Brevetti, Dolby denuncia RIM

Al centro stavolta patenti su tecnologie per la diffusione audio sui dispositivi mobile. Tutti, tranne il produttore canadese, avrebbero firmato un accordo di licenza

Roma – Dolby Laboratories ha denunciato Research In Motion per violazione di proprietà intellettuale nei dispositivi Blackberry e Playbook: chiede il blocco delle vendite e risarcimento danni.

Dolby si è rivolta a un tribunale statunitense, nel distretto nord della California, e a uno tedesco: in ballo ci sarebbero suoi brevetti che gli garantirebbero l’esclusiva sulle tecnologie relative all’audio di alta qualità mentre si utilizza una limitata quantità di banda di trasmissione o di spazio di memoria. Si tratta delle tecnologie confluite nello standard internazionale High Efficiency Advanced Audio Coding ( HE AAC ).

Queste sarebbero impiegate da RIM negli smartphone Blackberry e nei tablet Playbook senza aver sottoscritto alcuna licenza con Dolby.

Gli altri principali produttori di dispositivi mobile, riferisce l’accusa, avrebbero accettato i relativi accordi di licenza, anche perché lo standard HE AAC è ampiamente impiegato nel settore mobile visto che permette di comprimere i file audio a meno del 10 per cento della dimensione originale.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti