Brevetti, accelerare verso l'abisso

Andrea Glorioso intervista Philippe Aigrain per capire come si è arrivati alla proposta di direttiva sui brevetti del software e perché quella che si prepara è una gabbia dove rinchiudere idee e informazione


Roma – La seconda lettura della proposta di direttiva sulla brevettabilità delle “Invenzioni Implementate tramite Elaboratore” (“Computer Implemented Inventions” o CII, definizione piuttosto sofistica che è stata data ai brevetti sul software) si sta avvicinando sempre più. Un’intensa attività di lobbying da entrambi gli schieramenti – anche se si potrebbe discutere sulla liceità di paragonare le forze di lobbisti di professione profumatamente pagati e le attività dal basso di un gruppo di volontari, per quanto numerosi – sta dando forma ad un dibattito pubblico in modi che poche altre decisioni politiche nell’ambito dell’IT hanno visto.

Per cercare di capire meglio le questioni in ballo, ho intervistato Philippe Aigrain , attualmente direttore di SOPINSPACE (Society for Public Information Spaces), un’azienda che sviluppa software libero e open source innovativo e fornisce servizi per l’organizzazione di dibattiti pubblici e attività cooperative basate su Internet.

Prima di fondare Sopinspace, Philippe Aigran è stato “Head of Sector” per “Software Technology and Society” all’interno della Commissione Europea (Direttorato Generale “Information Society”). In questo periodo ha lavorato per impostare i programmi a sostegno dell’innovazione basata su Software Libero/Open Source. Ha partecipato alla preparazione del quinto e del sesto programma quadro, sia per quanto riguarda le tecnologie dell’informazione, sia per quanto attiene ad aspetti più generali relativi ai criteri di valutazione e alle regole per la gestione della proprietà intellettuale. Aigrain detiene un dottorato e la “habilitation à diriger les recherches” in informatica. Ha lavorato per vent’anni nella ricerca sul software e sul multimedia, all’interno di laboratori di aziende e come capo del gruppo di ricerca “Media analysis and interaction” del “Institut de Recherche en Informatique de Toulouse”. Infine, è l’autore di “Cause commune: l’information entre bien commun et propriété”, Edizioni Fayard, 2005.

Dato che i Suoi studi non sembrano essersi focalizzati sul diritto di proprietà intellettuale, vuole spiegarci quando e come si è confrontato per la prima volta con questo argomento, e specificamente con i brevetti sul software?
R: In effetti non ho studiato legge, ma informatica. Tuttavia, nel corso della mia carriera, ho sviluppato un forte interesse per ciò che le persone fanno con la tecnologia e l’informazione, e ciò mi ha condotto a ricercare e pubblicare nell’ambito della storia, della filosofia o della sociologia della tecnologia in parallelo con la mia attività di innovazione o di studioso delle politiche della ricerca. Forse è questa la ragione per cui, quando sono entrato in contatto per la prima volta con le questioni inerenti la brevettabilità del software, dei metodi di processo dell’informazione e dei dati genetici, ho affrontato tali questioni da un punto di vista più ampio della maggior parte degli specialisti in campo legale. Probabilmente è anche per questo motivo che ero pronto a investire più energia su questi argomenti della maggior parte degli scienziati, che all’epoca semplicemente scartavano l’idea dei brevetti sul software come un’assurdità, senza realizzare che questa assurdità stava rapidamente guadagnando terreno all’interno dei circoli specializzati (uffici brevetti, consulenti e giuristi).

La prima volta che mi sono resto conto delle problematiche relative ai brevetti sul software è stato quando dirigevo un gruppo di ricerca nel campo delle tecnologie dell’informazione applicate ai media (immagini ferme, video e musica). Ci rendemmo conto che i nostri “concorrenti” in USA, Giappone, Singapore e Israele avevano fatto domande di brevetto (negli USA e in Giappone) su degli algoritmi di analisi video .

I dipartimenti per il trasferimento di tecnologia degli istituti pubblici di ricerca avevano cominciato a valutare la possibilità che i nostri algoritmi (che noi non abbiamo brevettato, nel caso se lo stia chiedendo) venissero brevettati (negli Stati Uniti).

Parallelamente, seguivo i dibattiti circa uno dei primi contenziosi sui brevetti software, il brevetto Compton (Encyclopedia Britannica) sugli ipermedia, perché il mio lavoro era citato come “prior art” all’interno della richiesta di brevetto. In effetti, l’articolo del 1945 di Vannevar Bush, “As you may think” e tutto il lavoro di Ted Nelson su Xanadu, costituiva “prior art” del brevetto in questione.

Tutto ciò per dire che non era completamente ignaro dei problemi, ma si può tranquillamente affermare che fino alla fine del 1998, quando divenni capo dell’unità “software” all’interno del programma europeo IST, non avevo le idee chiarissime sul problema dei brevetti software. All’epoca ero molto più preoccupato circa il diritto di citazione per il materiale audiovisivo, perché l’assenza di tale diritto (in termini pratici) mi sembrava un blocco al potenziale di alfabetizzazione del media audiovisivi, dunque pericoloso per la democrazia. Ne sapevo di più sui dibattiti circa i brevetti sulle sequenze geniche che non sul software!

Tutto ciò cambiò rapidamente quando venni avvertito da alcuni sviluppatori di Software Libero / Open Source e da altre persone che una direttiva, che ufficializzava la recente pratica dell’Ufficio Europeo dei Brevetti (European Patent Office, EPO) di concedere brevetti sul software, era in preparazione. Il processo di regolamentazione era iniziato , molto discretamente, circa due anni prima nascosto all’interno di varie consultazioni sul futuro del sistema brevettuale europeo, consultazioni che avevano attirato l’attenzione solo dei circoli specializzati sull’argomento dei brevetti.


D: Mi pare di capire, dalle posizioni pubbliche che Lei ha assunto, che Lei sia contrario all’idea di applicare il sistema brevettuale alle idee astratte e specificatamente al software. Potrebbe specificare la Sua posizione più dettagliatamente?
R: In effetti, penso che non si debbano applicare i brevetti a qualsiasi entità che possa essere “pienamente” rappresentata dall’informazione. Ciò significa il software, gli algoritmi e i metodi per il processamento dell’informazione (tre modi per rappresentare e descrivere la stessa cosa) che Lei ha giustamente descritto come “incarnanti” idee astratte (assemblandole in un’entità manipolabile tecnicamente). Ma ciò si applica anche alle sequenze genetiche, o ai contenuti genetici di semi e organismi.

Come molti che si oppongono ai brevetti software, ho sottolineato quanto eticamente discutibile sia la concessione di monopoli proprietari a queste moderna forma di idee. Come molti che si oppongono alla brevettazione delle sequenze geniche e degli organismi biologici, ho sottolineate quanto eticamente discutibile sia la concessione di monopoli proprietari su scoperte o risorse essenziale per l’umanità. Tuttavia, credo che il modo più generale e rilevante per delineare la mia posizione risieda nel concetto di informazione, su come ciò che può essere “pienamente” rappresentato da essa non possa mai essere brevettato. Vi è molta complessità non visibile insita nel significato di “pienamente”, associato a “pienamente rappresentato”. Con ciò intendo catturare l’enorme differenza che separa:

– la relazione tra il disegno di una macchina e la macchina, e
– la relazione tra un algoritmo ed un programma che ne è una delle implementazioni, o tra la codifica di una sequenza del DNA e quella particolare sequenza.

Nel primo caso la differenza risiede nella costruzione e nella verifica delle linee di montaggio. Quando si ha l’idea di un oggetto da costruire, in realtà tutto il lavoro è ancora da fare. Mentre, al contrario, esiste quasi una equivalenza tra gli algoritmi (che vengono comunicati sotto forma di pseudo-codice) e il software.

D: Pensa che l’intera idea dei “brevetti” applicati al software sia fallace, o secondo Lei sarebbe teoricamente possibile modificare il sistema brevettuale in modo da renderlo uno strumento utile per l’innovazione incrementale e basata sul software?
R: Penso che sia impossibile “riformare il sistema brevettuale” o adattarlo in modo tale da diventare uno strumento adeguato a fornire le condizioni necessarie all’innovazione software. Persino in un mondo diverso, dove gli accordi TRIPS non esistessero e non imponessero una durata dei brevetti di almeno 20 anni, dove gli uffici brevettuali fossero finanziati con soldi pubblici e sotto un vero controllo pubblico, ciò sarebbe ancora impossibile, semplicemente per via della natura del processo di esame (“examination”) che è richiesto dal sistema brevettuale.

Molti sottolineano l’esistenza di numerosi brevetti software “fatti male” e che possiamo correggere questa situazione. Non penso che possiamo farlo, perché una proprietà intrinseca dell’innovazione nel dominio dell’informazione è che si possa prendere un’idea da un dominio e applicarla ad un altro dominio, mascherandola utilizzando termini diversi, cosicché l’intero processo di esaminare il brevetto diventa un compito veramente impossibile , persino impiegando migliaia di esaminatori e basi dati di “prior art”. Ma ancor più credo che i cosiddetti brevetti software “buoni” siano in realtà i peggiori perché monopolizzano, ad esempio, un algoritmo che è ottimale per un particolare dominio.


D: Durante le Sue attività all’interno della Commissione Europea, Lei è stato uno dei proponenti e implementatori della politica verso il FLOSS all’interno dei programmi di finanziamento europei per la ricerca e sviluppo. Un elemento che colpisce molto quando si esamina la posizione della Commissione Europea è come da un lato essa sembri favorire il FLOSS – durante il quinto e sesto programma quadro sono stati finanziati diversi progetti FLOSS ambiziosi – mentre dall’altro lato spinge per delle regolamentazioni che uccideranno chiaramente il FLOSS (naturalmente, quest’ultimo non è l’unico che rischia, dato che i brevetti software colpiranno anche gli sviluppatori e i fornitori di software proprietario, pur se questi ultimi hanno almeno qualche forma di struttura gestionale e legale per negoziare con i detentori dei brevetti). Potrebbe illustrarci la Sua opinione circa questa contraddizione?
R: Questa contraddizione non è così sorprendente, per due ragioni. Prima di tutto le politiche europee sono state create seguendo un processo cumulativo, aggiungendone di nuove, ognuna seguendo le proprie priorità, senza dei reali meccanismi di arbitraggio. Secondariamente, la Commissione, come qualsiasi altra organizzazione, è costituita da persone, e per loro natura le persone interpreteranno la propria missione in modi differenti, cercando di ottenere un’approvazione politica per differenti tipi di scelte.

Tuttavia, in assenza di una reale architettura per mediare le differenti politiche, è il meccanismo di influenza delle lobby , proporzionalmente al proprio peso finanziario, o semplici idee come il fondamentalismo della proprietà, o un economicismo miope che fungono da arbitri. Si è resa necessaria una vera riforma intellettuale, e quest’ultima sta guadagnando terreno all’interno della scena intellettuale, ma serviranno ancora un po’ di anni prima che essa possa esercitare una vera influenza su una nuova generazione di politici e funzionari pubblici.

D: Lei è l’autore di un libro, “Cause Commune”, in cui presenta un approccio in un certo senso olistico alle questioni inerenti il diritto di proprietà intellettuale di questi ultimi decenni, e a come la proprietarizzazione dei “Commons” stia conducendo verso una situazione sempre più problematica e tesa. Le dispiacerebbe focalizzare l’attenzione sul ruolo dei brevetti software all’interno di questa tendenza generale verso l’iper-proprietarizzazione, e quali saranno – secondo Lei – gli effetti sul medio e lungo periodo di tale tendenza?
R: Nel mio libro, descrivo i brevetti software alla stregua di un ultimo stadio della proprietarizzazione , perché attraverso il software e i metodi di processamento dell’informazione si possono monopolizzare i processi umani, sociali e tecnici di tutti i tipi, dai metodi terapeutici all’istruzione, anche quando questi processi sono formalmente non brevettabili. Questo è il motivo per cui questa battaglia è così importante. Tuttavia, la realtà resiste al dogma. Anche se i brevetti software saranno ufficializzati in Europa (e dunque nel mondo intero) il potere dell’innovazione cooperativa troverà comunque la sua strada. Per esempio, dico spesso che i brevetti software non uccideranno il Software Libero, ma danneggeranno i benefici che le società possono ottenere dal Software Libero e in generale dalle tecnologie comunicative e dell’informazione.

D: L’anno scorso la Commissione Europea ha lanciato un bando per uno “Study into effects of allowing patent claims for computer-implemented inventions” (contratto ufficiale pubblicato su OJ n. 2004/S 165-142264). Potrebbe sembrare che la Commissione Europea non sappia bene in che direzione sta andando, poiché da un lato spinge per una “armonizzazione” (che significa sempre armonizzazione verso una maggior protezione) e dall’altro dice chiaramente di non essere pienamente consapevole degli effetti possibili che tale “armonizzazione” potrebbe produrre. Le dispiacerebbe commentare su tale asimmetria o, se ha informazioni in merito, sulla specifica utilità di tale studio?
R: No comment. Deve chiedere alle persone al timone.


D: Un aspetto particolarmente preoccupante dell’intero processo politico sui brevetti software è stato il modo in cui le regole procedurali sono state piegate per raggiungere un fine predeterminato – sto pensando specificatamente all’introduzione di una “posizione comune” tramite un “item A” da parte del Consiglio Europeo in data 7 Marzo, un’azione chiaramente al limite delle procedure legali.
Come presidente di Sopinspace penso che il problema della trasparenza nelle discussioni sulle politiche pubbliche sia per Lei di particolare importanza: Le dispiacerebbe commentare circa la responsabilità delle istituzioni pubbliche, con particolare riferimento al dibattito sui brevetti software?

R: Il dibattito sui brevetti software è stato in realtà più aperto di molti altri. Questo è il motivo per cui la gente si è resa conto, più che in altre occasioni, delle debolezze della fase legislativa preparatoria e del processo legislativo in generale. Penso che sia sia necessaria e urgente una riforma a tutti i livelli, ma per quanto riguarda il contributo di un dibattito pubblico è evidente che quest’ultimo è particolarmente utile nella fase legislativa preparatoria.

Uno dei problemi è che – e specificamente nel dominio del Mercato Interno – il numero di direttive e proposte di regolamentazione (leggi quadro (“framework laws”) per usare il linguaggio del trattato costituzionale) deve essere sostanzialmente ridotto. Questa è una condizione necessaria per avere il tempo sufficiente ad un dibattito veramente aperto durante la fase preparatoria, e per evitare la situazione scandalosa per cui gli eurodeputati sono sommersi da testi di leggi le cui conseguenze sono così complesse da capire che solo pochi di essi diventano “specialisti” della questione e al tempo stesso, bersagli per l’attività delle lobby. Un dibattito pubblico veramente aperto, in tutte le sue varietà, da conferenze dei cittadini alle discussioni sul Web, è uno strumento che non ha come obbiettivo quello di rimpiazzare la democrazia rappresentativa, ma di renderne possibile l’operato in un mondo di interdipendenze e complessità.

Molte altre riforme sono necessarie per (ri)generare una vera democrazia europea. Ho cercato di affrontarne alcune in un mio recente scritto .

a cura di Andrea Glorioso

NOTA
Andrea Glorioso è un consulente indipendente (il suo CV è disponibile ). Attualmente lavora soprattutto per Media Innovation Unit , l’unità di ricerca di Firenze Tecnologia (azienda speciale della CCIAA di Firenze) dedicata alla ricerca, sviluppo e promozione di Software Libero, Contenuti Aperti, Reti Decentralizzate e Nuovi Media. Risiede a Padova, ma vive tra treni, aerei e hotel. Se volete discutere con lui dei contenuti di questo articolo, scrivete a: andrea (at) digitalpolicy (dot) it.

LICENZA
Questo articolo è Copyright (C) 2005 Andrea Glorioso ed è rilasciato sotto una licenza Creative Commons “Attribuzione – Condividi allo stesso modo”

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • kriger scrive:
    Radio
    Va be....... se il nano così ha deciso...... lui i cd orignali se li può permettere.Dov'è il problema? Mi reg sul pc le canzoni che passanno alla radio e le elaboro dividendole ecc ecc.Ci metto più tempo è vero, forse non lo farò sempre, mi prenderò solo quelle che + mi piacciono, MA ALMENO NON COMPRO A PREZZI ASSURDI!!!!!Di certo le radio non possono zittirle........
    • Anonimo scrive:
      Re: Radio
      - Scritto da: kriger
      Va be....... se il nano così ha deciso...... lui
      i cd orignali se li può permettere.

      Dov'è il problema?
      Mi reg sul pc le canzoni che passanno alla radio
      e le elaboro dividendole ecc ecc.

      Ci metto più tempo è vero, forse non lo farò
      sempre, mi prenderò solo quelle che + mi
      piacciono, MA ALMENO NON COMPRO A PREZZI
      ASSURDI!!!!!

      Di certo le radio non possono zittirle........comincia a scaricare ed ascoltare quelle gratuite, ne trovi uno spavento qui : www.download.com
  • kriger scrive:
    Italia....
    In Italia (e solo qua!!!) succede questo:- p2p: 2 anni in prigione - omicidio: uno si finge pazzo o gravemente malato..... e se ne torna a casa
  • Anonimo scrive:
    ...ma date la caccia ai mafiosi...
    ...invece di sprecare rtisorse coi ragazzi...Solo che i mafiosi sparano (e spesso governano), i ragazzi no...
  • Anonimo scrive:
    A cosa serve la banda larga?
    Chiedo scusa a tutti per la questione,ma la ritengo di fondamentale importanza: sono un utente Fastweb Fibra e dall'alto dei miei 10 mbit mi chiedo:cosa me me farei di tutta questa banda se non potessi scaricare quello che mi interessa via P2p?Se dovessi solo navigare e scaricare posta,una connessione a 56k sarebbe piu che sufficiente e dell'Adsl non me ne farei nulla!Non è mia intenzione giustificare nessuno,però i prezzi sono troppo alti per me...49? in media per i giochi per pc, 25? per i cd musicali e tutto il resto: io comunque non acquisterei quei prodotti (vado al cinema perchè faccio servizio sala,sennò aspetterei che i film passino in tv).Ultimamente ho visto uno squallido spot di Faletti contro la pirateria...perchè non ho visto uno spot che anzichè demonizzare i downloaders per le loro "illecite azioni", possa istigare un abbassamento dei prezzi?!Ah,un'ultima considerazione: da un anno a questa parte io pago un sovrapprezzo sui cd e lo ho pagato sul mio hd nuovo per la "possibilità che sui supporti di memorizzazione possa essere immagazzinato materiale illegale" (vi ricordate cosa successe un anno fa quando introdussero questa tassa?!), quindi...io la roba illegale scaricata e memorizzata l'ho pagata quando ho comprato i cd e l'hard disk...non è forse cosi?!Grazie a tutti per l'attenzione
    • Anonimo scrive:
      Re: A cosa serve la banda larga?

      mi chiedo:cosa me me farei di tutta questa banda
      se non potessi scaricare quello che mi interessa
      via P2p?Perché devi tenerla per forza impegnata 24 ore su 24? Io certi utenti li farei pagare a traffico....
      Se dovessi solo navigare e scaricare posta,una
      connessione a 56k sarebbe piu che sufficiente e
      dell'Adsl non me ne farei nulla!Beh, gente come te va eliminata da Internet. Consumate solo banda e basta.
      Non è mia intenzione giustificare nessuno,però i
      prezzi sono troppo alti per me...49? in media perGià. Prezzi alti mentre la connessione FW è gratis...
      resto: io comunque non acquisterei quei prodottiAppunto non comprarli né copiali: vedrai che i prezzi scenderanno.
      per le loro "illecite azioni", possa istigare un
      abbassamento dei prezzi?!Perché finché siete dalla parte del torto loro hanno gioco facile.
      scaricata e memorizzata l'ho pagata quando ho
      comprato i cd e l'hard disk...non è forse cosi?!No. Sono io che pago quella tassa per colpa degli idioti come te.
      • Anonimo scrive:
        Re: A cosa serve la banda larga?
        Eh già...mi sembri un pò ottuso amico, senza offesa eh...1)I software (i cd musicali, le videocassette...fai un pò tu) costano cosi tanto da anni luce prima che arrivasse il p2p2)La tassa è preventiva,quindi colpisce chiunque,non solo i pirati.3)LORO hanno torto,il p2p è solo un modo per difendersi dallo strapotere di chi tutto può se vuole.4)Beh,dimmi che te ne fai della banda larga se non scarichi...Bene, allora non farti l'Adsl. Non farti l'Adsl = nada sviluppo comunicativo -
        posti di lavoro in meno.5)Se io scarico il cd non lo compro -
        i soldi miei non se li intascano -
        loro ci perdono...ma anche se perdono non abbassano i prezzi!Ti sei mai chiesto se converrebbe scaricare musica se i cd costassero 8? anzichè 25?Le avvisaglie di tutto questo arrivano fin dai tempi di Napster,solo che le major non hanno voluto svegliarsi...Ora è giusto che paghino i loro "errori" (puramente voluti)!Avrebbero potuto educare le persone in modo "corretto" se avessero abbassato i prezzi in tempo: avere un cd bello,con copertina,libretto ecc. ad un prezzo accettabile avrebbe scoraggiato chiunque dallo scaricare materiale,ma la loro linea è retta...Come la mia!
        • Anonimo scrive:
          Re: A cosa serve la banda larga?

          Eh già...mi sembri un pò ottuso amico, senza
          offesa eh...L'ottuso sei tu.
          videocassette...fai un pò tu) costano cosi tanto
          da anni luce prima che arrivasse il p2pVero. Basta non comprarli. Si può vivere senza, al massimo si ascolta la radio.
          2)La tassa è preventiva,quindi colpisce
          chiunque,non solo i pirati.Tassa iniqua. Ma che hanno potuto mettere anche perché ci sono milioni di ladri che rubano.
          3)LORO hanno torto,il p2p è solo un modo per
          difendersi dallo strapotere di chi tutto può seNo. Il P2P non è un modo per difendersi. È un modo per rubare. Ci sono altri modi legali per combattere. Se rubi hai torto. Punto.
          4)Beh,dimmi che te ne fai della banda larga se
          non scarichi...Bene, allora non farti l'Adsl. NonIo ho l'ADSL e non scarico. Grazie a Dio con Internet si può fare molto di più che scaricare musica e film.
          5)Se io scarico il cd non lo compro -
          i soldi
          miei non se li intascano -
          loro ci perdono...ma
          anche se perdono non abbassano i prezzi!Perché finché scarichi sanno che non si può fare a meno della loro merce. Quando le vendite crolleranno veramente, nell'ordine del 70-80% allora si che si spaventeranno. Ma ci vuole gente con le palle che non entri più in un negozio, non pusillanimi che rubano di nascosto.
          Ti sei mai chiesto se converrebbe scaricare
          musica se i cd costassero 8? anzichè 25?Certo. Per questo da anni non compro CD. Ma non scarico neppure, altrimenti passo dalla parte del torto come le major.
          • Anonimo scrive:
            Re: A cosa serve la banda larga?
            Caro anonimo,hai mai sentito parlare di una cosa chiamata Antitrust?Tutte le major fanno cartello, quindi il prezzo rimane alto: a monte quindi sono loro ad avere torto perchè non rispettano la legge per prime non facendosi concorrenza.Quindi, seguendo il tuo ragionamento, io rubo a dei ladri: chi ha rubato per primo?Loro,perchè violano la legge a monte, facendo in modo che altri la debbano violare per usufruire di loro "potenziali diritti" (un equo mercato concorrenziale)...Guarda oltre il tuo nasino e vedrai che la realtà è molto piu complessa di quello che credi.
          • Anonimo scrive:
            Re: A cosa serve la banda larga?
            - Scritto da: Anonimo
            Caro anonimo,hai mai sentito parlare di una cosa
            chiamata Antitrust?

            Tutte le major fanno cartello, quindi il prezzo
            rimane alto: a monte quindi sono loro ad avere
            torto perchè non rispettano la legge per prime
            non facendosi concorrenza.

            Quindi, seguendo il tuo ragionamento, io rubo a
            dei ladri: chi ha rubato per primo?

            Loro,perchè violano la legge a monte, facendo in
            modo che altri la debbano violare per usufruire
            di loro "potenziali diritti" (un equo mercato
            concorrenziale)...Guarda oltre il tuo nasino e
            vedrai che la realtà è molto piu complessa di
            quello che credi.e basta con ste lagne, sembra che per vivere una vita degna dobbiate aver diritto di scaricare dal P2P tutto ciò che vi pare, perchè è questo quel che accadenon comprate e basta, provateci almeno, per un mesetto, niente P2P e niente acquisti, poi magari salta fuori che vi appassionate di altre cose, oltre che alla britni spir e screc 2
          • Anonimo scrive:
            Re: A cosa serve la banda larga?
            Caro mio,io non compro cd da 8 anni, non ho avuto nemmeno un videoregistratore fino a 3 anni fa e quando avevo il Super Nintendo acquistavo pochissimi ma sceltissimi giochi, ma evidentemente gli ammanchi che provocavo io non erano abbastanza.Lagne poi non sono le mie:se loro non rispettano la legge e il danneggiato sono io, io mi sento giustificato nel non rispettarla.Ripeto: hanno avuto il tempo per non arrivare a questa situazione...Ora la devono pagare.
          • Anonimo scrive:
            Re: A cosa serve la banda larga?

            Caro anonimo,hai mai sentito parlare di una cosa
            chiamata Antitrust?Molto prima di te - Sherman Act, 1890.
            Tutte le major fanno cartello, quindi il prezzo
            rimane alto: a monte quindi sono loro ad avere
            torto perchè non rispettano la legge per prime
            non facendosi concorrenza.Hai fatto denuncia? Comunque è anche il mercato che fissa il prezzo. Se riescono a venderli a quei prezzi, vuol dire che ci sono tonti a sufficenza che comprano. Non bisogna né comprare né scaricare per fargli capire che possiamo fare a meno della loro roba. Solo allora cambieranno idea. Finché c'è una richiesta alta sia legale che illegale faranno di tutto per farci soldi.
            Quindi, seguendo il tuo ragionamento, io rubo a
            dei ladri: chi ha rubato per primo?A parte il fatto che la legge non prevede "il furto al ladro", il fatto che siano un cartello non li equipara a ladri.
            Loro,perchè violano la legge a monte, facendo in
            modo che altri la debbano violare per usufruire
            di loro "potenziali diritti" (un equo mercatoMa stai delirando? Non sono mica generi di prima necessità, se non ti scarichi l'ultimo CD mica muori!
            concorrenziale)...Guarda oltre il tuo nasino e
            vedrai che la realtà è molto piu complessa di
            quello che credi.Il problema sono i Pinocchi come te, con il naso lungo lungo dietro il quale tentano di nascondere il fatto che compiono azioni illegali. Non esiste un "diritto all'ultimo film", mi dispiace. È la gente come voi che invece di combattere legalmente e onestamente le storture del mercato a viso aperto si nasconde dietro un monitor, si sollazza e dice di voler cambiare il mondo quando in realtà sta solo facendo i suoi porci comodi - né più né meno come le major. Non siete Robin Hood, siete solamente tanti piccoli (o grossi) ladri. E fate una bella compagnia con l'industria che vi sfrutta.
          • Anonimo scrive:
            Re: A cosa serve la banda larga?
            Caro mio, se le compagnie fanno cartello non è certo il mercato a fissare il prezzo ma loro, sei andato alle elementari?Se i downloaders sono cosi tanti -
            loro vendono meno -
            riescono a guadagnare lo stesso... Significa che i loro prezzi sono troppo alti, e non è mai fallita la divisione italiana di nessuna major...Come mai?Perchè i loro lauti guadagni ci sono eccome!La grossa balla che ti raccontano, è che i danni della pirateria per loro sono molto grandi...In realtà sono piccolissimi, ma loro sono abili nel ribaltare le carte in tavola!Parti dal presupposto [assolutamente reale ma che non conosci perchè non frequenti i canali p2p come tu stesso hai ammesso] che il 90% dei titoli che vengono scaricati via P2P le persone comunque non li avrebbero acquistati, quindi capisci che il loro danno non sta nel mancato rientro economico ma nel fatto che i loro prodotti vengono ascoltati da troppe persone.Per quanto riguarda il discorso Radio...beh, immagino non sia possibile registrare cassette dalla radio, vero?!E nessuno ne ha mai registrate eh!?Beh, caro mio, la radio è il primissimo esempio di p2p: ascolto un programma e sento la canzone, me la registro e poi buonanotte al secchio.Non credi che ci sia qualcosa di molto strano dietro questo circolo vizioso?!Secondo loro, perdono soldi come dei dannati...Peccato che sono ancora vivi, vegeti ed in ottima salute!Ah, cosi per contorno, vatti a vedere dove vanno a finire i soldi che spendi per un CD originale e che la Siae ripartisce tra 1000 soggetti, di cui 999 non c'entrano nulla con la produzione / realizzazione del cd stesso.Forse non credi che ci sia nulla di strano... la licenza elementare evidentemente per te è una chimera...
          • Anonimo scrive:
            Re: A cosa serve la banda larga?

