Big Brother Awards, annunciati i finalisti

La giuria dei BBA 2006 italiani ha presentato le nomination nelle diverse categorie: tra i nomi a cui potrebbe finire l'Orwell non mancano le sorprese. Alla consegna dei premi interverrà anche Stefano Rodotà, già Garante della privacy
La giuria dei BBA 2006 italiani ha presentato le nomination nelle diverse categorie: tra i nomi a cui potrebbe finire l'Orwell non mancano le sorprese. Alla consegna dei premi interverrà anche Stefano Rodotà, già Garante della privacy

Firenze – La lunga attesa è giunta quasi al termine: si è concluso ieri il lavoro dei giurati del Big Brother Awards Italia 2006 , che hanno vagliato le nomination inviate dal pubblico nelle ultime quattro settimane, e votato i vincitori nelle varie categorie del Premio.

Come sempre, anche quest’anno i nomi della Giuria vengono rivelati solo adesso, a lavori ultimati, per evitare possibili indebite pressioni, visto il tenore nazionale e internazionale dei Big Brother Award , una manifestazione che si tiene ormai in molti paesi e che mette sull’altare quei soggetti e quelle tecnologie che hanno a vario titolo significato nell’anno precedente una minaccia per la Privacy. I giurati con un breve curriculum professionale sono elencati qui .

Il logo dei BBA I nomi dei vincitori nelle varie categorie verranno annunciati il 20 maggio, durante la cerimonia di assegnazione che si svolgerà a Firenze nell’ambito del convegno e-privacy 2006 . Per creare una certa suspense sono stati annunciati i tre candidati più votati in ogni categoria :

Per la categoria Peggior azienda privata i finalisti, in ordine alfabetico, sono:
– Autostrade
– Telecom Italia
– Trusted Computing Group

Per la categoria Peggior ente pubblico i finalisti sono:
– Azienda dei Monopoli di Stato
– Garante della Privacy
– Parlamento italiano

Per la categoria Bocca a stivale i finalisti sono:
– Thomas Hesse, presidente divisione global digital business di Sony/BMG
– Enzo Mazza – FIMI (associazione antipirateria musicale)
– Francesco Storace (ex ministro della salute)

Per la categoria Minaccia da una vita i finalisti sono:
– Silvio Berlusconi (ex presidente del Consiglio)
– Mauro Masi (presidenza del Consiglio)
– Stefania Prestigiacomo (ex ministro delle pari opportunità)

Per la categoria Tecnologia più invasiva i finalisti sono:
– Windows Update – Microsoft
– Trusted Computing – TCG
– Adsense – Google

Il premio Lamento del Popolo , destinato a chi riceve più nomination in assoluto, quest’anno non verrà assegnato perche nessun nominato si è segnalato in maniera significativa.

l'Orwell Il premio “positivo” Guardiano della Privacy vede invece in lizza:
– A.L.C.E.I. – Associazione per la Libertà nella Comunicazione Elettronica Interattiva
– Nick Mathewson – creatore di Tor e Mixminion
– No1984.org – associazione anti-Trusted Computing

Durante la cerimonia, il prof. Stefano Rodotà , già Garante della Privacy e vincitore del premio positivo “Guardiano della Privacy” nel 2005, ritirerà il meritato riconoscimento.

Tutti i nominati od i loro rappresentanti sono invitati alla cerimonia di premiazione, dove i vincitori avranno la possibilità di ritirare l'”Orwell” come viene affettuosamente chiamato il trofeo che, trattandosi di un premio in negativo, come il ben più famoso “Tapiro”, è tutto d’oro (vedi foto qui sopra).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 05 2006
Link copiato negli appunti