Australia, i bancomat sputa-soldi

Sportelli ATM che distribuiscono contanti senza tener conto del denaro effettivamente sul conto del cliente. Colpa di un bug

Roma – La Commonwealth Bank australiana è stata affiltta da un peculiare bug che ha fatto sputare soldi ai bancomat. O meglio, che permesso ai clienti di ritirare più di quanto avessero sul conto .

Sono stati 40 gli sportelli ATM coinvolti: l’inconveniente è stato probabilmente innescato dalla banca stessa, alle prese col tentativo di porre rimedio ad un precedente problema conseguente ad un errore di software avuto dall’ Australian Stock Exchange e simile a quello avuto dalla National Australia Bank a novembre dell’anno scorso.

Per porvi rimedio la Commonwealth Bank aveva deciso di mettere offline i bancomat in modo da permettere ai clienti di effettuare i propri prelievi anche durante la riparazione. Ciò, tuttavia, ha significato togliere le restrizioni di ritiro imposte solitamente agli utenti, permettendogli così di chiedere e ottenere più di quanto avessero accumulato sul conto. Alcuni utenti se ne sono accorti e ne hanno approfittato ritirando quanto più possibile.

Non si tratta tuttavia di un albero della cuccagna: tutto le transazioni sono registrate , per cui gli approfittatori dovranno restituire il maltolto.

Già due ragazzi sono stati arrestati per “aver ottenuto disonestamente vantaggi finanziari”, tuttavia quello che aspetta la polizia è un vero e proprio tour de force dell’ordine: le persone coinvolte sono centinaia dal momento che vere e proprie file si erano create davanti ai bancomat man mano che la voce del guasto si diffondeva.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • jjletho scrive:
    nei panni degli sviluppatori
    che si possa fare è fuor di dubbio, ma se per eliminare flash devo rivolgermi a:HTML5javaScriptAPI grafiche di OpenGL 2.0.siamo lontani dalla meta.Tutte e tre le cose sono di per se interessanti ma chi ha un minimo di esperienza sullo sviluppo web sa quanto sia fastidioso l'utilizzo di js per effetti grafici complessi. Se poi lo combiniamo con gli altri due... non è il massimo in quanto a produttività.
    • FDG scrive:
      Re: nei panni degli sviluppatori
      - Scritto da: jjletho
      Tutte e tre le cose sono di per se interessanti
      ma chi ha un minimo di esperienza sullo sviluppo
      web sa quanto sia fastidioso l'utilizzo di js per
      effetti grafici complessi. Se poi lo combiniamo
      con gli altri due... non è il massimo in quanto a
      produttività.Non si tratta di fastidio ma di competenze. Lo sviluppatore flash medio non è in grado di lavorare adeguatamente con queste tecnologie.Per capirci, Adobe si appresta a supportare realmente il 3D in una prossima versione di flash (http://bit.ly/gr4y1a). Dubito che la maggior parte degli sviluppatori flash saranno in grado di usare queste funzionalità.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 marzo 2011 12.34-----------------------------------------------------------
      • jjletho scrive:
        Re: nei panni degli sviluppatori
        su questo hai ragione, flash è per tutti e probabilmente per troppi.Seguendo qualche forum x newbies me ne rendo conto sempre più. Però parlando di sviluppatori che sfruttano la piattaforma, quindi anche il nuovo 3d di adobe, risulta chiaro come sia più facile consegnare ad un cliente un pacchetto flash direttamente implementabile sul sito, che un misto js , html5 da integrare con un sito esistente.Tutti i siti che io creo sono anche in versione mobile, quindi dove posso converto ma mi accorgo che il problema è sempre l'ipad.Se l'ipad avesse flash nessuno parlerebbe di questi mischioni di codice.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: nei panni degli sviluppatori
      contenuto non disponibile
  • Qualcuno scrive:
    Un esempio? Google Body
    Tanto per avere un assaggio della tecnologia in questione:http://bodybrowser.googlelabs.com/
Chiudi i commenti