            Caro mio, se le compagnie fanno cartello non è
            certo il mercato a fissare il prezzo ma loro, sei
            andato alle elementari?Sì, ma quando erano ancora serie. Non quelle da idioti che hai frequentato tu. Non essendo un CD o un DVD un genere necessario possono fissare il prezzo solo finché trovano i boccaloni che comprano comunque.
            La grossa balla che ti raccontano, è che i danni
            della pirateria per loro sono molto grandi...InÈ ovvio che se non fermano il P2P prima o poi non vendono una cippa: ma sei mai andato all'asilo o non ti hanno ammesso?
            che vengono scaricati via P2P le persone comunque
            non li avrebbero acquistati, quindi capisci cheMa se alla fine il P2P viene tollerato anche i compratori penseranno "e che, io sono scemo?". È ovvio che debbano mantenere una pressione adeguata.
            immagino non sia possibile registrare cassette
            dalla radio, vero?!Legalmente no. È anche per questo che non vengono mai trasmesse completamente.
            E nessuno ne ha mai registrate eh!?Un conto è fare una cosa sapendo che non è legale, un conto è farla sapendo che è illegale e arrampicandosi sugli specchi tentare di dimostrare che va benissimo farla. Se vado a 150 all'ora in autostrada e mi beccano non sto a dire "il trust vuole farmi andare più piano quindi la multa è illegale". So di essere in torto sto zitto e pago.
            Forse non credi che ci sia nulla di strano... la
            licenza elementare evidentemente per te è una
            chimera...No, solo un lontano ricordo. Capisco che per gente come te sia stata una dura conquista, che ha richiesto una lauta ricompensa all'esaminatore.
          • Anonimo scrive:
            Re: A cosa serve la banda larga?
            Ok, bene allora vai per la tua strada, non conquistare nulla mi raccomando ( i pallidi ricordi inesistenti delle scuole materne ti si sono forse annebbiati), tollera e vivi fuori dal mondo, tanto vivere bene non è una necessità...Forse in tutto questo tempo non hai notato la differenza tra vivere e sopravvivere...beh, vai e sopravvivi tranquillo, non avrai un merito dalle major per la loro difesa però temo...
          • Anonimo scrive:
            Re: A cosa serve la banda larga?
            Se il mondo ha una speranza è nella gente onesta come me. Non nei ladruzzi furbi che si credono chissà chi perché scaricano qualche centinaio di mp3 e lo spacciano come una crociata.
      • Anonimo scrive:
        Re: A cosa serve la banda larga?
        - Scritto da: Anonimo

        mi chiedo:cosa me me farei di tutta questa banda

        se non potessi scaricare quello che mi interessa

        via P2p?

        Perché devi tenerla per forza impegnata 24 ore su
        24? Io certi utenti li farei pagare a
        traffico....


        Se dovessi solo navigare e scaricare posta,una

        connessione a 56k sarebbe piu che sufficiente e

        dell'Adsl non me ne farei nulla!

        Beh, gente come te va eliminata da Internet.
        Consumate solo banda e basta.


        Non è mia intenzione giustificare nessuno,però i

        prezzi sono troppo alti per me...49? in media
        per

        Già. Prezzi alti mentre la connessione FW è
        gratis...


        resto: io comunque non acquisterei quei prodotti

        Appunto non comprarli né copiali: vedrai che i
        prezzi scenderanno.


        per le loro "illecite azioni", possa istigare un

        abbassamento dei prezzi?!

        Perché finché siete dalla parte del torto loro
        hanno gioco facile.


        scaricata e memorizzata l'ho pagata quando ho

        comprato i cd e l'hard disk...non è forse cosi?!

        No. Sono io che pago quella tassa per colpa degli
        idioti come te.
        Mi sembra giusto, uno se compra un hardisk e lo tiene li a far nulla a PAGATO una tassa CHE deve dargli qualcosa in cambio O regalate soldi alla siae e compagnia bella? Questa tassa è un coltello a doppio filo. Se un dice stabilisse che pagando una tassa su ogni supporto di memorizzazione potesse essere una attenuante per ogni copia illegale ci sia sopra scoppierebbe il caos.Ricordate che l'idiota è quello che se lo lascia mettere in culo.
        • Anonimo scrive:
          Re: A cosa serve la banda larga?

          Mi sembra giusto, uno se compra un hardisk e lo
          tiene li a far nulla a PAGATO una tassa CHE deve
          dargli qualcosa in cambio O regalate soldi alla
          siae e compagnia bella? Questa tassa è un
          coltello a doppio filo. Se un dice stabilisse che
          pagando una tassa su ogni supporto di
          memorizzazione potesse essere una attenuante per
          ogni copia illegale ci sia sopra scoppierebbe il
          caos.Se fossi in te riempirei l'hard disk con un corso completo di Italiano. Perché per il tuo post occorre una traduzione.
  • Anonimo scrive:
    Un manifesto hacker
    Consiglio per gli acquistiWark McKenzieed Feltrinelli ;)
  • Anonimo scrive:
    Come ogni regime che si rispetti...
    stanno cercando di controllare e quindi censurare tutti i mezzi di informazione ma con internet è molto difficile non è detto che ci riescano, molto meglio arrestarti con l'accusa di pedofilia o di condivisore, tanto le pene sono le stesse
  • Anonimo scrive:
    BENVENUTI NELLA TRAPPOLA
    Non capite che è proprio questo quello che vogliono? Arriveremo al punto che i pulotti sbatteranno dentro la gente anche solo per il fatto di possedere un programma che non permette il tracciamento dell' IP.Nossignori. Qui bisogna restare alla luce del sole, quelli che si rifugiano nelle caverne si mettono da soli nelle braccia del nemico e si dichiarano colpevoli a priori.La soluzione è una:1. mandare a casa il nano e Urbani2. sperare che i sinistri cambino la legge ed eleggano un ministro dell'interno meno avvelenato3. leggere parecchio Lawrence Lessig e fare propaganda per eliminare la parola "Pirata" dal vocabolario.
    • Anonimo scrive:
      Re: BENVENUTI NELLA TRAPPOLA
      - Scritto da: Anonimo
      Non capite che è proprio questo quello che
      vogliono? Arriveremo al punto che i pulotti
      sbatteranno dentro la gente anche solo per il
      fatto di possedere un programma che non permette
      il tracciamento dell' IP.
      Nossignori. Qui bisogna restare alla luce del
      sole, quelli che si rifugiano nelle caverne si
      mettono da soli nelle braccia del nemico e si
      dichiarano colpevoli a priori.
      La soluzione è una:
      1. mandare a casa il nano e Urbani
      2. sperare che i sinistri cambino la legge ed
      eleggano un ministro dell'interno meno avvelenato
      3. leggere parecchio Lawrence Lessig e fare
      propaganda per eliminare la parola "Pirata" dal
      vocabolario.Che vuoi intrappolare, ma sono loro a essere intrappolati cosa vuoi che facciano, certo ci saranno sempre quelli sacrificabili per il bene del popolo e si fermano li, ma dove vuoi che vadino ci sono milioni di condivisori, uno è definibile come una goccia nel mare, non potranno mai in modo assoluto avere il controllo di una rete p2p figurarsi di tutte le reti mondiali di condivisione, parlando di p2p normale, se poi viene implementato un protocollo come bittorrent, che non è accusabile di nulla nell'ambito p2p perche è un protocollo e non un programma software, aggiungendo pure un livello di crittografazione e il mascheramento parziale di provenienza dalla rete allora sull'ammontare del traffico e della mole di milioni di utenti che generano miliardi di miliardi di giga di traffico ma ndo cazzo vanno, hai provato zippare un file di 1kbyte con password di 20 caratteri e a cracckarlo con una utility di password recovery? 1kb prova fallo vedrai che prima di natale forse la trovi lasciando il pc ultima generazione p4 4ghz biprocessore con 16gb di ram 24/24 acceso. Forse..
  • Anonimo scrive:
    P2P centralizzato: un dinosauro morente
    La verità è che se la sono cercata. Opennap? P2P con server centralizzati? Un erede di napster nel 2005? Ma siamo impazziti? Questa gente, insieme a chi usa ancora roba come DirectConnect, merita di essere messa in galera per la propria stupidità. Speriamo che li prendano tutti, così almeno il p2p vero, quello libero e decentralizzato (come Kadu, Overnet, Gnutella 2, Manolito Ares o Exeem, etc.) potrà assorbire i loro utenti. Perfino Bittorrent nella versione 4.0 sarà decentralizzato, leggete qui:http://www.bittorrent.com/trackerless.html
  • Anonimo scrive:
    Non c'è più lo stato di diritto.
    Lo stato di diritto si fonda sulla universalità della legge e sulla certezza della pena.I lorsignori farisei antipirati hanno tracciato ognuno dei 7 server di Cucciolandia per 1 giorno. Figuratevi se avessero tracciato TUTTI i server di TUTTE le reti opennap.Dovremmo forse trasformare in LADRI dieci milioni di Italiani?Oggi attestiamo ancora una volta la MORTE DELLO STATO DI DIRITTO,Chiunque, a seconda di come si sveglia il pulotto fariseo di turno intenzionato a far sorridere i boss della RIAA, può essere messo in galera.La totale discrezionalità e impossibilità di previsione della forza pubblica, dalle parti mie si chiama dittatura.Lawrence Lessig Forever!!!
  • Anonimo scrive:
    sapete chi si è schierato
    tra gli artisti e attori contro la criminalizzazione di massa che stanno attuando?
  • Anonimo scrive:
    PULOTTI AL SERVIZIO DEI RICCONI
    Questi PULOTTI che stanno al servizio dei GRASSATORI PIDOCCHIOSI cola grasso-ricco e che perseguitano i ragazzini o altri che scaricano per uso personale un pò di murica....han ROTTO i COJONI!!!
  • Anonimo scrive:
    lotta alla povertà
    risolvono il problema mettendoli tutti in galera.
  • Anonimo scrive:
    E' ufficiale
    solo il 28 per cento della popolazione italiana percepisce lo scaricamento in rete come reato(fonte rai televideo).Fare azioni di questo genere è incostituzionale.
  • Anonimo scrive:
    chi è innocente
    chieda un miliardo di euro di risarcimento a testa.
  • Anonimo scrive:
    Gestapo!
    finalmente si torna in azione, ja.
  • erwinsan scrive:
    MA FATEMI IL PIACERE!!!!
    ...io dico solo una cosa: in tutta la mia vita non mi sono mai permesso di acquistare cd musicali o films(tranne rare eccezioni...HALF LIFE 2, GT3 e poco d'altro) per il semplice fatto che costano una badilata!!! Questo a dimostrare che io, come molti altri non avrei comunque sia acquistato praticamente niente, xchè considero il campo della vendita di cd musicali, films e giochi in dvd destinato ai pochi che se lo possono permettere...quindi non accettando il fatto che solo i ricchi possano avere certi svaghi(e io accontentarmi della monnezza che mandano in onda alla tv invasa pazzescamente dalla pubblicità), mi trovo le vie traverse, tralasciando un pò di qualità...quella la lascio a chi se la può permettere....Ciò non toglie che,comunque sia, io mi infili in un cinema almeno 4 volte al mese, dando così il mio contributo agli autori. E venitemi a dire che 7.50Euro sono pochi x vedere un film che con gli anni mi dimenticherei, se non fosse x le vie traverse! Credo che le Autorità si debbano dar da fare in tutt'altri campi anzichè preoccuparsi di minime perdite di cui si lamentano le major. Non bastano le tasse che già pago? E i cd vergini che compro? E la corrente che faccio fuori? E i soldi che lascio giù alla Telecom per l'abbonamento ADSL!!! E i soldi che lascio giù ai cinema? MA FATEMI IL PIACERE!!!! Si attaccano a tutto pur di farti pagare anche l'aria che respiri!!!E' ORA DI FINIRLAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!FATE I SERI E ASCOLTATE LA VOCE DI CHI TIRA A CAMPARE!!! AZZANNATE CHI NON SA PIù COME SPENDERE I SUOI SPORCHI SOLDI!!!SIETE VOI DELLE MAJOR E DEL GOVERNO I VERI LADRI, MA NESSUNO VI POTRà MAI ARRESTARE... OK, mi son sfogato.==================================Modificato dall'autore il 07/06/2005 18.29.10
    • Anonimo scrive:
      Re: MA FATEMI IL PIACERE!!!!


      E i cd vergini che compro?dici bene... per quanto mi riguarda uso i cd da sverginare per archiviare i miei lavori in photoshop(originale a volte con rimorso)... facendo un paio di conti "REGALO" bimestralmente alla siae, grazie alla sua tassa sulla pirateria, l'equivalente dell'album che non mi posso permettere. paradossale.... :| zao
    • Anonimo scrive:
      Re: MA FATEMI IL PIACERE!!!!
      - Scritto da: erwinsan
      quindi non accettando il
      fatto che solo i ricchi possano avere certi
      svaghi(e io accontentarmi della monnezza che...
      E i soldi che
      lascio giù alla Telecom per l'abbonamento ADSL!!!...
      FATEMI IL
      PIACERE!!!!Fammi tu il piacere, prima dici che certi svaghi li possono avere solo i ricchi (certo se vuoi vedere tutti i film e i cd del mondo devi essere ricco) e poi viene fuori che paghi fior di quattrini l'ADSL.I poveri sono altri.Sono quelli come te che tirano fuori questi discorsi irrazionali condizionati solo dall'egoismo che rendono difficile un dibattito serio sulla modifica del diritto d'autore.
      • Anonimo scrive:
        Re: MA FATEMI IL PIACERE!!!!
        l'adsl è una finestra aperta sul mondo....costa cara,certo,ma quando avevo l'analogica spendevo uguale e non scaricavo nulla quindi taci tu, anonimo!
        • erwinsan scrive:
          Re: MA FATEMI IL PIACERE!!!!
          ...e poi, non ho detto di essere povero, ho detto di pensare a loro! io sono in una classe di mezzo(mezzo bassa....)e saranno affari miei del xchà ho l'adsl....37 euro=1mese di adsl37 euro=1,5 DVD37 euro=2albumio scelgo l'adsl, tu facci quel che ti pare, ANONIMO!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: MA FATEMI IL PIACERE!!!!

        Fammi tu il piacere, prima dici che certi svaghi
        li possono avere solo i ricchi (certo se vuoi
        vedere tutti i film e i cd del mondo devi essere
        ricco) e poi viene fuori che paghi fior di
        quattrini l'ADSL.
        I poveri sono altri.

        Sono quelli come te che tirano fuori questi
        discorsi irrazionali condizionati solo
        dall'egoismo che rendono difficile un dibattito
        serio sulla modifica del diritto d'autore. Forse non lo hai capito, ma molta gente per far quadrare i conti a fine mese deve scegliere: o paga l' abbonamento alla ADSL o compra un cd audio... tu che sceglieresti?Se accontenti Mazza scontenti Tronchetti Provera, vedi te...
        • Anonimo scrive:
          Re: MA FATEMI IL PIACERE!!!!
          Mi spiace ma Io come tanti altri preferisco pagarmi l'abbonamento per FW o ltro gestore piuttosto che comprare cd / dvd originali ( giochi-film-audio etc etc ).Secondo me internet (se rimarrà e si potrà ancora definirlo tale) è un mezzo che ti apre un mondo di informazione, supporto, lavoro, studio, amicizia, ricerca, etc.etc.etc.Io spendo 150? al mese di abbonamento ADSL ( amaramente) roba che con il 56K avevo la stessa bolletta e riuscivo a navigare per la metà del tempo e con molta fatica.E fino a quando i prezzi dei cd/dvd non scenderanno credo che non darò mai soldi alle major per gonfiargli le tasche a quei poveri S****** che mangiano sulle nostre spalle !!!Tu pensa quello che vuoi, e ti dico di più ho scelto FW perchè come prestazioni, qualità, servizio è nettamente superiore a qualsiasi altro gestore di ADSL.Inoltre prova a pensare a:- Quanto costa un cd a chi lo produce?- Quanto ammonta il ricarico della SIAE?- Quanto costa effettivamente un cd musicale? ( in vendita dai 15 ai 30?)- Quanto costa un dvd vergine?- Quando costerebbe in realtà un FILM su dvd?( in vendita dai 15 ai 40? )
          • Anonimo scrive:
            Re: MA FATEMI IL PIACERE!!!!

            Secondo me internet (se rimarrà e si potrà ancora
            definirlo tale) è un mezzo che ti apre un mondo
            di informazione, supporto, lavoro, studio,
            amicizia, ricerca, etc.etc.etc.Vero. Altro che P2P.
            scenderanno credo che non darò mai soldi alle
            major per gonfiargli le tasche a quei poveri
            S****** che mangiano sulle nostre spalle !!!No, è vero. Gonfia le tasche delle telco che mangiano sulle tue spalle. Così possono comprarsi le major.
            scelto FW perchè come prestazioni, qualità,Questo è tutto da vedere. Io con la mia ADSL ho un IP pubblico fisso ad un prezzo accessibile e quindi mail server e web server personale. Con FW è molto più complesso e costoso.
            Inoltre prova a pensare a:Quanto costa veramente offrire una ADSL e quanto costa veramente telefonare con il cellulare?
    • Anonimo scrive:
      Re: MA FATEMI IL PIACERE!!!!
      - Scritto da: erwinsan
      SIETE VOI DELLE MAJOR E DEL GOVERNO I VERI LADRI,
      MA NESSUNO VI POTRà MAI ARRESTARE... Parole sante amico! quanto hai ragione, il problema è che tutti lo sanno ma nessuno può far niente...
    • uguccione500 scrive:
      Re: MA FATEMI IL PIACERE!!!!
      - Scritto da: erwinsan
      ...io dico solo una cosa: in tutta la mia vita
      non mi sono mai permesso di acquistare cd
      musicali o films(tranne rare eccezioni...HALF
      LIFE 2, GT3 e poco d'altro) per il semplice fatto
      che costano una badilata!!! Questo a dimostrare
      che io, come molti altri non avrei comunque sia
      acquistato praticamente niente, xchè considero il
      campo della vendita di cd musicali, films e
      giochi in dvd destinato ai pochi che se lo
      possono permettere...quindi non accettando il
      fatto che solo i ricchi possano avere certi
      svaghi(e io accontentarmi della monnezza che
      mandano in onda alla tv invasa pazzescamente
      dalla pubblicità), mi trovo le vie traverse,
      tralasciando un pò di qualità...quella la lascio
      a chi se la può permettere....
      Ciò non toglie che,comunque sia, io mi infili in
      un cinema almeno 4 volte al mese, dando così il
      mio contributo agli autori. E venitemi a dire che
      7.50Euro sono pochi x vedere un film che con gli
      anni mi dimenticherei, se non fosse x le vie
      traverse!
      Credo che le Autorità si debbano dar da fare in
      tutt'altri campi anzichè preoccuparsi di minime
      perdite di cui si lamentano le major. Non bastano
      le tasse che già pago? E i cd vergini che compro?
      E la corrente che faccio fuori? E i soldi che
      lascio giù alla Telecom per l'abbonamento ADSL!!!
      E i soldi che lascio giù ai cinema? MA FATEMI IL
      PIACERE!!!! Si attaccano a tutto pur di farti
      pagare anche l'aria che respiri!!!
      E' ORA DI FINIRLAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!
      FATE I SERI E ASCOLTATE LA VOCE DI CHI TIRA A
      CAMPARE!!! AZZANNATE CHI NON SA PIù COME SPENDERE
      I SUOI SPORCHI SOLDI!!!
      SIETE VOI DELLE MAJOR E DEL GOVERNO I VERI LADRI,
      MA NESSUNO VI POTRà MAI ARRESTARE...
      OK, mi son sfogato.

      ==================================
      Modificato dall'autore il 07/06/2005 18.29.10o! SVEGLIA! Guarda che chi ha una badilata di soldi che non ne sa neanche lui quanti sono LI PAGA I FINANZIO PER FARE CERTE VAKKATE!!!
  • Anonimo scrive:
    Io ho solo quello, se dovessero..
    io nella vita ho solo quello, il file sharing, e nessuno mi può obbligare a comprarmi niente, fuorilegge sono chi produce i supporti vergini in cui poi io vado a copiare i file scaricati, fuorilegge sono la SIAE e soci che ci mettono pure la tassa sopra, l'ITALIA e uno schifo unico paese dove esiste la più grossa associazione a delinquere denominata SIAE, resa legale dallo stato che ci mangia sopra, e non solo per i supporti e i cd vergini, ma vi pare possibile, che uno che se deve SPOSARE deve pagare alla SIAE una tassa di 500 euri, per ballare la Tarantella.....e per ascoltare 4 canzoni balorde.. pure se me le canto da solo le canzoni devo PAGARE LA SIAE, ma chi azz sono i padroni della musica delle opere...sono dei DELINQUENTI i primi loro......e poi che mi arrestino pure se mi beccano con gli hd pieni, il mio primo pensiero se mi carcerano non possedendo niente e avendo solo il pc e il file sharing sarà il SUICIDIO...si se me carcerano me tolgo la vita....e poi magari ci sarà una causa dove qualcuno da parte civile accusera lo stato e soci di omicidio preterintenzionale...si sono pazzo...e allora , almeno la libertà di essere pazzo me la volete lasciare.....cazz..... se no che schifo di democrazia è questa....ciauz a tutti....
  • Anonimo scrive:
    scambiarsi materiale non e' peccato
    la questione e' sempre la stessa, scambiarsi materiale protetto, che sia musica film o quant'altro senza fini di lucro NON DOVREBBE essere considerato reato....;Sino a qualche anno fa' la situazione era questa, a scuola all'universita' tra amici parenti ecc... si scambiavano dischi cd cassette ecc...e a nessuno veniva in mente che quella azione potesse diventare od essere un reato...; Ora siamo arrivati a tanto solo x convenienza delle major....ed e' inutile che moralisti dell'ultima ora affermino che scambiarsi materiale sia un reato...., xche' l'azione non e' recepita come reato dalla gente dai cittadini, ma solo da chi pensa di avere dei diritti assoluti su cio' che produce e/o mette in vendita..;L'economia, dall'evoluzione tecnologica ha sempre avuto dei vantaggi, e solo degli ottusi possono immaginare che il p2p possa distruggere il business derivante dal diritto d'autore, ed io continuo a credere che la funzione anche economica del p2p sia quella di spazzare via le vecchie imprese dedite allo sfruttamento intensivo dei consumatori, x lasciare spazio invece, ad un'imprenditoria che sappia essere ed avere anche un occhio di riguardo verso il cittadino e le sue esigenze...;Immaginare servizi anche lucrativi, che sfruttando il p2p, offrano ai cittadini consumatori servizi di musica films cultura ecc...a poco prezzo, infatti, dovrebbe essere l'imperativo della nuova imprenditoria, ma stiamo vedendo come tutto cio' non accada, anzi, vi e' il tentativo di trattare i consumatori come dei limoni da spremere ...ed usare il progresso tecnologico solo x i propri fini di vantaggio economico....W il p2p e la lotta (magari involontaria..) di tantissimi che continuano e continueranno a praticare lo scambio di materiale senza fine di lucro...
    • Anonimo scrive:
      Re: scambiarsi materiale non e' peccato
      Anch'io se ti rubo la macchina per fare un giro e non per rivenderla non ho scopo di lucro e quindi non dovrei essere punibile...
      • Anonimo scrive:
        Re: scambiarsi materiale non e' peccato
        Ma se ascolti i miei CD copiati allora è reato.
        • Anonimo scrive:
          Re: scambiarsi materiale non e' peccato
          mi sembra una logica da bottegai, ma forse piu' semplicemente una provocazione, paragonare lo scambio di musica film ecc... con il rubare un'auto.....; e ricordo che lo scambiarsi le cose non e' mai stato considerato ne sentito come un reato..., penso che tutti, vecchi e giovani, abbiano fatto copie di musica film da regalare ad amici ragazze ecc, in passato...; del resto se si entra solo nella logica del profitto si arriva facilmente ad un uso strumentale della razionalita', a considerazioni estreme...., e francamente non mi viene voglia di spiegare,....chi non vuol capire non capira'....; ad ogni modo io rimango dell'idea che anche i consumatori abbiano dei diritti, e che le leggi debbano essere decise da tutti, e se a qualcuno va l'idea che degli industriali decidano cosa deve fare una societa', si prepari a pagare mille quello che costa in realta' poco piu' di niente...., si prepari a sottomettersi alle decisioni di potenti interessati, anziche' vagliare le decisioni alla luce di nuove realta' e degli interessi di tutti...; lo scambio di file programmi ecc.. fa parte del concetto stesso di comunicare, di scambiarsi informazioni, creato con la rete, con internet...., il pensare che debbano comunque essere le logiche del profitto a regolare questa nuova realta' e non invece una logica di arricchimento culturale e civile dei cittadini e degli utilizzatori della rete, risulta come un vero e proprio suicidio delle potenzialita' economiche che possono derivare da un uso piu' aperto a tutti della rete....; il tema, secondo me', resta sempre quello di battere e sconfiggere il nuovo sfruttamento intensivo dei consumatori portato avanti dalla vecchia industria dello spettacolo che non vuole modificare le proprie abitudini di arrivare sempre e comunque al massimo guadagno...; Ma vi sono momenti in cui occorre avere la vista lunga, e questi signori non la hanno, ....ma pagheranno, perdendo la sfida nei e dei nuovi mercati che si stanno aprendo grazie alla rete....;O pochi dubbi che questi signori saranno spazzati via dal nuovo mercato della rete, ma la rabbia e' grande xche' con le leggi stupidamente repressive, si infrange anche il sogno ed il desiderio di milioni di persone, il solo in grado di produrre vera ricchezza, anche economica.....
          • Anonimo scrive:
            Re: scambiarsi materiale non e' peccato

            semplicemente una provocazione, paragonare lo
            scambio di musica film ecc... con il rubare
            un'auto.....; e ricordo che lo scambiarsi le coseNon la rubo, "la prendo in prestito a tempo indeterminato".
            non e' mai stato considerato ne sentito come un
            reato..., penso che tutti, vecchi e giovani,È sempre stato un reato, e lo si faceva consapevolmente. Solo che erano poche decine di canzoni, non centinaia di migliaia. E non trovavi mica sempre qualcuno nei dintorni che avesse proprio quello che ti interessava.
            consumatori abbiano dei diritti, e che le leggi
            debbano essere decise da tutti, e se a qualcunoLe elezioni servono a questo. Certo che se si fanno croci da analfabeti su simbolini coloratri.
            va l'idea che degli industriali decidano cosa
            deve fare una societa', si prepari a pagare milleLo decidono solo se gli analfabeti del P2P passano il tempo a scaricare quello che non possono invece di dedicarsi ad attività migliori.
            quello che costa in realta' poco piu' di
            niente...., si prepari a sottomettersi alleSecondo te scrivere e suonare canzoni, scrivere e girare un film o scrivere un software "costa poco più di niente"? Perché chi costruisce un'auto può farmela pagare 20.000 euro e io un software devo darlo via gratis? Solo perché il software si può copiare e un'auto no?
            e degli interessi di tutti...; lo scambio di file
            programmi ecc.. fa parte del concetto stesso di
            comunicare, di scambiarsi informazioni, creato
            con la rete, con internet...., il pensare cheMa difatti puoi scambiare quello che vuoi. A patto che non sia protetto da copyright.
            debbano comunque essere le logiche del profitto a
            regolare questa nuova realta' e non invece una
            logica di arricchimento culturale e civile dei
            cittadini e degli utilizzatori della rete,Perché con l'arricchimento culturale io non campo. Quando vado al supermercato o dal concessionario e gli dico che gli ho arricchito la vita e poi cerco di andare via con la spesa o una macchina chiamano la polizia e mi arrestano. Non vedo perché non debbano arrestare chi si porta via il mio software gratis.
            risulta come un vero e proprio suicidio delle
            potenzialita' economiche che possono derivare da
            un uso piu' aperto a tutti della rete....; ilChe i produttori ci marcino è sicuro. Ma non li combatteremo comportandoci da ladri. Perché gli stiamo semplicemente dicendo che non possiamo fare a meno di quello che ci vendono. Se invece dimostrassimo di poterne fare a meno non rubando né comprando si cagherebbero addosso.
      • Anonimo scrive:
        Re: scambiarsi materiale non e' peccato
        - Scritto da: Anonimo
        Anch'io se ti rubo la macchina per fare un giro e
        non per rivenderla non ho scopo di lucro e quindi
        non dovrei essere punibile... Il solito idiota che non conosce il significato di sottrazione d'uso...?
        • Anonimo scrive:
          Re: scambiarsi materiale non e' peccato
          No, poi con calma te la restituisco, cretino.Piantatela di dire che non rubate. Siete dei ladri e basta.
          • numerone scrive:
            Re: scambiarsi materiale non e' peccato
            - Scritto da: Anonimo
            No, poi con calma te la restituisco, cretino.

