Australia, Google condannato per associazione diffamatoria

Una sentenza della Corte Suprema di Victoria ha dichiarato BigG colpevole per aver affiancato al nome di un cittadino dei contenuti diffamatori. Secondo i giudici, il motore di ricerca è paragonabile ad un editore

Roma – Una nuova grana legale per Google a causa delle associazioni problematiche operate dai suoi risultati di ricerca. Mountain View è stata dichiarata colpevole dalla giustizia australiana per aver arrecato un danno alla reputazione di Milorad Trkulja, emigrato dalla Jugoslavia in Australia negli anni Settanta.

Secondo la versione dell’accusa accolta dai giudici della Corte Suprema dello stato di Victoria, BigG si sarebbe resa responsabile di un’azione di diffamazione associando le foto di Milorad Trkulja a quelle di un famigerato malavitoso locale, Tony Mokbel, oltre ad aver collegato il nome dello stesso Trkulja a un caso non risolto di omicidio.

La controversia, inizialmente affrontata per vie informali, avrebbe preso una piega giudiziaria quando Mountain View si è rifiutata nel 2009 di accogliere la richiesta di eliminare i contenuti diffamatori . Secondo i legali dell’azienda, infatti, il motore di ricerca non avrebbe ricoperto alcuna scelta arbitraria non essendo l’editore dei contenuti coinvolti. Google, dunque, ha utilizzato la strategia difensiva della “disseminazione innocente”, sostenendo che il search ha unicamente indicizzato le fonti senza sapere che si trattasse di materiale diffamatorio.

Argomentazioni che non sono bastate a convincere la giuria, certa del fatto che Mountain View avrebbe potuto risolvere la questione accogliendo la richiesta dei legali di Trkulja . Il motore di ricerca, infatti, non è stato condannato per la pubblicazione delle immagini in sé, quanto per non averle rimosse una volta ricevuta la segnalazione.

Il caso australiano, dunque, assume una rilevanza singolare rispetto alle precedenti condanne subite da BigG in materia di diffamazione, dal momento che, come sottolineano alcune interpretazioni giuridiche, in questo frangente il motore di ricerca è stato considerato non come mero aggregatore, bensì alla stregua di un editore in grado di discernere tra i contenuti trattati.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • libcyborg scrive:
    terremoti e faglie
    Ubuntu nasce come os free software e evolve in os che mantiene numerosi concetti free software ma avvicina se stessa in maniera progressiva ad una visione open source.Noto purtroppo che nel cosmo linux sia poco trattato questo argomento.In linux vi sono due movimenti che come due placche di tanto in tanto oscillano provocando scosse più o meno percepibili ma spesso poca gente se ne accorge.Ubuntu (inconsapevolmente per molti utenti) raffigura solo la più attuale manifestazione di un perpetuo moto sussultorio tra due filosofie; Il paradosso è che canonical rappresenta ambe due le placche e pur essendo in contrapposizione tra loro in molti casi,generalmente, sanno convivere (per convenienza) in progetti comuni...il Floss ne è l'esempio, anche se lo trovo generalmente piuttosto squallido.Io ritengo che ambe due i movimenti si debbano unire solo in casi in cui la posta in palio è la difesa del kernel su cui poggia l'intero sistema foss e per difesa intendo soprattutto a livello giuridico contro competitors che cercano di estirpare il kernel a suon di cause dato che linux è scomodo per molti.Ubuntu è figlia di un'azienda che punta ad avvalersi della filosofia free ..ma cercando di scolpirne i risultati con il pragmatismo open source...ma temo che le due cose non potranno per sempre esser accostate e già ora stiamo assistendo al più grande dei paradossi esistenti in linux.Essendo Ubuntu una creatura di un'azienda di nome Canonical...l'os probabilmente si sta evolvendo in ciò che forse tutti avremmo dovuto intuirne la natura ....un os che come fattore dominante ha dalla sua un DNA open source che risponde a valori aziendali e industriali che attua semplicemente strategie a volte pulite a volte torbide che trova similitudini in qualsiasi prodotto software in circolazione simile per filosofia.Starà ad ogni utente linux chiedersi se ci si sente più free software o open source nel proprio "io" filosofico...quindi, se vogliamo che ubuntu rappresenti ambe due le filosofie (COSA PIUTTOSTO INOPPORTUNA)...tutti noi dovremo incontrarci a metà strada continuando a morderci la coda in continue sterili contrapposizioni fratricide...altrimenti meglio che open source e free software vadano ogni uno per la loro e che quindi si lasci che la faglia allontani per evoluzione le due placche.Io personalmente sono open source pur rispettando il free software ma credo che due filosofie del genere in progetti specifici troppo spesso non possano coesistere...Personalmente (sbilanciandomi) preferirei ubuntu più open source e che sviluppasse sempre più codici con licenze diverse da gpl ...magari creando una propria licenza come fecero a loro tempo mozilla (mpl)e google (apache) oppure BSD ..e che si getti a capofitto senza remore nel mondo commerciale pensando in grande e senza curarsi di chi sostiene filosofie etiche free.Se c'è qualcosa da rimproverare a canonical è probabilmente il fatto che si propose free software "off limit" quando questa azienda aveva bisogno di crescere alla svelta in quantità e qualità per cercar di allinearsi con certi competitors ed ora che ubuntu ha raggiunto un livello generale qualitativo di tutto rispetto la casa madre ritiene la comunità meno importante e decide di continuare il proXXXXX di implementazione dell'os prescindendo dal valore intrinseco della comunità stessa.(E DA QUI NASCONO LE DISPUTE).Passa da free software a open source di stampo aziendale in maniera piuttosto opportunistica ma del resto tutti dovevano sapere che ubuntu nasce da un idea di un'azienda e solo gli stolti possono pensare che possa essere proprio un'azienda a promuovere un ideale che si schiera sin dalla "notte dei tempi" contro l'uso commerciale ed aziendale del software...visti e considerati gli sforzi di Stallman nell'istituire un movimento che si ribellò appunto contro la commercializzazione e l'industrializzazione del software che portarono alla privatizzazione ed alla chiusura del software stesso.L'open source potremmo considerarlo un pragmatico modo per ottenere delle soluzioni di qualità riproponendo il free software in salsa aziendale con licenze più permissive ed appetibili alle aziende..ma a Stallman ciò non piace perchè secondo il suo concetto di software libero l'open source è un sistema "corrotto" e malato.Mentre secondo altri del calibro di Raymond ecc...è solo un'inevitabile evoluzione del free software e che senza dubbio ha permesso alle aziende di creare prodotti commerciali venduti e diffusi su scala mondiale come android ...e tutti i software che tutti i giorni utilizziamo per la navigazione in internet ed altri utilizzi: firefox..chromium..chrome...in futuro firefox os e tizen ecc..ecc..Ora che Canonical "riacquista" la sua identità aziendale...credo che migliorerà lo status qualitativo affinando secondo le sue strategie di mercato molte delle sue sfaccettature e lancerà un'immagine più adatta al mercato consumer affinando le sue strategie di ........"marketing" (termine sconosciuto alle comunità).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 novembre 2012 18.54-----------------------------------------------------------
    • maxsix scrive:
      Re: terremoti e faglie
      [cut]

