrenSa (OO non andava con le
          macro di excel 2003 e col 2010 piange in
          cispadano), pur non essendo un linguaggio di
          programmazione granché potente è molto user
          friendly e si lascia usare bene.che per essere produttivi senza aver studiato nell'antico tempio shaolin non è che sia proprio una sciocchezza.
          Produrre codice
          pulito e' facile (così come realizzare solenni
          caSSate), mentre OO (ma pure staroffice) da
          questo punto di vista deve mangiare ancora
          parecchi quintali di spaghetti prima di
          raggiungere un simile livello di
          usabilità.amen.

          Su questo non posso che darti ragione.
          Punti di vista differenti, ma anche qualcosa in
          comune
          :-Ddirei che non siamo proprio in disaccordo eh? :)sei un MVP per caso?
          I miei rispetti prof.professional_luser, ricorda! :)almeno in questo thread ;-)
    • ciliani scrive:
      Re: Mah...

      Eloquente come un volantino pubblicitario, si
      potrebbe dire di questo
      articolo...
      ...spero almeno che P.I. sia stato adeguatamente
      ricompensato da MS per il lavoro
      svolto.Io la mattina in genere faccio colazione leggendomi Punto Informatico e Dagospia. E non pago un euro per questi servizi. Se quindi veramente P.I. riesce a campare e a farci divertire con i propri articoli e con i flame che scoppiano tra i lettori, semplicemente facendo qualche marchetta qua e la', per me va bene: soprattutto perche' oltre alle "eventuali marchette" ci trovo ogni giorno qualche spunto interessante.Come immagino che sia anche per gli altri criticoni: se P.I. fa cosi' schifo come e' che sono sempre qui a criticare? Un sito che mi fa schifo io non lo leggo...
      • panda rossa scrive:
        Re: Mah...
        - Scritto da: ciliani
        Come immagino che sia anche per gli altri
        criticoni: se P.I. fa cosi' schifo come e' che
        sono sempre qui a criticare? Un sito che mi fa
        schifo io non lo
        leggo...Il forum di PI e' uno dei migliori punti di aggregazione di social networking dell'intero web.L'unico in cui si possa trollare con argomento tecnologico.Se provi ad andare a parlar male di apple su fessbuk, o roba del genere, nessuno sa di quello che stai parlando e non c'e' gusto.
      • Guybrush scrive:
        Re: Mah...
        - Scritto da: ciliani

        Eloquente come un volantino pubblicitario, si[...]
        Io la mattina in genere faccio colazione
        leggendomi Punto Informatico e Dagospia. E non
        pago un euro per questi servizi.Io pure, ma al posto di Dagospia metto il corriere.it e Le Scienze.
        Se quindi veramente P.I. riesce a campare e a[...]
        interessante.Banalmente perche' a differenza di La Repubblica e Il Giornale, P.I. recepisce le critiche (quando sono costruttive) e a volte risponde pure a quelle distruttive.Segno che, a differenza di molte altre testate più blasonate, ha realmente a cuore i propri lettori e ne onora la presenza sforzandosi di offrire un servizio degno di questo nome.Un salutoGT
  • professiona l_looser scrive:
    le due domande essenziali
    1) è possibile comprare la 2010 e installare in downgrade la 2007 per motivi di uniformità di installazione?2) COMPATIBILITA' DEI FILES : è ancora possibile usare DOC XLS e PPS oppure hanno tagliato tutto e si va di XLSX, DOCX, PPSX e compagnia brutta?
    • Guybrush scrive:
      Re: le due domande essenziali
      - Scritto da: professiona l_looser
      1) è possibile comprare la 2010 e installare in
      downgrade la 2007 per motivi di uniformità di
      installazione?Solo se esiste una versione equivalente (con gli stessi applicativi o un numero inferiore).
      2) COMPATIBILITA' DEI FILES : è ancora possibile
      usare DOC XLS e PPS oppure hanno tagliato tutto e
      si va di XLSX, DOCX, PPSX e compagnia
      brutta?Si, e' possibile e si puo' anche impostare per default.CiaoGT
      • Re Tail scrive:
        Re: le due domande essenziali
        - Scritto da: Guybrush
        - Scritto da: professiona l_looser

        1) è possibile comprare la 2010 e installare in

        downgrade la 2007 per motivi di uniformità di

        installazione?
        Solo se esiste una versione equivalente (con gli
        stessi applicativi o un numero
        inferiore).Attenzione si ha diritto al dowgrade sono con le versioni multilicenza. Le OEM e le Retail non danno diritto ad una cippa.Anche prima era cosi'Ciao
        • Enterprise Profession al scrive:
          Re: le due domande essenziali

          Attenzione si ha diritto al dowgrade sono con le
          versioni multilicenza. Le OEM e le Retail non
          danno diritto ad una
          cippa.

          Anche prima era cosi'
          CiaoTraduzione: ancora una volta costretti a buttare soldi in licenze per andare dietro ai capricci di questi squilibrati.E' incredibile che ancora oggi sto carrozzone vada avanti.
          • pippo75 scrive:
            Re: le due domande essenziali

            Traduzione: ancora una volta costretti a buttare
            soldi in licenze per andare dietro ai capricci di
            questi squilibrati.correzione della traduzione: molti sono convinti che quando esce la nuova versione, quella vecchie smette di funzionare.
          • Enterprise Profession al scrive:
            Re: le due domande essenziali

            correzione della traduzione: molti sono convinti
            che quando esce la nuova versione, quella vecchie
            smette di
            funzionare.Non smette di funzionare, ma ovviamente i file prodotti con quella successiva non li apri e a quel punto sei costretto ad "aggiornare" perché alla XXXXX di ragioneria che ti ha mandato il file gli hanno installato la versione successiva... Un meccanismo perverso e diabolico, che si svolge talmente alla luce del sole che davvero si stenta a credere che molti lo considerino una cosa normale, portandolo avanti da 20 anni...Assolutamente agghiacciante.
          • rover scrive:
            Re: le due domande essenziali
            Prova a fare 2 righe con Autocad 2010 e poi ad aprirle con Autocad 14...A meno che non salvi in formato retrocompatibile.
          • prof_lus scrive:
            Re: le due domande essenziali
            - Scritto da: rover
            Prova a fare 2 righe con Autocad 2010 e poi ad
            aprirle con Autocad
            14...
            A meno che non salvi in formato retrocompatibile.e sarà ben il caso, no?visti i costi di gesione, non farlo è una XXXXXXX, come imporlo a fornitori, clienti e collaboratori.
          • Guybrush scrive:
            Re: le due domande essenziali
            - Scritto da: Enterprise Profession al

            correzione della traduzione: molti sono convinti

            che quando esce la nuova versione, quella
            vecchie

            smette di

            funzionare.