            Piantatela di dire che non rubate. Siete dei
            ladri e basta.Se hai già deciso allora xk stai parlando con persone che cercano di fare un discorso costruttivo?L'auto é UNA: nel momento in cui te la prendi senza permesso togli a chi l'ha legalmente acquistata il diritto all'utilizzo.Se copi al livello pratico non togli niente, ma crei un qualcosa che prima non c'era: il tuo paragone regge solo se consideri il prodotto come supporto fisico, ma questa é tutt'altra cosa...Lor signori lo paragonano al furto per via della mancata spesa in quanto in testa loro il download fa in modo che la gente non compri legalmente.Questa é una visione riduttiva del fenomeno: se da un lato é vero che certa gente compra un pc e fa un abbontamento ADSL solo per usfruire di "beni di massa con prezzo di lusso" in barba alle norme civili e morali, dall'altro esiste gente che scarica non per "rubrare", ma per provare: ho letto di moltissima gente che é venuto a conoscenza di questo o di quell'artista poco famoso tramite il p2p e che per la curiosità di vedere il suo modo di lavorare s'é procurata il prodotto per vie legali.Quest'altro tipo di pirateria non é distruttiva, anzi...Il buonsenso, probabilmente, é nel sopprimere il primo tipo di pirateria, ma tollerare il secondo; mi rendo conto che probabilmente tale soluzione non é esprimibile in legalese, però tentar non nuoce.Il problema é che fin quando avremo gente di cotale cultura informatica a governarci non si potranno fare passi avanti, ma si rischia solo morte e distruzione, come il famoso sciopero degli acquisti più volte proclamato e che qualcuno sta facendo.
          • Anonimo scrive:
            Re: scambiarsi materiale non e' peccato

            L'auto é UNA: nel momento in cui te la prendi
            senza permesso togli a chi l'ha legalmente
            acquistata il diritto all'utilizzo.No, il diritto ce l'ha ancora, non può momentanemente usufruirne. Non è furto, è prestito a tempo indeterminato. Cavolo, se voglio provare una macchina non mi basta il tempo dal concessionario, devo poterla provare per un anno o due prima di decidere di comprarla.
            Se copi al livello pratico non togli niente, ma
            crei un qualcosa che prima non c'era: il tuoQueste sono cazzate. Solo perché il bene è immateriale e può essere copiato non vuol dire che lo puoi fare e che non crei un danno.
            che scarica non per "rubrare", ma per provare: hoAltra cazzata. Saranno il 0.00001% Gli altri scaricano per avere gratis. Spero solo che presto il loro datore di lavoro gli dica che devono lavorare gratis, e che verranno pagati con fotocopie di banconote.
            primo tipo di pirateria, ma tollerare il secondo;Come fai a distinguere? Comunque di pezzi demo limitati ce ne sono a bizzeffe.
            Il problema é che fin quando avremo gente di
            cotale cultura informatica a governarci non siIl problema è che non solo abbiamo degli imbecilli al governo, ma anche degli imbecilli dietro la tastiera, per i quali 400 euro per un telefonino l'ultimo gadget sono pochi ma pagare il software o la musica "ah no!!!!"
            degli acquisti più volte proclamato e che
            qualcuno sta facendo.Io lo sto facendo. Ma non scarico un bit. Solo quando capiranno che la gente ne ha le palle piene onestamente si cagheranno addosso, perché non potranno fare nulla.Finché invece tenteranno di fare i furbi con il P2P rimarranno dalla parte del torto e non cambierà nulla. Se non risucite a capire tutto ciò rimarrete poveri trinariciuti con il cervello all'ammasso. Svegliatevi!
          • numerone scrive:
            Re: scambiarsi materiale non e' peccato
            - Scritto da: Anonimo
            No, il diritto ce l'ha ancora, non può
            momentanemente usufruirne. Non è furto, è
            prestito a tempo indeterminato. Cavolo, se voglio
            provare una macchina non mi basta il tempo dal
            concessionario, devo poterla provare per un anno
            o due prima di decidere di comprarla.Il diritto ce l'ha, ma non avendo la macchina non può usufruirne: mi son espresso male. In ogni caso il paragone non regge xk se copio un qualcosa d'immateriale non lo tolgo a nessuno.

            Se copi al livello pratico non togli niente, ma

            crei un qualcosa che prima non c'era: il tuo

            Queste sono cazzate. Solo perché il bene è
            immateriale e può essere copiato non vuol dire
            che lo puoi fare e che non crei un danno.Le cazzate son le tue.Se casualmente una sedia si rompe, la faccio a pezzi e la butto nel caminetto non creo un danno?Certo che lo creo: la mancata spesa di quel pezzo di legno; ma non per questo finisco al rogo.Ho il diritto, tanto per farti un esempio assurdo, di comprare una ferrari e di staccare il parabrezza per adattarlo alla finestra di casa.Anche in questo caso faccio un danno (la mancata compra del vetro dal vetraio), ma non per questo il vetraio viene col mitra ad ammazzare la famiglia.Il danno di cui tu stai parlando é il "non ritorno economico" che, come puoi leggere da questi esempi, non sta né in cielo né in terra, in quanto puoi dirti danneggiato solo se nel momento in cui sei sicuro che in mancanza di tutti i sistemi di diffusione illegali il prodotto sarebbe stato comprato legalmente.Ci son dei pezzi di economia da riscrivere: mi dai una mano?
            Altra cazzata. Saranno il 0.00001% Gli altri
            scaricano per avere gratis. Spero solo che presto
            il loro datore di lavoro gli dica che devono
            lavorare gratis, e che verranno pagati con
            fotocopie di banconote.Uhu: davvero? Prova a farti un giretto in Italia e conta quante schede sky pezzotte ci stanno.Io credo che siano molte, molte di più.I gruppi poco conosciuti vengono conosciuti ed iniziano a guadagnare qualcosa che non potevano avere.Quelli molto conosciuti rischiano di convincermi ad acquistare un prodotto che forse non sarei mai andato a provare.Che ci sia un danno é tutto da dimostrare, in virtù dei pezzi di economia da riscrivere...
            Come fai a distinguere?E' esattamente quello che ho detto con

            So bene che una tale situazione non é facilmente legiferabileo roba simile.
            Il problema è che non solo abbiamo degli
            imbecilli al governo, ma anche degli imbecilli
            dietro la tastiera, per i quali 400 euro per un
            telefonino l'ultimo gadget sono pochi ma pagare
            il software o la musica "ah no!!!!"Cosa stai dicendo? Ma non era lo 0.00000000001% che scaricava per avere gratis? Se scarichi per provare allora devi saper scendere nel negozio di fiducia e comprare e/o cancellare dal disco senza pietà. Forse non hai ben capito quello che ho scritto prima.
            Io lo sto facendo. Ma non scarico un bit. Solo
            quando capiranno che la gente ne ha le palle
            piene onestamente si cagheranno addosso, perché
            non potranno fare nulla.

            Finché invece tenteranno di fare i furbi con il
            P2P rimarranno dalla parte del torto e non
            cambierà nulla. Se non risucite a capire tutto
            ciò rimarrete poveri trinariciuti con il cervello
            all'ammasso. Svegliatevi!Su questo siamo d'accordo.Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: scambiarsi materiale non e' peccato

            Le cazzate son le tue.No. Le opere dell'ingegno sono tutelate proprio perché facilmente riproducibili. Ma vi rendete conto che se rendete completamente antieconomico produrre musica o film nessuno lo farà più? Al massimo solo qualcheduno già ricco di suo, o che trovi un mecenate come nel passato. Avremo molti più idraulici e meno artisti, e quei pochi dipenderanno dal signore di turno.
            tutti i sistemi di diffusione illegali il
            prodotto sarebbe stato comprato legalmente.Seeee.... tutti direbbero "ah, ma tanto io non l'avrei mai comprato...." non siate ipocriti, per favore. Ma se non l'avresti comprato perché lo scarichi? Se non lo compri è perché non ti interessa, ma se lo scarichi ti interessa. Torniamo al discorso di prima. Ci sono migliaia di cose che comprerei ma non posso permettermi. Perché dovrei poter rubare quelle che posso copiare e le altre no? In entrambi i casi il produttore ne ha un danno. Più evidente nel secondo caso, ma esiste anche nel primo.
            Che ci sia un danno é tutto da dimostrare, in
            virtù dei pezzi di economia da riscrivere...Quindi se io rubo un paio di milioni di euro a Berlusconi non essendoci danno (con gli altri miliardi vive tranquillamente, non se ne accorge nemmeno) non mi possono condannare? :D Ma stiamo schezando?Comunque finché le leggi suo copyright sono quelle vigenti il danno c'è e la magistratura che - ricordiamolo - non legifera ma applica la legge non può far altro che perseguire chi viola la legge. Cosa aspettare a raccogliere le firme per un referendum per abolire le leggi sul copyright? Perché non fate pressione sui vostri rappresentanti che avete eletto? Sì, anche se non sapete chi siano perché siete Italiani voi avete deputati e senatori che vi rappresentano e che sono stati eletti nei vostri collegi. Se non li controllate peggio per voi.Queste sono azioni da cittadini, scaricare illegalmente è un'azione da ladri.
            Cosa stai dicendo? Ma non era lo 0.00000000001%
            che scaricava per avere gratis? Se scarichi perNo, quelli sono quelli che scaricano solo per provare.
            pietà. Forse non hai ben capito quello che ho
            scritto prima.No, forse non l'hai capito tu. Per "provare" la musica ci sono le radio, i negozi di dischi, le trial sui siti. Idem per i film. Per il software ci sono le trial. Non nascondetevi dietro un dito, chi scarica è perché vuole avere gratis. Lo faccia, se vuole, ma si assuma le sue responsabilità.
            Su questo siamo d'accordo.Almeno questo... :)Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: scambiarsi materiale non e' peccato
        - Scritto da: Anonimo
        Anch'io se ti rubo la macchina per fare un giro e
        non per rivenderla non ho scopo di lucro e quindi
        non dovrei essere punibile...non è un paragone corretto:dovresti COPIARMI la macchina e guidarne la copia lontano, mentre io SBRAITO perchè non mi hai pagato la quota che ritengo doverosa affinchè tu possa usufruire di un'automobile da me progettata e costruita.Tacho
        • Anonimo scrive:
          Re: scambiarsi materiale non e' peccato
          Colpa tua che non hai fatto una copia di backup.
          • Anonimo scrive:
            Re: scambiarsi materiale non e' peccato
            ma che motivazioni assurde che vedo scritte....., insomma le multinazionali dello spettacolo sarebbero paragonabili al cittadino al quale viene rubato qualcosa...? l'affermazione si commenta da sola...; il p2p e le gratuita' che a creato, sono un fenomeno importante, che e' ridicolo cercare di risolvere con la repressione tipo legge urbani o, x altri versi, la ancor piu ridicola legge che sanziona l'acquisto di merce contraffatta....;l'avvento del p2p, se da una parte ha avuto il significato di aumentare la fruibilita' gratuita di musica films spettacoli programmi ecc..., dall'altra parte ha potenziato un nuovo ricchissimo mercato di tecnologia pc dischi masterizzatori cineprese ecc...; ci troviamo di fronte insomma a 2 mercati contrapposti, quello vincente di internet, e quello perdente che sul copyright a basato molte delle sue fortune....; E' impossibile immaginare le potenzialita' della rete, rinchiuse nella strettissima gabbia dei diritti d'autore e del pagamento infinito di abbonamenti e balzelli vari..., questa restera' sempre un'illusione, xche' internet mette in comunicazione le persone che tenderanno sempre piu' a scambiarsi notizie programmi conoscenza e quant'altro....; Non ho dubbi che anche il business possa fare grandissime cose con la rete, ma dovra' x forza sottostare alla sua legge..... ;Insomma internet ed il p2p sono un grande cambiamento di orizzonte, ora le major, tardivamente, si stanno attrezzando x la distribuzione di musica film tv ecc..tramite la rete, ma il vero discrimine tra vecchia e nuova industria sara' la politica dei prezzi, x ora assolutamente inavvicinabile da praticamente tutta la grande massa di utenti....; costoro pretenderebbero che un cittadino debba pagare 1 euro o poco meno x sentirsi una canzone...., x non parlare di programmi films tv ecc....che costano enormemente di piu'.....;Ma comunque questo e' solo l'aspetto forse con meno potenzialita' del mercato che internet sta' creando.., l'importante resta che si continui ad operare x la crescita' della rete, e questo comporta in modo evidente la diminuzione ed il superamento delle vecchie regole sul copyrigh, il diritto d'autore.....;
          • Anonimo scrive:
            Re: scambiarsi materiale non e' peccato

            ricchissimo mercato di tecnologia pc dischi
            masterizzatori cineprese ecc...; ci troviamo di
            fronte insomma a 2 mercati contrapposti, quello
            vincente di internet, e quello perdente che sul
            copyright a basato molte delle sue fortune....; Quindi secondo te hanno ragione quando tassano supporti e player. D'altronde non vedo perché chi fa hard disk debba guadagnarci soldi a palate e chi fa canzoni no.Spero che presto vi paghino tutti con fotocopie di banconote.
          • Anonimo scrive:
            Re: scambiarsi materiale non e' peccato
            tu parli sempre e solo di chi fa soldi......, io cerco di ragionare, internet ed il p2p e chissa' quante altre nuove applicazioni stanno cambiando il mondo, non e' ragionevole e sensato chiudere gli occhi, servira' a poco......
          • Anonimo scrive:
            Re: scambiarsi materiale non e' peccato
            È inutile ammantare il P2P di connotazioni che non ha. Fosse utilizzato meglio forse, ma per ora lo scopo principale è solo ottenere materiale costoso gratis.È vero, Internet sta cambiando il mondo, spesso in meglio, spesso in peggio.L'esercito di persone che si sta abituando a depredare senza il minimo pudore non mi piace. Per ora sono software, musica e film. E domani?Perché devo non devo pagare un CD e invece devo pagare, che so, la frutta dal fruttivendolo? Dopotutto anno dopo anno i meli "copiano" le mele e ne producono di nuove. E via così. Alla fine cosa diventeremo? Una massa di ladri che si deruberanno l'un l'altro?Se vogliamo che internet cambi il mondo veramente in meglio, non usiamolo come comodo mezzo anonimo per fare i propri porci comodi.
          • numerone scrive:
            Re: scambiarsi materiale non e' peccato
            - Scritto da: Anonimo
            Perché devo non devo pagare un CD e invece devo
            pagare, che so, la frutta dal fruttivendolo?
            Dopotutto anno dopo anno i meli "copiano" le mele
            e ne producono di nuove. E via così. Alla fine
            cosa diventeremo? Una massa di ladri che si
            deruberanno l'un l'altro?Perché per ogni singola mela c'é il contadino che la raccoglie, c'é l'azienda che la marchia, c'é il grossista che la piazza e c'é il negoziante che la rivende: ogni singolo prodotto viene realizzato.Nel momento in cui, per esempio, un sw viene creato, non é che il gruppo di programmatori riscrive ogni singola copia.Paragoni un bene materiale ad uno immateriale.Tale discorso può essere assimiliato al cd originale che viene rubato al negozio, ma non al prodotto che il cd contiene.Basta ripagare la singola esecuzione fatta per avere quella miriade di copie e si é a posto con la coscienza.Il resto son obblighi ingiustificati.
          • Anonimo scrive:
            Re: scambiarsi materiale non e' peccato

            Perché per ogni singola mela c'é il contadino che
            la raccoglie, c'é l'azienda che la marchia, c'é
            il grossista che la piazza e c'é il negoziante
            che la rivende: ogni singolo prodotto viene
            realizzato.

            Nel momento in cui, per esempio, un sw viene
            creato, non é che il gruppo di programmatori
            riscrive ogni singola copia.Ma lo sai quale razza di investimento in tempo e denaro c'è dietro la creazione di un software? Quanta gente deve essere pagata, gli strumenti acquistati o aggiornati? E l'affitto, l'energia elettrica, il riscaldamento, le pulizie? Cosa pensi, che il progettista, il programmatore, il tester, l'assistenza vivano d'aria, al contrario di contadini, grossisti e negozianti?Perché quando vai da un medico lo paghi? Eppure non ti consegna un bene "tangibile". E se ci sono grossisti e dottori che viaggiano in Cayenne, ci troverai molti meno programmatori :D
  • Anonimo scrive:
    Pirateria:Buttiglione, calo del 30%
    Stanca:la repressione non basta,intervenire anche sui prezzi (ANSA) - ROMA, 7 GIU - Buttiglione: 'Grazie alle ultime normative la pirateria informatica in Italia si e' gia' ridotta del 30%'. Molto pero' resta ancora da fare,spiega il ministro,soprattutto a livello europeo,dove si sta discutendo una nuova direttiva. Sull'argomento si e' espresso anche il ministro dell'Innovazione e della Tecnologia Stanca che sottolinea: 'La repressione non basta. Bisogna puntare sulle campagne di educazione ma anche su un accordo comune per abbassare i prezzi'.La repressione serve solo a farci arrabbiare,siamo milioni!!!educare non serve cosa spiegate hai bambini che mastrerizzare un cd e come vedere dell'eroina!!!Cominciamo a ragionare sui prezzi e poi vediamo!!!
  • Anonimo scrive:
    PREVENZIONE NON REPRESSIONE
    Prima una considerazione è obbligatoria:Ok c'è il copyright è sbagliato scaricare ma prima di comprare tutti vorremmo provare.Vendo apparecchiture di svariati milioni di Euro ma nessuno dei miei clienti si sognerebbe di comprarlo prima di provarle.Un film se è veramente bello me lo compro la trilogia del signore degli anelli (de gustibus non disp.....) dopo che lo scarico lo metto sul lettore DIVX e me lo vedo nel plasma a 42" se è bello lo vado a vedere e probabilmente dopo mi comprerò il DVD per rivederlo con il surround di casa.E' chiaro che il film di de sica ne lo vedo ne lo scarico ne lo comprerei.... ma se magari colto da un raptus lo scarico e lo vedo... non è detto che poi non lo si compri !Seconda considerazione:La smettiamo di fare repressione... invece di prevenzione ?Un anedoto: un giorno percorrevo l'autostrada a 120 allora dove c'era un limite di 100 ad un certo punto una macchina mi si piazza dietro a fare i fari e senza nessun avviso comincia a "spingermi" arrivo a 200 all'ora e li semino... e poi li aspetto per sdegno ! (polli) si scoprirà dopo che era an'auto civetta della polizia messa li apposta per i polli come me... questa e repressione !!!!Vuoi non farmi andare veloce metti una pattuglia ogni 15 km e vedrai che ci penseranno tutti 100 volte !!!Chiudi un server open nap ?ne apriranno altri 10 e si troveranno altri modi più o meno leciti per il p2p (repressione)dai una regolamentazione sui diritti senza spennare la gente e qualcuno comprerà di più (prevenzione)Terza considerazione:ma non hanno niente di meglio da fare che stanare i ragazzini ? http://www.interno.it/sezioni/attivita/sicurezza/dip_ps/dcpc/articolo.php?idarticolo=16056
    • Anonimo scrive:
      Re: PREVENZIONE NON REPRESSIONE
      - Scritto da: Anonimo(cut)
      Terza considerazione:
      ma non hanno niente di meglio da fare che stanare
      i ragazzini ?
      http://www.interno.it/sezioni/attivita/sicurezza/dip_ps/dcpc/articolo.php?idarticolo=16056

      Quelli mica scaricano, sparano :D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Continua la campagna mediatica
    PIRATERIA: ISPO, PER GLI ITALIANI E' ANCORA UN PECCATO VENIALEROMA - Gli italiani sanno che la pirateria informatica e' un reato. Ma restano convinti, soprattutto i piu' giovani e quelli piu' avvezzi all'online che scaricare un cd da internet o comprare un dvd pirata, purche' per uso personale, non sia poi cosi' grave. A fare il punto sul fenomeno, dopo gli ultimi provvedimenti contro la pirateria e la campagna lanciata dalla Presidenza del Consiglio, e' un'indagine Ispo per la giornata mondiale della proprieta' intellettuale organizzata oggi a Roma dal Ministero dei Beni Culturali.Che la percezione del fenomeno sia cresciuta, lo dimostra il fatto che il 71% degli intervistati dalla societa' diretta da Renato Mannheimer (un campione di 4260 persone over 17 per meta' uomini e meta' donne) dichiara di sapere o almeno di aver sentito parlare del fatto che ''attraverso internet vengono diffusi software, film, cd, libri di provenienza illecita''.Cosi' come sono in molti (61%) ad essere convinti che dietro il fenomeno si nascondano spesso le grandi organizzazioni criminali. Mentre in tanti (64%) concordano sulla possibilita' che la pirateria, oltre a danneggiare gli autori e le case produttrici, possa avere ripercussioni negative sulla occupazione in quei settori. O sul fatto che scaricare gratis da internet file musicali, film o canzoni possa alimentare il traffico illecito (61%).Resta il fatto pero' che la pirateria viene sentita come un peccato ancora in qualche modo veniale, se e' vero che solo il 28% degli italiani e' d'accordo nell'equiparare la compravendita di cd, film e altro al furto o al contrabbando. Per i piu' (un 32% che sale al 39 tra gli utilizzatori abituali di internet) resta un'azione ''non cosi' grave'' se si tratta di materiale acquistato per uso personale.Mentre c'e' anche una fetta di persone (23%) che mette la compravendita pirata sullo stesso piano del furto ''solo se effettuata a scopo di lucro''. Senza dimenticare un cospicuo 17% di intervistati che non sanno cosa rispondere. La tendenza alla consapevolezza, in ogni modo, sembra aumentare con l'eta' (l'equazione pirateria uguale furto e' accettata dal 21% dei 18-24enni, ma sale al 30% dai 40 anni in su) un po' meno con il titolo di studio (26% fra chi ha la licenza elementare o media, 32% tra i diplomati, anche se poi scende al 28% tra i laureati).Ma non solo: perche' l'indagine dimostra che sono ancora in pochi in Italia (27%) a credere nei vantaggi per tutti di una intensificazione della cosiddetta tutela delle opere d'ingegno. Mentre i piu' (41% che sale al 48 per gli utilizzatori) rimangono dell'idea che l'intensificazione di questa tutela porti vantaggio ''solo per gli autori e per l'industria culturale'', riducendo anzi per il pubblico ''la possibilita' di accedere a costi contenuti'' a musica, film, libri.''Insomma - fa notare Mannheimer - un quadro interessante, fatto di luci e di ombre''. Un quadro che dimostra, aggiunge, quanto la pirateria informatica sia in realta' un ''problema culturale che andrebbe probabilmente affrontato gia' a livello della scuola''. © Copyright ANSA Tutti i diritti riservati 07/06/2005 15:09
    • Anonimo scrive:
      Re: Continua la campagna mediatica
      Continua la campagna mediatica atta a criminalizzare l'utente.il file è equiparato all'eroina!!!!:D:DQueste campagne sono indirizzate,soprattutto quando secondo loro bisognerebbe agire fin dalla prima infanzia,una cosa veramente spregevole e ricorda molto i regimi autoritari.Pur di difendere in vano il loro sistema distributivo sono disposti a tutto e non ripensarlo,ridefinirlo,hanno paura di perdere il loro potere e la loro ricchezza acquisita sulle nostre schiene,dai piu' grandi ai piu' piccoli!!!Altro che difendere gli autori,li uccidono,li motificano,li spolpano vivi. :D:D:@:@
  • Anonimo scrive:
    Su Metamondo ...
    Chiusura di Cucciolandia, cattivo giornalismo e disinformazionescritto da METAMONDO - Marco C. C.Come sapete hanno chiuso il server Cucciolandia indagando 55 persone.Ansa scrive che hanno chiuso un sito chiamato Cucciolandia, e continua: "'L'indagine -riferisce la Polizia- e' la piu' rilevante mai condotta in Italia contro le violazioni del diritto d'autore su web'.". Cucciolandia non è un sito web ma un server openNap (utilizzabile per esempio con il software WinMx per il filesharing), mentre a proposito di violazioni del diritto d'autore, il web non c'entra nulla, si tratta di Rete Internet e non di web.http://www.cucciolandia.net/ per esempio potrebbe citare 'qualcuno' per diffamazione...:D:D:D:D:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: proposta !!!!
    nel caso prevedo un crollo totale del p2p (quello dichiarato...)
  • Anonimo scrive:
    I veri siti truffa devono essere CHIUSI!
    Perchè non si decidono a chiudere tutta quella marea di siti truffa pieni di catene di sant antonio, dialer truffa, traboccheti in internet invece che prendersela con chi per hobby ama scambiarsi i file in rete?E' proprio l'italia delle banane...
    • Anonimo scrive:
      Re: I veri siti truffa devono essere CHI
      no è l'italia dei furbi e delle oligarchie di potere,hanno il potere,hanno i soldi e con i soldi si comprano i favori politici e dunque le leggi.TUTTO QUESTO DI TRAVERSO AL POTERE DEMOCRATICO!!!Ma non vinceranno!!!:D:D
      • Anonimo scrive:
        Re: I veri siti truffa devono essere CHI
        Badate che questa non è anarchia,le leggi ci vogliono e devono essere rispettate,ma devono corrispondere alla volontà popolare,e non salvaguardare il potere oligarchico delle multinazionali e degli organismi che ci marciano sopra vedi FIMI
  • Alessandrox scrive:
    Ma cosa hanno scovato?
    Riporto"L'operazione si è svolta su una scala ampia, inusuale e forse senza precedenti per la rete italiana. Su denuncia della FIMI e grazie a dei software di tracciamento ed analisi relazionale messi a punto dalla Ikon Corp., la Polizia Postale ha potuto seguire i movimenti degli utenti sui server "Cucciolandia" scoprendo - hanno spiegato gli inquirenti - un impressionante giro di file protetti da diritto d'autore: non solo musica, ma anche film e software."mentre:"Ebbene sì è tutto vero - ha scritto su p2pforum uno dei gestori del server di Cucciolandia -... pur essendo a share 0 ci sono piombati in casa... a tutti... ora non so che pensare... nessuno a quanto pare è al sicuro... ma non voglio mettere allarmismi sciocchi.. anzi...." Le polemiche sono nate proprio attorno al concetto di share 0, ovvero del fatto che secondo i gestori si trattava essenzialmente di uno strumento per chattare. "Anche i sassi sapevano che eravamo a 0 file" - scrive ancora uno dei gestori."Che ca§§o hanno scovato se di sw in condivisione non ce n' era ??????Ovvio che qualcuno non la racconta giusta....O non ho capito io......Possibile che la Polpost (Polpot...) si sia inventata quel sw in condivisione?==================================Modificato dall'autore il 07/06/2005 14.52.14
    • numerone scrive:
      Re: Ma cosa hanno scovato?
      E' più probabile che hanno trovato in casa qualche classico cd, più qualcosina scaricata altrove e nella bufera han fuso le notizie.Ovviamente non sapremo mai la verità e quelli resteranno per sempre "i pirati del terabyte" :
    • TPK scrive:
      Re: Ma cosa hanno scovato?
      - Scritto da: Alessandrox
      Che ca§§o hanno scovato se di sw in condivisione
      non ce n' era ??????
      Ovvio che qualcuno non la racconta giusta....
      O non ho capito io......

      Possibile che la Polpost (Polpot...) si sia
      inventata quel sw in condivisione?

