Brevetti, gabbato l'Europarlamento?

La Commissione dribbla le scelte di Strasburgo e si prepara a varare i brevetti sul software all'americana. Il dramma verrà inscenato forse già il 7 di questo mese


Bruxelles – A nulla contano per la Commissione Europea le centinaia di migliaia di firme di cittadini europei, le decine di migliaia di operatori, le centinaia di associazioni e le infinite prese di posizione degli esperti che negli ultimi due anni hanno congiuntamente dato battaglia alla proposta di direttiva sui brevetti del software. Ma non contano neppure le scelte del Parlamento europeo che in prima lettura quella direttiva aveva bocciato e che ha tentato poi con un secondo voto di azzerare l’iter, visto che è stato bloccato prima dai ministri dei paesi membri e poi dalla Commissione. La Direzione generale del Mercato interno, struttura della Commissione responsabile per la Direttiva sui brevetti software, non ha infatti accolto la richiesta formulata all’unanimità dal Parlamento Europeo.

Quello che è ormai divenuto un caso ben più importante dei problemi del software, anche perché certamente distrugge in molti una qualsiasi fiducia nelle istituzioni europee, rischia di trasformarsi in un dramma collettivo già il prossimo 7 marzo, quando il Consiglio dei Ministri europei potrebbe varare in via quasi definitiva i brevetti all’americana per il Vecchio Continente.

Se ciò avvenisse, ad intervenire successivamente potrà infatti essere soltanto e di nuovo il Parlamento Europeo con una bocciatura in seconda lettura, bocciatura che richiede però una maggioranza qualificata: basteranno quindi le solite assenze di europarlamentari compiacenti per impedire il successo di un voto di questo tipo. Il voto in seconda lettura viene spesso considerato una sorta di formalità.

“La discussione – avverte CopyDown – non ripartirà da zero, come viene richiesto da vari partiti europei, associazioni, attivisti, operatori del settore. Ad essere portata avanti dal Consiglio dei Ministri sarà quindi la versione approvata nel maggio 2004, che raccoglie solo una piccola parte degli emendamenti avanzati dal Parlamento, e che lascia ampio margine alla brevettabilità dei programmi e delle descrizioni di strutture di dati e processi”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lele2 scrive:
    calo del 30% della pirateria
    questo secondo Urbanima i prezzi!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Favole
    Se credete alle favole potete anche credere che il marketing di una ditta riduca i prezzi, se più persone usano i prodotti originali.... ci vuole un bel coraggio a credere una cosa del genere, oppure essere pazzi, o drogati, o pazzi e drogati insieme....
  • golbez scrive:
    Ma sarà vero?
    Perché è SEMPRE colpa della pirateria? Mi viene un piccolo dubbio
  • Anonimo scrive:
    Be certo non è andata male ....
    Quest'anno ci dovremi impegnare di più...noi PIRATI!!!
  • Danx scrive:
    Storia di un acquisto...
    Due settimane fa mi trovavo in un grosso e famoso centro commerciale nel reparto vidoegames. La mia attenzione viene attirata dal nuovo gioco di larry per PS2, lo prendo, guardo il prezzo e lo rimetto a posto... 49? Quarantanove euro? in quel momento non li avevo.Fa nulla, torno a casa, non ci penso... vado a letto.L'indomani mentre mi dirigo a lavoro, passo dall'edicola e vedo, guarda caso, larry - 19.00? - per PC - con tanto di manualetto. Lo compro al volo... Ora traete da soli le vostre conclusioni...
  • Anonimo scrive:
    E negli anni '90?
    Negli anni '90 la pirateria non era cosi' estesa eppure i prezzi dei software erano inabbordabili comunque.Inoltre adesso non mi pare che la Microsoft sia sull'orlo del fallimento...
  • Anonimo scrive:
    Lenta uscita dal mercato
    dei prodotti M$, occorre raccimolare velocemnte tutti gli euro possibili, quando la gente si accorgera' di Linux allora non ci sara' piu' "trippa per gatti" :|
  • seranto scrive:
    prezzi alti?facciamo alla cinese
    tutti a piratare così scendono!!! altro che "colpa della pirateria se i prezzi sono alti"
  • miomao scrive:
    Come la mettiamo con Cina e Brasile?
