Browser, nuovo rischio phishing

Una società di sicurezza ha scoperto un nuovo metodo che i phisher potrebbero sfruttare per forgiare truffe ancor più raffinate e credibili, un metodo capace di sfruttare un comportamento standard di tutti i browser

Trusteer , società statunitense specializzata in cybersicurezza, afferma di aver individuato una debolezza nel comportamento di tutti i browser in circolazione, inclusi Firefox e Internet Explorer, che apre la strada ad attacchi di phishing ancor più subdoli ed efficaci di quelli attuali.

L’ in-session phishing , così è stato battezzato il nuovo metodo di attacco, può consentire ai phisher di veicolare i propri attacchi non più attraverso email non sollecitate o siti “clonati”, ma per mezzo di finestre pop-up truffaldine capaci di comparire direttamente al di sopra di siti noti, come quelli di banche, assicurazioni o negozi online. Tali pop-up potrebbero avere lo stesso aspetto del sito legittimo con cui si vogliono confondere, e richiedere all’utente l’immissione di username, password e/o numero di carta di credito.

Trusteer spiega che un tipico attacco in-session phishing potrebbe avvenire come segue. Un utente si autentica sul sito web della propria banca per eseguire certe operazioni, terminate le quali lascia la finestra della banca aperta e naviga con lo stesso browser su altri siti. Dopo un certo periodo di tempo, appare sul desktop una finestra pop-up con una form per il log-in in tutto simile a quella della propria banca: il pop-up avvisa l’utente che la propria sessione è scaduta, invitandolo a inserire nuovamente le proprie credenziali. Secondo Trusteer, questo potrebbe essere sufficiente per ingannare molti navigatori, inclusi quelli generalmente più prudenti.

La società americana, che afferma di non aver ancora pubblicato i dettagli delle proprie scoperte, precisa che questo “nuovo tipo di attacco” non sfrutta un vero e proprio bug dei browser, bensì un comportamento standard di tutti motori JavaScript.

Per non creare inutili allarmismi, Trusteer ammette che la tecnica descritta non è attualmente così semplice da sfruttare. Innanzitutto, ma questa è probabilmente la parte meno difficile, il phisher necessita di un sito compromesso e abbastanza frequentato su cui inoculare il codice dell’exploit; in seconda istanza, l’aggressore deve trovare un modo per conoscere quali siti protetti stia visitando in quel momento l’utente, così da adeguare l’aspetto e i contenuti del pop-up di conseguenza. “Questa seconda condizione è difficile da ottenere, ma non impossibile”, ha commentato Trusteer. “Ci sono già varie tecniche documentate per fare questa cosa”.

Il team di esperti dell’azienda afferma di essere già in contatto con i principali sviluppatori di browser web per trovare insieme una soluzione al problema.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • evilripper scrive:
    Come riprodurre il bsod :-D
    Da questo forum http://channel9.msdn.com/forums/Coffeehouse/452795-Try-this-and-then-Windows-7-bluescreen/Go to the "Windows Color and Appearance". and then Select the Active Title Bar in Item drop-list. Now, type the number 9999....(hold on the number key 9) in Size. You know what will be happenning.io purtroppo non ho win7 installato quindi non so se va...cmq e' normale che ci siano dei bugs ci sono anche nelle stable... -_-ciao --http://www.evilripper.net/
  • Alvaro Vitali scrive:
    Potrebbe anche essere un fake!
    Non uso Windows da anni, però vedendo la foto del BSOD che accompagna l'articolo (anonimo), mi sembra che le informazioni mostrate siano un po troppo generiche, per non dire irrazionali.Collecting data for crash dump ...Initializing disk for crash dump ...Beginning dump of physical memory.Dumping physical memory to disk: 100Se la notizia è vera, questi messaggi dicono che il kernel non è per niente andato in crash; tanto è vero che sta raccogliendo informazioni da salvare sull'hard disk.Succede anche con Linux quando, ad esempio, va in crash il server grafico; è una situazione frequente per quegli utenti/utOnti con PC assemblati da loro con hardware incompatibile (c'è gente che compra le GeForce 9000 e le monta su un BUS che non regge neppure un GeForce 5000). In casi del genere, il kernel continua a girare tranquillamente, tanto che l'utente può ripristinare tutto senza spegnere il PC!Infine, non è da escludere che questa notizia, pescata da un sito Internet, possa essere persino di un fake.E adesso ... avanti con i flame!
    • chojin scrive:
      Re: Potrebbe anche essere un fake!
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Non uso Windows da anni, però vedendo la foto del
      BSOD che accompagna l'articolo (anonimo), mi
      sembra che le informazioni mostrate siano un po
      troppo generiche, per non dire
      irrazionali.

      Collecting data for crash dump ...
      Initializing disk for crash dump ...
      Beginning dump of physical memory.
      Dumping physical memory to disk: 100

      Se la notizia è vera, questi messaggi dicono che
      il kernel non è per niente andato in crash; tanto
      è vero che sta raccogliendo informazioni da
      salvare sull'hard
      disk.

      Succede anche con Linux quando, ad esempio, va in
      crash il server grafico; è una situazione
      frequente per quegli utenti/utOnti con PC
      assemblati da loro con hardware incompatibile
      (c'è gente che compra le GeForce 9000 e le monta
      su un BUS che non regge neppure un GeForce 5000).
      In casi del genere, il kernel continua a girare
      tranquillamente, tanto che l'utente può
      ripristinare tutto senza spegnere il
      PC!

      Infine, non è da escludere che questa notizia,
      pescata da un sito Internet, possa essere persino
      di un
      fake.

      E adesso ... avanti con i flame!Guarda, se per te quei messaggi indicano che il kernel non è crashato perchè viene effettuato un dump file... che bisogna dirti? Neanche sprecar tempo ad aprire una flame, semplicemente non sai di che stai parlando.
      • Stein Franken scrive:
        Re: Potrebbe anche essere un fake!
        Blue screens are known as "Stop errors" in the Windows Resource Kit documentation. They are referred to as "bug checks" in the Windows Software development kit and Driver development kit documentation. La tua ignoranza non ha limiti. Davvero.
    • ruppolo scrive:
      Re: Potrebbe anche essere un fake!
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Non uso Windows da anni, però vedendo la foto del
      BSOD che accompagna l'articolo (anonimo), mi
      sembra che le informazioni mostrate siano un po
      troppo generiche, per non dire
      irrazionali.Proprio per queste ragioni non ci sono dubbi sull'autenticità! :D
  • Stein Franken scrive:
    Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
    In realtà stanno facendo un buon lavoro :) per il fatto che avere delle notizie Troll (T con la maiuscola) serve per permettere a gente sola e frustrata di sfogarsi nei commenti, del tipo "io ce l'ho più lungo del tuo", il mio OS è migliore del tuo e cosi via.Appagamento esistenziale a gratis, e pure in italiano!Un po' come chi è fanatico di calcio, dove i calciatori avranno si dei guadagni stratosferici, ma alla fine fanno un servizio utile alla società: quei milioni di persone che nella vita non hanno niente, almeno ora hanno qualcosa.(rotfl)
    • Stein Franken scrive:
      Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
      (per la cronaca il messaggio originale cancellato era riferito al fatto che l'articolo in questione era trollesco)
    • Sergio Gallo scrive:
      Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
      la tristezza sta proprio in questo punto:se ti vanti di essere un "quotidiano informatico" dal 1996 non puoi scrivermi una notizia al solo scopo di creare trollate e battaglie tra onanisti informatici:questi sono metodi che (non) vanno bene per una furumetto di sfigatelli, non per una testata giornalisticaribadisco: tristezza!da oggi darò a PI la stessa credibilità che presto ai forum sfigati dei modder e dei gamer
      • dont feed the troll scrive:
        Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
        LA responsabilità è della moderazione che definire dilettantesca è dire poco.
        • Stein Franken scrive:
          Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
          Sfortunatamente è vero.Dopotutto i tuoi commenti sono ancora ben visibili...
          • un OT scrive:
            Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
            Beh anche i tuoi, dalle XXXXXXX alle filippiche intrise di patetiche paternali: questo è scandaloso ed inaccettabile!
          • Stein Franken scrive:
            Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
            Piantala di scrivere in modo anonimo "dont feed the troll" (rotfl) è troppo facile dire dopo che non sei tu.(ps. si, lo stile nello scrivere è lo stesso. Sei stato beccato).
          • un OT scrive:
            Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
            fatti vedere da uno bravo, perché tu hai dei seri problemi.e ora dai pure la colpa anche agli alieni.
        • Sergio Gallo scrive:
          Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
          e che c'entra la moderazione:se "scrivi" un articolo, anzi copiaicolli una post da un blog in cui un demente spiega che facendo una combo degna di un maestro della scuola di hokuto, è riuscito a mandare in crash la beta di un OS che ha sei giorni di vita...1 - sei un incompetente2 - sei poco professionale3 - forse la casa concorrente all'OS in questione ti ha staccato un assegno4 - è OVVIO che alimenterai un vespaio di commenti di sfigati che si accapigliano su quale OS è meglioA quel punto la moderazione è cosa inutile, è come sperare di spegnarere l'incendio che tu stesso hai appiccato nella foresta umbra, con mezza lattina di fanta
          • Stein Franken scrive:
            Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
            Aggiungo che l'unica moderazione possibile sarebbe disattivare completamente i commenti.
          • Sergio Gallo scrive:
            Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
            ribadisco che l'unica moderazione possibile è DISATTIVARE definitivamente gli imbrattacarte che copiaincollano rumors da blog di sfigati...quelli che si fanno chiamare "giornalisti" ma che difficilimente iruscirebbero a trovare una collocazione nella onoratisima categoria dei Giornalai.e che poi lasciano tutti i commenti dei galletti che si beccano a vicenda per cancelare solo quelli in cui li si definisce incompetenti, prezzolati e faziosi....ottimo lavoro!!!
          • un OT scrive:
            Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
            E dare per primo il buon esempio, contribuendo o con l'astensione o con l'autocensura?
          • Stein Franken scrive:
            Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
            Ti sei dimenticato di scusarti che sei OT. ;)
          • un OT scrive:
            Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
            comincia a scusarti tu per l'ennesimo post del BIP!
          • Sergio Gallo scrive:
            Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
            non posso risponderti come meriti, poiche non hai manco la dignità di firmarti.comunque, tipo anonimo, dopo aver censurato il tuo nome, puoi continuare anche con tutto il resto?
          • un OT scrive:
            Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
            - Scritto da: Sergio Gallo
            non posso risponderti come meriti, poiche non hai
            manco la dignità di
            firmarti.
            detto da uno che è anonimo tanto quanto, vale come il 2 di picche
            comunque, tipo anonimo, dopo aver censurato il
            tuo nome, puoi continuare anche con tutto il
            resto?certo caro tipo anonimo, mostrami l'esempio.
          • smemobox scrive:
            Re: PUNTO (dis)INFORMATICO
            - Scritto da: Sergio Gallo
            e che c'entra la moderazione:

            se "scrivi" un articolo, anzi copiaicolli una
            post da un blog in cui un demente spiega che
            facendo una combo degna di un maestro della
            scuola di hokuto, è riuscito a mandare in crash
            la beta di un OS che ha sei giorni di
            vita...

            1 - sei un incompetente
            2 - sei poco professionale
            3 - forse la casa concorrente all'OS in questione
            ti ha staccato un
            assegno
            4 - è OVVIO che alimenterai un vespaio di
            commenti di sfigati che si accapigliano su quale
            OS è
            meglio

            A quel punto la moderazione è cosa inutile, è
            come sperare di spegnarere l'incendio che tu
            stesso hai appiccato nella foresta umbra, con
            mezza lattina di
            fantabellissimo il paragone con la fanta.
  • stefano sky scrive:
    bello se e' vero...mi manca proprio
    ..la schermata blu di windows secondo me la mettono apposta proprio perche' ormai fa parte del s.o. , gli utenti sono troppo affezionati :-)
    • Stein Franken scrive:
      Re: bello se e' vero...mi manca proprio
      Con un tool potevi anche cambiare il colore :D ma penso solo da Win 2000 in avanti
  • Sergio Gallo scrive:
    PUNTO (dis)INFORMATICO
    è davvero triste:leggo PI da molto tempo e negli ultimi tempi mi stavo acorgendo che qualcosa non andave nel verso giusto:un presunto "esperto legale" si vanta come un demente per essersi prestato ad una campagna pubblicitaia di bassa lega di mediaset che per fare un pochetto di rumore cita per danni Google/youtube (sapendo di perdere, oviamente, ma che ce frega: facciamo parlare un po' di noi!)poi svariati salamelecchi agli oggettini di casa Apple, senza soluzione di continuità: L'iphone è figo, il mac Air è meraviglioso, il macbookpro senza firewire è ancora più bello....eccetera...ma oggi si è davvero tocato il punto più basso e infantile nella "comunicazione informatica"Questo imbrattacarte (che non si firma nemmeno) ha avuto il coraggio di scrivere un "notizia" su un bug che affligge una versione beta di un sistema operativo rilasciata da sei giorni!ma scherziamo?ma che notizia sarebbe?che cacchio vuol dire?adesso finalmente realizzo che Punto informatico altro non è che un bloghetto manutenuto da tre o quattro ragazzini che stanno ancora a menarsela su quale OS sia migliore o peggiore, non esiste nessuna redazione di una seria testata che oserebbe pubblicare una XXXXXta simile senza scusarsi e calciare a calci il cerebroleso che l'ha scritta!queste gazzarre sono degne di forum per ragazzini disadattati e non certo di un "quotidiano informatico" che si rispetti.Fate attenzione, ragazzi cari... e non fatevi tirare dentro a queste gazzarre da pollaio che vogliono propinarvi per informazione (nella migliore delle ipotesi dettate solo da incompetenza informatica e giornalistica.... nella peggiore, regolate da pagamenti in denaro melamorsicato alla ignobile penna che ha copiaincollato la "notiziona").buona vita a tuttianche al blogghetto Puntinformatico
  • Orribile Vista scrive:
    il mio primo BSOD su Vista
    http://www.downgrade-vista.comA me la prima schermata blu su VISTA (!!!)e' apparsa 5 minuti prima dopo aver compratoil mio costosissimo acer 6930g Ero veramente disperato.Mi veniva voglia di piangere,buttare il computer dalla finestra.Era un computer nuovissimo, fighissimo,e ogni volta mi dava schermata blu.Ho scoperto che era il mouse nuovo di zecca...Ho preso e ho downgradato tutto ! ! !Da allora nessun problema. :-)))
    • Ahi ahi scrive:
      Re: il mio primo BSOD su Vista
      "e' apparsa 5 minuti prima dopo aver comprato"prima o dopo ? :-DDD
    • ruppolo scrive:
      Re: il mio primo BSOD su Vista
      - Scritto da: Orribile Vista
      http://www.downgrade-vista.com


      A me la prima schermata blu su VISTA (!!!)

      e' apparsa 5 minuti prima dopo aver comprato

      il mio costosissimo acer 6930g
      Ah, quello col pannello LCD dei televisori (rotfl)
    • -ToM- scrive:
      Re: il mio primo BSOD su Vista
      - Scritto da: Orribile Vista
      A me la prima schermata blu su VISTA (!!!)
      e' apparsa 5 minuti prima dopo aver comprato
      il mio costosissimo acer 6930g

      Ero veramente disperato.

      Ho scoperto che era il mouse nuovo di zecca...

      Ho preso e ho downgradato tutto ! ! !bastava un upgrade del mouse.
    • lroby scrive:
      Re: il mio primo BSOD su Vista
      - Scritto da: Orribile Vista
      A me la prima schermata blu su VISTA (!!!)

      e' apparsa 5 minuti prima dopo aver comprato

      il mio costosissimo acer 6930g se compri la M***A e' un problema tuo..
      Ero veramente disperato.

      Mi veniva voglia di piangere,x il c...o di pc che hai comprato?
      Ho scoperto che era il mouse nuovo di zecca...era difettoso o cosa?

      Ho preso e ho downgradato tutto ! ! !hai downgradato il mouse, il s.o. o il pc? cioé del tipo che l'hai fatto diventare un Pentium2 con 128mb di ram?
      Da allora nessun problema. :-)))credici.. che continuerá a lungo.. lolLROBY
  • Happy Feet is dead scrive:
    Povera gente...
    Che matassa di povera (mentalmente) gente che gira su PI... e articoli come questo li attira a dovere. :)
    • Ahi ahi scrive:
      Re: Povera gente...
      Un benvenuto anche a te.
      • Happy Feet is dead scrive:
        Re: Povera gente...
        BeneAndato volevi dire?Visto che un po' di volte ho partecipato a queste discussioni, ho realizzato che parlare con sta "gente" è solo una perdita di tempo che non porta a nulla di costruttivo.Comunque ogni tanto mi capita di: Ah una notizia su un OS... andiamo a farci due risate con le cagate che scrivono i soliti troll/flammatori/funboy e via dicendo.
  • Stein Franken scrive:
    Solite trollate dai "noti"
    Si parla della schermata blu e del fatto che comunque è qualcosa di così diffuso che tutti sanno di cosa si sta parlando :D per chi è pro-M$, tanto vale scherzarci su.Però saltano fuori discussioni sulle vendite, sul fatto che vista è obbligato nei portatili. Oppure sul software che funziona su Windows oppure no. Si parla si OSX, di Linux e cosi via. E mi chiedo: che cavolo c'entra?
    • dont feed the troll scrive:
      Re: Solite trollate dai "noti"
      A te che te ne frega di che si parla?Tanto intervieni solo per insultare...
      • Stein Franken scrive:
        Re: Solite trollate dai "noti"
        Guarda che era riferito proprio a gente come te.E poi ci si domanda come mai i commenti di PI sono pieni di troll...Almeno cerca di avere un po' di rispetto per chi frequenta questo sito, e cercare di rimanere in linea con l'articolo.
    • Abbasso Microsoft scrive:
      Re: Solite trollate dai "noti"
      In effetti a volte noto un partito di parte pro microsoft.Fai i nomi pero'.Sono curioso di sapere chi e' pagato da microsoft.
    • un OT scrive:
      Re: Solite trollate dai "noti"
      Leggo il tuo post e mi chiedo che cavolo c'entra?In fondo siamo in un forum aperto a tutti e le discussioni possono giustamente svilupparsi oltre al letterale contenuto della news e senza andare OT.E mi scuso per questo OT
      • dont feed the troll scrive:
        Re: Solite trollate dai "noti"
        - Scritto da: un OT
        Leggo il tuo post e mi chiedo che cavolo c'entra?Niente è solo un troll di quelli che fanno comodo alla redazione.
        • Stein Franken scrive:
          Re: Solite trollate dai "noti"
          Ti senti preso particolarmente in causa?La netiquette non è qualcosa da mangiare...
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Solite trollate dai "noti"
            Non mi avevi "plonkato"?
          • Stein Franken scrive:
            Re: Solite trollate dai "noti"
            OT nell'OT? Nuovo record :D
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Solite trollate dai "noti"
            Non ti resta che smetterla, ordunque.
          • Stein Franken scrive:
            Re: Solite trollate dai "noti"
            Fammi capire, "dont feed the troll" che significa in italiano? (rotfl) (il bello è che mi hai giudicato un troll)LOL!
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Solite trollate dai "noti"
            Che ti faccio trottare a piacimento.
          • Stein Franken scrive:
            Re: Solite trollate dai "noti"
            Sei il mio giocattolino per quando devo passare il tempo (rotfl) è sempre un piacere sentirti scattare in tempo di record.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Solite trollate dai "noti"
            Lo specchio riflesso tra i troll, tra i queli è evidente tu ti voglia fare una nomea, è indice di debolezza.-/-- (cit)
          • Stein Franken scrive:
            Re: Solite trollate dai "noti"
            Non posso certo competere con un master troll come te ;)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Solite trollate dai "noti"
            - Scritto da: Stein Franken
            Non posso certo competere con un master troll
            come te
            ;)Questo era evidente sin dall'inizio.
          • Stein Franken scrive:
            Re: Solite trollate dai "noti"
            Quindi ti sei appena dichiarato un troll :)Ok, avrò scoperto l'acqua calda, ma fa sempre piacere una confessione in piena regola.
      • Stein Franken scrive:
        Re: Solite trollate dai "noti"
        Ma almeno hai letto quello che ho scritto? (rotfl)
        • un OT scrive:
          Re: Solite trollate dai "noti"
          Leggo anche questo tuo post e, come per precedente, mi chiedo: che cavolo c'entra?Riscusate per l'OT
          • Stein Franken scrive:
            Re: Solite trollate dai "noti"
            Semplice, leggi i commenti sopra il mio.Dimmi quanti ne trovi OT e quanti "IT". Perchè con tutto il rispetto, ma se mi dici che tutti i post sopra non sono OT, è negare l'evidenza.
          • myself scrive:
            Re: Solite trollate dai "noti"
            avete rotto.... entrambi
  • Giuseppe Rossi scrive:
    Sai che novità !
    Mai è mancata in nessuna versione, sai la novità !Poca fantasia per scrivere un articolo nuovo vero ?
  • markingegno scrive:
    Appare la schermata blu in Win7 quando
    ...si tenta di installare SuperAntispyware.A me è sucXXXXX solo in questo caso(finora).Ho riprovato ma appena tento con SuperAntispyware si schianta di nuovo.
    • rock3r scrive:
      Re: Appare la schermata blu in Win7 quando
      - Scritto da: markingegno
      ...si tenta di installare SuperAntispyware.A me è
      sucXXXXX solo in questo caso(finora).Ho riprovato
      ma appena tento con SuperAntispyware si schianta
      di
      nuovo.non è che superantispyware tenta di installare qualche driver o qualche hook sul kernel e incasina tutto? alla fine sono quasi sempre quelli i problemi, se un sw non è ancora stato testato su un so nuovo...
  • Nicola scrive:
    non capisco il senso della notizia
    de che stamo a parla?veramente non c'è nulla di più utile di cui parlare?
    • Claudio scrive:
      Re: non capisco il senso della notizia
      win7 e' probabilmente solo win95 mascherato :)magari e' la volta buona che la Microsoft smette di fare Sistemi operativi!
    • pippo75 scrive:
      Re: non capisco il senso della notizia
      - Scritto da: Nicola
      de che stamo a parla?
      veramente non c'è nulla di più utile di cui
      parlare?perchè windows 7 in questo periodo tira.
      • -ToM- scrive:
        Re: non capisco il senso della notizia
        - Scritto da: pippo75
        perchè windows 7 in questo periodo tira.potevano fare almeno un articolo divertente, un articolo che magari ai nostalgici averbbe fatto pensare ai tempi andati e tutte le varie peripezie, un articolo che magari puntava di più a mostrare i gadget più divertenti.Sono sempre in disaccordo con chi dice che PI scrive articoli sugli OS solo per riempire il forum, ma questa volta ci sono i presupposti.PS.: se vedessi su "7" le stesse BSOD di Vista e XP, ne comprerei due di licenze.
  • Davide scrive:
    MAC 4ever
    Ho un MacBook Pro 2,8 Ghz 4G RAMci gira OSX 10.5 + Vista, XP, Ubuntu e Ubuntu server (e certe volte li faccio girare contemporaneamente )se si "rompe" xp o vista rimpiazzo l'immagine disco pulito con programmi già installati... e gli copio i file che si bekappano in automatico su osx ogni 24 ore ....credo che non si può chiedere di più da un Computer la soluzione ideale ? .... Mac + Virtualizzatore e BoatCamp
    • Max-B scrive:
      Re: MAC 4ever
      - Scritto da: Davide
      la soluzione ideale ? .... Mac + Virtualizzatore
      e
      BoatCampSempre che non ti compaia il Black Screen of Death di OSXhttp://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/0/04/MacOSX_kernel_panic.pngciao,Max
      • Cavallino scrive:
        Re: MAC 4ever
        - Scritto da: Max-B
        - Scritto da: Davide

        la soluzione ideale ? .... Mac + Virtualizzatore

        e

        BoatCamp

        Sempre che non ti compaia il Black Screen of
        Death di
        OSX
        http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/0/04


        ciao,
        MaxSi ne ho sentito parlare ma in 20 anni che utilizzo (con somma gioia) l'OS di apple non ne ho mai vista una dal vero.... 8-o
        • Max-B scrive:
          Re: MAC 4ever
          - Scritto da: Cavallino
          Si ne ho sentito parlare ma in 20 anni che
          utilizzo (con somma gioia) l'OS di apple non ne
          ho mai vista una dal vero....La prima beta di OSX è uscita nel 2001, quindi il tuo orologio corre un po' troppo in fretta Cavallino.Il mio primo computer era un LC630, poi ho avuto un iMac G3 e poi un PowerBook G4 500. Escludendo il primo, che usava MacOS9, le schermate nere le ho viste sia nell'imac (sul quale ho installato la beta di OSX appena fu disponibile) che nel powerbook. In quest'ultimo con una certa frequenza.Ora utilizzo GNU/Linux in modo esclusivo senza particolari problemi tuttavia, posso dire sulla base della mia esperienza personale, che qualunque sistema può andare in kernel panic. OSX compreso.Sventolare ora la propria bandiera (come ho letto in molti commenti) perchè la prima beta di Windows 7 è andata in kernel panic mi pare un po' prematuro. Si intende: è prematuro anche se si sventola la mia bandiera preferita: cioè quella di GNU/Linux.ciao,Max
          • Ahi ahi scrive:
            Re: MAC 4ever
            - Scritto da: Max-B
            - Scritto da: Cavallino

            Si ne ho sentito parlare ma in 20 anni che

            utilizzo (con somma gioia) l'OS di apple non ne

            ho mai vista una dal vero....