            Non smette di funzionare, ma ovviamente i file
            prodotti con quella successiva non li apriNon proprio.A parte il fatto che esistono i visualizzatori (viewer) gratuiti per word, excell e powerpoint, i file .doc (non i docx) sono per buona parte retrocompatibili.Cioe' word2000 puo' aprire i file di office 2010, ma ovviamente non si visualizzano le parti di formattazione relative alla nuova versione e il documento può apparire diverso.
            e a
            quel punto sei costretto ad "aggiornare" perché
            alla XXXXX di ragioneria che ti ha mandato il
            file gli hanno installato la versione
            successiva...E se la ragioniera ha spedito il file nel formato di default (.docx) gi telefoni (o gli scrivi) chiedendole di salvare in formato DOC o PDF.
            Un meccanismo perverso e diabolico,Così fan tutti.
            che si svolge talmente alla luce del sole che
            davvero si stenta a credere che molti lo
            considerino una cosa normale, portandolo avanti
            da 20
            anni...Questo proprio no.Si chiama INNOVAZIONE e, per quanto MS faccia schifo, ogni nuova versione di office tenta di essere migliore della precedente.Ovvio: non e' gratis.Pero' quando ci si prende la briga di leggere il (XXXXX di) manuale si scopre anche come evitare i problemi di retrocompatibilità tra doc e docx, per esempio, o come affrontare il tanto odiato "ribbon" che comunque una volta compreso il funzionamento, risulta anche comodo.Il punto e' che la maggior parte degli utenti non legge il manuale, che sia word, autocad o minesweeper, non lo legge.Poi si lamenta che non funziona un XXXXX e telefona "all'amico che se ne intende" o chiama un tecnico la cui differenza e' che lui i manuali li legge e si fa pagare 30 euro l'ora + 25 di chiamata se lo fai intervenire a domicilio, per dirti quello che potevi sapere da te leggendo le istruzioni.Baci & Abbracci.GT
            Assolutamente agghiacciante.
          • Guybrush scrive:
            Re: le due domande essenziali
            - Scritto da: prof_lus
            - Scritto da: Guybrush
            [...]
            Comunque è talmente vero che un mio amico voleva
            fare il mestiere di "lettore di istruzioni",
            ovvero quello che si legge tutti i manuali e poi
            fa qualcosa che tutti possono fare se non sono in
            modalità
            NO(RTFM)Il tuo amico e' un sottilmente sadico ^__^
            ciao GT e grazie per la risposta iniziale e la
            vivace discussione
            successivaDirei che ci siamo chiariti i punti di vista... saresti un buon sindacalista, sai ;-)Guybrush ThreepwoodTemibile Pirata
          • prof_lus scrive:
            Re: le due domande essenziali
            - Scritto da: Guybrush
            - Scritto da: prof_lus

            - Scritto da: Guybrush


            [...]


            Comunque è talmente vero che un mio amico voleva

            fare il mestiere di "lettore di istruzioni",

            ovvero quello che si legge tutti i manuali e poi

            fa qualcosa che tutti possono fare se non sono
            in

            modalità

            NO(RTFM)
            Il tuo amico e' un sottilmente sadico ^__^


            ciao GT e grazie per la risposta iniziale e la

            vivace discussione

            successiva
            Direi che ci siamo chiariti i punti di vista...
            saresti un buon sindacalista, sai
            ;-)Devo capire se sia un'offesa... per molti lo sarebbe!
            Guybrush Threepwood
            Temibile PirataUFf. potevo anche firmarmi Stan!Però in questo thread sono the professional_luser!
          • nome e cognome scrive:
            Re: le due domande essenziali

            Non smette di funzionare, ma ovviamente i file
            prodotti con quella successiva non li apri e a
            quel punto sei costretto ad "aggiornare" perché
            alla XXXXX di ragioneria che ti ha mandato il
            file gli hanno installato la versione
            successiva... Un meccanismo perverso e diabolico,Salva qualcosa con openoffice 3.2 e prova ad aprirlo con openoffice 1.0, allontanati dal pc che il botto è piuttosto potente.
          • prof_lus scrive:
            Re: le due domande essenziali
            - Scritto da: nome e cognome

            Non smette di funzionare, ma ovviamente i file

            prodotti con quella successiva non li apri e a

            quel punto sei costretto ad "aggiornare" perché

            alla XXXXX di ragioneria che ti ha mandato il

            file gli hanno installato la versione

            successiva... Un meccanismo perverso e
            diabolico,

            Salva qualcosa con openoffice 3.2 e prova ad
            aprirlo con openoffice 1.0, allontanati dal pc
            che il botto è piuttosto
            potente.hahaha :D
          • VITRIOL scrive:
            Re: le due domande essenziali
            - Scritto da: nome e cognome
            Salva qualcosa con openoffice 3.2 e prova ad
            aprirlo con openoffice 1.0, allontanati dal pc
            che il botto è piuttosto
            potente.OpenOffice 1.0 non usava neanche il formato ODF perché non esisteva neppure. A meno che non fossero dei veggenti non vedo come potessero supportare un formato ancora non formalizzato.SalutiVITRIOL
          • nome e cognome scrive:
            Re: le due domande essenziali

            OpenOffice 1.0 non usava neanche il formato ODF
            perché non esisteva neppure. A meno che non
            fossero dei veggenti non vedo come potessero
            supportare un formato ancora non
            formalizzato.Ecco, invece per gli altri questa cosa non vale.
          • advange scrive:
            Re: le due domande essenziali

            Ecco, invece per gli altri questa cosa non vale.EPIC FAIL
          • prof_lus scrive:
            Re: le due domande essenziali
            - Scritto da: Enterprise Profession al

            correzione della traduzione: molti sono convinti

            che quando esce la nuova versione, quella
            vecchie

            smette di

            funzionare.

            Non smette di funzionare, ma ovviamente i file
            prodotti con quella successiva non li apri oddio... veramente basta usare il formato corretto: è proprio quello che chiedevo.
            e a
            quel punto sei costretto ad "aggiornare" perché
            alla XXXXX di ragioneria che ti ha mandato il
            file gli hanno installato la versione
            successiva... questo se qualche SUX installatore non ha configurato in modo adeguato. Io se posso cerco sempre di favorire la retrocompatibilità ed evitare di imporre all'universo di comprare programmi nuovi per nulla.
            Un meccanismo perverso e diabolico,
            che si svolge talmente alla luce del sole che
            davvero si stenta a credere che molti lo
            considerino una cosa normale, portandolo avanti
            da 20
            anni...

            Assolutamente agghiacciante.agghiacciante è che nessuno perda quei 2 minuti per configurare il formato di salvataggio standard cambiandolo.Se poi vuoi l'applicazione ultima versione devi sceglierlo consapevolmente (se hai già quelle vecchie).
          • prof_lus scrive:
            Re: le due domande essenziali
            - Scritto da: Enterprise Profession al

            Attenzione si ha diritto al dowgrade sono con le

            versioni multilicenza. Le OEM e le Retail non

            danno diritto ad una

            cippa.



            Anche prima era cosi'

            Ciao

            Traduzione: ancora una volta costretti a buttare
            soldi in licenze per andare dietro ai capricci di
            questi
            squilibrati.

            E' incredibile che ancora oggi sto carrozzone
            vada
            avanti.siccome non è vero, queste affermazioni sono basate sul nulla.
        • prof_lus scrive:
          Re: le due domande essenziali
          - Scritto da: Re Tail
          - Scritto da: Guybrush

          - Scritto da: professiona l_looser


          1) è possibile comprare la 2010 e installare
          in


          downgrade la 2007 per motivi di uniformità di


          installazione?

