Bollini, SIAE diffida FIMI

La Società degli autori e degli editori scende in guerra contro gli editori degli autori. Una polemica che rischia di travasarsi in tribunale. SIAE: se FIMI parla così allora cerca la rissa. Il mondo cambia, ma a qualcuno proprio non va giù

Roma – SIAE e FIMI sono ai ferri corti, alle minacce. SIAE non gradisce l’affondo di FIMI sui bollini, mal tollera che l’industria musicale faccia le pulci alla loro legalità e avverte la federazione dell’industria musicale: se continuate così non si potrà evitare lo scontro giudiziario .

SIAE non utilizza mezzi termini, sceglie parole pesantissime, come non si erano mai viste. Non parla di differenti visioni del cambiamento innescato dall’era digitale, non si limita ad articolare una posizione contrapposta ma dichiara, testualmente, di “scendere in guerra” contro FIMI .

Lo dice in un comunicato diffuso ieri: attacca a spada tratta la clamorosa presa di posizione della FIMI, che chiede l’immediata cancellazione dei bollini , difende la legalità dei suoi contrassegni, si arrocca dietro la propria interpretazione della legge sul diritto d’autore e delle bocciature dei bollini susseguitesi in ambito europeo.

In quello che definisce “duro atto di diffida” indirizzato alla FIMI e inviato per conoscenza a mezzo governo, compreso Silvio Berlusconi, SIAE ribadisce che sono circa 20 anni che i bollini vengono applicati , sostiene che ciò avviene in base alla legge italiana e spiega che se questo avviene anche sui supporti musicali è per “identificarne l’autenticità e quindi per combattere i prodotti pirata”.

Secondo SIAE, l’esperienza dice che il bollino è “assolutamente utile” e che anzi ha contribuito a ridurre fortemente l’attività dei pirati. La Società degli autori e degli editori, inoltre, rivendica come alla propria iniziativa si siano unite tutte le associazioni degli autori, editori e produttori discografici italiani che non aderiscono alla FIMI, come UNCLA, SNAC, ACEP, FEM, ANEM e altri. Nella diffida, SIAE parla di una “posizione conflittuale della FIMI”, osservando come il bollino nasca nel 1970 proprio su richiesta anche dei produttori discografici. Gli associati FIMI fin da allora, secondo SIAE, “hanno assunto l’obbligo contrattuale di apposizione dei contrassegni”.

Ma anche sui motivi per i quali i controversi bollini siano una realtà italiana SIAE ha la risposta pronta: “Il dilagare della pirateria in Italia – scrive nel testo della diffida – ha comportato norme di prevenzione più incisive rispetto a quelle di altri Stati membri e l’obbligo di apporre un contrassegno nei termini previsti dalla legge italiana rappresenta una misura proporzionale rispetto agli scopi perseguiti dal legislatore”. SIAE sottolinea anche che sistemi di “contrassegnatura” sono previsti anche in altri paesi dell’Unione Europea come la Grecia, il Portogallo e la Romania, “paesi che, come l’Italia subiscono forti danni per la contraffazione dei supporti e delle merci in genere, anche in considerazione della particolare collocazione geografica di crocevia dei flussi di prodotti contraffatti di ogni genere”.

SIAE nega con forza che vi siano state bocciature europee del bollino, anzi. “L’importante funzione del bollino – ha dichiarato Giorgio Assumma, presidente SIAE – è stata riconosciuta dalla stessa Commissione europea. La Commissione infatti si è direttamente occupata della legittimità del bollino Siae in base alla normativa sulla circolazione delle merci tra gli Stati membri, ritenendo che le modalità di ottenimento e il costo del bollino possono essere considerate ‘misure proporzionate all’obiettivo legittimo di lotta alla piraterià, compatibili con il principio della libera circolazione delle merci”. Una precisazione che risponde direttamente alle osservazioni di FIMI, secondo cui invece l’apposizione del bollino rappresenta un ostacolo al libero commercio , obbligando i produttori e i distributori a differenziare artificiosamente le linee di distribuzione di prodotti destinati a più mercati europei, con aggravi su costi e tempistiche.

Secondo SIAE, inoltre, le forze dell’ordine spesso proprio grazie al bollino scovano i prodotti abusivi , una realtà che, a detta della Società, è stata confermata dalla Corte di Cassazione. Di interesse anche la posizione SIAE sulla non opponibilità ai privati delle norme penali sul bollino . A suo dire, infatti, la Cassazione ha affermato in più occasioni che “la provvisoria inopponibilità ai privati delle norme penali sul contrassegno non comporta l’illegittimità di tutte le norme che prevedono e puniscono profili di reato sostanziale”

SIAE ammette invece che effettivamente la Corte di Giustizia europea aveva rilevato un vizio formale sul fronte dei bollini, legato alla non comunicazione alla Commissione della normativa da parte del Governo italiano, una problematica, dice SIAE, che “è stata risolta, con la notifica accolta dalla stessa Commissione europea del nuovo Regolamento per l’apposizione del bollino”.

Ma non è tutto qui. SIAE se la prende anche con i prezzi dei supporti musicali . Se FIMI lamentava il costo dei bollini, che SIAE valuta in 3 centesimi, proprio quest’ultima ricorda che “il diritto d’autore per chi ha creato l’opera – autore ed editore – incide solo con un 10% all’ingrosso che si traduce circa nel 5% all’acquirente. Per esempio in un cd musicale che costa all’ingrosso 10 euro e viene poi rivenduto a 20, il diritto d’autore è pari ad 1 euro”.