            La prima beta di OSX è uscita nel 2001, quindi il
            tuo orologio corre un po' troppo in fretta
            Cavallino.
            A memoria: è del settembre-ottobre 2001, almeno la Public beta, dato che la 10.0 era del 2001
            Il mio primo computer era un LC630, poi ho avuto
            un iMac G3 e poi un PowerBook G4 500. Escludendo
            il primo, che usava MacOS9, le schermate nere le
            ho viste sia nell'imac (sul quale ho installato
            la beta di OSX appena fu disponibile) che nel
            powerbook. In quest'ultimo con una certa
            frequenza.
            Ehm prima del 10.3 le schermate del kernel panic erano righe sovrascritte sullo schermo in uso e quindi non per forza nere
            Ora utilizzo GNU/Linux in modo esclusivo senza
            particolari problemi tuttavia, posso dire sulla
            base della mia esperienza personale, che
            qualunque sistema può andare in kernel panic. OSX
            compreso.
            Soprattutto la public beta e la 10.0 che era inutilizzabile
            Sventolare ora la propria bandiera (come ho letto
            in molti commenti) perchè la prima beta di
            Windows 7 è andata in kernel panic mi pare un po'
            prematuro. Si intende: è prematuro anche se si
            sventola la mia bandiera preferita: cioè quella
            di
            GNU/Linux.
            ciao,
            Maxmah considerato che è un vista rivisto...non è comparabile alla public beta di OSX di 10 anni fa.
          • Ahi ahi_errata corrige scrive:
            Re: MAC 4ever


            Ehm prima del 10.3 le schermate del kernel panic
            erano righe sovrascritte sullo schermo in uso e
            quindi non per forza
            nere
            Correzione d'obbligo: prima della 10.2 non della 10.3!
      • ciao scrive:
        Re: MAC 4ever
        - Scritto da: Max-B
        - Scritto da: Davide

        la soluzione ideale ? .... Mac + Virtualizzatore

        e

        BoatCamp

        Sempre che non ti compaia il Black Screen of
        Death di
        OSX
        http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/0/04


        ciao,
        MaxAspetta aspetta che la voglio vedere anch'io ..... ah ecco com'é la schermata sul MAC, sorry ma pensavo fosse una leggenda metropolitana. ;)A parte gli scherzi , fortunatamente non l'ho mai vista.
    • Luigi scrive:
      Re: MAC 4ever
      Lasciamo perdere il mito per il quale Mac sia meglio di Windows. Lo dico da tecnico e da Mac user: a perità di frequenza del proXXXXXre, Windows è molto più veloce. Inoltre, OSX Leopard non è così stabile come sembrerebbe (crea problemi sulla riparazione dei permessi e non supporta Firefox a dovere) almeno su sistemi G4 e G5. Diciamo che i blocchi di sistema esistono ed esisteranno sempre e ovunque.
  • UnoDeiTanti scrive:
    Hit Parade 2009
    Quest'anno scatta il premio per l'articolo più trash di Punto Informatico.Al 1 posto attualmente non può che esserci questa *non* notizia. Vedremo se questo mese ci sarà di peggio!
  • dovella scrive:
    New NUMA Support with Windows 7 and Wind
    The 64-bit versions of Windows 7 and Windows Server 2008 R2 support more than 64 Logical ProXXXXXrs (LP) on a single computer using Non-Uniform Memory Access (NUMA) hardware architectures. New commodity systems are now appearing that leverage NUMA chipset architectures. Many high-end server-class solutions may need to be architected with NUMA awareness in order to achieve linear performance scaling on such systems. Parallel Computing and High Performance Computing solution developers may also find NUMA awareness essential for performance scalability. This is a multi-part series illustrating concepts documented in detail at New NUMA Support with Windows Server 2008 R2 and Windows 7 - Home. See the related sessions on Channel9 via w2k8r2 | Tags | Channel 9.http://channel9.msdn.com/posts/philpenn/New-NUMA-Support-with-Windows-7-and-Windows-Server-2008-R2-PM-Talk/
    • pabloski scrive:
      Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind
      e quindi?linux li supporta da 15 anni
      • Gurzo2007 scrive:
        Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind
        be facile per un os nato su base unix, architettura nata per tutto tranne ke per pc desktop
        • pabloski scrive:
          Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind
          mmm se è un architettura non adeguata ai desktop, allora MacOS che ci fa sui desktop?e tutti sono d'accordo nel dire che è molto più user friendly di Windows
          • advange scrive:
            Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind

            mmm se è un architettura non adeguata ai desktop,
            allora MacOS che ci fa sui
            desktop?

            e tutti sono d'accordo nel dire che è molto più
            user friendly di
            WindowsChe delusione: la risposta più ovvia è "Ma allora XP, Vista e 7 che sono basati su NT fanno schifo! Aridatece 98!"
        • chojin scrive:
          Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind
          - Scritto da: Gurzo2007
          be facile per un os nato su base unix,
          architettura nata per tutto tranne ke per pc
          desktopWindowsNT è basato su VMS, non molto diverso da Unix, ai tempi delle CPU Alpha era considerato anche superiore, motivo per cui venne progettato. Non è che NT non potesse prima del prossimo aggiornamento supportare adeguatamente le architetture NUMA, è stata la Microsoft ad impedirlo di fatto, limitando le caratteristiche VMS insite nell'architettura NT. Molto probabilmente per due fattori direi: 1) Lucrare sul costo delle licenze il più possibile; 2) Ridurre i tempi e costi di R&D per garantire la compatibilità della moltitudine di API Windows innestate negli anni in NT a vari livelli di complessità.
    • Marcello Romani scrive:
      Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind
      Esiste una modalità di installazione senza grafica (l'equivalente di installare una distro linux senza server x) ?Inoltre gnu/linux supporta da molti anni le architetture numa (mi viene in mente in questo momento ad esempio sgi altix 3000).Se la situazione fosse stata inversa i winari avrebbero detto "finalmente arrivate anche voi a supportare e architetture numa"...
      • anonimo pacifico scrive:
        Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind
        - Scritto da: Marcello Romani
        Esiste una modalità di installazione senza
        grafica (l'equivalente di installare una distro
        linux senza server x)
        ?Non è mai esistita perché l'obiettivo prefissato con Windows non era quello di vendere un OS server per smanettoni, ma un OS facile per qualsiasi utonto.Ergo, grafica, click, doppio-click e menate varie sono d'obbligo.
        • pabloski scrive:
          Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind
          - Scritto da: anonimo pacifico
          Non è mai esistita perché l'obiettivo prefissato
          con Windows non era quello di vendere un OS
          server per smanettoni, ma un OS facile per
          qualsiasi
          utonto.

          Ergo, grafica, click, doppio-click e menate varie
          sono
          d'obbligo.sono d'accordo ed è per questo che windows sui server è una XXXXXXX....serve solo a ritrovarsi con le schermate di errore di asp perchè il proXXXXX dell'interprete è morto inaspettatamente
        • Marcello Romani scrive:
          Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind
          Dimentichi gli effetti sonori, senza i quali notoriamente un server di rete non si avvia nemmeno... :-)
      • chojin scrive:
        Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind
        - Scritto da: Marcello Romani
        Esiste una modalità di installazione senza
        grafica (l'equivalente di installare una distro
        linux senza server x)
        ?

        Inoltre gnu/linux supporta da molti anni le
        architetture numa (mi viene in mente in questo
        momento ad esempio sgi altix
        3000).

        Se la situazione fosse stata inversa i winari
        avrebbero detto "finalmente arrivate anche voi a
        supportare e architetture
        numa"...http://apcmagpro.com/ws_2008__server_core.htmPaul Schnackenburg27 April 2008, 8:19 PMAnyone who has heard anything about Windows Server 2008 must know now theres a new Windows Server without windows. No GUI at all, just a command prompt.Windows Server 2008's Server Core provides a command prompt for local administration. The advantage of this setup is, in Microsoft-speak, is a "reduced attack surface" as well as increased stability. Another benefit is less software maintenance, since there should be less to patch with fewer installed components. It also takes up minimal disk space at just over 1 GB. The option of a totally unattended, scripted, automatic installation also provides for identical server clones to be easily configured.Microsoft sees Server Core being used in two scenarios: in high security environments and in large corporations where some of the network infrastructure roles could be best served by a minimalist OS.It's amazing to see Microsoft changing its tune -- the company with a GUI wizard for everything is suddenly promoting the command line like there are no mice left on the planet (think Power Shell). It's a smart option to provide, though: corporate IT departments frequently use scripts to automate tasks, while small businesses will still prefer the GUI approach.Server Core provides eight different roles: * DHCP server * DNS server * File server * Domain controller Active Directory Directory Service * Active Directory Lightweight Directory Service (formerly known as ADAM) * Web server (although ASP.NET isnt available) * Print Management * Windows Server Virtualisation, Hyper-V, due out six months after the release of Windows Server 2008This should cover a large proportion of "work horse" scenarios where Windows Servers are deployed.A number of features also work on Core: WINS, failover clustering, network load balancing, Backup and Bitlocker to mention a few.Server Core is an option during installation, not a separate version of the product (you don't buy Server Core separately). Theres no way to upgrade from Core to a full GUI version, nor is there a way to change from GUI to Core.Command-line-allergic administrators might think they can be saved using Remote Desktop to connect to the server. This still only gives you a command prompt, however. Your best bet for remote administration is to use the MMC associated with the specific role. A DNS server, for instance, can be managed using the normal DNS console.A few steps need to be completed on a fresh server core before any remote administration is possible. The local administrator password needs to be set using net user administrator *. After this, a fixed IP address should be set using Netsh interface ipv4 set address name, unless a DHCP assigned address works for you. Before the server can be joined to an existing domain, the right DNS server needs to be set with Netsh interface ipv4 add dnsserver name. OCSetup is the command to install roles in Core: start /w ocsetup DHCPServerCore, for instance, will install the DHCP server role. Theres also a script, Scregedit.wsf, that can be used to enable automatic updates and allow Terminal Services remote administration, among other things. OClist gives a list of all available roles and features, as well as showing which ones are installed.It's a surreal experience configuring a Server Core installation. Everything is difficult and commands that I rarely use have to be dusted off and checked for exact spelling before they'll work. Once it's all up and running though, it's easy to manage.One of the more useful roles in Core is domain controller. Imagine a branch office with limited physical security. The last thing you want to put there is a fully fledged domain controller - if it was stolen the thief would literally be able to find out anything about your network. Or a malicious user could use it to feed false data to AD or DNS. A Read Only Domain Controller, coupled with a Read Only DNS server and encrypted with Bitlocker, is designed for exactly this scenario, and as all these can run on Server Core this is the perfect branch office setup.Server Core will also be popular as a platform for Windows Server virtualization, due to its lower overhead.It remains to be seen over the years to come if Server Core is a hit or a fizzer. I suspect that large corporations will take Core to heart and use it in any situation where an easy-to-manage box providing one or a few infrastructure roles is desirable.
        • Marcello Romani scrive:
          Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind
          Molto interessante, grazie per le informazioni.C'è però una cosa che mi ha lasciato perplesso: in una parte dell'articolo si dice:
          Command-line-allergic administrators might think they can be saved using Remote Desktop to connect to the server. This still only gives you a command prompt, however. Your best bet for remote administration is to use the MMC associated with the specific role. A DNS server, for instance, can be managed using the normal DNS console.salvo poi scrivere più avanti:
          Theres also a script, Scregedit.wsf, that can be used to enable automatic updates and allow Terminal Services remote administrationSignifica che è possibile collegarsi con terminal services in modalità GUI al server oppure anche tramite questo script si arriva alla fine soltanto ad un command prompt ?Rimane il fatto che la comodità e la versatilità offerte dall'accoppiata full command line OS + grafica avviabile come normale applicativo sono inarrivabili da un prodotto come questo "Core"...
    • H5N1 scrive:
      Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind
      Finalmente...
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind
      Se l'azienda dell'uomo più ricco del mondo arriva solo adesso nel 2009 ad offrire il supporto NUMA, già presente da anni su altri OS, allora vuol dire che sono messi proprio male!
    • Mr. X scrive:
      Re: New NUMA Support with Windows 7 and Wind
      Benvenuti nel presente... dove tutti gli altri OS gia lo fanno...Ma che c'incastra con la notizia?
  • H5N1 scrive:
    Str***ate
    Le BSOD non sono mai scomparse, nè in XP nè in Vista.Gradirei vedere la firma su questi articoli così saprei dare un nome a chi scrive tali idiozie...
    • attonito scrive:
      Re: Str***ate
      - Scritto da: H5N1
      Le BSOD non sono mai scomparse, nè in XP nè in
      Vista.
      Gradirei vedere la firma su questi articoli così
      saprei dare un nome a chi scrive tali
      idiozie...bravo, cos' gli arrivano maree di mail di gente che lo insulta... meglio un buon anonimato, no?
      • H5N1 scrive:
        Re: Str***ate
        Si prenda almeno le sue responsabilità... e le conseguenze che derivano dal dire XXXXXXXXX.
      • Angelo Russo scrive:
        Re: Str***ate
        In effetti non sono mai scomparse, però i sistemi M$ essendo diventati più stabili la propongono + difficilemnte rispetto al passato.
    • -ToM- scrive:
      Re: Str***ate
      - Scritto da: H5N1
      Le BSOD non sono mai scomparse, nè in XP nè in
      Vista.
      Gradirei vedere la firma su questi articoli così
      saprei dare un nome a chi scrive tali
      idiozie...beh, cè da fare una differenza fra quelle generate dal sistema e quelle generate dai drivers di terze parti e hardware difettoso
      • rock3r scrive:
        Re: Str***ate
        - Scritto da: -ToM-
        - Scritto da: H5N1

        Le BSOD non sono mai scomparse, nè in XP nè in

        Vista.

        Gradirei vedere la firma su questi articoli così

        saprei dare un nome a chi scrive tali

        idiozie...

        beh, cè da fare una differenza fra quelle
        generate dal sistema e quelle generate dai
        drivers di terze parti e hardware
        difettosonon si sta trattando se la causa sia il so o altro; in ogni caso le bsod/kernel panic è il sistema che le lancia per proteggere l'hw
        • -ToM- scrive:
          Re: Str***ate
          - Scritto da: rock3r
          non si sta trattando se la causa sia il so o
          altro;Beh, io credo che sia rilevante invece.
          in ogni caso le bsod/kernel panic è il
          sistema che le lancia per proteggere
          l'hwsi, questo è ben noto ai pochi eletti ;)
    • Stein Franken scrive:
      Re: Str***ate
      I sistemi di "protezione" come il BSOD (si, in pratica ferma l'OS quando c'è qualcosa che non va, anche se teoricamente potrebbe riprendere, ma con gravi rischi, tipo un driver impazzito che scrive a casaccio su un hd...) ci sono in tutti gli OS.
      • H5N1 scrive:
        Re: Str***ate
        La mia critica è mirata ed esatta.BSOD sono peculiari dei sistemi Windows: sono Blu e sono strutturate in una maniera predefinita (codice errore, indirizzo di allocazione, eventuale modulo che ha generato l'eccezione etc...).La mia critica si riferisce al fatto che BSOD non è mai scomparso dai sistemi Windows, mentre dall'articolo sembra emergere che Windows XP ne aveva minimizzato l'uso (in verità in numero ne esistono, per codice d'errore, quanto per il 2000) e che in Vista non ve ne fosse quasi traccia.C'è da sottolineare, comunque, che tali schermate di errore sono SEMPRE generate dal sistema, o meglio, dal controllo di debug del sistema QUANDO incontra un eccezione non gestita per la quale E' SUPPONIBILE una certa interazione con l'hardware che POTREBBE rivelarsi dannosa a livello sia fisico che software.In pratica se si verifica una delle condizioni PREVISTE, ma non GESTITE o GESTIBILI (ovvero il sistema NON sa come comportarsi di fronta all'eccezione), per non causare danni al sistema o all'hardware il sistema stesso si arresta e mostra il PERCHE' dell'arresto.Tutto qui.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 gennaio 2009 16.51-----------------------------------------------------------
  • jcoltrane scrive:
    Anche su vista con la Chiavetta ONDA
    Io lo schermo blu l'ho visto molte volte anche con Vista, colpa della chiavetta Onda che viene data dalla TIM con Maxi Alice 100. Basta navigare in rete e fare qualcosa che richieda molte risorse come ad esempio masterizzare un CD e compare la bella schermata blu!Quindi se per caso decidete di farvi una chiavetta HSDPA assicuratevi che sia Huawei, che la Onda poi di problemi oltre allo schermo blu ne dà tanti altri.
    • PO73 scrive:
      Re: Anche su vista con la Chiavetta ONDA
      Quotoio continuo ad avere problemi su xp sp3 con la scheda PCMCIA Express (con adattatore per PCMCIA) di Onda...A volte mi basta inserirla per avere la fatidica schermata...La Onda minimizza e dice (in pratica) che è colpa mia, ma direi che se aggiornasse i suoi driver e sw di gestione forse sarebbe meglio...- Scritto da: jcoltrane
      Io lo schermo blu l'ho visto molte volte anche
      con Vista, colpa della chiavetta Onda che viene
      data dalla TIM con Maxi Alice 100. Basta navigare
      in rete e fare qualcosa che richieda molte
      risorse come ad esempio masterizzare un CD e
      compare la bella schermata
      blu!
      Quindi se per caso decidete di farvi una
      chiavetta HSDPA assicuratevi che sia Huawei, che
      la Onda poi di problemi oltre allo schermo blu ne
      dà tanti
      altri.
    • DarkSchneider scrive:
      Re: Anche su vista con la Chiavetta ONDA
      - Scritto da: jcoltrane
      Io lo schermo blu l'ho visto molte volte anche
      con Vista, colpa della chiavetta Onda che viene
      data dalla TIM con Maxi Alice 100. Basta navigare
      in rete e fare qualcosa che richieda molte
      risorse come ad esempio masterizzare un CD e
      compare la bella schermata
      blu!
      Quindi se per caso decidete di farvi una
      chiavetta HSDPA assicuratevi che sia Huawei, che
      la Onda poi di problemi oltre allo schermo blu ne
      dà tanti
      altri.Contatta la TIM o cerca driver più aggiornati. ONDA fornita con H3G va perfettamente con Vista. L'unico problema è che crea ogni volta una nuova connessione ed ogni volta compare UAC che chiede di scegliere il tipo di rete (Home, Office, Public)
      • ullala scrive:
        Re: Anche su vista con la Chiavetta ONDA
        - Scritto da: DarkSchneider
        - Scritto da: jcoltrane

        Io lo schermo blu l'ho visto molte volte anche

        con Vista, colpa della chiavetta Onda che viene

        data dalla TIM con Maxi Alice 100. Basta
        navigare

        in rete e fare qualcosa che richieda molte

        risorse come ad esempio masterizzare un CD e

        compare la bella schermata

        blu!

        Quindi se per caso decidete di farvi una

        chiavetta HSDPA assicuratevi che sia Huawei, che

        la Onda poi di problemi oltre allo schermo blu
        ne

        dà tanti

        altri.

