BBC e la nuova politica dei link

I lettori online saranno indirizzati verso argomenti di specifica rilevanza come statistiche e paper scientifici. Aboliti i link alle homepage dei siti di riferimento. Mentre Reuters annuncia la rimozione dei commenti anonimi

Roma – Una precisazione prima di tutto. I link sono essenziali per il giornalismo online . Almeno secondo un documento di recente apparso online, una serie di slide diffuse internamente alle varie redazioni web della britannica BBC.

Nuove policy in materia di linking sono state dunque diramate, a ricordare alle varie penne tastiere come cambieranno alcune abitudini finora consolidate. Ad esempio, quella riguardante l’indirizzamento del lettore verso le semplici homepage dei vari siti usati come riferimento dai giornalisti.

I collegamenti dovranno ora trasportare gli utenti verso pagine web di specifica rilevanza , cercando di evitare l’informazione spicciola in favore di quel materiale utile per approfondire la vicenda in esame. Analisi, paper scientifici, statistiche, ma anche sessioni di domande e risposte e gallery fotografiche.

Obiettivo del broadcaster britannico, giungere entro il 2013 a raddoppiare il numero di link verso fonti esterne. Dai 10 milioni attuali a 20 milioni di collegamenti . Ma soprattutto riferimenti che abbiano un valore per chi legge, che fungano effettivamente da complemento.

E sempre a proposito di policy, l’agenzia di stampa Reuters ha di recente annunciato la rimozione dei commenti anonimi agli articoli sul suo sito ufficiale. Motivo? Evitare comportamenti descritti come incivili.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • panda rossa scrive:
    L'incapacita' di sviluppare...
    Finche' invece di sviluppare in proprio, vanno ad acquistare roba fatta da altri sara' sempre un fallimento!
    • Picchiatell o scrive:
      Re: L'incapacita' di sviluppare...
      - Scritto da: panda rossa
      Finche' invece di sviluppare in proprio, vanno ad
      acquistare roba fatta da altri sara' sempre un
      fallimento!Beh il vero problema e' che non riescono a copiare come una volta, ancorpiu' che nel presente e' piu' difficile vincere una causa ....Altro problema non riescono piu' ad accapparrarsi le perosone chiave delle produzioni della concorrenza....siamo seri chi vorrebbe avere Ballmer come datore di lavoro....ben pochi se sai di valere quello per cui ti pagano.
    • p4bl0 scrive:
      Re: L'incapacita' di sviluppare...
      L'incapacità di restare in topic...Finche' invece di commentare sulla notizia, vai a scrivere roba che non c'entra un benemerito sara' sempre un fallimento
      • panda rossa scrive:
        Re: L'incapacita' di sviluppare...
        - Scritto da: p4bl0
        L'incapacità di restare in topic...

        Finche' invece di commentare sulla notizia, vai a
        scrivere roba che non c'entra un benemerito sara'
        sempre un
        fallimentoQuale parte di "acquisizione salata" presente nell'articolo, non ti e' chiara?
Chiudi i commenti