          Solo se esiste una versione equivalente (con gli

          stessi applicativi o un numero

          inferiore).

          Attenzione si ha diritto al dowgrade sono con le
          versioni multilicenza. Le OEM e le Retail non
          danno diritto ad una
          cippa.

          Anche prima era cosi'
          Ciaoniente affatto.ho mezza azienda in downgrade da 2000 ad oggi.tutto OEM. si è sempre potuto, tutto ufficiale e legale.
          • Re Tail scrive:
            Re: le due domande essenziali
            - Scritto da: prof_lus
            niente affatto.
            ho mezza azienda in downgrade da 2000 ad oggi.
            tutto OEM. si è sempre potuto, tutto ufficiale e
            legale.Forse una volta, ma adesso hai mezza azienda fuori legge.Personalmente la ritengo una boiata, pero' le regole sono queste:http://download.microsoft.com/download/C/B/D/CBD6FABD-6637-4BD9-908A-C4ED1F95C8CE/guida_diritti_downgrade.pdfCiao
          • prof_lus scrive:
            Re: le due domande essenziali
            XPE i cd OEM necessari li ho comprati, almeno una volta. le VLK le ho tutte.dunque?
          • Re Tail scrive:
            Re: le due domande essenziali
            XP

            E i cd OEM necessari li ho comprati, almeno una
            volta. le VLK le ho
            tutte.

            dunque?Dunque non ho capito che licenze hai. Scusa, forse sono tonto io, ma prima dici OEM poi parli di licenze a volume. Mischi sistema operativo, che segue certe regole di dowgrade con Office, che ne ha altre. Booooh? Spero per te che siate in regola.Ma non preoccuparti non e' colpa tua, lo fanno apposta. Ad ogni versione cambiano le regole. Negli eventi organizzati da Microsoft c'e' sempre una sessione dedicata al Licensing ed ogni volta sono scintille......Buon week-end
      • prof_lus scrive:
        Re: le due domande essenziali
        - Scritto da: Guybrush
        - Scritto da: professiona l_looser

        1) downgrade [...]
        Solo se esiste una versione equivalente [...]

        2) COMPATIBILITA' DEI FILES [...]
        Si, e' possibile e si puo' anche impostare per
        default.

        Ciao
        GTgrazie GT!
  • ruppolo scrive:
    Office 2010 arriva nei negozi
    Una notizia che arriva dall'aldilà (rotfl)
  • Corrado Cammilli scrive:
    spreco di denaro
    OpenOffice 3.2.1 versione windows 0 versione MAC 0 versione Linux 0
    • ruppolo scrive:
      Re: spreco di denaro
      - Scritto da: Corrado Cammilli
      OpenOffice 3.2.1 versione windows 0
      versione MAC 0
      versione Linux 0Spazzatura 3.2.1, stessi prezzi. Un'occasione da non perdere.
      • lellykelly scrive:
        Re: spreco di denaro
        iwork invece gestisce ottimamente tutti i file generati da ms office?neppure office per mac è del tutto compatibile...
        • attonito scrive:
          Re: spreco di denaro
          - Scritto da: lellykelly
          iwork invece gestisce ottimamente tutti i file
          generati da ms
          office?
          neppure office per mac è del tutto compatibile...E dai! Tutto cio' che non e' Apple e' automaticamente XXXXX. Lo sai com'e' Ruppolo, no? Lascialo stare, dai.
        • reysan scrive:
          Re: spreco di denaro

          neppure office per mac è del tutto compatibile...ed è prodotto dalla stessa microsoft.... mbha...
      • Shiba scrive:
        Re: spreco di denaro
        iWork. Spazzatura per una solo piattaforma ._.''
        • Bando ai Pacifinti scrive:
          Re: spreco di denaro
          - Scritto da: Shiba
          iWork. Spazzatura per una solo piattaforma ._.''iWork... LOL, spacciatori di illusioni, addirittura I Work e ruttolo ci crede anche...
        • FDG scrive:
          Re: spreco di denaro
          - Scritto da: Shiba
          iWork. Spazzatura per una solo piattaforma ._.''Per combattere un troll ce ne vuole un'altro?
          • rover scrive:
            Re: spreco di denaro
            Un altro.L'apostrofo non ci va proprio, e ripassati un po' l'italiano
          • Shiba scrive:
            Re: spreco di denaro
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da: Shiba


            iWork. Spazzatura per una solo piattaforma ._.''

            Per combattere un troll ce ne vuole un'altro?E che dovevo fare? Perdere tempo ad argomentare seriamente perché OpenOffice.org non è spazzatura? Tanto non gliene frega niente di quello che scriviamo, se una cosa non ha il bollo Apple neanche la legge. Faccio prima a prendermela con ciò che lui trova ottimo (che in questo caso neppure è troppo difficile), così magari gli faccio saltare i nervi e si rende ancora più ridicolo e meno credibile.
        • angros scrive:
          Re: spreco di denaro

          iWork. Spazzatura per una solo piattaforma ._.''Sì, ma costa di più.
        • advange scrive:
          Re: spreco di denaro
          E a pagamento.
      • FDG scrive:
        Re: spreco di denaro
        - Scritto da: ruppolo
        Spazzatura 3.2.1, stessi prezzi. Un'occasione da
        non perdere.A trolluppoloooo!!!!
      • alexjenn scrive:
        Re: spreco di denaro
        - Scritto da: ruppolo

        Spazzatura 3.2.1, stessi prezzi. Un'occasione da
        non
        perdere.Beh, dài, non esagerare.
  • Rainheart scrive:
    Ma questi sono fuori di testa
    Outlook te lo fanno pagare 240 euro in più???? Ma si fottano mi tengo stretto openoffice e thunderbird. Poi si stupiscono che la gente lo usi craccato e te credo con sti prezzi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 giugno 2010 14.01-----------------------------------------------------------
    • utente scrive:
      Re: Ma questi sono fuori di testa
      Si, evidentemente alla microsoft non sanno fare le addizioni...Office Home and Student 2010: 139 Outlook 2010: 189 Totale: 328 Equivalente alla versione Office Home and Business 2010: 379 Risparmio: 51
      • VITRIOL scrive:
        Re: Ma questi sono fuori di testa
        - Scritto da: utente
        Si, evidentemente alla microsoft non sanno fare
        le
        addizioni...
        Office Home and Student 2010: 139
        Outlook 2010: 189
        Totale: 328
        Equivalente alla versione Office Home and
        Business 2010: 379

        Risparmio: 51 La versione Home and Student non può essere usata per scopi commerciali.SalutiVITRIOL
      • nome e cognome scrive:
        Re: Ma questi sono fuori di testa
        - Scritto da: utente
        Si, evidentemente alla microsoft non sanno fare
        le
        addizioni...
        Office Home and Student 2010: 139
        Outlook 2010: 189
        Totale: 328
        Equivalente alla versione Office Home and
        Business 2010: 379

