Body scanner, ammissione con riserva

Una Corte d'Appello federale sostiene che gli scanner full-body non violino la legge. Ma TSA avrebbe sbagliato a introdurli senza istituire le dovute consultazioni pubbliche. Che ora diventano obbligatorie

Roma – La presenza dei body scanner all’interno degli aeroporti statunitensi non viola nessuna della norme prescritte dal codice legislativo a stelle strisce né i principi costituzionali: è il giudizio emesso da una Corte d’Appello federale in merito alle richieste prodotte da Electronic Privacy Information Center (EPIC), associazione in difesa dei diritti civili che si batte per impedire che oltre 500 dispositivi vengano piazzati negli scali aeroportuali d’Oltreoceano.

La Corte d’Appello del District of Columbia è stata chiamata a decidere in merito alla presunta invasività determinata dalla tecnologia Advanced Imaging degli scanner full-body installati in almeno 78 aeroporti statunitensi. Secondo EPIC , la presenza di tali apparecchi si pone in contrasto con le leggi a tutela della privacy , quelle volte a difendere la libertà di religione oltre che con i principi espressi dal Quarto Emendamento .

I ricorrenti sostengono che la tecnologia presente all’interno degli scanner millimetrali violi il Quarto Emendamento perché sarebbe più invasiva di quanto sia necessario per scovare armi o esplosivi. La Corte sostiene che, come caldamente suggerito dalla Corte Suprema, “il monitoraggio dei passeggeri negli aeroporti si caratterizza come operazione amministrativa , poiché il suo obiettivo principale non è determinare se un passeggero abbia commesso un crimine, bensì proteggere il pubblico da attacchi terroristici”. Secondo la Corte, dunque, si tratta di trovare il giusto equilibrio tra tutela della riservatezza individuale e difesa di interessi governativi legittimi .

Tuttavia, nonostante il rigetto delle istanze avanzate da EPIC, i giudici interessati al caso hanno aggiunto che Transportation Security Administration (TSA) abbia infranto la legge federale nel 2009 , quando ha formalmente deciso di adottare i body scanner come strumento primario di controllo. In questo modo, secondo la Corte, TSA ha violato l’ Administrative Procedures Act per non aver istituito i 90 giorni di consultazioni pubbliche e aver direttamente intrapreso l’installazione dei body scanner .

I giudici hanno inoltre confermato la decisa invasività prodotta dalla tecnologia Advanced Imaging , capace di generare una immagine fin troppo chiara del corpo umano, un’attività che non può prescindere da un parere della collettività. Per questo motivo, la Corte ha deciso che non ordinerà l’interruzione dello screning full-body, ma obbligherà TSA a rispettare le regole di trasparenza e responsabilità previste per tutte le agenzie governative .

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • p4bl0 scrive:
    In che modo è diverso da..
    OpenID?seriamente.. a me sembrano uguali
  • Rompitore scrive:
    Se l'avesse fatto Microsoft...
    ...ora questo forum avrebbe centinaia di commenti con gente inca##ata a bestia.Se l'avesse fatto Apple, si avrebbero avuti centinaia di commenti di cui la metà di fan boy che esaltavano la bontà della cosa.
    • Funz scrive:
      Re: Se l'avesse fatto Microsoft...
      - Scritto da: Rompitore
      ...ora questo forum avrebbe centinaia di commenti
      con gente inca##ata a
      bestia.Perché sicuramente l'avrebbero fatto obbligatorio e malfunzionante
      Se l'avesse fatto Apple, si avrebbero avuti
      centinaia di commenti di cui la metà di fan boy
      che esaltavano la bontà della
      cosa.Perché sicuramente l'avrebbero fatto costoso e con una GUIXXXXXSe l'avesse fatto Google...Perché sicuramente l'avrebbero fatto ripieno di pubblicità e invasivo per la privacy
  • Priore Contrario scrive:
    Figuriamoci
    È esattamente quello che non voglio: rendere semplice ai marketing di tutto il mondo di tacciarmi attraverso tutti i siti che visito. Pollice verso!
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Figuriamoci
      - Scritto da: Priore Contrario
      È esattamente quello che non voglio: rendere
      semplice ai marketing di tutto il mondo di
      tacciarmi attraverso tutti i siti che visito.
      Pollice
      verso!Per tracciarti devi fare il login e i siti devono essere d'accordo nel collezionare insieme i dati. Il sito browserID.org è di Mozilla e quindi rappresenta una certa garanzia.
  • Sandro kensan scrive:
    Ottimo
    Vedrò di implementarlo sul mio sito, però vorrei dire che non c'è bisogno che i provider di posta elettronica forniscano alcuna public key:«come reagiranno i principali competitor o comunque i grandi fornitori di servizi di posta elettronica? Quest'ultimi dovranno rendere accessibili le public key, ma non è ancora chiaro con quali modalità.»Esistono dei siti terzi come BrowserID.org che si occupano di fare da intermediario tra il nostro browser e il sito dove vogliamo registrarci.
  • afafafafaf afafafafaf scrive:
    il sogno di ogni ladro di identità
    Un login per TUTTI i siti, un sogno per i ladri d'identità^^.La cosa positiva è che molto probabilmente la gente non se lo ca---rà manco di striscio.
    • tucumcari scrive:
      Re: il sogno di ogni ladro di identità
      - Scritto da: afafafafaf afafafafaf
      Un login per TUTTI i siti, un sogno per i ladri
      d'identità^^.

      La cosa positiva è che molto probabilmente la
      gente non se lo ca---rà manco di
      striscio.Non so come dirla...Ma in sintesi ...Hai ragione! ;)Gira gira... come mai tutti vogliono la mia e-mail?Ebbasta!Avete rotto le 00! :p
  • zero scrive:
    sicurezza zero
    praticamente chiunque abbia acXXXXX al mio pc potrebbe loggarsi al posto mio... senza calcolare poi tutti quelli che smetteranno di digitare qualsiasi password e di conseguenza le dimenticheranno!
    • gerry scrive:
      Re: sicurezza zero
      - Scritto da: zero
      praticamente chiunque abbia acXXXXX al mio pc
      potrebbe loggarsi al posto mio... Esattamente come succede adesso.
      senza calcolare
      poi tutti quelli che smetteranno di digitare
      qualsiasi password e di conseguenza le
      dimenticheranno!Esattamente come succede adesso.
    • Ghostdog scrive:
      Re: sicurezza zero
      credo tu possa scegliere su che siti usarlo (eventualmente su nessuno)ma non vedo la novitàl'opzione rimani collegato tramite cookie cè da sempre non capisco la differenza
Chiudi i commenti