    E' una vita che vanno avanti con la storia dei prezzi alti a causa della pirateria...Ma allora come spiegare Windows a prezzo speciale per Cina e Brasile?L'iniziativa sarebbe giustificata proprio dal dilagante fenomeno della pirateria in questi paesi.Due pesi e due misure?
  • Anonimo scrive:
    prezzi alti = colpa dei pirati ??
    eeeeh già, non è che invece i pirati sono tali perchè l'oro vale troppo... abbassino i prezzi dei software, dei cd, dei dvd... e si abbasserà il numero dei pirati... e questo è dimostrato dal fatto che la gente compra i cd piratati perchè *costano meno*, mica perchè c'hanno più gusto se è copiato!
  • Anonimo scrive:
    responsabile? chi?
    " segnalati all'autorità giudiziaria 267 responsabili d'azienda. "vorrei sapere a che figura aziendale corrisponde.gente che lavora ed esegue, senza budget ma con richieste ed esigenze alle quali dare risposta pronta... oppure il responsabile legale dell'azienda?e in quel caso, magari totalmente ignaro del lavoro dei sistemisti e non responsabile delle loro eventuali azioni illegali?
    • Anonimo scrive:
      Re: responsabile? chi?
      - Scritto da: Anonimo
      " segnalati all'autorità giudiziaria 267
      responsabili d'azienda. "


      vorrei sapere a che figura aziendale corrisponde.Semplicemente si fa riferimento alla persona che agisce da tecnico informatico all'interno dell'azienda. C'e' sia il tecnico pagato per amministrare i vari istemi e c'e' anche il povero volontario capace che si offre per sistemare i problemi informatici "aggratis"....ovviamente quello che ci rimetterà di più sarà il poveretto...Volevo solo aggiungere che dopo le multe della BSA molti studi professionali medio piccoli hanno dovuto chiudere... se lo scopo è creare nuovi posti di lavoro facendo pagare le licenze, beh, questa non è la strada giusta!!!
  • Anonimo scrive:
    passare a linux.
    alcuni sfottono quando si dice che questa è la soluzione.ma non l'ho citata come panacea. Bensì al problema dell'underlicensing.
  • Anonimo scrive:
    Siete noiosi e poco onesti
    Appena ho finito di leggere l'articolo già mi immaginavo i commenti che avrei trovato nel forum. CI avrei scommesso sui soliti contenuti che avrebbero avuto i vostri interventi. Ed infatti non vi siete smentiti: la pirateria è un capro espiatorio, la pirateria è lecita, la pirateria è un bene...Mancate di autocritica. Mancate di sincerità: la pirateria è un furto. L'unica cosa che distingue il furto di un'auto dal furto di opere d'ingegno è la diversa percezione sociale che hanno i due fenomeni: mentre chi ruba un'auto alla FIAT è un delinquente, chi ruba software è un semieroe costretto a rubare dalla società mangiona e truffatrice. Non è così. Chi ha subito il furto di una sua opera intellettuale è stato defraudato come e quanto chi ha subito il furto dell'auto.Se foste voi gli autori di opere illegalmente copiate cambiereste idea. Questo fa di voi delle banderuole attente solo ai propri interessi spiccioli. Gli ideali invece non sapete cosa siano: gli ideali non mutano. L'onestà intellettuale non è mai opzionale!
    • Anonimo scrive:
      Re: Siete noiosi e poco onesti
      Sei un ignorante.La duplicazione non è un furto. Se io faccio una copia (ad es.) di un tuo CD-ROM, non ti sottraggo il tuo, quindi non ti rubo nulla.Se però facendo questo violo le condizioni della licenza d'uso allora si commetto un'illecito.Ma resta il fatto che la duplicazione non è una sottrazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Siete noiosi e poco onesti
        Ascolta genio, ovviamente io nn mi riferivo alle copie lecite. Pensa bene prima di dare dell'ignorante!! Genio!!
        • Albegor scrive:
          Re: Siete noiosi e poco onesti
          - Scritto da: Anonimo
          Ascolta genio, ovviamente io nn mi riferivo alle
          copie lecite. Pensa bene prima di dare
          dell'ignorante!! Genio!!Purtroppo i geni, soprattutto quelli (anonimo), non pensano prima di scrivere, loro "già sanno"...
