BBC, lo show continua sul web

Pronta al lancio una piattaforma per il download di vecchi spettacoli televisivi del broadcaster britannico. Al prezzo - senza trattenute in stile iTunes - di quasi 2 sterline. E i produttori partner gongolano

Roma – È stata soprannominata Project Barcelona ed è la nuova iniziativa promossa dalla storica emittente britannica BBC per permettere ai suoi spettatori di scaricare tutti i vecchi show televisivi. L’intero archivio del broadcaster d’Albione in versione download-to-own , per lanciare il grido di battaglia al gigante iTunes.

Stando a quanto riferito dalla testata PaidContent , Project Barcelona prevederà la vendita di singoli spettacoli televisivi al prezzo di 1,89 sterline ciascuno . I vertici della BBC hanno finalmente concluso i negoziati con vari produttori indipendenti, entusiasti di una nuova opportunità di business per il riuso dei contenuti oltre che di una piattaforma che lenirà i lamentati dolori causati dalla condivisione illegale.

In 85 anni di storia, BBC non aveva mai pensato ad un progetto così innovativo. Gli spettatori britannici sono già legati al pagamento di una sorta di canone annuale – quasi 150 sterline – previsto dal Royal Charter dello stesso broadcaster . Il servizio iPlayer permette poi la visione gratuita degli show fino a 30 giorni dopo la primissima messa in onda.

Ma il formato download-to-own sembra la nuova frontiera per i produttori partner di BBC . Entro 5 anni, la piattaforma dovrebbe garantire un flusso in entrata pari a 13 milioni di sterline . La chiave del successo potrebbe essere l’assenza di una trattenuta – iTunes si accaparra il 30 per cento – sullo scaricamento dei vecchi spettacoli televisivi.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • marietto2008 scrive:
    mariuccios
    mi fate skifo ragazzi. Non avete idea di quanto lavoro ci sia dietro al quel simulatore di "melda" che vedete. Eppure avete comunque il coraggio di criticare. Non solo. Sembra che mangiate computers a colazione,ma poi da quello ke scrivete si evince che non capite niente.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 marzo 2012 01.59-----------------------------------------------------------
    • grubbolo scrive:
      Re: mariuccios
      Forse quello che non capisce niente sei tu.Un programma non deve solo produrre un risultato, ma deve produrre un risultato significativo.Se creo un programma che pone quiz ed è capace di chiedere solo di che colore era il cavallo bianco di Napoleone, ho creato sicuramente un programma che funziona, ma che non serve a niente.Nemmeno a far da base per sviluppi futuri.
  • grubbolo scrive:
    Se questa è intelligenza artificiale
    Se questa è intelligenza artificiale, preferisco la stupidità reale degli umani.I giochi di Angelina fanno tutti schifo.Potranno essere divertenti per una calcolatrice o un registratore di cassa, ma a me hanno fatto solo chiedere "povera CPU che stai dietro tutto questo, che ti fanno fare? che ti hanno insegnato?"
    • Pirata Sanguinari o scrive:
      Re: Se questa è intelligenza artificiale
      - Scritto da: grubbolo
      Se questa è intelligenza artificiale, preferisco
      la stupidità reale degli
      umani.
      I giochi di Angelina fanno tutti schifo.
      Potranno essere divertenti per una calcolatrice o
      un registratore di cassa, ma a me hanno fatto
      solo chiedere "povera CPU che stai dietro tutto
      questo, che ti fanno fare? che ti hanno
      insegnato?"che centra... per ora sono così, ma da qualche parte bisogna pur iniziare, no? L'aspetto importante è la capacità di combinare in maniera intelligente i vari elementi utili alla costruzione di un gioco, che il risultato sia in bianco e nero o in grafica 3d superpompata esula dagli scopi del progetto.
      • grubbolo scrive:
        Re: Se questa è intelligenza artificiale
        Chi ha parlato di grafica?Ho detto che non sono divertenti.Prima di tutto devono insegnare ad Angelina a fare giochi che "funzionano" e su questo fondamentale punto non è che siamo lontani, non siamo nemmeno all'inizio.
        • bubba scrive:
          Re: Se questa è intelligenza artificiale
          - Scritto da: grubbolo
          Chi ha parlato di grafica?
          Ho detto che non sono divertenti.
          Prima di tutto devono insegnare ad Angelina a
          fare giochi che "funzionano" e su questo
          fondamentale punto non è che siamo lontani, non
          siamo nemmeno
          all'inizio.ma che hai, 12 anni? ieri ho giusto provato una di quelle demo.. e la costruzione era quella di un platform alla Mario Bros (quello del '83) ... quindi la tua sparata e' esagerata (ma comprensibile, se ti aspettavi W.o.W o call of duty)
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Se questa è intelligenza artificiale
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: grubbolo

            Chi ha parlato di grafica?

            Ho detto che non sono divertenti.

            Prima di tutto devono insegnare ad Angelina a

            fare giochi che "funzionano" e su questo

            fondamentale punto non è che siamo lontani, non

            siamo nemmeno

            all'inizio.
            ma che hai, 12 anni? ieri ho giusto provato una
            di quelle demo.. e la costruzione era quella di
            un platform alla Mario Bros (quello del '83) ...
            quindi la tua sparata e' esagerata (ma
            comprensibile, se ti aspettavi W.o.W o call of
            duty)No, la differenza è che Mario dell'83 era divertente perchè i livelli erano stati pensati da un'intelligenza umana, mentre il platform generato da Angelina (Jolie?) fa pena perchè di fatto è random, o quasi! Altro che I.A.....
          • grubbolo scrive:
            Re: Se questa è intelligenza artificiale
            Tu sei un altro di quelli convinti che la grafica sia quello che fa e definisce un videogioco, vero?Beh, allora ti faccio una domanda.Come mai tra i primi giochi creati da Angelina non c'è niente di paragonabile a un'avventura testuale alla Zork?
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Se questa è intelligenza artificiale
      Da come ne parli sembra che l'hai scambiato con un gioco commerciale. È una ricerca universitaria in fase embrionale. È come se in fase di progettazione del primo aereoi arrivava tizio dicendo: ma io non volerei mai con voi, fa schifo il vostro apparecchio, meglio il treno
Chiudi i commenti