Attacchi ransomware mirati: raddoppiati i casi rispetto al 2021

Attacchi ransomware mirati: raddoppiati i casi rispetto al 2021

Ransomware mirati? I criminali informatici scelgono sempre più di frequente questa via per le loro frodi online.
Ransomware mirati? I criminali informatici scelgono sempre più di frequente questa via per le loro frodi online.

Stando a una ricerca portata avanti da Kaspersky, il numero di utenti attaccati da ransomware mirati è quasi raddoppiata rispetto al passato.

Calcolando nella totalità gli attacchi informatici, questa tipologia costituiva lo 0,016% dei casi nel 2021, raggiungendo lo 0,026% quest’anno. Di fatto, appare chiaro come i criminali informatici stiano scegliendo sempre più di frequente i ransomware per mietere vittime tra gli utenti.

In tal senso, sono state raffinate le tecniche già conosciute e sono state inventate nuove modalità per infettare i dispositivi elettronici delle vittime. Sempre grazie agli studi di Kaspesky, una nuova tecnica nota come Play, collegata al ceppo ransomware LockBit, che sfrutta tecniche avanzate di auto-propagazione.

Una sfida continua per gli esperti di sicurezza che cercano, dove possibile, di arginare questa tipologia di attacco.

Gli attacchi ransomware mirati sono solo una parte delle potenziali minacce del Web

Sebbene i ransomware siano un fenomeno in crescita, sia tra le aziende che tra i comuni frequentatori della rete, non va mai dimenticato come esistano tanti altri pericoli online.

La famiglia dei malware è sempre più ampia, con adware, spyware, trojan e attacchi phishing, con cybercriminali sempre pronti a trovare nuovi spiragli nelle difese degli utenti. In tal senso, un antivirus completo come Kaspersky Internet Security offre adeguate certezze.

Non parliamo semplicemente di scansione e rilevamento di malware, ma uno strumento in grado di garantire una difesa strategica a più livelli.

La VPN, con 300 MB di traffico incluso al giorno, permette di proteggere la propria privacy quando si visitano siti sensibili. Allo stesso modo, il sistema Safe Money, consente di criptare i pagamenti per tutelare le transazioni online.

Il sistema per proteggere la webcam poi, blocca eventuali intromissioni da parte di hacker o altri malintenzionati. Una combinazione che, come è facile intuire, offre adeguate garanzie per quanto concerne la cybersicurezza.

E i costi? Grazie all’attuale sconto del 48%, è possibile ottenere tutta la protezione di Kaspersky Internet Security spendendo appena 25,99 euro.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 6 dic 2022
Link copiato negli appunti