Australia, prove di lotta al P2P

Proposto uno schema ad avvertimenti graduali per la tutela del diritto d'autore online. Nessuna disconnessione dei netizen. Agli abbonati dei singoli provider verrebbero proposti canali alternativi prima di peggiori conseguenze

Roma – La proposta arriva dai vertici della Communications Alliance in terra australiana, associazione che raccoglie provider, operatori della rete, soggetti che operano nell’industria delle telecomunicazioni. Un nuovo schema per la tutela del diritto d’autore su Internet , in parte modellato sui principi di avvertimento graduale già noti in Europa.

Ma lo scudo protettivo ipotizzato dalla Communications Alliance non intende instaurare un regime come quello implementato in Francia con la dottrina Sarkozy. Non sono dunque previste sanzioni estreme come il soffocamento della banda o la disconnessione degli utenti colti con le mani nel P2P .

La responsabilità delle attività di monitoraggio della Rete toccherebbe ai legittimi detentori dei diritti, sulla base di tecnologie testate e approvate dai vari protagonisti in gioco. Le violazioni del copyright verrebbero dunque inoltrate ai singoli provider in un tempo massimo di 14 giorni .

Gli stessi ISP avrebbero altre due settimane per collegare un indirizzo IP al relativo abbonato, a cui verrebbe spedita una prima notifica di violazione del diritto d’autore. Trattasi però di una notifica a scopo educativo, a segnalare all’utente le strade legali per l’acquisto di contenuti online .

Solo ai recidivi – e dopo un periodo di un anno – verrebbero poi inviati altri avvisi, indicando nella fattispecie i vari contenuti scaricati illegalmente. Altre tre notifiche e l’utente verrà informato delle possibili azioni legali da parte di etichette e case di produzione cinematografica.

Il CEO di Communications Alliance John Stanton ha sottolineato come la proposta possa davvero portare ad una significativa riduzione nel fenomeno pirateria. Allo stesso tempo rispettando i diritti fondamentali dei netizen in terra australiana. Lo schema potrebbe divenire operativo per 18 mesi in una fase sperimentale .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gino scrive:
    cambiare
    I cambiamenti creano sempre problemi, però sono il bello della vita.Sono dell'idea che Linux deve essere l'innovazione at personam se vuole emergere. Alla fine canonical ha fatto quello che farà Microsoft con il prox S.O. cioè un'interfaccia innovativa, vedrete quante critiche riceverà Microsoft... Però alla fine gli utenti si abitueranno e poi apprezzeranno il cambiamento. La differenza è che Microsoft può imporre il cambiamento, Linux invece no :-) Se fosse stato x gli utenti saremmo rimasti a Windows xp (io lo uso tutt'ora). Purtroppo questa economia costringe tutti a cambiare, vendendoci spesso dei cambiamenti come innovazioni.Bye
  • Orlangio scrive:
    Nel mio piccolo posso confermare
    Ho sempre utilizzato Ubuntu sui miei Laptop e mi ero trovato bene,prima di Unity. Specialmente per l'accoppiata ubuntu desktop/ubuntu server.Provavo i software sulla versione desktop e poi li installavo su quella server con pressoche le stesse funzionalità e/o versioni delle librerie e/o kernel.Adesso in quelli che ho installato con la 11.10 mi sembra un piccolo inferno. Anche io sto valutando Mint.Certo devo ammettere che magari non ho abbastanza "intuito" per utilizzarela nuova interfaccia unity, daltronde sono solo un informatico da 30 annie ammetto pure di non essermi dedicato a studiarla.Dico solo che mi fa girare le scatole non trovare le app che avevo installato a meno di non ricordarmi il nome esattoe di trovarne altre 10.000 suggerite dal sistema ma se le selezionomi dice non installata, la vuoi installare ?Voglio tornare ad avere il controllo del mio PC sapere quali software digrafica sono installati, quali giochi, quali office etc...Naturalmente il tutto è + complicato per me che utilizzo 7/8 portatiliper impieghi diversi.
  • Jacopo scrive:
    Che notiziona
    Peccato che la classifica di Distrowatch è basata sul click dei suoi utenti... io non l'ho mai visitato sto sito... È come dire che agli utenti piace più blackberry solo perchè in "sitononestremamenteconosciuto .boh/soloinlinguainglese/lagentenondiceleproprieopinioniperforza.html" molte persone hanno cliccato su blackberry, e se leggete il nome del sito capite perchè non potrà essere così.
  • Gabbiano di Rio scrive:
    unity?
    La prima regola dell'informatica è: "se funziona non lo toccar". Varrebbe anche per canonical, e quindi ubuntu + gnome era una bella accoppiata, ma vale anche per gli utenti, le distro 11 portano DAVVERO delle innovazioni o bug fixes per cui sia DAVVERO NECESSARIO cambiare? Io sul laptop mi tengo la 1010, e su gli altri pc debian almeno posso stare tranquillo riguardo ai cambiamenti ;)
  • ginoilpollo scrive:
    Boh
    Sai che fatica cancellare la barra superiore e spostare a dx i cursori delle finestre! Stai pure a scriverle certe cose.
    • Paolo Viglietti scrive:
      Re: Boh
      i numeri dicono che la tua opinione, corretta sotto un piano tecnico, è sbagliata sotto un piano pratico.
  • iRoby scrive:
    Me ne frego
    Me ne frego di quale distro sia più popolare..A me interessa avere tanto buon software, possibilmente gratuito, e supporto a tutto l'hardware e le tecnologie più diffuse.Se Linux mi permetterà ciò, prendo una distro qualsiasi con l'interfaccia e il supporto della community migliore e me lo uso con profitto.Finora a parte qualche tecnologia di contorno, Linux tutto ciò me l'ha dato. E spero che migliori ancora in futuro.Tra un po' vorrei comprare una multifunzione laser a colori, e la prenderò che la attacco a Linux e va alla grande come è stato finora con le HP e le Brother.Il resto delle questioni è solo un perder tempo a smacchiare leopardi! :)
  • TheOriginalFanboy scrive:
    crollo?
    per crollare doveva avere grande popolarità.. e siccome non l'ha mai avuta non si può parlare di 'crollo'
  • Maxy scrive:
    W linux Mint
    Anch'io sono passato da Ubuntu a Linux Mint. Fai prima, non hai problemi e hai una sola barra in basso stile Window e le finestre con la x a destra. Insomma è utilizzabile, mentre ubuntu mette due barre (una sopra e una sotto) che tolgono spazio allo schermo, la posizione della X per chiudere le finestre non so più dove la mettano. Ma che si aspettavano, che uno continuasse ad impazzire dietro a tutti questi cambiamenti e sciocchezze?
    • ephestione scrive:
      Re: W linux Mint
      Scusa ma è come dire che cambi macchina perché il colore dei sedili è senape, una persona pratica cambia fodera dei sedili piuttosto ;)Con l'introduzione di unity la barra inferiore è scomparsa e rimane quella superiore, meno della metà di quella che usa win7, mentre la barra laterale di unity compare solo col mouseover, e la trovo sfiziosissima grazie alle notifiche integrate ed al bundle con le funzionalità di zeitgeist.Sarò una mosca bianca, ma per me unity è stato un salto in avanti, se non fosse che a volte spunta fuori a sorpresa quando dovrebbe starsenea posto suo :D
    • Shiba scrive:
      Re: W linux Mint
      - Scritto da: Maxy
      Anch'io sono passato da Ubuntu a Linux Mint. Fai
      prima, non hai problemi e hai una sola barra in
      basso stile Window e le finestre con la x a
      destra. Insomma è utilizzabile, mentre ubuntu
      mette due barre (una sopra e una sotto) che
      tolgono spazio allo schermo, la posizione della X
      per chiudere le finestre non so più dove la
      mettano. Ma che si aspettavano, che uno
      continuasse ad impazzire dietro a tutti questi
      cambiamenti e
      sciocchezze?Non ne hai presa mezza :D
    • ginoilpollo scrive:
      Re: W linux Mint
      - Scritto da: Maxy
      Anch'io sono passato da Ubuntu a Linux Mint. Fai
      prima, non hai problemi e hai una sola barra in
      basso stile Window e le finestre con la x a
      destra. Insomma è utilizzabile, mentre ubuntu
      mette due barre (una sopra e una sotto) che
      tolgono spazio allo schermo, la posizione della X
      per chiudere le finestre non so più dove la
      mettano. Ma che si aspettavano, che uno
      continuasse ad impazzire dietro a tutti questi
      cambiamenti e
      sciocchezze?Sai che fatica cancellare la barra superiore e spostare a dx i cursori delle finestre! Stai pure a scriverle certe cose.
  • Gibbo scrive:
    oh diciamocelo
    le distribuzioni desktop so giocattoli.Semplicemente: non funzionano.O meglio, a fare fanno quel minimo ben testato e provato. Esci dal seminato e ti ritrovi a girovagare per forum in cerca della formula magica giusta, non mi sorprenderi se un giorno sul teminale apparissero le rune. Oh per carità, tutto molto figo. In teoria potrei installare Virtualbox su Ubuntu che gira su hd esterno usb e accedere in raw sull'hd fisso con windows. Provaci! Ma senza andare troppo lontano: in teoria potrei installare e disinstallare i software con un click. In teoria potrei aggiornare i pacchetti o addirittura tutto l'OS con un click. Provaci!Per una strana associazione mentale mi viene in mente Boris doppiato da Torvalds: "Volete sapere se si può fare?"http://www.youtube.com/watch?v=PLS-mBeeN8UWindows sembra un Ak-47, se lo manutieni col 5% dell'effort che ti richiede una dristro linux non ti molla mai neanche con la sabbia sulla ventola del proXXXXXre.Riguardo l'interfaccia: non è affatto un semplice problema di estetica. I programmi si installano male (male?? non dovrebbe proprio finire l'installazione se qualcosa va storto!) e tu lo scopri SE viene rilevato e notificato un crash. SE c'è stato un crash. Per capirci qualcosa conviene lavorare da terminale almeno controlli che c@@@o succede e addio interfaccia. I DE, gnome e poi l'infimo unity, mi ricorda ME quando andavo alle prime riunioni di lavoro: bello e giovane, ignorante, inconsistente, non ci capivo una mazza e davo risposte a cavolo. Con unity poi.... già ti rode che non funziona un cavolo, devi pure stare a girovagare per sta cavolo di interfaccia dovvesse esserci un modo "pulito" di sistemare le cose.EPIC FAIL (però si ammira lo sforzo)
    • il solito bene informato scrive:
      Re: oh diciamocelo
      - Scritto da: Gibbo
      Windows sembra un Ak-47, se lo manutieni col 5%
      dell'effort che ti richiede una dristro linux non
      ti molla mai neanche con la sabbia sulla ventola
      del
      proXXXXXre.... però magari rischi di spararti nelle balle perché il grilletto s'é "piantato".
      Riguardo l'interfaccia: non è affatto un semplice
      problema di estetica. I programmi si installano
      male (male?? non dovrebbe proprio finire
      l'installazione se qualcosa va storto!) e tu lo
      scopri SE viene rilevato e notificato un crash.
      SE c'è stato un crash. Per capirci qualcosa
      conviene lavorare da terminale almeno controlli
      che c@@@o succede e addio interfaccia. I DE,
      gnome e poi l'infimo unity, mi ricorda ME quando
      andavo alle prime riunioni di lavoro: bello e
      giovane, ignorante, inconsistente, non ci capivo
      una mazza e davo risposte a cavolo. Con unity
      poi.... già ti rode che non funziona un cavolo,
      devi pure stare a girovagare per sta cavolo di
      interfaccia dovvesse esserci un modo "pulito" di
      sistemare le
      cose.mai avuto nessuno di questi problemi
      • Gibbo scrive:
        Re: oh diciamocelo

        mai avuto nessuno di questi problemidimmi l'unguento che usi.
        • derego scrive:
          Re: oh diciamocelo
          - Scritto da: Gibbo

          mai avuto nessuno di questi problemi
          dimmi l'unguento che usi.Prova con un po' di sale in testa.
          • Gibbo scrive:
            Re: oh diciamocelo

            Repository si, repository no.stavo citando quello in cui ti ritrovi a leggere nei forum alla ricerca di una soluzione al tuo ennesimo problema. Senti visto che io sono jellato e tu invece sembri così sereno, fatti questa prova va: ubuntu 11.10 appena installato + virtualbox da repository ubuntu. Poi torna qua e posta.
            linux per giocarec'è chi ci si diverte a smanettare. E' un gioco molto educuativo e non lo critico. A me piace. Quindi non ti sentire toccato e non fare stupida ironia (almeno la battuta del sale in testa era carina).
            usabilità: il cofano chiuso è una macchina subibile.bello, mi piace, sono d'accordo. Ma una macchia che *ogni volta* che ci vuoi fare un giro fuori porta ti ritrovi ad alzargli il cofano, beh.. c'è poco da giocare con le parole, suona male ma: non funziona. No?
            il problema è tra sedia e tastierano bello, ho già detto che il problema si risolve e lo fai se il problema non è tra sedia e tastiera.
          • panda rossa scrive:
            Re: oh diciamocelo
            - Scritto da: Gibbo

            Repository si, repository no.
            stavo citando quello in cui ti ritrovi a leggere
            nei forum alla ricerca di una soluzione al tuo
            ennesimo problema. Senti visto che io sono
            jellato e tu invece sembri così sereno, fatti
            questa prova va: ubuntu 11.10 appena installato +
            virtualbox da repository ubuntu. Poi torna qua e
            posta.Non ho capito che cosa devo fare.Installo la 11.10 e poi?

            usabilità: il cofano chiuso è una macchina
            subibile.
            bello, mi piace, sono d'accordo. Ma una macchia
            che *ogni volta* che ci vuoi fare un giro fuori
            porta ti ritrovi ad alzargli il cofano, beh.. c'è
            poco da giocare con le parole, suona male ma: non
            funziona.
            No?Dipende. Tante volte fa parte della sceneggiatura andare a fare un giro fuori porta, fino in campagna, poi dare qualche sgasata, simulare che qualcosa non funziona, scendere, aprire il cofano, armeggiare un po' e poi sentenziare che e' saltata la cinghia del ventilatore, e' salita un po' troppo la temperatura e bisogna star fermi un paio d'ore ad aspettare che raffreddi......i vantaggi dei sedili ribaltabili della Panda! ;) :p
          • AMEN scrive:
            Re: oh diciamocelo
            - Scritto da: panda rossa