        Contatta la TIM o cerca driver più aggiornati.
        ONDA fornita con H3G va perfettamente con Vista.
        L'unico problema è che crea ogni volta una nuova
        connessione ed ogni volta compare UAC che chiede
        di scegliere il tipo di rete (Home, Office,
        Public)La chiavetta "che crea ogni volta una nuova connessione" ????(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)homamma!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)E io povero XXXXX che pensavo che fosse il software (magari del piffero!) fornito (o mal fornito e mal pensato)...Non c'è limite ai "miracoli" oggigiorno....
        • DarkSchneider scrive:
          Re: Anche su vista con la Chiavetta ONDA
          - Scritto da: ullala
          La chiavetta "che crea ogni volta una nuova
          connessione"
          ????
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          homamma!
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          E io povero XXXXX che pensavo che fosse il
          software (magari del piffero!) fornito (o mal
          fornito e mal
          pensato)...

          Non c'è limite ai "miracoli" oggigiorno....Dai non attaccarti alle minime bischerate! Hai capito benissimo cosa intendo. In ogni caso se ti fa piacere hai ragione è il sw di connessione fornito con la chiavetta a creare ogni volta una nuova connessione e non a crearne una salarla e utilizzare sempre quella. In ogni caso per quanto pessimo sia il SW funziona e il driver non provoca BSOD. Meglio così?
  • thomas carnacki scrive:
    vecchi tempi
    Rivoglio il buon vecchio Guru Meditation....
    • Cognome e nome scrive:
      Re: vecchi tempi
      [img]http://media.arstechnica.com/journals/microsoft.media/540/Guru_meditation.gif" [/img]... :)
      • Sviluppator e scrive:
        Re: vecchi tempi
        - Scritto da: Cognome e nome
        [img]http://media.arstechnica.com/journals/microso
        ... :)questo si che era un messaggio simpatico! :))
    • -ToM- scrive:
      Re: vecchi tempi
      - Scritto da: thomas carnacki
      Rivoglio il buon vecchio Guru Meditation....rispetto fratello.
  • a n o n i m o scrive:
    Fanboy, guardatevi attorno
    leggetevi i commenti di oggi:c'è una categoria che se l'è presa per un articolo soft come questo, gli stessi che iniziano i loro offesi post con "Si ma anche su mac|linux..." gli stessi che senza ritegno sono i primi ad andare OT salvo poi lamentarsi se vengono insultati...m$Funboy fate pena , imparate l'autoironia!o in alternativa estinguetevi! 8)
  • Max3D scrive:
    Non vedo la novità
    Come tutti gli OS per PC basta saperlo configurare ed installare.Le schermate blu del resto sono semplicemente una segnalazione dell'OS per l'utente dove vengono indicati i problemi che hanno causato il crash. che siano driver, hardware difettosi, virus, o XXXXXX fatti dagli utenti, tirare fuori una schermata blu non è difficile del resto.Vorrei vedere se andassi a cancellare file di sistema da OSx cosa succederebbe :pDopo un'anno di Vista Home 64bit continuo a sostenere che la gente continua a pensare ai pc come se fossero un'apple, o una console, dove hardware e software sono sviluppati in una piattaforma standard.Far conviere smanettoni (e lamer che incasinano l'os per shottare la BSOD), 10000 case produttrici di HW e SW insieme e far si che tutto non salti per aria, non e' mai stata una cosa semplice :@
  • N.C. scrive:
    Il problema di Linux/Windows/Mac
    Una volta per tutte vorrei chiarire un mio punto di vista.Sui commenti di PI c'è sempre discussioni su quale sia meglio se Linux,Windows,Mac ... ma alla fine ognuno di questi s.o. ha dei punti a favore e sfavore .Alla fine dipende tutto dalle esigenze che ha una persona!!!! Smettiamoli di comportarci ( e mi includo così non si offende nessuno :) ) come dei bambini. Limitiamoci ad assalire quelli di PI quando non scrivono articoli corretti :pNon esiste un s.o. perfetto o migliore in assoluto altrimenti tutti lo userebbero .. o mi sbaglio ?? :D
    • Steve Austin scrive:
      Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
      Corretto, sopratutto per quel che riguarda i troppi insulti gratuiti.Credo che questo sito sia frequentato prevalentemente da professionisti dell'informatica ma a leggere i commenti certe volte sembra la 3za elementare piena di bambini che litigano per quale dei gormiti sia meglio.I post dovrebbero essere utili per cercare di capire più e non per portare avanti crociate pro uno o pro altro.Cmq la schermata blù é inquietante, speriamo trovino una soluzione.
      • cvb scrive:
        Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
        Vi state solo parando il c..o perchè c'havete la schermatabblù pure su 7!!!Io c'ho l'OSX più lungo del tuooooooooooVI
        Word!!!!!:p
    • Evk scrive:
      Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
      - Scritto da: N.C.
      Non esiste un s.o. perfetto o migliore in
      assoluto altrimenti tutti lo userebbero .. o mi
      sbaglio ??Sbagli: mica tutti sono consapevoli del perché utilizzano un sistema operativo. La maggioranza degli utonti PC non sa neppure che cos'è un sistema operativo.Sei davvero convinto che il mercato premia sempre i prodotti migliori?Tutto dipende dalla conoscenza e dall'informazione... dalla consapevolezza, insomma.In Italia, per fare un esempio, che livello di consapevolezza ritieni che ci sia a livello informatico? Guardati intorno...
    • panda rossa scrive:
      Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
      - Scritto da: N.C.
      Non esiste un s.o. perfetto o migliore in
      assoluto altrimenti tutti lo userebbero .. o mi
      sbaglio ??Ti sbagli.Avresti ragione se uno potesse scegliere il SO da installarsi, ma invece il SO e' preinstallato e quindi la maggioranza usa quello che c'e'.
      • Renji Abarai scrive:
        Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
        Si... alza le chiappe pure te assieme a don't feed the troll e all'altro ragazzino che si lamentava che i freedos non si trovano al supermercato.
        • H5N1 scrive:
          Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
          C'è parte di verità in molte affermazioni, ma nessuno detiene la verità assoluta.Considera che è obiettivamente difficile trovare un laptop, ad esempio, della qualità degli ultimi HP (doppio disco in RAID, acustica Altec-Lansing, scheda video NVidia etc...) che non abbia Vista preinstallato.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Questo perchè il mercato non lo richiede.Andando in un negozio di informatica un buon negoziante è a conoscenza di Laptop assemblabili con componentistica di marca (asus in primis) e con la possibilità di non acquistare l'OS.Ovviamente costerà qualcosa di più in quanto è un prodotto particolare, su richiesta e non assemblato di serie.
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            che cacchio c'entra l'assemblaggio di un portatile con l'os che monta?perchè devo pagare di più per avere qualcosa in meno?
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            per lo stesso motivo per cui se porti un 50 di piede non puoi lamentarti di non trovare le Nike.
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            ma che cacchio dici? che paragone è?il portatile non è diverso, non è un 50, è sempre un 42. solo non ha la suola!! (o sola... nel caso di win)
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            no.Il 42 è uno standard richiesto da una buona percentuale di clienti.Il 50 è l'eccezione.
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            o non capisci (e sarebbe preoccupante) o fai finta di non capire. (e ti si può solo compatire)il portatile è sempre quello, non è un prodotto diverso. la distinzione fra hardware e software almeno dovresti caXXXXX.il fatto che ci sia installato un os sopra non lo rende un portatile diverso, e il fatto che al 90% di utonti vada bene trovarci quell'os sopra neanche.smettila di arrampicarti sugli specchi e cerca di avere un minimo di onestà intelletuale una volta al mese.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            No il prodotto non è sempre quello.Vorresti che sia sempre quello. Ma non lo è.Come vedi ho specificato che puoi configurarlo a piacimento e quindi scegliere chassis, scheda madre, monitor, CPU, moduli di rete, etc.Tutto assemblato a mano e testato.Pensi che possa costare come uno prodotto in serie?
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            siamo d'accordo che se mi customizzo un portatile costa di più di uno prodotto in serie. non sto discutendo questo.io dico che un portatile prodotto in serie senza sistema operativo preinstallato (quindi senza licenza da pagare) deve costare meno dello STESSO portatile con os preinstallato.
          • cvb scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Lascia perdere ora ti dirà che il negoziante te lo vende piu caro cosi non avrà clienti inferociti che non sanno installare il so.Allora tu gli dirai "allora lo vedi che non ti danno scelta?"E lui ti risponderàa: ordinalo su internetb: non sono i negozianti che non te lo vendono ma il mercato che non lo chiede....Fidati è una battaglia persa, è più costruttivo installarsi msn messenger e cercare di convincere doretta82 a fare sesso virtuale con te.
          • ciao scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: ciccio pasticcio
            o non capisci (e sarebbe preoccupante) o fai
            finta di non capire. (e ti si può solo
            compatire)
            il portatile è sempre quello, non è un prodotto
            diverso. la distinzione fra hardware e software
            almeno dovresti
            caXXXXX.
            il fatto che ci sia installato un os sopra non lo
            rende un portatile diverso, e il fatto che al 90%
            di utonti vada bene trovarci quell'os sopra
            neanche.
            smettila di arrampicarti sugli specchi e cerca di
            avere un minimo di onestà intelletuale una volta
            al
            mese.Prova a chiedere una Fiat Panda senza la vernice , secondo me la paghi molto di piu'
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            secondo te il paragone fra hardware e software c'azzecca qualcosa con macchina e vernice? mi sembra rientrino entrambi nella categoria hardware.non sto chiedendo un portatile senza un'acXXXXXrio come può essere la scheda di rete. sto chiedendo un portatile senza software preinstallato.macchine e scarpe non c'azzeccano una beneamata ceppa
          • ciao scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: ciccio pasticcio
            secondo te il paragone fra hardware e software
            c'azzecca qualcosa con macchina e vernice? mi
            sembra rientrino entrambi nella categoria
            hardware.
            non sto chiedendo un portatile senza
            un'acXXXXXrio come può essere la scheda di rete.
            sto chiedendo un portatile senza software
            preinstallato.
            macchine e scarpe non c'azzeccano una beneamata
            ceppaVabbé se non vuoi capire chiudo,ciaoooo
          • BlueSky scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: ciao
            Vabbé se non vuoi capire chiudo,Secondo me sei tu a non voler capire. Ok la standardizzazione, ma per risolvere il problema basterebbe dare alla gente la possibilità di avere il rimborso di Windows se non lo vogliono, come del resto già dovrebbe essere. Il paragone con qualunque altra cosa non ha senso.
          • ciao scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: BlueSky
            - Scritto da: ciao

            Vabbé se non vuoi capire chiudo,

            Secondo me sei tu a non voler capire. Ok la
            standardizzazione, ma per risolvere il problema
            basterebbe dare alla gente la possibilità di
            avere il rimborso di Windows se non lo vogliono,
            come del resto già dovrebbe essere. Il paragone
            con qualunque altra cosa non ha
            senso.Configurazioni non standard , anche di livello inferiore allo standard , le paghi.Se,p.e., voglio un disco piú piccolo di quello che c'é montato LO PAGO, anche se é piu' piccolo.Dai , adesso dimmi che non centra una cippa questo esempio , cosí sei contento.
          • BlueSky scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: ciao
            Se,p.e., voglio un disco piú piccolo di quello
            che c'é montato LO PAGO, anche se é piu'
            piccolo.Non si tratta di voler qualcosa in più, in meno o di diverso. Se non voglio Windows lo posso cancellare ed HP, Dell o chi altro potrebbe tranquillamente rimborsarmi la licenza oem. 10, 20, 30 euro quello che è, è anche una questione di principio. Basterebbe questo. Dovrebbe già essere così, invece il rimborso della licenza di Windows non te lo danno.
          • Mr. X scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: ciao
            - Scritto da: BlueSky

            - Scritto da: ciao


            Vabbé se non vuoi capire chiudo,



            Secondo me sei tu a non voler capire. Ok la

            standardizzazione, ma per risolvere il problema

            basterebbe dare alla gente la possibilità di

            avere il rimborso di Windows se non lo vogliono,

            come del resto già dovrebbe essere. Il paragone

            con qualunque altra cosa non ha

            senso.

            Configurazioni non standard , anche di livello
            inferiore allo standard , le
            paghi.

            Se,p.e., voglio un disco piú piccolo di quello
            che c'é montato LO PAGO, anche se é piu'
            piccolo.

            Dai , adesso dimmi che non centra una cippa
            questo esempio , cosí sei
            contento.Non centra una cippa, una cosa è un componente diverso, che un bimbo cinese deve comunque sostituire sul tuo piccìUn conto è il sistema operativo, che può essere del tutto assente ed installato al primo avvio ed io posso decidere di non volerlo o meno, vedendomi restituita la differenza (o dando la differenza)E questo non vale solo per windows/linux.Se io volessi un portatile con vista ultimate anzichè home premium? non dovrebbe bastare il pagamento della differenza del prezzo di licenza per averlo?
          • BlueSky scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: Mr. X
            E questo non vale solo per windows/linux.
            Se io volessi un portatile con vista ultimate
            anzichè home premium? non dovrebbe bastare il
            pagamento della differenza del prezzo di licenza
            per averlo?Un po' come avviene, ad esempio, per quei pc dove al primo avvio devi decidere quale sistema operativo installare (Vista o XP, ma lo stesso valeva un tempo per 2000 o XP).
          • ruppolo scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: ciccio pasticcio
            smettila di arrampicarti sugli specchi e cerca di
            avere un minimo di onestà intelletuale una volta
            al
            mese.Parlare di onestà intellettuale e al tempo stesso affermare che il sistema operativo non cambia il portatile è una offesa all'intelligenza.L'intelligenza di un cervello, infatti, è come il sistema operativo di un computer.
          • pippo75 scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: ciccio pasticcio
            che cacchio c'entra l'assemblaggio di un
            portatile con l'os che
            monta?
            perchè devo pagare di più per avere qualcosa in
            meno?per lo stesso motivo che il riso sbucciato costa meno del riso con la buccia ( e dire che ha una lavorazione in più ).Perchè la farina integrale costa più di quella raffinata?Tutto dipende dalla richieste di mercato.
          • H5N1 scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: Renji Abarai
            [...]Andando in un negozio di informatica un buon
            negoziante[...]Cosa rara...
          • Senbee scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: Renji Abarai
            Questo perchè il mercato non lo richiede.Sai bene che non è vero, e le multe che la Microsoft mette addirittura a budget ne sono l'evidenza.
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
          Non nominare il nome di dio in vano.Cioè il mio.A leggere te sembra che il preinstallato non esista.Praticamente neghi l'evidenza.Lo scopo di questa menzogna sistematica quale sarebbe?Quello di cercare di far passar eil concetto che Vista è buono perchè usato dalla stragrande maggioranza delle persone e viceversa?Spero per te che ti pagano per questa opera di marketing, perchè altrimenti fare una tale figuraccia aggratis è veramente da stupidi
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: dont feed the troll
            Non nominare il nome di dio in vano.
            Cioè il mio.In vano? In che vano?Nel vano freezer?
            A leggere te sembra che il preinstallato non
            esista.
            Praticamente neghi l'evidenza.No neghi te l'evidenza che esistano le macchine freedos e volete la pappetta pronta.Se il 99% legge che sta acquistando un notebook con Win e non si lamenta perchè arriva a casa e fa quel che deve fare e l'1% piange... secondo te chi ha ragione?
            Lo scopo di questa menzogna sistematica quale
            sarebbe?
            Quello di cercare di far passar eil concetto che
            Vista è buono perchè usato dalla stragrande
            maggioranza delle persone e
            viceversa?No farti capire che neghi l'esistenza di una cosa?
            Spero per te che ti pagano per questa opera di
            marketing, perchè altrimenti fare una tale
            figuraccia aggratis è veramente da
            stupidiSono contento di non dare fondo alle tue sicurezze.
          • cvb scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac



            A leggere te sembra che il preinstallato non

            esista.

            Praticamente neghi l'evidenza.

            No neghi te l'evidenza che esistano le macchine
            freedos e volete la pappetta
            pronta.
            Se il 99% legge che sta acquistando un notebook
            con Win e non si lamenta perchè arriva a casa e
            fa quel che deve fare e l'1% piange... secondo te
            chi ha
            ragione?Prova a dirgli che per quel windows preinstallato stanno spendendo 50-100-150 euro in più(non conosco il prezzo esatto)prova a mettergli accanto un pc vuoto e vedi cosa scelgono.Ma no, fagli credere che non c'è scelta perchè l'alternativa è o comprarselo a pezzi o andare sulla cima del monte in quel negozietto aperto solo 1 volta al mese a mezzanotte.Prova a dirgli che possono comprarsi il pc vuoto e installarci windows piratato come faranno per tutti gli altri programmi a venire e vediamo se il 99% continua a sorridere.E' sull'ignoranza del cliente che si fa leva, non sulla sua capacità di scelta.quell'1% sa che c'è un'alternativa, l'altro 99% no.Ma che ci ragiono a fare con te, sei troppo tonto
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: cvb
            Prova a dirgli che per quel windows preinstallato
            stanno spendendo 50-100-150 euro in più(non
            conosco il prezzo esatto)prova a mettergli
            accanto un pc vuoto e vedi cosa
            scelgono.La differenza è nemmeno di 30 per una licenza originale.Vediamo cosa scelgono?Ah come? L'hanno fatta anche con i netbook la prova e quelli con linux sono venduti molto molto meno?
            Ma no, fagli credere che non c'è scelta perchè
            l'alternativa è o comprarselo a pezzi o andare
            sulla cima del monte in quel negozietto aperto
            solo 1 volta al mese a mezzanotte.Se vivi sull'Everest allora non hai a portata di mano nemmeno un supermercato.
            Prova a dirgli che possono comprarsi il pc vuoto
            e installarci windows piratato come faranno per
            tutti gli altri programmi a venire e vediamo se
            il 99% continua a sorridere.Istigazione al reato? E perchè?
            E' sull'ignoranza del cliente che si fa leva, non
            sulla sua capacità di scelta.
            quell'1% sa che c'è un'alternativa, l'altro 99% no.
            Ma che ci ragiono a fare con te, sei troppo tontoFortuna che ragiono io con te per volontariato.
          • cvb scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac

            Ah come? L'hanno fatta anche con i netbook la
            prova e quelli con linux sono venduti molto molto
            meno?Non ho parlato di linux ho parlato di pc vuoto.
            Se vivi sull'Everest allora non hai a portata di
            mano nemmeno un
            supermercato.Ah... illuminante....

            Prova a dirgli che possono comprarsi il pc vuoto

            e installarci windows piratato come faranno per

            tutti gli altri programmi a venire e vediamo se

            il 99% continua a sorridere.

            Istigazione al reato? E perchè?Ahahah non nel senso "diglielo" ma nel senso "se lo sapessero", certo che sei allucinante!!!

            E' sull'ignoranza del cliente che si fa leva,
            non

            sulla sua capacità di scelta.

            quell'1% sa che c'è un'alternativa, l'altro 99%
            no.

            Ma che ci ragiono a fare con te, sei troppo
            tonto

            Fortuna che ragiono io con te per volontariato.Non l'hai fatto neanche sta volta a quanto pare.La prossima volta parto con i disegnini magari ci arrivi
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: Renji Abarai
            - Scritto da: dont feed the troll

            Non nominare il nome di dio in vano.

            Cioè il mio.

            In vano? In che vano?
            Nel vano freezer?
            Si quello dove hai riposto il cervello e la dignità.


            A leggere te sembra che il preinstallato non

            esista.

            Praticamente neghi l'evidenza.

            No neghi te l'evidenza che esistano le macchine
            freedos e volete la pappetta
            pronta.Esistere non è sufficiente.Poi se già stato sbugiardato sul fatot che il parco macchine che non prevede Vista preinstallato è assolutamente incompleto e vetusto.
            Se il 99% legge che sta acquistando un notebook
            con Win e non si lamentanon si lamenta perchè non capisce cosa significa.Io che lo capisco mi lamento.
            perchè arriva a casa e
            fa quel che deve fare e l'1% piange... secondo te
            chi ha
            ragione?
            La ragione non è un fatto di numeri.Non lo è mai stato.Se il 51% degli italiani dice che i romeni sono tutti criminali, non vuol dire che lo siano sul serio.

            Lo scopo di questa menzogna sistematica quale

            sarebbe?

            Quello di cercare di far passar eil concetto che

            Vista è buono perchè usato dalla stragrande

            maggioranza delle persone e

            viceversa?

            No farti capire che neghi l'esistenza di una cosa?
            Per ora fai capire solo che sei un fan-boy che cavilla per non ammettere che il preinstallato droga il mercato ed è l'unico vero motivo della diffusione di Vista.
          • Stein Franken scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Ancora con sta storia?Certo che ne hai di tempo da perdere :DSe tanto ti rode, perchè non vai a fare una campagna contro queste cose? Stare a piagnucolare come un bambino non cambierà le cose.Quindi che senso ha continuare a rosicare?(comunque *plonk*)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Lo moderazione dovrebbe intervenire contro questo XXXXXXXXX che mi risponde solo per offendere e non da nessun contributo alla discussione.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Sebbene la redazione cancelli i miei messaggi in cui la invito a cancelalre gli insulti che questo XXXXXXXXX mi rivolge, compiendo un vero e proprio abuso, si rendendosi complice del reato di diffamazione che suddetto XXXXXXXXX commette nei miei confronti, resta il fatto che dovrebbe intervenire affinchè egli termini in questo atteggiamento CRIMINOSO nei miei confronti.Potete cancellarlo mille volte questo messaggio, resta il fatto che non tollero e non tollerero' + in nessun modo che tale soggetto continui a insolentirmi.Se la moderazione insisterà in questo atteggiamento, dovro' regolarmi di conseguenza.
          • Stein Franken scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Forse non ti stai accorgendo che quello in torto sei proprio tu.Tra l'altro ho solo detto che i tuoi deliri sul mercato non servono affatto, però continui imperterrito a tenere questa linea.Ah, sei comunque OT.
        • cvb scrive:
          Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
          Ancora che ce la meni con sta cosa!!!Straparli e parli pure a sproposito e ovviamente poi ti contraddici pure.Nel caso specifico che centra il fatto che, sbattendosi come un caimano, si possa trovare un pc con freedos preinstallato??? Qui si parlava di MAGGIORANZA e la maggioranza compra un pc al supermercato e usa il so che c'è senza fare ricerche su internet o altre menate.Quindi la tesi che "se un sistema fosse migliore di un altro per qualsiasi utilizzo tutti userebbero quello" è assolutamente sbagliata.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            la maggioranza non sa nemmeno installarsi o configurarsi l'OS.Ma questo non lo capisci.Anzi fa una cosa.Lamentati che al supermercato non vendono le Audi.
          • cvb scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Ok, forse sei stupido.Non capisci neanche i concetti semplici.Ora capisco perchè ti piace tanto windows.Ad ogni parola che dici, sempre con tanto sarcasmo, non ti rendi neanche più ridicolo... ormai sei solo deprimente.Lo capisci l'italiano?
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            e te lo capisci una cosa che si chiama mondo del lavoro?
          • cvb scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Lo vedi che ti contraddici?-La maggioranza ha ragione-ma la maggioranza è ignorante e non sa quel che fa-la maggioranza prende prodotti scadenti (e non un' Audi)Se la maggioranza non sa quello che fa e viene pilotata a comprare prodotti scadenti perchè non gli permettono di vedere l'esistenza dell'audi non puoi dire che la maggioranza ha ragionesemmai la maggioranza è vittima.E dato che in questo caso questo comportamento va a ledere anche me possessore di un audi(per l'imposizione di standard de facto come directx o doc,xls ecc ecc)io mi lamento!!
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Ti lamenti ma non fai nulla d'altro.Perchè i netbook e i notebook Freedos sono un flop commerciale?A sentire voi tutti dovrebbero prendere quelli.Anzi a sentire voi i Freedos devono avere un QuadCore, 4Gb ed essere Lenovo.Peccato che i notebook con maggiore vendita siano quelli con fascia 399-599 senza andare su proXXXXXri astrusi o tonnellate di ram.E li preferiscono ai Freedos con stesse caratteristiche.Perchè?Perchè nemmeno quella ALTISSIMA PERCENTUALE CHE SI LAMENTA non acquista tali prodotti e ripiega allora su quell'altro in maxi promozione?PERCHE' GLI IDEALI VENGONO DOPO IL PORTAFOGLI.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: Renji Abarai
            Ti lamenti ma non fai nulla d'altro.
            Perchè i netbook e i notebook Freedos sono un
            flop
            commerciale?
            A sentire voi tutti dovrebbero prendere quelli.
            Anzi a sentire voi i Freedos devono avere un
            QuadCore, 4Gb ed essere
            Lenovo.