Perché la diffida? “SIAE diffida la FIMI, in persona del suo Presidente, dal diffondere notizie prive di fondamento e/o argomentazioni fuorvianti, secondo le quali le sentenze rese dalla Corte di Giustizia delle Comunità europee e dalla Suprema Corte di Cassazione affermerebbero che la previsione di un obbligo di contrassegnatura sia incompatibile con la normativa nazionale, comunitaria ed internazionale”.

Per il momento la reazione di FIMI alla diffida di SIAE è di sorpresa. Ambienti della Federazione consultati da Punto Informatico parlano di “stupefacente diffida”, un atto del tutto inedito, fanno sapere, per aver espresso delle opinioni nel corso di una audizione ministeriale, la sede in cui FIMI ha dettagliato le ragioni per cui ritiene che i bollini SIAE sono inutili e illegali.

Difficile dire come andrà a finire. Quel che è certo è che molto è cambiato dal 1970 ad oggi, non solo le leggi sono cambiate ma è cambiato l’intero scenario del mercato musicale, sebbene questo possa lasciare a qualcuno l’amaro in bocca. Tuttavia non potrà durare a lungo un conflitto che vede da un lato il grosso degli editori musicali italiani e dall’altro la società che dovrebbe tutelare anche i loro interessi. Quello che segnala questa guerra, per usare l’espressione a cui è ricorsa la SIAE, è che il sistema attuale è giunto al capolinea e qualcosa, o forse molto, dovrà ora cambiare.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sgabbio scrive:
    Ma chi ha scritto l'articolo lo sa?
    che è schedato?[img]http://img233.imageshack.us/img233/1007/screenshot002be0.jpg[/img]
  • krane scrive:
    Re: Una domanda: ma voi avete figli?
    - Scritto da: nattu_panno_dam
    - Scritto da: 200 OK

    Davvero, svegliati fuori, perchè sei deprimente.
    Contraccambio.

    Se tutti la pensassero come te, non basterebbe

    una vita di errori per imparare.
    Infatti manco tu non mi sembri omniescente, anzi,
    piuttosto ignorante e
    demenziale.




    Se uno dovesse fare esperienza personale per

    tutte le cose, credo che non andrebbe molto

    lontano.
    Sei un hikikomori che vive nel suo stanzino?
    Spiegherebbe tutto.Tu invece sei un maestro di asilo che in contemporanea possiede un orfanotrofio e ha 10 bambini ?

    Mai sentito parlare di "progresso"?
    Il progresso è applicato allo società non alla
    singola persona, oltre a non c'entrare na sega.
    Bamba!Non dare del tuo agli altri...
  • asd scrive:
    Ma che e' insicuro al 100%
    basta digitare pokemon e qualche altra cosa e vai su un sito hentai dei pokemon, bello imparare dai propri eroi -.-bravi andate a vendere le statistiche a vostra sorella cretini
  • jobb scrive:
    molesta la stupidita'
    a me molesta la stupidita' ma per quella non c e' cura ed e' in aumento ben piu' del 188%, vendendo software e i casini che combinano i clienti tipo si registrano con un indirizzo email e password e poi quando devono rifare il login cercano un username...tonti e' l indirizzo email l username...per non dire i casini che fanno con vista e i programmi di installazione
  • jobb scrive:
    estranei in casa
    figli, moglie? e che mi metto estranei in casa....a 14 anni ho cacciato di casa mia nonna perche' rompeva...pensa una moglie che volo farebbe.
  • Ivo scrive:
    Una domanda: ma voi avete figli?
    Come sempre i temi che scottano sul fronte della libertà personale fanno discutere. Una osservazione: è vero che un tredicenne riesce a guidare uno scooter, oppure che un quattordicenne riesce a guidare senza casco, ma la legge (per proteggerli) lo vieta. Perchè nessuno grida allo scandalo per questi diveti? E' vero che le edicole sono piene di porno, ma (formalmente) la legge vieta ai minorenni di acquistarle, così come per le sigarette i superalcoolici ecc.... anche qui, perchè non ci scandalizziamo? Semplicemente perchè sono cose più vecchie, e nel corso degli anni abbiamo capito che qualche regola a protezione dei più piccoli serve. Ripropongo la mia domanda: oltre a difendere la libertà, qualcuno di voi ha figli? Se non ne avete, valutate se sia il caso di farne e di approfondire il tema :-)
    • 200 OK scrive:
      Re: Una domanda: ma voi avete figli?
      Ti sbagli di grosso.Non serve avere figli per capire cosa li serve.Motivo? Esperienza altrui.Altrimenti se non fosse così dovresti imparare tutto da solo. Ma tu lo sai che mettere le dita nella presa di corrente ti potrebbe uccidere? Però non credo che tu l'abbia sperimentato personalmente.Lasciamo fare i figli a chi veramente ci tiene e li accudisce come si deve. Troppi li fanno così per farlo... (e i risultati si vedono)
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: Una domanda: ma voi avete figli?
        - Scritto da: 200 OK