            Tu scarica dal repository che funziona tutto a
            dovere.A' panda, sei troppo forte!
    • Ottav(i)o Nano scrive:
      Re: oh diciamocelo
      Uso Fedora dalla release 10 come desktop al lavoro.Per i programmi che non hanno un corrispondente Windows uso Virtualbox.Tipo di lavoro: webmaster, sviluppo di applicazioni web, frequente acXXXXX ad Oracle.Pro: difficilmente la macchina si inchioda, capita più di dover abbattere Windows nella VirtualboxContro: devi avere almeno un biproXXXXXre con 4GB di ram per lavorare decentemente; non per i deboli di cuore se hai problemi.Non direi che non funziona. Certo anche a me 'sta storia di Gnome3 fa girare gli zebbedei, stesso problema c'è con Fedora 16; ma fate un desktop alternativo e proponetelo invece di obbligare gli utenti ad adattarsi ad una nuova interfaccia, no?!?!E' una questione di rispetto più che di funzionalità...- Scritto da: Gibbo
      le distribuzioni desktop so giocattoli.
      Semplicemente: non funzionano.
    • noid scrive:
      Re: oh diciamocelo

      Esci dal seminato e ti ritrovi a
      girovagare per forum in cerca della formula
      magica giusta, Io a dire la verità mi ritrovo a girare per i forum anche quando devo usare SED e non mi ricordo la 187esima opzione. Per carità, funziona, fa anche la cioccolata, ma che sia 'user friendly'...
      Virtualbox su Ubuntu che gira su hd esterno usb e
      accedere in raw sull'hd fisso con windows.
      Provaci! Io uso virtualbox su ubuntu 11.04, solo ho scelto LXDE e non quel XXXXX di Unity che per trovare un programma devi scorrere tre quarti d'ora di pagine piene di icone.Ah, FUNZIONA !!!Ma senza andare troppo lontano: in
      teoria potrei installare e disinstallare i
      software con un click. In teoria potrei
      aggiornare i pacchetti o addirittura tutto l'OS
      con un click.
      Provaci!Cos'è che non ti va in Synaptic ? A me funziona molto bene
      Windows sembra un Ak-47, se lo manutieni col 5%
      dell'effort che ti richiede una dristro linux non
      ti molla mai neanche con la sabbia sulla ventola
      del
      proXXXXXre.Dopo aver perso inutilmente 2 giorni per far girare dei driver wireless Lenovo per XP (ovviamente su macchina Lenovo) ho montato PC.BSD 8.2 e in 2 minuti 2 navigavo via wireless.
      Riguardo l'interfaccia: non è affatto un semplice
      problema di estetica. Ti posso dare ragione: UNITY semplicemente NON E' FUNZIONALE. Questo è il problema; poi non mi piace neanche, ma questo è già meno un problema. La butto lì: secondo me Canonical con Unity si è voluta smarcare da un tot di brevetti Microsoft.
      gnome e poi l'infimo unity, mi ricorda ME quando
      andavo alle prime riunioni di lavoro: bello e
      giovane, ignorante, inconsistente, non ci capivo
      una mazza e davo risposte a cavolo. KDE funziona benissimo, almeno la 3.5. Purtroppo invece di andare avanti in usabilità è una gara ad andare all'indietro e la 4 mi risulta scomoda.W LXDE !!!Con unity
      poi.... già ti rode che non funziona un cavolo,"non funziona un cavolo" è la tipica frase da utente !!!! Cosa non funziona ? Il monitor ? L'hai acceso ? Aaaaaaaaaaaa.....
      • Gibbo scrive:
        Re: oh diciamocelo

        Io uso virtualbox su ubuntu 11.04. Ah, FUNZIONA !!!se stappi una bottigli di champagne brindo con te
        synapticin generale lo trovo molto utile. Confrontato con le alternative che lo precedevano..... Oh ma toh! serve -purge da riga di comando per eliminare i file di configurazione.... (per dirne una) e alzi il cofano... Una regola: se funziona tutto, non aggiornare niente. Comunque direi che funziona all'80%. Buono dai.
        unity..effettivamente la discussione è deragliata un pò su altri temi. Comunque la morale originale è che visto che le mani in pasta devi ancora ficcarcele abbondantemente una interfaccia tipo unity è un ostacolo in più. Forse l'idea dei brevetti Microsoft è giusta, forse cercano di fare un distribuzione omogenea e facilmente adattabile a più dispositivi per accattivare più utenza, forse credono in questo nuovo paradigma di interazione, non saprei
        è la tipica frase da utente!ecco, hai capito allora.
      • panda rossa scrive:
        Re: oh diciamocelo
        - Scritto da: noid

        Esci dal seminato e ti ritrovi a

        girovagare per forum in cerca della formula

        magica giusta,

        Io a dire la verità mi ritrovo a girare per i
        forum anche quando devo usare SED e non mi
        ricordo la 187esima opzione. Per carità,
        funziona, fa anche la cioccolata, ma che sia
        'user
        friendly'...Puoi sempre scegliere di non usare sed, e reinventare l'acqua calda con una applicazione apposita di qualche paio di giga che non userai mai piu' dopo quella esigenza......oppure dire al cliente che non si puo' fare.Mi e' successa proprio una cosa del genere anni fa, che un cliente doveva cambiare il formato di una data da un file di qualche migliaio di righe che gli arrivava dall'esterno con giorno e mese scambiati, e gli avevano preventivato 10 giorni di lavoro per scrivere una procedura apposita.2 secondi e sed, e gli ho rigirato la data come voleva lui!In cambio di un caffe'.
    • Sgabbio scrive:
      Re: oh diciamocelo
      trollo :D
  • AMEN scrive:
    Il 4 percento
    Il 4% dell'1% fa effettivamente impressione....
  • il solito bene informato scrive:
    io sono un Utonto...
    ... e Unity mi piace :)
  • maxsix scrive:
    Non ho capito...
    ... ma la statistica rileva uno spostamento di utilizzo da e verso le distro, oppure un uscita punto e basta verso altri OS?
    • gullio scrive:
      Re: Non ho capito...
      la statistica riporta soltanto i click alla pagina della distribuzione, su distrowatch: si può considerare una manifestazione di interesse, che non corrisponde ad un avvenuto download o ad una installazione. Le manifestazioni di interesse verso mint sono sraordinariamente cresciute negli ultimi mesi, mentre sono un po' in calo quelle per ubuntu. Fedora ha avuto un buon anno, opensue ha iniziato maluccio ma ora ha recuperato bene; debian ha avuto anch'essa un anno in crescita, mandriva/mageia si spartiscono equamente i propri sostenitori..
      • maxsix scrive:
        Re: Non ho capito...
        - Scritto da: gullio
        la statistica riporta soltanto i click alla
        pagina della distribuzione, su distrowatch: si
        può considerare una manifestazione di interesse,
        che non corrisponde ad un avvenuto download o ad
        una installazione. Le manifestazioni di interesse
        verso mint sono sraordinariamente cresciute negli
        ultimi mesi, mentre sono un po' in calo quelle
        per ubuntu. Fedora ha avuto un buon anno, opensue
        ha iniziato maluccio ma ora ha recuperato bene;
        debian ha avuto anch'essa un anno in crescita,
        mandriva/mageia si spartiscono equamente i propri
        sostenitori..Grazie.
  • Nickless scrive:
    Distrazioni
    Distro watch non misura l'uso assoluto, ma la derivata, perché i click son di persono che valutano o ceracno una nuova distro, tutti quelli che Ubuntu lo hanno e se lo tengono non vanno su distrowatch a cercare una nuova distro.Ubunutu che è stato al primo posto qui per anni non perde certo la leadership se Mint "vende di più" per un po'.Certo indica che l'interfaccia non convince.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Distrazioni
      - Scritto da: Nickless
      Certo indica che l'interfaccia non convince.Il problema è che tutto in mano a uno che ci ha messo anni prima di togliere quel marroncino dal tema. Lui ha detto che vuole arrivare sui tablet e gli smartphones, chiaro esempio di come il PC sia per lui passato in secondo piano.Il problema è che mentre anni fa Microsoft sbagliava perché faceva un Windows per Tablet che era troppo simile a quello per PC. Ora c'è Canonical che fa l'opposto. E' come se arriva un imprenditore e vuole mettere il volante per i TIR su tutto: auto, motorini, tagliaerba. Poi ne arriva un altro e crea un manubrio per motorini e lo vuole mettere sui Tir, sulle auto, sulle falciatrici.
    • Funz scrive:
      Re: Distrazioni
      - Scritto da: Nickless
      Distro watch non misura l'uso assoluto, ma la
      derivata, Dici che facendo l'integrale della curva delle varie distro ottengo il numero di installazioni? :p
  • Xilitolo scrive:
    Distrowatch e l'acquometro.
    Distrowatch statisticamente conta più o meno come laquometro della trasmissione di Renzo Arbore Indietro tutta. Lacquometro (per chi non se lo ricarda o era troppo piccolo) era in grado di misurare il gradimento del pubblico in base al consumo di acqua, il conduttore invitava tutti i telespettatori ad aprire i rubinetti per votare il loro concorrente preferito."Ubuntu non tira più: secondo i numeri raccolti da DistroWatch, la distro di Canonical si piazza ora al quarto posto per popolarità dietro Linux Mint, Fedora e openSUSE con poco più del 4% di market share. Si tratta di un calo costante nel tempo considerando che nel 2005 il market share era dell'11%."Ma dai, Ubuntu stando a Distrowatch perde popolarità fin dal 2005, cioè praticamente un anno dalla nascita.Poi "market share"??? Ma è una classifica di pagine visitate prevalentemente da appassionati che vogliono provare diverse distro!
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Distrowatch e l'acquometro.
      - Scritto da: Xilitolo
      Distrowatch statisticamente conta più o meno come
      laquometro della trasmissione di Renzo Arbore
      Indietro tutta. Lacquometro (per chi non se lo
      ricarda o era troppo piccolo)sei arrivato tu a ricordarmelo :)
      era in grado di
      misurare il gradimento del pubblico in base al
      consumo di acqua, il conduttore invitava tutti i
      telespettatori ad aprire i rubinetti per votare
      il loro concorrente
      preferito.ricordo anche che qualcuno nella mia famiglia c'era cascato
  • Eddy scrive:
    Ubuntu gnome shell remix 11.10
    ubuntu è la miglior distro per desktop ma bisogna usare gnome shell infatti fedora opensuse hanno aumentato di popolarità. ubuntu dovrebbe sviluppare gnome non unity che come si è visto è un fallimento. mint è basato su ubuntu ma mancano tante cose di ubuntu. ubuntu è una debian sid che la rendono stabile e che ha i suoi driver proprietari e tanti software. usate ubuntu senza unity e fategli capire che è gnome il futuro :)
    • Xilitolo scrive:
      Re: Ubuntu gnome shell remix 11.10
      E perché? A me Unity piace.
    • Francesco scrive:
      Re: Ubuntu gnome shell remix 11.10
      Ma farsi un bel Windows e finirla con 'ste peppe?Lo so che è una soluzione banale e priva di poesia, ma io il computer ho bisogno di usarlo; il mio tempo lo devo investire sui programmi applicativi, non sul sistema operativo.
      • Xilitolo scrive:
        Re: Ubuntu gnome shell remix 11.10
        Io ho bisogno di questa: È
      • Nickless scrive:
        Re: Ubuntu gnome shell remix 11.10
        - Scritto da: Francesco
        Ma farsi un bel Windows e finirla con 'ste peppe?non sono peppe: trovare la migliore alternativa a Windows non è affato una peppa
        io il computer ho bisogno di usarlo;
        il mio tempo lo devo investire sui programmi
        applicativi, non sul sistema operativo.linux è proprio uno dei tanti modi di non litigare col sistema operativo: windows sarà comodo, ma negli hanni ha dato a molti i suoi bei grattacapi, sopratutto in termini di sicurezza e schermate blu
      • krane scrive:
        Re: Ubuntu gnome shell remix 11.10
        - Scritto da: Francesco
        Ma farsi un bel Windows e finirla con 'ste peppe?
        Lo so che è una soluzione banale e priva di
        poesia, ma io il computer ho bisogno di usarlo;
        il mio tempo lo devo investire sui programmi
        applicativi, non sul sistema operativo.Su windows il tempo lo passi, appunto, a fare aggiornamenti agli applicativi e al sitema.... Venerdi 3 quarti d'ora ci ha messo a partire il 7 del mio collega a forza di aggiornamenti e controaggiornamenti (rotfl)(rotfl)
  • smaffuz scrive:
    ubuntu, mint, canonical, mah
    Mi fa veramente sorridere leggere tutte queste meravigliose critiche, alcune costruttive, alcune no.Sinceramente, la parte "estetica" di un sistema operativo non dovrebbe avere tutta questa importanza, poichè il "computer" dovrebbe rimanere uno strumento per operare, il fine ultimo dell'informatica in casa.Io personalmente, uso Window$ 7 regolarmente su un pc insieme ad Ubuntu che ha quasi resuscitato il mio vecchio laptop. Sono entrambi dei mezzi per l'office automation casalinga, i miei lavoretti multimediali, le mie ricerche di informazione, il mio stare collegato con i miei amici, lo studio dei miei figli, e chi più ne ha, ne metta.Smettiamo di fissarci su questa o quell'interfaccia grafica, questa o quella distro, questo oquel software, e cerchiamo di usare gli strumenti che abbiamo per migliorare i nostri lavori...
    • Lallo scrive:
      Re: ubuntu, mint, canonical, mah
      non capisco perchè quello che vale per te dovrebbe essere esteso a tutti. Se a uno piace giocare con l'interfaccia del PC, spero che sia libero di poterlo fare senza doversi sentire da uno sconosciuto "smettiamola di...". Riprendo il tuo: mah...
    • Nickless scrive:
      Re: ubuntu, mint, canonical, mah
      - Scritto da: smaffuz
      Sinceramente, la parte "estetica" di un sistema
      operativo non dovrebbe avere tutta questa
      importanzail punto è che non si tratta di sola estetica, ma di usabilità in generale: che abbiano tolto il menu dei programmi e messo un menu con 4 icone giganti e se vuoi altro devi fare una ricerca per nome ha del demenziale, anche se usi un tab con i guanti grossi!
      • Fininsvest scrive:
        Re: ubuntu, mint, canonical, mah
        - Scritto da: Nickless
        - Scritto da: smaffuz