      ==================================
      Modificato dall'autore il 07/06/2005 14.52.14Secondo me hanno monitorato la chat e beccato gente che parlava di scambiarsi file...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma cosa hanno scovato?
      Perché tutti sanno che OpenNap è il miglior programma di chat... :D Ovviamente in tribunale dovranno portare le prove che scambiavano file.
  • Anonimo scrive:
    Mera illusione
    La quasi totalità delle persone,se dovesse pagarli, non acquisterebbe mai certi programmi.Userebbe solo quelli free (inutile fare i nomi)Le canzoni :idem si acquistano quelle che interessano.E pure i film: smettetela, ma avete provato a guardarne uno davanti al monitor e lo stesso al cinema!!!!!!!Non c'è paragone.I file che si scaricano lo si fa per per "moda", "gioco","tanto per stare in chat"MA NON SI ACQUISTEREBBERO: MI SPIACE PER I PADRONI DELLA SIAE.
  • Anonimo scrive:
    Seriamente parlando
    come è successo a chi comprava vestiti contraffati sulle spiagge..ma siamo impazziti?io scelgo la via + economica e finchè questa esiste perchè dovrei lasciarla?perchè infrango la legge?ahahahahahahah le leggi le fanno i potetni per controllari i deboli e assicurarsi il potere..per cui FANCULO ai potenti perchè la notte di luna nera si avvicina
  • Anonimo scrive:
    Il duro prezzo ....
    Io mi chiedo ma perché vi ostinate così tanto a scusarvi dicendo: i cd costano troppo... andare al cinema costa troppo... comprare un libro costa troppo.... ecc. ecc. Se con il misero stipendio non riuscite ad andare avanti e non potete permettere questo lusso (questa è la realtà), oggi la cultura è diventata un lusso, cercate su Internet contenuti legali tipo Software OpenSource, licenze commone creative ecc. Se la cultura a pagamento è cara cercate altro. Se vi piace un brano musicale sopportatevi la pubblicità o fate zapping da una stazione all'altra. In TV non danno più film decenti da vedere allora scop...e con la vs. moglie o ragazza o con la prima che capita.Se ricercate su INTERNET troverete cose più interessanti di quelle che vi sbattono in faccia sta massa di deficienti. Non vogliono darci questo lusso e allora facciamo in modo che loro non ne ricavino guadagno. Perché non si fa altro che fargli pubblicità.INTERNET significa cultura di tutti condivisa. Non ammaziamola per questi stupidi e arroganti aristocratici di me..da.Ciao e saluti
  • Anonimo scrive:
    Come al solito ...
    Lo stato si dimostra forte con i deboli e debole con i forti.Che vogliamo dire dei milioni di euro evasi, e condonati con il pagamento di multe ridicole?
  • Anonimo scrive:
    Quanto è costata la consulenza ?
    Sarebbe interessante sapere quanto è costata la consulenza fatta da Ikon Corp?si perchè hanno usato soldi nostri!!!:D:D
  • Anonimo scrive:
    A quando un bel ddos su IKON?
    Mi pare che un software che traccia il traffico (pardon INTERCETTA il traffico) sia più illegale del P2P o sbaglio??? ma questi ce l'avevano l'ordinanza del GIP ad intercettare? Il reato più grosso mi sembra questo grande fratello che ci spia mentre siamo online..... :s
  • Anonimo scrive:
    il file non è l'eroina!!!
    il file non è l'eroina!!!non si puo' ficcare dentro la gente per un file!!!!tanto piu' che NON VI E' COMMERCIO!!!!
  • Anonimo scrive:
    Tocca ai consumatori
    E' importatnte seguire un concetto ben preciso: d'accordo non copiare o scaricare, ma soprattutto smettere di acquistare musica e film. Vedrete che nel giro di poco, finalmente i prezzi crolleranno ed il mercato cambierà in meglio. Piantiamola di dare soldi alle major.
  • Anonimo scrive:
    leggi italiane....
    Ecco come fanno a far rispettare le leggi italiane...Ho sentito poco fa al tg che a Savona i carabinieri hanno filmato dei bagnanti che acquistavano materiale contraffatto (borse cinture orologi ecc ecc). Dopo l'acquisto i bagnanti sono stati fermati e multati (circa 3000 ? di multa) e hanno arrestato i "vù cumprà".Ma non potevano fermare questi "vù cumprà" prima che potessero mettere in commercio tale materiale? Fermare questi soggetti indagando e arrestando è troppo semplice. Loro pensano "facciamolo fare agli italiani... se noi li multiamo non compreranno più tale materiale e il fenomeno cesserà". E la stessa cosa sta succedendo per i file protetti da copyright. Non riescono a trovare una soluzione? allora multando e incriminando gli italiani potrebbe funzionare da deterrente per risolvere il problema.Mi sembra troppo comodo che chi deve far rispettare la legge stia li a guardare in attesa di cogliere in fallo noi piuttosto che fare in modo che tutto ciò non avvenga.Ma queste forse sono idee troppo utopiche per un paese come l'Italia.In fondo a pensarci bene in questo modo allo stato gli va di lusso... riescono a fermare i "crimini" e intascano i soldi delle multe...Che pacchia...
    • numerone scrive:
      Re: leggi italiane....
      La legge dice "innocente fino a prova contraria".Devi avere prove tangibili: il semplice fatto che sai che quello fa qualcosa d'illegale non basta...
      • Anonimo scrive:
        Re: leggi italiane....
        Ma perchè quelli che girano con i bustoni pieni di roba contraffatta o quelli che espongono centinaia di cd piratati ti sembrano innocenti? serve qualche altra prova per capire che infrangono la legge?Invece aspettano che qualcuno compri per multarlo così non comprerà più.Nel filmato del tg fanno vedere questi soggetti che scendono dal treno e si avviano per le spiagge. Quindi sanno benissimo chi sono, cosa faranno e cosa trasportano.... eppure... stanno li a guardare e filmare. Risultato?I "vu cumprà" vengono semplicemente denunciati (cioè dopo 2 o 3 ore stanno di nuovo in giro) mentre quello che ha comprato si ritrova una multa di 3000?
  • Anonimo scrive:
    legge esagerata e applicazione difficile
    Non sono un giurista nè mi occupo di diritto...però alcuen considerazioni sul piano del buon senso penso possano essere fatte:1) Stando a quanto leggo ( come sempre da vagliare)sono stati denunciati ESSENZIALMENTE gestori di server a shard zero e questo è un po' strano... perkè sempre ragionando con un po' di buon senso.. non so fino a che punto un giudice condannerebbe ( ad esempio) la telecom laddove qualcuno utilizzasse il telefono per ( sempre ad esempio) minacciare qualcuno.2) Parlando si software per monitorare traffico utenti circiuti... ma a quanto leggo solo pochi utenti sono stati denunciati.. il che è molto strano.. perkè un byte o un terabyte che sia.. sempre di violazione si tratterebbe e l'azione della polizia dovrebbe invece andare a colpire chi attivamente "distribuisce". Non era forse questo il punto caldo della normativa?3) A prescindere dalla legge specifica... e relativamente al punto 2 questo è ancora + evidente... come fanno a distinguere tra chi ha in share un terabyte e chi ha un byte? Quale sarebeb il determining che permette di denunciare l'uno e non 'altro? Non credo che i codici lo consentano in linea di massima. Sarebbe come dire che se uno fa una strage è + a ri skio di denuncia di chi commette un singolo omicidio. Il che da un punto di vista puramente legale è improponibile.La conclusione tera terra potrebeb essere:visto che non considero la polizia stupida e che sono convinto conopscono abbastanza bene la portata di un'operazione di questa scala ci troviamo di fronte ad un'azione dal carattere eminentemente dimostrativa.Per ligi al dovere che siano.. non possono denunciare milioni di italiani in un colpo solo.. sarebbe.. imbarazzante.. improponibile... controproducente... difficilissimo... insostenibile per le procure.. insomma non si può fare... però qualcosa si deve pur fare.. e iniziano così.. sapendo che le possibilità che i gestori siano condannati sono basse.. cmq fanno spaventare gli altri gestori e gli stessi utenti iniziando così un processo che indubbiamente dovrà essere mooolto più lungo.. graduale e sostenibile. E' solo un'opinione.
  • Anonimo scrive:
    Punire 55 per dare l'esempio a centinaia
    Punire 55 per dare l'esempio a centinaia!!,migliaia!!!si parla di 100mila utenti,peccato che siamo MILIONI!!!!siamo forti e preparati,coraggio ragazzi,sosteniamoci a vicenda!!!Non è un incoraggiamento a commettere reati e la consapevolenza di provvedimenti ingiusti e iniqui,leggicreate per favorire un'oligarchia di pochi.Questi non creano la cultura,la sfruttano,siamo noi la cultura!!!Battiamoci insieme per la nostra libertà!!NOI SIAMO MILIONI!!!:@:@
    • Anonimo scrive:
      Re: Punire 55 per dare l'esempio a centinaia
      Colpirne uno per educarne 100 poer quanto mi riguarda si attaccano s epensano di educarmi facendomi strisciare ai loro comodi
    • Anonimo scrive:
      Re: Punire 55 per dare l'esempio a centinaia
      si intanto tu sei li ke ti fai le seghe e come sostegno scrivi sto thread del cazzo
      • Anonimo scrive:
        Re: Punire 55 per dare l'esempio a centi
        Non mi sembra che la tua risposta,dia qualche contributo,non fare l'ignorante.Dai consigli!!!si propositivo si combatte per la tua libertà!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Punire 55 per dare l'esempio a centinaia
      ...una bella seccatura trovarsi la polpost in casa, ti si rovina la giornata...
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or

    d) se passiamo tutti a MUTE invece (...)Ecco, passiamo. Ma magari supportiamo anche chi lo sta sviluppando, che in questo momento siamo a:469815 downloads - 3 donations totalling $16.08 Ovvero, una media di circa 0,003 centesimi di euro a testa. Se è così che si aiuta chi fornisce strumenti per la difesa del singolo, forse han ragione i Signori dei Brevetti.
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
      Mute esiste da + o - 2 anni, se stai in mezzo a 2 che scaricano pensa se ti trovi in mezzo a due pedofili che si scambiano foto e filmini...te fai solo da tramite a loro.........figo no?
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
        - Scritto da: Anonimo
        Mute esiste da + o - 2 anni, se stai in mezzo a 2
        che scaricano pensa se ti trovi in mezzo a due
        pedofili che si scambiano foto e filmini...te fai
        solo da tramite a loro.........figo no?Siiii figata, tanti chemmifrega a me, per 4 segaioli, sono quelli che le fanno 'ste cose da fermare, mica 4 i segaioli consumatori finali, cui magare andrebbe bene guardare computer grafica fotorealistica.
  • Anonimo scrive:
    Invece di perseguitare poveri cittadini
    ...incominciare a far pagare il software ad aziende che fatturano miliardi ed hanno WINDOWS, office 2000/XP, SQL server ed autocad piratato??????   Non se ne parla nemmeno veroo!!!!!!!??? Ed io ne conosco almeno una decina di queste aziende!
    • numerone scrive:
      Re: Invece di perseguitare poveri cittad
      - Scritto da: Anonimo
      ...incominciare a far pagare il software ad
      aziende che fatturano miliardi ed hanno WINDOWS,
      office 2000/XP, SQL server ed autocad
      piratato?????? Non se ne parla nemmeno
      veroo!!!!!!!??? Ed io ne conosco almeno una
      decina di queste aziende!Denunciale, così la polizia postale sarà obbligata a muoversi anche per loro, così come ha fatto la FIMI per questi poveri disgraziati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Invece di perseguitare poveri cittad
      - Scritto da: Anonimo
      ...incominciare a far pagare il software ad
      aziende che fatturano miliardi ed hanno WINDOWS,
      office 2000/XP, SQL server ed autocad
      piratato?????? Non se ne parla nemmeno
      veroo!!!!!!!??? Ed io ne conosco almeno una
      decina di queste aziende!LADRI!!!!!
  • Anonimo scrive:
    finchè in italia si potrà denunciare...
    ...qualcuno senza portare le prove questo è quello che accadrà.In America nessuno si sogna di denunciare qualcuno senza "PRIMA" portare le prove delle accuse. Chi denuncia senza portare prove, con supposizioni o con prove false rischia spesso più del denunciato !In Italia invece il reato di diffamazione cade quasi sempre in prescrizione visti i tempi lunghi che ci vogliono e al massimo si chiude con qualche piccola multa.E nel frattempo nomi sono stati infangati e vite sono state distrutte !!!Finchè non si faranno delle leggi coi "controcojoni" ci sarà sempre chi troverà il modo per mettercelo in quel posto :(L'America dal punto di vista legislativo è molto più evoluta del nostro paese.
    • Anonimo scrive:
      Re: finchè in italia si potrà denunciare...
      Col Patriot Act non è più così: puoi denuciare chi vuoi se solo sospetti che sia implicato con il terrorismo, oppure se ti sta antipatico, e questo si ritrova FBI, CIA e chi più ne ha più ne metta in casa che gli ribaltano tutto, anche la vita. Vuoi che poi qualcosa non la scovino? Fossero anche solo Mp3 o DVD scaricati da internet su qualche canale p2p.
  • Anonimo scrive:
    Perplessità giuridiche
    Ho una perplessità seria, riguardo alla legittimità di questa operazione. Se infatti gli uomini della finanza si collegano ad E-Mule ad esempio, e vogliono rintracciare i "pirati" che condividono file come agiscono?1. Mettono in download un file qualunque, controllano gli ip delle loro fonti, fanno un bel tracert e una richiesta al provider di competenza2. Mettono in share un file in loro possesso ed aspettano che qualcuno lo richiedaMa entrambi questi metodi sono evidentemente illegali. Infatti entrambi presuppongono, da parte delle forze dell'ordine, la commissione di un reato(download/upload di materiale protetto). E noi sappiamo due cose: che le forze dell'ordine non possono commettere reati(??) e soprattutto che non possono indurre le persone a commettere reati. Pertanto mi domando come tali investigazioni siano condotte e se siano lecite.3. Supponiamo il caso di un hub di dc++ o di una chat in Mirc, nella quale si mostri la propria condivisione al pubblico o ci si esponga proponendo lo scambio di materiale protetto.Innanzitutto è grave che spesso l'identità non venga tutelata dai gestori degli Hub, comunque, sebbene uno mostri il proprio share in pubblico non vedo come questo violi le norme del decreto urbani. Se infatti io possedessi tutto ciò che condivido in originale, e mostrassi alle persone quello che ho per "vanagloria" della mia bella collezione, non commetterei nessun reato. Il reato scatterebbe solo nella condivisione(download/upload) "attiva" del materiale protetto. Quindi, poichè ritengo che non esista alcun mezzo per identificare gli sharer senza commettere reato vi domando se le indagini siano lecite. Infatti, se non sbaglio, essendo illecite le indagini è illecita la perquisizione e tutto ciò che ne consegue.Phi3zz0
    • Anonimo scrive:
      Re: Perplessità giuridiche
      sarebbe necessario conoscere in maniera approfondita come si sono svolte le indagini e gli accertamenti,certamente hanno usato un software dell'azienda Ikon Corp,che se ne fregata di inguaiare tanti ragazzi,pur di incassare dei quatrini dallo Stato,cioè da noi!!!e mettersi in evidenza sul mercato.:@:@
      • Anonimo scrive:
        Re: Perplessità giuridiche
        Sono 2 le possibilità:O ci stanno pigliando per il kulo mostrando gli "artigli" finti.... oppure qualke furbo deve aver scritto in chat cose sulla vendita illegale del materiale protetto... frasi molto chiare che magari sono state intercettate dal prodotto della I-korp che con qualke analisi avranno visto che e' vero cio che diceva.... e poi avranno usato qualsiasi mezzo per agire... sicuro.... :|
  • Anonimo scrive:
    Binox
    La cosa che mi preoccupa è che sono accusati di associazione a delinquere pur non traendo profitto dallo sharing! Altro che violazione del copyright!Perchè scaricare un album da internet e rubarne uno in un negozio hanno due pene diverse??Se passa al legge sui brevetti poi..... non oso immaginare...Ci sono problemi molto + seri, ma non si fa niente figuriamoci per questo (basta pensare al caro benzina , tutti si lamentano ma i prezzi continuano a salire...)
    • Anonimo scrive:
      Re: Binox
      - Scritto da: Anonimo
      La cosa che mi preoccupa è che sono accusati di
      associazione a delinquere pur non traendo
      profitto dallo sharing! Altro che violazione del
      copyright!

      Perchè scaricare un album da internet e rubarne
      uno in un negozio hanno due pene diverse??

      Se passa al legge sui brevetti poi..... non oso
      immaginare...

      Ci sono problemi molto + seri, ma non si fa
      niente figuriamoci per questo (basta pensare al
      caro benzina , tutti si lamentano ma i prezzi
      continuano a salire...)


      prevedo tempi buoi per la libertà che viene fatta a pezzi e proibita penalmente, un po qui e un po la.
  • Anonimo scrive:
    Che provino ad arrestare 100mila utenti!
    Che provino ad arrestare 100mila utenti!succede la rivoluzione!!!Non so quanto gli convenga!!!100mila utenti sono un'esercito!!!Quasi due volte lo stadio di calcio piu' capiente!!!Immaginate se a queste persone sequestrano il PC,cosa succede,quello che succede negli stadi.E intanto i veri assassini omicidi,i pedofili vanno in giro belli tranquilli,liberi di uccidere,di stuprare!!!!:@:@:@:@Forse a questa gente che gestiva i sever conveniva spacciare della droga,forse rischiavano di meno,allora siche la cosa gli rendeva!!!perchè qui da quanto letto,dov'è il profitto!!!:@:@:@:@35mila euro all'ora non è certo una stima corretta in quanto non tutti quelli che scaricano comprerebbero il bene!!!:@:@:@:@
    • Anonimo scrive:
      Re: Che provino ad arrestare 100mila utenti!
      Il punto è che anche se tutti i crimali avessero il loro bel carcere reale, scaricare qualche file musicale o film non puo essere un crimine. Il crimine non lo si stabilisce per legge, è nella morale dell'uomo.Siccome tutti i tentativi di persuaderci che chi scarica copiraited fails è moralmwnte indegno perche si toglie il pane dalla bocca dei poveracci che lavorano in quel campo, tutti i tentativi dicevo sono falliti perche cosi non è ......non resta che la forza bruta della polizia che altro non è che il braccio violento di un potere economico-politico (nonostante trasmettano bei telefilm che dovrebbero trasmetterci un'immagine dolce e suadente dei carabinieri nella persona della marcuzzi, o della polizia...perche credete facciano tutti questi telefilm sulle forze "dell'ordine" (economico))?
  • Anonimo scrive:
    hanno sniffato il traffico ?
    Fatemi capire... questo software rivoluzionario è uno sniffer utilizzato su una connessione in cascata al server (quindi con collaborazione del provider) ? o si parla d'altro ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Secondo me sono matti
    L'perazione tecnicamente e' un flop, pero' mediaticamente e' riuscita perche' hanno spaventato non poca gente.Fa nulla, fra 3 giorni torna tutto come prima.
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me sono matti
      voglio vedere se arrestano 6,3 milioni di persone!!!:D:D
      • Anonimo scrive:
        Re: Secondo me sono matti
        chissa' se gli ebrei tedeschi dissero negli anni 30 cose tipo "voglio vedere se i nazzisti arrestano 6 milioni di ebrei!" :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Secondo me sono matti
        Basta mi hanno messo troppa paura...d'ora in poi nemmeno accendo più il pc...e se per sbaglio dovessi sentire un automobile al semaforo con lo stereo acceso mi tapperò le orecchie ...potrei finire in carcere perche' non ho pagato i diritti d'autore.....e come diceva WILLIAM WALLACE....LIBERTA' !!!!!
  • Anonimo scrive:
    pago,non compro
    QUESTIONE 1per scaricare dal P2P pago la luce,pago il PC,pago l'hardware,pago i supporti(appositamente tassati),pago la connessione(carissima se si dovesse usare solo per leggere la posta) e mi vengono a dire che RUBO materiale protetto dal copyright?!!!!se dovessi smettere tutti i signori che si prendono i soldi che ho elencato sopra cosa direbbero!QUESTIONE 2Le cose che mi scarico non le comprerei mai..ma credono davvero i sostenitori del copyright che io corra nei negozi per comprarmi a 15 euro un film che ho visto e rivisto e che hanno passato in TV fino alla nausea?non vale neanche un euro!!!!!credono davvero che io mi compri un gioco a prezzo pieno solo perchè ha preso 10 sullla rivista (qui bisognerebbe toccare un altro spinoso argomento:se non parli bene di certe softwarehouse non potrai mai fare informazione) quando questo gioco è lo stesso dell'anno prima con magari il protagonista con un'altro vestito????ripigliatevi!!!!!qui nessuno è fesso!!!!!
    • numerone scrive:
      Re: pago,non compro
      - Scritto da: Anonimo
      QUESTIONE 1
      per scaricare dal P2P pago la luce,pago il
      PC,pago l'hardware,pago i supporti(appositamente
      tassati),pago la connessione(carissima se si
      dovesse usare solo per leggere la posta) e mi
      vengono a dire che RUBO materiale protetto dal
      copyright?!!!!

      se dovessi smettere tutti i signori che si
      prendono i soldi che ho elencato sopra cosa
      direbbero!
      ripigliatevi!!!!!qui nessuno è fesso!!!!!Non sembrerebbe...Paghi la luce perché il pc ha bisogno del servizio offerto dall'enel, paghi l'hardware perché hai bisogno di tale servizio, paghi i supporti xk devi piazzarci sopra i dati, paghi la connessione perché devi scaricare ma son tutti servizi di cui tu usufruisci.Come puoi pretendere che se vai a ristorante e paghi 100 euro una cena ti debbano regalare un buono sconto per un libro?Son servizi completamente diversi fatti da persone diverse...
  • Anonimo scrive:
    Alternativa al P2P
    Finiamola con il P2P ormai è troppo rischioso, vi immaginate il poveretto che si becca 4 anni di carcere perchè si è scaricato il divx "I bellissimi" con Costantino e Daniele ( anche se in questo caso la pena dovrebbe essere più severa ) :D Anche Cragnotti e Tanzi chattavano e si scambiavano file su cucciolandia, poi un giorno si sono resi conto che si rischiava troppo ed hanno deciso di dedicarsi al Falso in Bilancio (Berlusconi docet ), alla bancarotta fraudolenta, l'evasione fiscale, truffe sull'IVA, il risultato è .... che sono ancora miliardari, non stanno in carcere e con i soldi che si sono fatti possono comprarsi un sacco di CD musicali e la SIAE e la FIMI sono contente :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Alternativa al P2P
      perche' chiudere con il p2p ?l'operazione e' un flop..........pensate che sequestrando tutto comprese stampanti, cd originali e persino chiavette usb su 55 perquisizioni hanno raccolto 36 masterizzatori.ma vi rendete conto? hanno beccato gente che manco aveva il masterizzatori, tra cui uno che aveva un p2 266 con cdrom.
    • Anonimo scrive:
      Re: Alternativa al P2P
      Per non parlare dei carissimi ladrones argentini che con la complicità delle nostre banche si sono fatti un sacco di soldi!!!!come dice il detto canta che ti passa,no stai facendo un'uso illegale della canzone,utilizzata senza autorizzazione,paga la tassa!!!!:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Diminuire la durata del diritto d'autore
    Credo che sia quello per cui si debba combattere. 5 anni di diritti sono piu' che sufficienti secondo me. In 5 anni un album e' abbondantemente fuori dalle classifiche e un film e' ormai stato passato anche in TV.
    • Anonimo scrive:
      Re: Diminuire la durata del diritto d'au
      - Scritto da: Anonimo
      Credo che sia quello per cui si debba combattere.
      5 anni di diritti sono piu' che sufficienti
      secondo me. In 5 anni un album e' abbondantemente
      fuori dalle classifiche e un film e' ormai stato
      passato anche in TV.la Fimi ed altri con loro da tempo stanno facendo pressione alla Eu per estenderli a 90 anni come hanno fatto gli Usa per preservare i diritti sui personaggi Disney.
    • Anonimo scrive:
      Re: Diminuire la durata del diritto d'au
      - Scritto da: Anonimo
      Credo che sia quello per cui si debba combattere.
      5 anni di diritti sono piu' che sufficienti
      secondo me. In 5 anni un album e' abbondantemente
      fuori dalle classifiche e un film e' ormai stato
      passato anche in TV.e il tempo per le cene, gli yacht, le feste nel localino di briatore poi dove lo trovano se gli tocca lavorare ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Diminuire la durata del diritto d'au
      Bisogna proteggere l'autore,l'artista,non farlo morire di fame come a qualche grande è toccato,ma non per questo bisogna lucrare all'infinito,fregandosene della morale e dei fruitori dell'opera.E naturalmente non ci si può comportare con i fruitori dell'opera come stanno facendo la SIAE,la FIMI!!!!:D:D:@
    • teddybear scrive:
      Re: Diminuire la durata del diritto d'au
      - Scritto da: Anonimo
      In 5 anni un album e' abbondantemente
      fuori dalle classifiche e un film e' ormai stato
      passato anche in TV.The Dark Side Of The Moon e' rimasto in classifica ben piu' di cinque anni.Non e' il diritto d'autore che fa alzare il prezzo. Ma tutto il resto.Un euro di costo bruto del materiale.Un euro e mezzo di diritti d'autore (mal spartiti ma questo e' un altro discorso).E gli altri 17 euro e mezzo? Ci mangia sopra troppo, troppa gente.Come e' che se prendo un CD in Italia lo pago 22 euro, e lo stesso CD negli states lo pago 8 dollari?Qualcosa non mi quadra.Otto dollari o otto euro, la sostanza non cambia. E' un prezzo medio giusto per il mercato. Alcuni potrebbero costare anche 12 ... 15... ma solo se li valgono davvero.Perche' costa lo stesso un album del DJ Francesco ed un album dei Dire Straits, per esempio?Sarebbe come pretendere che una Mercedes SLK350 ed una panda costano lo stesso.Iniziate a far pagare per quello che davvero un prodotto vale, e non per quanto piacerebbe che valesse.A otto/dieci euro, di CD me ne compro anche uno alla settimana (in effetti e' quello che faccio, comprando negli states) ... ma a 22 euro... fanculizzatevi. :D
  • Anonimo scrive:
    Andiamo tutti...
    su www.popolodellarete.it nella sezione Sanzioni amministrative e penali. Hanno riportato l'articolo di Punto Informatico e qui bazzica sempre enzo mazza, che tutti sapete chi è. Scriviamo commenti anche lì e attendiamo le sue risposte
    • Anonimo scrive:
      Re: Andiamo tutti...
      le precedenti discussioni non hanno portato a nulla, Mazza si trincera sempre dietro la legge e le normative quando si entra sugli argomenti caldi, e' tempo perso discutere con lui.
      • Anonimo scrive:
        Re: Andiamo tutti...
        - Scritto da: Anonimo

        le precedenti discussioni non hanno portato a
        nulla, Mazza si trincera sempre dietro la legge e
        le normative quando si entra sugli argomenti
        caldi, e' tempo perso discutere con lui.Se la montagna non va a Maometto, ............ Mazza potrebbe venire a postare su PI.I moderatori dovranno fare gli straordinari per icsare i commenti degli utenti:'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Andiamo tutti...
      - Scritto da: Anonimo
      su www.popolodellarete.it nella sezione Sanzioni
      amministrative e penali. Hanno riportato
      l'articolo di Punto Informatico e qui bazzica
      sempre enzo mazza, che tutti sapete chi è.
      Scriviamo commenti anche lì e attendiamo le sue
      rispostee che risposte ti attendi ? si è fatto la legge su misura e pretendi che dica che non vada bene ? in ogni caso di fronte ad una critica sensata può semplicamente ignorarti... come fanno sempre...
      • Anonimo scrive:
        Re: Andiamo tutti...
        Ha ragione,personalmente sa perfettamente che criminalizzare i ragazzi,di per sè è un'atto immorale!!!Prima o poi dovranno scendere a patti con una nuova distribuzione dei media,non più imposta dall'alto!!!e quest a la vera distribuzione,artisti ed autori che pubblicano direttamente sul web senza l'ausilio delle case distributive,le vere arpie per l'artista!!!:D:@
  • KC scrive:
    Finira' come x Rootkit
    vi ricordate circa 4 anni fa?titoloni e annunci nei tg di prima serata?risultati: ad oggi NESSUNO e' stato condannato perche' NON ESISTONO LE PROVEe intanto spese legali per gli indagati (x legge presunti innocenti ma x la stampa colpevoli) che nessuno rimborsera' quando saranno inevitabilmente scagionati "perche' il fatto non sussiste" o per "insufficenza di prove"e i tg di sicuro non diranno in prima serata "figura d m...a delle fiamme gialle che hanno preso lucciole x lanterne"aveva ragione Elio: siamo la terra dei cachi... :(==================================Modificato dall'autore il 07/06/2005 10.44.53
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
    Winny in English, e nodelist:http://nms04.altervista.org/start/index.php?post=s1105027625Share, English patch, e nodelist:http://nms04.altervista.org/start/index.php?post=s1112431256
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
      Dei link forniti Winny c'è (ma non la nodelist), mentre quelli di Share non funzionano.
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
        per le nodelist usa google, ne troverai parecchi.io spingerei per l'italianizzazione di Winny, quel programma sara' presto abbandonato a causa dei problemi legali dell'autore ed e' fermo come sviluppo ma cosi' com'e' e' gia' compatibile con i limiti della rete italiana, offre anonimato quanto basta e pure le bbs integrate (da usare con attenzione per via un bug sull'anonimato, chi inizia un thread non e' anonimo, ma lo sono tutti gli altri che ci scrivono dentro).
  • Anonimo scrive:
    Mazza è OTTUSO!!!!!
    In una nota, FIMI ha spiegato che "oggi in Italia l'offerta di musica online legale è in forte espansione con siti come Itunes, Msn, Messaggerie digitali, Buongiorno Vitaminic, e altre, un'offerta che può essere messa in grave difficoltà dalla presenza contestuale di musica abusiva messa a disposizione in rete".La musica che questi siti vendono non è CONVENIENTE, perchè a 1 euro l'uno i brani COSTANO TROPPO!!! DEVONO ABBASSARE I PREZZI, MARCIARCI MENO SU TUTTO!!!! :@ :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Mazza è OTTUSO!!!!!
      Tutte le ultime note Fimi erano prese per il sedere purtroppo.Ora che la Siae e' stata bastonata per decreto sono loro a fare il cattivo tempo.Questo e' il potere delle multinazionali.
    • gattosiamese scrive:
      Re: Mazza è OTTUSO!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      In una nota, FIMI ha spiegato che "oggi in Italia
      l'offerta di musica online legale è in forte
      espansione con siti come Itunes, Msn, Messaggerie
      digitali, Buongiorno Vitaminic, e altre,
      un'offerta che può essere messa in grave
      difficoltà dalla presenza contestuale di musica
      abusiva messa a disposizione in rete".

      La musica che questi siti vendono non è
      CONVENIENTE, perchè a 1 euro l'uno i brani
      COSTANO TROPPO!!! DEVONO ABBASSARE I PREZZI,
      MARCIARCI MENO SU TUTTO!!!!