      Personalmente (sbilanciandomi) preferirei ubuntu
      più open source e che sviluppasse sempre più
      codici con licenze diverse da gpl ...magari
      creando una propria licenza come fecero a loro
      tempo mozilla (mpl)e google (apache) oppure BSD
      ..e che si getti a capofitto senza remore nel
      mondo commerciale pensando in grande e senza
      curarsi di chi sostiene filosofie etiche
      free.
      Concordo con tutto quello che dici, ed è il pensiero di molti guru nel mondo open e foss.La questione però è sempre la solita, Ubuntu non è una distribuzione a 360° ma è un versione riveduta (poco) e corretta (poco) di Debian di cui ne condivide i pacchetti.E siamo sempre alle solite come dici giustamente, il piede in 2 scarpe, perchè fa comodo avere un nome, un azienda, fatturare e usare roba a gratis.Nelle comunità Debian, Ubuntu è vista come un traditore, una meretrice un aggettivo negativo come più ti aggrada.E non gli posso dare tutti i torti.Dall'altra parte Canonical non può anche per una pura questione di forza lavoro addossarsi lo sviluppo della distribuzione da 0, questione di massa critica aziendale.Il modello giusto qual'è a sto punto? RedHat?Android?Debian, Suse e via discorrendo?E' proprio questo il problema non c'è un modello giusto, non c'è una via giusta, ma c'è una montante e crescente anarchia che sta mettendo in ginocchio anche lo stesso kernel.Oramai è un carozzone anche quello, condito di tutto, compilabile con tutto, ma c'è sempre qualcosa che non va, non è finito, non funziona al 100%.E non garantisce niente e nessuno.Linux sta lentamente morendo e chi lo sta uccidendo, che che ne pensano i cantinari, non è ne Apple, ne M$ ne Google con la sua versione custom.Sono gli stessi cantinari che lo stanno uccidendo.E non se ne accorgono.
      • libcyborg scrive:
        Re: terremoti e faglie
        ciao..grazie per la risp.Beh vedi, io penso che la cosa giusta ci sia.(secondo il mio punto di vista , ovvio).Forse attirerò molte antipatie ma sono abituato a dire quel che penso senza offendere personalmente nessuno....Io credo che il free software sia un utopia.Credo che la versione di software libero che possa essere attuata senza problemi e che da più di un decennio aiuta l'informatica e le software house e hardware houses a crescere più d'ogni altra cosa sia l'open source.L'open source è quello che stallman avrebbe dovuto creare/istituire ma non lo fece...pensò ad una forma di libertà di software che andava ben oltre il fattore pragmatico nella situazione che ormai stava profilandosi.Il pianeta (soprattutto) in occidente ove regna il mercato ed il capitalismo di sfondo meramente liberale...non ha mai avuto bisogno di cultori dell'umanesimo in materie di sfondo informatico e commerciale ma bensì di soluzioni pragmatiche che potessero migliorare a 360° le tecniche di sviluppo del software apportando ai prodotti informatici un globale innalzamento diretto ed indiretto dell'asticella qualitativa degli stessi prodotti.La flessibilità delle licenze da utilizzare per identificare i propri prodotti...e la flessibilità con cui tutti avrebbero potuto gestire prodotti a tutti accessibili ed estremamente personalizzabili e dai costi di produzione e di licenza piuttosto bassi.Ciò avvenne con l'avvento dell'open source.Senza raccontare la storia dell'open ....e delle aziende che decisero di migrare verso l'open...basta riflettere su numerosi riscontri positivi che ha portato questo rivoluzionario modo di sviluppare l'informatica e che ha modificato la "mappatura" del modello di business.A questo punto è logico risponderti alla domanda da te posta in precedenza...."QUAL'È IL MODELLO GIUSTO?"bene semplice.........il modello giusto è l'open source ...quello vero....quello con licenze OSI, quello pragmatico...quello che non guarda in faccia a nessun languido messaggio d'umana benevolenza spirituale, quello che mette al primo posto la qualità del prodotto a discapito di un ideologia etica, quello che punta a sorprendere-conquistare-vendere...quello che mette in primo piano l'azienda e le sue strategie ed in secondo l'angelico spirito di comunità..quello che non deve chiedere permesso alle comunità ma che alle comunità stimola l'appetito. senza dimenticare che è ormai assodato che a sviluppare il software per le grandi masse ma anche per le piccole nicchie devono essere le aziende con i loro capitali, con le loro strategie di marketing, con lo scrupolo per l'adempimento di traguardi nel cercare ad ogni costo di diffondere soluzioni flessibili e potenti per tutti i gusti e necessità ma facendolo in modo rapido e con costi contenuti...cosa che solo con l'open source si ottiene. Esempi come questo è google con chrome os ..chromium...e android. mozzilla con firefox...con il futuro firefox os.Hp con il progetto open web oslinux foundation che con intel e samsung lavorano per lo sviluppo di TIZENORACLE e tanti altri ancora....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 novembre 2012 14.31-----------------------------------------------------------
        • collione scrive:
          Re: terremoti e faglie
          - Scritto da: libcyborg
          Io credo che il free software sia un utopia.
          Credo che la versione di software libero che
          possa essere attuata senza problemi e che da più
          di un decennio aiuta l'informatica e le software
          house e hardware houses a crescere più d'ogni
          altra cosa sia l'open
          source.questione meramente filosofica la differenza tra opensource e free softwaretant'è che il 90% della comunità non l'ha mai capita
          L'open source è quello che stallman avrebbe
          dovuto creare/istituire ma non lo fece...pensò ad
          una forma di libertà di software che andava ben
          oltre il fattore pragmatico nella situazione che
          ormai stava
          profilandosi.valuta il periodo storico in cui Stallman è vissuto e capirainegli anni '70-'80 c'è stato un ruba-ruba da parte di multinazionali di furbetti di codice di pubblico dominio o con licenze molto free come la bsdrisultato? multinazionali che avrebbero dovuto spendere decine di miliardi per creare i loro software, hanno speso a confronto pochi spiccioli e si sono ritrovati a possedere enormi quantità di codice ( che però sul mercato valevano e valgono decine di miliardi )
          Il pianeta (soprattutto) in occidente ove regna
          il mercato ed il capitalismo di sfondo meramente
          liberale...non ha mai avuto bisogno di cultori
          dell'umanesimo in materie di sfondo informatico e
          commerciale ma bensì di soluzioni pragmatiche che
          potessero migliorare a 360° le tecniche dioddio, è lo stesso pragmatismo che ha creato i super ricchi e i super poveri, ha generato l'attuale crisi finanziaria, ha trasformato la democrazia in un'arena di corrotti e mi costringe a vivere in una zona d'Italia dove la camorra incendia 4-5 cumuli di rifiuti industriali al giorno?se c'è qualcuno che è responsabile dell'attuale sfascio, quello è proprio il capitalismo e la sua follia individualista
          sviluppo del software apportando ai prodotti
          informatici un globale innalzamento diretto ed
          indiretto dell'asticella qualitativa degli stessi
          prodotti.a volte, ma spessissimo assistiamo ai goffi tentativi di multinazionali dal bug facile di occultare le loro magagne
          Senza raccontare la storia dell'open ....e delle
          aziende che decisero di migrare verso
          l'open...basta riflettere su numerosi riscontri
          positivi che ha portato questo rivoluzionario
          modo di sviluppare l'informatica e che ha
          modificato la "mappatura" del modello di
          business.semplicemente è dipeso da un fattore ovvio e cioè quei miliardi di cui parlavo primanon c'è un'azienda che entra in un mercato e può permettersi di investire l'equivalente di una manovra economica dell'Italia solo per partireprima si rubava codice, oggi ( che ci sono la gpl et similia ) sono costretti a giocare correttamente e far parte della comunitàcredimi, se potessero ruberebbero
          bene semplice.........il modello giusto è l'open
          sourcevero, ma è importante avere la grancassa del free software alle spalle, pronta a demonizzare il nemicosenza Stallman e il movimento free software non si sarebbero mai poste le basi della cultura della condivisione attiva
          ...quello vero....quello con licenze OSI, quello
          pragmatico...quello che non guarda in faccia a
          nessun languido messaggio d'umana benevolenza
          spirituale, quello che mette al primo posto la
          qualità del prodotto a discapito di un ideologia
          etica, quello che punta ail punto è che Stallman e soci sono meno spiritualisti di quanto si credail punto è che Stallman va oltre il codice open, vuole una società open e una società non la puoi fondare solo su un modello pragmatico
          sorprendere-conquistare-vendere...quello che
          mette in primo piano l'azienda e le sue strategie
          ed in secondo l'angelico spirito di
          comunità..quello che non deve chiedere permesso
          alle comunità ma che alle comunità stimola
          l'appetito.
          comprendo cosa vuoi dire, ovvero la scarsa qualità di certi prodotti opensource dipende dalla "troppa spiritualità" del movimentoi problemi però sono due:1. senza spiritualità è impossibile fondare e mantenere un movimento2. la scarsa qualità di talune applicazioni è figlia del disinteresse verso le stesse, il che significa che lo sviluppo è affidato a volontari, le cui capacità non sempre sono eccelse e spesso mancano figure chiave nei team di sviluppo ( ad es. qualcuno che abbia una roadmap chiara, qualcuno che sappia come creare software "bello" da vedere e da usare )

          senza dimenticare che è ormai assodato che a
          sviluppare il software per le grandi masse ma
          anche per le piccole nicchie devono essere le
          aziende con i loro capitali, con le loro
          strategie di marketing, con lo scrupolo per
          l'adempimento di traguardi nel cercare ad ogni
          costo di diffondere soluzioni flessibili e
          potenti per tutti i gusti e necessità
          ecco, questo sarebbe già meglio, perchè lo sviluppo viene affidato in massima parte ad aziende che, si suppone, si sappiano organizzare e sappiano assumere tutta la gente che serve per creare buoni software
          Esempi come questo è google con chrome os
          ..chromium...e
          android.
          mozzilla con firefox...con il futuro firefox os.
          Hp con il progetto open web os
          linux foundation che con intel e samsung lavorano
          per lo sviluppo di
          TIZEN
          ORACLE e tanti altri ancora....tutte aziende, tutte capaci di metter su team di sviluppo degni di tale nome
          • libcyborg scrive:
            Re: terremoti e faglie
            "questione meramente filosofica la differenza tra opensource e free softwaretant'è che il 90% della comunità non l'ha mai capita"ciao...le filosofie spesso muovono intere masse.Se il 90% della community non l'ha capita...è perchè il 90% della community non si informa sulla differenza tra l'una e l'altra filosofia..basta fare un confronto tra le due storie e le licenze tra gpl e open source licenses."valuta il periodo storico in cui Stallman è vissuto e capirainegli anni '70-'80 c'è stato un ruba-ruba da parte di multinazionali di furbetti di codice di pubblico dominio o con licenze molto free come la bsdrisultato? multinazionali che avrebbero dovuto spendere decine di miliardi per creare i loro software, hanno speso a confronto pochi spiccioli e si sono ritrovati a possedere enormi quantità di codice ( che però sul mercato valevano e valgono decine di miliardi )"non v'è nulla di male a riutilizzare codici a proprio piacimento ciò dipende dalle licenze che ne denotano la provenienza."oddio, è lo stesso pragmatismo che ha creato i super ricchi e i super poveri, ha generato l'attuale crisi finanziaria, ha trasformato la democrazia in un'arena di corrotti e mi costringe a vivere in una zona d'Italia dove la camorra incendia 4-5 cumuli di rifiuti industriali al giorno?"beh...pragmatismo non equivale esattamente a malavita e corruzione!"se c'è qualcuno che è responsabile dell'attuale sfascio, quello è proprio il capitalismo e la sua follia individualista"su dai non iniziamo con queste lotte di colore!...altrimenti non ne usciamo più...credo che centri poco col discorso informatico ed al modo di concepirne uno sviluppo."non c'è un'azienda che entra in un mercato e può permettersi di investire l'equivalente di una manovra economica dell'Italia solo per partire"infatti non serve entrare nel mercato con investimenti da manovra economica e ciò è dovuto a metodi di sviluppo e di scambio poco dispendiosi e molto flessibili che permettono di cumulare codici pronti e modificabili di buona qualità attraverso un dinamico intreccio di collaborazioni come nel caso dell'open source..ma un' azienda mica può aspirare a ingrandirsi con il free e la sua etica soprattutto a causa delle sue licenze vincolanti."prima si rubava codice, oggi ( che ci sono la gpl et similia ) sono costretti a giocare correttamente e far parte della comunitàcredimi, se potessero ruberebbero "Non credo si rubassero i codici, ma piuttosto ogni uno concorreva a riceverlo ottimizzarlo e scambiarlo ma poi coloro che capirono il valore commerciale, pratico ed economico che poteva dare il software alle industrie.... decisero che fosse opportuno farne uso lucroso e ne abrogarono lo scambio e vietarono (a secondi e terzi) l'implementazione tecnica al codice sorgente in proprio possesso, ritenendo il codice una cosa da difendere dagli occhi dei competitors per motivi strategici (COSA CAPIBILE ED IN PARTE FATTIBILE ANCOR OGGI CON L'OPEN SOURCE, A SECONDA DEL TIPO DI LICENZE)...e con gpl et simila si è aperto un varco ancor maggiore tra aziende e cultori della libertà del software tanto che pure stallman ha dovuto ripiegare con licenze gpl più liberali come la gplv2 ecc...per avvicinarsi alle aziende che pare stessero letteralmente snobbando Stallman e la sua etica."1. senza spiritualità è impossibile fondare e mantenere un movimento"si...infatti l'open source più che un movimento etico è un metodo di sviluppo che mira al miglioramento del software ma non necessita di predicatori in tunica bianca."tutte aziende, tutte capaci di metter su team di sviluppo degni di tale nome"ed aggiungerei ......che cercano di evitare di sviluppare codici con licenze gpl con etiche stalmaniane... ma sfruttano licenze per la maggior parte OSI open source e spesso incompatibili con le licenze GPL come apache 2.0 ecc-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 novembre 2012 19.10-----------------------------------------------------------
      • crumiro scrive:
        Re: terremoti e faglie
        Sai che questa volta hai parlato saggiamente?Bravo!
      • libcyborg scrive:
        Re: terremoti e faglie
        "E siamo sempre alle solite come dici giustamente, il piede in 2 scarpe, perchè fa comodo avere un nome, un azienda, fatturare e usare roba a gratis."tengo però a precisare che il metodo di condivisione e sviluppo a cui fai riferimento non è sciacallaggio ma semplice possibilità di riutilizzo, modifica e autogestione di parti o intere scritture/librerie/applicazioni in puro stile open source come contemplato da alcune licenze OSI spesso non compatibili con licenze GNU.ma anche perchè no, possibile tra società e/o comunità free software grazie alla possibilità di condivisione ad oltranza dei codici sorgenti anche in gpl e gpl derivate, purchè in questo caso si esponga sotto medesime licenze le modifiche attuate ai codici precedentemente ottenuti da secondi o terzi.in questi casi non è una questione di un piede in due scarpe ma di strategie legali ed appoggiate dall'etica stessa del foss se pur con sfumature diverse.il problema è che v'è chi urla allo scandalo ogni volta che qualche d'uno si appresta a fare discorsi puramente cinici e pragmatici sul software a dispetto di chi invece se ne sta con una lunga tunica a predicare la preghiera di s.Ignunzio sotto la pianta dell'indulgenza e dello spirito!questa è la problematica reale! fazioni contrapposte per vocazione non quagliano.ed ecco che android sbaraglia la concorrenza e mandriva muore, mint, fedora per quanto belli non li fila nessuno e vivono ancora di crisi di identità e ubuntu stenta a trovare degli equilibri filosofici chiari.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 novembre 2012 15.12-----------------------------------------------------------
      • collione scrive:
        Re: terremoti e faglie
        eppure i tuoi padroni di Cupertino hanno dato ordine ai loro scagn...ehm...impiegati che lavorano su freebsd d'importare quanto più possibile da linuxche strano eh!?!i 2 campioni della comunità bsd che copiano dallo sXXXXX puzzone gpl??
  • Winaro scrive:
    e poi dicono che alle donne non piace il
    installato oggi, 12.10.Installazione ok, non bella come quella di windows 8 ma pazienza...Dopo il primo riavvio scarico gli aggiornamenti.Altro riavvio...Passo successivo, drivers nvidia, vado nei sorgenti software (ma perché mettere i drivers delle schede video fra sorgenti software?) selezione nvidia current-tested, ok: riavvio, e... niente unity!Motivo: si sono dimenticati di inserire gli header del kernel fra i pacchetti installati.sudo apt-get install linux-headers-3.5.0-17-genericsudo dpkg-reconfigure nvidia-currentRiavvio... tutto ok.Ora, io capisco che una svista può capitare, ma dopo più di 2 settimane dal rilascio della stable: ancora non si sono accorti che mancano gli header del kernel e chi installa i drivers proprietari resta "XXXXXXX"? Qua non si può parlare di svista, ma di negligenza vera e propria. Comunque sia, superato il primo scoglio, noto che unity sta a sinistra, e a me non piace: lo voglio in basso. Nulla da fare, non è possibile spostare quella dannata barra, cerco qualche tool aggiuntivo che permetta di farlo e scopro che Ubuntu tweak siano a pochi giorni prima aveva virtualmente chiuso i battenti perché il suo sviluppatore ne aveva piene le "tasche" delle fesserie di Canonical. Per fortuna la community gli ha fatto cambiare idea. Ad ogni modo tramite Ubuntu tweak rimuovo thunderbird, installo evolution, pidgin, filezilla... tutto ok ma... dove cavolo è finita l'opzione per spostare le icone delle finestre a destra? assente... e per unity? Praticamente nulla, figuriamoci spostarla. Cerco notizie in giro e trovo MyUnity. Anche qui fiasco completo, anzi peggio, perché il progetto è stato abbandonato: sempre a causa di quei xazzoni di Canonical. Trovo altri tools, ma outadated e non usabili con la 12.10. Ora... è possibile che dopo 1 anno dall'introduzione di unity, nonostante cicilicamente si ripresentino decine (se non centinaia) di blog-post che spiegano come modificarla possibilmente spostarla, o altrettante richieste su forum e su ubuntu answers... questi deficenti ANCORA non hanno capito che una barra bloccata, ovunque essa sia, è una grandissima CAGATA? E' da Windows 95 che noi winari le barre le mettiamo dove cavolo ci pare. Non è difficile, ci sono 4 lati nel monitor, a sinistra, in basso, a destra, in alto.E questi pagliacci dovrebbero scalzare windows? Ma mi faccino il piacereeeee!!!Altro punto: che cavolo è sta porcheria di menu unico quando massimizzo la finestra? Vabé rimosso da riga di comando.E ok, ho rinunciato a spostare unity e penso di rimuoverlo per installare qualche dock meno idiota, ma voglio dargli una possibilità.Apro il menu delle applicazioni. Non si capisce un pene! Perché mi fa vedere solo "alcune" delle applicazioni presenti? Con quale criterio logico? E poi... ma che è sta XXXXX di pubblicità inserita fra i miei programmi e documenti? Dopo un po' capisco che con qualche acrobazia possi attivare dei filtri che categorizzano i programmi. Resta il fatto che anche se seleziono una categoria, non mi mostra tutti i programmi in essa presenti, ma solo una parte. Il problema delle cagate commerciali permane. Mi documento e trovo che devo eliminare 6 pacchetti, fra "lens" e service-provider remoti di qualche genere. Il male è sconfito.Osservazione forbita.Ora, io capisco l'idea di copiare il Mac, anche se a me il mac fa per metà XXXXXX e per metà mi piace, MA ALMENO COPIATELO BENE, XXXXX IL BOVE! Su OSX: le applicazioni, poste nella dockbar, ed il finder: che trova documenti ed applicazioni.CAPITO LA DIFFERENZA? LINARI DEI MIEI STIVALI? Una zona per avviare i programmi, una per cercare contenuti. Ora ditemi CHE CAPPERO me ne frega delle riviste su linux in tedesco mentre sto lottando per trovare il notepad in mezzo a quel menu dimXXXXX? A Canonical si drogano forse? Ma si drogano di roba pesante eh?Parola di Winaro! ;)
    • maxsix scrive:
      Re: e poi dicono che alle donne non piace il
      - Scritto da: Winaro
      installato oggi, 12.10.Anche te sei della grande famiglia?
      A Canonical si drogano forse? Ma
      si drogano di roba pesante
      eh?
      Visto vero?
      Parola di Winaro! ;)Sta volta da Applefan ti credo.
      • collione scrive:
        Re: e poi dicono che alle donne non piace il
        - Scritto da: maxsix
        Sta volta da Applefan ti credo.cioè da uno che paga 700 euro per avere delle mappe sbagliate? (rotfl)
        • FinalCut scrive:
          Re: e poi dicono che alle donne non piace il
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: maxsix


          Sta volta da Applefan ti credo.

          cioè da uno che paga 700 euro per avere delle
          mappe sbagliate?
          (rotfl)Vero ma non di più di quante ne aveva Google due anni fa...Mi trovi gentilmente "Piazza del Viminale, 1 - 00184 Roma" su Google Maps?Sai c'è il nostro Ministero dell'Interno in quella piazza.... dici che l'avranno fatta sparire per motivi di sicurezza? Eppure su iOS Maps c'è....Ci sono almeno altri 5 indirizzi che Google Maps non trova e iOS si, ma non posso postarli per motivi di privacy...(apple)(linux)
          • thebecker scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: collione

            - Scritto da: maxsix




            Sta volta da Applefan ti credo.



            cioè da uno che paga 700 euro per avere delle

            mappe sbagliate?

            (rotfl)


            Vero ma non di più di quante ne aveva Google due
            anni
            fa...

            Mi trovi gentilmente "Piazza del Viminale, 1 -
            00184 Roma" su Google
            Maps?

            Sai c'è il nostro Ministero dell'Interno in
            quella piazza.... dici che l'avranno fatta
            sparire per motivi di sicurezza? Eppure su iOS
            Maps
            c'è....

            Ci sono almeno altri 5 indirizzi che Google Maps
            non trova e iOS si, ma non posso postarli per
            motivi di
            privacy...

            (apple)(linux)https://maps.google.it/maps?q=piazza+viminale+roma&hl=it&ll=41.899674,12.493507&spn=0.001595,0.002642&sll=41.899668,12.478367&sspn=0.01792,0.042272&hnear=Piazza+del+Viminale,+Roma,+Lazio&t=h&deg=180&z=19Su Google Maps si vede Piazza Viminale...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 novembre 2012 12.54-----------------------------------------------------------
          • FinalCut scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: thebecker
            https://maps.google.it/maps?q=piazza+viminale+roma

            Su Google Maps si vede Piazza Viminale...Già è un passo avanti 4 mesi fa non trovava nemmeno la piazza, comuqnueho detto "Piazza del Viminale, 1" voglio sapere dove si trova quel civico.
          • thebecker scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: thebecker



            https://maps.google.it/maps?q=piazza+viminale+roma



            Su Google Maps si vede Piazza Viminale...

            Già è un passo avanti 4 mesi fa non trovava
            nemmeno la piazza,
            comuqnue
            ho detto "Piazza del Viminale, 1" voglio sapere
            dove si trova quel
            civico.Sarà il palazzo gigante che si vede. Il Viminale. Mica ci sono molti edifici :D
          • collione scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            ma stai trollando o sei serio?io vivo in un paesino al 90% abusivo e sperduto e google ha una mappatura perfetta di tale paesinocercare di farci credere che non trovi Piazza del Viminale è ridicoloriguardo gli altri indirizzi che citi, non possiamo ovviamente controllare visto che non vuoi postarli
          • FinalCut scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: collione
            ma stai trollando o sei serio?

            io vivo in un paesino al 90% abusivo e sperduto e
            google ha una mappatura perfetta di tale
            paesino

            cercare di farci credere che non trovi Piazza del
            Viminale è
            ridicolo

            riguardo gli altri indirizzi che citi, non
            possiamo ovviamente controllare visto che non
            vuoi
            postarliFai tu stesso la prova, apri: https://maps.google.it/e cerca: "Piazza del Viminale, 1 - 00184 Roma"Poi dimmi se lo trovi... naturalmente quella piazza esiste:http://www1.interno.gov.it/mininterno/export/sites/default/tools/contattaci/Se vuoi ti posto le mappe di iOS 6 che la individuano correttamente...
          • pruriginoso scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: collione

            ma stai trollando o sei serio?



            io vivo in un paesino al 90% abusivo e
            sperduto
            e

            google ha una mappatura perfetta di tale

            paesino



            cercare di farci credere che non trovi
            Piazza
            del

            Viminale è

            ridicolo



            riguardo gli altri indirizzi che citi, non

            possiamo ovviamente controllare visto che non

            vuoi

            postarli

            Fai tu stesso la prova, apri:
            https://maps.google.it/

            e cerca: "Piazza del Viminale, 1 - 00184 Roma"

            Poi dimmi se lo trovi... naturalmente quella
            piazza
            esiste:
            http://www1.interno.gov.it/mininterno/export/sites

            Se vuoi ti posto le mappe di iOS 6 che la
            individuano
            correttamente...Bene.Vallo a dire a quegli sbadati che hanno silurato Scott Forstall per queste meravigliose mappe.
          • panda rossa scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: collione

            - Scritto da: maxsix




            Sta volta da Applefan ti credo.



            cioè da uno che paga 700 euro per avere delle

            mappe sbagliate?