        Motivo? Esperienza altrui.
        Ecco un futuro pretastro col solito motto: predicare con le chiappe altrui.
        • 200 OK scrive:
          Re: Una domanda: ma voi avete figli?
          E le marmotte fanno la cioccolata... (rotfl)
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: 200 OK
            E le marmotte fanno la cioccolata... (rotfl)Manco il vaticano ti voleva? Povero. (rotfl)
          • 200 OK scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            A parte che non sono religioso per niente, ho solo detto che non bisogna aver perforza figli per capire come sono e cosa è meglio per loro.Ma che cavolo avevi capito?
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: 200 OK
            A parte che non sono religioso per niente, ho
            solo detto che non bisogna aver perforza figli
            per capire come sono e cosa è meglio per
            loro.Già, è la stessa argomentazione che la pretaglia usa per andare ad insegnare come deve essere una famiglia a chi almeno una ne ha. In realtà non ne sanno assolutamente niente, dato che manco sanno di cosa parlano per mancanza di esperienza in prima persona. Sei in buona compagnia quindi.
          • 200 OK scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            Sinceramente il tuo discorso mi sa tanto di frustrato... problemi in famiglia? (rotfl)Continua a fantasticare sui preti ;)
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: 200 OK
            Sinceramente il tuo discorso mi sa tanto di
            frustrato... problemi in famiglia?
            (rotfl)

            Continua a fantasticare sui preti ;)Torna a basarti sull' esperienza altrui va, che c'è poco da fantasticare sulla vostra demenzialità.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 novembre 2008 15.34-----------------------------------------------------------
          • krane scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: nattu_panno_dam
            - Scritto da: 200 OK

            Sinceramente il tuo discorso mi sa tanto di

            frustrato... problemi in famiglia?

            (rotfl)

            Continua a fantasticare sui preti ;)
            Torna a basarti sull' esperienza altrui và, che
            c'è poco da fantasticare sulla vostra demenzialità.Quindi tu ti basi sulla tua singola esperienza, che puo' essere anche molto deviata dalla media o dall'osservabile in giro.
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: nattu_panno_dam

            - Scritto da: 200 OK


            Sinceramente il tuo discorso mi sa tanto di


            frustrato... problemi in famiglia?


            (rotfl)



            Continua a fantasticare sui preti ;)


            Torna a basarti sull' esperienza altrui và, che

            c'è poco da fantasticare sulla vostra
            demenzialità.

            Quindi tu ti basi sulla tua singola esperienza,
            che puo' essere anche molto deviata dalla media o
            dall'osservabile in
            giro.Potrebbe essere molto deviata se imparassi a guidare su marte, ma dato che tutti imparano a guidare sulla terra nelle autoscuole... Tu faresti guidare qualcuno che sa come si fa per esperienze altrui? Immagino di si.
          • krane scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: nattu_panno_dam
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: nattu_panno_dam


            - Scritto da: 200 OK



            Sinceramente il tuo discorso mi sa tanto di



            frustrato... problemi in famiglia?



            (rotfl)





            Continua a fantasticare sui preti ;)




            Torna a basarti sull' esperienza altrui và,
            che


            c'è poco da fantasticare sulla vostra

            demenzialità.



            Quindi tu ti basi sulla tua singola esperienza,

            che puo' essere anche molto deviata dalla media
            o

            dall'osservabile in

            giro.

            Potrebbe essere molto deviata se imparassi a
            guidare su marte, ma dato che tutti imparano a
            guidare sulla terra nelle autoscuole... E ci sono vari livelli di guida A B C D, alcuni dei quali non possono essere presi subito.
            Tu faresti guidare qualcuno che sa come si
            fa per esperienze altrui? Immagino di si.Stai dicendo che ogni bambino e' uguale ad un'altro e che tutte le famiglie sono uguali.
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: nattu_panno_dam

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: nattu_panno_dam



            - Scritto da: 200 OK




            Sinceramente il tuo discorso mi sa tanto
            di




            frustrato... problemi in famiglia?




            (rotfl)







            Continua a fantasticare sui preti ;)






            Torna a basarti sull' esperienza altrui và,

            che



            c'è poco da fantasticare sulla vostra


            demenzialità.





            Quindi tu ti basi sulla tua singola
            esperienza,


            che puo' essere anche molto deviata dalla
            media

            o


            dall'osservabile in


            giro.



            Potrebbe essere molto deviata se imparassi a

            guidare su marte, ma dato che tutti imparano a

            guidare sulla terra nelle autoscuole...

            E ci sono vari livelli di guida A B C D, alcuni
            dei quali non possono essere presi
            subito.


            Tu faresti guidare qualcuno che sa come si

            fa per esperienze altrui? Immagino di si.

            Stai dicendo che ogni bambino e' uguale ad
            un'altro e che tutte le famiglie sono
            uguali.Sogni? Dove l' avrei detto che siamo un ammasso di cloni, tutti con gli stessi ideali e modi di pensare?
          • krane scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: nattu_panno_dam
            - Scritto da: krane





            Sinceramente il tuo discorso mi sa tanto





            di frustrato... problemi in famiglia?





            (rotfl)





            Continua a fantasticare sui preti ;)




            Torna a basarti sull' esperienza altrui




            và, che c'è poco da fantasticare sulla




            vostra demenzialità.



            Quindi tu ti basi sulla tua singola



            esperienza, che puo' essere anche molto



            deviata dalla media o dall'osservabile



            in giro.


            Potrebbe essere molto deviata se imparassi a


            guidare su marte, ma dato che tutti imparano a


            guidare sulla terra nelle autoscuole...

            E ci sono vari livelli di guida A B C D, alcuni

            dei quali non possono essere presi

            subito.