        Risparmio: 51 Evidentemente tu non hai acceso il cervello, secondo te home e student cosa vuol dire?
  • ROTFLLMAO scrive:
    costa come il Mac Mini
    solo che qui l'alternativa esiste,si chiama openoffice
    • pippo75 scrive:
      Re: costa come il Mac Mini
      - Scritto da: ROTFLLMAO
      solo che qui l'alternativa esiste,
      si chiama openofficealternative ce ne sono molte, ricordo ora SoftMaker e Corel.
    • pentolino scrive:
      Re: costa come il Mac Mini
      a dire il vero esistono alternative anche al macmini; certo non sono gratis, ma non si può avere tutto ;-)
    • wdimone scrive:
      Re: costa come il Mac Mini
      - Scritto da: ROTFLLMAO
      solo che qui l'alternativa esiste,
      si chiama openofficese tutti gli utenti fossero come quelli di questo forum, ovviamente il prezzo delle licenze sarebbe più basso (o forse non ci sarebbe il prezzo)se aveste mai lavorato in una software house seria, sapreste benissimo che il prezzo di un software è dettato per lo più dai costi di assistenza assistenza, i quali aumentano con l'aumentare delle funzionalità incluse in un pacchettoconosco tante persone asciutte di informatica che chiamano continuamente i call center microsoft per avere assistenza su come configurare un account su outlook o su come stampare etichetteallo stesso tempo NON usano open office proprio perchè non trovano il supporto "adatto" a loro...Per quanta estesa possa essere la documentazione su open office, la gente comune (la massa) vuole supporto personalizzato "on demand", cosa che un prodotto gratuito open source non può ovviamente garantire, poi ci sono altri fattori secondari, come l'autorevolezza del marchio, la compatibilità documenti, etc..immagino che ora qualcuno dirà che il supporto tecnico microsoft sia insufficiente... fatto sta che la gente li chiama sempre per ogni minima cavolta e nel bene o nel male dall'altro capo del telefono c'è sempre qualcuno che rispondema evidentemente gli utenti di questo forum non hanno la più pallida idea di cosa significhi "software commerciale"...il software commerciale non è solo "licenza e prezzo", ma qualcosa che sicuramente vi sfugge, tra una compilazione e l'altra del kernel :pproprio perchè c'è open office, microsoft vivrà ancora per molti decenni.Finchè ci sarà Open Office gratis e open source (senza assistenza garantita) difficilmente nasceranno concorrenti seri per MsOfficemeditate ;)
      • no no no scrive:
        Re: costa come il Mac Mini
        vedrai che risposte ti becchi ora... si inizia dagli specchi
        • shevathas scrive:
          Re: costa come il Mac Mini
          - Scritto da: no no no
          vedrai che risposte ti becchi ora... si inizia
          dagli
          specchipurtroppo ha ragione: gli utonti che chiamano per cavolate, e che pagano per avere il diritto di scassarti le OO, possono essere fastidiosi ma sono gallinelle dalle uova d'oro per chi vende assistenza.Certo se alla quinta chiamata uguale rispondi con un RTFM perdi il cliente.Per il resto alle aziende interessa soprattutto fare ciò che gli serve in fretta e con meno sbattimenti possibili, anche se questo implica pagare assistenza per permettere all'impedito di turno di fare una stampa unione.Ragionamenti come: gli utenti devono imparare, devono capire, sono un ottimo sistema per disincentivare l'uso di un software.
          • Nedanfor non loggato scrive:
            Re: costa come il Mac Mini
            Esiste assistenza professionale per OpenOffice.org, se non erro.
          • panda rossa scrive:
            Re: costa come il Mac Mini
            - Scritto da: Nedanfor non loggato
            Esiste assistenza professionale per
            OpenOffice.org, se non
            erro.Non erri!
          • wdimone scrive:
            Re: costa come il Mac Mini
            - Scritto da: Nedanfor non loggato
            Esiste assistenza professionale per
            OpenOffice.org, se non
            erro.è vero, tuttavia il prezzo di licenza è un "filtro" per evitare di avere un parco clienti "amante del gratis"in genere l'utente open office è più esperto oppure è "amante del gratis", pertanto non pagherà mai un soldo per avere assistenza, a costo di stare giornate intere a cercare risposte su google groupsovviamente può esserci l'eccezione, ma questa non è sufficiente a far decollare economicamente i prodotti open sourceecco spiegato un altro motivo per cui l'open source non viene adottato dal molte grosse software house (adobe, microsoft, autodesk, etc..)Prima ancora del timore di perdere l'esclusiva dei sorgenti, c'è la paura di perdere la clientela disposta a pagare, a favore di una clientela fatta per lo più da appassionati e squattrinatiquesta è una visione abbastanza larga della problematica "costo licenza vs open source", ma è già uno spunto per capire come si ragiona in molte grosse software house
      • FDG scrive:
        Re: costa come il Mac Mini
        - Scritto da: wdimone
        proprio perchè c'è open office, microsoft vivrà
        ancora per molti decenni.
        Finchè ci sarà Open Office gratis e open source
        (senza assistenza garantita) difficilmente
        nasceranno concorrenti seri per MsOfficeIn azienda i primi chiamati in caso di problemi sono i tecnici interni. A loro poco interessa se si tratta di MS Office o OpenOffice.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 giugno 2010 16.21-----------------------------------------------------------
      • amedeo scrive:
        Re: costa come il Mac Mini
        Per quanto ne so, l'assistenza di M$ viene erogata dietro pagamento come servizio. Io personalmente ho clienti che comunque chiamano per qualsiasi bua, chiedendo la stessa informazione una infinità di volte (sia per prodotti M$ che altro). Ovvio che a questo punto preferisco che mi chiedano informazioni su OpenOffice, Thunderbird o altri prodotti che posso avere installati e conoscere senza pagare la gabella a M$ (oltre ad essere quelli che utilizzo e quindi conosco meglio)
      • Enterprise Profession al scrive:
        Re: costa come il Mac Mini

        se aveste mai lavorato in una software house
        seria, sapreste benissimo che il prezzo di un
        software è dettato per lo più dai costi di
        assistenza assistenza, i quali aumentano con
        l'aumentare delle funzionalità incluse in un
        pacchetto

