Bonus Sicurezza 2023: spendere la metà e vivere meglio

Bonus Sicurezza 2023, così la domotica costa la metà

Il Bonus Sicurezza consente di detrarre cifre importanti dal proprio ammontare IRPEF acquistando prodotti per la sicurezza della propria casa.
Il Bonus Sicurezza consente di detrarre cifre importanti dal proprio ammontare IRPEF acquistando prodotti per la sicurezza della propria casa.

La scure che il Governo Meloni ha fatto scendere su bonus e agevolazioni è scesa pesante sul “110%”, ma al contempo ha invece risparmiato un progetto, come quello del “Bonus Sicurezza“, che vede così la luce anche in questo 2023. Il bonus sarà di grande aiuto per tutti coloro i quali, forti di capienza di reddito e necessità di investimento, sceglieranno di acquistare prodotti per la sicurezza dell’ambiente domestico aumentando così la protezione della propria casa e della propria famiglia.

Bonus sicurezza: tutti i dettagli

L’agevolazione consente di detrarre dall’IRPEF, in un arco temporale lungo 10 anni, il 50% della spesa effettuata nell’acquisto di sistemi di sicurezza per la propria abitazione. All’interno di queste agevolazioni rientrano strumenti quali sistemi antifurto, casseforti, sistemi di videosorveglianza, sensori di fumo, serrature e molto altro ancora.

Un esempio: l’acquisto di un sistema di allarme Ring completo ha prezzo pari a 329,99 euro: questa cifra può essere detratta per il 50% in 10 anni, dunque entro il periodo indicato è possibile recuperare ben 165 euro (poco più di 16 euro annui). Di fatto è come se si acquistasse un sistema antifurto completo sapendo di pagarlo nei fatti soltanto la metà.

Antifurto Ring

Il ragionamento potrebbe essere esteso a qualunque altro strumento per la sicurezza. Una serratura smart da 279 euro costerà nei fatti soltanto 140 euro e ti consentirà di aprire una porta con il tuo smartphone; una cassaforte Yale motorizzata di alta qualità costa 377 euro, ma se ne recuperano automaticamente 189 dalla dichiarazione IRPEF; un sensore di fumo NEST da 116 euro comporterà una spesa effettiva di soli 58 euro.

Serratura smart Nuki

Un esempio ulteriore: un sistema completo di videosorveglianza Reolink 4K ha un prezzo pari a 889 euro, ma un coupon consente di accedervi oggi al prezzo di 679 euro. Se vi si aggiunge il Bonus Sicurezza, la spesa effettiva scende a soli 339,5 euro. La sicurezza vale molto di più, il che ben esplica la portata ed il significato di un incentivo di questa caratura.

La domotica, inevitabilmente, è la grande protagonista: non c’è sistema di sicurezza che non sia stato coinvolto dalla rivoluzione digitale e oggi poter controllare la casa da remoto cogliendo tutti i vantaggi dell’innovazione significa sfruttare al massimo le opportunità che app, cloud e sistemi smart sono in grado di offrire.

Per potersi avvalere di tale beneficio occorre avere “capienza di reddito“, ossia è necessario avere una quota di IRPEF da pagare per poter avere margine di detrazione. Si può dunque immaginare di mettere insieme cifre ragguardevoli che comprendano porte blindate, sensori, tapparelle e sistemi domotici di sicurezza con i quali cambiare il profilo del proprio ambiente domestico. Tutto ciò con uno sconto del 50% assicurato da un bonus dedicato: impreziosire la propria quotidianità con i benefici della domotica (anche e soprattutto tramite progetti dedicati quali l’ecosistema Fibaro) diventa così più accessibile, consentendo di vivere in modo più smart gli ingressi, la gestione degli allarmi, il monitoraggio da remoto e molto altro ancora.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 9 gen 2023
Link copiato negli appunti