            Peccato che i notebook con maggiore vendita siano
            quelli con fascia 399-599 senza andare su
            proXXXXXri astrusi o tonnellate di
            ram.
            E li preferiscono ai Freedos con stesse
            caratteristiche.
            Perchè?
            Perchè nemmeno quella ALTISSIMA PERCENTUALE CHE
            SI LAMENTA non acquista tali prodotti e ripiega
            allora su quell'altro in maxi
            promozione?

            PERCHE' GLI IDEALI VENGONO DOPO IL PORTAFOGLI.Ovviamente se mi rendi, non scrivo impossibile altrimenti inizi a cavillare, ESTREMAMENTE DIFFICOLTOSO trovare l'alternativa e inoltre se la trovo me la fai pagare inspiegabilmente di +, è ovvio che prendo la maxiofferta.Il punto è che anche la maxiofferta dovrebbe distinguere tra costo dell'hw e del sw, e nel caso che il preinstallato non lo voglio, farmi risparmiare anche 1 o 30 a 100 euro che siano.Se non lo fai, è dumping commericale, vietato da ogni normativa antitrust del pianeta.
          • cvb scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: Renji Abarai
            Ti lamenti ma non fai nulla d'altro.
            Perchè i netbook e i notebook Freedos sono un
            flop
            commerciale?Perchè non li vendono nei supermercati.
            A sentire voi tutti dovrebbero prendere quelli.
            Anzi a sentire voi i Freedos devono avere un
            QuadCore, 4Gb ed essere
            Lenovo.

            Peccato che i notebook con maggiore vendita siano
            quelli con fascia 399-599 senza andare su
            proXXXXXri astrusi o tonnellate di
            ram.Perchè li vendono nei supermercati.
            E li preferiscono ai Freedos con stesse
            caratteristiche.
            Perchè?Perchè li vendono nei supermercati.E costano poco.
            Perchè nemmeno quella ALTISSIMA PERCENTUALE CHE
            SI LAMENTA non acquista tali prodotti e ripiega
            allora su quell'altro in maxi
            promozione?Perchè non si parla di ideali ma di costi.Se costa meno ed è piu comodo compro, spiano reinstallo..e perdo la garanzia e l'assistenza.Se mi costa di più, mi lamento... altrimenti... di che mi lamento?Ma il discorso era di maggioranza oggi, sei fuori tema, non di scelta.la maggioranza è pilotata dalla disinformazione. E dall'impossibilità di scegliere una o l'altra cosa allungando la mano.Non posso credere che tu non capisca.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: cvb
            Non posso credere che tu non capisca.Infatti non è che non capisce, non vuole capire.Anzi fa finta di non capire.
          • ciao scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: cvb
            Lo vedi che ti contraddici?
            -La maggioranza ha ragione
            -ma la maggioranza è ignorante e non sa quel che
            fa
            -la maggioranza prende prodotti scadenti (e non
            un'
            Audi)

            Se la maggioranza non sa quello che fa e viene
            pilotata a comprare prodotti scadenti perchè non
            gli permettono di vedere l'esistenza dell'audi
            non puoi dire che la maggioranza ha
            ragione
            semmai la maggioranza è vittima.

            E dato che in questo caso questo comportamento va
            a ledere anche me possessore di un audi(per
            l'imposizione di standard de facto come directx o
            doc,xls ecc ecc)io mi
            lamento!!Se informi la maggior parte della gente che esistono altri sistemi e , per risparmiare qualche euro, riesci a convincerli a passare ad altro é meglio se sparisci dalla circolazione perché verrebbero a prenderti a calci nel XXXX."Rivoglio il mio XP!!!!!!" , la gente é cosí si abitua ad usare "bene" XP e se gli cambi qualcosa sono persi. Se poi gli monti Linux sono c*zzi acidi.
          • cvb scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Io non voglio evangelizzare nessunoMa lo scenario reale è"toh questo pc è vuoto e costa 50 euro in meno, posso installarci il mio xp piratato/linux/vista piratato, compro questo"E questo avrebbe una miriade di conseguenze:minori vendite di windowssviluppo di drivers per le diverse piattaformee questo creerebbe una maggiore compatibilità hwmettendo in moto tutta una serie di processi che riattiverebbero la concorrenza e una ridistribuzione di quote di mercatoSe poi vuoi negare che esista la pirateria beh... io metto un parruccone biondo in testa e pretendo di essere Moana Pozzi... chissà chi è piu credibile
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: cvb
            Io non voglio evangelizzare nessuno
            Ma lo scenario reale è
            "toh questo pc è vuoto e costa 50 euro in meno,
            posso installarci il mio xp piratato/linux/vista
            piratato, compro
            questo"
            E questo avrebbe una miriade di conseguenze:
            minori vendite di windows
            sviluppo di drivers per le diverse piattaforme
            e questo creerebbe una maggiore compatibilità hw
            mettendo in moto tutta una serie di processi che
            riattiverebbero la concorrenza e una
            ridistribuzione di quote di
            mercatoQuesto nel mondo dei tuoi sogni.Nella realtà tutti prendono una licenza originale per 30 di differenza.Mediamente incide del 10% su un portatile in sottocosto e economico fino a incidere del 5% su un notebook medio.30 euro per una licenza originale.E la gente ci ragiona su queste cose.
            Se poi vuoi negare che esista la pirateria beh...
            io metto un parruccone biondo in testa e pretendo
            di essere Moana Pozzi... chissà chi è piu
            credibile
          • cvb scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Certo, nei miei sogni... perchè nella realtà ci sono acquirenti ignoranti che sono la maggioranzanegozianti interessati che preferiscono non dare alternativeMS che spinge con i suoi metodi per mantenere la situazione..Altrimenti 30-40 euro di differenza su 400 (portatile di fascia bassa) allungando la mano sullo stesso scaffale farebbero effettivamente ragionare molta gente...
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            guarda puoi continuare il discorso finchè vuoi ma tanto i negozianti non vogliono rogne e continueranno a spingere Win proprio per questo motivo.Spigalo a un cliente di spendere alitri 300 euro per una retail dopo era andato casa con un FreeDos o un linux e poi torna tutto XXXXXXXXX.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 gennaio 2009 12.53-----------------------------------------------------------
          • cvb scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Ma come??? Adesso stai ammettendo che l'acquisto della maggioranza è pilotato dal negoziante?Ma come? non era quello che tutti desideravano?Forse dovresti fermarti, pensare a quello che vuoi dire e poi esprimerlo con parole semplici.Magari smetti di contraddirti in continuazione....
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            è tutto pilotato dalla richiesta del mercato.Se i negozianti avessero a disposizione gente che chiede continuamente i freedos allora li ordinerebbe.Ah già probabilmente voi pensate che i negozi ancora facciano magazzino.No. Comprano sul venduto e il giorno dopo hanno il materiale.Ovvio che se ogni 100 persone che vogliono un notebook capita 1 che vuole il freedos sa cosa acquista.Con i netbook basta vedere quel che è sucXXXXX.Negozi subissati di gente che non sapeva fare una cippa e tempo perso per i negozianti.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: Renji Abarai
            è tutto pilotato dalla richiesta del mercato.Se è vero che pochissimi richiedono freedos, o linux o niente, è FALSO che tutti gli altri richiedano Vista.Ergo se ne deduce che non è vero che c'è richiesta di SO di casa Redmond.Se tu avessi studiato un minimo di logica lo sapresti.I negozianti vendono quello che i produttori producono, un negoziante non puo' vendere un notebook senza Vista, perchè nella scatola che arriva, Vista è gia preinstallato.quindi banfare sui ragionamenti che fanno i negozianti è inutile, la Verità è che la clientela no nrichiede Vista e nemmeno i negozianti: gli uni e gli altri ordinano notebook e gli arrivano, e di conseguenza venodno o comprano notebook con Vista senza che nessuno lo abbia richiesto.
          • Stein Franken scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            A quando la crociata verso i negozi di informatica?
          • BlueSky scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: dont feed the troll
            quindi banfare sui ragionamenti che fanno i
            negozianti è inutile, la Verità è che la
            clientela no nrichiede Vista e nemmeno i
            negozianti: gli uni e gli altri ordinano notebook
            e gli arrivano, e di conseguenza venodno o
            comprano notebook con Vista senza che nessuno lo
            abbia richiesto.Anzi... molti chiedano i pc SENZA Vista, ma glielo rifilano comunque. Se fosse vero quanto detto da Ranji (ovvero che si vende quello che il mercato chiede) i pc sarebbero venduti con XP. Invece non è così. Quindi il sistema è di fatto imposto per logiche di ben altro tipo. La gente poi si fa il downgrade, anche se non potrebbe.
          • cvb scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            é la richiesta del mercato (maggioranza di pecore ignoranti)che è pilotataSe assumi che il cliente medio è ignorante devi assumere anche che ignori di non avere scelta.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            eh beh pinpiripettenuse pinpirepettepà!
          • AhiAhi scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            vai al CEPU...non è granché ma magari 2 concetti base di economia te li insegnano lo stesso.
          • cvb scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Oh mio dio ma davvero ho perso tempo con te?Buona giornata
          • AhiAhi scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            ma va la...la richiesta del mercato e vincolata dal monopolio dell'installato appunto perché manca la conoscenza delle alternative e perché "tutti hanno quello e gli mi passano il ciddi piratato e quel sw v'è solo per win [ndr e magari è pure una bufala]"È l'offerta che pilota la domanda, svegliati.Altrimenti mi spieghi dove starebbe la domanda di config hw più potenti solo per una simil-migliore versione di vista?suvvia scendi dal pero!
          • Senbee scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Hai ragione: sono i negozianti a spingere per l'acquisto di Win.Non il mercato.Vedo che, anche senza accorgertene, le cose alla fine le capisci.Sbagli però sui motivi per cui i negozianti spingono all'acquisto di Win. Ho lavorato in molti negozi e l'ordine era sempre lo stesso: "Parlate sempre male di Linux perché se vendiamo più Windows, a parte il guadagno per la licenza, ci portano molto di più il PC in assistenza e vendiamo anche tanti antivirus".
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Si come no.Crediamoci.Avendo a che fare con almeno 80 rivenditori sei l'unico che la pensa così.
          • Senbee scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Avendo a che fare con 80 rivenditori abbiamo capito perché dici tante inesattezze.Come darti torto? Devi pur sbarcare il lunario anche tu.Comunque ti giuro che è la verità: perlomeno dove ho lavorato io (almeno 6 piccoli/medi negozi con centro assistenza) si spinge moltissimo su Win. Anche perché il 70-80% delle assistenze consiste nella pulizia del sistema da virus e malware vario, e con Linux (e Mac) questo introito andrebbe perso completamente.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            vero fino a 8 anni fa quando il format era una cosa astrusa.Ora tutti hanno l'amico che formatta (ovvero mette il cd di windows e fa avanti avanti avanti) dopo aver messo su DVD o penna USB i dati importanti.Perlopiù i negozi campano in questo modo:5% vendita - 10% assistenze - 35% servizi e reti - 50% corsiQuello che ora permette di campare, visto l'arrivo dei supermercati e grandi distributori è il plus valore umano.E giustamente se lo fanno pagare bene.Pensa mo te quanto gliene frega di parlare male di linux!
          • Senbee scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            Le statistiche che dici non corrispondono alla mia esperienza: evidentemente viviamo in mondi distinti o le tue fonti sono sospette.Vai un un qualsiasi negozio e vedi i PC in assistenza: tutti da formattare o da disinfettare.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            espandere la ram, cambiare la scheda di rete, mettere un secondo disco.... ce ne sono di cose.E poi ovviamente le varie disinfestazioni e format.Ma sono più una rottura di balle che un guadagno.Reti, corsi e gare è quello che fa campare un negozio.
          • Senbee scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            No no, io sto parlando della percentuale di ASSISTENZE.Se togli il ramo "format e virus" una buona fetta di guadagno va via, è innegabile.E anche se non fosse così grande come fetta, quale imprenditore rinuncerebbe a un guadagno così facile?Ed è solo uno dei tanti esempi: oltre alle multe, al meccanismo dell'offerta che pilota la richiesta eccetera.L'assunzione per cui Windows ha meriti effettivi che ne determinerebbero il sucXXXXX sul mercato, è totalmente errata e non ci vuole un economista per dimostrarlo.È uno dei tanti casi (Norton per esempio, ma anche, che ne so, il VHS negli anni '80 che era il peggiore ma fu imposto sugli altri standard).
          • ciao scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: Senbee
            Hai ragione: sono i negozianti a spingere per
            l'acquisto di
            Win.
            Non il mercato.
            Vedo che, anche senza accorgertene, le cose alla
            fine le
            capisci.

            Sbagli però sui motivi per cui i negozianti
            spingono all'acquisto di Win. Ho lavorato in
            molti negozi e l'ordine era sempre lo stesso:
            "Parlate sempre male di Linux perché se vendiamo
            più Windows, a parte il guadagno per la licenza,
            ci portano molto di più il PC in assistenza e
            vendiamo anche tanti
            antivirus".Secondo me se ci metti Linux l'assistenza fa BOOOOOOM
      • H5N1 scrive:
        Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
        Aggiungo che molti non sanno neanche cosa sia un Sistema Operativo.Pensa che quando, a volte, chiedo che versione di MS Office hanno mi rispondono "Windows XP"! ;)
        • pabloski scrive:
          Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
          non provare a chiedergli che modello di computer hanno, altrimenti ti rispondono "Halo 3" :D
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            anche .aux non è male
          • pabloski scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            no quello non lo conoscono, perchè non potevi creare i file aux.txt :D
    • ruppolo scrive:
      Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
      - Scritto da: N.C.
      Una volta per tutte vorrei chiarire un mio punto
      di
      vista.
      Sui commenti di PI c'è sempre discussioni su
      quale sia meglio se Linux,Windows,Mac ... ma alla
      fine ognuno di questi s.o. ha dei punti a favore
      e sfavore
      .
      Alla fine dipende tutto dalle esigenze che ha una
      persona!!!! Smettiamoli di comportarci ( e mi
      includo così non si offende nessuno :) ) come dei
      bambini. Limitiamoci ad assalire quelli di PI
      quando non scrivono articoli corretti
      :p
      Non esiste un s.o. perfetto o migliore in
      assoluto altrimenti tutti lo userebbero .. o mi
      sbaglio ??
      :DAllora ti faccio una semplice domanda: per un utente domestico che vuole navigare in Internet, usare la posta elettronica, fruire di fotocamera digitale e player mp3 e, più raramente, creare e stampare lettere, qual'è il miglior sistema operativo e perché?
      • advange scrive:
        Re: Il problema di Linux/Windows/Mac

        Allora ti faccio una semplice domanda: per un
        utente domestico che vuole navigare in Internet,
        usare la posta elettronica, fruire di fotocamera
        digitale e player mp3 e, più raramente, creare e
        stampare lettere, qual'è il miglior sistema
        operativo e
        perché?Se si trova tutto preinstallato e non usa apparecchi astrusi (tipo lettori mp3 che vogliono che gli si carichi le canzoni con driver proprietari anziché funzionare come un normale HD USB) direi Linux o Mac OS (forse quest'ultimo se uno è abituato a Windows può essere un po' ostico come interfaccia).I motivi sono da ricercarsi nella robustezza, facilità di utilizzo, sicurezza...Se gli levi Internet potrebbe andare bene anche Windows XP (a patto che all'utente sia davvero fornito tutto preconfigurato alla perfezione).
        • ruppolo scrive:
          Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
          - Scritto da: advange

          Allora ti faccio una semplice domanda: per un

          utente domestico che vuole navigare in Internet,

          usare la posta elettronica, fruire di fotocamera

          digitale e player mp3 e, più raramente, creare e

          stampare lettere, qual'è il miglior sistema

          operativo e

          perché?
          Se si trova tutto preinstallato e non usa
          apparecchi astrusi (tipo lettori mp3 che vogliono
          che gli si carichi le canzoni con driver
          proprietari anziché funzionare come un normale HD
          USB) direi Linux o Mac OS (forse quest'ultimo se
          uno è abituato a Windows può essere un po' ostico
          come
          interfaccia).
          I motivi sono da ricercarsi nella robustezza,
          facilità di utilizzo,
          sicurezza...
          Se gli levi Internet potrebbe andare bene anche
          Windows XP (a patto che all'utente sia davvero
          fornito tutto preconfigurato alla
          perfezione).Grazie per la risposta.Un piccolo appunto lo devo però fare sul "apparecchi astrusi": Al di la del fatto che l'attributo "estruso" significa "incomprensibile"-"oscuro"-"enigmatico" e quindi difficilmente applicabile ad un prodotto consumer, la descrizione che ne fai fa pensare all'iPod, il player più diffuso al mondo. Non credo che la palma di "miglior sistema operativo" per utenti domestici possa trascurare il supporto ai dispositivi più diffusi.Quanto all'ipotesi di levare Internet, Internet è l'utilizzo primario, quindi tale ipotesi non è plausibile.
          • advange scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac

            Grazie per la risposta.
            Un piccolo appunto lo devo però fare sul
            "apparecchi astrusi": Al di la del fatto che
            l'attributo "estruso" significa
            "incomprensibile"-"oscuro"-"enigmatico" e quindi
            difficilmente applicabile ad un prodotto
            consumer, la descrizione che ne fai fa pensare
            all'iPod, il player più diffuso al mondo. Non
            credo che la palma di "miglior sistema operativo"
            per utenti domestici possa trascurare il supporto
            ai dispositivi più
            diffusi.Giusto rimprovero linguistico, lo ammetto.Per l'iPod sapevo di aver toccato un nervo scoperto: non mi dire niente, per me i lettori mp3, così come le macchine fotografiche, devono comportarsi come puri e semplici HD. So che possono esserci dei vantaggi ad avere dei driver specifici che possono farti vedere la situazione in maniera differente (e in alcuni casi più comoda). Però il minimo che deve capitare è, IMHO, che un qualunque SO capace di leggere una penna USB sia anche capace di scrivere / leggere sul mio lettore mp3 come su un qualunque HD esterno. Sempre IMHO!

            Quanto all'ipotesi di levare Internet, Internet è
            l'utilizzo primario, quindi tale ipotesi non è
            plausibile.Lo so, è volutamente provocatorio: quello che volevo dire (per provocazione) è che un utente su web con Windows è pericoloso.Concludo dicendo che le affermazioni che ho fatto sono corroborate da test sul campo che sto eseguendo da un po' di giorni. Per esempio la settimana scorsa una mia collega (in gambissima, ma totalemente a digiuno di informatica) doveva usare il mio portatile (Ubuntu 8.10) per scaricare della posta e lavorare con dei .doc da salvare su una penna. Il PC era acceso e già collegato in rete; la penna era inserito e le ho indicato l'icona sul desktop per aprirla. Me ne sono andato e dopo due ore sono tornato: non aveva avuto problemi di alcun tipo.Dimenticavo: solo oggi le ho rivelato che aveva usato un sistema Linux
          • ruppolo scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: advange
            per me i lettori
            mp3, così come le macchine fotografiche, devono
            comportarsi come puri e semplici HD. So che
            possono esserci dei vantaggi ad avere dei driver
            specifici che possono farti vedere la situazione
            in maniera differente (e in alcuni casi più
            comoda). Però il minimo che deve capitare è,
            IMHO, che un qualunque SO capace di leggere una
            penna USB sia anche capace di scrivere / leggere
            sul mio lettore mp3 come su un qualunque HD
            esterno. Sempre
            IMHO!Rispetto la tua opinione.Io invece penso che il paradigma dei file e cartelle sia superato, in quanto costringe ad una gestione manuale che poco si sposa con le esigenze che hanno determinato l'invenzione stessa del computer, ovvero rendere automatiche le operazioni manuali.La prima applicazione sui computer è stato infatti il database, il quale dal punto di vista dell'utente gestisce dati, non file (nei film americani si sente parlare di "file" perché loro chiamano in questo modo i dati). Un ottimo esempio odierno è il programma di posta elettronica, che gestisce messaggi, non file. Allo stesso modo iTunes e iPhoto gestiscono brani musicali, filmati e foto, e non file. Il "file" rimane una sequenza di byte su un supporto di massa gestito dal software, dietro le quinte.E anche la rubrica indirizzi gestisce nominativi, ovvero persone (o aziende).In questo modo l'utente "gioca" con gli oggetti a lui familiari: la foto e il rullino, i brani e le raccolte di brani, il messaggio email e il gruppo "amici", eccetera, e non oggetti informatici virtuali come file e cartelle.