    • Akiro scrive:
      Re: Siete noiosi e poco onesti
      tu non hai il videoregistratore vero?non hai uno stereo a doppia piastra vero?trovi corretto il prezzo di cd e dvd, giusto?la musica, il cinema e quant'altro sono beni di lusso vero?io non dico che scaricare non è rubare, ma dico che se i prezzi di tali "svaghi" (ma chiamarli così è un po' riduttivo...) sono alti c'è ben poco da fare:a) alzare gli stipendib) non acquistare nulla... e divertirsi a tirar calci ai barattolic) dimmi tusiamo nel terzo millennio ma vedo che la gente che ha potere ed è ricca non ha cambiato i propri fini... e cioè puinta sempre e comunque ad arricchirsi sempre di più, sempre di più... peccato che quei soldi a qualcuno deve pur sottrarli....................ciao e buona vita
    • scorpioprise scrive:
      Re: Siete noiosi e poco onesti
      Si tratta di "licenze" per i software, non delle "copie". Ed è di queste licenze che i prezzi sono effettivamente eccessivi. Ora, tale prezzo è forse giustificato dalla qualità, dall'assistenza, dal costo del lavoro degli sviluppatori, delle infrastrutture eccetera.Tuttavia per la legge della domanda e dell'offerta, nonchè per la tendenza del mercato in regime di libero mercato per concorrenza i prezzi devono scendere. Eppure salgono. Ed è un aumento generale.Mentre l'hw di computer e hi-tech in genere scende di prezzo e sale di qualità (basta vedere il lunghissimo elenco di marche che fanno un player MP3, ad esempio, e relativi prezzi), il software no.Ritengo che, alle volte, i prezzi vengano gonfiati artificialmente. Infatti, se è così elevata la pirateria, significa che le necessità di uso sono elevatissime (grande domanda), pertanto un numero di copie maggiore impiega solo il prezzo di carta e dischi in più da vendere (facile distribuzione = grande offerta = poche spese aggiuntive). E non si rischia un grande invenduto se ha un prezzo equo (invenduto, peraltro, che non causa una perdita elevata, solo il costo del materiale).E' forse un ragionamento errato? Ditemi dove.Altrettanto si può dire per i Cd musicali, i DVD e i Film.
      • Anonimo scrive:
        Re: Siete noiosi e poco onesti
        - Scritto da: scorpioprise
        Tuttavia per la legge della domanda e
        dell'offerta, nonchè per la tendenza del mercato
        in regime di libero mercato per
        concorrenza i prezzi devono scendere.
        Eppure salgono. Ed è un aumento generale.Il problema a quanto pare è che il mercato non è libero, ma influenzato da leggi draconiane.
    • lele2 scrive:
      Re: Siete noiosi e poco onesti
      - Scritto da: Anonimo
      Appena ho finito di leggere l'articolo già mi
      immaginavo i commenti che avrei trovato nel
      forum. CI avrei scommesso sui soliti contenuti
      che avrebbero avuto i vostri interventi. Ed
      infatti non vi siete smentiti: la pirateria è un
      capro espiatorio, la pirateria è lecita, la
      pirateria è un bene...
      Mancate di autocritica. Mancate di sincerità: la
      pirateria è un furto. L'unica cosa che distingue
      il furto di un'auto dal furto di opere d'ingegno
      è la diversa percezione sociale che hanno i due
      fenomeni: mentre chi ruba un'auto alla FIAT è un
      delinquente, chi ruba software è un semieroe
      costretto a rubare dalla società mangiona e
      truffatrice. Non è così. Chi ha subito il furto
      di una sua opera intellettuale è stato defraudato
      come e quanto chi ha subito il furto dell'auto.Se
      foste voi gli autori di opere illegalmente
      copiate cambiereste idea. Questo fa di voi delle
      banderuole attente solo ai propri interessi
      spiccioli. Gli ideali invece non sapete cosa
      siano: gli ideali non mutano.
