Brevetti Interdigital, Microsoft al contrattacco

Una vicenda legata all'acquisizione della divisione mobile di Nokia. Per la quale ora Redmond invoca l'intervento antitrust e gli obblighi FRAND

Roma – Microsoft ha contro-denunciato InterDigital, l’azienda che l’ aveva chiamata in tribunale contestando l’impiego da parte di Nokia di due suoi brevetti relativi al 3G, per violazione della normativa antitrust che impone la concessione in licenza con condizioni giuste, ragionevoli e non discriminatorie (distinte dall’acronimo FRAND , fair, reasonable, and non-discriminatory ) dei brevetti legati a standard tecnologici.

L’ultimo capitolo dello scontro Microsoft-Interdigital c’era stato ad aprile, quando l’ International Trade Commission (ITC) aveva stabilito la violazione di due brevetti InterDigital legati alla standard di tecnologia mobile 3G, in particolare alla gestione dell’alimentazione in uno smartphone per ridurre le interferenze sul segnale wireless.

Azienda specializzata nella concessione in licenza di proprietà intellettuale, InterDigital aveva accusato Nokia di infrazione delle proprie tecnologie nel 2007. In una prima decisione l’ITC si era espressa a favore dell’ex-colosso finlandese, mentre in seguito una corte di appello aveva riaperto il caso rinviando la questione ai giudici della Commissione federale.

Per far valere le proprie ragioni InterDigital si era nel frattempo attivata anche presso la corte del Delaware dove l’azienda ha sede: mentre la causa locale veniva “sfoltita” e ridotta a seguito di un verdetto contrario a InterDigital in un secondo processo che coinvolgeva ZTE Corp, e Nokia passava i suoi beni (e le sue pendenze) a Microsoft, l’ITC sentenziava a suo favore riconoscendo le infrazioni da parte di dispositivi della finlandese.

Per contestare la nuova decisione ora Microsoft passa al contrattacco, invocando la normativa antitrust e i termini FRAND, strategia già utilizzata da Apple contro Samsung ed Ericsson, e nello scontro brevettuale europeo tra Huawei e ZTE. Per farlo, Redmond ha scelto il Tribunale di Wilmington, Delaware, per depositare la sua controaccusa in forza della normativa antitrust per “abuso nella pratica di licenza” legata a brevetti collegati a standard. InterDigital non ha per il momento commentato la vicenda.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Uto Uti scrive:
    commendo
    Secondo me uindous ten non è propriamente un nemico della praivasi XXXXXo di un Dio.
  • Il becchino di winari e macachi scrive:
    Per forza, Windows 10 è uno spyware
    Da quando in qua gli spyware si presentano con un bel messaggino tipo: "Ehi, ti sto per installare un aggiornamento che invierà all'NSA e ai pubblictari i testi delle tue email!".Molto semplicemente è ora di mollare microsoft in tutto e per tutto, chiunque tenga alla propria sicurezza e alla riservatezza delle proprie informazioni deve mettersi di buona volontà e imparare a usare o linux o BSD, oggi tra l'altro sono molto più semplici da usare rispetto a 10 anni fa, Linux Mint ad esempio è forse addirittura più semplice di windows.
  • Provare per credere scrive:
    Windows 10
    Windows 10 è un ragazzo con problemi psichici (rotfl)
  • troll scrive:
    windows è morto
    windows è mortopassate a linux
    • winzozz..ba h scrive:
      Re: windows è morto
      Quoto 100%1)Un sistema DEVE lavorare per me,non per se stesso.2)Devo essere il padrone del mio sistema.3)Devo poterlo modificare come mi pare.4)Devo poterlo ridistribuire modificato a chi mi pare.5)Boicottare i programmi proprietari,SEMPRE!
  • prova123 scrive:
    Windows 10 come OSX
    Ora entrambi i sistemi operativi sono perfettamente UEFI compliant con tutto quello che ne consegue. Solo che windows10 può essere ancora fermato, mentre apple con OSX ha superato da un pezzo il punto di non ritorno:http://punto-informatico.it/4262525/PI/News/thunderstrike-2-rootkit-mac-alla-riscossa.aspxCon windows10 ora questo sarà possibile.
    • Passante scrive:
      Re: Windows 10 come OSX
      - Scritto da: prova123
      Ora entrambi i sistemi operativi sono
      perfettamente UEFI compliant con tutto quello che
      ne consegue. Solo che windows10 può essere ancora
      fermato, mentre apple con OSX ha superato da un
      pezzo il punto di non
      ritorno:

