L'impatto degli investimenti AWS sul PIL dell'Italia

L'impatto degli investimenti AWS sul PIL dell'Italia

Tra gli investimenti di AWS in Italia, quello da 2 miliardi di euro pianificato da qui al 2029: l'impatto sull'economia del paese.
Tra gli investimenti di AWS in Italia, quello da 2 miliardi di euro pianificato da qui al 2029: l'impatto sull'economia del paese.

AWS (Amazon Web Services) pubblica oggi lo studio “AWS Economic Impact Study: AWS Investment in Italy”. Il documento analizza l’impatto del proprio impegno in Italia. Sottolinea, tra le altre cose, come sia previsto un maxi investimento da 2 miliardi di euro entro il 2029. Contribuirà complessivamente per circa 3,7 miliardi di euro al PIL del Paese. Il gruppo punta sempre più sul nostro territorio. Lo fa spingendo sull’innovazione tecnologica, sulla creazione di posti di lavoro, sul supporto alle reti di fornitori locali e alle comunità.

AWS in Italia: gli investimenti e il loro impatto economico

Come si legge nel comunicato stampa giunto in redazione, la cifra è da intendersi comprensiva sia delle spese in conto capitale sia di quelle operative per la creazione e per il funzionamento della Regione AWS Europa (Milano), incluse le spese di cassa direttamente attribuibili al progetto, ad esempio per l’importazione di apparecchiature e software altamente specializzati e proprietari, oltre che per le spese nazionali per la progettazione e le operazioni.

La presenza di AWS in Italia

In merito all’impatto sull’occupazione, la stima mira al sostegno per 1.155 posti di lavoro equivalenti a tempo pieno (FTE), nelle tempistiche specificate in apertura. Le posizioni riguarderanno ruoli inerenti alla catena di approvvigionamento dei data center, alle telecomunicazioni, all’edilizia non residenziale, alla generazione di elettricità, alla manutenzione delle strutture e alle operazioni del data center. Queste le parole di Carlo Giorgi, Managing Director di Amazon Web Services Italy.

I nostri piani di investimento contribuiranno per circa 3,7 miliardi di euro al PIL italiano entro il 2029, grazie anche alla nostra Regione AWS di Milano. L’Italia è un Paese innovativo e stiamo assistendo a un numero sempre maggiore di organizzazioni che scelgono AWS Cloud per eseguire i propri carichi di lavoro mission-critical e ottenere risparmi sui costi, accelerare l’innovazione e il time-to-market. La Region AWS consente a un numero ancora maggiore di sviluppatori, startup e imprese, nonché a organizzazioni governative, educative e no profit di eseguire le proprie applicazioni e servire gli utenti finali da data center situati in Italia. La tecnologia cloud è al centro del programma di trasformazione digitale del governo italiano, che ha l’obiettivo di reinventare i servizi messi a disposizione dei cittadini.

L'impatto degli investimenti di AWS in Italia

La presenza di AWS nel nostro paese

L’investimento relativo alla Region AWS Europa (Milano) va ad aggiungersi a quelli già pianificati e attuati da Amazon Web Services nel nostro paese. L’esordio è avvenuto nel 2012. Risale a dieci anni fa il lancio di una AWS Edge location situata a Milano. Sono poi arrivati un ufficio nel capoluogo lombardo nel 2014 e un altro a Roma due anni più tardi.

Per il calcolo dell’impatto economico è stata impiegata la metodologia input-output. È il sistema elaborato e introdotto dall’economista Wassily Leontief nel 1941. Viene misurato l’impatto dell’espansione o della contrazione di un’attività economica su altre attività economiche e sull’economia locale nel suo insieme.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 14 giu 2022
Link copiato negli appunti