Body scanner, le regole dell'Europa

Bruxelles adotta un framework di regolamentazione comune per l'impiego non vincolante degli scanner millimetrali negli aeroporti. Chi vorrà adottarli dovrà fare attenzione alla privacy e alla salute dei cittadini

Roma – La Commissione Europea ha dato il la a una nuova regolamentazione comune sull’impiego dei discussi body scanner all’interno degli aeroporti del Vecchio Continente, una regolamentazione che non dice nulla sull’obbligatorietà dell’utilizzo dei dispositivi di sicurezza ma mette paletti importanti al rispetto della privacy e della salute dei viaggiatori europei.

Costantemente sotto il fuoco delle polemiche soprattutto negli USA , i body scanner e le autorità che vorranno installarli in giro per gli hub aeroportuali dovranno ora sottostare a regole comuni per tutti i paesi europei: gli scanner non dovranno conservare alcun archivio delle immagini dei passeggeri, saranno banditi gli scanner ai raggi X per potenziali rischi alla salute e i cittadini dovranno avere sempre la possibilità di scegliere controlli di sicurezza alternativi.

“Spetta ancora ai singoli stati membri o agli aeroporti decidere se installare gli scanner di sicurezza o meno”, ha spiegato il Commissario ai Trasporti della UE Siim Kallas, “ma tutte queste nuove regole assicurano che qualora questa nuova tecnologia verrà usata ci sarà la copertura di standard validi per tutta l’Unione sulle capacità di riconoscimento così come su stringenti tutele nella protezione della salute e dei diritti fondamentali”.

L’impiego degli scanner in tutta Europa (Regno Unito escluso) non potrà insomma (almeno in teoria) portare a scandali come quello scoppiato negli USA a seguito della scoperta di un archivio di immagini di passeggeri scansionati tenute “a fini di test”.

“L’esperienza sin qui raccolta dimostra che i passeggeri e lo staff generalmente vedono gli scanner di sicurezza come un metodo di screening conveniente”, ha aggiunto Kallas.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Carla Di Girolamo scrive:
    aiuto
    Sono una studentessa di 21 anni, un paio di mesi fa per errore sono finita nel sito italia-programmi.net, ho compilato un modulo non sapendo che fosse un'iscrizione vera e propria e ignara del costo che non era assolutamente indicato, in quanto era spacciato tutto per gratuito. Ho ricevuto due solleciti di pagamento e ora un ultimo sollecito a pagare una penale di oltre 120 euro, con minaccia di convocazione presso il tribunale giudiziario regionale. Per favore, se avete qualche informazione utile per aiutarmi ve ne sarei grata, sono molto spaventata... grazie
  • chiudix scrive:
    lettere ed e mail
    lettere ed e mail continue ...non pagate e consegnate le lettere a chi di dovere...hanno ip anche di persone che non hanno mai toccato il sito:certa gente vorrei beccarla di persona, se so chi sono e poivedi che schiaffoni.
  • giovanni scrive:
    nn pagate
    si nn pagateeeeeeeeeeeee
  • Cecco Tarcisio scrive:
    Italia-programmi-
    Se una persona si iscrive al loro sito e non paga il servizio,essendo una ditta seria,devono fare solo una cosa:tagliare alla sudetta persona il"servizio tanto declamato".
  • antonio scrive:
    contratto
    per fortuna doveva essere gratis, in quanto non vi era scritto niente....ma come tutore del'Ordine io NON HO PAGATO anche se mi avranno inviato minimo 10 e-mail....ma non mi interessa non pago....e non pagate nemmeno voi..mi raccomando non abbiate paura..
    • panda rossa scrive:
      Re: contratto
      - Scritto da: antonio
      per fortuna doveva essere gratis, in quanto non
      vi era scritto niente....ma come tutore
      del'Ordine io NON HO PAGATO anche se mi avranno
      inviato minimo 10 e-mail....ma non mi interessa
      non pago....e non pagate nemmeno voi..mi
      raccomando non abbiate
      paura..Il problema non e' il pagare.Il problema e' il lasciare i propri dati, comprensivi di codice fiscale, al primo idiota che si incontra in rete.Questi sono dei ladri, ma se non ci fossero tanti idioti in giro, questi sarebbero gia' morti di fame da tempo.
  • Utonto scrive:
    ma dov'è la truffa ?
    Salve a tutti, ma io non capisco dove sta la truffa ? loro offrono un servizio che è inutile ( secondo me ) , ma che alle persone piace visto anche i soldi che fanno e il numero di fan su fb circa 24,983 [ http://www.facebook.com/pages/Italia-Programminet/131127080319590 ]
  • iupiter scrive:
    al rogo
    andrebbero messi al rogo come i pirati...stessi truffaldini, comunque e' la conferma che al mondo di XXXXXXXXX ce ne sono tanti, pagare per scaricare cose che si trovano altrove...mi meraviglio che molte societa' non se li siano fumati, essendo loro il software quelli come cavolo si permettono di chiedere soldi quando l'autore l'ha rilasciato come free...spero facciano un bel controllo fiscale, gia' il fatto che sono alle seychelles la dice lunga.
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: al rogo
      - Scritto da: iupiter
      andrebbero messi al rogo come i piratiQuindi Berlusconiano e videotecaro.Ammazza che sfiga, aho.
  • girovago scrive:
    Truffa? Mah!
    C'è da dire tuttavia che le clausole del contratto sono ben chiare sul sito. Costo: 8 euro mensili. La sottoscrizione prevede un abbonamento di due anni con pagamento anticipato del primo di 96 euro. Diritto di reXXXXX entro i primi dieci giorni. E chi ha compilato il form fornendo i propri dati non aveva una pistola puntata alla tempi. Se dobbiamo parlare di truffa da parte di Programmi-italia, dobbiamo riconoscere anche una notevole dabbenaggine da parte degli utenti.http://ppecile.blogspot.com
    • bubba scrive:
      Re: Truffa? Mah!
      - Scritto da: girovago
      C'è da dire tuttavia che le clausole del
      contratto sono ben chiare sul sito. Costo: 8 euro
      mensili. La sottoscrizione prevede un abbonamento
      di due anni con pagamento anticipato del primo di
      96 euro. Diritto di reXXXXX entro i primi dieci
      giorni. E chi ha compilato il form fornendo i
      propri dati non aveva una pistola puntata alla
      tempi.