            (rotfl)


            Vero ma non di più di quante ne aveva Google due
            anni
            fa...

            Mi trovi gentilmente "Piazza del Viminale, 1 -
            00184 Roma" su Google
            Maps?mbe'?Eccola qua.https://maps.google.it/maps?q=piazza+viminale,+roma
            Sai c'è il nostro Ministero dell'Interno in
            quella piazza.... dici che l'avranno fatta
            sparire per motivi di sicurezza? Eppure su iOS
            Maps
            c'è....Anche su gmaps c'e'
            Ci sono almeno altri 5 indirizzi che Google Maps
            non trova e iOS si, ma non posso postarli per
            motivi di
            privacy...Piazza viminale la trova.Questi altri 5 che millanti?E comunque anche ammettendo che fosse, non e' trovando gli errori di gmaps che si risolve lo schifo delle mappe di ios.
    • iRoby scrive:
      Re: e poi dicono che alle donne non piace il
      Io credo che basti giusto un pochino di calma...Ecco allora giusto 2 applicazioni che fanno la differenza: Classic Menu Indicator,diodon (clipboard manager),e poi un tutorial o un tool come il Tweak che ti permette di rendere la dock a scomparsa e ridurla di dimensione, consiglio icone a 32.In questo modo hai l'equivalente del menu dei programmi piccolo e discreto in alto tra le icone di notifica, e la dock che scompare e riappare se ti avvicini al bordo sinistro.Il global menu ha il vantaggio non indifferente di massimizzare l'area del programma quando è a tutto schermo. Perché toglie i menu dalla sua finestra e li sposta in alto sulla barra, sono un'altra manciata di pixel a disposizione per i contenuti di un browser per esempio.Ecco a questo punto è perfetta. Se cerchi documenti usi HUD, se sai già dove sono c'è il file manager.Per i programmi i più usati sulla barra sinistra e gli altri nel Classic Menu Indicator.Sulla dock c'è anche il selettore di schermi virtuali, ti consiglio 2 o 4 se tieni tanti programmi aperti. E li puoi spostare da uno all'altro col drag'n'drop o right-click sulla sua bassa superiore e poi sposta sull'area che vuoi.Semplicissimo, 4 funzioni utili e poi il desktop è tutto per il tuo programma preferito, con una sola sottile e discreta barra in alto.Non serve altro.Perché tanto nervosismo? Bastava solo che respirassi, contassi fino a 10, e tutto il resto sarebbe venuto da solo, Unity può essere perfetta e produttiva.
      • FinalCut scrive:
        Re: e poi dicono che alle donne non piace il
        - Scritto da: iRoby
        Io credo che basti giusto un pochino di calma...

        Ecco allora giusto 2 applicazioni che fanno la
        differenza:

        Classic Menu Indicator,
        diodon (clipboard manager),

        e poi un tutorial o un tool come il Tweak che ti
        permette di rendere la dock a scomparsa e ridurla
        di dimensione, consiglio icone a
        32.

        In questo modo hai l'equivalente del menu dei
        programmi piccolo e discreto in alto tra le icone
        di notifica, e la dock che scompare e riappare se
        ti avvicini al bordo
        sinistro.

        Il global menu ha il vantaggio non indifferente
        di massimizzare l'area del programma quando è a
        tutto schermo. Perché toglie i menu dalla sua
        finestra e li sposta in alto sulla barra, sono
        un'altra manciata di pixel a disposizione per i
        contenuti di un browser per
        esempio.

        Ecco a questo punto è perfetta. Se cerchi
        documenti usi HUD, se sai già dove sono c'è il
        file
        manager.

        Per i programmi i più usati sulla barra sinistra
        e gli altri nel Classic Menu
        Indicator.

        Sulla dock c'è anche il selettore di schermi
        virtuali, ti consiglio 2 o 4 se tieni tanti
        programmi aperti. E li puoi spostare da uno
        all'altro col drag'n'drop o right-click sulla sua
        bassa superiore e poi sposta sull'area che
        vuoi.

        Semplicissimo, 4 funzioni utili e poi il desktop
        è tutto per il tuo programma preferito, con una
        sola sottile e discreta barra in
        alto.
        Non serve altro.

        Perché tanto nervosismo? Bastava solo che
        respirassi, contassi fino a 10, e tutto il resto
        sarebbe venuto da solo, Unity può essere perfetta
        e
        produttiva.É il caso di dire... it just work!...Quelle scimmie urlanti sotto la direzione di Ballmerd almeno aveva provato a capirlo... è evidente che il mondo open se ne sbatte... se a voi sembra normale...
        • iRoby scrive:
          Re: e poi dicono che alle donne non piace il
          Scusa ma non ti ho capito...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            Dipende sempre dal tipo di persona a cui il software è destinato.Se io, sviluppatore, scrivo un programma open source, un informatico esperto riuscirebbe ad usarlo senza problemi. Tu, magari, dovresti sbatterti parecchio per riuscirci. Ma a me importa poco che tu ci riesca: l'informatico, se riesce ad usare il mio programma, potrà contribuire ad esso, aiutandomi a migliorarlo, e questo per me è un vantaggio. Tu, che non sai programmare, ed hai perfino difficoltà a seguire le istruzioni di installazione e configurazione, difficilmente potresti essermi utile. Quindi non ho nessun motivo per incoraggiarti ad usare il mio programma: certo, avrei un utente in più... ma a cosa mi servirebbe? Anzi, non saresti un utente, saresti un utonto... vale a dire, un fastidio in più di cui faccio volentieri a meno.
          • FinalCut scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Dipende sempre dal tipo di persona a cui il
            software è
            destinato.No dipende dall'intelligenza di chi lo ha scritto... a volte ridotta.
            Quindi non
            ho nessun motivo per incoraggiarti ad usare il
            mio programma: certo, avrei un utente in più...
            ma a cosa mi servirebbe? Perfetto... allora smettetela una volta per tutte di spingere la gente ad usare software come GIMP e Cinellera o le varie distro Linux o persino Finrefox.Così almeno sareste coerenti. Stupidi ma coerenti.
            Anzi, non saresti un
            utente, saresti un utonto... vale a dire, un
            fastidio in più di cui faccio volentieri a
            meno.E razzisti... felice di romperti la balle in ogni modo e, come già detto, ciullarvi la donna prima di rimandarvela a casa (almeno ad uno di voi)... :)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il

            Perfetto... allora smettetela una volta per tutte
            di spingere la gente ad usare software come GIMP
            e Cinellera o le varie distro Linux o persino
            Finrefox.Io ti ho mai spinto?

            Così almeno sareste coerenti. Stupidi ma coerenti.Non riesci proprio a scrivere senza insultare? Questo di definisce perfettamente.


            Anzi, non saresti un

            utente, saresti un utonto... vale a dire, un

            fastidio in più di cui faccio volentieri a

            meno.

            E razzisti...Solo verso chi si dimostra un subumano.
            felice di romperti la balle in ogni
            modo e, come già detto, ciullarvi la donna prima
            di rimandarvela a casaSe così fosse e tu riuscissi a riprodurti, arriveremmo davvero in poco tempo alla situazione di Idiocracy.Sai solo insultare, e buttarla sul sesso quando non hai argomenti (cioè sempre). La tua ossessione per il sesso indica che non ne pratichi da anni, e ti metti ad inventare frottole al riguardo perchè hai paura di essere giudicato uno sfigato.Da Nonciclopedia, Bimbominkia e computer: <i
            nei casi di evidente inferiorità risponderanno con un: "io ho una vita sociale, nerd di XXXXX, non mi interessa essere forte in uno stupido gioco, io trombo, get a life" (mentre dicono queste parole i loro occhi sono colmi di lacrime). </i
            http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Bimbominkia_e_computer
          • FinalCut scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Da NonciclopediaCarina, rimane il fatto che Nonciclopedia l'hanno scritta nerd come te per sentirsi importanti...E tra me e te, chi passa più tempo in questo forum non sono certo io...
          • Winaro scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Dipende sempre dal tipo di persona a cui il
            software è
            destinato.

            Se io, sviluppatore, scrivo un programma open
            source, un informatico esperto riuscirebbe ad
            usarlo senza problemi. Tu, magari, dovresti
            sbatterti parecchio per riuscirci. Ma a me
            importa poco che tu ci riesca: l'informatico, se
            riesce ad usare il mio programma, potrà
            contribuire ad esso, aiutandomi a migliorarlo, e
            questo per me è un vantaggio. Tu, che non sai
            programmare, ed hai perfino difficoltà a seguire
            le istruzioni di installazione e configurazione,
            difficilmente potresti essermi utile. Quindi non
            ho nessun motivo per incoraggiarti ad usare il
            mio programma: certo, avrei un utente in più...
            ma a cosa mi servirebbe? Anzi, non saresti un
            utente, saresti un utonto... vale a dire, un
            fastidio in più di cui faccio volentieri a
            meno.Peccato che:1) Ubuntu non si pone come un sistema per "informatici".2) Hanno iniziato a fare hardcoding sugli elementi dell'interfaccia, impedendo la realizzazione di plugin che la modifichino (l'unica è forkare Unity).3) La tua teoria è contraddittoria: un buon programma è tale se è valido sotto tutti gli aspetti, non esistono piani di distinzione fra usabilità e qualità della programmazione, anzi, quando si fanno le cose per bene (ad esempio con un progetto) vanno di pari passo.
          • iRoby scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            Ma Unity va benissimo per il touchscreen e gli utenti comuni.Era l'interlocutore Winaro che non riusciva a trovarlo adatto alle sue esigenze, cioè quella di avere ancora il tasto Start come su Windows o il vecchio Gnome.Ed io ho scritto che con 2 utility e un paio di personalizzazioni lui aveva nuovamente ciò a cui era abituato.Cosa c'entra il non essere capaci, non essere adatti a tutti gli utenti ecc.?
          • FinalCut scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: iRoby
            Ma Unity va benissimo per il touchscreen e gli
            utenti
            comuni.