        Sinceramente, la parte "estetica" di un sistema

        operativo non dovrebbe avere tutta questa

        importanza

        il punto è che non si tratta di sola estetica, ma
        di usabilità in generale: che abbiano tolto il
        menu dei programmi e messo un menu con 4 icone
        giganti e se vuoi altro devi fare una ricerca per
        nome ha del demenziale, anche se usi un tab con i
        guanti
        grossi!Quoto unity ancora non è nemmeno lontanamente usabile, e su 4 pc solo su 1 funziona unity 3d gli altri 3 pur riconoscendo l'accellerazione grafica, si piantano e sono costretto a usare il 2d, poi è proprio scomoda quella barra... molto meglio prima.
        • Shiba scrive:
          Re: ubuntu, mint, canonical, mah
          - Scritto da: Fininsvest
          si piantano e sono costretto a usare il 2dE quindi? Ti da fastidio la sigla 2d?
      • noid scrive:
        Re: ubuntu, mint, canonical, mah
        Assolutamente d'accordo, non si riesce ad usare !!! Riprendo da un altro mio post: secondo voi, può essere che Canonical si sia voluta smarcare (in modo alquanto impacciato) dai mille cavilli dei brevetti Microsoft su cui questa azienda ormai ridotta a patent troll incapace di innovare fa sempre più leva ?- Scritto da: Nickless
        - Scritto da: smaffuz


        Sinceramente, la parte "estetica" di un sistema

        operativo non dovrebbe avere tutta questa

        importanza

        il punto è che non si tratta di sola estetica, ma
        di usabilità in generale: che abbiano tolto il
        menu dei programmi e messo un menu con 4 icone
        giganti e se vuoi altro devi fare una ricerca per
        nome ha del demenziale, anche se usi un tab con i
        guanti
        grossi!
    • Fininsvest scrive:
      Re: ubuntu, mint, canonical, mah
      è un ragionamento del menga, tanto valeva restare a win 3.1 allora :DAnche il dos ti faceva fare le cose che ti fa fare Windows/Linux oggi, ma oggi le fai molto meglio, la GUI di un sistema operativo è importante perchè ti fa sentire più o meno a casa, e per lavorare bene ti devi sentire a tuo agio. Ovvio se usi il pc
  • paoloholzl scrive:
    Scusate da cancellare
    Scusate da cancellare-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 novembre 2011 14.49-----------------------------------------------------------
  • paoloholzl scrive:
    L'Ubuntu delusione
    Per parecchio tempo ho usato con grande soddisfazione Ubuntu ed installato su decine e decine di macchine.Inutile dire che ho quasi sempre aggiornato le varie versioni con soddisfazione.Il passaggio alla prima versione di Unity é stato un ecatombe, non funzionava quasi a nessuno con GTK e tutto il resto a meno di usarla in modalità 'classic'.La distribuzione conosciuta come la più comoda da installare con tutti i restricted (praticamente indispensabili in un desktop di casa), mi ha profondamente deluso.Tanti hanno evitato l'aggiornamento oppure hanno ripiegato se non su altro, sulla versione precedente.Unity, pur con delle intuizioni interessanti, piace meno di Gnome magari con Compiz delle versioni precedenti.Ad esempio non puoi togliere agli utenti il salvaschermo che a tutti piace al di la di una sostanziale inutilità (anche se si può aggirare).Anche Gnome3 che per default non permette le icone sul desktop é un delirio!Se gli utenti cambiano desktop si aspettano di più non di meno.A chi dice che non é Unity la causa dell'abbandono rispondo che il fatto che tantissimi si siano spostati su Mint é la conferma che il problema stà soprattutto lì.Andatevi a leggere 'Free Software in Free World' dove si parla di Ubuntu e vedrete che avevo previsto quanto sta succedendo, già poco dopo l'uscita di Ubuntu con Unity.Mi piacerebbe che qualcuno semplicemente avesse l'umiltà di dire ... abbiamo fatto una scelta sbagliata ... e tornasse sui suoi passi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 novembre 2011 03.11-----------------------------------------------------------
    • BFidus scrive:
      Re: L'Ubuntu delusione
      - Scritto da: paoloholzl
      Ad esempio non puoi togliere agli utenti il
      salvaschermo che a tutti piace al di la di una
      sostanziale inutilità (anche se si può
      aggirare).
      Anche Gnome3 che per default non permette le
      icone sul desktop é un
      delirio!Ma cosa stai dicendo?Salvaschermo?Icone sul desktop?Ma quando leggo ste cose mi vien da pensare che forse sono io quello strano...Ma puo' mai essere la presenza di una cosa che, in teoria, e' fatta per salvaguardare un monitor crt nel caso di assenza di operazioni (si presuppone che uno non stia ore davanti allo schermo a guardarsi il salvaschermo per vedere quanto e' bello), a far pendere l'ago della bilancia a favore di una distro o di un'altra?Ma se uno proprio non puo' fare a meno del salvaschermo in due minuti lo reinstalla!Ma e' veramente quello il problema?E le icone sul desktop?Quali icone? perche' io due o tre icone le ho, ma non capisco l'utilita' di averle quando basta, con gnome-shell, ad esempio, andare con il mouse sull'angolo sinistro-superiore per aprire la shell e cercare in 2 secondi qualsiasi applicazione si voglia se non e' presente nel launcher.O vogliamo fare anche noi quei desktop alla win dove non si vede neanche il wallpaper a causa delle 50000 icone....Volete usare gnome-shell, o unity, nel modo sbagliato, e dite che non vi piace.Usate le shell nel modo in cui sono state pensate e ne vedrete i miglioramenti!
      • pippo75 scrive:
        Re: L'Ubuntu delusione

        Volete usare gnome-shell, o unity, nel modo
        sbagliato, e dite che non vi piace.vogliamo che il PC si adatti alla gente o la gente al PC?
        Usate le shell nel modo in cui sono state pensate
        e ne vedrete i miglioramenti!Speravo che le critiche fossero ancora permesse nel mondo, forse qui ubuntu non è abbastanza libero.Perchè dare un opinione quando possiamo adattarci.
        • BFidus scrive:
          Re: L'Ubuntu delusione
          - Scritto da: pippo75

          Volete usare gnome-shell, o unity, nel modo

          sbagliato, e dite che non vi piace.

          vogliamo che il PC si adatti alla gente o la
          gente al
          PC?


          Usate le shell nel modo in cui sono state
          pensate

          e ne vedrete i miglioramenti!

          Speravo che le critiche fossero ancora permesse
          nel mondo, forse qui ubuntu non è abbastanza
          libero.

          Perchè dare un opinione quando possiamo adattarci.Il PC non deve adattarsi alla gente, deve essere uno strumento da utilizzare.Ma la gente dovrebbe anche essere un attimo piu disponibile a cambiare le vecchie abitudini senza rimanere attaccata ai vecchi schemi.Non capisco che difficolta' ci siano ad usare le nuove shell, sono indubbiamente piu veloci, non bisogna navigare tra menu e sottomenu per lanciare un'applicazione, hanno la ricerca di file facilitata, insomma, cos'e' che vi da fastidio?Che non potete passare ore ed ore a modificare le barre delle finestre?Io in poco tempo mi sono abituato sia a Unity che a Gnome-shell e devo dire che sono una manna, premo un tasto, uno, scrivo un paio di lettere e lancio un'applicazione, vado nell'angolo superiore sinistro e vedo tutte le finestre aperte, faccio sicuramente meno chilometri con il mouse, se uso spesso qualcosa la metto nel laucher...Veramente, qual'e' il problema?
          • pippo75 scrive:
            Re: L'Ubuntu delusione

            Il PC non deve adattarsi alla gente, deve essere
            uno strumento da utilizzare.possibilmente deve essere comodo.
            Non capisco che difficolta' ci siano ad usare le
            nuove shell,nessuna, solo che per molti l'altra era migliore, la gente preferisce migliorare ( si spera )
            sono indubbiamente piu veloci, none anche più ingombrante in fatto di memoria.
            bisogna navigare tra menu e sottomenu per
            lanciare un'applicazione, hanno la ricerca di
            file facilitata, insomma, cos'e' che vi da
            fastidio?Sul facile è tutto da dimostrare.Poi mancano moltissime cose:- i temi sono praticamente spariti- non è possibile cambiare font ( senza installare programmi )- le impostazione dei font ( vedi sopra )- per cambiare desktop prima bastava un click, ora devo aprire un menu ( niente di male, ma peggiora )- la barra in basso per l'elenco delle applicazioni era cosi scomoda?-
            Veramente, qual'e' il problema?Unity non è male, solo che è ancora da finire, mancano ancora varie cose.Poi ci sono le abitudini, E come se io dovessi aprire un ristorante devo si cucina solo cibi alternativi, ai clienti posso dire che è questione di abitudini, ma loro se voglio un certo tipo di cibo, quello si aspettano, la abitudini hanno la loro importanza.Shuttleworth poi liberissimo di mettere in ubuntu la shell che preferisce.
          • il solito bene informato scrive:
            Re: L'Ubuntu delusione
            - Scritto da: pippo75

            Il PC non deve adattarsi alla gente, deve
            essere

            uno strumento da utilizzare.

            possibilmente deve essere comodo.



            Non capisco che difficolta' ci siano ad
            usare
            le

            nuove shell,

            nessuna, solo che per molti l'altra era migliore,
            la gente preferisce migliorare ( si spera
            ) <b
            molti </b
            guardano "uomini e donne"... questo ne fa il programma migliore della TV?Forse quei molti che preferivano la vecchia interfaccia è perché così erano abituati
            Poi mancano moltissime cose:

            - i temi sono praticamente spariti
            - non è possibile cambiare font ( senza
            installare programmi
            )
            - le impostazione dei font ( vedi sopra )punti di vista... secondo me queste personalizzazioni sono una perdita di tempo
            - per cambiare desktop prima bastava un click,
            ora devo aprire un menu ( niente di male, ma
            peggiora
            )
            - la barra in basso per l'elenco delle
            applicazioni era cosi
            scomoda?sarà che vengo da Mac, ma per me è più comodo il "dock" laterale con le applicazioni avviate.(mi ricordo, anche recentemente, utenti Windows che vedevano il dock del mio Mac e mi chiedevano "ma il computer non rallenta con tutti quei programmi avviati?" :) )
            Unity non è male, solo che è ancora da finire,
            mancano ancora varie
            cose.questo è un'altro paio di maniche :)
            Poi ci sono le abitudini, E come se io dovessi
            aprire un ristorante devo si cucina solo cibi
            alternativi, ai clienti posso dire che è
            questione di abitudini, ma loro se voglio un
            certo tipo di cibo, quello si aspettano, la
            abitudini hanno la loro
            importanza.ci sono ristoratori che decidono di seguire una propria linea, spesso alla faccia dei clienti. L'importante è fare bene ciò che fai.
          • shevathas scrive:
            Re: L'Ubuntu delusione

            ci sono ristoratori che decidono di seguire una
            propria linea, spesso alla faccia dei clienti.
            L'importante è fare bene ciò che
            fai.e non frignare se i clienti decidono di non seguire la linea del ristorante.
          • Shiba scrive:
            Re: L'Ubuntu delusione
            - Scritto da: shevathas

            ci sono ristoratori che decidono di seguire
            una

            propria linea, spesso alla faccia dei
            clienti.

            L'importante è fare bene ciò che

            fai.

            e non frignare se i clienti decidono di non
            seguire la linea del
            ristorante.Sono loro che frignano e rompono le balle. Se ne andassero in silenzio, almeno...
          • Fininsvest scrive:
            Re: L'Ubuntu delusione
            è tutta questione di obiettivi, Uomini e donne a me fa schifo ma il fatto che viene guardato da tanta gente significa che raggiunge i suoi obiettivi.Se fai un programma TV o un sistema operativo lo fai perchè vuoi che la maggior parte delle persone lo guardano/usano. Se a uomini e donne smettessero di litigare e iniziassero a fare l'uncinetto, il pubblico affezzionato di uomini e donne passerebbe ad altro (mint? ^^)
      • paoloholzl scrive:
        Re: L'Ubuntu delusione
        Sono un tecnico e in quanto tecnico sono daccordo sul non senso tecnico di uno 'screen saver' che oggi non salva proprio nulla.Diciamo che la parola 'screen saver' oggi é pseudonomo di 'cazzatina divertente', che fa felice il neofita che per il solo fatto che quando lo cambia sente il sistema più suo e sente di riuscire a 'personalizzarlo' (probabilmente oltre a cambiare lo sfondo l'unica cosa che sa fare), ma é un modo per dare una propria identità all'oggetto.La metafora della scrivania e delle icone della scrivania hanno condizionato il 'modus operandi' di molti, gli utenti sono immensamente restii a cambiare il proprio modo di lavorare e si aspettano il sistema che più si avvicina a questo.Da anni Linux cerca di sfondare con fatica nel desktop paradossalmente proprio Ubuntu ci era arrivata più vicina, ma per entrare nei desktop occorre far felice non solo il sistemista (cosa facile con Linux) ma l'utente/utonto.Se vogliamo che gli utenti dei Desktop (la stragrande maggioranza) si avvicini a Linux dobbiamo smetterla di ragionare a tecnici.Altrimenti avremo un sistema tecnicamente ineccepibile che rimarrà sempre patrimonio di pochi e di conseguenza avrà poco potere di condizionare le logiche di mercato.E questo andrà a discapito dei tecnici e non tecnici.Se vogliamo che la gente comune usi Linux dobbiamo dare alla gente comune qualcosa che li soddisfi, altrimenti non lamentiamoci di un Linux per pochi eletti.
        • pippo75 scrive:
          Re: L'Ubuntu delusione

          E questo andrà a discapito dei tecnici e non
          tecnici.
          Se vogliamo che la gente comune usi Linux
          dobbiamo dare alla gente comune qualcosa che li
          soddisfi, altrimenti non lamentiamoci di un Linux
          per pochi
          eletti.tenendo lontano le masse poi non dovremo lamentarci che molte ditte lo snobbano.
      • Nickless scrive:
        Re: L'Ubuntu delusione
        - Scritto da: BFidus
        E le icone sul desktop?
        Quali icone? perche' io due o tre icone le ho, ma
        non capisco l'utilita'ecco bravo hai scoperto un tuo limite, c'è anche gente che non sa come usare un sacco di cose che nella vita quotidiana gli altri usano e non vogliono rinunciarci
        • il solito bene informato scrive:
          Re: L'Ubuntu delusione
          - Scritto da: Nickless
          - Scritto da: BFidus


          E le icone sul desktop?