            Tu faresti guidare qualcuno che sa come si


            fa per esperienze altrui? Immagino di si.



            Stai dicendo che ogni bambino e' uguale ad

            un'altro e che tutte le famiglie sono

            uguali.

            Sogni? Dove l' avrei detto che siamo un ammasso
            di cloni, tutti con gli stessi ideali e modi di
            pensare?Rileggiti : un bambino e' come un'auto, cambia solo la marca.Se hai un bambino non ti serve avere altre esperienze per giudicare, se non cel'hai non puoi giudicare, e' questo che hai detto.
          • 200 OK scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            Fondamentalmente è sbagliato dire che chi non ha figli non può giudicare. Tutti abbiamo una testa, e tutti conoscono più o meno cosa sono dei figli.Dire: "non hai il diritto di giudicare" è solitamente il modo per evitare confronti anche spiacevoli ma probabilmente veritieri.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: 200 OK
            Fondamentalmente è sbagliato dire che chi non ha
            figli non può giudicare. Tutti abbiamo una testa,
            e tutti conoscono più o meno cosa sono dei
            figli.E tutti (o quasi tutti) lo siamo o lo siamo stati.
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: nattu_panno_dam

            - Scritto da: krane







            Sinceramente il tuo discorso mi sa
            tanto






            di frustrato... problemi in famiglia?






            (rotfl)







            Continua a fantasticare sui preti ;)






            Torna a basarti sull' esperienza altrui





            và, che c'è poco da fantasticare sulla





            vostra demenzialità.





            Quindi tu ti basi sulla tua singola




            esperienza, che puo' essere anche molto




            deviata dalla media o dall'osservabile




            in giro.




            Potrebbe essere molto deviata se imparassi a



            guidare su marte, ma dato che tutti
            imparano
            a



            guidare sulla terra nelle autoscuole...



            E ci sono vari livelli di guida A B C D,
            alcuni


            dei quali non possono essere presi


            subito.






            Tu faresti guidare qualcuno che sa come si



            fa per esperienze altrui? Immagino di si.





            Stai dicendo che ogni bambino e' uguale ad


            un'altro e che tutte le famiglie sono


            uguali.



            Sogni? Dove l' avrei detto che siamo un ammasso

            di cloni, tutti con gli stessi ideali e modi di

            pensare?

            Rileggiti : un bambino e' come un'auto, cambia
            solo la
            marca.
            Se hai un bambino non ti serve avere altre
            esperienze per giudicare, se non cel'hai non puoi
            giudicare, e' questo che hai
            detto.Ma dove stai leggendo? (newbie)
          • krane scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: nattu_panno_dam
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: nattu_panno_dam


            - Scritto da: krane


            Sogni? Dove l' avrei detto che siamo un
            ammasso


            di cloni, tutti con gli stessi ideali e modi
            di


            pensare?



            Rileggiti : un bambino e' come un'auto, cambia

            solo la

            marca.

            Se hai un bambino non ti serve avere altre

            esperienze per giudicare, se non cel'hai non
            puoi

            giudicare, e' questo che hai

            detto.

            Ma dove stai leggendo? (newbie)Non sai quello che scrivi eh...
          • Guido Angeli scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: nattu_panno_dam

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: nattu_panno_dam



            - Scritto da: krane




            Sogni? Dove l' avrei detto che siamo un

            ammasso



            di cloni, tutti con gli stessi ideali e modi

            di



            pensare?





            Rileggiti : un bambino e' come un'auto, cambia


            solo la


            marca.


            Se hai un bambino non ti serve avere altre


            esperienze per giudicare, se non cel'hai non

            puoi


            giudicare, e' questo che hai


            detto.



            Ma dove stai leggendo? (newbie)

            Non sai quello che scrivi eh...Se mi dici dove stai leggendo magari...
          • 200 OK scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            Davvero, svegliati fuori, perchè sei deprimente.Se tutti la pensassero come te, non basterebbe una vita di errori per imparare.Se uno dovesse fare esperienza personale per tutte le cose, credo che non andrebbe molto lontano.Mai sentito parlare di "progresso"?
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: 200 OK
            Davvero, svegliati fuori, perchè sei deprimente.Contraccambio.

            Se tutti la pensassero come te, non basterebbe
            una vita di errori per
            imparare.Infatti manco tu non mi sembri omniescente, anzi, piuttosto ignorante e demenziale.

            Se uno dovesse fare esperienza personale per
            tutte le cose, credo che non andrebbe molto
            lontano.Sei un hikikomori che vive nel suo stanzino? Spiegherebbe tutto.

            Mai sentito parlare di "progresso"?Il progresso è applicato allo società non alla singola persona, oltre a non c'entrare na sega. Bamba!
          • 200 OK scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?

            Infatti manco tu non mi sembri omniescenteMai detto.
            Sei un hikikomori che vive nel suo stanzino? Spiegherebbe tutto.Non vuoi capire allora...Uno vive di proprie esperienze e di esperienze altrui.Quindi non c'è bisogno di aver figli per poter discutere di "figli".Era questo il mio punto di vista.
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: 200 OK
            Davvero, svegliati fuori, perchè sei deprimente.

            Se tutti la pensassero come te, non basterebbe
            una vita di errori per
            imparare.

            Se uno dovesse fare esperienza personale per
            tutte le cose, credo che non andrebbe molto
            lontano.