            Quanto all'ipotesi di levare Internet, Internet
            è

            l'utilizzo primario, quindi tale ipotesi non è

            plausibile.
            Lo so, è volutamente provocatorio: quello che
            volevo dire (per provocazione) è che un utente su
            web con Windows è
            pericoloso.Più che altro è in pericolo, visto che gli agguati e trabocchetti sono a lui (utente Windows) rivolti.
            Concludo dicendo che le affermazioni che ho fatto
            sono corroborate da test sul campo che sto
            eseguendo da un po' di giorni. Per esempio la
            settimana scorsa una mia collega (in gambissima,
            ma totalemente a digiuno di informatica) doveva
            usare il mio portatile (Ubuntu 8.10) per
            scaricare della posta e lavorare con dei .doc da
            salvare su una penna. Il PC era acceso e già
            collegato in rete; la penna era inserito e le ho
            indicato l'icona sul desktop per aprirla. Me ne
            sono andato e dopo due ore sono tornato: non
            aveva avuto problemi di alcun
            tipo.

            Dimenticavo: solo oggi le ho rivelato che aveva
            usato un sistema
            LinuxQuesto dipende dal fatto che, giusto o sbagliato che sia, le GUI per Linux sono ispirate a Windows, come del resto anche applicativi come Open Office sono ispirati ai corrispondenti Microsoft.IMHO questa non è una scelta vincente perché mira solo a sostituire un prodotto a pagamento con l'analogo gratuito ma di qualità inferiore (inutile mentire), mentre ci sarebbe spazio per fare un prodotto diverso e migliore, ad esempio un prodotto più semplice.Purtroppo per realizzare queste politiche ci vuole a monte un management che prende decisioni e le impone, quindi incompatibile con la filosofia open source, dove ognuno la pensi in modo diverso inforKa un'altra via, disperdendo energie e generando confusione nei potenziali switchers.
          • advange scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac

            Rispetto la tua opinione.

            Io invece penso che il paradigma dei file e
            cartelle sia superato, in quanto costringe ad una
            gestione manuale che poco si sposa con le
            esigenze che hanno determinato l'invenzione
            stessa del computer, ovvero rendere automatiche
            le operazioni
            manuali.

            La prima applicazione sui computer è stato
            infatti il database, il quale dal punto di vista
            dell'utente gestisce dati, non file (nei film
            americani si sente parlare di "file" perché loro
            chiamano in questo modo i dati). Un ottimo
            esempio odierno è il programma di posta
            elettronica, che gestisce messaggi, non file.
            Allo stesso modo iTunes e iPhoto gestiscono brani
            musicali, filmati e foto, e non file. Il "file"
            rimane una sequenza di byte su un supporto di
            massa gestito dal software, dietro le
            quinte.
            E anche la rubrica indirizzi gestisce nominativi,
            ovvero persone (o
            aziende).

            In questo modo l'utente "gioca" con gli oggetti a
            lui familiari: la foto e il rullino, i brani e le
            raccolte di brani, il messaggio email e il gruppo
            "amici", eccetera, e non oggetti informatici
            virtuali come file e
            cartelle.Stiamo dicendo la stessa cosa (credo): credo che a fianco a tutto ciò deve pur sempre essere possibile fare quanto ho detto.
            Più che altro è in pericolo, visto che gli
            agguati e trabocchetti sono a lui (utente
            Windows)
            rivolti.Per sé stesso e per gli altri :-)
            Questo dipende dal fatto che, giusto o sbagliato
            che sia, le GUI per Linux sono ispirate a
            Windows, come del resto anche applicativi come
            Open Office sono ispirati ai corrispondenti
            Microsoft.
            IMHO questa non è una scelta vincente perché mira
            solo a sostituire un prodotto a pagamento con
            l'analogo gratuito ma di qualità inferiore
            (inutile mentire), mentre ci sarebbe spazio per
            fare un prodotto diverso e migliore, ad esempio
            un prodotto più
            semplice.Questo è vero solo in parte; nel senso che non tutto l'OpenSource è ispirato ad un equivalente closed. E ci sono vari esempi di sucXXXXX che dimostrano il contrario.Però hai ragione quanto dici che alcune scelte ispirate all'imitazione, anziché all'innovazione sono sbagliate; ma in alcuni casi ci si è costretti proprio per non sconvolgere l'utente domestico.
          • ruppolo scrive:
            Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
            - Scritto da: advange
            Questo è vero solo in parte; nel senso che non
            tutto l'OpenSource è ispirato ad un equivalente
            closed. E ci sono vari esempi di sucXXXXX che
            dimostrano il
            contrario.Immagino a cosa ti riferisci, ai programmi server.Ma il loro sucXXXXX è dovuto unicamente al fatto che sono apparentemente gratuiti. Dico apparentemente perché ci si dimentica dei costi di gestione. Ma la qualità di questi prodotti, secondo la mia esperienza, non c'è, tranne forse il web server Apache. È anche vero che i personal computer e i loro sistemi operativi sono essenzialmente poco più di giocattoli, quindi possiamo anche chiudere un occhio e accettare che un sever di posta si fermi solo perché genera un nuovo file di log con permessi errati al punto che non può scriverci, giusto per fare un esempio concreto.Il problema, se mai, è che i grandi imprenditori credono che il computer sia il personal computer. Questo è il vero problema.Tornando ai programmi Open Source, OsiriX ad esempio è un ottimo programma, anche se non possiamo certo definirlo di sucXXXXX.
            Però hai ragione quanto dici che alcune scelte
            ispirate all'imitazione, anziché all'innovazione
            sono sbagliate; ma in alcuni casi ci si è
            costretti proprio per non sconvolgere l'utente
            domestico.Manca il coraggio di rischiare.Per fortuna esiste una ancora una azienda che questo coraggio ce l'ha. Dalle parti di Cupertino...
      • nome e cognome scrive:
        Re: Il problema di Linux/Windows/Mac

        Allora ti faccio una semplice domanda: per un
        utente domestico che vuole navigare in Internet,
        usare la posta elettronica, fruire di fotocamera
        digitale e player mp3 e, più raramente, creare e
        stampare lettere, qual'è il miglior sistema
        operativo e
        perché?Windows su un computer da 400 euro. Per quale motivo dovresti spendere una follia per un mac per fare quattro cose? E per quale motivo dovresti sbatterti con linux quando windows ce l'hai per una cifra irrisoria incluso nel portatile / desktop? Con linux devi stare a pensare, oddio ci sarà un alternativa al software del mio lettore mp3? La mia stampante sarà supportata? Quale sarà il programma migliore per stampare le lettere tra kseruyasuqyt3ws versione 0.5.123 e gnesiryiuqyw versione 20081201-pre-alpha? Ma kakkastampa funziona solo su kde, io ho gnome, potrò usarlo senza cambiare l'interfaccia che mi piace tanto o riempire il mio disco di schifezze? E via andare...
    • anonimo scrive:
      Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
      - Scritto da: N.C.
      Alla fine dipende tutto dalle esigenze che ha una
      persona!!!! Smettiamoli di comportarci ( e mi
      includo così non si offende nessuno :) ) come dei
      bambini. Limitiamoci ad assalire quelli di PI
      quando non scrivono articoli corretti
      :pscrivere banalità spacciandole per notizie come questa scoperta dell'acqua calda o tanto per fomentare polemiche è una incontestabile violazione della deontologia professionale per un giornalista; che poi la parola giornalista in italia sia abusata e che l'unica ragione per la quale esiste un ordine (far rispettare la deontologia) sia ignorata è un altro discorso.
      Non esiste un s.o. perfetto o migliore in
      assoluto altrimenti tutti lo userebbero .. o mi
      sbaglio ??
      :DPeccato che l'uso di windows sia imposto per legge dall'amministrazione dello stato a chiunque debba averci a che fare.
      • ruppolo scrive:
        Re: Il problema di Linux/Windows/Mac
        - Scritto da: anonimo

        Peccato che l'uso di windows sia imposto per
        legge dall'amministrazione dello stato a chiunque
        debba averci a che
        fare.Non solo dall'amministrazione, ma, peggio, dalla Pubblica Istruzione. Se Mussolini fosse ancora vivo sarebbe fiero di constatare che i suoi metodi sono ancora al passo coi tempi.
  • Mario Brega Forever scrive:
    Sinceramente...
    avete mai avuto OS che non abbiano crashato una volta ?A parte MacOSX, non avendo mai avuto un Apple ( a parte un imac G3 ma ho installato una debian e prima ancora un MacOS9) tutti i SO che ho installato su HW di diverso tipo un crash/blocco lo hanno sempre avuto. Perfino Tru64 ho visto andare in blocco. Conta la frequenza dei crash, ma in una beta credo sia anche una cosa normale.PS: sono un "cantinaro" ma attaccare sempre e cmq Win secondo me non ha senso.
    • Genoveffo il terribile scrive:
      Re: Sinceramente...
      - Scritto da: Mario Brega Forever
      avete mai avuto OS che non abbiano crashato una
      volta
      ?

      A parte MacOSX, non avendo mai avuto un Apple (
      a parte un imac G3 ma ho installato una debian e
      prima ancora un MacOS9) tutti i SO che ho
      installato su HW di diverso tipo un crash/blocco
      lo hanno sempre avuto.Ehhhhhhhhhhh.... io di crash su Mac ne ho visti a iosa.Una volta, con OS8 (non ricordo la versione esatta) è bastato spegnere il server NT di rete perchè il Mac danneggiasse irreparabilmente alcuni file, andando in crash.E' dovuto venire il tecnico Mac per ripristinare il sistema ...


      Perfino Tru64 ho visto andare in blocco.

      Conta la frequenza dei crash, ma in una beta
      credo sia anche una cosa
      normale.SI. Normalissimo.

      PS: sono un "cantinaro" ma attaccare sempre e cmq
      Win secondo me non ha
      senso.Vero. XP se ben configurato è ottimo, Vista un po' meno.Anche il sistema più stabile di Windows, il 2000, soffriva di qualche saltuario blocco..Ho gia piantato anche Linux, in vaire versioni ....
      • Joe Tornado scrive:
        Re: Sinceramente...
        Io uno solo non ho mai visto bloccato o malfunzionante in nessun modo, e ce l'ho installato dal 2005: Windows Server 2003. Però è anche vero che regge il serverino domestico, ci girano due programmi in croce su un hardware datatissimo ma molto comune.
      • Mario Brega Forever scrive:
        Re: Sinceramente...
        Bè non avendo mai avuto MacOSX non mi pronuncio. MacOS9 l'ho piallato quasi subito anche se il retrocomputing mi affascina e potrei reinstallarlo, anzi se conoscete un sito con SW free aggiornato x MacOS9 segnalate pure :-)
    • -ToM- scrive:
      Re: Sinceramente...
      - Scritto da: Mario Brega Forever
      PS: sono un "cantinaro" ma attaccare sempre e cmq
      Win secondo me non ha senso.Beh, questa volta (Seven)ha portato benefici... ;)
  • pentolino scrive:
    io ci metterei...
    ...la foto in alto nell' articolo; molto più interessante come "schermata blu".Bentornato caro BSOD!
    • TomZ scrive:
      Re: io ci metterei...
      - Scritto da: pentolino
      ...la foto in alto nell' articolo; molto più
      interessante come "schermata
      blu".
      Bentornato caro BSOD!Come non darti ragione..... :D :D
  • suc scrive:
    qualunque OS ha schermate blue
    guardate che qualunque sistema operativo ha schermate di questo tipo che si verificano quando un bug in un software ha compromesso la stabilità del sistema. Per quanto possa essere stabile il sistema operativo, una tale situazione può sempre verificarsi ed è giusto che sia intercettata. Si tratta di una difesa del sistema operativo che giustamente rileva la corruzione e non permette più di proseguire, onde evitare spiacevoli corruzioni di dati, comportamenti impredicibili nei programmi, danneggiamenti hardware, ecc.Qualsiasi OS la prevede, in Windows c'è la schermata blue, in Mac e Linux c'è una schermata di kernel panic, ecc.
    • Giambo scrive:
      Re: qualunque OS ha schermate blue
      - Scritto da: suc
      guardate che qualunque sistema operativo ha
      schermate di questo tipo che si verificano quando
      un bug in un software ha compromesso la stabilità
      del sistema.Questo non dovrebbe accadere. Mai. va contro l'idea stessa di OS.
      • pippo scrive:
        Re: qualunque OS ha schermate blue


        guardate che qualunque sistema operativo ha

        schermate di questo tipo che si verificano
        quando

        un bug in un software ha compromesso la
        stabilità

        del sistema.

        Questo non dovrebbe accadere. Mai. va contro
        l'idea stessa di
        OS.No, davvero? Prova a lanciare il test audio di fedora 10 su una scheda audio non riconosciuta perfettamente... :D
    • Foobar scrive:
      Re: qualunque OS ha schermate blue
      - Scritto da: suc
      guardate che qualunque sistema operativo ha
      schermate di questo tipo che si verificano quando
      un bug in un software ha compromesso la stabilità
      del sistema. Per quanto possa essere stabile il
      sistema operativo, una tale situazione può sempre
      verificarsi ed è giusto che sia intercettata. forse ti sfugge che una BSOD (o un kernel panic, o quello che preferisci a seconda del SO) e' un bug del sistema operativo, e non del software che ci gira sopra.I bug del software applicativo sono contemplati da qualsiasi SO recente e gestiti di conseguenza.
    • Obleix scrive:
      Re: qualunque OS ha schermate blue
      Vero. pero' quando hai un BSOD ripdoducibile perche' *cambi al dimesione del font* (come spiegato nell'esempio..)e ottieni un buffer overflow, beh, sinceramente, questa e' solo pessima ingenierizzazione e basta.I BSOD li hanno tutti, ma *certi* BSOD idioti sono solo dei prodotti MS.
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: qualunque OS ha schermate blue
      - Scritto da: suc
      Qualsiasi OS la prevede, Ma solo quelle di Windows appaiono spesso. Ci sono voluti dodici anni per vedere il mio primo kernel-panic su sistemi GNU/Linux, ed era per un errore in un modulo kernel: tre minuti per risolvere il problema. Per Windows sono bastati tre minuti per il primo BSOD. Ma dopo dodici anni non è ancora risolto.
      • Angelo Russo scrive:
        Re: qualunque OS ha schermate blue
        e dimmi su WINXP-SP2 quante volte hai visto questa schermata ?
        • War drive scrive:
          Re: qualunque OS ha schermate blue
          - Scritto da: Angelo Russo
          e dimmi su WINXP-SP2 quante volte hai visto
          questa schermata
          ?Io programmando in grafica 3D in continuo, se vuoi ti dico le chiamate per farlo ma sono un po' tante, perche' XP continua a proteggere solo la prima parte della memoria in cui e' conservato il programma.
      • Luca scrive:
        Re: qualunque OS ha schermate blue
        - Scritto da: www.aleksfalcone.org
        - Scritto da: suc

        Qualsiasi OS la prevede,

        Ma solo quelle di Windows appaiono spesso. Ci
        sono voluti dodici anni per vedere il mio primo
        kernel-panic su sistemi GNU/Linux, Si... buona notte. Allora lo hai tenuto spento il pc
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: qualunque OS ha schermate blue
        - Scritto da: www.aleksfalcone.org
        - Scritto da: suc

        Qualsiasi OS la prevede,

        Ma solo quelle di Windows appaiono spesso. Ci
        sono voluti dodici anni per vedere il mio primo
        kernel-panic su sistemi GNU/Linux, ed era per un
        errore in un modulo kernel: tre minuti per
        risolvere il problema.A me circa 2 anni, ma era l'hard disk partito (già molto vecchio e "di recupero" quando lo montai). Non riuscendo più a caricare correttamente tutti i moduli andava in kernel panic.Era una Debian, se può servire (ma parlo di 7 o 8 anni fa)
    • Pippo calo scrive:
      Re: qualunque OS ha schermate blue
      Io sono un utente mec e sono d'accordo che le "schermate blue" siano presenti in ogni OS e che questo sia giusto, però in 10 anni che uso mac la schermata di kernel panic l'ho vista solo sul portatile di un mio amico che gli era caduto qualcosa come 5 volte dalla bicicletta in corsa e quindi ormai era un catorcio in cui i componenti hardware erano quello che erano. Prima di diventare mac-user la schermata blu di windows invece era una cosa in cui ci si poteva imbattere in qualsiasi momento, a cui ero (come tutti) più o meno abituato. Questo non è normale, la frequenza con cui windows si arrocca su errori che generano schermate blue.Insomma, non capisco proprio chi si ostina a usare windows (almeno tra gli utenti che non sono più alle prime armi col computer), oggettivamente sia macosx che linux sono più sicuri e ormai non presentano alcun problema di apprendimento, cambiano solo i disegni delle icone ma ci si fa le stesse cose che si fanno con windows.Infine non capisco microsoft...investe oggettivamnete moltissimo tempo e denaro nello sviluppo, possibile che non riesca a risolvere i problemi del sul OS o a partorirne uno nuovo privo dei consueti bug che tutti sappiamo?
      • Alessandro scrive:
        Re: qualunque OS ha schermate blue
        - Scritto da: Pippo calo
        Io sono un utente mec e sono d'accordo che le
        "schermate blue" siano presenti in ogni OS e che
        questo sia giusto, però in 10 anni che uso mac la
        schermata di kernel panic l'ho vista solo sul
        portatile di un mio amico che gli era caduto
        qualcosa come 5 volte dalla bicicletta in corsa e
        quindi ormai era un catorcio in cui i componenti
        hardware erano quello che erano.Perché scusa, ai Mac va in panico il kernel dopo una caduta? è tipo lo spavento o cosa?La mia ragazza ha un iMac dal 2006 e non spostandolo di lì l'ho visto andare in KP due o tre volte... lo reputo comunque un buon risultato, ma Mac OS è un SO che realizza un ecosistema chiuso in cui i driver sono incorporati, quindi è più facile prevedere e correggere errori.
        Insomma, non capisco proprio chi si ostina a
        usare windows (almeno tra gli utenti che non sono
        più alle prime armi col computer), oggettivamente
        sia macosx che linux sono più sicuri e ormai non
        presentano alcun problema di apprendimento,
        cambiano solo i disegni delle icone ma ci si fa
        le stesse cose che si fanno con
        windows.Non credo si possa fare un discorso simile. I fattori che entrano in gioco sono principalmente abitudine e necessità. Non è vero che non ci sono problemi di apprendimento. Una persona giovane e informatizzata può adattarsi velocemente al "linguaggio" di un nuovo sistema operativo, ma una persona adulta o anziana che ha avuto una informatizzazione tardiva no. Questo perché mia zia se impara ad usare un computer, in realtà non impara una forma mentis adatta a comprenderlo, ma memorizza solo alcune procedure per svolgere determinati compiti (e ci mette anche un po'!). Cambiare sistema operativo significa dover rimemorizzare quasi tutto da capo, per questo Windows oggi rimane a queste quote di mercato (specialmente XP).Inoltre non è vero che quello che puoi fare su Windows lo puoi fare anche su Linux o Mac OSX. Questo deriva dal fatto che molte compagnie sviluppano driver solo per Windows, e anche se buona parte dell'hardware è compatibile con i SO concorrenti, tutti quelli che non hanno molta esperienza scelgono comunque Windows per andare sul sicuro. Questo vale anche per i software (proprietari). "Windows ha tutto, OSX un po' meno, Linux meno ancora": questo pensa l'utente medio. Se poi metti in conto che un Mac ti costa 950+ e che a parità di caratteristiche nominali è molto inferiore a Pc dello stesso prezzo (anche se questa conclusione è spesso errata, almeno per alcuni prodotti di Apple, e deriva da una cattiva valutazione di alcuni aspetti del computer), eccola là che la percentuale che acquista Mac è comunque minore e chi acquista un Pc perché dovrebbe sbattersi per togliere Windows?
        Infine non capisco microsoft...investe
        oggettivamnete moltissimo tempo e denaro nello
        sviluppo, possibile che non riesca a risolvere i
        problemi del sul OS o a partorirne uno nuovo
        privo dei consueti bug che tutti
        sappiamo?1) Windows integra relativamente pochi driver nativamente, quindi il più delle volte una macchina Win risulta un sistema eterogeneo complesso le cui "reazioni" possono divenire difficilmente prevedibili.2) MS non è una società di idioti, anche se qualcuno può crederlo. Se fanno delle scelte, lo fanno guidate dal settore di marketing e sviluppo, e quindi lo fanno per crescere e guadagnarci (che poi ci riescano o meno è un altro paio di maniche).
  • a n o n i m o scrive:
    Su www.errorwear.com si trovano...
    su www.errorwear.com si trovano parecchie altre tshirt di BSOD vari, per parcondicio metto pure quelli di Mac OS X[img]http://www.errorwear.com/errorimages/steph-kernelpanic.jpg[/img]e Xscatola2π[img]http://www.errorwear.com/errorimages/grace-rrod.jpg[/img] :$ :$ :$vorrei imbattermi anch'io in errori così... :$(btw quella dell'articolo è la famosa Miss Febbraio 2002 http://www.errorwear.com/picmonth-feb2002.php )
    • soulista scrive:
      Re: Su www.errorwear.com si trovano...
      - Scritto da: a n o n i m o
      su www.errorwear.com si trovano parecchie altre
      tshirt di BSOD vari, per parcondicio metto pure
      quelli di Mac OS
      X