        conosco tante persone asciutte di informatica che
        chiamano continuamente i call center microsoft
        per avere assistenza su come configurare un
        account su outlook o su come stampare
        etichetteMi sa qui sei tu che non hai mai lavorato in un'azienda di informatica. Anche quelle piccole in genere hanno sempre il cacciavitaro interno che si occupa di queste piccole assistenze, non c'è bisogno di pagare l'affitto del call center Microsoft per configurare la posta o sverminare il pc.
      • panda rossa scrive:
        Re: costa come il Mac Mini
        - Scritto da: wdimone
        allo stesso tempo NON usano open office proprio
        perchè non trovano il supporto "adatto" a
        loro...Eh, gia'. Leggere e' una cosa non alla portata di tutti.Bisogna aver frequentato le scuole elementari, e neppure il CEPU e' in grado di offrire quel tipo di corsi.
        Per quanta estesa possa essere la documentazione
        su open office, la gente comune (la massa) vuole
        supporto personalizzato "on demand", cosa che un
        prodotto gratuito open source non può ovviamente
        garantire, E pensare che proprio OOo dispone di uno strumento di supporto "on demand", in italiano, senza eguali al mondo...
        poi ci sono altri fattori secondari,
        come l'autorevolezza del marchio,Oracle!
        la compatibilità documenti,ISO
        immagino che ora qualcuno dirà che il supporto
        tecnico microsoft sia insufficiente... fatto sta
        che la gente li chiama sempre per ogni minima
        cavolta e nel bene o nel male dall'altro capo del
        telefono c'è sempre qualcuno che
        rispondeHai provato o parli per sentito dire?
        ma evidentemente gli utenti di questo forum non
        hanno la più pallida idea di cosa significhi
        "software commerciale"...Si, significa software bacato!
        il software commerciale non è solo "licenza e
        prezzo", ma qualcosa che sicuramente vi sfugge,
        tra una compilazione e l'altra del kernel
        :pIntendi dire quegli opuscoletti su carta patinata che raccontano balle circa il sw in questione?
        proprio perchè c'è open office, microsoft vivrà
        ancora per molti
        decenni.
        Finchè ci sarà Open Office gratis e open source
        (senza assistenza garantita) difficilmente
        nasceranno concorrenti seri per
        MsOffice

        meditate ;)tra assistenza garantita che non assiste, e una assistenza non garantita, ma offerta su base volontaria e che funziona, tu che cosa preferisci?
  • Ivan scrive:
    Solo 10 lingue
    Per quello che deve fare l'utente medio e l'azienda media (per non dire quelle grandi) OpenOffice svolge egregiamente il proprio lavoro! Se avessi un azienda e dovessi comprare 30 licenze office, mi sparerei alla testa (più di 3000 euro!). Si installa su tutti OpenOffice e via, così non ci stanno neppure problemi di compatibilità!
    • maranello scrive:
      Re: Solo 10 lingue
      una licenza ti tocca cmq comprarla ... si sa che "stranamente" i file office nn sono standard e danno problemi se aperti con altri programmi (openoffice & company ) !!! quindi su un pc devi cmq averlo ... almeno se ci sono file ingestibili li apri su quel pc !!!
      • krane scrive:
        Re: Solo 10 lingue
        - Scritto da: maranello
        una licenza ti tocca cmq comprarla ... si sa che
        "stranamente" i file office nn sono standard e
        danno problemi se aperti con altri programmi
        (openoffice & company ) !!! quindi su un pc devi
        cmq averlo ... almeno se ci sono file ingestibili
        li apri su quel pc !!!Ma se non sono compatibili neanche tra loro e devi sempre correre dietro all'ultima versione : basta ! Se non li leggo me li faccio rimandare in pdf !
        • AlessioC scrive:
          Re: Solo 10 lingue
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: maranello

          una licenza ti tocca cmq comprarla ... si sa che

          "stranamente" i file office nn sono standard e

          danno problemi se aperti con altri programmi

          (openoffice & company ) !!! quindi su un pc devi

          cmq averlo ... almeno se ci sono file
          ingestibili

          li apri su quel pc !!!

          Ma se non sono compatibili neanche tra loro e
          devi sempre correre dietro all'ultima versione :
          basta ! Se non li leggo me li faccio rimandare in
          pdf
          !Quoto tutto. E aggiungo che per i casi critici (documenti con tabelle strane che non si leggono bene su OO) ci sono sempre i viewer della Microsoft. Io, anche in azienda, uso solo linux ma mi tengo di scorta WordViewer ed ExcelViewer che sotto wine funzionano senza problemi!
      • Vitalij scrive:
        Re: Solo 10 lingue
        Guarda a me arrivano continuamente file .docx e OpenOffice li gestisce talmente tanto bene che sono riuscito a convincere anche i colleghi ad installarlo...
        • Ivan scrive:
          Re: Solo 10 lingue
          Bhe nel momento in cui tutti usassero openoffice, si salverebbe sempre in odt o altro, costringendo anche la M$ a smetterla di creare nuovi standard assurdi solo per comprare i loro prodotti! Comunque cento e passa euro per una suite d'ufficio sono veramente troppi! Mi sa che molti passeranno ad O_O. Molta gente che conosco ha fatto il cambio e si trova da dio.
      • Il Solito scrive:
        Re: Solo 10 lingue
        - Scritto da: maranello
        una licenza ti tocca cmq comprarla ... si sa che
        "stranamente" i file office nn sono standard e
        danno problemi se aperti con altri programmi
        (openoffice & company ) !!! quindi su un pc devi
        cmq averlo ... almeno se ci sono file ingestibili
        li apri su quel pc
        !!!Ok: metto a disposizione un PC sgrauso in corridoi a cui spedire quelli che hanno proprio bisogno di Office: 29 licenze CMQ risparmiate
    • shevathas scrive:
      Re: Solo 10 lingue
      - Scritto da: Ivan
      Per quello che deve fare l'utente medio e
      l'azienda media (per non dire quelle grandi)
      OpenOffice svolge egregiamente il proprio lavoro!classico discorso da ragazzino convinto che l'ambito aziendale si riduca a fare N volte quello che si fa nel PC di casa.
      Se avessi un azienda e dovessi comprare 30
      licenze office, mi sparerei alla testa (più di
      3000 euro!). se servono 30 licenze conviene comprare una multilicenza aziendale mica 30 licenze retail.
      • amedeo scrive:
        Re: Solo 10 lingue