      :@ :@ :@quoto tutto1 euro a canzone ? bahmeglio un servizio ad abbonamento
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
    - Scritto da: Anonimo
    Ho provato Share (adesso c'è anche in inglese)
    che è l'evoluzione di Winny e funziona alla
    grande. L'unico problema è che per ora ci sono
    solo file condivisi da giapponesi. Ma se lo
    usiamo anche noi...
    Propongo per ora di passare a quel software. Chi
    mi segue?Non è proprio facilissimo da trovare... se magari fornisci un link da dove scaricarlo (magari una versione in inglese invece che in giapponese), qualcuno potrebbe provare a seguirti...
  • Anonimo scrive:
    Ma sta gente ci guadagnava?
    perchè se ci guadagnavano hanno fatto bene a ingabbiarli... (e se non ci guadagavano perchè avrebbero messo in piedi una cosa così complessa??) ...Occhio ragaz, non difendiamo i ladri, un conto è la libertà, un conto sono i furbastri che spillano denaro ai ragazzini....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma sta gente ci guadagnava?
      - Scritto da: Anonimo
      perchè se ci guadagnavano hanno fatto bene a
      ingabbiarli...
      (e se non ci guadagavano perchè avrebbero messo
      in piedi una cosa così complessa??) ...non ho mai sentito nessuno che riesce a guadagnare mantenendo server per le chat;gli ads sono sufficenti per le spese di connettivita' o per i consumi energetici ma non bastano per pagare entrambi.Qualsiasi attivita' di filesharing era stata fermata alla prima versione della legge Urbani visto l'eccessiva visibilita' di questi server.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma sta gente ci guadagnava?

      perchè se ci guadagnavano hanno fatto bene a
      ingabbiarli... se volevano guadagnarci non mettevano su un network opennap (a 0 share oltretutto...)
      (e se non ci guadagavano perchè avrebbero messo
      in piedi una cosa così complessa??) ...complessa? gestire un server opennap è una cosa complessa?
  • Anonimo scrive:
    basta
    con sta storia del P2P illegale..state cominciando a rompere i coglioni in modo serio!Mi spiegate che differenza c'è tra il prestare un dvd a scuola a un compagno per copiarlo con il passarglielo in internet?
    • Anonimo scrive:
      Re: basta
      - Scritto da: Anonimo
      con sta storia del P2P illegale..state
      cominciando a rompere i coglioni in modo serio!
      Mi spiegate che differenza c'è tra il prestare un
      dvd a scuola a un compagno per copiarlo con il
      passarglielo in internet?la privazione delle liberta sara il nostro pane per il futuro, questo è ancoira niente....L'europa come stato di stati è quasi una realtà e l preambolo al governo mondiale con una moneta unica per tutti.......
      • Anonimo scrive:
        Re: basta
        spero non si finisca come in 1984!!!L'europa come stato di stati,ma sopprattutto come superstato burocrate!!!dove i popoli non contano nulla ma conta solo la burocrazia,non è l'europa che mi aspettavo!!!anzi è un bruttissimo incubo!!!dove le decisioni sono prese da pressioni delle Multinazionali!!!Non è l'europa del cittadino,sempre più schiacciato nella sua libertà!!!Mentre i terroristi girano tranquilli!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: basta
          - Scritto da: Anonimo
          spero non si finisca come in 1984!!!William Gibson ha detto in un intervista:"Quando ho letto 1984 la prima volta mi ha fatto paura, 20 anni dopo mi ha fatto ridere"E io sono pienamente d'accordo, stiamo vivendo in pieno 1984, purtroppo i pecoroni che credono a tg e cartaigenica da edicola non se ne renderanno mai conto.In un regime come quello italiota TUTTO e' vietato, in modo che i servi del potere possano sbatterti in galera quando piu gli fa comodo.Lo schifo massimo l'ha toccato il tg 1 di domenica sera:Omicidi e stupri vari, ma i VERI criminali sono quelli che pretendono di andare a lavorare tutti i giorni, inquinando.E non diamo tutta la colpa al nano malefico, anche la cosidetta "sinistra" (avssero almeno la decenza di non usare quel termine) non e' certo meglio.Al massimo e' "meno peggio..."Se dovessi sparire misteriosamente dalla circolazione sappiate che la cosa e' probabilmente dipendente da questo post.Slartibartfast
    • Anonimo scrive:
      Re: basta
      che nel primo caso fai prima,a fruire il bene!!!nel secondo ci metti più tempo,ma anche qualcun'altro interessato,può usufruire del bene,ma non vi è comunque profitto.Tutto si fa per divertimento,per passatempo,finchè si avrà tempo......perchè prima o poi SIAE e Fimi, la vostra ricchezza finirà,anche voi cari dirigenti,direttori,corruttori,ecc passerette dall'altra parte!!!:D:D
  • Anonimo scrive:
    Con questa classe politica...
    che abbiamo questa, insieme ad altre iniziative politiche e governative, sono tutt'altro che sconcertanti. Abbiamo al governo partiti che non hanno nemmeno il pudore di nascondere la loro vicinanza (economica?) con gruppi di pressione (editoria=impresa che "produce" "la" cultura) che fanno i loro interessi, cioè la massimizzazione dei profitti e la tutela dello status acquisito. Considerando che "il buffone" ha il controllo di alcune case di produzione...Da giurista dico: a) chi mette a disposizione per la prima volta in rete un'opera protetta è passibile di essere perseguito penalmente perchè lede un "bene giuridico" dell'autore e del produttore;b) chi scambia in rete un'opera che già li si trova non dovrebbe essere perseguito penalmente (anche la sanzione amministrativa è sanzione penale, anche se attenuata [si dice depenalizzata] il principio è lo stesso, cioè la tutela di un bene giuridico) ma dovrebbe essere oggetto di azione CIVILE da parte dell'editore/produttore per aver subito un danno ingiusto (responsabilità aquiliana art. 2043 cod. civ) e cioè il "godimento" della propria opera senza il pagamento della corrispondente mercede.LA "SCIENZA" DEL DIRTTO E' AI MASSIMI LIVELLI IN IT MA LA POLITICA E' A LIVELLI INFIMI-IL CORTOCICUITO SOCIALE E' INELUTTABILE- MALA TEMPORA CURRUNT
  • Anonimo scrive:
    15 milioni di files ????
    Hanno cominciato il sequestro sniffando cocaina ???Come diavolo si fà a mettere in condivisione 15 milioni di file ???Anche se sono solo Mp3 di 2 Mb significa condividere 30 milioni di Megabyte, cioè 30.000 Terabyte !!!!! Ma neanche fossero la Nasa.Sarà la solita operazione per farsi pubblicità e sentirsi grandi.E vedremo cosa diranno i giudici.
    • Anonimo scrive:
      Re: 15 milioni di files ????
      - Scritto da: Anonimo
      Hanno cominciato il sequestro sniffando cocaina
      ???
      Come diavolo si fà a mettere in condivisione 15
      milioni di file ???
      Anche se sono solo Mp3 di 2 Mb significa
      condividere 30 milioni di Megabyte, cioè 30.000
      Terabyte !!!!! Ma neanche fossero la Nasa.
      Sarà la solita operazione per farsi pubblicità e
      sentirsi grandi.
      E vedremo cosa diranno i giudici.E che vuoi che dicano, le casalinghe psicopatiche con la frangetta orrenda ed il marito bietolone militante di forza italia che spaccano il cranio ai figli, li fanno stare beatamente a casa; a questi quattro ragazzini con una chat per capello li faranno marcire in prigione.
  • deltree scrive:
    Volete Protestare: Oscuramento TOTALE!
    Sinceramente, non comprendo chi si fa fregio di scaricare GB di materiale pirata e dice che protesta.E' una emerita stronzata.Se volete protestare dovete stare del tutto alla larga da quello che questi signori vogliono vendervi a prezzi esorbitanti (che a volte potrebbero pure valere la pena, ma il più delle volte no). Purtroppo però la realtà dei fatti è che il mondo è pieno di fanboy viziati, che magari non vanno al cinema ma stanno per mesi a sbavare dietro al giochetto/film/canzone comerciale scaricato abusivamente e generano un sacco di hype lo stesso (quindi pubblicità indiretta, businness correlati, etc etc). IMHO l'unico modo per ledere seriamente con una protesta è IGNORARE quanto ci propinano. Così non lo presterai all'amico (che poi magari lo compra originale), non lo farai indirettamente sentire se lo ascolti a tutto volume etc etc. Perché, parliamoci chiaro, la pubblicità aiuta ma è l'opinione delle persone che hai vicino che conta di più quando sei incerto di fare una cosa, è il classico "effetto pecora". Che poi è lo stesso che la gente usa per giustificarsi quando scarica pirata.C'è molta gente che ci vuole far credere che il mondo è pieno di autolesionisti che scaricano GB su GB perché quello che prendono non gli piace (allora che lo scaricano a fare?). Se il problema è il prezzo ci sono modi alternativi per risparmiare molto: comperare i titoli UK, che costano quasi la metà, aspettare qualche mese (che fa calare drasticamente i prezzi). Se poi siete quelli che "io in inglese sono una frana" beh, sinceramente, consiglio l'eutanasia e di buttare via la connessione ad internet, siete patetici (e vi togliete un sacco di potenziale senza rendervene conto). Vi consiglio pallone e macarena.Se poi ancora non vi sta bene pagare un CD nuovo 12-15 euro originale (meno di quanto costavano negli anni 90, quando tutti li comperavano e si sentivano soddisfatti e allora le 30.000 lire avevano un peso nettamente superiore sul bilancio familiare), un gioco per PC meno di 20 euro, il problema siete anche voi, non date solo la colpa alle major. Anche perché si tratta di cose che, se acquistate in massa, non vengono godute! A meno di non avere decine di giorni al mese di tempo libero.Si chiama "dipendenza" e in molti casi vuol dire che arraffate arraffate ma poi non vi godete un cacchio di quello che scaricate e contribuite solo a renderlo disponibile a diffondere marchi, mode e altre scemenze del genere. Ed è questo che lo scaricatore medio non capisce: nel suo egoismo miope crede che la protesta sia non comperare e utilizzare lo stesso, azione che giustificherebbe l'acquisto, se non subito quando i prezzi scendono. Che poi anche la moda "ma io le cose le voglio fare subito e non tra 6 mesi" non la capisco... Altra giustificazione? Cosa c'è di tanto compulsivo che non vi fà aspettare 3-4 mesi per giocare a Doom 3 che vista la sua qualità discutibile adesso trovate in offerta a 9 euro? Spesso ci si tolgono parecchie brutte sorprese (e tempo sprecato) ad aspettare qualche mese per fare il consumatore: ormai tutto appena esce è sommerso dall'hype, le vere recensioni arrivano tramite le opinioni sui forum, visto che fonti indipendenti ce ne sono molto poche, ormai le recensioni per la maggior parte si pagano, non so se lo sapete...La protesta è buttare quello che non si reputa degno di essere acquistato nell'oscurantismo totale, perché i soldi non si fanno solo col prodotto ma con tutti gli annessi e connessi. Si chiama maturità e consapevolezza del potere del consumatore.Se fate diversamente... beh fregiatevi di tutti i titoli che volete, le major ringraziano perché se almeno ogni 10 di si introduce 1 ad un genere che non avrebbe mai conosciuto e a cui poi si appassiona, è un consumatore in più che in regime di ignoranza totale non sarebbe mai diventato tale.E' la tecnica che ha seguito Microsoft: tollerare la pirateria per arrivare a tutti. Non vedo perché per altri ambiti gli stessi idioti anti-commerciale debbano ignorare che sta avvenendo un fenomeno analogo per tutto il resto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete Protestare: Oscuramento TOTAL
      Eh, no... se non comprate per protesta loro dicono che non vendono più per colpa del P2P e partono nuove repressioni.
    • Guybrush scrive:
      Re: Volete Protestare: Oscuramento TOTAL
      Ti quoto tutto, tranne Doom3: sugli scaffali dei negozi dove mi rifornisco e' salito a 59 euro, mentre appena uscito mi e' costato 49.Per la qualita' dipende. Se cercavi un gioco con una storia hai sbagliato acquisto, se cercavi qualcosa per tenere il cervello in standby e qualche ettolitro di adrenalina in vena... :DIl "non comprare" e' proprio la risposta giusta da dare davanti a chi pretende una cifra inutilmente elevata per un bene la cui utilita' e' praticamente nulla, l'unica pecca di tutto il ragionamento e' che il concetto di utilita' e' soggettivo (tant'e' che io ho comprato D3 appena uscito, ritenendolo un titolo valido) e quindi quello che per me' e' poco utile, per altri non lo e'.Per il resto: hai solo ragione e vedere altre persone che preferiscono "non comprare" piuttosto che scaricare dalla rete mi fa ben sperare per il futuro.
      GT
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete Protestare: Oscuramento TOTALE!
      aggiungerei come protesta anche il togliere profitti al nanetto arcorino non comprando mai tutto quello che reclamizzano le sue reti, rifiutatevi di pagare tasse occulte a sua maestà.
    • In_darkness scrive:
      Re: Volete Protestare: Oscuramento TOTALE!
      Ciao deltreesu molte cose che dici sono daccordo, "effetti pecora", ignoranza ecc. ecc.Ma su un paio no e mi spiego.Io sono dell'idea (che ho già espresso tante volte in interventi precedenti) che come sempre la virtù sta nel mezzo.NO all'accettare tutto quello che ci propinano senza avere la possibilità di verificare la bontà del prodotto.E NO allo scarico sfrenato a cui in tanti adesso si dedicano a tempo pieno manco fosse un lavoro.La risposta, mia, è sempre la solita:Try then Buy.Prova e poi compra.Una cosa semplice, indolore e utile (a noi naturalmente)..Semplice perchè sappiamo quanto sia facile reperire qualsiasi cosa in rete.Indolore perchè scaricare un film non vuol dire assolutamente far diminuire di una unità le vendite, semmai è proprio il contrario in quanto se il film mi piace veramente magari vado a comprarlo in DVD.Utile perchè a noi consente di ampliare la cultura e a "loro" produce una pubblicità (come giustamente dicevi) tutta gratis e uniformemente distribuita sul territorio.Io alle volte arrivo a spendere anche 200 euro al mese tra film, video giochi e musica e molti di questi prima di acquistarli li ho "visionati".Non acquisto giochi e film nuovi naturalmente, ma (come dicevi) mi basta aspettare un paio di mesi e il prezzo cala vertiginosamente.Questo l'ho appurato di persona.Sono venuto in possesso di un gioco, l'ho provato e quasi subito ho deciso di acquistarlo; l'ho pagato 29.99 euro e, tornando al negozio dopo un mesetto (essendo tra l'altro un gioco un po vecchiotto) l'avevo portato a 5.99 euro. Mi sono sentito un idiota :) Vabbe, pace...Quello che voglio dire è, scarichiamo, facciamoci prestare quello che ci pare, ma al tempo stesso non facciamo i soliti scrocconi parassiti che non vogliono scucire un soldo manco sotto tortura.E' vero molta roba in giro non merita una sola lira, in quanto scadente, poco creativa e quant'altro.Ma tante altre cose vanno acquistate, a mio avviso, perchè lo meritano.E meritano anche coloro che le creano (nota bene, non chi le distribuisce ma chi le crea) perchè lo fanno bene ed è giusto che vedano il loro disco-film-gioco apprezzato e acquistato.Cosa voglio dire in definitiva?Beh il P2P è un ottimo mezzo per conoscere cose nuove e ampliare la nostra cultura, se continueremo ad utilizzarlo in modo illegale, presto perderemo questa opportunità grandiosa che oggi ci viene afferta dalla tecnologia.Cerchiamo di trovare la giusta via di mezzo tra la voglia di sapere e lo scroccare a tutto spiano, quella via che sta nel vedere, giudicare e poi comprare, se la cosa ci piace o cancellare se la cosa non è di nostro gradimento.In questo modo opereremo una "selezione naturale" tra arte e "artigianato" tra cultura e moda tra il bello e i prodotti di m...a.Grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: Volete Protestare: Oscuramento TOTAL
        mi spiace ma non e' come dici tu, se bastasse dire "usate il cervello" per far si' che tutti facciano scelte consapevoli, questi problemi del p2p ed altri ben maggiori non esisterebbero. la realtà e' piu' subdola, c'e' una marea di gente dipendente dallo scaricare tutto lo scaricabile tutto il giorno perche' i prodotti/file desiderati sono costruiti ad hoc per creare dipendenza. Doom3 e' programmato appositamente per dare scariche di adrenalina al giocatore, l'adrenalina crea il bisogno di altra adenalina, il desiderio di approviggionarsi di altri titoli di gioco del genere o di correre al negozio per assicurarsi il sequel dello stesso titolo in questione non appena disponibile sugli scaffali. lo stesso dicasi per i film di hollywood .come si crea "l' effetto" adrenalina in un film o gioco? sparatorie, incidenti spettacolari, ritmo indiavolato, horror,contesti di gioco fantasticamente assurdi e/o alienanti.
        • In_darkness scrive:
          Re: Volete Protestare: Oscuramento TOTAL
          Scusami, ma quando io avrei detto che è sbagliato giocare a un gioco che ti fornisce adrenalina?Personalmente io sono appassionato di video giochi fin da quando avevo 6 anni, andavo nella sala giochi sotto casa che era di un amico di mio padre che mi faceva giocare a tutto quello che volevo.Oggi non sono dipendente dai video games e anzi ti dirò che non mi hanno fatto alcun male e altresì mi hanno permesso di sviluppare i riflessi e le capacità di collegamento visivo-manuale.Tutto questo per dirti che se un video gioco ti piace, beh, compralo!Quello che volevo dire, e che forse non sono stato in grado di esprimere, è che non è logico scaricare giga e giga di roba solo per il gusto di averlo.Ma è altrettanto sbagliato, ed è questo forse che tu volevi intendere col tuo intervento, lasciarsi abbindolare da presentazioni stratosferiche e pubblicità a tappeto, che ci inducono ad acquistare giochi (e altro) che in fondo non meritano il nostro interesse.Ed è per questo che difendo il P2P inteso come mezzo che ci permette di esaminare, provare e quindi valutare la bontà dei prodotti che il mercato ci offre.Una volta provato, insisto, se ci è piaciuto il film-disco-gioco in questione, allora abbiamo il dovere di andare a comprarlo.Secondo me, naturalmente.Grazie
        • Anonimo scrive:
          Re: Volete Protestare: Oscuramento TOTAL
          - Scritto da: Anonimo
          mi spiace ma non e' come dici tu, se bastasse
          dire "usate il cervello" per far si' che tutti
          facciano scelte consapevoli, questi problemi del
          p2p ed altri ben maggiori non esisterebbero. la
          realtà e' piu' subdola, c'e' una marea di gente
          dipendente dallo scaricare tutto lo scaricabile
          tutto il giorno perche' i prodotti/file
          desiderati sono costruiti ad hoc per creare
          dipendenza. Doom3 e' programmato appositamente
          per dare scariche di adrenalina al giocatore,
          l'adrenalina crea il bisogno di altra adenalina,
          il desiderio di approviggionarsi di altri titoli
          di gioco del genere o di correre al negozio per
          assicurarsi il sequel dello stesso titolo in
          questione non appena disponibile sugli scaffali.
          lo stesso dicasi per i film di hollywood .
          come si crea "l' effetto" adrenalina in un film o
          gioco?
          sparatorie, incidenti spettacolari, ritmo
          indiavolato, horror,
          contesti di gioco fantasticamente assurdi e/o
          alienanti.QUOTO!!!!tutto il resto scritto da deltree sono stronzate buoniste di un lecca culo che non pensa minimamente cio che scrive e lo fa solo per fare il figo e compiacersi della sua abilità narrativa!Sono gli sfigati repressi come deltree che rovinano il mondo
      • Anonimo scrive:
        Cambiamento dentro
        Quello che manca in tutti i discorsi che leggo, è la consapevolezza della dinamica che muove il mondo dell'arte oggi.Sento dire: io scarico perchè così provo e poi compro, come se questo potesse convincere i magnati a lasciarvi/ci fare.No, è proprio di quello che hanno paura.Il prodotto che vendono non è un'opera d'arte, e lo sanno, quindi sanno che mai e poi mai verrà trattato come tale.Certo, avere un originale dei Pink Floyd fa piacere, potrebbe farti sentire più vicino a delle idee che, chi li ascolta, condivide e ama. -e dico potrebbe perchè possono esserci mille altre ragioni-Almeno, fino a dieci vent'anni fa era così. E non venitemi a raccontare la cazzata del digitale, che presuppone che un prodotto registrato è uguale all'originale, perchè, allora (a quei tempi), una cassetta registrata era meglio di un LP che cominciava a friggere dopo 2 soli ascolti.No! Sanno benissimo che nessuno ci tiene ad avere un originale, neanche i fan, perchè il prodotto non ha valore "SPIRITUALE" (spero capiate in che modo uso la parola, non che i Pink fossero una religione, ma...)Quindi quì stiamo sbagliando un pò tutti nel trattare l'argomento, e alla fine faremo il loro gioco: HANNO IL POTERE (I MONEY)...VINCERANNO.Possiamo solo batterli sulla verità.Quindi riflettete!Comunque, tutto questo movimento mi dà speranza che nasca qualcosa di nuovo, ma se rimane su internet, quel nuovo rimarra lì, e sara soltanto come passare fuori da un carcere e sentir gridare i prigionieri: "SONO LIBEROOOO!" ...a parole, perchè internet è il vento che trasporta i suoni; Grande cosa, veramente grande, ma allo stesso tempo, SOLO quello.Per quanto riguarda le major, comunque, RIPETO, stanno pagando per i loro errori. Hanno fatto di tutto per imprigionare l'arte, e si ritroveranno con un pugno di mosche in mano, e prima o poi dovranno cambiare mestiere.
    • ChiL8 scrive:
      Re: Volete Protestare: Oscuramento TOTALE!
      quoto in parte....e se volessi boicottare direttamente SIAE & co. senza però privarmi di musica giochi e quant'altro???ecco che il p2p mi viene in aiuto....zao a tutti!!!!!!!!!!
      • awerellwv scrive:
        Re: Volete Protestare: Oscuramento TOTAL
        - Scritto da: ChiL8
        quoto in parte....

        e se volessi boicottare direttamente SIAE & co.
        senza però privarmi di musica giochi e
        quant'altro???

        ecco che il p2p mi viene in aiuto....

        zao a tutti!!!!!!!!!!già che ci siamo andiamo a bruciare la sede centrale delal Siae... e già che ci sei offrimi una birra visto che siamo amici... :-P
        • Anonimo scrive:
          Re: Volete Protestare: Oscuramento TOTAL

          già che ci siamo andiamo a bruciare la sede
          centrale delal Siae...

          e già che ci sei offrimi una birra visto che
          siamo amici... :-Pla mia voleva essere una provocazione....comunque sia, sarà anche per il genere che ascolto, ma se riesco a comprare un album appena uscuto e spenderci da 5 ai 15 euri, vuoldire che qualcosa di marcio ci deve pur essere intorno alla musica dei miliardi.quand'è che andiamo a bruciare la siae???? il birrino te l'offro volentieri però facciamo a metà per il combustibile..... :D zao
  • Anonimo scrive:
    ahahahah
    Hanno come al solito usato il denaro pubblico e come al solito l'hanno buttato nel cesso....con tutti i server dove si scarica veramente molto sono andati a prendere uno a share 0!!! E i telegiornali che fanno, ti fanno apparire i ragazzini dei pericolossissimi criminali informatici!!!!!! RIdicoli sarebbero loro da essere denunciati.....Questo sta diventando un REGIME!!!!!
  • Anonimo scrive:
    se la sono cercata ....
    era la seconda volta che la psotale gli faceva visita; anche se il server era a a share 0 e lo usavano solo per chattare, perche hanno rimesso su un server opennap anziche ' uno irc ?
    • Anonimo scrive:
      Re: se la sono cercata ....
      mi sono scordato il link ...http://www.p2pforum.it/forum/showpost.php?p=289166&postcount=10
      • Anonimo scrive:
        Re: se la sono cercata ....
        viene fatto un uso della polizia terroristico, i poveri agenti obbediscono a padroni che li usano per scoraggiare attività lecite che pero danno fastidio al regime, prorpio come i centri sociali.
    • KC scrive:
      Re: se la sono cercata ....

      perche hanno rimesso
      su un server opennap anziche ' uno irc ?fammi capire: se io cifro le mie mail allora e' giusto entrarmi in casa perche' di sicuro ho qualcosa da nascondere?
      • Anonimo scrive:
        Re: se la sono cercata ....
        - Scritto da: KC

        perche hanno rimesso

        su un server opennap anziche ' uno irc ?