          Quali icone? perche' io due o tre icone le ho,
          ma

          non capisco l'utilita'

          ecco bravo hai scoperto un tuo limite, c'è anche
          gente che non sa come usare un sacco di cose che
          nella vita quotidiana gli altri usano e non
          vogliono
          rinunciarcinon è un limite, ma un punto di vista. Per me il desktop è un posto dove mettere una bella foto; lavorando con Windows ogni tanto <b
          ho bisogno </b
          iconizzare tutto e rilassarmi con un bello sfondo :). Riempire il desktop di icone, cartelle e collegamenti per me è sinonimo di disordine (a me danno fastidio anche quelle di default di Windows)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 novembre 2011 12.13-----------------------------------------------------------
    • Shiba scrive:
      Re: L'Ubuntu delusione
      - Scritto da: paoloholzl
      Mi piacerebbe che qualcuno semplicemente avesse
      l'umiltà di dire ... abbiamo fatto una scelta
      sbagliata ... e tornasse sui suoi
      passi.Spiacente, la scelta non è affatto sbagliata, è da migliorare in stabilità e in usabilità (parlando della dash). Non era difficile prevedere l'abbandono di qualche fesso al grido di "imposizione!", tra qualche tempo quando i bug saranno irrisori vedremo se si tratta di problemi seri di Unity o semplicemente di attaccamento alle interfacce stile win95.
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: L'Ubuntu delusione
        - Scritto da: Shiba
        - Scritto da: paoloholzl

        Mi piacerebbe che qualcuno semplicemente
        avesse

        l'umiltà di dire ... abbiamo fatto una scelta

        sbagliata ... e tornasse sui suoi

        passi.

        Spiacente, la scelta non è affatto sbagliata, è
        da migliorare in stabilità e in usabilità
        (parlando della dash). Non era difficile
        prevedere l'abbandono di qualche fesso al grido
        di "imposizione!", tra qualche tempo quando i bug
        saranno irrisori vedremo se si tratta di problemi
        seri di Unity o semplicemente di attaccamento
        alle interfacce stile
        win95.Sei tu questo?[img]http://img21.imageshack.us/img21/7466/20090726194225.jpg[/img]
        • Shiba scrive:
          Re: L'Ubuntu delusione
          Yep, qualche anno fa. Sono anche questo[img]http://shiba89.files.wordpress.com/2010/10/narniiii.gif[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 novembre 2011 16.05-----------------------------------------------------------
        • bollito scrive:
          Re: L'Ubuntu delusione
          Ma che e' un Basso Cort a4??
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: L'Ubuntu delusione
      Le icone sul desktop le disabilito da anni. Gli screensaver non servono a niente.Unity fa schifo per altre ragioni.
      • paoloholzl scrive:
        Re: L'Ubuntu delusione
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        Le icone sul desktop le disabilito da anni.
        Gli screensaver non servono a niente.Su questi punti risposto sopra.
        Unity fa schifo per altre ragioni.Io non ho detto che fa schifo, oltretutto la uso anche in determinate situazioni, comunque ciascuno ha i suoi gusti.Cose che cambierei immediatamente nell'interfaccia?Poter trascinare direttamente le finestre tra i vari desktop (come si faceva con il cubo di Compiz) senza dover ricorrere all'apposita icona.Poter cancellare i dati recenti con un click senza ricorrere a comandi esoterici.Riattivare gli screen saver vecchio stile.Un tasto per riportare immediatamente le finestre alla dimensione intermedia (mantenendo il default a pieno schermo).
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: L'Ubuntu delusione
          - Scritto da: paoloholzl
          - Scritto da: Dottor Stranamore

          Le icone sul desktop le disabilito da anni.

          Gli screensaver non servono a niente.


          Su questi punti risposto sopra.


          Unity fa schifo per altre ragioni.

          Io non ho detto che fa schifo, oltretutto la uso
          anche in determinate situazioni, comunque
          ciascuno ha i suoi
          gusti.

          Cose che cambierei immediatamente
          nell'interfaccia?
          Infatti lo dico io che fa schifo. Con i programmi di grafica crea un sacco di problemi, sia con la tavoletta che con i programmi che usano opengl come ad esempio blender. Nelle versioni precedenti di Ubuntu bastava disabilitare compiz, adesso invece neanche così. L'interfaccia di Unity per uno che disegna non è per niente ergonomica. Non per niente pure gente come David Revoy e altri del team Sintel sono passati a Mint.
    • Lallo scrive:
      Re: L'Ubuntu delusione
      - Scritto da: paoloholzl
      Mi piacerebbe che qualcuno semplicemente avesse
      l'umiltà di dire ... abbiamo fatto una scelta
      sbagliata ... e tornasse sui suoi
      passi.A me Unity piace. E' funzionale e veloce, anche se richiede una certa rampa di apprendimento iniziale. Non tornerei indietro.
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: L'Ubuntu delusione
        - Scritto da: Lallo
        A me Unity piace. E' funzionale e veloce, anche
        se richiede una certa rampa di apprendimento
        iniziale. Non tornerei
        indietro.Un'interfaccia che richiede una curva di apprendimento è un fallimento. Specie se quella precedente non lo richiedeva.A parte questo il problema non è solo di ergonomia e di troppi clic, ma di bachi che crea. Specie perché oltre al fatto che utilizzano compiz hanno dovuto patchare un sacco di programmi per farli andare con il loro global menu e il loro sistema di notifiche.
        • krane scrive:
          Re: L'Ubuntu delusione
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: Lallo

          A me Unity piace. E' funzionale e

          veloce, anche se richiede una certa

          rampa di apprendimento iniziale.

          Non tornerei indietro.
          Un'interfaccia che richiede una curva di
          apprendimento è un fallimento. Specie se quella
          precedente non lo richiedeva.E quale interfaccia non avrebbe richiesto apprendimento ? Mai vista...Neanche in un telefono a muro come c'era a casa della nonna.
          A parte questo il problema non è solo di
          ergonomia e di troppi clic, ma di bachi che crea.
          Specie perché oltre al fatto che utilizzano
          compiz hanno dovuto patchare un sacco di
          programmi per farli andare con il loro global
          menu e il loro sistema di notifiche.Questo e' un problema invece....
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: L'Ubuntu delusione
            - Scritto da: krane
            E quale interfaccia non avrebbe richiesto
            apprendimento ? Mai
            vista...Tutto il contrario, anzi Steve Jobs era contrario a mettere un manauale di istruzioni perché voleva dire che l'interfaccia era un fallimento.Anche Gnome comunque non richiedeva di nessun apprendimento, era molto intuitiva. Ok anche oggi ho letto un tuo messaggio ed è stato uno spreco di tempo. Ragioni troppo poco, mi spiace ragazzo mio.
          • krane scrive:
            Re: L'Ubuntu delusione
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: krane

            E quale interfaccia non avrebbe richiesto

            apprendimento ? Mai vista...
            Tutto il contrario, anzi Steve Jobs era contrario
            a mettere un manauale di istruzioni perché voleva
            dire che l'interfaccia era un fallimento.
            Anche Gnome comunque non richiedeva di nessun
            apprendimento, era molto intuitiva.Quindi se metti la scatola di un ibook davanti ad uno che non sa cosa sia un pc lui la apre e comincia ad andare in rete ? Anche se non ha mai usato il pc ?
            Ok anche oggi ho letto un tuo messaggio ed è
            stato uno spreco di tempo. Ragioni troppo poco,
            mi spiace ragazzo mio.Non e' che non arrivi a quello che dico ?
          • maxsix scrive:
            Re: L'Ubuntu delusione
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: krane


            E quale interfaccia non avrebbe
            richiesto


            apprendimento ? Mai vista...


            Tutto il contrario, anzi Steve Jobs era
            contrario

            a mettere un manauale di istruzioni perché
            voleva

            dire che l'interfaccia era un fallimento.

            Anche Gnome comunque non richiedeva di nessun

            apprendimento, era molto intuitiva.

            Quindi se metti la scatola di un ibook davanti ad
            uno che non sa cosa sia un pc lui la apre e
            comincia ad andare in rete ? Anche se non ha mai
            usato il pc
            ?
            http://cms.macitynet.eu/uploadfile/articles/ipadunbox.jpgNon c'è altro.L'interfaccia va pensata e studiata prima, non durante.Se capisci cosa intendo...
          • krane scrive:
            Re: L'Ubuntu delusione
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Dottor Stranamore


            - Scritto da: krane



            E quale interfaccia non avrebbe

            richiesto



            apprendimento ? Mai vista...




            Tutto il contrario, anzi Steve Jobs era

            contrario


            a mettere un manauale di istruzioni
            perché

            voleva


            dire che l'interfaccia era un
            fallimento.


            Anche Gnome comunque non richiedeva di
            nessun


            apprendimento, era molto intuitiva.



            Quindi se metti la scatola di un ibook
            davanti
            ad

            uno che non sa cosa sia un pc lui la apre e

            comincia ad andare in rete ? Anche se non ha
            mai

            usato il pc

            ?


            http://cms.macitynet.eu/uploadfile/articles/ipadun

            Non c'è altro.


            L'interfaccia va pensata e studiata prima, non
            durante.
            Se capisci cosa intendo...No, non capisco...
  • citizenkane scrive:
    Il problema non è Unity
    Il problema non può essere solo Unity (anche perchè GNOME Shell, sotto Fedora e Opensuse, fa comunque schifo). Poi gli utenti Canonical hanno sempre Xubuntu e Lubuntu. Io credo che il problema sia la mancanza di stabilità di Ubuntu sia rispetto a Fedora che rispetto a Opensuse: ci vuole una fase migliore di test prima dei rilasci semestrali. Altro problema reale è il KDE: Kubuntu andrebbe curata meglio (altrimenti gli utenti KDE passano a Opensuse).
  • citizenkane scrive:
    Il problema non è Unity
    Il problema non può essere solo Unity (anche perchè GNOME Shell, sotto Fedora e Opensuse, fa comunque schifo). Poi gli utenti Canonical hanno sempre Xubuntu e Lubuntu. Io credo che il problema sia la mancanza di stabilità di Ubuntu sia rispetto a Fedora che rispetto a Opensuse: ci vuole una fase migliore di test prima dei rilasci semestrali. Altro problema reale è il KDE: Kubuntu andrebbe curata meglio (altrimenti gli utenti KDE passano a Opensuse).
    • Shiba scrive:
      Re: Il problema non è Unity
      - Scritto da: citizenkane
      Il problema non può essere solo Unity (anche
      perchè GNOME Shell, sotto Fedora e Opensuse, fa
      comunque schifo). Poi gli utenti Canonical hanno
      sempre Xubuntu e Lubuntu. Io credo che il
      problema sia la mancanza di stabilità di Ubuntu
      sia rispetto a Fedora che rispetto a Opensuse: ci
      vuole una fase migliore di test prima dei rilasci
      semestrali.Parole sante! Attualmente le uniche release decenti sono le LTS.
  • steveacab scrive:
    gnome-shell unity
    non credo proprio che gnome-shell sia più usabile di unity, anzi per me è tutto il contrario.se poi non vogliamo fare gli hater, vedendole bene entrambe sono molto simili (infatti gnome-shell ha scopiazzato alla grande da unity), l'unica vera differenza è che il launcher in unity è in vista, in gnome-shell si deve cliccare sul tasto prima di vederlo :Pinfine i dati di distrowatch non sono per niente reali perchè si basano su page view e non sui download.
  • JoCKerZ scrive:
    Ma questa sarebbe una notizia?
    Dai, ma vogliamo essere seri?Cos'e', la battaglia delle interfacce?Mint e' derivata da ubuntu.Poi oltre ad ubuntu ce ne sono altredella stessa famiglia.E il tutto viene da Debian.E' un discorso senza senso.
    • user_ scrive:
      Re: Ma questa sarebbe una notizia?
      insomma tutti in coro: LINUX FA SCHIFOOOOOOOOOO
      • JoCKerZ scrive:
        Re: Ma questa sarebbe una notizia?
        Sull'80% dei miei pc c'e' linux,non ubuntu, ma c'e'.Comunque non vedo cosa c'entri il tuocommento con quello che ho scritto io.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Ma questa sarebbe una notizia?
      - Scritto da: JoCKerZ
      Dai, ma vogliamo essere seri?
      Cos'e', la battaglia delle interfacce?
      Mint e' derivata da ubuntu.
      Poi oltre ad ubuntu ce ne sono altre
      della stessa famiglia.
      E il tutto viene da Debian.

