La prima regola di Bitcoin è parlare di Bitcoin

La prima regola di Bitcoin è parlare di Bitcoin

Secondo una ricerca condotta da Block (di Jack Dorsey), la conoscenza di Bitcoin stimola partecipazione e ottimismo a proposito del futuro.
Secondo una ricerca condotta da Block (di Jack Dorsey), la conoscenza di Bitcoin stimola partecipazione e ottimismo a proposito del futuro.

Cosa serve a Bitcoin per evitare ulteriori scivoloni, rassicurare coloro legittimamente preoccupati per le sue evoluzioni future e ripartire di slancio dopo un lungo periodo di impasse? Anzitutto una sana dose di ottimismo, poi la partecipazione e un’adozione su larga scala. In che modo ottenere tutto questo? Attraverso la conoscenza. Questa è la prima regola. È quanto emerge dai risultati del sondaggio condotto da Block (società guidata da Jack Dorsey) coinvolgendo 9.500 persone provenienti da tutto il mondo.

Bitcoin: l’ottimismo è il sale della crypto

All’interno del report (PDF), in una sezione intitolata L’educazione è la chiave: la conoscenza alimenta l’ottimismo e la partecipazione, è messo nero su bianco come gli sviluppi della criptovaluta siano legati a doppio filo alla percezione che le persone hanno dell’asset stesso. Non si fa necessariamente riferimento agli investitori già attivi, ma più in generale a tutti coloro che, in un modo o nell’altro, potrebbero approcciarla.

Più alto è il livello della propria conoscenza indicato dalle persone, più ottimiste sono a proposito del futuro di Bitcoin. Nei territori di Nigeria, India, Vietnam e Argentina è stato registrato il tasso di ottimismo più elevati al mondo.

Per quanto riguarda i fattori che frenano il trading e l’adozione di Bitcoin, secondo il sondaggio, il più influente è da ricercare proprio nella mancanza di conoscenza. Come a dire che, per chi sostiene la crypto, la prima regola di Bitcoin è parlare di Bitcoin.

La mancanza di conoscenza è la principale ragione per la quale le persone non acquistano. Seguono le preoccupazioni legate a sicurezza, volatilità del prezzo e uno scenario normativo ancora incerto a livello globale.

Chi desidera investire su BTC, ETH e su tutti gli altri asset digitali più importanti può  scegliere l’exchange di Binance. La società ha da poco effettuato l’iscrizione nell’apposito registro italiano gestito da OAM.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 1 giu 2022
Link copiato negli appunti