      [img]http://www.errorwear.com/errorimages/steph-ke
      Quello che mi chiedo é... qual'é il bottone che dovrei premere per riavviare il sistema? :p
      • Ciano scrive:
        Re: Su www.errorwear.com si trovano...
        - Scritto da: soulista
        Quello che mi chiedo é... qual'é il bottone che
        dovrei premere per riavviare il
        sistema? :p(rotfl)
  • Enjoy with Us scrive:
    Ma che notiziona!
    Voglio bene ma Win 7 è comunque una beta version, che possa andare in crasch ci sta, è molto più interessante vedere che effettivamente hanno reso più scattante il sistema e l'UAC rompe nettamente di meno, staremo a vedere la versione definitiva...
  • Shiba scrive:
    A me piaceva quella di Win98
    Era più carina di quella di XP, era anche impaginata e con il titolo al centro. Vabbè, farò richiesta a microsoft.
    • Sviluppator e scrive:
      Re: A me piaceva quella di Win98
      Beh installatelo su una macchina virtuale e divertitia scatenare le tue BSOD ;)
  • Dominus scrive:
    Alternativa
    Io intanto stasera ho aggiornato la mia ubuntu dalla 8.04 alla 8.10 , e da contento sono passato a contentissimo dopo che ho notato le notevoli migliorie....scheda nvidia, lettore impronte digitali.Alla faccia di chi ancora ha speranze con la microsoft....ma ditemi una cosa.... da che mondo e mondo... chi lavora male non è vero che alla fine rimane senza lavoro e senza clienti?Come è possibile che questa azienda vada ancora avanti?
    • jonbonjovi scrive:
      Re: Alternativa
      perchè le alternative nn ci sono! saranno bravi/furbi/scorretti loro a non permettere alle alternative di emergere, ma è un dato di fatto.dimmi: come gira crysis su ubuntu? e windows movie maker? immagino che avrai provato anche le ultime chiavette umts per navigare su internet delle compagnie di telefonia mobile...e per ora non me ne vengono più...p.s.: e te lo dice uno che sta solo aspettando il giorno in cui si potrà VERAMENTE fare a meno di windows!! ma ubuntu non è ancora all'altezza purtroppo 8riferendomi al tuo esempio, so benissimo che ubuntu != linux)ciao
      • John Doe scrive:
        Re: Alternativa
        Beh, non direi... Ok Linux non è un'alternativa perchè poche aziende hanno interesse a sviluppare su questa piattaforma, ma allora perchè non scegliere MacosX?Sempre a leggere queste notizie e a seguire i commenti, mentre ad oggi, il 95% degli utenti windows potrebbe passare a Macos con il vantaggio per tutti di avere una sana concorrenza ed una Microsoft obbligata ad alzare la bontà dei suoi prodotti o, finalmente, istituire qualche programma/linea guida che sia utile a rendere anche un PC assemblato affidabile al 100%.Tornando a Linux, direi che il giorno che FINALMENTE Adobe inizierà a sviluppare su Linux, assisteremo ad un fuggi fuggi di professionisti.SAluti
        • UNO scrive:
          Re: Alternativa
          Ho lavorato prima in cobol, poi in c, ho sviluppato in vb6, asp.net, j2ee e php.. e posso dirti che in .net i tempi di sviluppo sono inferiroi. punto. Poi se parliamo di altre caratteristiche ok, discutiamone, ma sui tempi di sviluppo la questione è questa, e se per la tua piccola attività hai bisogno di una gestionale fatto apposta per te..stai sicuro che te lo faccio in .net ... se poi il programma ha dimensioni diverse entrono in gioco altri particolari allora si può vedere...
          • cvb scrive:
            Re: Alternativa
            Per la mia piccola azienda ho bisogno di un gestionale... usiamo solo linux o unix... osx... fammelo in .net va!Lo sviluppo è più rapido finchè fai quello che ms si aspetta che tu faccia.
        • advange scrive:
          Re: Alternativa
          Ho letto questo tuo post con molto interesse; onestamente non so cosa c'entri con quanto ho scritto io e con quanto ha scritto "UNO" prima. Hai parlato, in precedenza, di integrazioni in grandi sistemi, di MS che permette di scrivere codice utile in progetti di grosse dimensioni. Ora dici esattamente il contrario: stai parlando della semplicità di utilizzo dei frk. Questo da molti punti di vista è incontestabile. D'altro canto per esperienze di posso dire ce un linguaggio di programmazione come php è talmente semplice da usare che un sacco di non informatici ci scrivono siti web dinamici. Ma la domanda è: cosa c'entro tutto questo col post di UNO?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 gennaio 2009 09.49-----------------------------------------------------------
        • Steve Austin scrive:
          Re: Alternativa
          Costi aziendali per l'IT triplicati, ecco perché non si passa a Mac OSX.Se facessero il SO disponibile anche su PC con HW di terze parti magari...
          • rock3r scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da: Steve Austin
            Costi aziendali per l'IT triplicati, ecco perché
            non si passa a Mac
            OSX.
            Se facessero il SO disponibile anche su PC con HW
            di terze parti
            magari...si, e i driver? e le feature esclusive? secondo te le avrebbe, o sarebbe un windows-bis? dubito in ogni caso sarebbe migliore di linux, e a quel punto uno si risparmia anche i soldi della licenza...
        • rock3r scrive:
          Re: Alternativa
          - Scritto da: John Doe
          Tornando a Linux, direi che il giorno che
          FINALMENTE Adobe inizierà a sviluppare su Linux,
          assisteremo ad un fuggi fuggi di
          professionisti.è quello che aspetto da anni per passare a linux... è l'unica cosa che manca (a parte un degno layer 3d per i giochi come le directx, dato che purtroppo le opengl non sono ancora all'altezza)
        • UNO scrive:
          Re: Alternativa
          e te non sai leggere è quello che ho scritto... in .net a fare piccoli progetti ci impiego pocchissimo tempo, e se devo fare un mini gestionale non voglio scassarmi con tutte le features di java, certo per gestire un archivio 30.000 -40.000 record non serve oracle.....
        • nome e cognome scrive:
          Re: Alternativa
          - Scritto da: John Doe
          Beh, non direi... Ok Linux non è un'alternativa
          perchè poche aziende hanno interesse a sviluppare
          su questa piattaforma, ma allora perchè non
          scegliere
          MacosX?MacOSShit va bene per l'utente medio americano che usa il portatile da Starbucks, mentre facendo finta di essere un top manager tenta di agganciare la tipa al tavolino di fronte.Ma le magagne dell'hardware cinese, il software buggato, gli aggiornamenti che rompono la compatibilita' con il software di terze parti in azienda sono inaccettabili.
          Tornando a Linux, direi che il giorno che
          FINALMENTE Adobe inizierà a sviluppare su Linux,
          assisteremo ad un fuggi fuggi di
          professionisti.Perche' i professionisti usano solo Adobe? E comunque dovrebbero gia da ora essere clienti ueppolz.
          • John Doe scrive:
            Re: Alternativa

            Non e' difficile basta provare una lettera dopo
            l'altra.Non è difficile leggere lettera dopo lettera una C 4 z z 4 t a, ma rimane tale da comprendere.
            Oh sicuramente tutti quelli che hanno interesse a
            risparmiare quattro soldi di licenza windows
            quando ne devono pagare diverse migliaia per la
            licenza
            adobe.Non si tratta solo di una questione di licenze, ma del'effetto che questo avrebbe sul SO.
            E questa enormitá di utenti che scaricano
            photoshop non vedono l'ora di poterlo piratare su
            linux...E quindi? Non rimarrebbe cmq un'alternativa?
        • AhiAhi scrive:
          Re: Alternativa
          tipo il monopolio?bah
      • advange scrive:
        Re: Alternativa

        perchè le alternative nn ci sono! saranno
        bravi/furbi/scorretti loro a non permettere alle
        alternative di emergere, ma è un dato di
        fatto.Quoto

        dimmi: come gira crysis su ubuntu? e windows
        movie maker? immagino che avrai provato anche le
        ultime chiavette umts per navigare su internet
        delle compagnie di telefonia
        mobile...Al posto di movie maker c'è Cinelerra, per esempio. Le chiavette UMTS, che io sappia, funzionano. Pensi che le compagnia si volessero perdere tutti i clienti con EEEPC Linux?

        e per ora non me ne vengono più...Chissà perché?
      • advange scrive:
        Re: Alternativa
        cinelerra e audacity, questi sconosciuti
        • nome e cognome scrive:
          Re: Alternativa
          - Scritto da: advange
          cinelerra e audacity, questi sconosciutiSoffoco la risata e rispondo solo con AVCHD questo sconosciuto...
          • advange scrive:
            Re: Alternativa

            Soffoco la risata e rispondo solo con AVCHD
            questo
            sconosciuto...Scusami, ma lui parlava di SW base per l'editing Video e Audio. Quindi se vuoi che ti dica che SW di altissimo livello per l'editing video non c'è per Linux allora hai ragione. Semplicemente non è di questo che stiamo parlando.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da: advange

            Soffoco la risata e rispondo solo con AVCHD

            questo

            sconosciuto...
            Scusami, ma lui parlava di SW base per l'editing
            Video e Audio. Quindi se vuoi che ti dica che SW
            di altissimo livello per l'editing video non c'è
            per Linux allora hai ragione. Semplicemente non è
            di questo che stiamo
            parlando.Il formato AVCHD e' il formato usato dalle telecamere ad alta definizione, panasonic, sony che ormai si trovano in commercio a 400 euro quindi alla portata dell'utente domestico. Al momento tralasciando la compatibilita' delle telecamere, l'unico modo per fare editing di tale formato su linux e' convertirlo con qualcosa tipo ffmpeg.Lasciamo stare masterizzarli su blueray che e' probabilmente un altro incubo.Tralasciando li fatto che paragonare cinelerra a vegas o studio e' come paragonare vi a word.
          • advange scrive:
            Re: Alternativa

            Il formato AVCHD e' il formato usato dalle
            telecamere ad alta definizione, panasonic, sony
            che ormai si trovano in commercio a 400 euro
            quindi alla portata dell'utente domestico. Al
            momento tralasciando la compatibilita' delle
            telecamere, l'unico modo per fare editing di tale
            formato su linux e' convertirlo con qualcosa tipo
            ffmpeg.Vero
            Lasciamo stare masterizzarli su blueray che e'
            probabilmente un altro
            incubo.Probabile

            Tralasciando li fatto che paragonare cinelerra a
            vegas o studio e' come paragonare vi a
            word.Infatti, chi lo ha fatto? Ricordo che parlavamo di Windows Movie Maker.
          • pabloski scrive:
            Re: Alternativa
            se vuoi fare un paragone giusto devi paragonare word a tex
          • nome e cognome scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da: pabloski
            se vuoi fare un paragone giusto devi paragonare
            word a
            texTex e' un videogame per universitari frustrati... potrei paragonare moria a tex.
          • pabloski scrive:
            Re: Alternativa
            vabbè, se la metti così io dico Amygdala e così chiudiamo il discorso :Dmi dispiace Amygdala non gira su windows, quindi windows è una XXXXX PUNTO
          • nome e cognome scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da: pabloski
            vabbè, se la metti così io dico Amygdala e così
            chiudiamo il discorso
            :D

            mi dispiace Amygdala non gira su windows, quindi
            windows è una XXXXX
            PUNTOVero, il paragone calza tantissimo... un software per le reti neurali in beta paragonato al supporto per le videocamere ad alta definizione...
          • AhiAhi scrive:
            Re: Alternativa
            si ma il succo delle vostre sparate è "non gira su OS, quindiOS è una XXXXX"il righello gratuito è compreso nel post
          • nome e cognome scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da: AhiAhi
            si ma il succo delle vostre sparate è "non gira
            su OS,
            quindi
            OS è una XXXXX"

            il righello gratuito è compreso nel postSe X e' il programma che mi serve si. Giusto ieri qualcuno scriveva qui che NTFS e' una XXXXX perche' non ha i symlink ...
          • pabloski scrive:
            Re: Alternativa
            così come c'è gente che vive benissimo senza simulare reti neurali ( Amygdala non è una beta ) c'è pure gente che vive benissimo senza telecamere ad alta definizione e photoshop e pure senza 3dsmax e autocadquindi possiamo arrivare alla conclusione che il software applicativo non c'entra un tubo con la qualità di un OS?
          • nome e cognome scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da: pabloski
            così come c'è gente che vive benissimo senza
            simulare reti neurali ( Amygdala non è una beta )Se parliamo di questa http://sourceforge.net/projects/amygdalahai ragione e' una pre-alpha.
            quindi possiamo arrivare alla conclusione che il
            software applicativo non c'entra un tubo con la
            qualità di un
            OS?Si se ammettiamo che l'utilita' di un sistema operativo non e' una componente della sua qualita'. Per inciso molta gente usa OS senza multitasking e multiutenza quindi possiamo dire che l'algoritmo di scheduling o i permessi sul filesystem non c'entrano un tubo con la qualitá dell'os.
          • jcoltrane scrive:
            Re: Alternativa
            Consco bene Audacity, lo uso sempre sia su Linux che Windows. Ma prova a far funzionare RoXXXXrden senza diventare pazzo! O altri programmi per creare musica.Cinelerra e tutti gli altri programmi di editing video per Linux fanno alquanto schifo paragonati anche a Windows Movie Maker, e non voglio certo farte l'estimatore di windows. Anzi prima che cominciassi a smanettare con i video avevo solo la Fedora installata sul mio PC.
      • Senbee scrive:
        Re: Alternativa

        dimmi: come gira crysis su ubuntu?È vero: Windows è per giocatori.Io comunque ho la Wii e non mi serve un PC per giocare.Tra l'altro Ubuntu si collega benissimo al Wiimote, così posso giocare a Frets on Fire (clone open di Guitar Hero) senza comprare il gioco, mi basta comprare il chitarrino ^_^ Certo, se Crysis non gira è ovvio che dobbiamo protestare con chi produce Crysis: il povero Ubuntu non c'entra nulla in questo.
        e windows
        movie maker?Su Intrepid, Kdenlive 0.7.1 funziona egregiamente e ha anche molte più funzioni di Windows Movie Maker.Ha solo il difetto che per installarlo bisogna scrivere tre righe col terminale o fare un'operazioncina non immediatissima con "Sorgenti software", ma per quanto riguarda l'esperienza dei miei amici anche i più niubbi non hanno avuto problemi.
        immagino che avrai provato anche le
        ultime chiavette umts per navigare su internet
        delle compagnie di telefonia
        mobile...Sì, e funzionano tutte quelle che ho provato (due Huawei Tim, una Wind e una Vodafone, in effetti non ho ancora provato con quella della 3g) con il nuovo network manager di Intrepid. È forte perché adesso le vede direttamente come connessioni possibili, con un click fa lo switch tra cavo, wireless e chiavetta UMTS.
    • Dindondero scrive:
      Re: Alternativa
      il problema, effettivamente, è in parte quello segnalato ba jbj (molte periferiche, compatibili con win, non hanno driver per linux, o li hanno con limiti, anche pesanti).Aggiungerei che su linux è anche molto limitato il sw di alto livello a disposizione.Non mi risulta esista un software di editing video di livello, non diciamo professionale, ma nemmeno "utente evoluto", lo stesso per l'authoring DVD, o l'authoring multimediale.Per il web design c'é qualcosa, ma è anni luce lontano dai vari dreamweaver etc..Rendering 3d, cad...niente.L'unico software interessante è the gimp, anche se, ad essere onesti, non solo photoshop (ci mancherebbe), ma anche un semplice paint shop pro sono, nel complesso, più completi.Situazione mortificante anche nel settore giochi.Quindi e non lo dico con intenti polemici, la domanda si potrebbe ribaltare: una volta che hai installato ubuntu su un pc, che cosa ci puoi fare che tu già non possa fare con un blackberry o un'altro smartphone?
      • Stein Franken scrive:
        Re: Alternativa
        Rendering 3d Huh c'è Blender :) che è uno dei pochi software usati anche a livello professionale.
        • Steve Austin scrive:
          Re: Alternativa
          Blender é indietro di 10 anni rispetto 3dmax/maya/cinema4d.Questo basta e avanza per lasciarlo dov'é.PS. conosco bene 3dmax e ho provato un po il blender, con quest'ultimo é come tornare al 3dmax 3.0....Mancano tante tante cose nell'editing poligonale, per le animazioni, motori di rendering, plug in buoni...
          • advange scrive:
            Re: Alternativa

            Blender é indietro di 10 anni rispetto
            3dmax/maya/cinema4d.
            Questo basta e avanza per lasciarlo dov'é.
            PS. conosco bene 3dmax e ho provato un po il
            blender, con quest'ultimo é come tornare al 3dmax
            3.0....
            Mancano tante tante cose nell'editing poligonale,
            per le animazioni, motori di rendering, plug in
            buoni...Già che ci sei, scrivi ai maghi dell'animazione di Hollywood e avvertili, così non lo usano più.
          • Steve Austin scrive:
            Re: Alternativa
            e che devo avvisare, usano maya e cinema 4d, mica il blender. Mica sono dei barboni che per 2000/3000 dollari di licenza vanno in fallimento.Fammi esempi plz.
          • advange scrive:
            Re: Alternativa

            e che devo avvisare, usano maya e cinema 4d, mica
            il blender.

            Mica sono dei barboni che per 2000/3000 dollari
            di licenza vanno in
            fallimento.
            Fammi esempi plz.C'è un sito web che si chiama google: si tratta di un motore di ricerca (puoi cercare il vocabolario per conoscerne il significato). Lì trovi un campo di testo dove puoi scrivere blender Hollywood e leggerti i vari articoli che vengono fuori. Ah, moltissimi sono in inglese, ma qualcuno in italiano lo trovi
          • Steve Austin scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da: advange

            e che devo avvisare, usano maya e cinema 4d,
            mica

            il blender.



            Mica sono dei barboni che per 2000/3000 dollari

            di licenza vanno in

            fallimento.

            Fammi esempi plz.
            C'è un sito web che si chiama google: si tratta
            di un motore di ricerca (puoi cercare il
            vocabolario per conoscerne il significato). Lì
            trovi un campo di testo dove puoi scrivere
            blender Hollywood e leggerti i vari articoli che
            vengono fuori. Ah, moltissimi sono in inglese, ma
            qualcuno in italiano lo
            trovima devi stare proprio a farmi perdere tempo... e che pensavo ci fossero veramente produzioni di alto livello fatte con blender.hanno fatto solo cortometraggi da parte di indipendenti, ma nessuna grossa produzione.Senti bimbominkia argomenta bene.Ps. con gooooogle esce solo roba su pussicatdolls e britneyspears...Forse la chiave di ricerca più intelligente é:films made with blender.ps. non farmi perdere ancora tempo, se hai una dritta buona dammela senno lascia perdere.
          • advange scrive:
            Re: Alternativa
            Spider-man 2 va bene o è una piccola produzione? In questo caso devi scrivere "Spiderman 2 blender".La Pixar ti sembra una piccola ditta di produzione cinematografica?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 gennaio 2009 11.17-----------------------------------------------------------
          • Steve Austin scrive:
            Re: Alternativa
            Modificato dall' autore il 14 gennaio 2009 11.17
            --------------------------------------------------"where it was primarily used to create animatics and pre-visualizations for the storyboard department."Preso dall'articolo wikipedia da te citato.Ovvero per fare lo storyboard,ovvero bozza del filmato, non per fare le scene che vedi nel film definitivo.Mi hai fatto perdere tempo, come immaginavo.
          • advange scrive:
            Re: Alternativa

            "where it was primarily used to create animatics
            and pre-visualizations for the storyboard
            department."
            Preso dall'articolo wikipedia da te citato.
            Ovvero per fare lo storyboard,ovvero bozza del
            filmato, non per fare le scene che vedi nel film
            definitivo.
            Mi hai fatto perdere tempo, come immaginavo.Effettivamente se per te la cultura è una perdita di tempo...
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: Alternativa
            maya c'è pure per linux
          • ciccio pasticcio scrive:
            Re: Alternativa
            ho risposto a te ma era diretto a Steve
          • Steve Austin scrive:
            Re: Alternativa
            azz si non avevo visto! mea culpa, non si finisce mai di imparare!Anche se senza photoshop e illustrator/cad é un po duretta gestire le texture e i tracciati da rendere 3d.
          • Stein Franken scrive:
            Re: Alternativa
            Ignoralo pure, sarà rimasto a Blender 0.1.Il bello che di strumenti avanzati, come capelli e fluidi, sono ben presenti, e poi è in continuo sviluppo da gente del settore.Il fatto che è gratis è un problema? Mah... valli a capire. Sarà quella gente che se una cosa costa di più PERFORZA è migliore.
          • Steve Austin scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da: Stein Franken
            Ignoralo pure, sarà rimasto a Blender 0.1.

            Il bello che di strumenti avanzati, come capelli
            e fluidi, sono ben presenti, e poi è in continuo
            sviluppo da gente del
            settore.

            Il fatto che è gratis è un problema? Mah... valli
            a capire. Sarà quella gente che se una cosa costa
            di più PERFORZA è
            migliore.Certo hai ragione che scemo, blender é meglio di 3dmax, maya e cinema 4D.Scusami.
          • Stein Franken scrive:
            Re: Alternativa
            Non meglio, ma un'alternativa.Meglio in cosa poi? Peggio in cosa? In questi termini potrei dire che il blocco note è migliore di 3dmax, perchè mi permette di scrivere del testo in maniera molto più facile.Blender è un programma molto potente, ma tu paragoni Blender ad altri prodotti commerciali dicendo subito: blender fa schifo.Fa schifo? Solo perchè è free? Mi sembra un punto di vista molto superficiale il tuo.
          • Steve Austin scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da: Stein Franken
            Non meglio, ma un'alternativa.

            Meglio in cosa poi? Peggio in cosa? In questi
            termini potrei dire che il blocco note è migliore
            di 3dmax, perchè mi permette di scrivere del
            testo in maniera molto più
            facile.


            Blender è un programma molto potente, ma tu
            paragoni Blender ad altri prodotti commerciali
            dicendo subito: blender fa
            schifo.

            Fa schifo? Solo perchè è free? Mi sembra un punto
            di vista molto superficiale il
            tuo.Perché non ho visto grosse produzione ne per il cinema ne per i videogiochi fatte col blender.Evidentemente ha dei limiti che lo rendono inferiore.O come spesso capita con il SW free una pessima usabilità.So usare abbastanza bene il 3dmax e le funzionalità per di manipoliazione poligonale che offre sono eccezionali.Il blender l'ho provato e tante le belle cose che ti abbreviano il lavoro su 3dmax non le ha.
          • Steve Austin scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da: Steve Austin
            - Scritto da: Stein Franken

            Non meglio, ma un'alternativa.



            Meglio in cosa poi? Peggio in cosa? In questi

            termini potrei dire che il blocco note è
            migliore

            di 3dmax, perchè mi permette di scrivere del

            testo in maniera molto più

            facile.





            Blender è un programma molto potente, ma tu

            paragoni Blender ad altri prodotti commerciali

            dicendo subito: blender fa

            schifo.