      E' un discorso senza senso.Mi sa che la fai un po' troppo semplice. Se Canonical perderà tanti utenti il suo futuro diventerà cupo e dovrà licenziare tutti i suoi dipendenti che per Ubuntu qualcosa probabilmente fanno. Specie per la parte launchpad. Altro che diventare il sistema OEM per tablet, smartphone e automobili.
  • Uno a caso scrive:
    la classica non notizia
    Distrowatch conta le connessioni ALLE SUE PAGINE per ogni distro. Non conta un accidente in sostanza. non ha nulla a che vedere con la quantità di utent ne i download della distro (qualsiasi distro)
  • Findi scrive:
    e chi se ne frega?
    ne titolo non ce lo vogliamo mettere?Ubuntu è una nicchia, e nel suo piccolo ha già una buona fetta di utenti!Per me và benissimo così...
    • Matrix scrive:
      Re: e chi se ne frega?
      Che vada bene per te o per altri non conta. Conta la massa.Se canonical non prenderà al più presto provvedimenti la sua popolarità continuerà ad abbassarsi. Per quel che mi riguarda ho abbandonato ubuntu e per il momento sto testando fedora, che sta andando benissimo, e poi proverò linux mint 12.
      • BFidus scrive:
        Re: e chi se ne frega?
        - Scritto da: Matrix
        Che vada bene per te o per altri non conta. Conta
        la massa.Se canonical non prenderà al più presto
        provvedimenti la sua popolarità continuerà ad
        abbassarsi. Per quel che mi riguarda ho
        abbandonato ubuntu e per il momento sto testando
        fedora, che sta andando benissimo, e poi proverò
        linux mint
        12.Si, ma, fedora non ha Gnome-shell?E che differenza ci potra mai essere tra fedora con Gnome-shell e ubuntu con unity?O ubuntu con Gnome-shell?Io ho installato fedora in un'altra partizione, ma non la uso, perche' il mio ubuntu con gnome-shell e' praticamente uguale, con in piu la facilita' di installazione dei driver della scheda video, ad esempio, e i pacchetti .deb, che preferisco agli rpm.(in realta' sono i programmi che gestiscono i deb che preferisco a quelli per rpm)
        • Matrix scrive:
          Re: e chi se ne frega?
          ubuntu con gnome-shell è lo stesso di fedora con appunto gnome-shell. Ma unity è molto più scomodo da usare. Poi sono gusti e a quanto pare alla maggior parte delle persone unity non piace.
          • Shiba scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            - Scritto da: Matrix
            ubuntu con gnome-shell è lo stesso di fedora con
            appunto gnome-shell. Ma unity è molto più scomodo
            da usare. Poi sono gusti e a quanto pare alla
            maggior parte delle persone unity non
            piace.Alla maggior parte delle persone non piace neppure GNOME Shell. Alla maggior parte delle persone non piace niente quando è nuovo.
          • Matrix scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            Alla maggior parte delle persone non piace l'inusualità. gnome-shell è di certo migliore di unity.
          • Shiba scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            - Scritto da: Matrix
            Alla maggior parte delle persone non piace
            l'inusualità. gnome-shell è di certo migliore di
            unity.Allora sono entrambi inusabili, visto che non li vuole nessuno. O siamo due geni noi che riusciamo ad usarli e trovarci bene. Sorvolando sul fatto che dubito GNOME Shell sia più usabile di Unity.
          • Matrix scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            Vero, nessuno dei due sistemi è usabile però tra i due mi trovo meglio con gnome-shell. Speriamo che lo capiscano al più presto. Per quanto riguarda la stabilità fino ad ora con fedora non ho avuto problemi.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            - Scritto da: Shiba
            -
            Alla maggior parte delle
            persone non piace niente quando è
            nuovo.La storia di Apple dice il contrario.
          • BFidus scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Shiba

            -

            Alla maggior parte delle

            persone non piace niente quando è

            nuovo.

            La storia di Apple dice il contrario.Mica tanto, quando si passo' da Mac OS 9 a OS X molti arricciarono il naso scontenti, la differenza e' che con apple non e' che puoi farci chissa' che cosa, o cambi OS, o non compri, ma se vuoi un mac con os apple ti becchi quello che ti danno.Ora arriveranno utenti mac dell'ultima ora che ti diranno il contrario, ma all'epoca io usavo un Mac con OS 9, e sui forum gli scontenti c'erano eccome...
          • uds scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            pero' si trattava di un intero SO del tutto nuovo e incompatibile col precedente, ricomprare tutti programmi eccetera.. una nuova interfaccia fa incaxxare chiunque se non e' necessaria, vedi windows, apple (mi pare, io uso pc e linux) fa nuovi devices, ma non si sbizzarrisce in continui e inutili rimescolamenti di menu..
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            - Scritto da: BFidus
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: Shiba


            -


            Alla maggior parte delle


            persone non piace niente quando è


            nuovo.



            La storia di Apple dice il contrario.

            Mica tanto, quando si passo' da Mac OS 9 a OS X
            molti arricciarono il naso scontenti, la
            differenza e' che con apple non e' che puoi farci
            chissa' che cosa, o cambi OS, o non compri, ma se
            vuoi un mac con os apple ti becchi quello che ti
            danno.
            Ora arriveranno utenti mac dell'ultima ora che ti
            diranno il contrario, ma all'epoca io usavo un
            Mac con OS 9, e sui forum gli scontenti c'erano
            eccome...Sì ma non ho detto che Apple ci ha preso sempre. Ce ne sono tanti di flop apple, come ad esempio l'ultimo Final Cut Pro. Però ha presentato delle cose che rompevano gli schemi col passato e che piacevano a tutti: l'ipod, l'iphone ne sono un esempio.Comunque OSX era un sistema operativo completamente diverso da quello precedente, Unity è solo una shell che però oltre a portare una marea di bachi in più, non porta nessun vantaggio ergonomico e in più non si può personalizzare. A me sembra un bel suicidio da parte di Canonical. A questo punto era meglio seguire Gnome-Shell che pur non piacendomi mi sembra più gradevole nell'aspetto e che con le dovute correzioni forse ha un futuro. Specie perché riceverà le patch da tutte le persone della comunità open source, mentre Unity solo da chi usa Ubuntu.
          • Shiba scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Shiba

            -

            Alla maggior parte delle

            persone non piace niente quando è

            nuovo.

            La storia di Apple dice il contrario.Gli utenti Apple sono abituati a farsi dire cosa devono fare. Gli utenti Linux sclerano quando gli saldi i pezzi del Lego.
          • maxsix scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: Matrix

            ubuntu con gnome-shell è lo stesso di fedora
            con

            appunto gnome-shell. Ma unity è molto più
            scomodo

            da usare. Poi sono gusti e a quanto pare alla

            maggior parte delle persone unity non

            piace.

            Alla maggior parte delle persone non piace
            neppure GNOME Shell. Alla maggior parte delle
            persone non piace niente quando è
            nuovo e criptico.Fixed
          • BFidus scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            - Scritto da: Matrix
            ubuntu con gnome-shell è lo stesso di fedora con
            appunto gnome-shell. Ma unity è molto più scomodo
            da usare. Poi sono gusti e a quanto pare alla
            maggior parte delle persone unity non
            piace.Appunto, che senso ha cambiare distro quando puoi avere la stessa cosa semplicemente installando Gnome-shell?Abbandoni ubuntu per fedora, avessi detto Gnome per KDE avrebbe avuto un senso (anche se a me Gnome e' sempre piaciuto di piu), ma cambi per ritrovarti praticamente nella stessa condizione!
          • Matrix scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            Ho provato ad installare gnome-shell con ubuntu ma ho avuto solo che problemi e poi avrei dovuto rimuovere unity. Invece di fare tutto questo si installa un'altra distro che ha già gnome-shell già pronto non ti pare?.
          • BFidus scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            - Scritto da: Matrix
            Ho provato ad installare gnome-shell con ubuntu
            ma ho avuto solo che problemi e poi avrei dovuto
            rimuovere unity. Invece di fare tutto questo si
            installa un'altra distro che ha già gnome-shell
            già pronto non ti
            pare?.No, non mi pare proprio!Cioe', voglio un programma al posto di un'altro, allora cambio tutto l'OS ???Ma stiamo scherzando?Ma che difficolta' ci trovate a installare/disinstallare un programma?
          • Matrix scrive:
            Re: e chi se ne frega?
            Bravo. Ognuno e' libero di fare cio' che vuole quindi non criticare chi cambia distro.
    • Bentelan scrive:
      Re: e chi se ne frega?
      - Scritto da: Findi
      Per me và benissimo così...E chi se ne frega?
  • zicola scrive:
    tra mint ed ubuntu.... è meglio debian
    Personalmente, ho un pc con ubuntu 11.04 ed unity è durata 15 minuti, di fatti ce la possibilità di scegliere, non sono contento in ubuntu della stabilità che se paragonata ad un windows è immane ma se la si pone contro una debian non c'è storia.Tra Mint ed ubuntu sull'altro mio pc non ho scelto nessuna delle due, optato direttamente per debian testing che secondo me a parte la proverbiale osticità (che nelle ultime versioni sinceramente non ho notato) non ha eguali sia in velocità che in stabilità nonostante sia una versione test.
  • Filuz scrive:
    sudafricana
    basta con sta storia della distro africana o sudafricana! la Canonical ha sede nell'isola di Man, tra Gran Bretagna e Irlanda!
    • FinalCut scrive:
      Re: sudafricana
      - Scritto da: Filuz
      basta con sta storia della distro africana o
      sudafricana! la Canonical ha sede nell'isola di
      Man, tra Gran Bretagna e
      Irlanda! :|Starai mica dando degli incompetenti ai rispettabili giornalisti di PI?(apple)(linux)
    • collione scrive:
      Re: sudafricana
      è registrata nell'Isola di Man, ma ha sede a Londra e un'altra sede in Sudafricamannaggia, mi sa che devo registrare pure io una manx vehicle nell'Isola di Man :D
  • Xubuntu scrive:
    Xfce e Xubuntu
    cdo.Ottima distro con Xfce, snello e senza quelle cazzatine tipiche dei dispositivi touch ai quali Unity si rivolge(rà).
    • il signor rossi scrive:
      Re: Xfce e Xubuntu
      - Scritto da: Xubuntu
      cdo.
      Ottima distro con Xfce, snello e senza quelle
      cazzatine tipiche dei dispositivi touch ai quali
      Unity si
      rivolge(rà).dato che i dispositivi touch nei prossimi anni prenderanno l'intero mercato dell'informatica personale, mandando in pensione i netbook e sostituendo i notebook per la gran parte degli utenti che li usano solo per andare su internet, avere un'interfaccia compatibile con i sistemi touch direi che è condizione essenziale per la sopravvivenza stessa di Linux in ambito desktop.Linux è fatto dagli utenti, gli utenti spostano il loro interesse sui tablet, ergo se linux non gira sui tablet rimarrà al palo, gli interessi degli utenti si sposteranno su android e windows 8 e saranno questi i sistemi su cui verranno effettuati tutti i nuovi sviluppi, mentre linux rimarrà con applicazioni e interfacce del secolo scorso.Ecco perché qualcuno con una visione un po' più ampia di quelli che si lamentano del salvaschermo o delle icone sul desktop è necessario.
      • Xubuntu scrive:
        Re: Xfce e Xubuntu
        - Scritto da: il signor rossi
        per la gran parte degli
        utenti che li usano solo per andare su internet,
        avere un'interfaccia compatibile con i sistemi
        touch il touch, caro sig Rossi, va bene sui tablet, lì sì che è più usabile di una tastiera e di un mouse. Ma su un desktop o notebook da lavoro mi spieghi a cosa servono quei tastoni giganti sulla sinistra a scomparsa? Hai mai provato Unity? hai mai provato Xfce? con la prima fai il figo, perdi, mediamente, più tempo per fare le cose (almeno inizialmente); col secondo lavori da dio, fai tutto semplicemente ed hai un sistema stabile.
        Linux è fatto dagli utenti, gli utenti spostano
        il loro interesse sui tablet, ergo se linux non
        gira sui tablet rimarrà al palo, gli interessi
        degli utenti si sposteranno su android e windows
        8 e saranno questi i sistemi su cui verranno
        effettuati tutti i nuovi sviluppi, mentre linux
        rimarrà con applicazioni e interfacce del secolo
        scorso.
        Ecco perché qualcuno con una visione un po' più
        ampia di quelli che si lamentano del salvaschermo
        o delle icone sul desktop è
        necessario.a me non me ne frega niente, io ho sempre usato Ubuntu, con la 11.10 poichè Unity dava errori ed era instabile, son passato a Xubuntu ed è tutta un'altra musica. Dì la verità, hai un Iphone tu
        • Shiba scrive:
          Re: Xfce e Xubuntu
          - Scritto da: Xubuntu
          - Scritto da: il signor rossi

          per la gran parte degli

          utenti che li usano solo per andare su
          internet,

          avere un'interfaccia compatibile con i
          sistemi

          touch
          il touch, caro sig Rossi, va bene sui tablet, lì
          sì che è più usabile di una tastiera e di un
          mouse. Ma su un desktop o notebook da lavoro mi
          spieghi a cosa servono quei tastoni giganti sulla
          sinistra a scomparsa?

          Hai mai provato Unity?Sì.
          hai mai provato Xfce?Sì.
          con la prima fai il figo, perdi, mediamente, più
          tempo per fare le cose (almeno inizialmente);SOLO inizialmente. Non c'è verso che per le operazioni di tutti i giorni sia più veloce tu con Xfce che io con Unity.
          col secondo lavori da dio, fai tutto semplicemente ed
          hai un sistema
          stabile.Col secondo lavori come con GNOME 2 castrato (escludendo Xubuntu che usa appunto mezzo GNOME 2). Che non sarebbe neppure male, ho usato GNOME 2 e Xfce per tanti anni, ma perché erano le cose che mi facevano lavorare più velocemente. Erano.Il problema è che continuate a credere che un sistema sia più semplice perché lo sapete già usare...
          • BFidus scrive:
            Re: Xfce e Xubuntu
            - Scritto da: Shiba
            SOLO inizialmente. Non c'è verso che per le
            operazioni di tutti i giorni sia più veloce tu
            con Xfce che io con
            Unity.
            Il problema è che continuate a credere che un
            sistema sia più semplice perché lo sapete già
            usare...Come non quotarti!All'inizio ci si trova un po spaesati a causa dell'abitudine al vecchio modo di interfacciarsi al desktop, ma quando si capisce come utilizzare le nuove shell allora la velocita' non ha proprio paragoni.Il bello e' che c'era gente che installava gnome-do per poter lanciare le applicazioni schiacciando un tasto e scrivendo qualche lettera del nome, e ora che possono farlo nativamente dicono che prima era meglio!"Prima era meglio" e' lo stesso discorso che fanno i neofiti di linux quando cominciano ad usarlo: Windows e' piu facile....
          • Xubuntu scrive:
            Re: Xfce e Xubuntu
            e allora perchè secondo te Linus Torvalds ha scelto Xubuntu (e Xfce) come distro sua principale ammettendo che Gnome+Unity/Shell fa XXXXXX?
          • Shiba scrive:
            Re: Xfce e Xubuntu
            - Scritto da: Xubuntu
            e allora perchè secondo te Linus Torvalds ha
            scelto Xubuntu (e Xfce) come distro sua
            principale ammettendo che Gnome+Unity/Shell fa
            XXXXXX?Perché Linus di GUI ne capisce come te di kernel e di GUI.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Xfce e Xubuntu
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: Xubuntu

            e allora perchè secondo te Linus Torvalds ha

            scelto Xubuntu (e Xfce) come distro sua

            principale ammettendo che Gnome+Unity/Shell
            fa

            XXXXXX?

            Perché Linus di GUI ne capisce come te di kernel
            e di
            GUI.Non è una questione di capire, quando c'è bisogno di capire una GUI vuol dire che il progetto ha fallito.
          • Shiba scrive:
            Re: Xfce e Xubuntu
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: Xubuntu


            e allora perchè secondo te Linus
            Torvalds
            ha


            scelto Xubuntu (e Xfce) come distro sua


            principale ammettendo che
            Gnome+Unity/Shell

            fa


            XXXXXX?



