Berlino: no ai servizi di anonimizzazione

Nel mirino del ministero della Giustizia tedesco un sistema finanziato dal ministero dell'Economia e della Tecnologia. Dicono che i terroristi e i criminali sguazzano nell'anonimato
Nel mirino del ministero della Giustizia tedesco un sistema finanziato dal ministero dell'Economia e della Tecnologia. Dicono che i terroristi e i criminali sguazzano nell'anonimato

Berlino – Tutto il mondo è paese? Il ministero della Giustizia sta cercando di far chiudere An.On , un servizio che rende pressoché anonima la navigazione web di chi lo utilizza e che, udite udite, è finanziato nientemeno che dal ministero dell’Economia e della Tecnologia.

Riconosciuto legale da un tribunale, ora è nuovamente sotto attacco perché consentirebbe a terroristi e criminali “di agire indisturbati”. I gestori ribattono: se il codice di procedura penale viene rispettato e arriva un ordine della magistratura è comunque possibile risalire agli IP. Anonimato a metà, quindi, ma con qualche garanzia in più di quelle fornite da un qualunque provider.

Ne parla l’ultimo numero di EDRI-Gram .
Qui le critiche del ministero della Giustizia e qui la reazione dei gestori del servizio.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

31 08 2006
Link copiato negli appunti