      http://punto-informatico.it/4262525/PI/News/thunde

      Con windows10 ora questo sarà possibile.Quindi chi non ha il bios wefi non lo potrà installare ?
      • prova123 scrive:
        Re: Windows 10 come OSX
        Questo è quanto previsto da Microsoft. Poi quello che la gente scrive senza capire se ha un bios o uefi lascia il tempo che trova. Il messaggio sembra essere abbastanza chiaro.http://answers.microsoft.com/en-us/windows/forum/windows_10-win_upgrade/pc-cant-run-windows-10-bios-issue/20429456-8664-45e8-88de-2ce82b8f72bc?auth=1
        • prova123 scrive:
          Re: Windows 10 come OSX
          PS: apri il computer e vedi se sulla tua mainboard c'è un bios o uefi. Se c'è un bios standard win10 non lo puoi installare. Bisogna fare attenzione perchè con voluta approssimazione in giro addirittura troverai scritto "bios uefi" e troverai scritto che con l'aggiornamento del bios è possibile installare win10: in questo caso non si tratta di bios, ma di uefi indicato come bios.
          • Un altro scrive:
            Re: Windows 10 come OSX
            - Scritto da: prova123
            PS: apri il computer e vedi se sulla tua
            mainboard c'è un bios o uefi. Se c'è un bios
            standard win10 non lo puoi installare. Bisogna
            fare attenzione perchè con voluta approssimazione
            in giro addirittura troverai scritto "bios uefi"
            e troverai scritto che con l'aggiornamento del
            bios è possibile installare win10: in questo caso
            non si tratta di bios, ma di uefi indicato come
            bios.Ma la cosa non dovrebbe essere segnalata già dall'update ? A me dice che posso fare l'update ma il mio pc non ha wefi.
          • troxa scrive:
            Re: Windows 10 come OSX
            il bio sta nei modelli passatiuefi invece sta nei nuovi pc che consente di installare windows solo la prima voltadisattivando uefi potrai installare quello che ti pare tutte le volte che vuoi
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: Windows 10 come OSX
            - Scritto da: prova123
            PS: apri il computer e vedi se sulla tua
            mainboard c'è un bios o uefi. Se c'è un bios
            standard win10 non lo puoi installare.Cavoli! Devo non dirlo ai PC con il BIOS dove l'ho installato. Potrebbero accorgersene e smettere di funzionare! Ma 'sta stupidaggine che se c'è il BIOS non puoi installare Windwos 10 dove l'hai tirata fuori?
        • Zucca Vuota scrive:
          Re: Windows 10 come OSX
          - Scritto da: prova123
          Questo è quanto previsto da Microsoft. Poi quello
          che la gente scrive senza capire se ha un bios o
          uefi lascia il tempo che trova. Il messaggio
          sembra essere abbastanza
          chiaro.