      L'onestà intellettuale non è mai opzionale!senti se scarico una tua canzone faccio un'illecito amministrativo ma non sono un ladro, la proprieta intellettuale rimane sempre tuasecondo il tuo pensiero sono un ladro quindi perseguibile penalmente "3 anni di carcere"ma chi sei URBANI!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Siete noiosi e poco onesti
      - Scritto da: Anonimo
      Appena ho finito di leggere l'articolo già mi
      immaginavo i commenti che avrei trovato nel
      forum. Scusa una cosa ma ti pare possibile che una società di parte, la BSA, pesi a livello di indagine più della stessa magistratura e indaghi su chi non ha licenze provocando chiusure di imprese, licenziamenti e multe per centinaia di milioni...al solo scopo di arricchire società di software ???? Ma ti pare equo??Ti pare giusto che la BSA comandi la guardia di finanza per fare indagini perchè si sentono derubati, magari anche solo da qualche professionista che non HA RUBATO 2 AUTO, ma ha solo installato 2 volte lo stesso programma (non rubando fisicamente proprio niente a nessuno) ??????Ti pare equa una sanzione amministrativa pari al doppio del valore commerciale del programma e un penale di 3 anni + altra multa???Mi va benissimo stanare (eheh termine alla G. Walker Bush) ditte da decine di dipendenti che fatturano miliardi sfruttando effettivamente licenze non acquistate, ma le software house sono le prime a non creare le condizioni affinchè si possa "essere in regola" (vedi multilicensing spesso inesistente e contratti mai illustrati nemmeno dai rappresentati che ti devono vendere il programma).In America, ad esempio, dove gli studi professionali di architettura e ingegneria danno lavoro a decine di persone, la Autodesk prevede pacchetti di multilicenze a prezzi veramente ottimi (tipo dopo 5 - 10 licenze le altre sono praticamente regalate); in Italia invece no, prezzo pieno per ogni postazione....e che prezzo!!!!! Io sono il primo a dire "ok, il software diventa uno strumento di lavoro come per il camionista lo diventa il uso veicolo", ma santo cielo allora perchè per i veicoli ci sono offerte commerciali e per i software no? E poi c'e' forse una società che raggruppa Fiat, Bmw, Mercedes, Porsche che verifica assieme alla Polizia Stradale se gli autisti hanno patente e libretto di circolazione in regola sulla base di indagini "pseudo-casuali"??? (effettivamente FIAT stona un pò in mezzo alle altre case (geek) ?????Tutto qui.Ho detto solo quello che penso sulla base della situazione che personalmente riscontro e che mi sembra alquanto disequilibrata e dalla parte esclusivamente dei più forti.Sono bravi a sbandierare e a dire "che per combattere la pirateria ci vuole coscienza del fatto che è come rubare", ma se loro per primi, con la scusa che 4 installazioni sono come rubare 50 000 ? , ti sanzionano per 100 000 ? e ti danno 1 anno di carcere dicendoti che avrebbero potuto andarci giù anche più pesante (quasi dovessi ringraziarli...) beh... forse chi si approffitta della legge per i propri sporchi fini non è sicuramente l'esempio morale e la retta via per illuminare la società.