      Se dobbiamo parlare di truffa da parte di
      Programmi-italia, dobbiamo riconoscere anche una
      notevole dabbenaggine da parte degli
      utenti.

      http://ppecile.blogspot.combeh nonostante il parere difforme di certi avvocati, NON basta mettere regole chiare, per sentirsi legittimati a truffare la gente, e neanche a far cose giudicate illegali in generale (non so..compravendita di materiale amatoriale pedoXXXXX autoprodotto).strano, ma vero.
  • Giuseppe scrive:
    Itlia-programmi
    Pensa che se qualcuno con i tuoi dati ti registra al loro sito inserendo la tua mail, tu naturalmente ignaro di tutto, dopo una quindicina di giorni riceverai il bonifico per il pagamento senza che tu mai ti sei iscritto e ne tanto meno hai mai fatto un login...Dopo un pò ti mandano il sollecito....La soluzione è NON PAGAREEE!!! Mi raccomando OCCHHIOOOOO!!!
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Itlia-programmi
      - Scritto da: Giuseppe
      Pensa che se qualcuno con i tuoi dati ti registra
      al loro sito inserendo la tua mail, tu
      naturalmente ignaro di tutto, dopo una quindicina
      di giorni riceverai il bonifico per il pagamento
      senza che tu mai ti sei iscritto e ne tanto meno
      hai mai fatto un
      login...
      Dopo un pò ti mandano il sollecito....
      La soluzione è NON PAGAREEE!!! Mi raccomando
      OCCHHIOOOOO!!!Quasi quasi ci iscrivo Ruppolo...due volte! :D
      • aldo scrive:
        Re: Itlia-programmi
        - Scritto da: Mela avvelenata
        - Scritto da: Giuseppe

        Pensa che se qualcuno con i tuoi dati ti
        registra

        al loro sito inserendo la tua mail, tu

        naturalmente ignaro di tutto, dopo una
        quindicina

        di giorni riceverai il bonifico per il
        pagamento

        senza che tu mai ti sei iscritto e ne tanto
        meno

        hai mai fatto un

        login...

        Dopo un pò ti mandano il sollecito....

        La soluzione è NON PAGAREEE!!! Mi raccomando

        OCCHHIOOOOO!!!

        Quasi quasi ci iscrivo Ruppolo...due volte! :DMa a lui quando c'è da pagare và sempre bene! Mica è un pezzente lui!
  • la redazion si riserva di cancellare scrive:
    bah
    "a tutela dei consumatori idioti", forse intendeva.
    • bubba scrive:
      Re: bah
      - Scritto da: la redazion si riserva di cancellare
      "a tutela dei consumatori idioti", forse
      intendeva.mah non credere... questi mandano mail paralegali estorsive,basandosi sulla paura... un po come certe "aziende antipirateria"...
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: bah
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: la redazion si riserva di cancellare

        "a tutela dei consumatori idioti", forse

        intendeva.
        mah non credere... questi mandano mail paralegali
        estorsive,basandosi sulla paura... un po come
        certe "aziende
        antipirateria"...Però c'è scritto chiaro e tondo sulla pagina della registrazione, sulla destra:"Dopo la registrazione potete accedere come soci ai contenuti approntati in redazione nellarea soci di italia-programmi.net e ricevere in questo modo molte informazioni su programmi utili.italia-programmi.net offre contenuti approntati in redazione. Maggiori dettagli sono reperibili alla voce menù Descrizione del servizio.Con la registrazione sottoscrivete un abbonamento a pagamento al prezzo per cliente finale di soli 8.- euro, IVA compresa, per una durata di 24 mesi e con addebito annuale anticipato. Il contributo annuo pari a 96.- euro viene addebitato una volta l'anno anticipatamente e deve essere saldato entro 8 giorni dal ricevimento della fattura."A me pare chiaro...Se qualcuno si sente buggerato poteva evitare di inserire dati personali a cuor leggero....
        • ndr scrive:
          Re: bah

          A me pare chiaro...Se qualcuno si sente buggerato
          poteva evitare di inserire dati personali a cuor
          leggero....Non è così. L'associazione consumatori ha dimostrato che il costo era indicato solo in certe ore, generalmente di giorno, mentre per altri orari, soprattutto la sera, sul sito ogni menzione di costi spariva.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: bah
            - Scritto da: ndr

            A me pare chiaro...Se qualcuno si sente
            buggerato

            poteva evitare di inserire dati personali a cuor

            leggero....

            Non è così. L'associazione consumatori ha
            dimostrato che il costo era indicato solo in
            certe ore, generalmente di giorno, mentre per
            altri orari, soprattutto la sera, sul sito ogni
            menzione di costi
            spariva.ah! In questo caso hanno ragione i consumatori! Tuttavia rimango dell'avviso che bisognerebbe prestare attenzione a quali dati di forniscono a quali siti...Non per niente il phishing va a gonfie vele!Comunque di sicuro bisogna punire chi mette su questi siti, ma bisognerebbe anche educare le persone che usano la rete...
Chiudi i commenti