        classico discorso da ragazzino convinto che
        l'ambito aziendale si riduca a fare N volte
        quello che si fa nel PC di
        casa.l'esperienza che ho, prima come dipendente di una grossa azienda e poi come lavoratori in proprio (sempre in ambito informatico) mi ha insegnato che nella maggior parte dei casi i programmi di produttività personale sono sottoutilizzati (trovo ancora gente che impagina utilizzando spazi e 'a capo' e che non sa cosa siano gli stili) e male utilizzati (gente che utilizza Excel per fare un catalogo pieno di immagini o lo usa come se fosse un DB, che usa Word per un listino).
      • Re Tail scrive:
        Re: Solo 10 lingue
        Si vede che non conosci la politica di MS sulle multilicenze, per 30 copie non c'e' differenza di prezzo con le retail. Il trucco e' comprare Works (50 euro) e poi comprare la versione UPG di Office. Risparmi 70/80 euro a copia, sei in regola e non sono neppure licenze OEM.E comunque per molti utenti, aziendali, gia' Works sarebbe piu' che sufficiente per quello che fanno. Anzi per quello che sanno fare!!!Ciao
      • Ivan scrive:
        Re: Solo 10 lingue
        Ragazzino lo vai a dire ad altri. Ho lavorato in ambito alberghiero ed il mio datore di lavoro era ben felice di risparmiare soldi in licenze inutili! Ed anche le multilicenze costano, non te le danno mica gratis.Senza parlare di quanti soldi da la pubblica amministrazione a M$ invece di investirli in qualcosa di più utile!
        • shevathas scrive:
          Re: Solo 10 lingue
          - Scritto da: Ivan
          Ragazzino lo vai a dire ad altri. Ho lavorato in
          ambito alberghiero e cosa ci fanno 30 computer in un albergo ? sono tutti in amministrazione?
          ed il mio datore di lavoro era
          ben felice di risparmiare soldi in licenze
          inutili! Ed anche le multilicenze costano, non te
          le danno mica
          gratis.tutto dipende da cosa ci si deve fare con quei computer. Office per scrivere due lettere son soldi sprecati.
          Senza parlare di quanti soldi da la pubblica
          amministrazione a M$ invece di investirli in
          qualcosa di più
          utile!tipo pagare camerieri per risistemare i XXXXXX con open office ?
    • nome e cognome scrive:
      Re: Solo 10 lingue
      - Scritto da: Ivan
      Per quello che deve fare l'utente medio e
      l'azienda media (per non dire quelle grandi)
      OpenOffice svolge egregiamente il proprio lavoro!
      Se avessi un azienda e dovessi comprare 30
      licenze office, mi sparerei alla testa (più di
      3000 euro!). Si installa su tutti OpenOffice e
      via, così non ci stanno neppure problemi di
      compatibilità!Se tu avessi un'azienda sarebbe un guaio visto che non esiste una licenza da 100 euro.
  • Enjoy with Us scrive:
    Povera m$...
    ... ma spera di venderne molti di office a quelle cifre, quando con open office fai praticamente le stesse cose gratis?Simpatica la possibilità di downloads... ma ne conosco una molto più pratica e conveniente, almeno per gli utenti Home (139 euro risparmiati) si chiama p2p, sempre che non si siano tanto scocciati di M$ da rimanere o su un office vecchio (Io ho la versione 2000, l'ultima prima della nuova interfaccia Ribbon) o di passare a open office, che tra l'altro gestisce i PDF!
    • pluto scrive:
      Re: Povera m$...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      (Io ho la versione 2000, l'ultima prima
      della nuova interfaccia Ribbon) L'ultima è stata la versione Office 2003
    • fiertel91 scrive:
      Re: Povera m$...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      ... ma spera di venderne molti di office a quelle
      cifre, quando con open office fai praticamente le
      stesse cose
      gratis?
      Simpatica la possibilità di downloads... ma ne
      conosco una molto più pratica e conveniente,
      almeno per gli utenti Home (139 euro risparmiati)
      si chiama p2p, sempre che non si siano tanto
      scocciati di M$ da rimanere o su un office
      vecchio (Io ho la versione 2000, l'ultima prima
      della nuova interfaccia Ribbon) o di passare a
      open office, che tra l'altro gestisce i
      PDF!Su Office 2007 c'è un componente aggiuntivo che implementa il salvataggio in pdf.
      • nome e cognome scrive:
        Re: Povera m$...

        Su Office 2007 c'è un componente aggiuntivo che
        implementa il salvataggio in
        pdf.Aggiuntivo?
    • Mbdf scrive:
      Re: Povera m$...
      Office 2010 non è di certo paragonabile a Ops Off...Ma se non sai nemmeno cosa sia l'interfaccia Ribbon. E' arrivata dalla versione 2007 in poi e non dalla 2000. Quelle si chiamano ToolStrip o ToolBar!
  • Gaetano De Rosa scrive:
    Meglio di no
    Ormai per me la Microsoft non è più niente... mi ha delusa nel lontano '98 e da allora compro solo apple e a lavoro uso sia Mac che Linux... a voglia a mettere nuove funzioni... io preferirò sempre e comunque un mac o un linux... scusate forse non sarete del mio parere ma io la penso così... Buona giornata... :-)
  • melamarcia scrive:
    la perla....
    http://microsoftstore.it/shop/it-IT/Microsoft/Publisher-2010189 euro per publisher standalone.... fantastico....
  • Il Solito scrive:
    Contando che Access peggiora di versione
    ...direi che sono soldi buttati(per tutto il resto c'è Openoffice)
  • panda rossa scrive:
    seicentonovantanove euro!!!
    Questa io la chiamo istigazione alla pirateria! p)
    • AlessioC scrive:
      Re: seicentonovantanove euro!!!
      Mah, a me sembra puro e semplice autolesionismo.In ambito domestico la pirateria crea un danno da lucro cessante vicino allo zero.In azienda la pirateria non è un'opzione e quindi o compri originale o ti rivolgi alle altrove. Per quanto mi riguarda, tornerò a spingere OpenOffice per un motivo banale: uniformità del parco sw. Oggi in azienda (un centinaio di client) abbiamo un mix di Office 2000, Office 2003 (la maggioranza), Office 2007, OpenOffice e, tra poco, anche Office 2010. Non avendo a che fare con persone tecnicamente skillate, la possibilità di dire "si fa così su ogni postazione" diventa preziosa.
      • Lemon scrive:
        Re: seicentonovantanove euro!!!
        - Scritto da: AlessioC
        Mah, a me sembra puro e semplice autolesionismo.
        In ambito domestico la pirateria crea un danno da
        lucro cessante vicino allo
        zero.
        In azienda la pirateria non è un'opzione e quindi
        o compri originale o ti rivolgi alle altrove. Per
        quanto mi riguarda, tornerò a spingere OpenOffice
        per un motivo banale: uniformità del parco sw.
        Oggi in azienda (un centinaio di client) abbiamo
        un mix di Office 2000, Office 2003 (la
        maggioranza), Office 2007, OpenOffice e, tra
        poco, anche Office 2010. Non avendo a che fare
        con persone tecnicamente skillate, la possibilità
        di dire "si fa così su ogni postazione" diventa
        preziosa.Sono d'accordo con te, l'unica soluzione che io vedo (se proprio proprio uno vuole l'office) è la software assurance di MS. Ripeto per essere chiari: se proprio proprio uno vuole usare Office in azienda.
      • pippo75 scrive:
        Re: seicentonovantanove euro!!!
        - Scritto da: AlessioC
        Mah, a me sembra puro e semplice autolesionismo.
        In ambito domestico la pirateria crea un danno da
        lucro cessante vicino allo zero.la versione domestica di Office 2007 l'ho pagata 80 euro e 10 centesimi, per l'uso di uno sconto, altrimenti era circa 90 euro..
        • AlessioC scrive:
          Re: seicentonovantanove euro!!!
          - Scritto da: pippo75
          la versione domestica di Office 2007 l'ho pagata
          80 euro e 10 centesimi, per l'uso di uno sconto,
          altrimenti era circa 90
          euro.Buon per te. Il prezzo è ottimo e sicuramente avrai fatto le tue valutazioni in termini di costi/benefici. Per quanto mi riguarda, semplicemente tutto quello che mi serve fare lo faccio alla grande con OpenOffice. Ovviamente per te ed altri potrebbe non essere così.Il discorso di lucro cessante è però diverso: quante persone che hanno installato una versione pirata di Office a casa avrebbero comprato la versione originale, se non ci fosse stata la possibilità di averlo tarocco?
      • Corrado Cammilli scrive:
        Re: seicentonovantanove euro!!!
        alla faccia della crisi ?se la tua azienda si può permettere di buttare tanti soldi la crisi non la sente ?uniforma tutto su openoffice !
    • VITRIOL scrive:
      Re: seicentonovantanove euro!!!
      - Scritto da: panda rossa
      Questa io la chiamo istigazione alla pirateria!
      p)A me la cosa che fa più ridere sono i language pack venduti a 21 euro cadauno. Se fossi un utente Office mi sentirei insultato da questa ulteriore richiesta in aggiunta a quella già esosa dei pacchetti principali.SalutiVITRIOL
    • pippo75 scrive:
      Re: seicentonovantanove euro!!!
      - Scritto da: panda rossa
      Questa io la chiamo istigazione alla pirateria!
      p)vuoi mettere la differenza:utente a: ho la copia di openoffice e l'ho avuta gratis, mentre su internet costa 0 euro.utente b: io ho copiato MSoffice GanzoEdition che originale costa 1299 euro e l'ho avuta gratis prima che arrivasse in negozio.
      • rover scrive:
        Re: seicentonovantanove euro!!!
        E quindi nel primo caso ho risparmiato 0 Euro, nel secondo 1299 Euro.Seriamente MS lo sa benissimo che le copie domestiche sono piratate, ma sa altrettanto bene che la pecunia viene da altri lidi.E le grandi aziende spendono di rado nel sw e nell'HW, ma quando spendono non badano a spese......e sono loro che danno un bel contributo a Redmond.
        • Guybrush scrive:
          Re: seicentonovantanove euro!!!
          - Scritto da: rover
          E quindi nel primo caso ho risparmiato 0 Euro,
          nel secondo 1299
          Euro.
          Seriamente MS lo sa benissimo che le copie
          domestiche sono piratate, ma sa altrettanto bene
          che la pecunia viene da altri
          lidi.
          E le grandi aziende spendono di rado nel sw e
          nell'HW, ma quando spendono non badano a
          spese......e sono loro che danno un bel
          contributo a
          Redmond.Ti manca un pezzo dell'equazione.Hai tre incognite: quella dell'utente, quella dell'azienda e quella di MS, ma hai descritto solo due funzioni.Cosi' hai infinite soluzioni.Perche' Microsoft non contrasta mai il grosso della pirateria, vale a dire le utenze domestiche?Semplice:cosa e' meglio per un'azienda? Adottare un prodotto che tutti sanno usare perche' e' lo stesso che hanno a casa, oppure uno che e' gratis, ma che devi perdere un mesetto di ore-uomo (minimo) per insegnare alla risorsa come usarlo bene?Quindi viva i pirati che imparano ad usare office, pagano le eventuali multe e mettono sul curriculum "buona conoscenza di Office".SalutiGT
          • shevathas scrive:
            Re: seicentonovantanove euro!!!