            Era l'interlocutore Winaro che non riusciva a
            trovarlo adatto alle sue esigenze, cioè quella di
            avere ancora il tasto Start come su Windows o il
            vecchio
            Gnome." <i
            noto che unity sta a sinistra, e a me non piace: lo voglio in basso. Nulla da fare, non è possibile spostare quella dannata barra </i
            "Mi sembravano obiezioni piuttosto naturali applicabili a chiunque. Se a me il dock di Mac OS X non piace sotto ma a sinistra non devo ricorrere ad una utility per spostarlo.
          • collione scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            ma quali sono queste cose su cui ti devi sbattere?vogliamo per caso parlare del fatto che macos supporta meno della metà dell'hardware supportato da linux ( fatta eccezione per le stampanti ) ?parliamone....
          • FinalCut scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: collione
            ma quali sono queste cose su cui ti devi sbattere?

            vogliamo per caso parlare del fatto che macos
            supporta meno della metà dell'hardware supportato
            da linux ( fatta eccezione per le stampanti )
            ?

            parliamone....Mi rimane difficile pensare ad hardware non compatibile di questi tempi, al massimo posso pensare a qualche nicchia di mercato...
          • crumiro scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            Scanner di rete. Linux li riconosce al volo.OSX non ne vuole sapere con parecchi modelli, soprattutto con quelli industriali.Per esempio, eh.
          • collione scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            puoi togliere pure "rete", tanto manco gli scanner normali riconoscecon uno schifosissimo mustek, non sono riuscito a farlo andare nemmeno con vuescan ( che integra driver propri )nel 2012 un programma deve portarsi dietro i driver se vuole scannerizzare con os x!!!!
          • maxsix scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: collione
            puoi togliere pure "rete", tanto manco gli
            scanner normali
            riconosce

            con uno schifosissimo mustek, non sono riuscito a
            farlo andare nemmeno con vuescan ( che integra
            driver propri
            )

            nel 2012 un programma deve portarsi dietro i
            driver se vuole scannerizzare con os
            x!!!!Boh io qua ho un multifunzione dell da 80 euri che credo abbiano comprato in 3, io, Gigi il troione e l'amica della minetti.Attaccato all'USB e funziona a meraviglia.Poi oh, Mustek eh.Avevo gli incubi di quella cianfrusaglia 10 anni fa.
          • maxsix scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: collione
            ma quali sono queste cose su cui ti devi sbattere?

            vogliamo per caso parlare del fatto che macos
            supporta meno della metà dell'hardware supportato
            da linux ( fatta eccezione per le stampanti )
            ?

            parliamone....Parliamone, a cosa ti riferisci?A componentistica in board o out?
          • collione scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            fai tu, qualsiasi cosarimane il fatto che linux supporta molto più hardware rispetto ad os x
          • maxsix scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il
            - Scritto da: collione
            fai tu, qualsiasi cosa

            rimane il fatto che linux supporta molto più
            hardware rispetto ad os
            xNon è questo il punto.Il modello Apple è hardware mio, software mio. Niente di nuovo, sia chiaro, ma l'OS deve solamente supportare l'hardware necessario e niente di diverso.Da questo punto di vista l'arrivo di thunderbird e le sue prestazioni hanno definitivamente dato l'ultima botta al cerchio. Su quel bus si può connettere tutto e si hanno le prestazioni che fino a ieri richiedevano slot dedicati.
    • collione scrive:
      Re: e poi dicono che alle donne non piace il
      la differenza è che ubuntu almeno si lascia installare, windows 8 si blocca molto prima http://www.phoronix.com/scan.php?page=news_item&px=MTIxNzAsi parla di un aggiornamento su tre che non riescema alla microsoft si drogano?
      • bubba scrive:
        Re: e poi dicono che alle donne non piace il
        - Scritto da: collione
        la differenza è che ubuntu almeno si lascia
        installare, windows 8 si blocca molto prima
        http://www.phoronix.com/scan.php?page=news_item&px

        si parla di un aggiornamento su tre che non riesce

        ma alla microsoft si drogano?un uomo coraggioso quello del post phoronix. La prima regola del fightclub e' "MAI aggiornare windows. pialla e fai un full install."
        • collione scrive:
          Re: e poi dicono che alle donne non piace il
          stamattina mi è venuto collassoinstallo windows 8 pro giusto per provarlo ( alla faccia dei winari che dicono che parliamo senza provare ) e, alla fine dell'installazione, compare una finestrella che mi dice che l'installazione non era andata a buon fine e bisognava ricominciare daccapologicamente io ho riflettuto e ho concluso che il problema probabile fosse l'assurda necessità di dover creare un account live per installare il sistemariavvio il pc e mi ritrovo di nuovo nell'ultima fase d'installazionestavolta però ( furbescamente ) gli dico che non voglio usare un account live e procedo con la creazione di un normale account windowsovviamente funziona tutto e ho il sistema installatoimmagina però il povero utonto che ripete 3-4 volte l'installazione per ritrovarsi di fronte, ad ogni giro, quella stupida finestrellal'altra cosa che non mi è piaciuta è che bisogna registrare un metodo di pagamento per creare un account sullo store ( cosa che purtroppo anche mac os mi ha costretto a fare )speriamo che almeno i programmi gratis si possano scaricare anche senza avere un account
          • maxsix scrive:
            Re: e poi dicono che alle donne non piace il


            l'altra cosa che non mi è piaciuta è che bisogna
            registrare un metodo di pagamento per creare un
            account sullo store ( cosa che purtroppo anche
            mac os mi ha costretto a fare
            )
            Infastidisce tutti, ma almeno ne comprendo l'esigenza di fondo.Un nome e cognome con dati anagrafici e affini non bastano più, e usare il detterrente della paura economica ha un suo perché.
            speriamo che almeno i programmi gratis si possano
            scaricare anche senza avere un
            accountNon hai acXXXXX al live store.
      • maxsix scrive:
        Re: e poi dicono che alle donne non piace il
        - Scritto da: collione
        la differenza è che ubuntu almeno si lascia
        installare, windows 8 si blocca molto prima
        http://www.phoronix.com/scan.php?page=news_item&px

        si parla di un aggiornamento su tre che non riesce

        ma alla microsoft si drogano?Collione senza G possibile che non ti arrorgi ti cotonata idiozia?
        • collione scrive:
          Re: e poi dicono che alle donne non piace il
          e tu non ti accorgi che i tuoi commenti sono sempre privi di qualsivoglia significato?
      • Winaro scrive:
        Re: e poi dicono che alle donne non piace il
        - Scritto da: collione
        la differenza è che ubuntu almeno si lascia
        installare, windows 8 si blocca molto prima
        http://www.phoronix.com/scan.php?page=news_item&px

        si parla di un aggiornamento su tre che non riesce

        ma alla microsoft si drogano?Sì, si drogano ma almeno di roba buona. :pA Canonical sniffano la colla ed il gas delle bombolette di vernice.Parola di Winaro! ;)
    • libcyborg scrive:
      Re: e poi dicono che alle donne non piace il
      ciao...scusa ma forse a tanti non è chiara la politica di base su cui si basa canonical (canonico)Ubuntu mira ad esser un os sempre piu' user friend e meno "scolpibile" ma "comun denominato" nel suo modo di porsi nei confronti di un utenza sempre più "commerciale" che impara ad accettare un prodotto così come si pone nei suoi confronti e che non si barcamena in cerca di personalizzazioni e soluzioni controverse.
      • Winaro scrive:
        Re: e poi dicono che alle donne non piace il
        - Scritto da: libcyborg
        ciao...scusa ma forse a tanti non è chiara la
        politica di base su cui si basa canonical
        (canonico)
        Ubuntu mira ad esser un os sempre piu' user
        friend e meno "scolpibile" ma

        "comun denominato" nel suo modo di porsi nei
        confronti di un utenza sempre più "commerciale"
        che impara ad accettare un prodotto così come si
        pone nei suoi confronti e che non si barcamena in
        cerca di personalizzazioni e soluzioni
        controverse.Il problema è che comun denominatore a parte, l'impostazione è demenziale: è fatta male. Prendi l'integrazione con Amazon, a me che mettano uno store di quello che gli pare non fa nè caldo nè freddo, ma PERCHE' infiltrarlo in OGNI COSA, contro ogni senso logico e di pertinenza? Vabé che i soldi sono soldi, ma questi si fanno del male da soli. Non raggiungono nemmeno lo scopo, perché se io posso guardare con "favore" ad ubuntu, magari un paio di acquisti nel loro store convenzionato li faccio pure, ma se mi tartassano di robaccia fastidiosa, peggio di un malware su windows... mi inXXXXX! E se mi inXXXXX non compro per principio. E'l'implementazione che contesto.Per quanto riguarda "unity", io non penso di volere un pulsante personalizzato che se ci clicchi sopra appare un mini-pony rosa, corre da un lato all'altro dello schermo, quando arriva a metà fa una capriola e giunto al termine della corsa mi dice le previsioni del tempo che farà domani. Mi basta poterlo posizionare compatibilmente con il formato del mio monitor e le mie preferenze. E' una XXXXXXX, tutti hanno questa funzionalità, e la sua assenza su Ubuntu non lo rende "speciale".Parola di Winaro! ;)
        • libcyborg scrive:
          Re: e poi dicono che alle donne non piace il
          ciao winaro...beh meglio un winaro di un apple fan!beh senza scriver molte righe...bisognerebbe avere l'esatta stima di come e dove ubuntu vorrebbe esporre la publicità di amazon ..altrimenti a parlarne così pare tutto confuso.e unity penso che sia un'interfaccia studiata per esser poi estesa e perfezionata su tablet e smart...tra l'altro non è poi male esteticamente..meglio di prima a mio onesto parere e si sa l'occhio vuuole la sua parte soprattutto in certi contesti con cui vorrebbe aver a che fare canonical...non vedo grosse difficoltà nella sua gestione..e chi mi dice che unity non riesce ad usarlo per una sua difficoltà nel capirlo lo ritengo un cerebroleso!!! Eh dai !
        • libcyborg scrive:
          Re: e poi dicono che alle donne non piace il
          lens è una ricerca estesa nella sfera amazon per creare un forte "dedicated" a questo shop store creato da tizio.eh beh? una personalizzazione che almeno ti fai e se piace bene altrimenti contento lui...almeno con ubuntu puoi con windows devi chiedere permesso a Ballmer!
    • amedeo scrive:
      Re: e poi dicono che alle donne non piace il
      Visto che non mi piace Unity, non mi piace Gnome Shell e tutte le schifezze delle ultime due versioni, sono passato a Linux Mint con KDE. Ti consiglio di provarlo; è derivato da Ubuntu ma non mi ha dato i problemi che ho riscontrato con Kubuntu (impossibilità di installare i driver proprietari ATI/AMD).
      • Winaro scrive:
        Re: e poi dicono che alle donne non piace il
        - Scritto da: amedeo
        Visto che non mi piace Unity, non mi piace Gnome
        Shell e tutte le schifezze delle ultime due
        versioni, sono passato a Linux Mint con KDE. Ti
        consiglio di provarlo; è derivato da Ubuntu ma
        non mi ha dato i problemi che ho riscontrato con
        Kubuntu (impossibilità di installare i driver
        proprietari
        ATI/AMD).Domanda: quanto è attivo lo sviluppo/manutenzione di Mint-KDE?
    • crumiro scrive:
      Re: e poi dicono che alle donne non piace il
      Boh.. ho messo Cairodock.E bumblebee per gestire i driver delle due schede video.Ti do ragione però: qualche santo l'ho tirato giù inizialmente.Ma lo tiri giù all'inizio e poi mai più. Non parlo di Ubuntu, ma di Linux in generale.
    • genny scrive:
      Re: e poi dicono che alle donne non piace il
      - Scritto da: Winaro
      installato oggi, 12.10.vabbè, pure te dai.. vai ad installare Unity. Scegli Xfce e vivrai felice: tutto al suo posto, tutto usabile, già produttivo, niente menate grafiche, niente pubblicità, niente effetti grafici idioti. http://xubuntu.org
      • Winaro scrive:
        Re: e poi dicono che alle donne non piace il
        - Scritto da: genny
        - Scritto da: Winaro

        installato oggi, 12.10.

        vabbè, pure te dai.. vai ad installare Unity.
        Scegli Xfce e vivrai felice: tutto al suo posto,
        tutto usabile, già produttivo, niente menate
        grafiche, niente pubblicità, niente effetti
        grafici idioti.
        http://xubuntu.orgCi sono alcune cose che non mi piacciono di xfce (provato tempo fa), anche se un credito lo merita di sicuro. :)Al momento sono indeciso se Cinnamomon, XFCE o KDE.Cinnamomon è quello che mi tenta di più.
  • maxsix scrive:
    Ma Ubuntu
    A parte iRoby e qualche altro finto cantinaro, ma chi se la cala?Debian rulez tutto il resto è circo equestre.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Ma Ubuntu
      - Scritto da: maxsix
      A parte iRoby e qualche altro finto cantinaro, ma
      chi se la
      cala?