            Perché Linus di GUI ne capisce come te di
            kernel

            e di

            GUI.

            Non è una questione di capire, quando c'è bisogno
            di capire una GUI vuol dire che il progetto ha
            fallito.E in Unity cosa c'è da capire? Ha tolto tutte le ambiguità di GNOME.
  • Jexx scrive:
    Unity, Gnome3 e KDE4...
    Secondo me gli sviluppatori di questi tre progetti sono stipendiati per metà da Microsoft e per metà da Apple. Con l'intento di fare fallire Linux. E ci stanno riuscendo benissimo. A questo punto, LXDE tutta la vita!
    • pippo75 scrive:
      Re: Unity, Gnome3 e KDE4...
      - Scritto da: Jexx
      Secondo me gli sviluppatori di questi tre
      progetti sono stipendiati per metà da Microsoft e
      per metà da Apple. Con l'intento di fare fallire
      Linux. E ci stanno riuscendo benissimo. A questo
      punto, LXDE tutta la
      vita!Non sei l'unico a pensarla questa storia.Comunque più che LXDE preferisco a questo punto XFCE.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 novembre 2011 12.43-----------------------------------------------------------
      • Sgabbio scrive:
        Re: Unity, Gnome3 e KDE4...
        Modificato dall' autore il 26 novembre 2011 12.43
        --------------------------------------------------xubuntu sui netbook viaggia a meraviglia, l'unico difetto è che a differenza di ubuntu, non usa una interfaccia dedicata ai netbook.
  • Strx scrive:
    A me Unity piace
    Dite quello che volete, ma io con Unity mi ci trovo bene...c'ho messo un pò ad abituarmi(1 settimana circa), ma adesso la preferisco a Gnome...Inoltre, per i neofiti, è molto semplice da utilizzare...nelle ultime 2 settimane ho installato la 11.10 su 4 pc di amici e parenti e si trovano tutti soddisfatti...sui netbook, avere il browser e le altre app praticamente sempre a tutto schermo è molto utile.Inoltre il centro di controllo è molto migliorato...io nelle ultime installazioni non ho scritto una riga da console e m'ha funzionato tutto al primo colpo, webcam incluse.
    • dalek scrive:
      Re: A me Unity piace
      allora tienila stretta nel tuo c..o
    • panda rossa scrive:
      Re: A me Unity piace
      - Scritto da: Strx
      Inoltre, per i neofiti, è molto semplice da
      utilizzare...nelle ultime 2 settimane ho
      installato la 11.10 su 4 pc di amici e parenti e
      si trovano tutti soddisfatti...sui netbook, avere
      il browser e le altre app praticamente sempre a
      tutto schermo è molto utile.Su linux non ci sono app. Su linux c'e' solo software!
      Inoltre il centro di controllo è molto
      migliorato...io nelle ultime installazioni non ho
      scritto una riga da console e m'ha funzionato
      tutto al primo colpo, webcam
      incluse.Ecco, diglielo forte a quella massa di cialtroni del forum di PI che si spaccia per esperto informatico e tutte le volte che hanno provato (dicono) ad installare linux si sono sempre imbattuti in ostacoli insormontabili.
    • 1b torino scrive:
      Re: A me Unity piace
      Io invece faccio parte di quelli che sono passati a Fedora proprio a causa di Unity... la tollero solo sul netbook acer, per il resto la trovo invadende.Gnome è pulito e essenziale... e per questo lo preferisco.Diciamo che non mi stupisco del crollo tra gli affezionati di linux.Ciao,1b- Scritto da: Strx
      Dite quello che volete, ma io con Unity mi ci
      trovo bene...c'ho messo un pò ad abituarmi(1
      settimana circa), ma adesso la preferisco a
      Gnome...

      Inoltre, per i neofiti, è molto semplice da
      utilizzare...nelle ultime 2 settimane ho
      installato la 11.10 su 4 pc di amici e parenti e
      si trovano tutti soddisfatti...sui netbook, avere
      il browser e le altre app praticamente sempre a
      tutto schermo è molto
      utile.

      Inoltre il centro di controllo è molto
      migliorato...io nelle ultime installazioni non ho
      scritto una riga da console e m'ha funzionato
      tutto al primo colpo, webcam
      incluse.
    • pippo75 scrive:
      Re: A me Unity piace
      - Scritto da: Strx
      Dite quello che volete, ma io con Unity mi ci
      trovo bene...c'ho messo un pò ad abituarmi(1
      settimana circa), ma adesso la preferisco a
      Gnome...Unity non è cosi male, bisogna solo aspettare la versione completa e ottimizzata.
      si trovano tutti soddisfatti...sui netbook, avere
      il browser e le altre app praticamente sempre a
      tutto schermo è molto
      utile.Per questo bastava anche ubuntu pre-unity. Forse non capisco cosa intendi con questo.
      Inoltre il centro di controllo è molto
      migliorato...io nelle ultime installazioni non ho
      scritto una riga da console e m'ha funzionato
      tutto al primo colpo, webcam incluse.Avranno aggiunti gli ultimi driver.
  • Ill Informer scrive:
    Chissà perché !
    L'articolo che come regolamrmente linkato non è una frutto di una cospirazione internazionale o di pensieri digestivi di Mariuccia ma prende spunto dall'originale di "the inquirer", dice esattamente la verità.Prima cosa Distrowatch non è un semisconosciuto sito a caso ma è è un punto di riferimento oggettivo del mondo Linux e per anni Ubuntu è stata la distribuzione più scaricata, poi per chi conosce bene questo mondo sa che su certe cose non transige e il caro Mark, mi spiace ma questa volta l'ha fatta fuori dal vaso.Non è tanto il fatto di avere adottato Unity ma è il modo in cui l'ha fatto che sta ad indicare un goffo tentativo di modificare il pensiero degli utenti e uniformarlo al tuo, una cosa che può fare Apple ma non la prima distro Linux almeno senza pagarne le conseguenze.Se poi ci aggiungiamo le ultime sue dichiarazioni sulla considerazione in cui tiene la comunità linux e debian e sul fatto che Ubuntu non è una distribuzione ma un marchio, è molto probabile che migliaia di persone me compresa gli hanno detto ... grazie di tutto, se è un marchio e basta te lo puoi tenere appeso dove vuoi ci sono tante distribuzioni a questo mondo e vado a parare altrove. Poi non è detto che sfruttando il lavoro della comunità non riesca a mantenere il suo "mercato" tra i neofiti, però lo farà senza i duri e puri che da decenni usano Linux e che risvegliati dal torpore del tutto perfetto o quasi, ora rigraziano e salutano.
    • BFidus scrive:
      Re: Chissà perché !
      - Scritto da: benkj
      Fosse vero... Ubuntu sta sempre piu' togliendo la
      possibilita' di uscire dal seminato. La
      semplicita' di installazione di gnome3 su Arch
      non e' neanche paragonabile a quell'aborto di
      Ubuntu.In che senso?Ubuntu ha gnome3, se parli della shell (gnome-shell), e' presente nei repository.Il fatto e' che dietro ad un'interfaccia dovrebbero esserci studi di ergonomia ed altro, quindi l'utente dovrebbe, in teoria, trovarsi a lavorare piu comodamente cosi come e' rilasciata.MacOs X non credo dia troppa liberta' di modifica, ad esempio.Il bello di linux, ed ubuntu non e' un'eccezione, e' che se non ti piace un DE puoi sempre usarne un altro, e con ubuntu non e' cosi complesso, ci sono le derivate e i repository.
      • benkj scrive:
        Re: Chissà perché !
        Nel senso che Ubuntu sta sempre piu' diventando un concentrato di servizi chiusi che lavorano a stretto contatto tra di loro. Se uno vuole cambiare desktop deve rimettere mano a tutti gli auto-start, disabilitare gli indicator ecc. O almeno questo e' quello che ho dovuto fare io. Nonostante tutto gnome3 mi pare lento ed ogni tanto crasha.Su Arch invece va tutto che e' una bellezza. Non c'e' un plus ultra di personalizzazioni. Non devi mettere mano ad apt-get purge roba dopo l'installazione, ma al contrario installi consapevolmente quello che ti serve.
        • BFidus scrive:
          Re: Chissà perché !
          - Scritto da: benkj
          Nel senso che Ubuntu sta sempre piu' diventando
          un concentrato di servizi chiusi che lavorano a
          stretto contatto tra di loro. Se uno vuole
          cambiare desktop deve rimettere mano a tutti gli
          auto-start, disabilitare gli indicator ecc. O
          almeno questo e' quello che ho dovuto fare io.
          Nonostante tutto gnome3 mi pare lento ed ogni
          tanto
          crasha.

          Su Arch invece va tutto che e' una bellezza. Non
          c'e' un plus ultra di personalizzazioni. Non devi
          mettere mano ad apt-get purge roba dopo
          l'installazione, ma al contrario installi
          consapevolmente quello che ti
          serve.Boh, io ho ubuntu 11.10, avanzato dalla 11.04, non reinstallato, avevo unity e non mi dispiaceva, basta abituarsi, ho voluto provare gnome-shell e l'ho installata dai repo.Non mi ricordo di aver "apt-getpurgato" niente, funziona, non crasha e mi piace anche di piu di unity.Capisco che Arch ti da piu liberta', che puoi adattare il sistema come ti pare, ma ci vuole tempo, voglia e capacita'.E non so quanto ne valga poi la pena.L'utilizzo dei programmi non e' cambiato da gnome2 a gnome3, e' cambiato solo il modo in cui il sistema ti mostra icone, lanciatori, menu ecc...E' questione di abitudine, ma lasciare la strada vecchia e' sempre difficile....
          • benkj scrive:
            Re: Chissà perché !
            Come ho gia' detto sopra, anche prima di Unity usavo gnome2 snellito+awn+synaptic. L'esperienza d'uso non e' molto diversa da quella di unity o gnome3, quindi ho accolto a braccia aperte questi 2 progetti. Quello che non mi va giu' e' che mentre gnome3 va avanti, unity torna indietro.Per quanto riguarda ubuntu di per se, bisogna vedere se uno perde piu' tempo ad installare software su Arch o disinstallarlo su Ubuntu...
    • freefred scrive:
      Re: Chissà perché !
      - Scritto da: benkj
      Anzi se qualcuno puo' darmi qualche consiglio su
      una distribuzione buona per i laptop e' bene
      accetto. Requisiti: ottimo riconoscimento
      hardware, ma totale possibilita' di
      personalizzazione.Sul netbook ho instalalto una Salix e sono piuttosto contento.Essendo una derivata di Slackware ti permette ovviamente di farequalunque cosa, e ha un efficace sistema di aggiornamento.Essendo Slack pero' non ha Gnome.bye
      • benkj scrive:
        Re: Chissà perché !
        - Scritto da: freefred
        Essendo una derivata di Slackware ti permette
        ovviamente di fare
        qualunque cosa, e ha un efficace sistema di
        aggiornamento.Ok per la personalizzazione... ma Slackware ed "efficace sistema di aggiornamento" non mi risultano termini che stanno bene insieme :)
        • freefred scrive:
          Re: Chissà perché !
          - Scritto da: benkj
          - Scritto da: freefred

          Essendo una derivata di Slackware ti permette

          ovviamente di fare

          qualunque cosa, e ha un efficace sistema di

          aggiornamento.

          Ok per la personalizzazione... ma Slackware ed
          "efficace sistema di aggiornamento" non mi
          risultano termini che stanno bene insieme
          :)Ok ma non e' una Slack, e' una Salix:-)"dispone di repository di pacchetti software con supporto per le dipendenze",come dicono, che e' poi tutto quello che ti serve per tenere il sistema aggiornato in davvero pochi passaggi.Non la paragono ad Ubuntu, che ho in effetti pero' abbandonato e devo dire non mi manca.bye
      • Ill Informer scrive:
        Re: Chissà perché !
        Bella Slackware.Peccato perché fino alla 11 era pulita pulita ma poi hanno incominciato a mettere così tante dipendenze che con quei tar.gz ci si soffoca facilmente.Una volta andavo tranquillo di "Expert" ma poi non ho saputo più che fare e perdevo pezzi utili. Troppo faticoso effettivamente stare dietro a tutto e farsi gli aggiornamenti a mano, lo farei ancora se avessi tempo e non usassi questo sistema per lavorare invece che per sperimentare.
        Sul netbook ho instalalto una Salix e sono
        piuttosto
        contento.
        Essendo una derivata di Slackware ti permette
        ovviamente di
        fare
        qualunque cosa, e ha un efficace sistema di
        aggiornamento.
        Essendo Slack pero' non ha Gnome.

        bye
    • A Light In The Sky scrive:
      Re: Chissà perché !
      Secondo me dovresti usare openSUSE, altrimenti Mandriva (e derivate).
    • Ill Informer scrive:
      Re: Chissà perché !
      Sei esattamente nelle mie condizioni. Gnome 2 sta sparendo, Gnome 3 è come Unity, lxde riprta il computer indietro di vent'anni, XFCE non è maturo e solo nella versione customizzata di Ubuntu ha l'ultima versione di Thunar che ti permette di collegarti su fs esterni, se devo usare Gigolo e farmi i mount a mano piuttosto uso Windows 7. Mi sono stancato pure io, sembra che siano tutti impazziti, sarà la crisi.Comunque in questo momento uso "ancora" KDE su Kubuntu, ed è l'unica che funziona decentemente, come altri da queste parti anche io l'avevo usata ai vecchi tempi poi abbandonata dopo la versione 4 e ora ripresa.È un po`dura da affrontare ma l'unica interfaccia evoluta che se usata bene ti dà il desktop tradizionale e tante altre cose in più e le ultime versioni sembrano stabili, poi usa le GL native di QT4 e non quell'accrocchio di Compiz.Naturalmente, in considerazione del fatto che con molte probabilità verso aprile o ottobre dell'anno prossimo, riceveremo la notizia che Kubuntu e Xubuntu non fanno parte più del branch ufficiale di Ubuntu mi sono messo al riparo con la doppia partizione. Intanto mi sto sbattendo per cercare una distribuzione alternativa e vedere come vanno le cose, stavo ripensando a Debian così vado sul sicuro ma aspetto che migrino la KDE 4.7 nel Wheezy anche se usare una testing per lavorare mi mette sempre un po` di ansia (ovviamente la stessa cosa vale per MINT LMDE, le altre sono ancora Ubuntu).
      Anzi se qualcuno puo' darmi qualche consiglio su
      una distribuzione buona per i laptop e' bene
      accetto. Requisiti: ottimo riconoscimento
      hardware, ma totale possibilita' di
      personalizzazione.