            Quindi viva i pirati che imparano ad usare
            office, pagano le eventuali multe e mettono sul
            curriculum "buona conoscenza di
            Office".
            aggiungo anche altri due validi motivi:1) perseguire un utente domestico non è conveniente dal punto di vista economico; mentre un controllo della finanza al registro degli acquisti di una azienda è legittimo e nel caso si trovi software pirata le multe sono salatissime; nel caso di utenti domestici i controlli sono, all'atto pratico, molto più difficili. Inoltre il guadagno che si avrebbe è praticamente nullo il grosso dei soldi la M$ li prende da utenze aziendali e non dagli utenti domestici. Infatti le versione home e student costano poco rispetto alle altre versioni.2) perseguire le utenze domestiche ti rende anche antipatico, invece chiudere un occhio aiuta, per i motivi da te esposti, ad avere una base di promoter a costo praticamente nullo. ;)
    • lol scrive:
      Re: seicentonovantanove euro!!!
      Mah, in realtà Office 2010 è davvero molto avanti rispetto alle altre alternative.Basta guardare tipo in Word 2010 la possibilità di riordinare e organizzare gli indici da una comoda barra...
      • VITRIOL scrive:
        Re: seicentonovantanove euro!!!
        - Scritto da: lol
        Basta guardare tipo in Word 2010 la possibilità
        di riordinare e organizzare gli indici da una
        comoda
        barra...Cioè? Puoi dire in due parole come funziona?SalutiVITRIOL
      • Ivan scrive:
        Re: seicentonovantanove euro!!!
        Bhe gli indici gli usi per documenti corposi. Io personalmente quando devo scrivere cose più lunghe di 20 pagine, vado direttamente in Latex e risolvo un sacco di problemi!
        • fiertel91 scrive:
          Re: seicentonovantanove euro!!!
          - Scritto da: Ivan
          Bhe gli indici gli usi per documenti corposi. Io
          personalmente quando devo scrivere cose più
          lunghe di 20 pagine, vado direttamente in Latex e
          risolvo un sacco di
          problemi!Personalmente, anche per documenti più corti. Anzi, direi proprio per tutti i documenti.
    • rover scrive:
      Re: seicentonovantanove euro!!!
      Qui iniziano i guai, che dipendono comumque dal tipo di uso che ne fa l'azienda.Se acquistano Office solo x scrivere 4 lettere in corce asllora buttano i soldi.Se invece devono fare cose sofisticate con Excel, x esempio, allora il discorso cambia
      • shevathas scrive:
        Re: seicentonovantanove euro!!!
        - Scritto da: rover
        Qui iniziano i guai, che dipendono comumque dal
        tipo di uso che ne fa
        l'azienda.
        Se acquistano Office solo x scrivere 4 lettere in
        corce asllora buttano i
        soldi.infatti.
        Se invece devono fare cose sofisticate con Excel,
        x esempio, allora il discorso
        cambiaquoto Open Calc è ancora lontano anni luce da excel 2003 per non parlare del 2007.
        • VITRIOL scrive:
          Re: seicentonovantanove euro!!!
          - Scritto da: shevathas
          quoto Open Calc è ancora lontano anni luce da
          excel 2003 per non parlare del
          2007.E' anche il modulo di OOo a più rapida evoluzione però. Dalla 3.0 alla attuale 3.2.x sono stati eliminati moltissimi annoying e introdotte buone funzionalità e miglioramenti prestazionali. Per la futura 3.3 è già pronto un bel pacchetto di novità per Calc.SalutiVITRIOL
          • iii scrive:
            Re: seicentonovantanove euro!!!
            Slurp!!Quindi Oracle intende proseguire seriamente lo sviluppo di OOo (non solo a parole)..bene!
          • shevathas scrive:
            Re: seicentonovantanove euro!!!
            - Scritto da: VITRIOL
            - Scritto da: shevathas


            quoto Open Calc è ancora lontano anni luce da

            excel 2003 per non parlare del

            2007.

            E' anche il modulo di OOo a più rapida evoluzione
            però. la rogna è che i problemi di adesso devi risolverli con i programmi di adesso e non con le ipotetiche versioni future.
            Dalla 3.0 alla attuale 3.2.x sono stati
            eliminati moltissimi annoying e introdotte buone
            funzionalità e miglioramenti prestazionali. Per
            la futura 3.3 è già pronto un bel pacchetto di
            novità per
            Calc.rimangono sempre le tonnellate di fogli excel preimpostati e macro sviluppate ad hoc. e' questo più che la formattazione condizionale il vero lock in a favore di excel.