      Debian rulez tutto il resto è circo equestre.Ma gli italiani vanno avanti a slogan?
      • thebecker scrive:
        Re: Ma Ubuntu
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: maxsix

        A parte iRoby e qualche altro finto
        cantinaro,
        ma

        chi se la

        cala?



        Debian rulez tutto il resto è circo equestre.

        Ma gli italiani vanno avanti a slogan?No! Ma cosa dici!Meno male che Ubuntu c'è!Ubuntu è OS operaio! E' sceso in campo per la nostra libertà e per combattere quei programmatori di sinistra della Microsoft che vogliono limitare la nostra libertà e ottengo sentenze ingiuste nei tribunali con giudici di sinistra per i brevetti senza senso.(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 novembre 2012 12.44----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 novembre 2012 12.45-----------------------------------------------------------
    • libcyborg scrive:
      Re: Ma Ubuntu
      debian rulez in che senso?se lo dici da fan di free software non credo che il concetto che esprimi sia del tutto chiaro.L'open source nasce dal 1998 ispirandosi proprio dalle Debian Free Software Guidelines... quindi diciamo che appunto da debian nacque il tanto discusso paradosso tra stallman e Bruce Perens, Eric S. Raymond.Si tratta quindi di capire se oggi quando discutiamo di Canonical trattiamo l'argomento in favore di una filosofia "free software" o "open source"....con tutto ciò che ne consegue.
      • maxsix scrive:
        Re: Ma Ubuntu
        - Scritto da: libcyborg
        debian rulez in che senso?
        se lo dici da fan di free software non credo che
        il concetto che esprimi sia del tutto
        chiaro.
        L'open source nasce dal 1998 ispirandosi proprio
        dalle Debian Free Software Guidelines... quindi
        diciamo che appunto da debian nacque il tanto
        discusso paradosso tra stallman e Bruce Perens,
        Eric S.
        Raymond.
        Si tratta quindi di capire se oggi quando
        discutiamo di Canonical trattiamo l'argomento in
        favore di una filosofia "free software" o "open
        source"....con tutto ciò che ne
        consegue.Ti ho risposto sotto.
    • crumiro scrive:
      Re: Ma Ubuntu
      Io da un paio di mesi.Al posto di Fedora.Però credo che il concetto di "usare cosa serve per fare il lavoro nel modo migliore possibile" sia un termine in disuso qua in Italia.Su iMac usavo Fedora... sull'ASUS nuovo Ubuntu 12.04 lts, con Cairo dock.
  • iRoby scrive:
    Ubuntu ovunque
    Ecco questa dichiarazione la trovo interessante. Ubuntu 14.04 su tutti i device TV, Smartphone, tablet e PC:http://www.chimerarevo.com/mark-shuttleworth-ubuntu-14-04-arrivera-su-smartphone-tablet-desktop-tv/Io glielo auguro e sarei uno dei primi utilizzatori. Perché mi piace, perché è gratuito, perché sarebbe coerente avere un'interfaccia unica, perché è versatile. Perché è uno dei migliori OS al mondo se non il migliore!
  • No spam scrive:
    No spam
    Potete togliere il bannerone automatico che copre tutta la pagina?
  • Sutter Kaine scrive:
    Non toccate Ubuntu...
    Ci spiano continuamente - ci denunciano per un film scaricato - mandano in galera Kim per offrire un servizio legittimo e stanno zitti e aprono la bocca per rompere le santissime a Ubuntu miglior distro se non OS mai esistito?!...bho qua stiamo diventanto tutti matti.
    • bubba scrive:
      Re: Non toccate Ubuntu...
      - Scritto da: Sutter Kaine
      Ci spiano continuamente - ci denunciano per un
      film scaricato - mandano in galera Kim per
      offrire un servizio legittimo e stanno zitti e
      aprono la bocca per rompere le santissime a
      Ubuntu miglior distro se non OS mai
      esistito?!...bho qua stiamo diventanto tutti
      matti."stanno zitti" a chi sarebbe riferito? Dire che EFF sta zitta sulle questioni di privacy, abuso di leggi varie contro internet ecc, e' vero quanto berlusconi giocatore nella NBA
    • maxsix scrive:
      Re: Non toccate Ubuntu...
      - Scritto da: Sutter Kaine
      Ci spiano continuamente - ci denunciano per un
      film scaricato - mandano in galera Kim per
      offrire un servizio legittimo e stanno zitti e
      aprono la bocca per rompere le santissime a
      Ubuntu miglior distro se non OS mai
      esistito?!...bho qua stiamo diventanto tutti
      matti.Ok che a caval donato non si guarda in bocca, ma ora paragonare un ronzino a Varenne mi sembra oltremodo eccessivo.
  • panda rossa scrive:
    Per cercare in locale si usa find
    Linux mette a disposizione fior di comandi nativi per cercare files o dati all'interno dei dischi locali.Non c'e' alcun bisogno di utilizzare cose strane, di terze parti, che poi fanno cose che non si vorrebbe che facessero.Ad ogni modo la potenza dell'open source e' la sua trasparenza: nulla si puo' implementare senza che poi lo si venga a sapere.Adesso si sa che succede questa cosa, e la gente si comportera' di conseguenza.
    • pippo75 scrive:
      Re: Per cercare in locale si usa find
      OT ( ma sempre relativo ad ubuntu ), Ti ricordi qualche giorno fa che ti avevo parlato del problema con le penne usb che non facevano l'automount, installando PCManFM ho risolto.
    • Quelo scrive:
      Re: Per cercare in locale si usa find
      Qui penso si stia parlando di OpenStack e del sistema di ricerca relativo. Avendo adottato tutta una serie di strategie Cloud, è evidente che il "find" non può essere limitato ai files locali e deve essere qualcosa di molto più simile a Google Desktop, che a sua volta fu selvaggiamente criticato proprio dalla EFF e alla fine abbandonato.La differenza è che trattandosi di Ubuntu, inizialmente presa ad esempio come paladina del Software Libero, le critiche sono sempre state piuttosto velate e questi si sono arrogati il diritto di trasformare radicalmente ciò che era nata come una distribuzione Linux in qualcosa che non lo è più, così come non lo è Android, indipendentemente dal sistema operativo che c'è sotto.- Scritto da: panda rossa
      Linux mette a disposizione fior di comandi nativi
      per cercare files o dati all'interno dei dischi
      locali.
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Per cercare in locale si usa find
        Si parla di Ubuntu che usa le API di amazon per far vedere pubblicità sul tuo computer anche quando cerchi un file o vuoi aprire un programma.Cioè pubblicità mirata in base a quello che fai in locale e non in rete.
        • Quelo scrive:
          Re: Per cercare in locale si usa find
          Esatto, come Google Desktop, la ricerca locale o sul cloud è la stessa cosa, quindi c'è bisogno di mandarla in rete e ne approfittano.Comunque come sono caduti in basso !!!
          Cioè pubblicità mirata in base a quello che fai
          in locale e non in
          rete.
    • maxsix scrive:
      Re: Per cercare in locale si usa find
      - Scritto da: panda rossa
      Linux mette a disposizione fior di comandi nativi
      per cercare files o dati all'interno dei dischi
      locali.Toh PR ha scoperto il find abbinato al grep.
      Non c'e' alcun bisogno di utilizzare cose strane,
      di terze parti, che poi fanno cose che non si
      vorrebbe che
      facessero.
      Come i temi del pulcino pio, insomma.
      Ad ogni modo la potenza dell'open source e' la
      sua trasparenza: nulla si puo' implementare senza
      che poi lo si venga a
      sapere.Palle. Grandissime palle.Dimostralo.
      Adesso si sa che succede questa cosa, e la gente
      si comportera' di
      conseguenza.Alla gente a parte te, Gigi il troione, iRoby e forse crumiro non gliene può XXXXXXX di meno.Ah si, siete l'1% della gente totale.
      • 123 scrive:
        Re: Per cercare in locale si usa find
        - Scritto da: maxsix
        - Scritto da: panda rossa

        Linux mette a disposizione fior di comandi
        nativi

        per cercare files o dati all'interno dei
        dischi

        locali.

        Toh PR ha scoperto il find abbinato al grep.


        Non c'e' alcun bisogno di utilizzare cose
        strane,

        di terze parti, che poi fanno cose che non si

        vorrebbe che

        facessero.


        Come i temi del pulcino pio, insomma.


        Ad ogni modo la potenza dell'open source e'
        la

        sua trasparenza: nulla si puo' implementare
        senza

        che poi lo si venga a

        sapere.

        Palle. Grandissime palle.
        Dimostralo.


        Adesso si sa che succede questa cosa, e la
        gente

        si comportera' di

        conseguenza.

        Alla gente a parte te, Gigi il troione, iRoby e
        forse crumiro non gliene può XXXXXXX di
        meno.
        Ah si, siete l'1% della gente totale.l'uno percento e' pure troppo: basta uno solo che si accorge e lo puo' dire a tutti gli altri. basta un solo lupo per scolvolgere un gregge di mille pecore, ma voi mille pecore non potete sconvolgere un solo lupo. chiaro il concetto?
      • collione scrive:
        Re: Per cercare in locale si usa find
        - Scritto da: maxsix
        Palle. Grandissime palle.
        Dimostralo.esempio lampante del fatto che le balle le racconti tu http://www.osnews.com/story/24142/More_Details_Emerge_Regarding_OpenBSD_FBI_Backdoors/
        Alla gente a parte te, Gigi il troione, iRoby e
        forse crumiro non gliene può XXXXXXX di
        meno.
        Ah si, siete l'1% della gente totale.e siamo pure il 70% degli utenti android (rotfl)ah, ifetecchia scende http://www.tomshw.it/cont/news/android-e-windows-phone-crescono-in-italia-ios-arretra/40761/1.html (rotfl)tra poco finirete dietro a windows phone e ricominceranno i tempi in cui eravate gli zerbini di Gates (rotfl)
        • maxsix scrive:
          Re: Per cercare in locale si usa find
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: maxsix


          Palle. Grandissime palle.

