BlackBerry 10, prototipi per sviluppatori

BlackBerry 10, prototipi per sviluppatori

RIM annuncia i nuovi piani di betatesting e sviluppo per i nuovi smartphone basati su BlackBerry 10: c'è il touch, ma c'è anche la tastiera QWERTY. Nel frattempo il mercato tritura l'ex-colosso degli smartphone
RIM annuncia i nuovi piani di betatesting e sviluppo per i nuovi smartphone basati su BlackBerry 10: c'è il touch, ma c'è anche la tastiera QWERTY. Nel frattempo il mercato tritura l'ex-colosso degli smartphone

In attesa di misurare in concreto se BlackBerry 10 sarà in grado di risollevare Research In Motion, la società canadese continua a solleticare l'appetito degli sviluppatori con una nuova tornata di sottoscrizioni e dispositivi prototipo concessi ai creatori di app.

Il nuovo prototipo basato su BlackBerry 10 si chiama Dev Alpha C , e verrà concesso ai 1.500 “fortunati” sviluppatori che verranno selezionati secondo un sistema a punti “app-centrico”: chi fa il porting di una app Android conquista 50 punti, chi sviluppa nativamente per BB 250, chi realizza una app BB certificata 1.500 e via elencando.

Contemporaneamente alla nuova tornata di dispositivi-prototipo per sviluppatori, RIM ha poi disvelato la nuova identità del suo “app store” – che cambia nome, da “App World” a “BlackBerry World” – i nuovi partner commerciali per i vari lanci regionali di BB 10 (Baidu, Fox Sports, Kantana) e uno smartphone con tastiera fisica.

Il dispositivo QWERTY andrà naturalmente ad affiancarsi allo smartphone “tutto touch” previsto al lancio di BB 10, e assieme la coppia di cellulari avrà il compito (invero piuttosto arduo) di rilanciare l'azienda.

Aspettando BB 10, infatti, le notizie che arrivano dal mercato non sono semplicemente cattive, appaiono preoccupanti : il market share dei dispositivi BlackBerry crolla negli States (1,6 per cento contro l'8,5 per cento di ottobre 2011), e altrettanto male va nei paesi europei più importanti. Caso a parte la Germania, dove il mondo sembra andare alla rovescia con Apple che perde quote di mercato (17 per cento da 22,1 per cento) e RIM che ne guadagna (2,5 per cento da 1,6 per cento).

Dispensa carinerie alle pessime performance commerciali del marchio RIM anche Yahoo!, il cui nuovo CEO Marissa Mayer dice che i suoi dipendenti dovranno presto passare dall'uso di “BlackBerry” a quello di uno “smartphone”. Un BlackBerry, sembra suggerire Mayer, non conta più nel novero dei cellulari intelligenti.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 11 2012
Link copiato negli appunti