            Mai sentito parlare di "progresso"?Vabè, mi hanno segato il messaggio in risposta alla razzo, chiudo qui.
          • 200 OK scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            Forse sono stato frainteso, e l'ho tirata un po' avanti a mo' di trollata (rotfl)Volevo dire che non c'è bisogno di avere dei figli per poter discutere di figli, come crescerli e cosi via.Chi li ha vede certamente più cose (esperienza personale), ma questo non sminuisce gli altri.
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: 200 OK
            Forse sono stato frainteso, e l'ho tirata un po'
            avanti a mo' di trollata
            (rotfl)Ma non capisci proprio una mazza? Il moderatore opazzo mi segato il post in risposta! (rotfl)

            Volevo dire che non c'è bisogno di avere dei
            figli per poter discutere di figli, come
            crescerli e cosi
            via.

            Chi li ha vede certamente più cose (esperienza
            personale), ma questo non sminuisce gli
            altri.Chissà perchè non mettono i neolaureati come capo progetti o primari in chirurgia, mah, mondo crudele.
          • 200 OK scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?

            Ma non capisci proprio una mazza?In realtà stavo parlando dei miei post precedenti, ma a quanto vedo hai voglia solo di provocare... peccato.
            Chissà perchè non mettono i neolaureati come capo progetti o primari in chirurgia,Se mi confondi materie ingegneristiche e simili per comportamenti sociali e comuni accessibili da chiunque, non hai un buon spirito critico.Ho solo perso il mio tempo con te :) ti facevo una persona più intelligente, ma forse sono troppo ottimista di natura...
          • Guido Angeli scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: 200 OK

            Ma non capisci proprio una mazza?
            In realtà stavo parlando dei miei post
            precedenti, ma a quanto vedo hai voglia solo di
            provocare...
            peccato.


            Chissà perchè non mettono i neolaureati come
            capo progetti o primari in
            chirurgia,

            Se mi confondi materie ingegneristiche e simili
            per comportamenti sociali e comuni accessibili da
            chiunque, non hai un buon spirito
            critico.


            Ho solo perso il mio tempo con te :) ti facevo
            una persona più intelligente, ma forse sono
            troppo ottimista di
            natura...Mettila pure sul personale quanto vuoi, resti comunque un superficialotto come tanti altri.
          • 200 OK scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            Sono in buona compagnia ;)
      • qwerty scrive:
        Re: Una domanda: ma voi avete figli?

        Non serve avere figli per capire cosa li serve.Forse intendevi dire "chi li serve"o, forese meglio, "cosa serve a loro"
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Una domanda: ma voi avete figli?
      - Scritto da: Ivo
      Come sempre i temi che scottano sul fronte della
      libertà personale fanno discutere. Una
      osservazione: è vero che un tredicenne riesce a
      guidare uno scooter, oppure che un quattordicenne
      riesce a guidare senza casco, ma la legge (per
      proteggerli) lo vieta. Perchè nessuno grida allo
      scandalo per questi diveti? Perché quella legge è per protegger ci e fissa a 14 anni l'età in cui si presuppone che il ragazzo possa circolare senza arrecare danno a sé e agli altri.
      E' vero che le
      edicole sono piene di porno, ma (formalmente) la
      legge vieta ai minorenni di acquistarle, così
      come per le sigarette i superalcoolici ecc....
      anche qui, perchè non ci scandalizziamo?Perché la legge lo vieta. Se il ragazzo vuole acquistare sigarette o alcolici e il venditore lo accontenta è il venditore che infrange la legge e il genitore del ragazzo che non gli ha spiegato perché fumare o bere fa male. La legge c'è, sono i controlli che mancano.
      Semplicemente perchè sono cose più vecchie, e nel
      corso degli anni abbiamo capito che qualche
      regola a protezione dei più piccoli serve.Fallacia, vedi sopra.
      Ripropongo la mia domanda: oltre a difendere la
      libertà, qualcuno di voi ha figli? Se non ne
      avete, valutate se sia il caso di farne e di
      approfondire il tema
      :-)My two cents: i miei figli sono cresciuti con internet fin piccoli, ma io ero lì a seguirli e a spiegare loro perché alcune cose vanno bene e perché altre no.Non ho mai vietato loro di navigare per periodi sempre più lunghi da soli, inizialmente controllando le navigazioni, poi ho visto che potevo fidarmi.Anche adesso, ad onor del vero, controllo ogni tanto che siti visitano, però a quanto pare, posso fidarmi.
    • anonymous scrive:
      Re: Una domanda: ma voi avete figli?