          Dimostralo.

          esempio lampante del fatto che le balle le
          racconti tu
          http://www.osnews.com/story/24142/More_Details_Eme
          Io non mi riferivo alla parte open, collione senza G.E' tanto difficile?

          Alla gente a parte te, Gigi il troione,
          iRoby
          e

          forse crumiro non gliene può XXXXXXX di

          meno.

          Ah si, siete l'1% della gente totale.

          e siamo pure il 70% degli utenti android (rotfl)

          ah, ifetecchia scende
          http://www.tomshw.it/cont/news/android-e-windows-p

          tra poco finirete dietro a windows phone e
          ricominceranno i tempi in cui eravate gli zerbini
          di Gates
          (rotfl)L'importante è essere sempre li davanti, il metro di misura, l'antenna tecnologica.Un po' come l'automotive non si può pretendere che tutti girino in ferrari. Ma una Ferrari serve.
          • collione scrive:
            Re: Per cercare in locale si usa find
            - Scritto da: maxsix
            Io non mi riferivo alla parte open, collione
            senza
            G.
            E' tanto difficile?
            in un sistema open non ti riferisci alla parte opene allora di che parli?
            L'importante è essere sempre li davanti, il metro
            di misura, l'antenna
            tecnologica.
            Un po' come l'automotive non si può pretendere
            che tutti girino in ferrari.


            Ma una Ferrari serve.si si l'avete già detto una volta e Bill vi ha mandati in bancarotta (rotfl)
  • Nome e cognome scrive:
    Ubuntu
    Ubuntu, peggiore distro linux mai creata. E' solo per gli ignorantelli.Sarà per questo che ha avuto tanto sucXXXXX.
    • pippo75 scrive:
      Re: Ubuntu
      - Scritto da: Nome e cognome
      Ubuntu, peggiore distro linux mai creata.Possibile, posso chiederti i criteri che usi per questo giudizio?
      E' solo per gli ignorantelli.Interessante.
      Sarà per questo che ha avuto tanto sucXXXXX.Enzo Ferrari diceva: gli Italiani perdonano tutto tranne il sucXXXXX.Aveva indovinato o era un precursore della trollata?
      • boh boh scrive:
        Re: Ubuntu
        - Scritto da: pippo75
        - Scritto da: Nome e cognome

        Ubuntu, peggiore distro linux mai creata.

        Possibile, posso chiederti i criteri che usi per
        questo giudizio?di sicuro ubuntu è derivata da debian di cui mantiene identici almeno il 70% dei pacchetti (ramo main), e questa è la parte "sana", che funziona, che mantiene licenze e formati aperti e liberi e che non compromette la privacyper il resto dei pacchetti (ramo main) canonical ha inserito un bel po' di modifiche, mirate essenzialemnte ai suoi scopi puramente commerciali, e ha accelerato i rilasci, con il risultato di avere un sistema perennemente instabile, con diverse parti diciamo malfunzionanti, con licenze e formati talvolta "discutibili" altre volte proprietari e con gravi problemi di privacye poi ci sono tutti i repository non liberi aggiuntivi di canonical...ubuntu la peggiore? forse... di certo è che fa XXXXXX

        E' solo per gli ignorantelli.
        Interessante.si è per gli "ignorantelli" in materia GNU/Linux... ma questo discorso non riguarda certo solo ubuntu e non solo i suoi poveri utilizzatori

        Sarà per questo che ha avuto tanto sucXXXXX.mah... sarò perché la gente è condizionata al consumismo delle XXXXXXX...
        Enzo Ferrari diceva: gli Italiani perdonano tutto
        tranne il sucXXXXX.
        Aveva indovinato o era un precursore della trollata?era un capitalista, capace di ragionare solo in termini di sucXXXXX=profitto... tutto qui
        • iRoby scrive:
          Re: Ubuntu
          Ubuntu server è ottima!Soprattutto leggera, ricca di documentazione online. Ci girano le migliori tecnologie da VmWare a tanti servizi utili.Facile da configurare con tasksel per trasformarla in ciò che vuoi.Molto stabile, se si esclude l'uso di hardware esotici come le Ethernet JMicron che obbligano a una configurazione particolare del modulo del kernel per rendere la connessione stabile (si perde qualcosina in prestazioni ma alla fine funziona se proprio si vuole tenere quel chip ethernet).Mi spiace ma io non ho mai visto un sistema operativo così agile e versatile. Sei in produzione in pochissimo tempo e senza tanti problemi.Se la unisci a macchinette a basso assorbimento, fai delle server farm green ed economicissime sia come consumi che come costi di installazione e configurazione, specie perché costo di licenze ZERO. E le amministra qualsiasi ragazzetto sgamato e amante di Ubuntu.
          • maxsix scrive:
            Re: Ubuntu
            - Scritto da: iRoby
            Ubuntu server è ottima!

            Soprattutto leggera, ricca di documentazione
            online. Ci girano le migliori tecnologie da
            VmWare a tanti servizi
            utili.

            Facile da configurare con tasksel per
            trasformarla in ciò che
            vuoi.

            Molto stabile, se si esclude l'uso di hardware
            esotici come le Ethernet JMicron che obbligano a
            una configurazione particolare del modulo del
            kernel per rendere la connessione stabile (si
            perde qualcosina in prestazioni ma alla fine
            funziona se proprio si vuole tenere quel chip
            ethernet).

            Mi spiace ma io non ho mai visto un sistema
            operativo così agile e versatile. Sei in
            produzione in pochissimo tempo e senza tanti
            problemi.
            Se la unisci a macchinette a basso assorbimento,
            fai delle server farm green ed economicissime sia
            come consumi che come costi di installazione e
            configurazione, specie perché costo di licenze
            ZERO. E le amministra qualsiasi ragazzetto
            sgamato e amante di
            Ubuntu.Tipo questa insomma.[img]http://cdn.theapplelounge.com/wp-content/uploads/2009/05/mac-mini-reseau.jpg[/img]Ancora più facile, ancora più economica, hardware stabilissimo e consuma poco.Va su in 0 time e ha tutta la documentazione che vuoi.Se lo fanno in versione Arm con l'A6X siete M O R T I.Buahahahahahaha.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ubuntu
            01/10
          • maxsix scrive:
            Re: Ubuntu
            - Scritto da: Sgabbio
            01/10Sicuro, trottolino?
          • collione scrive:
            Re: Ubuntu
            c'è pure da chiederlo? mi citi qualche hoster che offre i mac mini come server?buahahahahahaha, i mac mini come server (rotfl)cambia spacciatore, è meglio
          • maxsix scrive:
            Re: Ubuntu
            - Scritto da: collione
            c'è pure da chiederlo? mi citi qualche hoster che
            offre i mac mini come
            server?
            Cosa intendi con questo scusa.Mi sembra che non conosci molto l'argomento.Dagli hoster si compra il servizio o se serve la "macchina". Nessuna delle 2 coincide con un concetto fisico in senso stretto.L'unico ambito dove un mac mini, ma anche una linux box sia chiaro, vanno a sbattere è su un installazione windows server di cui Hyper V da grandi legnate a VMWare.
            buahahahahahaha, i mac mini come server (rotfl)

            cambia spacciatore, è meglioFiguriamoci, fino all'altro ieri si parlava di proXXXXXri Arm come il futuro dei server per questioni di rapporto energia spesa/capacità calcolata.Ad oggi senza Arm e seguento il principio suddetto un Mac mini ha molto da dire e da offrire.Un Mac mini con proXXXXXre Arm sbaraglierebbe il mercato. E Apple, ad oggi, è quella più pronta al grande passo. E non puoi negarlo.
          • collione scrive:
            Re: Ubuntu
            - Scritto da: maxsix
            Cosa intendi con questo scusa.
            Mi sembra che non conosci molto l'argomento.

            Dagli hoster si compra il servizio o se serve la
            "macchina". Nessuna delle 2 coincide con un
            concetto fisico in senso
            stretto.quindi quando c'è scritto "server dell con linux" dicono XXXXXXX? ma va la va la (rotfl)
            L'unico ambito dove un mac mini, ma anche una
            linux box sia chiaro, vanno a sbattere è su un
            installazione windows server di cui Hyper V da
            grandi legnate a
            VMWare.buhahahahahahahahahami sa che sei tu che conosci minimamente il settore
            Figuriamoci, fino all'altro ieri si parlava di
            proXXXXXri Arm come il futuro dei server per
            questioni di rapporto energia spesa/capacità
            calcolata.appunto, il mac mini non soddisfa nessuno dei requisiti richiesti

            Ad oggi senza Arm e seguento il principio
            suddetto un Mac mini ha molto da dire e da
            offrire.tipo?
            Un Mac mini con proXXXXXre Arm sbaraglierebbe il
            mercato. E Apple, ad oggi, è quella più pronta al
            grande passo. E non puoi
            negarlo.peccato che mac os server ha bisogno di qualche decennio di miglioramenti per poter competere con gli altri duee poi nel mentre apple uscirà con un mac mini arm, saranno già usciti centinaia di modelli della concorrenzafaccio notare che dell, hp, acer parlano di server arm da un bel pò
          • maxsix scrive:
            Re: Ubuntu
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: maxsix


            Cosa intendi con questo scusa.

            Mi sembra che non conosci molto l'argomento.



            Dagli hoster si compra il servizio o se
            serve
            la

            "macchina". Nessuna delle 2 coincide con un

            concetto fisico in senso

            stretto.

            quindi quando c'è scritto "server dell con linux"
            dicono XXXXXXX? ma va la va la
            (rotfl)
            Ma possono scrivere anche "assemblati a manina con linux"A te cosa ti frega?A te interessano i servizi su cui far girare il tuo software che sia da un stupidissimo sito in html statico fino a un full feature.E che tutto funzioni.

            L'unico ambito dove un mac mini, ma anche una

            linux box sia chiaro, vanno a sbattere è su
            un

            installazione windows server di cui Hyper V
            da

            grandi legnate a

            VMWare.

            buhahahahahahahahaha

            mi sa che sei tu che conosci minimamente il
            settore
            E ti sa proprio.http://www.milesconsultingcorp.com/Hyper-V-versus-VMware-Comparison.aspxA me sa proprio il contrario.Ti sottolineo la cifra sotto la.Quella del totale.Quella che la sura maria piace guardare tanto.