            Saluti
            VITRIOL
          • VITRIOL scrive:
            Re: seicentonovantanove euro!!!
            - Scritto da: shevathas
            la rogna è che i problemi di adesso devi
            risolverli con i programmi di adesso e non con le
            ipotetiche versioni future.Ma Calc è perfettamente funzionale e utilizzabile adesso. Sapere che di certo migliorerà è solo un piacevole sovrappiù.Poi dipende tutto dalle esigenze specifiche e dai gusti personali. Nessun software è adatto per il 100% dei possibili utenti.SalutiVITRIOL
          • shevathas scrive:
            Re: seicentonovantanove euro!!!
            - Scritto da: VITRIOL
            - Scritto da: shevathas


            la rogna è che i problemi di adesso devi

            risolverli con i programmi di adesso e non con
            le

            ipotetiche versioni future.

            Ma Calc è perfettamente funzionale e utilizzabile
            adesso. Sapere che di certo migliorerà è solo un
            piacevole
            sovrappiù.mah dipende da quanto sono essenziali le caratteristiche che mancano. Io ormai mi son abituato ad usare pesantemente le macro per velocizzare il lavoro con il foglio di calcolo, tornare a fare tutto a mano sarebbe una gran seccatura, oltre che una perdita di tempo non indifferente.E a livello di macro oo.calc è ancora indietro rispetto ad excel come ricchezza delle librerie di supporto.
          • VITRIOL scrive:
            Re: seicentonovantanove euro!!!
            - Scritto da: shevathas
            E a livello di macro oo.calc è ancora indietro
            rispetto ad excel come ricchezza delle librerie
            di
            supporto.Beh, le macro sono già una funzionalità avanzata che pochi utenti usano. In ogni caso UNO (le API di OOo) dovrebbero coprire la buona parte delle sue funzionalità. Se proprio si vuole è anche possibile scrivere macro ed estensioni in Python e in Java, usando anche i rispettivi framework.SalutiVITRIOL
          • shevathas scrive:
            Re: seicentonovantanove euro!!!

            Beh, le macro sono già una funzionalità avanzata
            che pochi utenti usano. In ogni caso UNO (le API
            di OOo) dovrebbero coprire la buona parte delle
            sue funzionalità. purtroppo, e parlo per esperienza, sono ancora ad un livello embrionale. di OLE si può dire tutto il male possibile, così come del VBA che come linguaggio di programmazione è abbastanza penoso, ma consentono di gestirti agevolmente la questione.Anche il registratore di macro funziona abbastanza bene ed aiuta nello sviluppo.
            Se proprio si vuole è anche
            possibile scrivere macro ed estensioni in Python
            e in Java, usando anche i rispettivi
            framework.irrilevante, il problema è la minore richezza di UNO rispetto alla libreria di Excel oltre alla difficoltà di scrivere applicazioni OLE per usare anche altri applicativi (Access e Word) nel mio caso.

            Saluti
            VITRIOL
          • Enterprise Profession al scrive:
            Re: seicentonovantanove euro!!!

            Se proprio si vuole è anche
            possibile scrivere macro ed estensioni in Python
            e in Java, usando anche i rispettivi
            framework.Sì sì... Vagli a dire allo sparagestionaliVB medio di scrivere due righe in Java e vedi ti chiama subito il sindacato e ti denuncia per mobbing...
          • shevathas scrive:
            Re: seicentonovantanove euro!!!

            Sì sì... Vagli a dire allo sparagestionaliVB
            medio di scrivere due righe in Java e vedi ti
            chiama subito il sindacato e ti denuncia per
            mobbing...semplicemente per un programma usa&getta come la classica macro velocizza operazioni di excel si preferisce scrivere 3 tre righe in VBA invece di 50 in java.
          • nome e cognome scrive:
            Re: seicentonovantanove euro!!!

            Beh, le macro sono già una funzionalità avanzata
            che pochi utenti usano. In ogni caso UNO (le APIIntendi pochi utenti casalinghi immagino, altrimenti mi viene da pensare che tu non abbia mai messo piede in un ufficio.
            di OOo) dovrebbero coprire la buona parte delle
            sue funzionalità. Se proprio si vuole è anche
            possibile scrivere macro ed estensioni in Python
            e in Java, usando anche i rispettivi
            framework.E stai ancora scherzando vero? phyton, java, framework... una macro serve a semplificare e velocizzare il lavoro, mica deve essere un progetto di sviluppo.
          • VITRIOL scrive:
            Re: seicentonovantanove euro!!!
            - Scritto da: nome e cognome
            E stai ancora scherzando vero? phyton, java,
            framework... una macro serve a semplificare e
            velocizzare il lavoro, mica deve essere un
            progetto di
            sviluppo.Se devi usare le macro per sviluppare progetti complessi personalizzati devi essere un programmatore. L'utente comune al massimo usa il registratore, quando va bene.Se poi tu hai esperienze diverse...SalutiVITRIOL
          • nome e cognome scrive:
            Re: seicentonovantanove euro!!!

            Ma Calc è perfettamente funzionale e utilizzabile
            adesso. Sapere che di certo migliorerà è solo un
            piacevole
            sovrappiù.
            Poi dipende tutto dalle esigenze specifiche e dai
            gusti personali. Nessun software è adatto per il
            100% dei possibili
            utenti.Se usi excel per fare qualcosa di più della lista della spesa usi le macro... per definizione. Se ci fai la lista della spesa usi notepad e fai prima.Il discorso è molto semplice nelle suite di ufficio non ci sono vie di mezzo, o ti basta un text editor, o ti serve una cosa seria. Il perfettamente usabile nella speranza che domani migliori non esiste.
          • VITRIOL scrive:
            Re: seicentonovantanove euro!!!
            - Scritto da: nome e cognome
            Se usi excel per fare qualcosa di più della lista
            della spesa usi le macro... per definizione.Allora si vede che Excel ha qualche problema :-)
            Il
            perfettamente usabile nella speranza che domani
            migliori non
            esiste.Non è una speranza, è una certezza. Conosco bene quali sono gli sviluppi programmati, alcuni dei quali sono già testabili da tutti sulle DEV.Nel frattempo però non ho particolari problemi nell'uso della versione stabile, come non ho avuto particolari problemi con le precedenti. Però sarei bugiardo se dicessi che qualche volta non ho pensato "Finalmente hanno migliorato/aggiunto questo".SalutiVITRIOL
    • MeX scrive:
      Re: seicentonovantanove euro!!!
      e che gli frega... sai quante aziende pagheranno la tangente?
      • Nedanfor non loggato scrive:
        Re: seicentonovantanove euro!!!
        - Scritto da: MeX
        e che gli frega... sai quante aziende pagheranno
        la
        tangente?Esatto! Ecco perché se cerchi MS Office o Windows + crack su Bing ti dà risultati migliori rispetto a Google :D L'importante è che tutti lo sappiano usare, dopodiché loro speculano su PA, aziende e quant'altro. Nulla di nuovo, ahimè.
    • sylvaticus scrive:
      Re: seicentonovantanove euro!!!
      ..è la prima cosa che ho notato anch'io...
Chiudi i commenti