      Ripropongo la mia domanda: oltre a difendere la
      libertà, qualcuno di voi ha figli? Se non ne
      avete, valutate se sia il caso di farne e di
      approfondire il tema
      :-)e tu hai raziocinio ?valuta l'opportunità di procurartene prima di postarechi difende la libertà di solito lo fa SOPRATTUTTO per i figli e non li protegge dai pericoli ma gli insegna a proteggersi dai pericoli e soprattutto a riconoscerli: la maggior parte delle molestie é in famiglia, in parrocchia e al campo sportivo, internet con gli appuntamenti via chat o social network é strumento marginale per questo problema, ma strumento fondamentale per far circolare l'informazione, dato la fine che hanno fatto gli altri media
    • Funz scrive:
      Re: Una domanda: ma voi avete figli?
      Si, ho figli, anche se ancora piccoli per usare il PC.Penso però che censurare e vietare Internet *a tutti* sia un crimine degno di un regime dittatoriale.Ai miei figli insegnerò a muoversi in Internet come per strada e nella vita reale, e assieme al resto della famiglia vigilerò su di loro.di certo Internet (e neanche la TV o altro) non sarà un altro baby-sitter inorganico davanti al quale parcheggiare i figli.Il fatto che uno lavori o non abbia tempo per i figli non è una scusa. Piuttosto non farli, i figli, il pianeta ringrazierà.
    • the_m scrive:
      Re: Una domanda: ma voi avete figli?
      - Scritto da: Ivo
      E' vero che le
      edicole sono piene di porno, ma (formalmente) la
      legge vieta ai minorenni di acquistarle, così
      come per le sigarette i superalcoolici ecc....
      anche qui, perchè non ci scandalizziamo?Infatti non ha nessuna logica che si possa fare sesso anche con maggiorenni dai 14 anni in su ma non si possano comprare riviste di un certo tipo in edicola.Gli alcolici: è solo con la finanziaria 2007 che è stato vietato ai minorenni di acquistarli al banco (prima l'età era 16 anni e cmq potevano acquistare quel che volevano al supermercato anche a 12 anni), ma nessuno ti può dire niente se bevi alcolici portati da casa o fatti acquistare da chi è maggiorenne.Forza, di questo passo raggiungeremo gli USA, dove devi avere 21 anni per bere una birra ma a 18 puoi andare a morire in qualche missione all'estero!Le siga: attualmente sul distributore automatico mi sembra che ci sia la scritta "vietato ai minori di anni 16", ma anche in questo caso si parla solo di divieto per la vendita, non di fumare.
      Semplicemente perchè sono cose più vecchie, e nel
      corso degli anni abbiamo capito che qualche
      regola a protezione dei più piccoli serve.Sì che serve, IMVHO la maggior parte dei divieti però dovrebbero fermarsi a 14 anni, a parte casi particolari (es. la patente)
      Ripropongo la mia domanda: oltre a difendere la
      libertà, qualcuno di voi ha figli?No.. Quando ne avrò spero che possano godere di alcune piccole libertà che io ho avuto, ma sarà difficile
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Una domanda: ma voi avete figli?
        - Scritto da: the_m
        Sì che serve, IMVHO la maggior parte dei divieti
        però dovrebbero fermarsi a 14 anni, a parte casi
        particolari (es. la patente)La patente? Presumendo tu ti riferisca a quella per le auto, dici proprio quella cosa che addirittura negli Stati Uniti d'America si prende a 16 anni? Quegli stessi 16enni che in USA sono obiettivamente meno maturi che in Italia?
        • nattu_panno_dam scrive:
          Re: Una domanda: ma voi avete figli?
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          Quegli stessi 16enni che in USA sono
          obiettivamente meno maturi che in
          Italia?Obiettivamente? (rotfl)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            - Scritto da: nattu_panno_dam
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            Quegli stessi 16enni che in USA sono

            obiettivamente meno maturi che in

            Italia?