            Figuriamoci, fino all'altro ieri si parlava
            di

            proXXXXXri Arm come il futuro dei server per

            questioni di rapporto energia spesa/capacità

            calcolata.

            appunto, il mac mini non soddisfa nessuno dei
            requisiti richiesti
            Dimostralo.




            Ad oggi senza Arm e seguento il principio

            suddetto un Mac mini ha molto da dire e da

            offrire.

            tipo?
            Un implementazione hardware già pronta, componentistica e layout pure.Basta un impianto di proXXXXXre (+/-) una ricompilata al software e via.Daltronde iOS è li.

            Un Mac mini con proXXXXXre Arm
            sbaraglierebbe
            il

            mercato. E Apple, ad oggi, è quella più
            pronta
            al

            grande passo. E non puoi

            negarlo.

            peccato che mac os server ha bisogno di qualche
            decennio di miglioramenti per poter competere con
            gli altri
            due
            Per esempio?Fammi un esempio di cosa non si riesce a fare server side su mac os x server che su linux non si può.Ma fallo bene eh.
            e poi nel mentre apple uscirà con un mac mini
            arm, saranno già usciti centinaia di modelli
            della
            concorrenza

            faccio notare che dell, hp, acer parlano di
            server arm da un bel
            pòParlano, ma l'unico produttore ad oggi ad avere un layout di server economico e un proXXXXXre pronto e un OS abbastanza vicino ad una release effettiva su Arm è solo Apple.Gli altri sono ancora ad esperimenti e comunicati.
          • crumiro scrive:
            Re: Ubuntu
            Spiegami solo una cos: perché a Cupertino sui server usano Linux e non OSX / hardware proprietario?
          • maxsix scrive:
            Re: Ubuntu
            - Scritto da: crumiro
            Spiegami solo una cos: perché a Cupertino sui
            server usano Linux e non OSX / hardware
            proprietario?Secondo me ti stai sbagliando con Pixar che usa nella renderfarm nodi linux sotto master controller Xserve.Sai cos'è una renderfarm vero?Comunque ciapa.http://www.macrumors.com/2007/04/19/nab-photos/http://www.tuaw.com/2009/05/25/apple-building-server-farm-secret-lair-in-north-carolina/
      • Francesco_Holy87 scrive:
        Re: Ubuntu
        Contento di essere un ignorantello, e di non sbattermi a far imparare a mia zia come si compila un pacchetto o si usa il terminale.
        • Izio01 scrive:
          Re: Ubuntu
          - Scritto da: Francesco_Holy87
          Contento di essere un ignorantello, e di non
          sbattermi a far imparare a mia zia come si
          compila un pacchetto o si usa il
          terminale.Idem: Ubuntu ho potuto proporla ad un'amica come alternativa a Windows sul NetBook della madre. Maggiore velocità ed efficienza, nessun antivirus necessario, semplicità di utilizzo equivalente.Debian non mi sognerei nemmeno di proporgliela, c'ero diventato matto io quando avevo provato ad installarla sul NetBook che possedevo, avevo dovuto fare i salti mortali per far funzionare un paio di componenti non riconosciuti di base.
          • krane scrive:
            Re: Ubuntu
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: Francesco_Holy87

            Contento di essere un ignorantello, e di non

            sbattermi a far imparare a mia zia come si

            compila un pacchetto o si usa il

            terminale.
            Idem: Ubuntu ho potuto proporla ad un'amica come
            alternativa a Windows sul NetBook della madre.
            Maggiore velocità ed efficienza, nessun antivirus
            necessario, semplicità di utilizzo equivalente.
            Debian non mi sognerei nemmeno di proporgliela,
            c'ero diventato matto io quando avevo provato ad
            installarla sul NetBook che possedevo, avevo
            dovuto fare i salti mortali per far funzionare un
            paio di componenti non riconosciuti di
            base.E che c'entra l'installazione con l'utilizzo ?
    • anverone99 scrive:
      Re: Ubuntu
      - Scritto da: Nome e cognome
      Ubuntu, peggiore distro linux mai creata. E' solo
      per gli
      ignorantelli.
      Sarà per questo che ha avuto tanto sucXXXXX.Col tuo ragionamento ben vengano distro peggiori. E speriamo di diventare tutti ignorantelli-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 novembre 2012 14.58-----------------------------------------------------------
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Ubuntu
        - Scritto da: anverone99
        - Scritto da: Nome e cognome

        Ubuntu, peggiore distro linux mai creata. E'
        solo

        per gli

        ignorantelli.

        Sarà per questo che ha avuto tanto sucXXXXX.

        Col tuo ragionamento ben vengano distro peggiori.
        E speriamo di diventare tutti
        ignorantelli
        --------------------------------------------------
        Modificato dall' autore il 02 novembre 2012 14.58
        --------------------------------------------------Io (l'OP) invece mi tengo la mia Debian.Se poi tu sei un ignorantello puoi tenerti Ubuntu che è fatta proprio per quelli come te.Visto che sei un ignorantello non sai che cosa ti perdi usando Ubuntu al posto di Debian. E non sei evidentemente nemmeno in grado di capire cos'è quella ciofeca di Ubuntu. E ben ti sta! Peggio per te, rimani nella tua profonda ignoranza come ogni bravo pollo.
        • Winaro scrive:
          Re: Ubuntu
          - Scritto da: Nome e cognome
          - Scritto da: anverone99

          - Scritto da: Nome e cognome


          Ubuntu, peggiore distro linux mai
          creata.
          E'

          solo


          per gli


          ignorantelli.


          Sarà per questo che ha avuto tanto
          sucXXXXX.



          Col tuo ragionamento ben vengano distro
          peggiori.

          E speriamo di diventare tutti

          ignorantelli


          --------------------------------------------------

          Modificato dall' autore il 02 novembre 2012
          14.58


          --------------------------------------------------

          Io (l'OP) invece mi tengo la mia Debian.
          Se poi tu sei un ignorantello puoi tenerti Ubuntu
          che è fatta proprio per quelli come
          te.
          Visto che sei un ignorantello non sai che cosa ti
          perdi usando Ubuntu al posto di Debian. E non sei
          evidentemente nemmeno in grado di capire cos'è
          quella ciofeca di Ubuntu. E ben ti sta! Peggio
          per te, rimani nella tua profonda ignoranza come
          ogni bravo
          pollo.Debian ce l'ha Steam? NO. :@E basta. :@ :@ :@Per il resto concordo, Umbutu è un sistema per nabbi, molto meglio il nuovissimo Windows 8.Parola di Winaro! ;)
        • anverone99 scrive:
          Re: Ubuntu
          - Scritto da: Nome e cognome
          Visto che sei un ignorantello non sai che cosa ti
          perdi usando Ubuntu al posto di Debian. E non sei
          evidentemente nemmeno in grado di capire cos'è
          quella ciofeca di Ubuntu. E ben ti sta! Peggio
          per te, rimani nella tua profonda ignoranza come
          ogni bravo
          pollo.Non ci perdo certo il sonno. Quando c'e' la salute :-p
        • maxsix scrive:
          Re: Ubuntu
          - Scritto da: Nome e cognome
          - Scritto da: anverone99

          - Scritto da: Nome e cognome


          Ubuntu, peggiore distro linux mai
          creata.
          E'

          solo


          per gli


          ignorantelli.


          Sarà per questo che ha avuto tanto
          sucXXXXX.



          Col tuo ragionamento ben vengano distro
          peggiori.

          E speriamo di diventare tutti

          ignorantelli


          --------------------------------------------------

          Modificato dall' autore il 02 novembre 2012
          14.58


          --------------------------------------------------

          Io (l'OP) invece mi tengo la mia Debian.Shus dimostra di essere in grado.
        • anverone99 scrive:
          Re: Ubuntu
          (post doppio)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 novembre 2012 04.36-----------------------------------------------------------
        • anverone99 scrive:
          Re: Ubuntu
          - Scritto da: Nome e cognome
          Io (l'OP) invece mi tengo la mia Debian.
          Se poi tu sei un ignorantello puoi tenerti Ubuntu
          che è fatta proprio per quelli come
          te.
          Visto che sei un ignorantello non sai che cosa ti
          perdi usando Ubuntu al posto di Debian. E non sei
          evidentemente nemmeno in grado di capire cos'è
          quella ciofeca di Ubuntu. E ben ti sta! Peggio
          per te, rimani nella tua profonda ignoranza come
          ogni bravo
          pollo.Mah.. anche le guerre civili fra distro ora. E che toni violenti in cosi' poche righe... Ma rilassati! la vita non e' solo informatica. Che ci farai mai con una Debian che non puoi fare con Ubuntu o una Fedora... Vai a passeggio all'aria aperta, mangiati un gelato, trovati una donna, suvvia!
        • crumiro scrive:
          Re: Ubuntu
          Il tuo mi pare uno di quei discorsi da bimbominkia che giocano al "ce l'ho più lungo".Non mi pare di sapere cosa ci fai tu con Debian, e che tu sapia cosa faccio io con Ubuntu (o Fedora, o Slack... o quello che vuoi tu).Pertanto il tuo discorso non sta in piedi.
          • anverone99 scrive:
            Re: Ubuntu
            - Scritto da: crumiro
            Il tuo mi pare uno di quei discorsi da
            bimbominkia che giocano al "ce l'ho più
            lungo".

            Non mi pare di sapere cosa ci fai tu con Debian,
            e che tu sapia cosa faccio io con Ubuntu (o
            Fedora, o Slack... o quello che vuoi
            tu).

            Pertanto il tuo discorso non sta in piedi.I programmi che ci puoi installare sono gli stessi. Tutto il resto e' crosta
    • libcyborg scrive:
      Re: Ubuntu
      il sucXXXXX in campo commerciale lo si ottiene con la notorietà ed in maniera direttamente proporzionale quindi con le vendite...(e/o diffusione)e per far si che ciò avvenga ci si deve consapevolmente ispirare a linee guida aziendali e commerciali che fanno si che i prodotti creati escano dalla nicchia e sposino la filosofia del compromesso storico/tecnico/filosofico..l'open source questo concetto ce lo insegna il free software lo nega. (il paradosso filosofico è sempre dietro l'angolo).
    • Shiba scrive:
      Re: Ubuntu
      - Scritto da: Nome e cognome
      Ubuntu, peggiore distro linux mai creata. E' solo
      per gli
      ignorantelli.
      Sarà per questo che ha avuto tanto sucXXXXX.Potrei darti ragione se esistesse qualche altra distro che funziona.
    • altro qualsiasi scrive:
      Re: Ubuntu
      - Scritto da: Nome e cognome
      Ubuntu, peggiore distro linux mai creata. E' solo
      per gli
      ignorantelli.
      Sarà per questo che ha avuto tanto sucXXXXX.Qual'è la migliore?
    • crumiro scrive:
      Re: Ubuntu
      Sarò ignorante. ;)
Chiudi i commenti