    • Anonimo scrive:
      Sei noioso e poco onesto

      la
      pirateria è un furto. No, nessuno qui scarica a gratis, tutti scaricano pagando oneri *ingenti* sulle linee telefoniche.Se poi l'industria del cinema e della musica non è in grado di farsi partecipe di questi utili affaracci suoi.Questo è il canale di pagamento (perchè le linee si PAGANO) che i clienti hanno scelto perchè i formati sono aperti e non costringono gli utenti ad adattarsi a tutti i cambi di formato che alle Major va di imporre! Te lo dico io il furto, paghi per il diritto di ascoltare una canzone e nell'arco di una vita per la stessa canzone magari con lo stesso arrangiamento o dalla stessa performance (queindi senza a rigor di logica nuovi diritti d'autore) la paghi per l'lp33 giri, poi 45 giri, poi mc, poi cd, poi quel che c*** si inventeranno domani perchè quei delinquenti fanno cartello (alla faccia dell'antitrust) per non farti più trovare ricambi per il player, per fare supporti stampati alla ca*** (si, anche i loro penosi cd, che escono peggio di quelli masterizzati! ) o che si deteriorano dopo qualche anno.Secondo, questo è inoltre il prezzo che il mercato è disposto a pagare per la loro merce, se le major rifiutano il dialogo sempre facendo cartello alla faccia dell'antitrust questa è l'unica reazione che si possono aspettare.Terzo, in quel mercato TUTTI i loro prezzi sono fittizi, primo perchè con la pirateria che c'è ancora navigano nell'oro, secondo perchè si tratta SEMPRE di servizi prezzati arbitrariamente (pubblicità, "artisti") terzo perchè con il crollo che c'è stato nei costi di produzione (registrazione e distribuzione) con la diffuzione delle tecnologie digitali i prezzi non si sono adeguati.Quindi, prima pensiamo ad arrestare i LADRI veri, quelli che dichiarano prezzi di produzione fittizi per tenre attiva la più gigantesca rete di riciclaggio di denaro sporco e di evasione fiscale della terra, secondo si processano per le ripetute scandalose violazioni dell'antitrust, alla fine quando escono di galera si può discutere di come e quanto dovrebbere avere come ritorno economico dalla modalità di pagamento (linee dati) che gli utenti sono stati COSTRETTI a scegliere per tutelarsi a livello di PREZZI e di FORMATI da palesi violazioni di qualsiasi loro diritto.
  • Masque scrive:
    Loop
    I prezzi sono alti perchè c'è troppa pirateria perchè i prezzi sono alti perchè c'è troppa pirateria perchè i prezzi sono alti perchè c'è troppa pirateria perchè i prezzi sono alti perchè c'è troppa pirateria perchè i prezzi sono alti perchè c'è troppa pirateria perchè i prezzi sono alti perchè c'è troppa pirateria^CMa è nato prima il prezzo alto di Office, oppure Office piratato?Ma se Office non fosse stato piratato per anni, diffondendo così i suoi formati in ogni dove, ora sarebbe davvero la suite per ufficio più usata? (con "Office" mutabile in qualsiasi altro pacchetto ad alta diffusione)Ma se non si fossero potuti copiare i giochi della Playstation, sarebbe stata davvero la console più diffusa?Ma se la gente non avesse usato l'adsl per scaricare a sbafo, avrebbero venduto davvero così tanti contratti broadband?La pirateria in moltissimi casi è servita per arricchire, ma ora che le compagnie sono cresciute, adottano la tecnica del pusher.==================================Modificato dall'autore il 03/03/2005 10.15.32
    • Anonimo scrive:
      Re: Loop
      ti sei dimenticato una cosa:ma il VHS sarebbe diventato lo standard se non avessero realizzato il film porno?
      • zobia scrive:
        Re: Loop
        Completamente ed assolutamente d'accordo con entrambi!!!Peraltro non mi risulta (ma potrei sbagliarmi) che all'estero le licenze d'uso costino così tanto....Forza Mozilla!!!==================================Modificato dall'autore il 03/03/2005 12.43.07
    • Anonimo scrive:
      Re: Loop
      Analisi ineccepibile. Da tradurre: le grandi software house sono IPOCRITE!
  • lazza78 scrive:
    Colpa della pirateria? Solita storia!