            Fa schifo? Solo perchè è free? Mi sembra un
            punto

            di vista molto superficiale il

            tuo.
            Perché non ho visto grosse produzione ne per il
            cinema ne per i videogiochi fatte col
            blender.
            Evidentemente ha dei limiti che lo rendono
            inferiore.
            O come spesso capita con il SW free una pessima
            usabilità.
            So usare abbastanza bene il 3dmax e le
            funzionalità per di manipoliazione poligonale che
            offre sono
            eccezionali.
            Il blender l'ho provato e tante le belle cose che
            ti abbreviano il lavoro su 3dmax non le
            ha.uahahah scusa l'italiano sono fuso oggi uahahaha
          • Stein Franken scrive:
            Re: Alternativa
            Huh per l'italiano non farti problemi :P anzi sono contento che c'è gente che non dà così tanto peso a ste piccolezze.Comunque imho Blender ha un'interfaccia che è fatta per funzionare, non per aiutare i novizi.Ah se non si fosse capito ;) non sto criticando i mostri sacri del 3d. Però sono convinto che tu giudichi blender peggio di quello che è , e questo un po' mi spiace.Ma se sei abituato su altri programmi non ha senso cambiare.Tutto qui :)
      • advange scrive:
        Re: Alternativa

        il problema, effettivamente, è in parte quello
        segnalato ba jbj (molte periferiche, compatibili
        con win, non hanno driver per linux, o li hanno
        con limiti, anche
        pesanti).Vero: è quello che è sucXXXXX all'inizio con Vista, tanto per fare un esempio.
        Aggiungerei che su linux è anche molto limitato
        il sw di alto livello a
        disposizione.LOOOOOOL
        Non mi risulta esista un software di editing
        video di livello, non diciamo professionale, ma
        nemmeno "utente evoluto", lo stesso per
        l'authoring DVD, o l'authoring
        multimediale.
        Per il web design c'é qualcosa, ma è anni luce
        lontano dai vari dreamweaver
        etc..
        Rendering 3d, cad...niente.Quindi nessuno su questo forum ha mai sentito parlare di blender, cinelerra et similia? Io dreamweaver lo uso ogni giorno su Ubuntu con WINE e funziona benissimo (supporto Platinum). Ma siete sicuri di avere una benché minima idea di quello di cui state parlando?
        L'unico software interessante è the gimp, anche
        se, ad essere onesti, non solo photoshop (ci
        mancherebbe), ma anche un semplice paint shop pro
        sono, nel complesso, più
        completi.
        Situazione mortificante anche nel settore giochi.
        Quindi e non lo dico con intenti polemici, la
        domanda si potrebbe ribaltare: una volta che hai
        installato ubuntu su un pc, che cosa ci puoi fare
        che tu già non possa fare con un blackberry o
        un'altro
        smartphone?Per es.: scrivere un post in italiano corretto ("un'altro"). Programmare; fare editing audio; editing video; animazione 3D; sviluppare siti web; usare SW per la produttività di ufficio. Vabbè ora devo lavorare con Ubuntu: torna a giocare con gli smartphone.
        • PeeBee scrive:
          Re: Alternativa
          - Scritto da: advange
          Quindi nessuno su questo forum ha mai sentito
          parlare di blender, cinelerra et similia? Senti, cinelerra sarà anche bellino, ma com'è che chi fa editing professionale pé davero usa Avid ?
          dreamweaver lo uso ogni giorno su Ubuntu con WINE
          e funziona benissimo (supporto Platinum)Bello. Ti lamenti, ma usi ancora un'applicazione Windows.
          siete sicuri di avere una benché minima idea di
          quello di cui state
          parlando?Rifai questa domanda guardandoti allo specchio, poi ne parliamo.
          Per es.: scrivere un post in italiano corretto
          ("un'altro"). Il dito e la luna...
          Vabbè ora devo lavorare con Ubuntu: torna a
          giocare con gli smartphone.Lavorare ? Al massimo pasticciare un pochino...
          • advange scrive:
            Re: Alternativa

            Bello. Ti lamenti, ma usi ancora un'applicazione
            Windows.Di cosa? Chi si sta lamentando? Ecco i primi sintomi: paranoia...
            Rifai questa domanda guardandoti allo specchio,
            poi ne
            parliamo.... disturbo della personalità.
            Il dito e la luna...... farneticazioni....
            Lavorare ? Al massimo pasticciare un pochino...... ecco: sta arrivando la neuro.PS: sapevo che quello del pasticciere era un lavoro ben remunerato. Ora, con quello che guadagno "pasticciando" ne ho la certezza.
          • Senbee scrive:
            Re: Alternativa

            Senti, cinelerra sarà anche bellino, ma com'è che
            chi fa editing professionale pé davero usa Avid?Nel post iniziale si chiedeva un software di editing video a livello di power user, è sintomatico che tu poi per criticare sposti il campo della domanda.Comunque sia, chi fa editing professionale usa Final Cut su Mac, nel 999 per mille dei casi, winari fatevene una ragione.E ci sono anche studi che usano Cinelerra professionalmente. Pochi ma ci sono.Quello del video editing super professionale, si sa, storicamente, è una delle pochissime note dolenti di Linux. È piuttosto ridicolo che i detrattori di Linux citino sempre solo quel dettaglio, come se adesso lavorassimo tutti nella sala montaggio di Sky.Dai filmini delle vacanze ai corti amatoriali, Kdenlive o Cinelerra vanno più che bene. Gli utenti comuni possono dormire sonni tranquilli.
          • Dindondero scrive:
            Re: Alternativa
            mi piace questo clima di civile scambio d'opinioni, nel quale se una persona usa una postazione basata su windows deve per forza essere pappa e ciccia con Gates e se uno usa apple, chiamerà il suo primogenito Steve... (E' sarcasmo).Quindi andrò controcorrente.FInalcut è uno dei sw di editing video fra i più apprezzati, e ci mancherebbe: è davvero ottimo.Ma a livello professionale e semipro vedo usare moltissimo anche Edius e Premiere.Nessuno usa postazioni basate su linux, il che mi fa supporre che qualche ottima ragione ci sia (ragioni che poi sono collegate alla mancanza di drive nelle schede di acquisizione, a parte la mancanza di SW adeguati).Nessuno studio di development web che io conosca (diciamo... 300 circa?) usa una postazione basata su linux.Nessuno studio 3d con cui abbia collaborato (sono una mezza dozzina) usa postazioni linux.Che poi la mia frase fosse una "provocazione" è chiaro, ma lasciamo pure stare il livello professionale, e pensiamo ad un utente che senza troppi sbattoni vuole scrivere lettere, leggere mail, consultare internet e magari vedersi qualche video o ascoltare musica.Allora, ok, Ubuntu effettivamente queste cose le fa benissimo.Solo che le fa anche un blackberry, che in più telefona...E se mi spendo dei soldi per un computer, mi aspetto di poter fare MOLTO di più. Tutto qui.
          • Dindondero scrive:
            Re: Alternativa
            pixar e company NON usano linux, usano piattaforme integrate hardware software con os proprietario basato, ovviamente, su UNIX.non diciamo inesattezze per favore...la suite di produttività audio-video Vegas Movie Studio della sony costa 32 euro.ed è comunque in grado di lavorare in maniera semiprofessionale.se vuoi lavorare con audio 5.1 e full HD defvi spendere... 56 euro per la verisone platinum.Non è final cut pro, ma sono cifre ragionevolissime, ed è un software di ottimo livello che (ne sono certo) è 10 anni avanti rispetto a quello che fai su linux.
          • Senbee scrive:
            Re: Alternativa
            L'ho provato molte volte Vegas e non fa più di Kdenlive. Non solo, non gestisce clip (vede solo i filmati come file) e costa.È più assimilabile a Movie Maker che altro.Voglio dire: chi usa Vegas non ha alcun motivo per non passare a Linux. Non è certo la killer application che fa la differenza.
      • mura scrive:
        Re: Alternativa
        - Scritto da: bibami01

        Non mi risulta esista un software di editing

        video di livello, non diciamo professionale, ma

        nemmeno "utente evoluto", lo stesso per

        l'authoring DVD, o l'authoring

        multimediale.

        Con cinelerra ci puoi montare tranquillamente un
        cortometraggio con svariate tracce audio e video.
        Non capisco cosa voglia fare di più "l'utente
        evoluto". Ora esiste anche kdenlive, pensato per
        l'utente
        medio.
        Poi c'è qdvdauthor, non semplicissimo, ma
        piuttosto completo per l'authoring e concludo con
        k3b sul quale non ho bisogno di dire
        nulla.
        E parlo di sw libero, che non ti costringe a
        spendere neanche un
        centesimo.
        Secondo me il problema fondamentale dei software che hai citato non stà nelle loro funzionalità in sè ma nella loro diffusione.Mi spiego meglio, se devo montarmi il mio filmatino delle vacanze da dare agli amici e poi farci il dvd i software che hai citato possono andare anche molto bene e magari possono fare un lavoro più che egregio anche per fare qualche lavoro a livello semi pro o pro (almeno cinellera dagli screen e dalle features list sembra fare veramente faville) ma se uno deve scrivere sul curriculum quali software conosce per fare video authoring se non scrive avid, vegas o final cut probabilmente non viene considerato nemmeno come candidato perchè non sarebbe produttivo dal primo giorno (almeno qui in italia).
      • Senbee scrive:
        Re: Alternativa

        Non mi risulta esista un software di editing
        video di livello, non diciamo professionale, ma
        nemmeno "utente evoluto",C'è: si chiama Cinelerra.E presto esce Lumiera, una versione di Cinelerra con un'interfaccia grafica meno ostica.
        lo stesso per
        l'authoring DVD, o l'authoring
        multimediale.QDVDauthor.
        Per il web design c'é qualcosa, ma è anni luce
        lontano dai vari dreamweaver
        etc..Si sa che i linari storicamente sono stati soprattutto programmatori e che quindi non hanno mai avuto moltissimo slancio nello scrivere strumenti che aiutano "quelli che non sanno programmare bene".
        Rendering 3dBlender è usato da Weta e da Pixar.
        cad...Qcad.
        L'unico software interessante è the gimp, anche
        se, ad essere onesti, non solo photoshop (ci
        mancherebbe), ma anche un semplice paint shop pro
        sono, nel complesso, più
        completi.Non mi risulta che Gimp abbia funzioni in meno di Photoshop, a parte la ben nota quadricromia.Fa' degli esempi.
        Situazione mortificante anche nel settore giochi.Questo è vero, ma sai benissimo che Linux non ha mai avuto utenti hardcore gamers (al limite molti casual gamers). Io per giocare avevo una partizione apposta con su XP che non connettevo mai a internet. Poi ho preso una Wii.
        che cosa ci puoi fare
        che tu già non possa fare con un blackberry o
        un'altro
        smartphone?Io faccio musica professionale, montaggio video, virtualizzo sistemi multiserver per tenermi aggiornato nella mia professione e tante altre cose.Questo film è stato realizzato interamente solo con Ubuntu e software open:http://www.bigbuckbunny.org/
        • Dindondero scrive:
          Re: Alternativa
          Proverò i software citati e poi dirò.Anzi, visto che posso farlo, potrei mettere a confronto lo stesso lavoro fatto su piattaforma win, mac e linux, vedendo quanto tempo ci si mette nei tre casi (sempre che si riesca a fare) e magari mando il risultato al punto informatico, per fare il punto della situazione sullo "stato dell'arte" di linux a livello di piattaforma professionale per l'editing audio-video.Almeno si parlerebbe di fatti concreti...
      • bibami01 scrive:
        Re: Alternativa
        - Scritto da: Steve Austin
        pensa all'utente medio, é improponibile il linux
        per es. per scaricare le foto o tenere la rubrica
        del cell. sincronizzata con il pc. Non deve solo
        funzionare ma deve essere anche semplice da
        usare.Piano piano, stai dicendo cose molto diverse. Con una qualsiasi moderna distribuzione linux le foto le gestisci in maniera eccellente e molto user friendly.Mi chiedo da quanti anni tu non installi una distribuzione linux...Diverso il discorso per la sincronizzazione con i vari cellulari. Spesso sono protocolli chiusi non documentati. Lì o i driver te li passa la XXXXXXX o no non puoi fare nulla. In questo hai ragione per forza.Ad esempio per aggiornare il nokia devi per forza usare un sw che gira solo su winxp.
        Solo i servers per il motore di rendendering, per
        lo sviluppo grafico:
        mac.
        Poi c'e' photoshop, flash, premiere/finalcut...
        nel settore della grafica il linux é ancora negli
        anni
        90!Io rispondevo ad una provocazione. Non metto in discussione il fatto che i grafici usino con soddisfazione il mac. Voglio solo dire che per chi vuole per linux (e non solo) esistono strumenti liberi estremamente validi (blender, gimp, cinelerra) oltre a prodotti commerciali di alto livello (smoke, combustion, flame di autodesk per fare degli esempi http://www.autodesk.it/adsk/servlet/item?siteID=457036&id=9614931&linkID=7831872 ). Certo costano più di un suv, ma ci sono e li usano!

        Alla fine se vuoi essere produttivo nei settori
        di cui sopra o usi mac o usi
        windows.Come ti ho risposto con il link sopra, autodesk non è dello stesso parere...
        • Steve Austin scrive:
          Re: Alternativa
          - Scritto da: bibami01
          - Scritto da: Steve Austin

          pensa all'utente medio, é improponibile il linux

          per es. per scaricare le foto o tenere la
          rubrica

          del cell. sincronizzata con il pc. Non deve solo

          funzionare ma deve essere anche semplice da

          usare.

          Piano piano, stai dicendo cose molto diverse. Con
          una qualsiasi moderna distribuzione linux le foto
          le gestisci in maniera eccellente e molto user
          friendly.Ma la macchina che collego via usb al pc funzionerà in maniera semplice?mi scaricherà/cancellerà le foto in maniera semplice?O devo smanettare? Lo farà con tutti i modelli?Devo stare a togliere la scheda di memoria e inserirla nel lettore per non avere problemi?Queste sono le problematiche che interessano all'utente medio.
          Mi chiedo da quanti anni tu non installi una
          distribuzione
          linux...
          Diverso il discorso per la sincronizzazione con i
          vari cellulari. Spesso sono protocolli chiusi non
          documentati. Lì o i driver te li passa la XXXXXXX
          o no non puoi fare nulla. In questo hai ragione
          per
          forza.
          Ad esempio per aggiornare il nokia devi per forza
          usare un sw che gira solo su
          winxp.


          Solo i servers per il motore di rendendering,
          per

          lo sviluppo grafico:

          mac.

          Poi c'e' photoshop, flash, premiere/finalcut...

          nel settore della grafica il linux é ancora
          negli

          anni

          90!

          Io rispondevo ad una provocazione. Non metto in
          discussione il fatto che i grafici usino con
          soddisfazione il mac. Voglio solo dire che per
          chi vuole per linux (e non solo) esistono
          strumenti liberi estremamente validi (blender,
          gimp, cinelerra) oltre a prodotti commerciali di
          alto livello (smoke, combustion, flame di
          autodesk per fare degli esempi
          http://www.autodesk.it/adsk/servlet/item?siteID=45il combustion e il flame sono software per compositing (montaggio finale degli effetti speciali con video reali e animazioni 3d più effetti interni dei succitati programmi) non molto diffusi, complicati e usati solo ad alto livello, estremamente validi ma per il big businnes.Alla "bottega grafica" che non vuole sbattersi dietro complicatezze per fare alla fine lavori di routine basta un win o un mac.




          Alla fine se vuoi essere produttivo nei settori

          di cui sopra o usi mac o usi

          windows.

          Come ti ho risposto con il link sopra, autodesk
          non è dello stesso
          parere...e si però devi avere uno studio che fattura milioni ad anno!
          • Senbee scrive:
            Re: Alternativa

            Ma la macchina che collego via usb al pc
            funzionerà in maniera
            semplice?
            mi scaricherà/cancellerà le foto in maniera
            semplice?
            O devo smanettare? Lo farà con tutti i modelli?Assolutamente sì. Anzi, è anche più semplice che con Windows, poiché con Windows bisogna spesso installare software, invece Ubuntu vede direttamente le fotocamere senza dover installare nulla.Poi certo c'è qualche fotocamera non supportata, ma il problema è identico che si parli di Linux, di Vista o di Mac.
            Alla "bottega grafica" che non vuole sbattersi
            dietro complicatezze per fare alla fine lavori di
            routine basta un win o un
            mac.Decidiamoci: prima Linux non andava bene a livello di power user, ma abbiamo ricordato che c'è Kdenlive e Cinelerra. Poi non andava bene a livello professionale ma abbiamo ricordato questi software professionali, e così non andava bene perché sono "troppo professionale" :DAllora fammi capire, il problema di Linux sarebbe nel settore "Professionale ma non troppo"?Dai su ci stiamo arrampicando un po' sugli specchi o sbaglio?
          • Steve Austin scrive:
            Re: Alternativa

            Decidiamoci: prima Linux non andava bene a
            livello di power user, ma abbiamo ricordato che
            c'è Kdenlive e Cinelerra. Poi non andava bene a
            livello professionale ma abbiamo ricordato questi
            software professionali, e così non andava bene
            perché sono "troppo professionale"
            :DKdenlive e Cinelerra troppo poco
            Allora fammi capire, il problema di Linux sarebbe
            nel settore "Professionale ma non
            troppo"?combustion troppo

            Dai su ci stiamo arrampicando un po' sugli
            specchi o
            sbaglio?Finalcut e premier sono quello che serve al grafico solitamente.più chiaro adesso?PS. il combustion provalo... non é alla portata di tutti.finalcut o after effect si.
          • Senbee scrive:
            Re: Alternativa
            Vabbè, mi sembra assurdo che esista la fascia del "non troppo professionale" dai...Se uso Premiere e Final Cut per fare i filmini delle vacanze o un mediometraggio da prensentare a qualche mostra, va benissimo Cinelerra. Se uso Premiere e FinalCut in uno studio professionale di produzione multimediale, Combustion e altri sono proprio quello che mi serve, e ho tutto il tempo e i requisiti per usare queste cose.Forse ti riferisci all'utente "uso Premiere craccato"? :D
          • Steve Austin scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da: Senbee
            Vabbè, mi sembra assurdo che esista la fascia del
            "non troppo professionale"
            dai...

            Se uso Premiere e Final Cut per fare i filmini
            delle vacanze o un mediometraggio da prensentare
            a qualche mostra, va benissimo Cinelerra. per quello va bene quello che vuoi, anche muvi meiker del windows
            Se uso
            Premiere e FinalCut in uno studio professionale
            di produzione multimediale, Combustion e altri
            sono proprio quello che mi serve, Non conosci il settore: il combustion non credo lo usino neanche alla rai e mediaset.Forse per le pubblicità più spettacolari.Per gli "intro" di MTV o la pubblicità della Semeraro o il matromonio se usi combustion per montarlo, be auguri!Poi c'é il discorso delle schede di montaggio (tipo matrox) in tempo reale, che riduce i tempi di elaborazione del filmato a 0. Tutto in tempo reale anche in HD.PS. Non mi pari molto conoscitore del settore se sostieni che combustion và bene per montare video (a meno che non ti piaccia contornare matrimoni di esplosioni, piogge di meteoriti alieni umbriachi ecc.)!
            e ho tutto il
            tempo e i requisiti per usare queste
            cose.

            Forse ti riferisci all'utente "uso Premiere
            craccato"?Be quello a casa é d'obbligo! w pirate bay!
            :DCmq sei uno dei pochi educati qua dentro.
          • Senbee scrive:
            Re: Alternativa

            per quello va bene quello che vuoi, anche muvi
            meiker del
            windowsBeh no dai: correzione di un po' di colore, gamma, effettini vari, picture in picture, zoom, ralenty, titoli che scorrono animati, splitscreen, distorsioni varie dell'immagine, transizioni più o meno fantasiose, eccetera. Kdenlive queste cose le ha tutte. Anche Cinelerra. Invece Movie Maker non fa molto queste cose, poi non procede a sources e clip e non è facile organizzare molto materiale. Insomma il minimo per fare un film "normale". Su Win devi crackare un software tipo Premiere, su Linux hai il tuo bel Cinelerra o Kdenlive.Poi certo, se lavoro in RAI uso software professionale sul computer che mi danno (io opterei per Final Cut su Mac). So bene che combustion è pazzesco e non dico che si usa al posto di Premiere però, volendo, fa anche tutto quello che serve in un normale studio di produzione.Io comunque continuo a non vedere l'imprescindibilità di Windows a casa. Perché spendere un mucchio di soldi o rubare del software quando puoi fare le stesse cose con Kdenlive o Cinelerra?Oltretutto, mettendosi un po' di fatica, Blender ha una sezione video che fa praticamente TUTTO.Tanto più che poi il settore video editing è in assoluto il settore che per antonomasia è stato per anni l'unico punto dolente di Linux: continuare a citare solo e sempre quel settore, dopo che finalmente qualche grosso passo è stato fatto, in più come se l'utente medio non avesse altro da fare che video editing non lineare tutto il giorno, mi sembra proprio una polemica da winfan. Non dico di te, eh, tu sei partito da ben altri esempi e poi si è arrivati fin qui pian piano, però spesso questa polemica è del tutto gratuita.
          • advange scrive:
            Re: Alternativa
            Guarda, ci puoi girare intorno quanto vuoi: per l'editor grafico professionale tutti i professionisti usano Mac; magari sarà una coincidenza, una congiura, ma è così.Per cose amatoriali Windows ha un po' più SW di Linux; questo fa di Windows un OS migliore? Io direi di no. Permette di consigliare Windows al posto di Linux? Probabilmente sì, in determinate condizioni; tra queste però più importante è il supporto HW. Tanto è vero che a casa ho un PC su cui ho e continuerò ad usare Win XP proprio per il Win HW di cui è fatto (è un'"eredità": di solito faccio attenzione a quello che compro). Ma questo non fa di Windows un OS migliore.
          • advange scrive:
            Re: Alternativa
            La mia domanda è: ma perché usare dei driver per far funzionare delle macchine fotografiche? Non basta scaricarsi le foto direttamente da un lettore di schede USB? E' così difficile prendere dei file da uno storage e metterlo sull'HD?Scusa lo sfogo ma non ce la faccio più a parlare con gente che tenta in tutti i modi di far funzionare i driver di una macchina fotografica su Vista: USATE I LETTORI DI SCHEDE!
          • bibami01 scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da: Steve Austin
            Ma la macchina che collego via usb al pc
            funzionerà in maniera
            semplice?
            mi scaricherà/cancellerà le foto in maniera
            semplice?
            O devo smanettare? Lo farà con tutti i modelli?
            Devo stare a togliere la scheda di memoria e
            inserirla nel lettore per non avere
            problemi?
            Queste sono le problematiche che interessano
            all'utente
            medio.Il protocollo per il trasferimento delle immagini dalla macchina fotografica al pc attraverso la usb è noto e molto ben implementato su linux. Non ho ancora sentito di macchine non riconoscuite al volo su linux.Come al solito, se le specifiche del protocollo sono note, su linux funziona tutto egregiamente.





            Solo i servers per il motore di rendendering,

            per


            lo sviluppo grafico:


            mac.


            Poi c'e' photoshop, flash,
            premiere/finalcut...


            nel settore della grafica il linux é ancora

            negli


            anni


            90!