      • A Light In The Sky scrive:
        Re: Chissà perché !
        - Scritto da: Ill Informer
        Gnome 2 sta
        sparendo, Gnome 3 è come Unity, lxde riprta il
        computer indietro di vent'anni, Nessuno ti impedisce di usare GNOME 2; nelle sue versioni personalizzate sarà usato e supportato da diverse distribuzioni per molto tempo. GNOME 3 è all'inizio, ma GNOME non è mai stato ottimizzato per qualcosa in particolare né ha avuto molte funzioni. LXDE è in una posizione simile.
        XFCE non è maturo
        e solo nella versione customizzata di Ubuntu ha
        l'ultima versione di Thunar che ti permette di
        collegarti su fs esterni, se devo usare Gigolo e
        farmi i mount a mano piuttosto uso Windows
        7.Esagerato! :D Non seguo XFCE, ma se è l'ultima versione stabile dovrebbe essere disponibile per tutte le distribuzioni.
        Comunque in questo momento uso "ancora" KDE su
        Kubuntu, ed è l'unica che funziona decentemente,
        come altri da queste parti anche io l'avevo usata
        ai vecchi tempi poi abbandonata dopo la versione
        4 e ora
        ripresa.Allora dovresti vedere KDE ben supportato! 8) Ti consiglio openSUSE ;)
        È un po`dura da affrontare ma l'unica
        interfaccia evoluta che se usata bene ti dà il
        desktop tradizionale e tante altre cose in più e
        le ultime versioni sembrano stabili, poi usa le
        GL native di QT4 e non quell'accrocchio di
        Compiz.Perché ti è sembrata un po' dura?
        Naturalmente, in considerazione del fatto che con
        molte probabilità verso aprile o ottobre
        dell'anno prossimo, riceveremo la notizia che
        Kubuntu e Xubuntu non fanno parte più del branch
        ufficiale di Ubuntu mi sono messo al riparo con
        la doppia partizione.È sempre utile comunque.
        Intanto mi sto sbattendo per cercare una
        distribuzione alternativa e vedere come vanno le
        cose, stavo ripensando a Debian così vado sul
        sicuro ma aspetto che migrino la KDE 4.7 nel
        Wheezy anche se usare una testing per lavorare mi
        mette sempre un po` di ansia (ovviamente la
        stessa cosa vale per MINT LMDE, le altre sono
        ancora
        Ubuntu).In generale i rami testing e unstable di Debian sono piuttosto affidabili, soprattutto in confronto ad Ubuntu :D Per lavorare con tranquillità è necessario altro comunque: separa la partizione dei dati (solitamente /home) dal resto, esegui una copia di sicurezza frequentemente (magari automaticamente) e fai attenzione ad aggiornamenti o installazioni.Per il resto, usare più partizioni e relative installazioni è una gran comodità sotto diversi punti di vista (geek)
        • benkj scrive:
          Re: Chissà perché !
          Debian testing va bene anche per lavoro, io l'uso tranquillamente da anni e ti posso assicurare che e' molto stabile. L'unico problema che ho avuto io e' con i driver nvidia, per un periodo bisognava aggiornare tutto a mano (seppur tramite gli script di debian). Per il resto non ho mai avuto problemi. Dopotutto i pacchetti sid passano su testing dopo X giorni solo se nel frattempo non sono stati trovati bug... mi sembra un ottimo metodo.Il problema con Debian testing e' che se sei uno come me che ha la smania d'aggiornamento, debian testing non fa per te. I pesci piccoli sono aggiornati solitamente, ma quelli grossi sono indietro mesi, anni talvolta. Ad esempio ci siamo ciucciati gnome 2.14 per un bel po', quando a giro c'era gia' la 2.18 e stava per venir fuori la 2.20. Kde 4 l'anno aggiunto non prima della 4.2, anche se non ricordo per bene. Gnome 3 lo stanno aggiungendo ora.Insomma... non e' cosi' "testing" come puoi immaginare, e' ben rodata. Debian stable invece e' semplicemente obsoleta, ha senso solo sui server.
          • Ill Informer scrive:
            Re: Chissà perché !
            - Scritto da: benkj
            Debian testing va bene anche per lavoro, io l'uso
            tranquillamente da anni e ti posso assicurare che
            e' molto stabile. L'unico problema che ho avuto
            io e' con i driver nvidia, per un periodo
            bisognava aggiornare tutto a mano (seppur tramite
            gli script di debian). Per il resto non ho mai
            avuto problemi. Dopotutto i pacchetti sid passano
            su testing dopo X giorni solo se nel frattempo
            non sono stati trovati bug... mi sembra un ottimo
            metodo.
            Si infatti penso che questa sia veramente l'unica alternativa, almeno si sta abbastanza sul sicuro e poi comunque è abbastanza aggiornata. Sarebbe bello se avesse già la KDE 4.7 ma probabilmente i pesci grossi non li aggiornano subito, proprio perché sono più difficili da testare.
      • benkj scrive:
        Re: Chissà perché !
        Gia' e' per questo che da un po' di tempo sto provato E17, con successi altalentanti: il desktop e' molto bello e altamente configurabile. Il problema maggiore pero' e' che non e' integrato con niente di standard ed uno deve riconfigurarsi a mano tutto, dal tema delle gtk agli xdg-mime per aprire i programmi di default ecc. Purtroppo non sono mai riuscito a configurare i fonts in modo che avessero un effetto gradevole.Per questo vorrei provare una distribuzione con e17 preinstallato e configurato di default, come Bodhi Linux appunto: una derivata di Ubuntu minimale incentrata su e17.Non sono mai stato un amante di Kde, neanche quando era alla 1.1... troppo pesante e troppo simile a windows.
      • Funz scrive:
        Re: Chissà perché !
        - Scritto da: Ill Informer
        Comunque in questo momento uso "ancora" KDE su
        Kubuntu, ed è l'unica che funziona decentemente,
        come altri da queste parti anche io l'avevo usata
        ai vecchi tempi poi abbandonata dopo la versione
        4 e ora
        ripresa.
        È un po`dura da affrontare ma l'unica
        interfaccia evoluta che se usata bene ti dà il
        desktop tradizionale e tante altre cose in più e
        le ultime versioni sembrano stabili, poi usa le
        GL native di QT4 e non quell'accrocchio di
        Compiz.
        Naturalmente, in considerazione del fatto che con
        molte probabilità verso aprile o ottobre
        dell'anno prossimo, riceveremo la notizia che
        Kubuntu e Xubuntu non fanno parte più del branch
        ufficiale di Ubuntu mi sono messo al riparo con
        la doppia partizione.
        Intanto mi sto sbattendo per cercare una
        distribuzione alternativa e vedere come vanno le
        cose, stavo ripensando a Debian così vado sul
        sicuro ma aspetto che migrino la KDE 4.7 nel
        Wheezy anche se usare una testing per lavorare mi
        mette sempre un po` di ansia (ovviamente la
        stessa cosa vale per MINT LMDE, le altre sono
        ancora
        Ubuntu).


        Anzi se qualcuno puo' darmi qualche
        consiglio
        su

        una distribuzione buona per i laptop e' bene

        accetto. Requisiti: ottimo riconoscimento

        hardware, ma totale possibilita' di

        personalizzazione.



        Anche io sono su Kubuntu sto cercando una buona soluzione con KDE (per il PC fisso), che sia rolling. Mi sto orientando su Chakra (basata su Arch), in attesa di LMDE - KDE.Però sono un po' dubbioso, il punto di forza di Ubuntu sono sicuramente i suoi repository e i PPA, e cambiando distro ho paura di non trovarmi altrettanto bene.
    • gullio scrive:
      Re: Chissà perché !
      openuse con kde, riconosce praticamente tutto ed è completamente personalizzabile
    • The FoX scrive:
      Re: Chissà perché !
      Per personalizzare Unity provate My Unity.Per ora disponibile solo tramite PPA ma a breve direttamente dai repo di Canonical.Lo trovate con San Google o partendo dal sito di UIELinux.
      • benkj scrive:
        Re: Chissà perché !
        Conosco my unity, ma e' solo un wrapper per gsettings. Ok semplifica alcuni compiti, ma non fa niente che tu non possa gia' fare in altri modi, o con ccsm o con dconf-editor. Il problema e' un altro: anche con questi strumenti si puo' fare ben poco.
    • Nickless scrive:
      Re: Chissà perché !
      - Scritto da: Ill Informer
      Non è tanto il fatto di avere adottato Unity ma è
      il modo in cui l'ha fatto che sta ad indicare un
      goffo tentativo di modificare il pensiero degli
      utenticambiare un interfaccia utente è sempre un modo di andare contro la tendenza conservativa degli stessi.Ubuntu non ha i soldi di MS o di Apple e i cambiamenti li deve fare un po' alla volta.Se avessero messo Unity come opzione lo avrebbero testato e sbacato in pochi.
    • AMEN scrive:
      Re: Chissà perché !
      - Scritto da: Ill Informer

      Prima cosa Distrowatch non è un semisconosciuto
      sito a caso ma è è un punto di riferimento
      oggettivo del mondo Linux e per anni Ubuntu è
      stata la distribuzione più scaricata, poi per chi
      conosce bene questo mondo sa che su certe cose
      non transige e il caro Mark, mi spiace ma questa
      volta l'ha fatta fuori dal vaso.
      Con tutti i soldi che Mark ha buttato su Canonical, a mio avviso, ha tutto il diritto di fare quello che vuole...
    • AMEN scrive:
      Re: Chissà perché !
      - Scritto da: benkj
      Pienamente d'accordo con te. Mark vuole diventare
      il nuovo Steve Jobs, Il fatto è che SJ i soldi li faceva (e a pacchi), Mark i soldi li butta (o investe, dipende) in Ubuntu.
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: Chissà perché !
        - Scritto da: AMEN
        - Scritto da: benkj

        Pienamente d'accordo con te. Mark vuole
        diventare

        il nuovo Steve Jobs,

        Il fatto è che SJ i soldi li faceva (e a pacchi),
        Mark i soldi li butta (o investe, dipende) in
        Ubuntu.Veramente leggendo la biografia si apprende che è arrivato a un passo dal perdere tutto.La differenza secondo me è che steve aveva gusto e mark no.Steve seguiva il suo intuito, mark sembra uno che ha comprato il bigino del buon designer.Mark poi ha fatto i soldi, ma non grazie a una cosa che riguardava il desktop.
  • epala scrive:
    I problemi di Ubuntu
    Indipendentemente dalla relae diffusione (è certamente ancora la distro più diffusa) distrowatch dimostra solo una tendenza (effettivamente vera).Credo che di base i problemi di Ubuntu siano:- non ha versioni rolling (indispensabili per entrare nei luoghi di lavoro e per gli utenti che vogliono da un S.O. solo uno "strumento", non una dimostrazione di alta informatica ....);- non KDE (a mio parere sempre un passo avanti, potente e configurabilissima);- non ha un centro di controllo serio!Al momento ai nuovi utenti suggerisco PCLinuxOS, che ha tutte queste caratteristiche ... veramente da provare! In seconda battuta Mandriva, che purtroppo non è rolling.
    • faccioillog in scrive:
      Re: I problemi di Ubuntu
      - Scritto da: epala
      Credo che di base i problemi di Ubuntu siano:
      - non ha versioni rolling (indispensabili per
      entrare nei luoghi di lavoro e per gli utenti che
      vogliono da un S.O. solo uno "strumento", non una
      dimostrazione di alta informatica
      ....);?
    • lavoratore scrive:
      Re: I problemi di Ubuntu
      - le versioni rolling sono assolutamente sconsigliate per chi lavora, data la loro risaputa affidabilità precaria (prima o poi sicuramente esce fuori un aggiornamento che fa danni seri riparabili solo da esperti)- forse non sai che esiste kubuntu che usa kde?- centro di controllo non serio per quali motivi?- ho provato pclinuxos e l'ho abbandonato immediatamente a causa della sua elevata instabilità (roba da record)!
      • epala scrive:
        Re: I problemi di Ubuntu
        Forse non avete mai usato una distro rolling ... o forse non lavorate!Arch sarebbe instabile?Mint versione LMDE sarebbe instabile?PCLinuxOS sarebbe instabile? ... cominciate ad usarle bene e poi vedrete!Forse Sabayon è a volte un po' pericolosa ... ma è semplicemente geniale.PS: kubuntu ha una orribile integrazione di kde! Allontana gli utenti da kde! Molto meglio Ubuntu.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 novembre 2011 16.17-----------------------------------------------------------
        • lavoratore scrive:
          Re: I problemi di Ubuntu
          - Scritto da: epala
          Forse non avete mai usato una distro rolling ...
          o forse non lavorate!guarda che ho a lungo testato personalmente alcune rolling per lavoro e me ne sono pentito amaramente, oltre al fatto che sono gli stessi sviluppatori a sconsigliarlo (basta leggere le raccomandazioni prima di scaricare)!da quanto tempo hai una rolling installata e funzionante in ambito professionale? possibile che dopo un anno o due non ti sia mai capitato un aggiornamento dannoso?vedrai comunque che è solo questione di tempo, prima o poi capiterà anche a te e così finalmente la smetterai di dire in giro che le rolling sono stabili e adatte ai desktop produttivi...
          • Gasogen scrive:
            Re: I problemi di Ubuntu
            - Scritto da: lavoratore
            da quanto tempo hai una rolling installata e
            funzionante in ambito professionale? possibile
            che dopo un anno o due non ti sia mai capitato un
            aggiornamento
            dannoso?Vogliamo ricordare quando Arch non digeriva una nuova versione di udev con conseguenti kernel panic al boot e boot normale una volta ogni 10?
        • lol scrive:
          Re: I problemi di Ubuntu
          Lascia perdere Arch! Non hanno ancora implementato i pacchetti firmati digitalmente, roba da matti.
          • epala scrive:
            Re: I problemi di Ubuntu
            lavorare non significa mica solo gestire le logistica di un'azienda, lavorare in banca o altre situazioni così vincolanti sotto il profilo di stabilità e software! Esistono migliaia di persone che lavorano con il computer eseguendo banalmente i soliti maledetti pacchetti parte dell'Office ... e non sono affatto pochi! Voi pensate per caso che con l'innominabile sistema operativo (MS) non abbiano mai problemi? Ecco la mia esperienza è totalmente opposta. Il problema di Ubuntu (se escludiamo aspetti prettamente grafici) è che il supporto troppo breve soprattutto per un libero professionista ... ma anche per una scuola o altro. Io guardo ai fatti, resto a volte stupito pure io, ma la stabilità e praticità delle semi-rolling è per me molto interessante.
    • attonito scrive:
      Re: I problemi di Ubuntu
      - Scritto da: epala
      Indipendentemente dalla relae diffusione (è
      certamente ancora la distro più diffusa)
      distrowatch dimostra solo una tendenza
      (effettivamente
      vera).
      Credo che di base i problemi di Ubuntu siano:
      - non ha versioni rolling (indispensabili per
      entrare nei luoghi di lavoro e per gli utenti che
      vogliono da un S.O. solo uno "strumento", non una
      dimostrazione di alta informatica
      ....);
      - non KDE (a mio parere sempre un passo avanti,
      potente e
      configurabilissima);
      - non ha un centro di controllo serio!
      Al momento ai nuovi utenti suggerisco PCLinuxOS,
      che ha tutte queste caratteristiche ... veramente
      da provare! In seconda battuta Mandriva, che
      purtroppo non è rollingera parecchio che non leggevo cosi' tante XXXXXXXte in cosi' poche righe.
  • uno nessuno scrive:
    mariuccia, impara l'abc
    Caro Mariuccia, da 15 anni molte persone si scontrano quotidianamente con la tua incapacità. Penso che qualsiasi scolaretto delle elementari potrebbe darti lezioni di giornalismo, sbalordendoti con nozioni che non avresti mai potuto apprendere da solo.DistroWatch non rappresenta tutta la popolazione mondiale, ma solo quella piccola parte che si interessa attivamente alle differenze tra le varie distribuzioni GNU, e che è interessata a far conoscere le proprie opinioni su quel sito specifico. Non solo negli ultimi 30 Ubuntu non ha smesso di essere la distro più diffusa, ma perfino una buona parte di quel 66% da te citato sono utenti Ubuntu che vogliono esprimere la propria delusione. E' così che funzionano i sondaggi su internet - cioè la tua unica fonte di informazione.Ora tu penserai che io sia un fan di Ubuntu. Questo perchè sei un fan boy. In realtà non lo sono, anzi se dovessi scegliere tra le due sceglierei Mint. Ma, a differenza di te, non credo che i miei gusti personali siano una ragione sufficiente per raccontare cretinate alla gente.Con immutata stima,Uno Nessuno
    • BFidus scrive:
      Re: mariuccia, impara l'abc
      - Scritto da: uno nessuno
      Uno NessunoE centomila :D
    • attonito scrive:
      Re: mariuccia, impara l'abc