            Obiettivamente? (rotfl)Obiettivamente sì, o forse avrei dovuto scrivere "sicuramente", il senso è lo stesso. Si capisce persino leggendo punto informatico. Lì c'è chi ha fatto stragi a scuola con la pistola del padre, qui al massimo girano video porno o bullistici col cellulare, mi sembra ci sia una certa differenza.
        • the_m scrive:
          Re: Una domanda: ma voi avete figli?
          Sì ma ci sono già troppi problemi di traffico, incidenti, parcheggi introvabili, incapaci alla guida, inquinamento, ecc. per dare la patente anche ai minori di 18 anni, questa la ritengo una soglia di età giusta per l'auto.Chi è minorenne può comunque muoversi su 2 ruote (e i 125cc non è che vadano così piano... :D )
          • Sgabbio scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            il 125 non si guiderebbe dopo i 18 ?
          • the_m scrive:
            Re: Una domanda: ma voi avete figli?
            Quando li avevo io si guidava a 16 anni, adesso non so :D La patente A1 si dovrebbe prendere a 16 anni e con questa puoi guidare moto 125cc fino a tot KW di potenza
    • Sgabbio scrive:
      Re: Una domanda: ma voi avete figli?
      Perché ? Avere figli ti fa diventare automaticamente un demente che vuole censurare tutto in nome dei bambini asessuati fino a 17 anni 12 mesi e 364 giorni ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 novembre 2008 19.33-----------------------------------------------------------
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Una domanda: ma voi avete figli?
        - Scritto da: Sgabbio
        Perché ? Avere figli ti fa diventare
        automaticamente un demente che vuole censurare
        tutto in nome dei bambini asessuati fino a 17
        ammi 12 mesi e 364 giorni
        ?11 mesi semmai :D
      • H5N1 scrive:
        Re: Una domanda: ma voi avete figli?
        - Scritto da: Sgabbio
        Perché ? Avere figli ti fa diventare
        automaticamente un demente che vuole censurare
        tutto in nome dei bambini asessuati fino a 17
        ammi 12 mesi e 364 giorni
        ?La legge serve all'uomo e non l'uomo alla legge.Non tutto ciò che è immorale deve essere illegale e viceversa.Però c'è chi pensa che l'età sia un qualcosa di finito e rigido (forse come le loro menti) pertanto il giorno prima del mio compleanno non posso fare la cosa che invece potrò il giorno dopo.Per fortuna che c'è Internet, forse l'unico "luogo" dove un pochino di Democrazia e meritocrazia resistono (a stento).
    • Reolix scrive:
      Re: Una domanda: ma voi avete figli?
      - Scritto da: Ivo
      Come sempre i temi che scottano sul fronte della
      libertà personale fanno discutere. Una
      osservazione: è vero che un tredicenne riesce a
      guidare uno scooter, oppure che un quattordicenne
      riesce a guidare senza casco, ma la legge (per
      proteggerli) lo vieta. Perchè nessuno grida allo
      scandalo per questi divieti? E' vero che le
      edicole sono piene di porno, ma (formalmente) la
      legge vieta ai minorenni di acquistarle, così
      come per le sigarette i superalcoolici ecc....
      anche qui, perchè non ci scandalizziamo?
      Semplicemente perchè sono cose più vecchie, e nel
      corso degli anni abbiamo capito che qualche
      regola a protezione dei più piccoli serve.
      Ripropongo la mia domanda: oltre a difendere la
      libertà, qualcuno di voi ha figli? Se non ne
      avete, valutate se sia il caso di farne e di
      approfondire il tema
      :-)No caro, la protezione dei figli parte dai genitori, non devo demandare allo Stato quelli che sono i miei doveri da quando decido di riprodurmi. Si chiama responsabilità. Dimentichi (volontariamente?) che per accedere ad internet devi avere un contratto e devi essere MAGGIORENNE per cui quando sei online si presume che sia un MAGGIORENNE su internet...se tuo figlio usa l'auto a 15 anni la colpa è dell'Anas oppure è tua che hai lasciato le chiavi in bella vista? Come e chi discerne quello che è buono? Perchè devo pagare io grande e vaccinato le mancanze di un genitore che demanda l'educazione dei propri figli alla ps2/3 o alla De Filippi? Le leggi esistono, il resto è un (tentato) controllo della rete per vari fini
  • iome scrive:
    basta terrorismo verbale
    "... un dato che piacerà ai genitori, forse un po' meno a chi di certi allarmismi ha fatto la propria bandiera."Concordo, c'è chi, con la scusa dell'allarmismo minorenni (della serie "salviamo i nostri figli da internet") che subirebbero chissà quale trauma per una foto di una donna nuda (quando le edicole sono piene di giornalini porno), vorrebbero mettere le loro manacce sulla rete per regolamentarla a loro uso e consumo (e la cosa è traversale o bipartisan che dir si voglia) ... basta guardare quello che vogliono fare ai Blog!
  • francososo scrive:
    gli schifosi allarmismi servivano eccome
    gli schifosi allarmismi servivano eccome : la censura vi dice niente ?
    • Dti Revenge scrive:
      Re: gli schifosi allarmismi servivano eccome
      Si parla di bambini. Forse la censura in questo caso non può che fare bene...
      • nasoblu4 scrive:
        Re: gli schifosi allarmismi servivano eccome
        - Scritto da: Dti Revenge
        Si parla di bambini. Forse la censura in questo
        caso non può che fare
        bene...Allora perchè non emigri in Iran li troverai il paese dei tuoi sogni.....E lasci in pace noi con le nostre decadenti libertà occidentali, le nostre antiquate carte dei diritti dell'uomo e del cittadino ed i nostri antiquati vetero-costituzionalismi.Vai abbraccia la "modernità" cino-iraniana-talebo-saudita e buon divertimento.... Diceva una volta un tale che chi cominciava a parlare dicendo che gli stava particolarmente a cuore il bene dei minori gli veniva di getto di mettere una mano al portafogli ed una alla pistola....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 novembre 2008 00.57-----------------------------------------------------------
        • BabyChan scrive:
          Re: gli schifosi allarmismi servivano eccome
          varrebbe la pena di trasferirsi in Iran per gioire del fatto che gli schifosi pedofili come te finiscono così:[img]http://img360.imageshack.us/img360/1561/mussoliniappesoperipiedxb7.jpg[/img]
      • Sgabbio scrive:
        Re: gli schifosi allarmismi servivano eccome
        No, non fa MAI BENE.
      • Anonimo scrive:
        Re: gli schifosi allarmismi servivano eccome
        Censura fa rima con una sola forma di governo.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: gli schifosi allarmismi servivano eccome
        - Scritto da: Dti Revenge
        Si parla di bambini. Forse la censura in questo
        caso non può che fare bene...Ai bambini devono badare i genitori.Se i genitori non lo fanno non sanno fare i genitori, quindi i genitori vanno castrati, mentre i figli devono essere tolti dalla loro tutela e messi in strutture più responsabili della "sacra famiglia".Non vedo perché *IO* devo subire delle censure o limitazioni alla mia sacrosanta libertà personale per colpa di chi, irresponsabilmente, ha scelto di crescere dei figli senza averne le capacità né le possibilità economiche.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 novembre 2008 01.21-----------------------------------------------------------
      • anonymous scrive:
        Re: gli schifosi allarmismi servivano eccome
        - Scritto da: Dti Revenge
        Si parla di bambini. Forse la censura in questo
        caso non può che fare
        bene...si parla di cancrena, l'amputazione non può che fare benema guardare PRIMA se la cancrena ce l'hai o tagli un arto sano no eh ?
    • Joshi scrive:
      Re: gli schifosi allarmismi servivano eccome
      Non si tratta di censura, ma di protezione dei contenuti non adatti al pubblico. :)Mi sembra cosa ben differente.
  • z f k scrive:
    controsbandata
    Recuperata la sbandata che criminalizza la rete (ma mi rimane il dubbio che il grosso della popolazione, disinformato dai soliti media, riceva tutt'altro quadro (in questo periodo di crisi c'e' bisogno sia di messaggi tranquilizzanti che d'individuare capri espiatori, vedremo dove tirera' il vento)), recuperata tale sbandata - dicevo - mi auguro che non ci sia una controsbandata babysitterista che invogli i genitori ad abdicare ai propri doveri abbandonando i bambini davanti al computer in rete (piuttosto che davanti alla tv).I bambini sono bambini e la rete e' come il mondo li' fuori: i bambini sanno di non sapere e chiedono di essere guidati ed educati su cosa e' bene e cosa e' male per loro e per gli altri.Insomma, in rete, si', ma tenuti per mano, spiegandogli quello che non capiscono, grazie.E in ogni caso: DON'T PANICCYA
  • Sgabbio scrive:
    Qui me la rido di gusto!
    I dati preliminari fin qui pubblicati individuano nell'Italia uno dei paesi meno esposti ai rischi di adescamento e molestia online, un dato che piacerà ai genitori, forse un po' meno a chi di certi allarmismi ha fatto la propria bandiera. HA HA HA HA HAQuesta mi ha fatto veramente ridere, alla faccia dell'aumento del 188% Vero telefono arcobaleno ?
    • francososo scrive:
      Re: Qui me la rido di gusto!
      - Scritto da: Sgabbio
      I dati preliminari fin qui pubblicati
      individuano nell'Italia uno dei paesi meno
      esposti ai rischi di adescamento e molestia
      online, un dato che piacerà ai genitori, forse un
      po' meno a chi di certi allarmismi ha fatto la
      propria
      bandiera.

