Bot market: in vendita dati di 5 milioni di utenti

Bot market: in vendita dati di 5 milioni di utenti

Una ricerca condotta da NordVPN fa luce su natura e volume dei dati personali degli utenti messi in vendita sui cosiddetti bot market.
Una ricerca condotta da NordVPN fa luce su natura e volume dei dati personali degli utenti messi in vendita sui cosiddetti bot market.

Un nuovo studio condotto e appena pubblicato da NordVPN (del gruppo Nord Security) rivela che, un totale pari a circa cinque milioni di persone in tutto il mondo, è vittima di una maxi-vendita di dati personali attraverso i cosiddetti bot market. Di queste, 600.000 sono residenti in India, il paese più colpito da questa nuova e grave forma di violazione, sempre più diffusa e minacciosa.

I dati degli utenti sui bot market: la ricerca NordVPN

Si tratta di informazioni sottratte dai cybercriminali ai legittimi proprietari, attraverso l’impiego di malware in grado di estrapolarle dai dispositivi colpiti, a seguito di un’infezione. Ci sono credenziali per l’accesso ai servizi online (inclusi quelli di home banking), cookie generati durante le sessioni di navigazione e addirittura screenshot delle schermate aperte e foto acquisite dalle webcam. Non è difficile immaginare quali possano essere le pesanti ripercussioni negative in termini di impatto su privacy e sicurezza.

Stando al report di  NordVPN, i dati sono stati messi in vendita al prezzo di circa 6 dollari per ogni identità digitale, davvero irrisorio. Riportiamo di seguito e in forma tradotta il commento di Marijus Briedis, Chief Technology Officer del servizio VPN, utile per capire cosa differenzia questa modalità di distribuzione delle informazioni rubate da quelle tipiche del Dark Web.

Ciò che differenzia i bot market dagli altri mercati presenti sul Dark Web è la loro abilità di aggregare un grande quantitativo di dati a proposito di un singolo individuo. E in un solo posto. Ancora, dopo l’avvenuta vendita del bot, garantiscono all’acquirente che le informazioni della vittima saranno mantenute aggiornate finché il suo dispositivo rimarrà infetto.

I ricercatori, per la compilazione del loro report, sono riusciti a scovare circa 667 milioni di cookie, 81.000 digital fingerprint e 538.000 compilazioni automatiche dei moduli. A questi si aggiungono numerosi screenshot dei dispositivi e immagini catturate dalle webcam all’insaputa dell’utente.

La soluzione proposta da NordVPN (oggi in forte sconto) associa, al servizio di Virtual Private Network, l’efficace anti-malware chiamata Threat Protection. Questa tecnologia è in grado di tenere lontana ogni forma di codice maligno.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: Reu
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 9 dic 2022
Link copiato negli appunti