        fammi capire: se io cifro le mie mail allora e'
        giusto entrarmi in casa perche' di sicuro ho
        qualcosa da nascondere?Non e' forse notizia di qualche giorno fa di quel tipo in america indagato per pedofilia, che si e' beccato una aggravante solo perche' aveva installato PGP sul suo pc, senza averlo neppure mai usato?E allora perche' non si mette l'aggravante di default a tutti quelli che hanno il disco partizionato NTFS, visto che XP e compagnia hanno un cessoso sistema di crittografia integrato?
    • Anonimo scrive:
      Re: se la sono cercata ....
      - Scritto da: Anonimo
      era la seconda volta che la psotale gli faceva
      visita; anche se il server era a a share 0 e lo
      usavano solo per chattare, perche hanno rimesso
      su un server opennap anziche ' uno irc ?Magari per ragioni pratiche, per non mandare a ramengo la community "il server lo trovi sempre ma adesso puoi solo chattare"
    • Anonimo scrive:
      Re: se la sono cercata ....
      - Scritto da: Anonimo
      era la seconda volta che la psotale gli faceva
      visita; anche se il server era a a share 0 e lo
      usavano solo per chattare, perche hanno rimesso
      su un server opennap anziche ' uno irc ?Bravo, adesso rendiamo fuorilegge anche i protocolli.Questo e' proprio un paese di ignoranti, mediocri e intrallazzoni.(linux)
  • Anonimo scrive:
    La storia dell'ip di fastweb
    Scusate ma cos'è questa storia che gli utenti di fastweb sono più difficili da identificare?Se ciò è vero credo che sia doveroso per l'azienda concedere l'ip pubblico a tutti i suoi clienti.E dico tutto questo in modo assolutamente disinteressato ;)
    • deltree scrive:
      Re: La storia dell'ip di fastweb
      Hai detto la parola magica: azienda.Se metti su un provider che nasce con l'evidente intento di far proliferare la pirateria (chi non ricorda Gerri Scotti che anni fa - quando l'italia era ancora in larga parte 56k e non esisteva ancora la vendita con DRM - nella promozione di Fastweb faceva "pubblicità comparativa" dicendo in quanto tempo viene giù un MP3 o un film?) non fai reato. E parliamo di PROVIDER. Ovvero di un'azienda.E la cosa di per sé è assurda: alla finanza basterebbe mettere piede dentro la rete di DC di FW e trovare, oltre ai soliti sfigati scaricatori a ruota anche un sacco di persone, che in Italia (dove il 90% alle bancarelle compra solo titoli di calcio e di macchine in italiano sennò sui menù si impiccia) con FW hanno messo su delle belle reti di diffusione del materiale pirata a scopo di lucro (molto spesso per riciclare soldi sporchi). C'è anche chi, da privato, nelle chat dei P2P ti piazza i CD/DVD vergini a prezzo bassisissimo sequestrati ai pirati (dicono loro, a me pare che il volume sia un po' troppo alto). Ma questo accade anche fuori da fastweb, basta frequentare le varie comunità ITA (una delle cose + squallide di internet, tanto vale mettersi nella piazza delle città se ci si deve chiudere in questo campanilismo qualunquista).==================================Modificato dall'autore il 07/06/2005 8.22.41
    • Anonimo scrive:
      Re: La storia dell'ip di fastweb
      Se dieci persone di FW si collegano ad un sito hanno tutte lo stesso IP e quindi tu non capisci se è una, 10 o cento e soprattutto cosa ciascuna di esse fa perchè è mischiata alle altre 10...
      • Anonimo scrive:
        Re: La storia dell'ip di fastweb
        - Scritto da: Anonimo
        Se dieci persone di FW si collegano ad un sito
        hanno tutte lo stesso IP e quindi tu non capisci
        se è una, 10 o cento e soprattutto cosa ciascuna
        di esse fa perchè è mischiata alle altre 10...Si non intendevo dire che non so come funziona il NAT di fastweb.Ma che non capisco come mai a fastweb venga permesso, come provider, di usare un sistema simile SE veramente dicono che poi uno non si può rintracciare.Per me un provider dovrebbe garantire la rintracciabilità in caso di reato. E quindi fastweb dovrebbe dare l'ip pubblico a tutti.
        • numerone scrive:
          Re: La storia dell'ip di fastweb
          La notizia é stata confezionata ad hoc: é un perfetto specchietto per le allodole che serve per dire che nemmeno sotto NAT sei sicuro perché sei comunque rintracciabile.Intanto gli stessi frequentatori di cucciolandia ammettono che il server era di sola chat e non c'era nulla in condivisione.Ho paura che sia l'inizio del secondo italian crackdown...
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
    - Scritto da: Anonimo
    Certo, molti dicono che con il P2P si scarica
    tranquillamente qualsiasi cosa, ma molte volte
    riflettiamoci:Ti ricordo che, almeno secondo l'articolo, queste persone non condividevano niente in pubblico eppure hanno ricevuto una perquisizione lo stesso.Quindi anche con mute e ants non mi sentirei così al sicuro.Anzi con quei programmi, dove praticamente tu fai da tunnel a materiale altrui senza sapere quale sia, rischi una perquisizione per materiale che neanche hai scaricato o condiviso.
  • Anonimo scrive:
    Re: io avrei l'acciaio alla tempia... boh
    Qui in italia in galera non ci vai nemmeno per omicidio ( guarda la Franzoni.. 30 anni le han dato e non passa giorno senza che rilasci interviste alla tv e venga acchiappata da qualche giornalista mentre accompagna i figli alla scuola, libera di andarsene a spasso e anzi puntare il dito accusatore su chiunque ).Tanto piu' che per le lungaggini burocratiche e la lentezza della legge su 50 reati commessi ne verra' punito uno ( forse :P ) visto che finiscono quasi tutti in prescrizione. Comunque e' vero.. se io mi fossi trovato in quella situazione non avrei pensato alla chat ma a ben altro.La cosa più grave mi pare sia la scarsa chiarezza della notizia ( costruita apposta per essere sensazionale ma piena di punti oscuri e informazioni decisamente sospette ), il fatto che chi e' stato coinvolto ha negato che il server sharasse materiale ( e allora per cosa sono stati denunciati? ), le stime ridicole della FIMI, l'accusa di associazione a delinquere ( che e' gravissima e pesa come un macigno ), il fatto che si parli di 100.000 utenti ma ne siano stati presi solo 55 ( con che metodo si e' deciso chi colpire e chi no? a caso? in base alla sua posizione nell'organizzazione ( se c'era )? in base al volume di materiale sharato? ( ma dicono fosse zero per tutti.. )Un'altra cosa che dovrebbe far riflettere e' che questa volta su 55 perquisizioni son stati trovati pochi dvd e masterizzatori. In genere le retate pizzicano 3-4 persone e decine di migliaia di cd, cd vergini, centinaia di masterizzatori, proprio perche' si punta alle centrali di duplicazione e a chi ne fa un mestiere. Qui invece i numeri son modesti: più persone che masterizzatori e solo 100-150 cd a testa. Tutto materiale che deve essere controllato e quindi non potrebbe non essere irregolare o almeno non completamente. Son tutte cose che fan meditare ma ancora una volta la colpa non e' certo delle forze dell'ordine. E' la legge che e' stata scritta malissimo ( e sappiamo benissimo da chi ) e va modificata
  • Anonimo scrive:
    P2P anonimi...
    Vista la situazione attuale a livello nazionale e non direi che è ora di usare p2p anonimi... qualcosa che possibilmente lavori anche dietro nat e che non sia: mute, ants, tor ed i2p... dato che tutti questi progetti sono ancora esperimenti.
  • Anonimo scrive:
    Mi aspettavo più messaggi
    Non vi vedo caldi come gli anni passati.Una notizia del genere uno o due anni fa qui avrebbe scatenato un marasma.Probabilmente il fenomeno del p2p è in fase calante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi aspettavo più messaggi
      Guarda che hai scritto alle 5 del mattino... ora (quasi le 7) siamo già a quota 80 messaggi. Non oso pensare a quello che succederà entro stasera :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi aspettavo più messaggi
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che hai scritto alle 5 del mattino... ora
        (quasi le 7) siamo già a quota 80 messaggi. Non
        oso pensare a quello che succederà entro stasera
        :)Si ma l'anno scorso era apparsa una notizia flash, mi pare in un giorno di festa, c'erano un mare di messaggi. Cioè punto-informatico si faceva fatica ad aprire.
  • Arkymede scrive:
    Che coincidenza...
    6 Giugno 2005OPERAZIONE POLIZIA POSTALE CONTRO FILE SHARING ILLEGALE In merito alla vasta operazione condotta dalla Polizia postale sulle reti p2p e che ha portato a 55 indagati in tutta Italia, FIMI, Federazione dell'industria musicale italiana ha espresso stamane il plauso al Ministro dell'Interno e al Capo della Polizia per la conclusione di una sofisticata indagine che ha colpito una ramificata organizzazione... ...di musica abusiva messa a disposizione in rete.6 Giugno 2005Broadband e contenuti digitali Le nuove frontiere digitali consentono oggi un?ampia diffusione di contenuti in rete, ...... con accesso a sistemi di pagamento facilitati. Che coincidenza! Nello stesso giorno due notizie positive (...per la FIMI)
  • numerone scrive:
    Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
    - Scritto da: Anonimo
    c) invece di intervenire celermente su chi viola
    i nostri PC e le nostre reti la Postale si
    interessa ai ragazziSe c'é una denuncia, come ho detto qualche thread fa, devono muoversi anche se hanno il sedere attaccato alla sedia con l'attack.Il loro lavoro é proprio quello di far rispettare la legge, che piaccia (a loro ed a noi) o no
  • Anonimo scrive:
    Tenemos Huevos ?
    Invece che fare i fighetta, perchè non andiamo a fare un salto a Roma ? Che sò, un paio di milioni, giusto gli attivisti.Giochiamo al raddoppio con gli straccioni della politica, perche' non organizziamo una bella gita con grigliata al Campidoglio ? Giusto per dargli un idea di quanti siamo. Cosa serve masararne cinquantacinque quando ne sai di 100.000 ? Cos'è ? Colpirne 1 per educarne 100 ? E gli altri 945 ?Noi siamo milioni, e vi facciamo "neri". Siamo in grado di farvi una guerra totale, siamo milioni. Altro che "associazione a delinquere" ... Dove farete i campi di concentramento ? In Sardegna ? Oppure è una nuova strategia per ridurre il traffico nell grandi città: tutti agli arresti domiciliari.Perche non andiamo in 99.945 a prestare dichiarazioni spontanee in quanto "persone informate dei fatti" ? Più i nostri amici, che non potevano non essere al corrente, tutta quella "MUSICA" e quei "FILM" non erano compatibili con il nostro tenore di vita.Istruiamo un vero processo giusto, di quelli storici, il primo celebrato allo stadio di San Siro. Se condannano il 10% gli tocca costruire un quartiere per detenerci. Ma anche lì rialzeremo la testa, padella e cucchiaio di legno daremo nuova vita all'alfabeto Morse.Dov'e' l'ordine degli avvocati ? Siamo solo dei potenziali clienti ?I I Colombo, I Davigo e le Bocassini, dove sono ??!Che carini ! Si fanno fare i softuer per correlare Fastweb, ma la SIA o il CED Borsa non lo sniffano mai.Come puo' esistere una Parmalat per 10 anni e non il p2p per sei mesi ?TRENTAMILA miliardi di VERE lire (non polpot estimated) che non si sa che fine hanno fatto.A me hanno clonato la carta di credito (dal benzinaio sulla tangenziale di Milano) e non c'e' nessuna polizia che mi protegge. Banda di inetti e cialtroni......Osso di Seppia.
  • Anonimo scrive:
    Ma chi ha pagato?
    Sarei curioso di saper, chi ha pagato il famigerato software citato nel articolo?La FIMI, che si complimenta con le forze dell'ordine?La SIAE, che di soldi ne ha fin troppi?Oppure come al solito è stato pagato con le NOSTRE tasse?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi ha pagato?
      no WinMX oppure da ScorpionXP o da Golade o da MacMZ,no sempre dalle nostre tasche,con imposte dirette o indirette!!!TASCHE NOSTRE!!!!:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    qualcuno lo usa su FW?
    su fastweb è accettabile mute, oppure ants?kademlia com'è su fw?
    • Anonimo scrive:
      Re: qualcuno lo usa su FW?
      Non è solo una questione di moda. Attualmente mute è ad uno statio eccessivamente embrionale per potersi considerare un software accettabile. Gli sviluppi che si prospettavano promettenti sono in realtà stati minimi e in tempi biblici. Per ora il programma è arrivato al punto di non crashare troppo spesso ed è già qualcosa. Però troppo manca per renderlo adatto.A parte le funzionalità inesistenti ricorda da vicino il primissimo Napster o gli embrionali client Gnutella alle origini, senza contare le prestazioni bassisime in termini di velocità.Su queste ultime si potrebbe anche tralasciare, però in attesa di sviluppi significativi e quantomeno di una beta semidefinitiva è quantomeno ovvio che pochissimi utenti migrino su questa piattaforma. Parliamo poi di utenti italiani, che spesso ancora stazionano su WinMx (di cui se non erro era basato cucciolandia) senza sapere che per quanto concettualmente sia stato valido quel software oramai è obsoleto a tutti i livelli. Della semplice esistenza di Mute sanno in pochissimi (rispetto al totale).
  • Anonimo scrive:
    Il Paese di Pulcinella
    Assurdo.Non che voglia giustificare lo scambio e/o la copia di materiale protetto, ma non mi sembrano queste le priorità delle nostre forze dell'ordine.Per scoprire tutti questi "delinquenti" avranno investito chissà quanti fondi ed altrettanto "personale" in divisa.Ed i media:
    , manco avessero sgomentato la cupola...Cara mia Italia (ormai "italia") stai proprio maluccio..........
    Poi magari esci da una discoteca, ti rapinano, ti pestano a morte e stuprano la tua ragazza per 4 ore...E li la Polizia dove era?? A sgominare le pericolose bande di Cucciolandia...Non sono arrabbiato con nessuno, ma moralmente abbattuto.Se andiamo avanti così chissà dove andremo a finire.....PS: "SI o NO" è la vostra opinione e non ve la tocca nessuno, ma per favore andate a votare per trasformare l'italia in Italia!Francesco
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Paese di Pulcinella
      il problema sta nel fatto : ma votare chi che sono tutti uguali.Ci vorrebbe un bel regime che faccia pulizia !!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Paese di Pulcinella
      - Scritto da: Anonimo
      Assurdo.

      Poi magari esci da una discoteca, ti rapinano, ti
      pestano a morte e stuprano la tua ragazza per 4
      ore...
      E li la Polizia dove era??
      A sgominare le pericolose bande di Cucciolandia...

      Non sono arrabbiato con nessuno, ma moralmente
      abbattuto.

      Se andiamo avanti così chissà dove andremo a
      finire.....

      PS: "SI o NO" è la vostra opinione e non ve la
      tocca nessuno, ma per favore andate a votare per
      trasformare l'italia in Italia!

      Francesco
      Scusa ma non capisco il nesso. Nel referendum sono in ballo ben altra e più rilevanti questioni, ma semmai, l'unico partito che, sbertucciato da tutti, si prenda realmente a cuore, coi fatti, la sicurezza dei cittadini è la Lega...
      • Anonimo scrive:
        Re: Il Paese di Pulcinella
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Assurdo.




        Poi magari esci da una discoteca, ti rapinano,
        ti

        pestano a morte e stuprano la tua ragazza per 4

        ore...

        E li la Polizia dove era??

        A sgominare le pericolose bande di
        Cucciolandia...



        Non sono arrabbiato con nessuno, ma moralmente

        abbattuto.



        Se andiamo avanti così chissà dove andremo a

        finire.....



        PS: "SI o NO" è la vostra opinione e non ve la

        tocca nessuno, ma per favore andate a votare per

        trasformare l'italia in Italia!



        Francesco



        Scusa ma non capisco il nesso. Nel referendum
        sono in ballo ben altra e più rilevanti
        questioni, ma semmai, l'unico partito che,
        sbertucciato da tutti, si prenda realmente a
        cuore, coi fatti, la sicurezza dei cittadini è la
        Lega...Quelli hanno paura di chiunque non parli Lumbard facendo di tutta un'erba un fascio
        • Anonimo scrive:
          Re: Il Paese di Pulcinella
          La questione del referendum c'entra in quanto fattore di libertà. Questo tipo di voto dà alla gente comune il potere effettivo di fare qualcosa, di dire la sua, che essa sia propensa o meno a cambiare la legge o mantenerla tale. A me sembra, e non solo a me, che chi si schiera per il "non-votare" sia ipocrita sino nelle ossa, ma la cosa più terribile è che voglia spingere a non utlizzare questo splendido strumento che la legge ci fornisce, di poter intervenire direttamente sulla questione: insomma, di farci credere che noi, e con noi intendo tutti coloro che possono votare, non siamo ingrado di decidere niente, che dobbiamo lasciare fare a loro legislatori, che sanno che cosa serva la paese.Che si tratti di p2p o fecondazione assistita è una questione di democrazia, e in una demoscrazia il popolo ha il potere di decidere (almeno dovrebbe essere così) e di mandare a casa il legislatore che non fa correttamente il suo lavoro, ovvero lavora per coloro che lo hanno eletto, per migliorare lo stato in cui essi vivono.
    • numerone scrive:
      Re: Il Paese di Pulcinella
      - Scritto da: Anonimo
      Assurdo.

      Non che voglia giustificare lo scambio e/o la
      copia di materiale protetto, ma non mi sembrano
      queste le priorità delle nostre forze
      dell'ordine.
      Poi magari esci da una discoteca, ti rapinano, ti
      pestano a morte e stuprano la tua ragazza per 4
      ore...
      E li la Polizia dove era??
      A sgominare le pericolose bande di Cucciolandia...

      Non sono arrabbiato con nessuno, ma moralmente
      abbattuto.

      Se andiamo avanti così chissà dove andremo a
      finire.....

      PS: "SI o NO" è la vostra opinione e non ve la
      tocca nessuno, ma per favore andate a votare per
      trasformare l'italia in Italia!

      FrancescoBah...Se c'é una denuncia le forze dell'ordine si devono muovere che ci piaccia o no.La legge é legge e finché ci sarà ci sarà anche chi sarà obbligato a farla rispettare, indipendentemente da ciò che ritengono giusto...
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è ora !!

    loro possono intercettare il traffico e sapere da
    chi parte ed a chi è diretto, in quanto l'IP
    anche se statico viene criptato ed i pacchetti
    che viaggiano in rete anche.
    e) penso veramente che si stia avvicinando la
    fine della democrazia, ora il Grande Fratello ci
    controlla anche i PC.e loro se ne sciacquano le palle.registrano IP e quantità di flusso.dopodichè ti arrivano a casa con un mandato.FINE.
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è ora !!
      Se l'IP viene criptato ed i tuoi pacchetti anche, mi spieghi come fanno a tracciarti? :( - Scritto da: Anonimo



      loro possono intercettare il traffico e sapere
      da

      chi parte ed a chi è diretto, in quanto l'IP

      anche se statico viene criptato ed i pacchetti

      che viaggiano in rete anche.

      e) penso veramente che si stia avvicinando la

      fine della democrazia, ora il Grande Fratello ci

      controlla anche i PC.

      e loro se ne sciacquano le palle.
      registrano IP e quantità di flusso.
      dopodichè ti arrivano a casa con un mandato.
      FINE.
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
        - Scritto da: Anonimo
        Se l'IP viene criptato ed i tuoi pacchetti anche,
        mi spieghi come fanno a tracciarti?
        :(
        - Scritto da: Anonimo






        loro possono intercettare il traffico e sapere

        da


        chi parte ed a chi è diretto, in quanto l'IP


        anche se statico viene criptato ed i pacchetti


        che viaggiano in rete anche.


        e) penso veramente che si stia avvicinando la


        fine della democrazia, ora il Grande Fratello
        ci


        controlla anche i PC.



        e loro se ne sciacquano le palle.

        registrano IP e quantità di flusso.

        dopodichè ti arrivano a casa con un mandato.

        FINE.Gli ip di routing sono in chiaro -
        associazione a delinquere ...
        • Anonimo scrive:
          Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
          - Scritto da: Anonimo
          Gli ip di routing sono in chiaro -
          associazione
          a delinquere ...Peccato che non puoi associare alcun traffico "in chiaro"con gli IP di routing...
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Gli ip di routing sono in chiaro -
            associazione

            a delinquere ...

            Peccato che non puoi associare alcun traffico "in
            chiaro"
            con gli IP di routing...Questo alla gdf non interessa: file in share arriva dall'indizzo xyz visita ad xyz e tanti saluti al sistemuccio. Nella peggiore delle ipotesi agevolava il reato.... Per questo stanno introducendo il concetto di associazione....
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            - Scritto da: Anonimo
            Questo alla gdf non interessa: file in share
            arriva dall'indizzo xyz visita ad xyz e tanti
            saluti al sistemuccio. Ma forse interessa la magistrato che deve concederel'autorizzazione alla perquisizione sulla base di nullavisto che non si puo' sapere se si condivide o menomateriale protetto da copyright.E come se non bastasse non e' manco detto cheil tuo IP si connetta mai direttamente con il peeritaliano.
            Nella peggiore delle
            ipotesi agevolava il reato.... Per questo stanno
            introducendo il concetto di associazione....Si va all'archiviazione perche' non e' dimostrabilecosa o chi stava scaricando cosa.GL
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Questo alla gdf non interessa: file in share

            arriva dall'indizzo xyz visita ad xyz e tanti

            saluti al sistemuccio.

            Ma forse interessa la magistrato che deve
            concedere
            l'autorizzazione alla perquisizione sulla base di
            nulla
            visto che non si puo' sapere se si condivide o
            meno
            materiale protetto da copyright.
            E come se non bastasse non e' manco detto che
            il tuo IP si connetta mai direttamente con il peer
            italiano.
            E' comunque favoreggiamento del reato al magistrato interessa quello.Fatto salvo che il grosso delle indagini finiscono in mano all'interpol con le conseguenze del caso, di certezze con chi ti connetti non ne hai.Comunque un algoritmo efficace di routing tenderà a collegarti all'ip più vicono pena l'aumento mostruoso dei tempi di latenza.

            Nella peggiore delle

            ipotesi agevolava il reato.... Per questo stanno

            introducendo il concetto di associazione....

            Si va all'archiviazione perche' non e'
            dimostrabile
            cosa o chi stava scaricando cosa.

            GLIntanto c'è stato una perquisizione un sequestro ed è passato tutto di fronte ad un giudice con relative spese legali, sempre che proprio non trovino assolutamente niente. A questo va aggiunto che questi network si riempiranno di pattume della peggior specie in un nanosecondo con aumento esponenziale del rischio di finire in mezzo ad indagini che vanno ben oltre due canzonette....
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
        - Scritto da: Anonimo
        Se l'IP viene criptato ed i tuoi pacchetti anche,
        mi spieghi come fanno a tracciarti?se l'ip è criptato mi dici come fai a connetterti con quel client se non sai l'ip?
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or

      e loro se ne sciacquano le palle.
      registrano IP e quantità di flusso.
      dopodichè ti arrivano a casa con un mandato.
      FINE.Attaccare il cervello no, eh?!E se io faccio uan grande quantita' di traffico LEGALE, come la mettiamo?Ragiona, prima di dar fiato alla bocca, va'...
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
        Perfettamente concorde con te, ma vedi, quando si parla di MUTE gli sbirri impallidiscono perchè effettivamente non sei tracciabile (lavoro con le reti da anni e ti confermo quanto detto) !!!! ;-)- Scritto da: Anonimo


        e loro se ne sciacquano le palle.

        registrano IP e quantità di flusso.

        dopodichè ti arrivano a casa con un mandato.

        FINE.

        Attaccare il cervello no, eh?!
        E se io faccio uan grande quantita' di traffico
        LEGALE, come la mettiamo?

        Ragiona, prima di dar fiato alla bocca, va'...
        • Anonimo scrive:
          Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
          http://www.p2psicuro.it/mute/mute_privacy.htmTanto per sciogliere i dubbi agli scettici
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            :@SEI PREGATO DI NON METTERE LINK A SITI CON DIALER !!! (contiene activex_261_1it.exe ATTENZIONE!!!)chi non ha un buon antivirus rischia di beccarselo...
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            Controlla meglio il tuo PC !!! Io sul mio utilizzo Firewall terze parti ed a pagamento, Symantec Corporate per Server, Antispy a pagamento e non free e tanto per essere un tantinello più sicuro anche l'AntiVir della Grisoft non free.Per i Dialer non ne ho visto l'ombra.(meditare gente, meditare) 8) - Scritto da: Anonimo
            :@

            SEI PREGATO DI NON METTERE LINK A SITI CON DIALER
            !!!

            (contiene activex_261_1it.exe ATTENZIONE!!!)

            chi non ha un buon antivirus rischia di
            beccarselo...
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            ehm.... okkio a cosa scriviantivir e' della free-av se gratisgrisoft e' la sh di avgehm... continuiamo con la discussione ........
          • teddybear scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            - Scritto da: Anonimo
            http://www.p2psicuro.it/mute/mute_privacy.htm
            Tanto per sciogliere i dubbi agli scetticiAh, tutto chiaro. In pratica tu non scarichi direttamente da chi ha il file, ma lo fai scaricare da qualcun altro e tu poi scarichi da lui...In pratica... anziche UN traffico illegale, ne vengono fatti due.In pratica chi sta in mezzo funge da "proxy".E quindi, oltre a te, che scarichi effettivamente, anche il tuo "proxy" e' da incriminare.Bello! :DP.S. il traffico e' sempre tracciabile. Comunque. Se i pacchetti devono andare da qualche parte, un modo per capirlo c'e'. Mica puoi dire ai vari routers ... si, sono un pacchetto, ma non ti dico ne da dove arrivo ne dove vado, vedi un po' tu dove mandarmi ed a chi dare l'OK della tramsissione.Ah, benedetta gioentu!
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            qualcuno che almeno di routing ne capisce qualcosa mascheramento di ip ?pachetti cript ?scusa se io pol post mi installo il programma e poi da li comincio ad agire ?addio pacchetti cript ... e trcciamenti a 1000 direi
          • teddybear scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            - Scritto da: Anonimo
            qualcuno che almeno di routing ne capisce
            qualcosa
            mascheramento di ip ?Si... ehm... beh... sai, tra le altre cose e' il mio lavoro... o meglio, e' il motivo per il quale mi assunsero qualche anno fa. A parte le tre certificazioni CISCO pero' non ho molta esperienza ;)
            pachetti cript ?
            scusa se io pol post mi installo il programma e
            poi da li comincio ad agire ?
            addio pacchetti cript ... e trcciamenti a 1000
            direiNon esistono pacchetti non tracciabili. Se puoi mettere mano ai router, sai perfettamente cosa contiene un pacchetto, da dove arriva, dove va ecc ecc ecc.E se vuoi vedere se dopo il primo destinatario fa altri tragitti "strani", basta che cambi il pacchetto, lasci le intestazioni uguali, lo vedi entrare in un PC, lo vedi uscire con le intestazioni cambiate e vedi dove va a finire. E cosi' via.Ripeto: Non esistono pacchetti completamente anonimi. Sarebbe come pretendere che un qualsiasi pacco postale venga portato in un ufficio postale senza scriverci sopra l'indirizzo di destinazione. E dove ca**o lo mandi? A caso?Ah, benedetta ignoranza.
          • CoreDump scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            - Scritto da: teddybear
            - Scritto da: Anonimo

            qualcuno che almeno di routing ne capisce

            qualcosa

            mascheramento di ip ?

            Si... ehm... beh... sai, tra le altre cose e' il
            mio lavoro... o meglio, e' il motivo per il quale
            mi assunsero qualche anno fa. A parte le tre
            certificazioni CISCO pero' non ho molta
            esperienza ;)

            pachetti cript ?

            scusa se io pol post mi installo il programma e

            poi da li comincio ad agire ?

            addio pacchetti cript ... e trcciamenti a 1000

            direi

            Non esistono pacchetti non tracciabili. Se puoi
            mettere mano ai router, sai perfettamente cosa
            contiene un pacchetto, da dove arriva, dove va
            ecc ecc ecc.

            E se vuoi vedere se dopo il primo destinatario fa
            altri tragitti "strani", basta che cambi il
            pacchetto, lasci le intestazioni uguali, lo vedi
            entrare in un PC, lo vedi uscire con le
            intestazioni cambiate e vedi dove va a finire. E
            cosi' via.

            Ripeto: Non esistono pacchetti completamente
            anonimi. Sarebbe come pretendere che un
            qualsiasi pacco postale venga portato in un
            ufficio postale senza scriverci sopra l'indirizzo
            di destinazione. E dove ca**o lo mandi? A caso?

            Ah, benedetta ignoranza.Io mi informerei meglio prima di parlare a vanvera,e magari mi informerei meglio di come funziona muteo freenet, tu puoi mettere su anche un nodo econtrollarlo come vuoi, ma quello che vedrai è solo unagran mole di pacchetti criptati che vanno e vengono dainodi limitrofi e basta, non sai cosa contiene quelpacchetto e se è l'ip che sta raggiungendo o se verràreinstradato, certo se poi fai il discorso semplicisticodel tipo metto su un nodo vedo gli ip che si colleganoe gli vado a sequestrare tutto è un'altro discorso ;)
          • numerone scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            - Scritto da: CoreDump
            Io mi informerei meglio prima di parlare a
            vanvera,
            e magari mi informerei meglio di come funziona
            mute
            o freenet, tu puoi mettere su anche un nodo e
            controllarlo come vuoi, ma quello che vedrai è
            solo una
            gran mole di pacchetti criptati che vanno e
            vengono dai
            nodi limitrofi e basta, non sai cosa contiene quel
            pacchetto e se è l'ip che sta raggiungendo o se
            verrà
            reinstradato, certo se poi fai il discorso
            semplicistico
            del tipo metto su un nodo vedo gli ip che si
            collegano
            e gli vado a sequestrare tutto è un'altro
            discorso ;)Quoto il tizio di prima:

            Ah benedetta ignoranza...Se hai un pacchetto IP hai i dati che esso contiene, criptati o meno che siano.Dal momento che la criptazione vera e propria si ottiene inserendo una password e per decrittare il file occorre inserire una password equivalente, il pacchetto non é criptato, ma codificato, quindi ancora peggio xk lo schema dipende da variabili non completamente a caso.Quindi basta beccare la chiave di decodifica e sempre fregato resti.
          • CoreDump scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            - Scritto da: numerone

            - Scritto da: CoreDump

            Io mi informerei meglio prima di parlare a

            vanvera,

            e magari mi informerei meglio di come funziona

            mute

            o freenet, tu puoi mettere su anche un nodo e

            controllarlo come vuoi, ma quello che vedrai è

            solo una

            gran mole di pacchetti criptati che vanno e

            vengono dai

            nodi limitrofi e basta, non sai cosa contiene
            quel

            pacchetto e se è l'ip che sta raggiungendo o se

            verrà

            reinstradato, certo se poi fai il discorso

            semplicistico

            del tipo metto su un nodo vedo gli ip che si

            collegano

            e gli vado a sequestrare tutto è un'altro

            discorso ;)

            Quoto il tizio di prima:


            Ah benedetta ignoranza...
            Se hai un pacchetto IP hai i dati che esso
            contiene, criptati o meno che siano.
            Dal momento che la criptazione vera e propria si
            ottiene inserendo una password e per decrittare
            il file occorre inserire una password
            equivalente, il pacchetto non é criptato, ma
            codificato, quindi ancora peggio xk lo schema
            dipende da variabili non completamente a caso.
            Quindi basta beccare la chiave di decodifica e
            sempre fregato resti.Ma che stai a di??, del pacchetto criptato non te nefai una cippa perchè è un frammento del file originaleche viaggia verso il nodo che lo ha richiesto, la chiavela conosce solo il nodo dove è partita la richiesta,se pensi veramente che freenet e derivati varifunzionino con un file zippato con password allorami sa che è meglio che studi un pochino come funzionail protocollo fcp, un buon punto di partenza lo troviqui se ti va di leggere :http://e-privacy.firenze.linux.it/2002/freenet/freenet_0.3/lang/en/index.php%3Fpage=protocol.html==================================Modificato dall'autore il 08/06/2005 10.05.53
          • teddybear scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            - Scritto da: CoreDump
            se pensi veramente che freenet e derivati vari
            funzionino con un file zippato con password allora
            mi sa che è meglio che studi un pochino come
            funziona
            il protocollo fcp, un buon punto di partenza lo
            troviA te, invece, che non sai come funziona l'analisi approfondita di un traffico di rete, di pulizia dei pacchetti spuri delle regole di routing, e di tutto quello che ci sta attorno (sniffing compreso, se vuoi), consiglierei di dare un po' una lettura a qualche testo che puoi trovare anche nei vari canali P2P non criptati.Prova a cercare un po' di documentazione per il CCNA, ti basta quello e capirai come e' facile fare il discorso che ti ho detto. Se sai/puoi mettere le mani su un router, controlli tutto il traffico che passa da li. Ci fai il bello ed il cattivo tempo e se vuoi, nessuno si accorgera' mai della differenza.
          • teddybear scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            - Scritto da: CoreDump
            Io mi informerei meglio prima di parlare a
            vanvera,Stai parlando per te, vero?
            e magari mi informerei meglio di come funziona
            mute o freenet,Un pacchetto generato da mute o da www.msn.it sono fatti in modo identico. Una intestazione ed un contentuto. Punto. Che me ne frega a me di quello che c'e' dentro?
            tu puoi mettere su anche un nodo e
            controllarlo come vuoi, ma quello che vedrai è
            solo una
            gran mole di pacchetti criptati che vanno e
            vengono dai
            nodi limitrofi e basta, non sai cosa contiene quel
            pacchetto e se è l'ip che sta raggiungendo o se
            verrà reinstradato,Allora sei tu a non avere capito. Se sai da dove arriva il pacchetto, lo analizzi e vedi dove va. Lo vedi entrare nel tuo PC (nodo) e lo vedi uscire, se non era diretto a te. Del suo contenuto non te ne puo' fregar di meno. E se il destinatario non era il pc seguente, procedi hop per hop fino a trovare il destinatario finale. E comunque, ti ricordo che anche i vari nodi intermedi sono "colpevoli".
            certo se poi fai il discorso semplicistico
            del tipo metto su un nodo vedo gli ip che si
            collegano e gli vado a sequestrare tutto è un'altro
            discorso ;)Eh, si vede che non sei molto ferrato del discorso.Per te basta dire "pacchetto criptato" e sei a posto.Ripeto... Beata Ignoranza.
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
            finalmente qualcuno c'è arrivato........... meno male che la polpost no visto che ha utilizzato "particolari sw" che hanno permesso alla Ikon di guadagnarsi un sacco di soldi e basta...... polpost = grandi indagatori del web? mah............. :'(
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
        - Scritto da: Anonimo


        e loro se ne sciacquano le palle.

        registrano IP e quantità di flusso.

        dopodichè ti arrivano a casa con un mandato.

        FINE.

        Attaccare il cervello no, eh?!
        E se io faccio uan grande quantita' di traffico
        LEGALE, come la mettiamo?

        Ragiona, prima di dar fiato alla bocca, va'...Io solo di web radio faccio quasi 3Gb/mese. Sul mulo ho in share varie distro di Linux (30 kb/sec up). Le distro me le aggiorno da ftp.Poi c'è il traffico da raiclick, apt-get, windowsupdate.Attendo perquisizione con relativo mandato :Dp.s. Quanto posso scucire di danni materiali e morali? :p
        • Anonimo scrive:
          Re: P2P ? Passiamo a MUTE che forse è or
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo




          e loro se ne sciacquano le palle.


          registrano IP e quantità di flusso.


          dopodichè ti arrivano a casa con un mandato.


          FINE.



          Attaccare il cervello no, eh?!

          E se io faccio uan grande quantita' di traffico

          LEGALE, come la mettiamo?



          Ragiona, prima di dar fiato alla bocca, va'...

          Io solo di web radio faccio quasi 3Gb/mese. Sul
          mulo ho in share varie distro di Linux (30 kb/sec
          up). Le distro me le aggiorno da ftp.
          Poi c'è il traffico da raiclick, apt-get,
          windowsupdate.