      HA HA HA HA HA

      Questa mi ha fatto veramente ridere, alla faccia
      dell'aumento del 188% Vero telefono arcobaleno
      ?Già le scandalose speculazioni sulle molestie ai minori erano solo un pretesto per censurare !
      • francososo scrive:
        Re: Qui me la rido di gusto!
        - Scritto da: francososo
        - Scritto da: Sgabbio

        I dati preliminari fin qui pubblicati

        individuano nell'Italia uno dei paesi meno

        esposti ai rischi di adescamento e molestia

        online, un dato che piacerà ai genitori, forse
        un

        po' meno a chi di certi allarmismi ha fatto la

        propria

        bandiera.



        HA HA HA HA HA



        Questa mi ha fatto veramente ridere, alla faccia

        dell'aumento del 188% Vero telefono arcobaleno

        ?
        Già le scandalose speculazioni sulle molestie ai
        minori erano solo un pretesto per censurare
        !
    • anonymous scrive:
      Re: Qui me la rido di gusto!
      - Scritto da: Sgabbio
      I dati preliminari fin qui pubblicati
      individuano nell'Italia uno dei paesi meno
      esposti ai rischi di adescamento e molestia
      online, un dato che piacerà ai genitori, forse un
      po' meno a chi di certi allarmismi ha fatto la
      propria
      bandiera.

      HA HA HA HA HA

      Questa mi ha fatto veramente ridere, alla faccia
      dell'aumento del 188% Vero telefono arcobaleno
      ?ma pensi che i contributi statali alle associazioni allarmistiche e censorie cessino per questo ?magari!
      • Sgabbio scrive:
        Re: Qui me la rido di gusto!
        Però almeno la gente rifletterà un pò che certi problemi vengono ingigantiti.
        • Reolix scrive:
          Re: Qui me la rido di gusto!
          - Scritto da: Sgabbio
          Però almeno la gente rifletterà un pò che certi
          problemi vengono
          ingigantiti.Se la gente, il popolo, avesse cognizione di quello che fà e fosse moralmente presentabile non avremmo in parlamento pagliacci inquisiti/condannati che da 20 anni stanno creando il buco più grande al mondo riuscendo a risolvere i prorpi problemi, ergo nessuno rifletterà neanchè un pò su questi dati...
    • Zumpappone scrive:
      Re: Qui me la rido di gusto!

      I dati preliminari fin qui pubblicati
      individuano nell'Italia uno dei paesi meno
      esposti ai rischi di adescamento e molestia
      online, un dato che piacerà ai genitori, forse un
      po' meno a chi di certi allarmismi ha fatto la
      propria
      bandiera. Io modifico così:"un dato che piacerà ai genitori, forse un po' meno a chi di certi allarmismi ha fatto il proprio lauto stipendio".
    • BabyChan scrive:
      Re: Qui me la rido di gusto!
      - Scritto da: Sgabbio
      I dati preliminari fin qui pubblicati
      individuano nell'Italia uno dei paesi meno
      esposti ai rischi di adescamento e molestia
      online, un dato che piacerà ai genitori, forse un
      po' meno a chi di certi allarmismi ha fatto la
      propria
      bandiera.

      HA HA HA HA HA

      Questa mi ha fatto veramente ridere, alla faccia
      dell'aumento del 188% Vero telefono arcobaleno
      ?Quando altre fonti dicono il contrario, non sono attendibili. Invece questa fonte lo è...... complimenti, anche quest'anno il titolo è tuo! :D[img]http://www.iosonotranquillo.com/figa/6_1_stronzo.jpg[/img]
Chiudi i commenti