          http://answers.microsoft.com/en-us/windows/forum/wE' chiaro ma devi leggerlo bene! Questo particolare PC della Dell ha dei problemi di compatibilità con il suo particolare BIOS. Il tool di aggiornamento fa il controllo necessario.UEFI o BIOS pari sono!
          • Vuota Zucca scrive:
            Re: Windows 10 come OSX
            Oh precisiamo, lui è un winaro come te cerca di compatirlo.
      • Zucca Vuota scrive:
        Re: Windows 10 come OSX
        - Scritto da: Passante
        Quindi chi non ha il bios wefi non lo potrà
        installare
        ?Windows 10 si può installare su macchine con BIOS e su macchine con UEFI. Nessun problema, quindi.
        • user_ scrive:
          Re: Windows 10 come OSX
          qualcuno qua facesse la prova! chi ha pc con bios provi ad installare win 10!
          • marcione scrive:
            Re: Windows 10 come OSX
            - Scritto da: user_
            qualcuno qua facesse la prova! chi ha pc con bios
            provi ad installare win
            10!se si installa su virtualbox con EFI disabilitato, si installa anche su sistemi con BIOS tradizionale.
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: Windows 10 come OSX
            - Scritto da: user_
            qualcuno qua facesse la prova! chi ha pc con bios
            provi ad installare win
            10!Ho decine di PC sia con UEFI che con BIOS. A casa ho 2 PC con BIOS e 3 con UEFI. Zero problemi.
          • anverone99 scrive:
            Re: Windows 10 come OSX
            - Scritto da: user_
            qualcuno qua facesse la prova! chi ha pc con bios
            provi ad installare win
            10!Io su un portatile vecchissimo nato con xp. Funziona da Dio.
  • rik scrive:
    sfrontatezza
    Invece i prezzi dei componenti dei PC sono intrepidamente aumentati con l'avvento del "nuovo" sistema operativo win X, il quale per l'utente medio rimane un'incognita. Oggi 20 anni dall'introduzione del menu start (win95).http://www.msfn.org/board/topic/174160-guide-disable-data-collection-in-windows-10/
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: sfrontatezza
      - Scritto da: rik
      Invece i prezzi dei componenti dei PC sono
      intrepidamente aumentati con l'avvento del
      "nuovo" sistema operativo win X, Magari l'euro che si è deprezzato rispetto al dollaro potrebbe centrare qualcosa?
  • bubba scrive:
    DisableWinTracking
    e pure la telemetria nascosta :P....... https://github.com/10se1ucgo/DisableWinTracking
  • Dumah scrive:
    Cosa vuoi che scrivano...
    ... su certi aggiornamenti?"Aperta nuova backdoor per la NSA?" (rotfl)
  • Etype scrive:
    bug
    "Windows 10 è il sistema operativo più sicuro, va ripetendo Microsoft, e continuerà a esserlo anche senza informare necessariamente gli utenti"Si certo come no,della serie non ne parlo così posso apparire meno buggoso,fantastico :DL'utente passa sempre più in secondo piano,Ms sta intraprendendo una via pericolosa....
    • non so scrive:
      Re: bug
      Stanno applicando a Windows quello che stanno facendo con Office 365. Applicare le stesse regole di un servizio remoto a un PC però non piacerà a tutti, esattamente come non piace un'interfaccia rimescolata per smartphone tablet su PC e server.Prevedo continui cambi di rotta ..
      • Sg@bbio scrive:
        Re: bug
        Ma io non capisco che hanno in mente: Win 8 non aveva problemi di performance, ma era poco usabile per il pc desktop, con win 10, hanno migliorato la situazione, però rompendo le scatole all'utenza più consapevole, con patch obbligatorie e problemi con la privacy, poco giustificabili.
        • rockroll scrive:
          Re: bug
          - Scritto da: Sg@bbio
          Ma io non capisco che hanno in mente: Win 8 non
          aveva problemi di performance, ma era poco
          usabile per il pc desktop, con win 10, hanno
          migliorato la situazione, però rompendo le
          scatole all'utenza più consapevole, con patch
          obbligatorie e problemi con la privacy, poco
          giustificabili.Ogni giorno salta fuori una nuova "perla" a carico di win 10. Per ora mi procura solo nausea; se un giorno si troverà il modo di piegarlo alle funzioni che interessano a me piuttosto che a M$, ci farò un pensierino, anche se magari non sarà più gratis. Speriamo nel buon lavoro della comunità hacker, non per averlo piratato ma per averlo funzionale alle nostre esigenze.
          • hhhh scrive:
            Re: bug
            - Scritto da: rockroll
            Speriamo nel buon lavoro della comunità hacker,
            non per averlo piratato ma per averlo funzionale
            alle nostre
            esigenze.la cosa peggiore è che, pare non ci sia modo di dirottare le chiamate ai servizi esterni dal PC stesso perché l'api che risolve i DNS ha una serie di eccezioni per i domini MS (così come esistono ip fissi che non necessitano di DNS).L'unico modo, per ora è lavorare di regole sul router.A me essere costretto a questo non va bene. Per niente.
Chiudi i commenti