          Attendo perquisizione con relativo mandato :D

          p.s. Quanto posso scucire di danni materiali e
          morali? :p20/30.000........randellate e forse anche qualche calcio negli zebedei di più non so .... :D
  • Anonimo scrive:
    ma allora e' ufficiale? L'Italia e' ..
    ...proprio un paese dimmerda?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma allora e' ufficiale? L'Italia e'
      - Scritto da: Anonimo
      ...proprio un paese dimmerda?Esatto, figliolo :$
      • lukenuke scrive:
        Re: ma allora e' ufficiale? L'Italia e'
        Pensino a prendere Provenzano, 'sti Maigret del cacchio!
        • numerone scrive:
          Re: ma allora e' ufficiale? L'Italia e'
          - Scritto da: lukenuke
          Pensino a prendere Provenzano, 'sti Maigret del
          cacchio!Se c'é una denuncia loro devono muoversi, che ci piaccia o no.Tornando in topic, non c'era bisogno di cucciolandia o del p2p per arrivarci 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: ma allora e' ufficiale? L'Italia e'
          - Scritto da: lukenuke
          Pensino a prendere Provenzano, 'sti Maigret del
          cacchio!ma se e' proprio lui ad aver fatto emanare quelle leggi per tutelare i suoi investimenti nel settore !
    • ryoga scrive:
      Re: ma allora e' ufficiale? L'Italia e' ..
      - Scritto da: Anonimo
      ...proprio un paese dimmerda?di piu'....di piu'!!!non minimizziamo please!
      • Anonimo scrive:
        Re: ma allora e' ufficiale? L'Italia e' ..
        - Scritto da: ryoga

        - Scritto da: Anonimo

        ...proprio un paese dimmerda?

        di piu'....di piu'!!!

        non minimizziamo please!Salve a tutti sono la MerXXda.Se continuate ad ingiuriarmi paragonandomi all'Italia verrete denunciati penalmente all'autorità competente:@:@:@:@:@
        • Anonimo scrive:
          Re: ma allora e' ufficiale? L'Italia e'

          Salve a tutti sono la MerXXda.
          Se continuate ad ingiuriarmi paragonandomi
          all'Italia verrete denunciati penalmente
          all'autorità competente

          :@:@:@:@:@se hai il copiright sul nome merda bene se no vai a cagare il Ca@@@@ da un'altra parte
    • Anonimo scrive:
      Re: ma allora e' ufficiale? L'Italia e'
      l'intero paese è proprietà privata del nano spelacchiato.
    • CioDu scrive:
      Re: ma allora e' ufficiale? L'Italia e'

      ...proprio un paese dimmerda?Siamo in buona compagnia mio caro amico anonimo, i tuoi amichetti oltreoceano che tanto ammiri non se la passano tanto meglio (Canada escluso)
  • Anonimo scrive:
    Fa il paio con la notizia di ieri...
    ... quella del dissidente cinese sbattuto in galera per cinque anni.Dice bene Mantellini: "altro che far west!".
  • Anonimo scrive:
    Parlando di politica
    Premetto che con questo 3d non voglio difendere nessuno e che non sono dalla parte di nessuno, vorrei solo sapere che ne pensate...Dunque. tutti a dire che e' colpa del nano, del governo ecc... Ok, giustissimo, come e' giusto che, visto il mal governo degli ultimi 5 anni quando si votera' il governo attuale andra' a casa a favore di altri, e giuro che saro' il primo a votare in quel senso... Ok, ma SIAMO SICURI che gli altri cambieranno le cose? Siamo sicuri che non appoggeranno la siae la simi e che con loro non succederanno piu' queste schifezze? Perche' qualcuno, in campagna elettorale,o anche prima, non provera' a chiederglielo, nel modo piu' diretto possibile, per avere una risposta diretta? Io ho paura che cadremo dalla padella alla brace, e non mi stupirei se fra 6 anni, quando si rivotera', rivincera' il nano, perche' la gente nuovamente si sara' stancata del mortadella (non scordiamoci che il nano 4 anni fa vinse per quel motivo). Non scordiamoci poi che alla fine la privatizzazione, chiamiamola cosi', di telecom l'ha fatta il mortadella. Cmq, niente polemiche fra sx, dx, nano, mortadella... Non me ne frega nulla e non e' il motivo per cui ho scritto qui. Quello che mi interessa e': se fra 1 anno si cambiera' e vincera' prodi, siamo veramente sicuri che queste porcate finiranno? Ma veramente sicuri?
    • Anonimo scrive:
      Re: Parlando di politica
      - Scritto da: Anonimo
      Premetto che con questo 3d non voglio difendere
      nessuno e che non sono dalla parte di nessuno,
      vorrei solo sapere che ne pensate...

      Dunque. tutti a dire che e' colpa del nano, del
      governo ecc... Ok, giustissimo, come e' giusto
      che, visto il mal governo degli ultimi 5 anni
      quando si votera' il governo attuale andra' a
      casa a favore di altri, e giuro che saro' il
      primo a votare in quel senso... Ok, ma SIAMO
      SICURI che gli altri cambieranno le cose? Siamo
      sicuri che non appoggeranno la siae la simi e che
      con loro non succederanno piu' queste schifezze? Non che non siamo sicuri che cambiando governo cambi anche finalmente la musica.Ma intanto di questo governo ne siamo certi dei disastri che ha fatto e chi appoggia!!!
      • numerone scrive:
        Re: Parlando di politica
        Sulla questione gli schieramenti politici non sono ben delineati: non c'é sicurezza che scegliendo la margherita o i ds quello schifo di legge ci venga tolto.Tuttavia non dimentichiamoci che le proposte di legge sulla depenalizzazione son state discusse lo stesso giorno in cui é stata approvata la gabella per estirpare il penale e bocciate per una manciata di voti. Questo significa che informandoci bene e mettendo a segno una serie di voti per chi ci sostiene le cose potrebbero cambiare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Parlando di politica
      - Scritto da: Anonimo
      Dunque. tutti a dire che e' colpa del nano, del
      governo ecc... Ok, giustissimo, come e' giusto
      che, visto il mal governo degli ultimi 5 anni
      quando si votera' il governo attuale andra' a
      casa a favore di altri, e giuro che saro' il
      primo a votare in quel senso... Ok, ma SIAMO
      SICURI che gli altri cambieranno le cose? Siamo
      sicuri che non appoggeranno la siae la simi e che
      con loro non succederanno piu' queste schifezze?Siamo abbastanza sicuri che continueranno, in realtà, ma ci sono milioni di altri motivi per votare l'opposizione.
      Io ho paura che cadremo dalla padella
      alla brace,No questo non è proprio possibile, al massimo continuano a fotterci come prima, o meglio accelerando al ritmo di prima :(
      perche'
      la gente nuovamente si sara' stancata del
      mortadella (non scordiamoci che il nano 4 anni fa
      vinse per quel motivo).Neanche per sogno ha vinto per i manifesti di Berlusconi e un po' anche per quelli di Rutelli :(
      Non scordiamoci poi che
      alla fine la privatizzazione, chiamiamola cosi',
      di telecom l'ha fatta il mortadella. No l'ha fatta D'Alema
    • Anonimo scrive:
      Re: Parlando di politica
      per cambiare le cose ci vogliono i marziani !
      • Anonimo scrive:
        si astennero...
        Si astennero i signori di sinistra quando si voto la legge urbani, tranne i verdi e rifondazione che votarono no ad una legge assurda......ce la prendiamo col nano perche lui con questi signori siae ci fa affari dalla mattina alla sera....perche non si nomina piu il conflitto di interesse??? Dove è finito il berluscnano che a costo di stare in politica avrebbe venduto tutto.....?
    • Anonimo scrive:
      Re: Parlando di politica
      (...)degli ultimi 5 anni
      quando si votera' il governo attuale andra' a
      casa a favore di altri, e giuro che saro' il
      primo a votare in quel senso... Ok, ma SIAMO
      SICURI che gli altri cambieranno le cose? nessuno lo ha mai dettodestra e sinistra sono uguali: ed è solo colpa nostra.nessuno di noi che ha qualche idea pensa di riportare la politica sotto il controllo della popolazione. Nessuno: nessuno fa come il nano: lui ha un merito sicuro: COERENZA; è sceso in campo per i fatti suoi, mentre noi non siamo nemmeno in grado di fare questo.Lui aveva i club?oknoi non abbiamo forse la rete?eppure non la sappiamo usare per quel che conta.quindi inutile farsi queste domande: ovviamente le cose resteranno identiche.il degrado del paese è evidente, la democrazia è farsa anche se per fortuna c'è una base culturale che renderebbe sgradevole uno stato totalitario (darebbe proprio fastidio, puzza, è antiestetico ... tutto qui).
      Siamo
      sicuri che non appoggeranno la siae la simi e che
      con loro non succederanno piu' queste schifezze? solo se non molleremo, solo se qualcuno COSTANTEMENTE, per sempre, ogni giorno, ogni settimana starà a controllare il loro operato come loro controllano la popolazionewho watch the watchers? * WE HAD TO WATCH! *
      Perche' qualcuno, in campagna elettorale,o anche
      prima, non provera' a chiederglielo, nel modo
      piu' diretto possibile, per avere una risposta
      diretta? si? cosa gli domandi?"permetterete lo scambio illegale di contenuti protetti da diritto d'autore senza problemi?"ma scherzi? C'è da rivedere l'intero apparato brevetti/dirittid'autore/registrazioni in tutta europa e con tutte le relazioni che ci sono, con le prese di posizione di chi può imporci (a noi Stato) la propria forza.
      Io ho paura che cadremo dalla padella
      alla brace, e non mi stupirei se fra 6 anni,
      quando si rivotera', rivincera' il nano, perche'
      la gente nuovamente si sara' stancata del
      mortadella (non scordiamoci che il nano 4 anni fa
      vinse per quel motivo). basta che non le facciano troppo grosse e una goccia di vasella alla volta ci infileranno tutto quello che vogliono.quando accelerano ci si infiamma un attimino.
      Non scordiamoci poi che
      alla fine la privatizzazione, chiamiamola cosi',
      di telecom l'ha fatta il mortadella. finchè stiamo a guardare mentre ci schiaffeggiano e non entriamo nel gioco in prima persona questi sono discorsi oziosi.
      Cmq, niente polemiche fra sx, dx, nano,
      mortadella... Non me ne frega nulla e non e' il
      motivo per cui ho scritto qui. Quello che mi
      interessa e': se fra 1 anno si cambiera' e
      vincera' prodi, siamo veramente sicuri che queste
      porcate finiranno? Ma veramente sicuri?assolutamente no.ma siamo sicuri che finchè staremo solo a guardare i turni (ora il nano, ora l'altro) e non entreremo nel gioco a fare le pulci a tutti (a mo' di Rai Report di 2 anni fa), non cambierà nulla.Qualcuno che non ha un cazzo da perdere deve entrare nel teatrino e rivelare tutte le porcate, un gruppo di duri e puri che vogliono vedere tornare il diritto della maggioranza della popolazione, che non hanno industria e profitto dei dirigenti come obiettivo primario, ma progresso e futuro della maggior parte della società ... che entri e li svergogni tutti, lasciando che qualche timido disilluso torni a dire "io credo che questo e questo siano cose giuste", senza vedersi deridere dai signori Oscuri delle Lobbies.
      • Anonimo scrive:
        Re: Parlando di politica
        Mah, tu stai proprio di fuori amico!!! Queste sono pure UTOPIE, non riesci a rendertene conto?!? "UN GRUPPO DI DURI E PURI" ah ah, questa mi farà ridere fino a domani sera ah ah ah :) :) :) :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Parlando di politica

        Qualcuno che non ha un cazzo da perdere deve
        entrare nel teatrino e rivelare tutte le porcate,
        un gruppo di duri e puri che vogliono vedere
        tornare il diritto della maggioranza della
        popolazione, che non hanno industria e profitto
        dei dirigenti come obiettivo primario, ma
        progresso e futuro della maggior parte della
        società ... che entri e li svergogni tutti,
        lasciando che qualche timido disilluso torni a
        dire "io credo che questo e questo siano cose
        giuste", senza vedersi deridere dai signori
        Oscuri delle Lobbies.Un gruppo di candidati a processi per calunnia e diffamazione vorrai dire."I signori Oscuri"? ma LOL delle lobbies o dei Sith?Ma proporre qualcosa di meno fantascientifico?
        • Anonimo scrive:
          Re: Parlando di politica
          - Scritto da: Anonimo
          Ma proporre qualcosa di meno fantascientifico?Tipo toglierci i pantaloni e andare a chiedere ai parlamentari di incularci a fondo?
          • Arkymede scrive:
            Re: Parlando di politica
            ...piove...;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlando di politica
            - Scritto da: Arkymede
            ...piove...;)a questo punto sono davvero esterrefatto.Vi state tanto a lamentare e a chiedere "ma coooosa potrreeeemmmo faaaaaaaareeeeee...." ?nghe nghema chissà cosa.allora vi si dice l'unica via lecita e civile, ovvero LA STESSA CHE USA IL GOVERNO che riesce a renderla incivile, ma è legale, lecita, rispettabile.Usare la legge, partecipare al processo democratico, goveranre il paese come popolo.E voi che fate? ridete, pensate a chissà cosa... ma non fate niente tranne lamentarvi.I due o tre sfigati di newglobal e l'ancora più sfigato Cortiana con il collega quell'altro ... beh, sono meno sfigati di tutti voi.Loro sono li, con la propria faccia e il proprio culo a LAVORARE come si deve, a metterci tutto quel che c'è da metterci per cambiare le regole.Perchè altrimenti le regole le fanno loro. E loro non ridono, non credono sia fantascientifico ... anzi, è molto reale. Le leggi le fanno, sono reali, poi le applicano ed è ancora tutto molto reale e poco fantascientifico e ancor meno ridicolo. Non si ride un cazzo quando ti arrivano a casa.E ancora più reale è quando consolidano e legano tra loro queste leggi, quando consolidano le basi di diritto su cui queste (che per ora sono neonate) si fondano: copyright, brevetti, gestione della proprietà intellettuale e visione di questo concetto.Ci sono tanti piccoli passi da fare, tutti faticosi.Passi che quando vi vengono indicati non volete nemmeno vedere, non solo percorrere.
        • Anonimo scrive:
          Re: Parlando di politica
          - Scritto da: Anonimo

          Qualcuno che non ha un cazzo da perdere deve

          entrare nel teatrino e rivelare tutte le
          porcate,

          un gruppo di duri e puri che vogliono vedere

          tornare il diritto della maggioranza della

          popolazione, che non hanno industria e profitto

          dei dirigenti come obiettivo primario, ma

          progresso e futuro della maggior parte della

          società ... che entri e li svergogni tutti,

          lasciando che qualche timido disilluso torni a

          dire "io credo che questo e questo siano cose

          giuste", senza vedersi deridere dai signori

          Oscuri delle Lobbies.

          Un gruppo di candidati a processi per calunnia e
          diffamazione vorrai dire.
          "I signori Oscuri"? ma LOL delle lobbies o dei
          Sith?
          Ma proporre qualcosa di meno fantascientifico?l'ironia non è di casa ovviamente; per una sola frase che era ovviamente da comprendere, tutto il resto ti entra ed esce come niente.ma la cosa triste è che quando si parla del normalissimo processo democratico, quello con cui si governa il paese, l'unico metodo legittimo da usare ... tutti dicono "si ma come possiamo fare?"MA TE LO STA DICENDO: usa il governo del tuo paese, partecipa al lavoro, partecipa alla vita civile, partecipa attivamente, in prima persona, alla politica del tuo paese.vuoi ancora chiedere qualcosa di meno fantascientifico? più reale di così ...
  • Anonimo scrive:
    Ma scusate una cosa piuttosto seria
    Ma Fastweb in Abruzzo ci è arrivata da pochissimo ed è molto poco diffusa in quella zona. Inoltre Fastweb non porta più connessioni in fibra ai privati, salvo rari casi.Indi per cui come è possibile che questi server fossero a Pescara (o dintorni, di preciso non ho capito dove) e su rete Fastweb?Inoltre: la cosa delgi IP pubblici e privati secondo me è raccontata in modo del tutto poco chiaro.Dunque: se un fastweb esce dalla rete fastweb ha un ip pubblico condiviso, ma è comunque tracciabile passando a chiedere i log a fastweb (cosa che va comunque fatta anche se hai un ip Alice ad esempio, se no non sai di chi è). Non vedo quindi le maggiori difficoltà di intercettazione.Se poi l'utente ha il suo indirizzo privato fastweb allora è ancora più semplice, ma allora chi intercetta deve essere dentro fastweb.Poi tutto ciò si spiegherebbe meglio se si capisse se i server erano in rete interna, in rete esterna oppure in rete interna ma con ip pubblico.In più: attualmente a quanto so non è possibile che esterni alla rete fastweb possano accedere a server opennap interni, a meno che questi siano con ip pubblico.Quindi prima sarebbero da chiarire questi dettagli, più qualche altro minore.Riguardo ai danni e alle condanne: il materiale pirata lo hanno trovato, ora dovranno provare che viene effettivamente da li. Il reato di associazione è tutto da dimostrare secondo me.Per concludere: se è vero che hanno identificato 10 mila persone (al TG hanno detto 100 mila, vatti a fidare di chi) perchè poi ne hanno perquisite solo 55? Erano i soli gestori?Questa indagine ha ancora una marea di punti oscuri e spero siano chiariti, specie per chi ci è finito in mezzo per poter approntare una linea difensiva valida. Ricordate il crackdown di una decina di anni fa? Un gran polverone dove sono finiti alcuni colpevoli (sacrosanto) ma anche molti innocenti (o almeno dichiarati tali). Aspetto ulteriori news a riguardo. Per caso la Polpost ha rilasciato qualcosa in più oltre a questo comunicato ad uso e consumo della stampa?
    • numerone scrive:
      Re: Ma scusate una cosa piuttosto seria
      Fastweb offre connessioni in fibra ai privati a richiesta in qualsiasi parte d'italia correttamente cablata.Dovrebbero essere stati intercettate le 55 persone che gestivano il server, che poi il server avesse 10 mila o 100 mila utenti significa che il server doveva necessariamente avere ip pubblico, a meno che fastweb non abbia tanti utenti.Nella rete interna ogni pc ha un ip quasi fisso, poi esistono dei NAT che fanno andare su rete esterna (internet); le nuove offerte includono un tot al mese di IP esterno che, quindi, ti rendono univocamente determinabile su internet. Se il server fosse stato esclusivamente su rete esterna allora il server non sarebbe stato fastweb.La maggiore difficoltò d'intercettazione dovrebbe riesedere proprio nel problema del NAT, ma comunque nulla di eccezionale, come dici tu.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma scusate una cosa piuttosto seria
        - Scritto da: numerone
        Fastweb offre connessioni in fibra ai privati a
        richiesta in qualsiasi parte d'italia
        correttamente cablata.Non proprio ovunque anche se in zona cablata, cmq supponiamo la avessero.
        Dovrebbero essere stati intercettate le 55
        persone che gestivano il server, che poi il
        server avesse 10 mila o 100 mila utenti significa
        che il server doveva necessariamente avere ip
        pubblico, a meno che fastweb non abbia tanti
        utenti.Fastweb li avrebbe pure, ma dubito tutti facciano uso del P2P e tantomeno così tanti su un unico network opennap, visto che la polverizzazione dell'utenza è molto alta.L'ip pubblico sarebbe una spiegazione, ma costa un botto, chi ci butterebbe tanti soldi per reggere un opennap?!? Ma supponiamo l'abbiano fatto non si sa a che pro.

        Nella rete interna ogni pc ha un ip quasi fisso,
        poi esistono dei NAT che fanno andare su rete
        esterna (internet); le nuove offerte includono un
        tot al mese di IP esterno che, quindi, ti rendono
        univocamente determinabile su internet. Se il
        server fosse stato esclusivamente su rete esterna
        allora il server non sarebbe stato fastweb.

        La maggiore difficoltò d'intercettazione dovrebbe
        riesedere proprio nel problema del NAT, ma
        comunque nulla di eccezionale, come dici tu.Già, so come funziona fastweb. E quando esci dal NAT il tuo ip resta condiviso all'esterno, quindi non univoco. Ma resta univoca la porta con cui sei uscito dal NAT, indi per cui basta vedere sull'ip condiviso da quale porta arrivavano i dati in uscita incriminati. Se è difficile questo mi chiedo il resto!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma scusate una cosa piuttosto seria

          Già, so come funziona fastweb. E quando esci dal
          NAT il tuo ip resta condiviso all'esterno, quindi
          non univoco. Ma resta univoca la porta con cui
          sei uscito dal NAT, indi per cui basta vedere
          sull'ip condiviso da quale porta arrivavano i
          dati in uscita incriminati. Se è difficile questo
          mi chiedo il resto!Ma in realtà è molto più semplice di così, basta essere nella rete di fastweb.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma scusate una cosa piuttosto seria
          - Scritto da: Anonimo
          Fastweb li avrebbe pure, ma dubito tutti facciano
          uso del P2P e tantomeno così tanti su un unico
          network opennap, visto che la polverizzazione
          dell'utenza è molto alta.
          L'ip pubblico sarebbe una spiegazione, ma costa
          un botto, chi ci butterebbe tanti soldi per
          reggere un opennap?!? Ma supponiamo l'abbiano
          fatto non si sa a che pro.e secondo te per cosa lo fa uno fastweb?
          • numerone scrive:
            Re: Ma scusate una cosa piuttosto seria
            - Scritto da: Anonimo
            e secondo te per cosa lo fa uno fastweb?Avendo più pc in casa all'epoca ho preferito che era meglio una bella fibra ottica piuttosto che una misera 256/128 (all'epoca).Se poi sei un'azienda ti rispondi da solo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma scusate una cosa piuttosto seria

      Questa indagine ha ancora una marea di punti
      oscuri e spero siano chiariti, specie per chi ci
      è finito in mezzo per poter approntare una linea
      difensiva valida. Ricordate il crackdown di una
      decina di anni fa? Un gran polverone dove sono
      finiti alcuni colpevoli (sacrosanto) ma anche
      molti innocenti (o almeno dichiarati tali).per amor di citazione, quello non fu semplicemente un 'polverone', ma il primo (di una luunga serie) e forse + eclatante colpo di mano nazistoide e incompetente che la storia italiana ricordi...putacaso c'era di mezzo anche pescara, che da quel macello fece nascere olografix ..http://www.olografix.org/gubi/estate/itacrack/itacrack.htm
  • Anonimo scrive:
    Bene...
    Facciamo un paio di calcoli:35.000 euro di perdite presunte all' ora sarebbero 25.200.000 euro al mese,306.600.000 euro all' anno.Quindi questi signori vorrebbero far credere che ogni utente, se non avesse condiviso/scaricato da Cucciolandia, avrebbe speso:252 euro al mese,3066 euro all' anno!!!!! in audiovisivi/giochi/programmi!!!! Io non so voi, ma non essendo figlio o nipote di armatori o magnati dell' industria o sceicchi 3000 euro da spendere in cd e porcatine varie all' anno non li ho.Spero solo che ci queste 100000 persone siano 100000 elettori che non voteranno per un certo nano.Contando amici e parenti coinvolti a vario titolo nell' inchiesta, anche per pura e semplice solidarietà, questa cifra salga a... diciamo 4/500000 elettori?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene...
      Chissà come starà sghignazzando quel prete mancato di Prodi, conscio del fatto che è toccato al Cavaliere inchinarsi a 90 per i signori delle major, mentre lui (se riuscirà nell'impresa) si ritroverà queste belle leggi già emanate e si troverà ad un bivio: o lascerà le cose così come stanno (facendo finta di occuparsi di più gravi questioni prima....) o cambierà qualcosa (in positivo?), tra il tripudio di tutti noi (seeeeeeeeeeeh)????
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene...
        Prodi ha davvero problemi più seri di cui occuparsi, in primis della fronda che gli sta facendo Rutelli.Ad ogni modo concordo, non credo che lui avrebbe fatto di meglio, poi bisogna vedere che ne avrebbero pensato i Verdi e il resto della Sinistra radicale.
        • pvox scrive:
          Illusi !
          Ma non avete capito che non è un prolema politico ma economico, di fronte ai "posti di lavoro" della SIAE (leggi gli interessi miliardari delle case discografiche) non c'è colore politico che tenga. altro che nano, anche se arriva il salumiere non c'è che da aspettarsi ancora peggio. Il problema vero è che prima o poi, volenti o no gli utenti, internet sarà sempre più controllata e blindata. Avremo sempre più velocità sempre più Mega e Giga ADSL e alle fine cosa ce ne faremo? Verra utilizzata per scaricare a pagamento la Musica, i Film e per vedere, perchè no, eventi sportivi...a pagamento però, badate bene!
          • Anonimo scrive:
            Re: Illusi !
            E sì, hai proprio ragione: c'è pieno di salumieri, macellai e venditori ambulanti dei mercati che possiedono case di distribuzione musicali e/o cinematografiche!!!Povero Nano, si è divuto mettere a 90° suo malgrado anche se lui NON CI GUADAGNA NIENTE!!!!!!!Povero Silv...... Nano!
          • Anonimo scrive:
            Re: Illusi !
            brutta cosa l'invidia . . . ti fa perdere di obiettivita'
          • yenaplyskyn scrive:
            Re: Illusi !
            non sono daccordo....credo sia proprio l'obiettività che gli ha fatto dire quelle cose...se avesse voluto essere di parte....credo che ci avrebbe dato giù molto più pesante.... ;)detto tra noi io l'averi fatto e di argomenti ce ne sono a decine di migliaia...e senza l'invidia a guidare i miei pensieri credimise non lo faccio è solo perché non ho tempo di star qui a scrivere l'equivalente di una enciclopedia, tuttavia sto preparando un sito "www.poveraitalia.com" che tra non molto sarà accessibile e che conterrà tanti piccoli aneddoti su chi ci comanda, ci ha comandati o ci comanderà.Ciao YenA
          • Anonimo scrive:
            Re: Illusi !
            Purtroppo devo correggerti. Lo gnomo è proprietario di blockbuster e da questa situazione ci guadagna, ECCOME SE CI GUADAGNA!!!!!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene...
        :'( prete mancato? mah... con tutti i mestieri che gli si addicono... :D
      • Tetsuo scrive:
        Re: Bene...
        - Scritto da: Anonimo-cut-
        o lascerà le cose così come
        stanno (facendo finta di occuparsi di più gravi
        questioni prima....) o cambierà qualcosa (in
        positivo?), tra il tripudio di tutti noi
        (seeeeeeeeeeeh)????se sgarra faremo di tutto per mandare a casa anche lui!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene...
        lascerà anche lui tutto come sta!!!è chiaro cambiano le potrone ma il foraggiamento continua!!!anche peggio di adesso!!!:@:@:D:D
        • EffeElle scrive:
          Re: Bene...
          - Scritto da: Anonimo
          lascerà anche lui tutto come sta!!!è chiaro
          cambiano le potrone ma il foraggiamento
          continua!!!anche peggio di adesso!!!:@:@:D:DPeggio di adesso c'è solo l'Argentina, non penso che con Prodi sia umanamente possibile ....
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene...
            - Scritto da: EffeElle
            - Scritto da: Anonimo

            lascerà anche lui tutto come sta!!!è chiaro

            cambiano le potrone ma il foraggiamento

            continua!!!anche peggio di adesso!!!:@:@:D:D

            Peggio di adesso c'è solo l'Argentina, non penso
            che con Prodi sia umanamente possibile ....Forse è il caso di accendere il cervello e ricordare cos'ha fatto prima dell'avvento di qs gov...mi sembra che viviate di ideali, dimenticando in fretta gli errori, ma solo quelli di chi volete.. (anonimo)Spero con tutto il cuore di potermi ricredermi.......ma ne dubito!
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene...
            Ti dirò... io mi ricordo perfettamente le bestemmie che tiravo quando c' era prodi per le idiozie che uscivano costantemente.Alle elezioni ho QUASI votato a destra e poi mi sono chiesto se ero pazzo.Ora sono ben contento di non averlo fatto perchè indubbiamente la sinistra farà enormi sciocchezze, manifesterà un' indubbia ipocrisia, farà mettere le mani nei capelli agli Italiani ma non ai livelli di questo governo.Almeno a sinistra non c' è nessuno che possieda tre reti televisive nazionali.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene...
        - Scritto da: Anonimo
        Chissà come starà sghignazzando quel prete
        mancato di Prodi, conscio del fatto che è toccato
        al Cavaliere inchinarsi a 90 per i signori delle
        major, mentre lui (se riuscirà nell'impresa) si
        ritroverà queste belle leggi già emanate e si
        troverà ad un bivio: o lascerà le cose così come
        stanno (facendo finta di occuparsi di più gravi
        questioni prima....) o cambierà qualcosa (in
        positivo?), tra il tripudio di tutti noi
        (seeeeeeeeeeeh)????Se lascerà le cose come stanno si dovrà mettere lui a 90° per beccarsi l'inc*lata dei suoi ex-elettori!!!!!Sta a lui scegliere!!!!! 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene...
          La nuova legge sull'editoria e i bollini obbligatori scomparsi qualche anno fà da che parte sono venuti?E non mi sembra che abbia avuto ex-elettori per questo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene...
      Infatti la storia delle perdite presunte è sbagliata già dal punto di partenza perchè presuppone che gli utenti che si scambiano materiale protetto "a gratis", in mancanza di questa fonte si rivolgano a fonti ufficiali, pagando.In realtà il 90% dello scambio è dato da utenti presi dalla mania dello scambio stesso che, magari, di tutto quello che hanno scambiato avranno usufruito di un 10%, e di questo 10% sentirebbero davvero la necessità di un 2% al massimo: del resto ne farebbe tranquillamente a meno.Tra l'altro non è solo un problema economico ma anche di tempo. Quando sento parlare di utenti con 10.000 pezzi musicali sul proprio HD mi domando sempre: ma quando mai potrà ascoltarli tutti?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene...
      - Scritto da: Matthew Reedsnip
      Spero solo che ci queste 100000 persone siano
      100000 elettori che non voteranno per un certo
      nano.
      Contando amici e parenti coinvolti a vario titolo
      nell' inchiesta, anche per pura e semplice
      solidarietà, questa cifra salga a... diciamo
      4/500000 elettori?mah...io ormai sto arrivando al "destra, sinistra o sinistra destra... stessa pappa stessa minestra..." un esempio: la vecchia legge sull'editoria.... E qualcuno mi illumini sui provvedimenti presi dall'opposizione contro leggi che mandano in galera chi scambia file e lasciano in giro chi scioglie bimbi in soluzioni acide....Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene...
        Considerando però le leggi assurde varate o proposte da questo governo, vorrei vederlo cadere non tanto per la storia del p2p quanto per tutto il resto!
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene...
          Ma su ti pare normale che per un mp3 ti ficchino in galera e Izzo va a spasso libero,mentre dovrebbe marcire in galera e poi da bravo ragazzo stupra ed uccide!!!!:D:D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene...
      - Scritto da: Matthew Reed
      Facciamo un paio di calcoli:
      35.000 euro di perdite presunte all' ora
      sarebbero 25.200.000 euro al mese,
      306.600.000 euro all' anno.
      Quindi questi signori vorrebbero far credere che
      ogni utente, se non avesse condiviso/scaricato da
      Cucciolandia, avrebbe speso:
      252 euro al mese,
      3066 euro all' anno!!!!! in
      audiovisivi/giochi/programmi!!!! Beh se fai conto che un dvd ti costa dai 10 ai 20 euro e un cd non meno di 10 e che con un'adsl tiri giù almeno 1 o 2 film + 1 o 2 cd a sera... quelli forse non avrebbero mai speso 250 euro mensili in audiovisivi ma sicuramente il valore dei file che si sono scaricati passava tale cifra... i conti impara a farli meglio...
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene...
        Dunque... 35000 euro all' ora (dato fornito dalla polizia postale) per 24 ore al giorno per 30 giorni al mese o 365 giorni all' anno, diviso in entrambi i casi per 100000 downloader.Cosa ci sarebbe di sbagliato nel conto?Se poi il conto dovesse essere arrotondato per eccesso confermerebbe comunque l' assurdità della presunta perdita di guadagni.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene...
          - Il governo dovrebbe preoccuparsiprima di tutto di farci stare economicamente bene anche creando nuovi posti di lavoro reali e non schiavi precari. Prima dovrewmmo avere i diritti e poi cosi accetteremmo supini le imposizioni dei padroni.Ma a quanto pare abbiamo solo dovere di ubbidire a leggi sfacciatamente ingiuste senza poter avere la pretesa nemmeno di una pensione decente quando tra 50 anni non saremo piu buoni da esser sfruttati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene...
            - Scritto da: Anonimo

            - Il governo dovrebbe preoccuparsiprima di tutto
            di farci stare economicamente bene anche creando
            nuovi posti di lavoro reali e non schiavi
            precari.Infatti è colpa del nano quella porcata di legge biagi!!!! :@ :@ :@
            Prima dovrewmmo avere i diritti e poi
            cosi accetteremmo supini le imposizioni dei
            padroni.
            Ma a quanto pare abbiamo solo dovere di ubbidire
            a leggi sfacciatamente ingiuste senza poter avere
            la pretesa nemmeno di una pensione decente quando
            tra 50 anni non saremo piu buoni da esser
            sfruttati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Il governo dovrebbe preoccuparsiprima di tutto

            di farci stare economicamente bene anche creando

            nuovi posti di lavoro reali e non schiavi

            precari.