    Come al solito quando si parla dei prezzi di qualsiasi supporto ( cd-audio, dvd, giochi, ecc.. ) si da la colpa alla pirateria, cosa che ormai sembra più un fatto di comodità, non sapendo più come giustificare il continuo rincaro di questi prodotti.Ti dicono: "Se ci fosse meno pirateria aumenterebbero i posti di lavoro e i prezzi scenderebbero!"...Una farsa! Quelli che uccidono il mercato sono proprio loro con la loro politica scorretta dei prezzi.Vogliono davvero fare qualcosa per il problema pirateria: comincino loro a dare il buon esempio abbassando i prezzi, accidenti!!Io sono un collezionista di dvd e cd-audio ma con i prezzi tuttora in giro, come posso permettermi di portare avanti la mia passione? Ad esempio, quando trovo i film a 9.90? mi precipito ad acquistarli, perchè lo ritengo un prezzo equo per un dvd; ma quando i film costano tra i 20 e i 25 ?, siamo impazziti? 20? per un cd-audio, stiamo uscendo di testa?La pirateria sicuramente non è una bella cosa, oltre ad essere un reato, ma sono i prezzi che devono cambiare, non la testa delle persone che sfruttano la pirateria!!Grazie a tutti per l'attenzionePaolo
    • Anonimo scrive:
      Re: Colpa della pirateria? Solita storia

      La pirateria sicuramente non è una bella cosa,
      oltre ad essere un reato, ma sono i prezzi che
      devono cambiare, non la testa delle persone che
      sfruttano la pirateria!!Certamente i prezzi devono cambiare ma anche l'atteggiamento della gente non ha senso. Specialmente per quanto riguarda l'aspetto della BSA perchè a livello professionale la pirateria è la cosa più disdicevole che possa esistere...E' come se i corrieri tipo DHL portassero in giro i pacchi con furgoni rubati e aerei dirottati, oppure se TIM ti facesse telefonare con cellulari VODAFONE clonati, rendo l'idea?Non ha senso che un'azienda guadagni rubando...
      • Anonimo scrive:
        Re: Colpa della pirateria? Solita storia
        loro dicono che i prezzi alti sono colpa della pirateria,io replico che la pirateria e' colpa dei prezzi alti !!vediamo chi fara' la prima mossa :|se questi signori smettessero di andare in giro in jaguar / mercedes / bwm e di fare i figarelli, e imparassero veramente a lavorare invece di cercare sempre di salvarsi il posto di lavoro, capirebbero che i tempi sono cambiati e che il modello di business attuale non esiste piu' !!hanno avuto un sacco di tempo per cambiare questo modello, adesso sentono il fiato sul collo e chiedono leggi fatte apposta x loro ... ma e' troppo tardi !!!DOVEVATE SVEGLIARVI PRIMA !!PS. i maggiori analisti avevano previsto che dopo l'avvento della compressione audio (mp3 e altre) sarebbe cambiato tutto, ma qua continuano a vendere sti caz di CD a un sacco di soldi !!
  • Anonimo scrive:
    La solita scusa
    E' dal 1984 che lo sento dire:"I prezzi sono alti a causa della pirateria".Lo sento dire cioe' da quando il fenomeno era di dimensioni infinitesimali rispetto ad oggi.21 anni dopo, sono ancora qui che ce la cantano.Poi si armano di cannoni per minacciare l'utente (leggasi legge Urbani / Patti del Cavolo), ma i prezzi non li abbassano.Quello mai.Perche', anche se non ci fosse la pirateria, non si sa mai, potrebbe sempre esserci.
    • vale56 scrive:
      Re: La solita scusa
      - Scritto da: Anonimo
      E' dal 1984 che lo sento dire:
      "I prezzi sono alti a causa della pirateria".
      Invece è il contrario, guarda in Cina dove piratano di brutto, i soci BSA hanno abbassato i prezzi
  • Anonimo scrive:
    COMBATTERE I GRASSATORI DELLA BSA
    Oltre che IMPERATIVO è un DOVERE x la salvezza dell' economia Italiana.W l' OPEN SORCIO, W la GPL e derivati, in culo ai grassatori della BSA & C.
  • iced scrive:
    Grazie BSA per l'incoraggiamento a GPL
    Prima o poi la finiranno di usare sw piratato, e grazie anche alla BSA, la gente passerà all'utilizzo di sw GPL! ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie BSA per l'incoraggiamento a GPL
      Io di GPL riempirei i polmoni della gente che lavora per la BSA. Chissa' quanto li pagano? Secondo me le campagne costano piu' della pirateria ;) (non e' vero, pero' mi faceva ridere l'idea...)
  • AdessoBasta scrive:
    Le mie modifiche alla legge Urbani.