      Con immutata stima,nel senso che non ne avevi prima (di stima) e on ne hai ora, giusto?correggimi se sbaglio.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: mariuccia, impara l'abc
      - Scritto da: uno nessuno
      Caro Mariuccia, da 15 anni molte persone si
      scontrano quotidianamente con la tua incapacità.15 anni? Alla faccia.... Praticamente sono un incapace dai primi giorni in cui ho cominciato a usarla, Internet?!? Però.... e pensare che prima di qualche anno fa manco i forum frequentavo, e il mio nome on-line non risultava da nessuna parte. Sei un fenomeno XD
      • pippo75 scrive:
        Re: mariuccia, impara l'abc

        15 anni? Alla faccia.... Praticamente sono un
        incapace dai primi giorni in cui ho cominciato a
        usarla, Internet?!? Però.... e pensare che prima
        di qualche anno fa manco i forum frequentavo, e
        il mio nome on-line non risultava da nessuna
        parte. Sei un fenomeno
        XDSe leggi questo messaggio, visto che citi Mint, sembra che tra qualche giorno debba uscire Mint versione 12, non è che hai voglia di fare da <s
        cavia </s
        tester e fare un articoletto. Tanto se in 15 anni non sei stato capace, non puoi peggiorare :p :p :p :p :p ( scherzo, in realtà ci riesci )-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 novembre 2011 12.55-----------------------------------------------------------
      • Sgabbio scrive:
        Re: mariuccia, impara l'abc
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        - Scritto da: uno nessuno

        Caro Mariuccia, da 15 anni molte persone si

        scontrano quotidianamente con la tua
        incapacità.

        15 anni? Alla faccia.... Praticamente sono un
        incapace dai primi giorni in cui ho cominciato a
        usarla, Internet?!? Però.... e pensare che prima
        di qualche anno fa manco i forum frequentavo, e
        il mio nome on-line non risultava da nessuna
        parte. Sei un fenomeno
        XDConsiderando il tuo modo di frequentare i forum di PI è meglio che non li usi affatto.
        • Matrix scrive:
          Re: mariuccia, impara l'abc
          Ma che ci stai a far su questo forum? Sei qui solo per lamentarti e offendere. Cambia sito e fai felice te stesso e tutti gli altri.
        • p4bl0 scrive:
          Re: mariuccia, impara l'abc
          - Scritto da: Sgabbio
          - Scritto da: Alfonso Maruccia

          - Scritto da: uno nessuno


          Caro Mariuccia, da 15 anni molte persone si


          scontrano quotidianamente con la tua

          incapacità.



          15 anni? Alla faccia.... Praticamente sono un

          incapace dai primi giorni in cui ho cominciato a

          usarla, Internet?!? Però.... e pensare che prima

          di qualche anno fa manco i forum frequentavo, e

          il mio nome on-line non risultava da nessuna

          parte. Sei un fenomeno

          XD

          Considerando il tuo modo di frequentare i forum
          di PI è meglio che non li usi
          affatto.beh questo vale per la quasi totalità degli utenti di PI
    • Matrix scrive:
      Re: mariuccia, impara l'abc
      Gusti personali !?!? Guarda che siti che dicono che linux mint ha superato di popolarità ubuntu c'è ne sono a valanghe. Adesso fatti un giro negli altri siti e vai a dire anche agli altri che hanno scritto gli articoli che sono degli incapaci.
  • Dottor Stranamore scrive:
    Re: Domanda
    - Scritto da: Nome e cognome
    Ma in Ubuntu-ubuntu, cosa costerebbe fare un
    ballot screen in fase di installazione, magari
    come opzione avanzata, in cui si sceglie da
    subito Gnome, piuttosto che Unity, piuttosto che
    KDE, piuttosto che
    XFCE?
    Perché Shuttleworth vuole avere la stessa interfaccia per PC, tablet, smartphone, automobile, dirigibile, mongolfiera, lavatrice.Per questo si chiama Unity.Se tu offri più possibilità loro dopo come azienda devono supportare più sistemi. PEr la stessa ragione Unity è poco configurabile.
  • Dottor Stranamore scrive:
    WOW notizia freschissima
    Alfonso è tornato da un viaggio indietro nel tempo con la sua delorean.
  • Andreabont scrive:
    Tendenza reale
    Io stesso sono passato da Ubuntu ad Arch (con kde). Tenevo Ubuntu per la semplice comodità con cui gestisce i driver. Purtroppo con Unity ha perso moltissimo. L'integrazione è ottima, ma è una interfaccia limitata messa in fretta e furia. Se ne potrà riparlare dopo vari rilasci di evoluzione. Allora vedremo se potrà competere con altre interfaccie.Gnome-Shell uguale, forse un pò più configurabile, ma mi ricorda troppo una interfaccia da cellulare...
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Tendenza reale
      - Scritto da: Andreabont
      Gnome-Shell uguale, forse un pò più
      configurabile, ma mi ricorda troppo una
      interfaccia da
      cellulare...Gnome-shell ora è inutilizzabile, però almeno ha un aspetto gradevole e forse in futuro sarà utilizzabile. Il problema è che crea un sacco di problemi proprio nei programmi di grafica che alla fine sono quelli fatti meglio sul desktop: inkscape, gimp, blender, mypaint.Così avremo ancora più frammentazione, un bel capolavoro. Se non fosse che Gnome vuole eliminare il discorso delle distro che secondo loro pacchettizzano e basta prendendosi tutto il merito, ostacolando le scelte degli sviluppatori facendo dei cambiamenti arbitrari. Gnome vuole fare il suo Gnome OS OEM.
    • TheBishop scrive:
      Re: Tendenza reale
      - Scritto da: Andreabont
      Io stesso sono passato da Ubuntu ad Arch (con
      kde).Ottima scelta!!!
      Tenevo Ubuntu per la semplice comodità con
      cui gestisce i driver. Purtroppo con Unity ha
      perso moltissimo.Devo dire che non Ubuntu non mi e' mai piaciuta, e adesso con le scelte portate avanti da Canonical nelle ultime due/tre release la mia opinione e' solo peggiorata. Da notare che diversi Ubuntisti della prima ora, adesso fanno certe mie stesse considerazioni.Peccato perche', turandomi bene il naso, la consigliavo come prima scelta per i nuovi utenti dalle ridotte ambizioni tecniche proprio per i motivi da te indicati.
      L'integrazione è ottima, ma è una interfaccia
      limitata messa in fretta e furia. Mah, ci ho messo mano poco (su una macchina che ho installato ad un amico) e su integrazione e gestione del sistema c'e' ancora molto da fare.Avevo intenzione di provare Mageia per vedere se puo' andare come alternativa ad Ubuntu per i neofiti di GNU/Linux: deriva da Mandriva (e quindi da Mandrake) che ho usato molti anni fa, e ricordo che oltre ad una integrazione quasi perfetta, gia' allora aveva un sistema di configurazione e gestione che fa' invidia a molte distribuzioni moderne (il Mandrake Control Center).
      Se ne potrà
      riparlare dopo vari rilasci di evoluzione. Allora
      vedremo se potrà competere con altre
      interfaccie.Mah, ho i miei dubbi...
      Gnome-Shell uguale, forse un pò più
      configurabile, ma mi ricorda troppo una
      interfaccia da
      cellulare...Stessa impressione.Purtroppo sembra che il trend sia quello (vedi anche interfaccia Metro di Windows 8). Questa tendenza mi spaventa non poco, perche se un'interfaccia simile puo' andar bene per un'utenza prevalentemente domestica, non si puo' dire altrettanto in ambito lavorativo/aziendale. Dopo tutto il PC deve essere uno strumento di lavoro, non un "cellofono" un po' piu' grande...
  • Marcello Cotechini scrive:
    Ma..?
    Ma Mint non era basata sul ramo testing di Debian, e non più su ubuntu?
    • pippo75 scrive:
      Re: Ma..?
      - Scritto da: Marcello Cotechini
      Ma Mint non era basata sul ramo testing di
      Debian, e non più su
      ubuntu?Se non mi sbaglio ci sue due versioni di Mint, una basata su Ubuntu ed una su Debian,La prima "Mint Debian", la seconda "Mint xx" con XX ferma ad 11 ed in prossima uscita la 12.
      • lol scrive:
        Re: Ma..?
        Tecnicamente essendo una rolling release, non dovrebbe avere un numero di versione. Lo fanno diciamo per "stabilizzare" i pacchetti e avere una partenza fresca (o per chi magari attente una versione ufficiale).
        • TheBishop scrive:
          Re: Ma..?
          - Scritto da: lol
          Tecnicamente essendo una rolling release, non
          dovrebbe avere un numero di versione. Lo fanno
          diciamo per "stabilizzare" i pacchetti e avere
          una partenza fresca (o per chi magari attente una
          versione
          ufficiale).Solo la LMDE e le sue varianti sono rolling release.Le Mint "classiche", quelle con il numero di versione, no. Queste ultime sono basate su delle release di Ubuntu e seguono lo stesso schema di sviluppo (benche' il version number adottato sia diverso).
  • Stargatto scrive:
    Distrowatch???
    Siamo tutti d'accordo nel dire che distrowath è fonte ben poco attendibile per questo genere di statistiche, visto che in pratica viene contato il numero di accessi alle loro pagine con le info sulle distribuzioni. Basterebbe mettere un link a distrowatch sui portali di Ubuntu, Mint, Arch per farne crescere automaticamente la popolarità...
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Distrowatch???
      - Scritto da: Stargatto
      Siamo tutti d'accordo nel dire che distrowath è
      fonte ben poco attendibile per questo genere di
      statistiche, visto che in pratica viene contato
      il numero di accessi alle loro pagine con le info
      sulle distribuzioni. Basterebbe mettere un link a
      distrowatch sui portali di Ubuntu, Mint, Arch per
      farne crescere automaticamente la
      popolarità...Dopo che è uscita Ubuntu quelli di Mint hanno detto che pochi giorni dopo il loro traffico per il download della ISO è aumentato del 40%. Fai un po' tu. Adesso non ricevono più soldi dalle donazioni, ma stanno facendo contratti con i motori di ricerca.
  • pippo75 scrive:
    Re: Ubuntu ha Gnome!
    - Scritto da: BFidus
    Ubuntu ha Gnome, Unity e' una shell che si
    appoggia a compiz e sostituisce
    Gnome-shell.allora ricordavo bene, ma Mint non sta passando a Mate che dovrebbe essere un fork di Gnome ? ( Gnome 2 con le librerie versione 3 se non sbaglio ).
    • collione scrive:
      Re: Ubuntu ha Gnome!
      no, mint ha deciso di puntare su mgse, una nuova shell su gnome3
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Ubuntu ha Gnome!
      - Scritto da: pippo75
      - Scritto da: BFidus

      Ubuntu ha Gnome, Unity e' una shell che si

      appoggia a compiz e sostituisce

      Gnome-shell.

      allora ricordavo bene, ma Mint non sta passando a
      Mate che dovrebbe essere un fork di Gnome ? (
      Gnome 2 con le librerie versione 3 se non sbaglio
      ).Mint in via transitoria farà una specie di ibrido che cerca di accontentare gli scontenti, ma di restare al passo coi tempi.
  • silentjdk scrive:
    infatti....
    ... è al secondo posto dietro Mint.Potevate pure guardarla la classifica.
    • Anonymous scrive:
      Re: infatti....
      - Scritto da: silentjdk
      ... è al secondo posto dietro Mint.
      Potevate pure guardarla la classifica.E aspettate nel vedere quando uscirà ElementaryOS Luna.
Chiudi i commenti