            Infatti è colpa del nano quella porcata di legge
            biagi!!!!
            :@ :@ :@ ....peraltro fatta approvare pure con voto di fiducia (SIC!) sull'ondata emozionale per il barbaro assassinio del professore ad opera delle BR!Non mi stupirei se di qui a qualche decennio (mai sperarci prima) si venisse a sapere che le sedicenti BR erano state armate da qualcuno - che peraltro considerava Biagi "un rompicoglioni" - per poter far poi approvare questa legge capestro (tra l'altro anche cambiata rispetto alla proposta originale di Biagi) sull'ondata emozionale per l'assassinio da parte dei brigatisti! Fantapolitica? Forse, ma Andreotti diceva che a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca, e se lo diceva lui....Una domanda: ma se - ipotesi per assurdo - Biagi anziché ad una legge sul Lavoro stesse lavorando al ripristino dell'Olocausto, la legge l'avrebbero approvata lo stesso facendosi scudo col suo martirio?
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene...
            Per informarvi; la legge Biagi ha si creato precari, ma anche lavoratori a tempo indeterminato.Su oltre 800.000 posti nuovi, il 65% circa è a tempo indeterminato, il 35% circa precario.Sono quindi circa 350.000 i lavoratori precari creati dalla legge: è si una cifra alta (considerate che nel periodo di gov. ulivista si sono creati quasi 350.000 nuovi posti e di questi solo 33.000 circa erano precari; cioè i precari creati dall'attuale esecutivo sono tanti quanto tutti i lavoratori totali creati dal prec. gov.); ma è anche alta quella dei lavoratori a tempo indeterminato.Non capisco perchè vedere solo un lato della medaglia!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene...
          Gli stessi conti gia' fatti altrove davano lo stesso risultato, semmai se e' vero che il calcolo che hanno fatto era su 10mila persone e non 100mila allora deventano il doppio dello stipendio.....e' evidente che i numeri della notizia sono inventati.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene...
          la perdita di guadagni è pura fantasia,una stima ipotetica se tutti comprassero tutti i beni!!!un po' come tutti fossero coglioni o intelligenti,un'assurdo!!!e continuano a dire cazzate sulle cifre!!!
      • numerone scrive:
        Re: Bene...
        - Scritto da: Anonimo
        Beh se fai conto che un dvd ti costa dai 10 ai 20
        euro e un cd non meno di 10 e che con un'adsl
        tiri giù almeno 1 o 2 film + 1 o 2 cd a sera...
        quelli forse non avrebbero mai speso 250 euro
        mensili in audiovisivi ma sicuramente il valore
        dei file che si sono scaricati passava tale
        cifra... i conti impara a farli meglio...Il mancato guadagno però non é solo ciò il valore di ciò che tiri giù senza pagare, ma é anche quanto puoi permetterti.252 euro al mese puoi permetterteli solo se sei il nipote del nanetto, quindi la stima del danno é sbagliata perché il metodo per il calcolo non é attendibile su grosse cifre.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene...
      Quello che trovo scandaloso è che a fare la parte del Leone sono le Major Americane..... che ogni anno annunciano un nuovo record d'incassi al cinema di un film!Pagano miliardi ad attori per fare film commerciali che incassano in una settimana multipli del costo del film originale, quindi hanno già guardagnato...Poi il film esce in tutto il mondo con (spesso) nuovi record d'incassi, poi esce il DVD a noleggio (e li sono altri miliardi), in fine esce il DVD in vendita che qualcuno comunque comprerà....Noi paghiamo canoni ADSL o superiori, paghiamo una tassa anti pirateria per ogni DVDr che compriamo e dopo tutto... siamo dei criminali che vogliono far morire il cinema e stanno affamando la Z-Jones o Micheal Duglas??Ma che si vergognino tutti.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene...
        e poi ci fanno anche la morale,che siamo noi i criminali,che rubiamo!!!Pensano che siamo un gregge di pecore da tosare!!!ci fanno il lavaggio del cervello con i massmedia!!!E un po' troppo non credete!!!:D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene...
      intanto il nano spelacchiato che ha ordinato la legge Urbani e i sequestri non vuole tassare i le sue superrendite finanziarie per cui tasserà i poveracci di nuovo. Togliere ai poveri per dare ai ricchi questo è e sempre resterà il suo motto.Ma manca poco che verrà cancellato dalla politica italiana Sarà il grande fulmine del voto ad abbattersi su di lui e sui suoi soci in affari..Viva la democrazia viva la libertà:
      • EffeElle scrive:
        Re: Bene...
        - Scritto da: Anonimo
        intanto il nano spelacchiato che ha ordinato la
        legge Urbani e i sequestri non vuole tassare i le
        sue superrendite finanziarie per cui tasserà i
        poveracci di nuovo. Togliere ai poveri per dare
        ai ricchi questo è e sempre resterà il suo
        motto.Ma manca poco che verrà cancellato dalla
        politica italiana Sarà il grande fulmine del voto
        ad abbattersi su di lui e sui suoi soci in
        affari..Viva la democrazia viva la libertà:E spero che su di lui si abbatta anche un fulmine vero... così avremo il nano carbonizzato :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene...
        - Scritto da: Anonimo
        intanto il nano spelacchiato che ha ordinato la
        legge Urbani e i sequestri non vuole tassare i le
        sue superrendite finanziarie per cui tasserà i
        poveracci di nuovo. Togliere ai poveri per dare
        ai ricchi questo è e sempre resterà il suo
        motto.Ma manca poco che verrà cancellato dalla
        politica italiana Sarà il grande fulmine del voto
        ad abbattersi su di lui e sui suoi soci in
        affari..Viva la democrazia viva la libertà:-Fossi in te non ci spererei troppo.... Se la SX continua a darsi la zappa sui coglioni come nelle ultime ore non escluderei che il nano venga persino riconfermato!Per intanto il 2004-2005 registra già tragedie politiche: Bush confermato, Wojtyla al Creatore e Ratzinger papa, Carraro, Petrucci e Galliani confermati...che dire, ci manca solo che facciano Luigi Chiatti presidente dell'UNICEF!!!
        • pagius scrive:
          Re: Bene...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          intanto il nano spelacchiato che ha ordinato la

          legge Urbani e i sequestri non vuole tassare i
          le

          sue superrendite finanziarie per cui tasserà i

          poveracci di nuovo. Togliere ai poveri per dare

          ai ricchi questo è e sempre resterà il suo

          motto.Ma manca poco che verrà cancellato dalla

          politica italiana Sarà il grande fulmine del
          voto

          ad abbattersi su di lui e sui suoi soci in

          affari..Viva la democrazia viva la libertà:
          -
          Fossi in te non ci spererei troppo.... Se la SX
          continua a darsi la zappa sui coglioni come nelle
          ultime ore non escluderei che il nano venga
          persino riconfermato!
          Per intanto il 2004-2005 registra già tragedie
          politiche: Bush confermato, Wojtyla al Creatore e
          Ratzinger papa, Carraro, Petrucci e Galliani
          confermati...che dire, ci manca solo che facciano
          Luigi Chiatti presidente dell'UNICEF!!!Forse nessuno ha ancora capito bene che, ...siamo in un regime! Che le regole le dettano (come da sempre) i miliardari,multinazionali o no, e i loro stretti cortigiani. Che nulla,e mai nulla viene deciso dal basso: solo la "fantasia" del voto attraverso lo stupidario Tv e giornalistico,di cui non a caso i propietari sono sempre i soliti. E come sempre,tutto,poco a poco(dopo qualche strilletto iniziale,viene accettato.Che farci? Che farei io?Inutili domande se non esiste spontaneità globale in ciascuno, che oggi protesta, ma domani... tutto gli diventerà più che normale....ma forse non so nemmeno di cosa parlo.....ormai l'assurdo è proprio questo.(anche sky,poco tempo fa era nell'illegalità e si leggevano continue proteste ecc.. Poi come per miracolo più nulla! è uguale,ma non importa più a nessuno! ... )
  • sk scrive:
    Stime assurde...
    Come si può pensare che uno avrebbe acquistato tutto quello che a scaricato. Si può essere più folli!
  • Anonimo scrive:
    35 mila euro l'ora!
    Parafrasando il generale americano riguardo ai proiettili all'uranio impoverito usati in Iraq - "Altre 10 operazioni del genere ed abbiamo risollevato il PIL". =)A me' sembra che i numeri siano leggerissimamente gonfiati, ma leggermente...
    • Anonimo scrive:
      Re: 35 mila euro l'ora!

      A me' sembra che i numeri siano leggerissimamente
      gonfiati, ma leggermente...per non parlare poi di quanti file risultano condivisicito
      i file posti in condivisione dai soli gestori Cucciolandia
      erano almeno 15 milionifacendo un rapido calcolo e supponendo che ogni file fosse in media grande 4 MB (quindi neanche un film) avevano dei pc con hd da :| 60 terabyteche direvoglio anch'io un pc così:D:D
      • Anonimo scrive:
        Re: 35 mila euro l'ora!
        Bhè, ma se erano tutti e 55 amministratori basta circa un tera a testa. Poi va bhè magari avevano solo jpg supercompresse...Già, perchè parlano di 15 milioni di file condivisi dai soli amministratori e non da tutto il network.Inizio a chiedermi seriamente quale traffico abbiano intercettato. Cmq fisicamente non si può negare che qualcosa avessero se effettivamente hanno sequestrato supporti. Devono però dimostrare che venissero dal P2P (cosa poi forse probabile).Tuttavia qua mi sa che hanno gonfiato le cifre per la stampa. Poi nell'eventuale processo (queste non sono ancora indagini preliminari, ma solo l'operazione che dovrebbe portare all'istruttoria) probabilmente ridimensioneranno le cose alla realtà. E non escludo che alcune posizioni verranno stralciate.
        • Anonimo scrive:
          Re: 35 mila euro l'ora!
          - Scritto da: Anonimo[...]
          Tuttavia qua mi sa che hanno gonfiato le cifre
          per la stampa. Poi nell'eventuale processo
          (queste non sono ancora indagini preliminari, ma
          solo l'operazione che dovrebbe portare
          all'istruttoria) probabilmente ridimensioneranno
          le cose alla realtà. E non escludo che alcune
          posizioni verranno stralciate.Cosa che poi la stampa, sicuramente, non dara' risalto... =)
        • Anonimo scrive:
          Re: 35 mila euro l'ora!



          (queste non sono ancora indagini preliminari, ma solo l'operazione che dovrebbe portare all'istruttoria)ma che codice di procedura penale consulti?un pre '88?
  • Anonimo scrive:
    NON COMPRARE NULLA
    Non comprere nè CD, nè DVD, nè Musicassette,...e aspettiamo a vedere se i pidocchiosi della SIAE&C. faranno fare leggi per prelevare forzosamente una percentuale dei depositi bancari degli Italiani.....
    • Anonimo scrive:
      Re: NON COMPRARE NULLA
      - Scritto da: Anonimo
      Non comprere nè CD, nè DVD, nè Musicassette,...e
      aspettiamo a vedere se i pidocchiosi della
      SIAE&C. faranno fare leggi per prelevare
      forzosamente una percentuale dei depositi bancari
      degli Italiani.....Ok a boicottare, ma secondo me' bisogna far sapere a quei signori che stai boicottando i loro prodotti, altrimenti si lagneranno sempre di piu' delle mancate vendite a causa del P2P...
      • Anonimo scrive:
        Re: NON COMPRARE NULLA
        - Scritto da: Anonimo
        Ok a boicottare, ma secondo me' bisogna far
        sapere a quei signori che stai boicottando i loro
        prodotti, altrimenti si lagneranno sempre di piu'
        delle mancate vendite a causa del P2P...Il problema è che ti ritrovi la pula a casa nel giro di 10 minuti, e se non sei capace di fare proprio astinenza...
    • Anonimo scrive:
      Re: NON COMPRARE NULLA
      - Scritto da: Anonimo
      Non comprere nè CD, nè DVD, nè Musicassette,...e
      aspettiamo a vedere se i pidocchiosi della
      SIAE&C. faranno fare leggi per prelevare
      forzosamente una percentuale dei depositi bancari
      degli Italiani.....Lo fanno già con le leggi a sostegno del cinema italiano.Ma 4 anni fa berlusconi nel programma elettorale non aveva inserito anche la lotta allo sperpero di denaro pubblico nei finanziamenti al cinema e allo spettacolo?Mi sa che se il regista/produttore è di sinistra i tagli sono una lotta allo sperpero, se il regista/produttore è amante di un ministro i finanziamenti vanno sotto la voce lotta alla "fame" nel mondo.
    • Arkymede scrive:
      Re: NON COMPRARE NULLA
      - Scritto da: Anonimo
      Non comprere nè CD, nè DVD, nè Musicassette,...e
      aspettiamo a vedere se i pidocchiosi della
      SIAE&C. faranno fare leggi per prelevare
      forzosamente una percentuale dei depositi bancari
      degli Italiani.....Potrebbero anche impedire di fischiettare per strada e cantare sotto la doccia senza aver compilato il borderò della S.I.A.E...:
      • Anonimo scrive:
        Re: NON COMPRARE NULLA
        - Scritto da: Arkymede
        Potrebbero anche impedire di fischiettare per
        strada e cantare sotto la doccia senza aver
        compilato il borderò della S.I.A.E...
        :Potrebbero benissimo, dopotutto stai allietando te stesso e forse anche qualcun altro con il duro lavoro dell'autore del brano. Cos'è una cosa diversa la suoneria del cellulare? Sì è fatta peggio probabilmente...Pensa poi a quelle canzoni che ti rimangono in testa e che ti rigirano continuamente, forse non ti allieteranno ma le stai comunque utilizzando senza permesso. Però fino a quando non riescono a leggerci nella mente su questa lato è anarchia totale, almeno per i disonesti!
  • Anonimo scrive:
    Siamo in piena dittatura
    Speriamo che prima o poi questo incubo finisca :(
    • Akiro scrive:
      Re: Siamo in piena dittatura
      illuso, chi comanda fa i propri interessi e leggi a proprio uso e consumo, per cui...
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo in piena dittatura
        - Scritto da: Akiro
        illuso, chi comanda fa i propri interessi e leggi
        a proprio uso e consumo, per cui...L'Ovra anti-pirateria ed il chè dice tutto!
        • Anonimo scrive:
          Re: Siamo in piena dittatura
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Akiro

          illuso, chi comanda fa i propri interessi e
          leggi

          a proprio uso e consumo, per cui...
          L'Ovra anti-pirateria ed il chè dice tutto!Io mi voglio arruolare nell'UNPA per controllare l'oscuramento (dall'interno) di casini e osterie come faceva mio nonno:D:D:D
    • midori scrive:
      Re: Siamo in piena dittatura
      - Scritto da: Anonimo
      Speriamo che prima o poi questo incubo finisca :(Seee, e poi quelli che verranno dopo, se mai saranno diversi, pensano a modificare la legge?Sai quanto se ne fregano!
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo in piena dittatura
        Compatirsi è facile, magari andare a votare (anche ai referendum) è più difficile ma può anche portare a qualcosa di nuovo (e si spera anche meglio).Ne ho piene le scatole di sentire dire:
        ...Io prima stavo meglio e voi?Non ditemi che è solo colpa dell'11 settembre per favore!Francesco
        • Anonimo scrive:
          a proposito di 11 settembre
          - Scritto da: Anonimo
          Compatirsi è facile, magari andare a votare
          (anche ai referendum) è più difficile ma può
          anche portare a qualcosa di nuovo (e si spera
          anche meglio).

          Ne ho piene le scatole di sentire dire:
          ...

          Io prima stavo meglio e voi?

          Non ditemi che è solo colpa dell'11 settembre per
          favore!

          Francescorancesco lo sapevi che ci sono le prove che l'11 settembre è stato orchestrato da qualcuno diverso dai terroristi islamici? Fatti un giro in rete e scoprirai che i media ci hanno mentito....
    • numerone scrive:
      Re: Siamo in piena dittatura
      Non é che sperando e scrivendo qualcosa in un forum le cose possano cambiare.Dov eri quando i verdi hanno organizzato la protesta il giorno della discussione in senato?Dove sarai alle prossime politiche?Piangersi addosso non serve a nulla. Le divisioni su questa faccenda non sono nettissime, ma TU in quanto CITTADINO ITALIANO e per di più AVENTE DIRITTO AL VOTO puoi fare qualcosa di concreto che non sia piangere sul latte versato...
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo in piena dittatura
        - Scritto da: numerone
        Non é che sperando e scrivendo qualcosa in un
        forum le cose possano cambiare.
        Dov eri quando i verdi hanno organizzato la
        protesta il giorno della discussione in senato?
        Dove sarai alle prossime politiche?

        Piangersi addosso non serve a nulla. Le divisioni
        su questa faccenda non sono nettissime, ma TU in
        quanto CITTADINO ITALIANO e per di più AVENTE
        DIRITTO AL VOTO puoi fare qualcosa di concreto
        che non sia piangere sul latte versato...GIUSTO!!! Questo è parlare! Miglioreremo le cose! Abbiamo il potere del voto!... ...Ehm... chi devo votare, allora, perche le cose vadano bene? :|
        • numerone scrive:
          Re: Siamo in piena dittatura
          Chi farà andare le cose nel modo secondo te giusto.Non é difficile come concetto 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo in piena dittatura
            - Scritto da: numerone
            Chi farà andare le cose nel modo secondo te
            giusto.Chi? (ghost)
        • Anonimo scrive:
          Re: Siamo in piena dittatura
          scheda bianca!se la percentuale delle bianche arriva anche solo a un 20% dei votanti diventa un voto di protesta.ci vorrebbe una legge che obblighi a rifare le elezioni se le bianche "hanno la maggioranza", però i candidati della prima elezione non devono più potersi ripresentare alla seconda elezione. sarebbe un modo per lasciare a casa i politici che non ci piacciono, instaurando pure un clima di "concorrenza" tra parlamentari, senza contare lo svecchiamento della classe dirigente... :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Siamo in piena dittatura
            Mi sembra davvero un'ottima idea.- Scritto da: Anonimo
            scheda bianca!
            se la percentuale delle bianche arriva anche solo
            a un 20% dei votanti diventa un voto di protesta.

            ci vorrebbe una legge che obblighi a rifare le
            elezioni se le bianche "hanno la maggioranza",
            però i candidati della prima elezione non devono
            più potersi ripresentare alla seconda elezione.
            sarebbe un modo per lasciare a casa i politici
            che non ci piacciono, instaurando pure un clima
            di "concorrenza" tra parlamentari, senza contare
            lo svecchiamento della classe dirigente... :D
      • Anonimo scrive:
        se i verdi...
        - Scritto da: numerone
        Non é che sperando e scrivendo qualcosa in un
        forum le cose possano cambiare.
        Dov eri quando i verdi hanno organizzato la
        protesta il giorno della discussione in senato?
        Dove sarai alle prossime politiche?

        Piangersi addosso non serve a nulla. Le divisioni
        su questa faccenda non sono nettissime, ma TU in
        quanto CITTADINO ITALIANO e per di più AVENTE
        DIRITTO AL VOTO puoi fare qualcosa di concreto
        che non sia piangere sul latte versato...Se i verdi aboliranno questa legge ingiusta io votero per loro....la volta scorsa ho votato an!!!
        • numerone scrive:
          Re: se i verdi...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: numerone

          Non é che sperando e scrivendo qualcosa in un

          forum le cose possano cambiare.

          Dov eri quando i verdi hanno organizzato la

          protesta il giorno della discussione in senato?

          Dove sarai alle prossime politiche?



          Piangersi addosso non serve a nulla. Le
          divisioni

          su questa faccenda non sono nettissime, ma TU in

          quanto CITTADINO ITALIANO e per di più AVENTE

          DIRITTO AL VOTO puoi fare qualcosa di concreto

          che non sia piangere sul latte versato...


          Se i verdi aboliranno questa legge ingiusta io
          votero per loro....la volta scorsa ho votato
          an!!!Appena son passate le modifiche cortiana ha subito annunciato che se l'unione andrà al governo abolirà quello schifo.Resta da capire se a pensarlo son solo i verdi o se é tutto il vecchio triciclo.
        • Anonimo scrive:
          Re: se i verdi...
          - Scritto da: Anonimo
          Se i verdi aboliranno questa legge ingiusta io
          votero per loro....la volta scorsa ho votato
          an!!!Bleah i verdi:-oCredo che il meno peggio in generale sia Di Pietro, credo che nonostante sia un ex magistrato sia anche lui d'accordo che si stia esagerando con queste faccende.
        • Anonimo scrive:
          Re: se i verdi...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: numerone

          Non é che sperando e scrivendo qualcosa in un

          forum le cose possano cambiare.

          Dov eri quando i verdi hanno organizzato la

          protesta il giorno della discussione in senato?

          Dove sarai alle prossime politiche?



          Piangersi addosso non serve a nulla. Le
          divisioni

          su questa faccenda non sono nettissime, ma TU in

          quanto CITTADINO ITALIANO e per di più AVENTE

          DIRITTO AL VOTO puoi fare qualcosa di concreto

          che non sia piangere sul latte versato...


          Se i verdi aboliranno questa legge ingiusta io
          votero per loro....la volta scorsa ho votato
          an!!!Evviva la coerenza politica...
  • Anonimo scrive:
    La la Postale......
    .....non farebbe meglio dedicare le sue energie alla caccia ai mafiosi in Rete e ai riciclatori di denaro sporco che rompere i coglioni e rovinare gente che si scambia qualche canzonetta pwe far piacere ai pidocchiosi della SIAE&C.?Vergogna!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: La la Postale......
      - Scritto da: Anonimo
      .....non farebbe meglio dedicare le sue energie
      alla caccia ai mafiosi in Rete e ai riciclatori
      di denaro sporco che rompere i coglioni e
      rovinare gente che si scambia qualche canzonetta
      pwe far piacere ai pidocchiosi della SIAE&C.?
      Vergogna!!!e' stata la Fimi a fare la denuncia, probabilmente anche a consegnare la notizia ingigantita ai media.Avete capito come funziona in italia? La Fimi legifera al posto dei politici, le leggi (ingiuste) vengono poi approvate ed usate!
    • Akiro scrive:
      Re: La la Postale......
      si vede che qualcuno ha fatto la voce grossa per via di qualche perdita di troppo nel bilancio...poi la storia del 0 (Zero) di share me la devono spiegare anche a me, dato che effettivamente non vi è nulla in share...sembra una barzelletta.cmq non vi preoccupate, lo fannno solo per il nostro bene, e suvvia, lo sapete tutti che è colpa vostra se il PIL s'ammoscia.-_-che bella società
      • attackment scrive:
        Re: La la Postale......
        - Scritto da: Akiro
        si vede che qualcuno ha fatto la voce grossa per
        via di qualche perdita di troppo nel bilancio...

        poi la storia del 0 (Zero) di share me la devono
        spiegare anche a me, dato che effettivamente non
        vi è nulla in share...
        sembra una barzelletta.

        cmq non vi preoccupate, lo fannno solo per il
        nostro bene, e suvvia, lo sapete tutti che è
        colpa vostra se il PIL s'ammoscia.
        -_-

        che bella societàsi ammoscia la mia voglia di comprare originali no il pilse prima compravo 0 originali adessi compro 0.00000000000000000000001 originali ogni 1000 anni per ascoltare musica beh hehehe capito no? ;)
        • sk scrive:
          Re: La la Postale......

          se prima compravo 0 originali adessi compro
          0.00000000000000000000001 originali ogni 1000
          anni per ascoltare musica beh hehehe capito no?
          ;)Che fai, ora compri di più? :D
          • Arkymede scrive:
            Re: La la Postale......
            - Scritto da: sk (riferito ad attackment)

            se prima compravo 0 originali adessi compro

            0.00000000000000000000001 originali ogni 1000

            anni per ascoltare musica beh hehehe capito no?

            ;)

            Che fai, ora compri di più? :DE' un collezionista...;)
      • Anonimo scrive:
        Re: La la Postale......
        se fate ponte certo che il PIL si ammoscia
    • Anonimo scrive:
      Re: La la Postale......
      - Scritto da: Anonimo
      .....non farebbe meglio dedicare le sue energie
      alla caccia ai mafiosi in Rete e ai riciclatori
      di denaro sporcoNo i mafiosi portano soldi ai politici, invece facendo così ne beccano anche dai discografici
    • Anonimo scrive:
      Re: La la Postale......
      Passiamo tutti a MUTE che cripta l'IP cosi' si attaccano tutti al tram !!!!! ;-)- Scritto da: Anonimo
      .....non farebbe meglio dedicare le sue energie
      alla caccia ai mafiosi in Rete e ai riciclatori
      di denaro sporco che rompere i coglioni e
      rovinare gente che si scambia qualche canzonetta
      pwe far piacere ai pidocchiosi della SIAE&C.?
      Vergogna!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: La la Postale......
      - Scritto da: Anonimo
      .....non farebbe meglio dedicare le sue energie
      alla caccia ai mafiosi in Rete e ai riciclatori
      di denaro sporco che rompere i coglioni e
      rovinare gente che si scambia qualche canzonetta
      pwe far piacere ai pidocchiosi della SIAE&C.?
      Vergogna!!!1. fanno quello che gli ordinano2. bastano 4 agenti cazzuti e un po' di appoggio dai vertici per fare quelle cose; tu e io non lo possiamo fare, ma loro possono avere alcuni dati ai quali nessun altro potrebbe accedere.
    • numerone scrive:
      Re: La la Postale......
      Se c'é una denuncia si devono muovere anche se c'hanno il sedere incollato alla sedia tramite l'attak.Sfortunatamente la legge é legge e loro, essendone i tutori, devono fare ciò che la legge dice volenti o nolenti...
Chiudi i commenti