    1) Ove sia possibile, in alternativa all'ergastolo, impiccati devono essere quei titolari o amministratori o addetti che in azienda, pur potendo scegliere alternative open e/o gratuite, detengono e si ostinano ad usare software closed copiato.2) All'ergastolo vanno condannati quei titolari o amministratori o addetti che in azienda, pur potendo scegliere alternative open e/o gratuite, acquistano e utilizzano software closed originale.3) All'ergastolo e al risarcimento del danno vanno condannati quei pubblici funzionari che in enti e istituzione pubbliche, pur potendo scegliere alternative open e/o gratuite, acquistano software closed pagato con soldi dei cittadini.4) comma 1E' fatto divieto di acquistare e utilizzare qualunque software close license nel cui prezzo di acquisto sia ravisabile o ragionevolmente sospettabile un maggior costo dovuto all'impiego di sistemi di protezione del software stesso, oppure all'impiego di campagne pubblicitarie tradizioanali o peggio ove queste siano usate come deterrente e minaccia per chi detiene o vende copie illegali di detto software.comma 2I software indicati al primo comma verranno ritirati dal mercato e incendiati!comma 3Delle aziende produttrici di software, delle persone fisiche responsabili delle scelte commerciali all'interno dell'azienda,di coloro che si sono macchiati dei reati al primo comma, essi verranno scovati e perseguiti. Di essi verra pubblicata una fotografia nella forma di carta da gioco con relativo seme e valore, che verra inclusa in apposito mazzo. Inoltre sugli stessi, non ancora catturati, penderà una taglia in mil? vivi o morti.5) Dei titolari o amministratori o responsabili di aziende software che si macchiano di uno o anche mezzo dei seguenti reati:- ricatto a governi e istituzioni- corruzione di pubblici funzionari per promulgazione di leggi ad hoc o contratti di acquisto del proprio software- abuso di posizione dominante- istituzione di un clima del terrore e di caccia alle streghe nei confronti degli utenti P2P- produzione di contratti di licenza ove si nega ogni responsabilità propria- truffa aggravata nei confronti degli utenti/clienti rispetto alle caratteristiche e alla qualità del software- espulsione dal mercato e eliminazione chirurgica della concorrenza- per ogni altro reato non specificato si veda apposito elenco di reati di cui l'azienda M$ si è già macchiataquesti dovranno essere condannati alle pratiche deprecate da Amnesty International e dalla Convenzione di Ginevra (per l'applicazione delle quali è già stata richiesta apposita deroga).Tutti i boia assunti per tale compito verranno dotati di una copia di Linux in DVD incastonata su un supporto da 15Kg con manico e tappi di cera per le orecchie.
  • Anonimo scrive:
    E' assurdo
    Con le nostre tasse paghiamo le nostre forze dell'ordine al servizio delle multinazionali americane per perseguirci, perquisirci e punirci!
  • Anonimo scrive:
    nuovi posti di lavoro DOVE?
    In USA, forse... E pensano al gettito fiscale? Ma come?Il costo del software va in detrazione nella dichiarazione dei redditiQuindi lo stato prende meno tasse dalle aziende, e prende un 20% di IVA da M$. Non credo che M$ paghi le tasse qui, se funzia come in Inghilterra:http://www.nosoftwarepatents.com/phpBB2/viewtopic.php?t=397ma milioni di euro vengono "dragati" dalla M$ per andare in USA (e poi magari venire usati per fare pressioni in europa per l'adozione dei brevetti software così da stroncare le aziende europee nel settore....)O pensate che chi vende pc da oggi assumerà nuovo personale da mettere sotto lo scaffale M$ a vendere?boh, sbaglierò io...
    • Anonimo scrive:
      Re: nuovi posti di lavoro DOVE?
      La pirateria ha creato nuovi posti di lavoro: quelli della BSA che vanno in giro a rompere i maroni...
  • Anonimo scrive:
    Combattere la pirateria è un dovere !
    Abbasso la pirateria, viva l'open source !BrUtE AiD
    • Anonimo scrive:
      Re: Combattere la pirateria è un dovere

      Abbasso la pirateria, viva l'open source !Guarda che Open Source non significa gratis...
      • Anonimo scrive:
        Re: Combattere la pirateria è un dovere
        Perché l'extracomunitario i CD te li regala ?Io non ho mai affermato quello che mi contesti, anzi.BrUtE AiD
        • Anonimo scrive:
          Re: Combattere la pirateria è un dovere
          ....e guarda anche che non vendono cd piratati solo gli extracomunitari!!!
  • Anonimo scrive:
    BSA?
    Presto saranno disoccupati.
Chiudi i commenti