            Io rispondevo ad una provocazione. Non metto in

            discussione il fatto che i grafici usino con

            soddisfazione il mac. Voglio solo dire che per

            chi vuole per linux (e non solo) esistono

            strumenti liberi estremamente validi (blender,

            gimp, cinelerra) oltre a prodotti commerciali di

            alto livello (smoke, combustion, flame di

            autodesk per fare degli esempi


            http://www.autodesk.it/adsk/servlet/item?siteID=45

            il combustion e il flame sono software per
            compositing (montaggio finale degli effetti
            speciali con video reali e animazioni 3d più
            effetti interni dei succitati programmi) non
            molto diffusi, complicati e usati solo ad alto
            livello, estremamente validi ma per il big
            businnes.
            Alla "bottega grafica" che non vuole sbattersi
            dietro complicatezze per fare alla fine lavori di
            routine basta un win o un
            mac.Certo la tendenza è ad usare gli strumenti più noti per diversi motivi (nelle scuole e nei vari corsi si insegna ad usare quelli [anche perché spesso sono in tutto o in parte finanziati dalle imprese produttrici degli stessi], nelle aziende si trova più di frequente persone che li sanno usare, alla macchinetta del bar fa più fico parlare di qualcosa che tutti usano piuttosto che di qualcosa che si usa in quattro gatti, etc...).Questo non toglie che le alternative esistano e che un "bottegaio" (un po' cocciuto, lo ammetto) possa lavorarci benissimo.


            Alla fine se vuoi essere produttivo nei
            settori


            di cui sopra o usi mac o usi


            windows.



            Come ti ho risposto con il link sopra, autodesk

            non è dello stesso

            parere...
            e si però devi avere uno studio che fattura
            milioni ad
            anno!Sono pochi in effetti i sw COMMERCIALI "mezzataglia" per la grafica portati su linux. Ho messo il link di autodesk per replicare a chi sostiene che i big usino linux solo per server e render farm... E' noto inoltre che facciano largo uso del sw libero di qualità. Ad esempio vengono usate versioni personalizzate di gimp (dato che tutto è reso più semplice dalla disponibilità dei sorgenti...). Possono far sviluppare da chi vogliono loro le feature aggiuntive di cui hanno bisogno.
        • Dindondero scrive:
          Re: Alternativa
          visto che io flame ed inferno so cosa sono ti posso dire che con linux non c'entrano veramente NIENTE! Sono sistemi hardware-software prorietari che girano su una versione altrettanto proprietaria, di unix.Non sono "software", ma sistemi HW_SW...Dire che sono sistemi per linux, è come dire che la tv al plasma ed un cero di padre pio sono la stessa cosa, perchè sono entrambi illuminati.Riguardo al resto delle discussioni, vedo che basta avere un server apache in una catena di 50 computer, perchè qualcuno dica che certe cose sono sviluppare su linux.Mortificante per la discussione.Tornando invece al discorso iniziale (perchè la "gente" continua ad usare windows), la mancanza di driver per determinato hardware e la scarsa qualità del software disponibile (non ha tutti i torti chi ha detto che i software per linux, quando esistono, sono 3-4 versioni indietro rispetto ai software di riferimento su piattaforma win-mac), creano una morsa mortale.A livello di utente finale linux è considerato (a torto o ragione) limitante, poco intuitivo e "complicato".A livello pro, non vienne nemmeno preso in considerazione perchè non offre garanzie dal punto di vista della produttività.That's the real life...
          • Senbee scrive:
            Re: Alternativa
            Tra il "viene considerato" e il "è" c'è una bella differenza.A cui concorre anche il tuo FUD.
          • bibami01 scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da: Dindondero
            visto che io flame ed inferno so cosa sono ti
            posso dire che con linux non c'entrano veramente
            NIENTE!

            Sono sistemi hardware-software prorietari che
            girano su una versione altrettanto proprietaria,
            di
            unix.So anch'io che viene usato hw specifico.Ma l'hai letto il link che ho passato dell'autodesk prima di parlare? Forse loro ne sanno più di noi due, visto che producono i sw in questione...
      • pippo75 scrive:
        Re: Alternativa

        I cad in effetti sono una nota dolente. Anche lì
        pero se si spende si trova la soluzione, al
        limite usando
        wine.ho provato a far giare un CAD con wine, mannaggia non vede la stampante ( colpa di wine, non del CAD, una epson 870, m, ma neanche la stampante virtuale per i PDF ).
        • advange scrive:
          Re: Alternativa
          - Scritto da: pippo75

          I cad in effetti sono una nota dolente. Anche lì

          pero se si spende si trova la soluzione, al

          limite usando

          wine.


          ho provato a far giare un CAD con wine, mannaggia
          non vede la stampante ( colpa di wine, non del
          CAD, una epson 870, m, ma neanche la stampante
          virtuale per i PDF
          ).Hai provato se ti fa l'export in qualche altro formato grafico? Dico un'eresia: un jpg che poi puoi stampare tranquillamente da qualunque programma sotto Linux liscio?
          • pippo75 scrive:
            Re: Alternativa

            Hai provato se ti fa l'export in qualche altro
            formato grafico? Dico un'eresia: un jpg che poi
            puoi stampare tranquillamente da qualunque
            programma sotto Linux
            liscio?nel caso specifico potrei esportare in DXF, solo che in altri casi non potrei fare una cosa simile.
      • bibami01 scrive:
        Re: Alternativa
        - Scritto da: nome e cognome

        Lasciamo perdere; molte periferiche, anche non

        molto vecchie, non girano su vista. Penso che su

        questo siamo in parità, ad esser

        buoni...

        Non si puo' parlare di parita perche' il problema
        non e' il lettore di schede perforate che non
        gira su vista ma l'ultima scheda wi-fi che non
        gira su linux.
        Il supporto ai dispositivi wi-fi è molto buono; potevi fare un'altro esempio invece di darti la mazza sui piedi.


        Cosa intendi per sw di alto livello? Se sei

        disposto a pagare trovi sw per il multimedia di

        altissimo livello. Shrek e company sono

        sviluppati su sistemi linux o

        affini.

        Intende probabilmente qualcosa tipo Pinnacle
        studio o Sony Vegas (software da circa 100$) .
        Per inserire due commenti nel video delle mie
        vacanze, ripreso con videocamera HD non vorrei
        pagare qualche milione di dollari per il software
        che usa la pixar.Pollycoke ha fatto alcuni articoli su kdenlive. Leggiteli. Secondo me è propio il sw ideale per i filmini delle vacanze e non solo (io l'ho provato, anche se in genere preferisco comunque usare cinelerra). Quanto allo standard ustato dalla telecamere hd, ammetto che non lo conosco. Forse lì c'è ancora lavoro da fare.Uso ancora il buon vecchio standar dv.

        Niente HD e le videocamere HD sono fuori da due
        anni ormai... non confrontiamo nemmeno la
        facilita' d'uso che ha un pinnacle studio
        rispetto a cinelerra.Cinelerra ha un altro target. Non è poi così difficile. Diciamo non più di final cut (che ho provato ad usare con un amico per un certo periodo e ritengo ovviamente stupendo).



        Non capisco cosa voglia fare di più "l'utente

        evoluto". Ora esiste anche kdenlive, pensato per

        l'utente

        medio.

        L'utente evoluto, come quello medio, normale e
        basso vuole evitare di dover passare attraverso
        ffmpeg e le sue opzioni da malato di mente per
        potersi montare il filmino delle
        vacanze.Ecco che si esce dal seminato, si parla di pere e si replica con banane...

        Poi c'è qdvdauthor, non semplicissimo, ma

        Osti perche' cinelerra invece e' facile da usare,Cinelerra così come premiere, final cut e altri, non possono essere facili da usare, perché montare un film è una cosa di una difficoltà estrema. L'ultima preoccupazione è quella dell'interfaccia colorata che ti fa i sorrisini.



        piuttosto completo per l'authoring e concludo
        con

        k3b sul quale non ho bisogno di dire

        nulla.

        Quindi mi servono 3 o 4 programmi distinti se
        voglio piazzare un filmino su dvd?Questo senz'altro e forse è un bene che sia così.



        E parlo di sw libero, che non ti costringe a

        spendere neanche un

        centesimo.


        I cad in effetti sono una nota dolente. Anche lì

        pero se si spende si trova la soluzione, al

        limite usando

        wine.

        Ce le vedi le aziende spendere una decina di K
        per comprare la licenza di autocad e usarla sotto
        wine... chiamano il supporto di autodesk e gli
        dicono che wine ha supporto platinum?
        Sono stato io il primo a dire che sui cad non ci siamo. Poi in quel settore esiste un monopolio di fatto legato ai formati, che rende la concorrenza assai ardua se non impossibile.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Alternativa

          Il supporto ai dispositivi wi-fi è molto buono;
          potevi fare un'altro esempio invece di darti la
          mazza sui
          piedi.Lol...l'ultima che ho avuto la malsana idea di installare findux mutumbo su un portatile per fare andare uno strafamoso RT73 ho dovuto scaricare il driver da serialmonkey e ricompilarmelo.
          Pollycoke ha fatto alcuni articoli su kdenlive.
          Leggiteli. Secondo me è propio il sw ideale per i
          filmini delle vacanze e non solo (io l'ho
          provato, anche se in genere preferisco comunque
          usare cinelerra). Quanto allo standard ustato
          dalla telecamere hd, ammetto che non lo conosco.
          Forse lì c'è ancora lavoro da
          fare.
          Uso ancora il buon vecchio standar dv. Mi guardero' questo kdenlive anche se mi scoccia dover installare QT visto che uso gnome. Tra l'altro sembra supportare AVCHD... peccato che come al solito quando si tratta di fintux parliamo di software in eterna beta (questo e' in versione 0.7)
          Cinelerra ha un altro target. Non è poi cosìQuale target puo' avere cinelerra? E' un programma di editing difficile da usare ma non abbastanza potente da giustificarne l'apprendimento...
          Ecco che si esce dal seminato, si parla di pere e
          si replica con
          banane...Si? Torno a ripeterti fino ad oggi il modo consigliato per fare editing dei formati AVCHD su linux era di convertirli in mpeg... secondo te cosa si usa per farlo? Bravo, ffmpeg ... mangia pure la banana ora.

          Osti perche' cinelerra invece e' facile da
          usare,
          Cinelerra così come premiere, final cut e altri,
          non possono essere facili da usare, perché
          montare un film è una cosa di una difficoltà
          estrema. L'ultima preoccupazione è quella
          dell'interfaccia colorata che ti fa i
          sorrisini.Ma stai scherzando? Montare un film sara' difficile e devi saperlo fare questo e' vero ma la complessita' deve essere nel montare bene un film, non nel capire come farlo fare al tool. Anche scrivere in italiano corretto e' difficile ma non per questo scriviamo le lettere con vi.

          Quindi mi servono 3 o 4 programmi distinti se

          voglio piazzare un filmino su dvd?
          Questo senz'altro e forse è un bene che sia così.Se sei molto masochista si, se vuoi perdere poco tempo nell'imparare ad usare i tool e nello stare dietro alle versioni direi di no.
          • Senbee scrive:
            Re: Alternativa

            parliamo di software in eterna beta (questo e' in
            versione
            0.7)Dovresti sapere che su Linux/Unix non si segue la stessa nomenclatura che su Windows.Quello che per Windows è stabile, per Linux spesso non sarebbe nemmeno in pre-alfa.Quello che per Linux è stabile, su Windows è almeno "10.5 second edition Service Pack 4" :D
            Quale target puo' avere cinelerra? E' un
            programma di editing difficile da usare ma non
            abbastanza potente da giustificarne
            l'apprendimento...Beh, oddio, difficile... In due giorni ho imparato a usarlo con parecchia dimestichezza. È più difficile entrarne nella mentalità più che impararlo in sé. Ma una volta capito il sistema degli assi su cui spostarsi con telecamera e proiettore, e una volta capito il meccanismo di raggruppamento delle tracce (che si comportano come in un sequencer audio, per cui si "armano" le tracce e si seleziona in verticale la porzione di video per identificare il sottoinsieme di timeline da modificare) poi discende tutto logicamente ed è in realtà molto semplice da usare.
      • Senbee scrive:
        Re: Alternativa

        Non si puo' parlare di parita perche' il problema
        non e' il lettore di schede perforate che non
        gira su vista ma l'ultima scheda wi-fi che non
        gira su linux.Eh no no, altrochè schede perforate: Vista ha ancora gravi lacune per molte nuove periferiche (per esempio: alcune schede audio professionali, alcuni modem UMTS...) e moltissime altre non così vecchie (una miriade di scanner, moltissime stampanti brand on third, la quasi totalità delle schede di acquisizione video analogiche che si vendevano fino a 5 anni fa) e molto altro.In realtà il vero problema hardware che affligge chi sceglie Linux sono le schede video ATI. ATI con la sua politica del "non rilascio le specifiche perché voglio scrivere io i driver gratis, ma li scrivo buggati" sembra che stia facendo di tutto per boicottare Linux. Non succede con tutte le ATI, ma con molti modelli sì.
        Intende probabilmente qualcosa tipo Pinnacle
        studio o Sony Vegas (software da circa 100$) .
        Per inserire due commenti nel video delle mie
        vacanze, ripreso con videocamera HD non vorrei
        pagare qualche milione di dollari per il software
        che usa la pixar.Per inserire due commenti nei video delle vacanze basta usare Kdenlive. E titolare con Inkscape.Per fare cose professionali ci sono software costosi e proprietari che girano tranquillamente su Linux.

        L'utente evoluto, come quello medio, normale e
        basso vuole evitare di dover passare attraverso
        ffmpeg e le sue opzioni da malato di mente per
        potersi montare il filmino delle
        vacanze.SOno eoni che non usi Linux, eh?L'esportazione di Kdenlive 0.7.1 è molto più semplice che con Premiere stesso, per esempio.

        Quindi mi servono 3 o 4 programmi distinti se
        voglio piazzare un filmino su dvd?Certo, come del resto tutta la filosofia open source: un programma per ogni cosa.È sempre stato così: poi purtroppo sono arrivati i programmi commerciali "faccio tutto io" che non comunicano con gli altri, con la guerra degli standard.Quando usavo Windows ricordo che partii da Premiere per fare tutto, ma la suite completa con tanto di DVD authoring e masterizzazione era talmente elefantiaca e legnosa che passai almeno la masterizzazione a Nero. Ma Nero faceva anche l'encoding e quidi usai quello, ma poi mi accorsi che la qualità era pessima... Alla fine usavo Premiere per il montaggio, esportavo in DV (file giganteschi), usavo TMPGEnc per fare l'encoding, DVDlab per l'authoring e Nero per masterizzare... Così veniva bene tutto, ma: 1) costava un botto di soldi e 2) è più complicato che con Ubuntu (Kino per rippare, Inkscape per i titoli, Kdenlive o Cinelerra per l'edit, QDVDauthor per l'authoring, K3b per la mesterizzazione: oltretutto essendo tutto open gli output sono standard XML quindi volendo si può automatizzare tutto con uno script o un comando in pipe).
        Vale quello che paghi purtroppo, cinelerra, kino
        ecc sono dei buoni software ma non si possono
        nemmeno lontanamente paragonare a Studio o Vegas.
        Tant'e' vero che alla fine chi deve fare
        "editing" su linux usa avidemux...No davvero, è che tu non sapevi di Kdenlive.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Alternativa

          Eh no no, altrochè schede perforate: Vista ha
          ancora gravi lacune per molte nuove periferiche
          (per esempio: alcune schede audio professionali,
          alcuni modem UMTS...) e moltissime altre non cosìChe una scheda audio professionale abbia problemi con windows faccio molta fatica a crederlo, meno con i modem UMTS...
          vecchie (una miriade di scanner, moltissime
          stampanti brand on third, la quasi totalità delle
          schede di acquisizione video analogiche che si
          vendevano fino a 5 anni fa) e molto
          altro.Tutta roba che su linux funziona, tutta vero?
          In realtà il vero problema hardware che affligge
          chi sceglie Linux sono le schede video ATI. ATI
          con la sua politica del "non rilascio le
          specifiche perché voglio scrivere io i driver
          gratis, ma li scrivo buggati" sembra che stia
          facendo di tutto per boicottare Linux. Non
          succede con tutte le ATI, ma con molti modelli
          sì.Quindi fammi capire, se le ATI non funzionano su linux la colpa e' di ATI, se un modem UMTS non funziona su vista la colpa e' di microsoft?
          Per inserire due commenti nei video delle vacanze
          basta usare Kdenlive. E titolare con
          Inkscape.Effettivamente usando gnome non guardo mai tutto quello che inizia con K... mi puzza di stra-beta e mi scoccia installare QT ma gli daro' un'occhiata.
          Per fare cose professionali ci sono software
          costosi e proprietari che girano tranquillamente
          su
          Linux.Mah .. definisci costoso, proprietario che gira su linux. Premiere non c'è ... ed e' considerato piuttosto professionale, proprietario e costoso.
          SOno eoni che non usi Linux, eh?
          L'esportazione di Kdenlive 0.7.1 è molto più
          semplice che con Premiere stesso, per
          esempio.0.7.1?
          Certo, come del resto tutta la filosofia open
          source: un programma per ogni
          cosa.Che poi si traduce nella filosofia un pezzo e' fatto benissimo, un pezzo inutilizzabile.
          È sempre stato così: poi purtroppo sono arrivati
          i programmi commerciali "faccio tutto io" che non
          comunicano con gli altri, con la guerra degli
          standard.Perche' mai un programma che fa tutto dovrebbe comunicare con gli altri, l'importante e' che lo faccia bene.
          Quando usavo Windows ricordo che partii da
          Premiere per fare tutto, ma la suite completa con
          tanto di DVD authoring e masterizzazione era
          talmente elefantiaca e legnosa che passai almeno
          la masterizzazione a Nero. Ma Nero faceva anche
          l'encoding e quidi usai quello, ma poi mi accorsi
          che la qualità era pessima... Alla fine usavo
          Premiere per il montaggio, esportavo in DV (file
          giganteschi), usavo TMPGEnc per fare l'encoding,
          DVDlab per l'authoring e Nero per masterizzare...
          Così veniva bene tutto, ma: 1) costava un botto
          di soldi e 2) è più complicato che con Ubuntu
          (Kino per rippare, Inkscape per i titoli,
          Kdenlive o Cinelerra per l'edit, QDVDauthor per
          l'authoring, K3b per la mesterizzazione:
          oltretutto essendo tutto open gli output sono
          standard XML quindi volendo si può automatizzare
          tutto con uno script o un comando in
          pipe).A parte l'enorme sbattimento di dover imparare ad usare 10 programmi diversi con interfaccia utente diversa e capacita´ diverse, dopo averci messo un mese a preparare lo script poi lasci il pc un mese ad elaborarlo
          No davvero, è che tu non sapevi di Kdenlive.No infatti non lo sapevo ma visto che tu che lo conosci lo usi assieme ad altri 4 tool probabilmente e' l'ennesimo software in sviluppo che fa una cosa bene e il resto male.
          • Senbee scrive:
            Re: Alternativa

            Che una scheda audio professionale abbia problemi
            con windows faccio molta fatica a crederlo, meno
            con i modem UMTS...Sto parlando di VISTA, non di XP.Sono parecchie le schede audio pro che non hanno i driver per Vista e che impallano spesso il sistema, purtroppo.
            Tutta roba che su linux funziona, tutta vero? Un po' di più.Io stesso per far funzionare la mia cara Pinnacle DC10+, non più supportata dopo WindowsME, ho dovuto passare obbligatoriamente a Linux.
            Quindi fammi capire, se le ATI non funzionano su
            linux la colpa e' di ATI, se un modem UMTS non
            funziona su vista la colpa e' di microsoft?Dove avresti letto queste affermazioni? :o :oHo solo detto che Linux e Vista, ma anche un po' (molto meno) XP soffrono degli stessi problemi di hardware, quando il produttore del suddetto hardware XXXXXXXggia.
            Effettivamente usando gnome non guardo mai tutto
            quello che inizia con K... mi puzza di stra-beta
            e mi scoccia installare QT ma gli daro'
            un'occhiata.È una versione finalmente molto stabile.Devi avere Intrepid Ibex. Qui le istruzioni per installarlo su Ubuntu Intrepid in meno di 5 minuti:http://pollycoke.net/2009/01/04/kdenlive-071-per-ubuntu-intrepid-recerepo/
            Mah .. definisci costoso, proprietario che gira
            su linux. Premiere non c'è ... ed e' considerato
            piuttosto professionale, proprietario e costoso.Si diceva nell'altro thread Combustion, ad esempio.E Maya gira anche su Linux.Sì comunque, il ramo professionale Video Editing non ha mai avuto molte aziende che hanno scritto software per Linux. E vabbè, non è un grosso problema per l'utente medio, d'altronde.
            0.7.1? Sì, perché?
            Che poi si traduce nella filosofia un pezzo e'
            fatto benissimo, un pezzo inutilizzabile.Questa è una sonora idiozia e chiunque sappia anche solo le basi elementari dell'informatica lo sa benissimo.
            Perche' mai un programma che fa tutto dovrebbe
            comunicare con gli altri, l'importante e' che lo
            faccia bene.Non esiste un programmone che faccia bene TUTTO il proXXXXX, tant'è vero che alla fine su Windows si usano mille programmoni che fanno TUTTO, ognuno per la sua PARTE che funziona meglio, per la gioia del registro di configurazione di dimensioni bibliche.Su Mac, che è un prodotto costoso e proprietario ma che funziona, questo lo sanno benissimo e infatti gli stessi programmi commerciali hanno moduli che comunicano con altri e si può mandare tutto in pipe, stile Unix.Su Windows si usano quei software server stream per legare l'output di un programma all'input di un altro, peraltro, per ovviare alla mancanza.
            A parte l'enorme sbattimento di dover imparare ad
            usare 10 programmi diversi con interfaccia utente
            diversa e capacita´ diverse, dopo averci messo un
            mese a preparare lo script poi lasci il pc un
            mese ad
            elaborarloLOL, uno script fa l'esatto opposto! Riduce moltissimo i tempi di elaborazione! È chiaro che non sai di cosa stai parlando.
            No infatti non lo sapevo ma visto che tu che lo
            conosci lo usi assieme ad altri 4 tool
            probabilmente e' l'ennesimo software in sviluppo
            che fa una cosa bene e il resto
            male.Fa il video editing BENE.Il resto lo fanno bene altre applicazioni.Kdenlive (o Cinelerra se si vuole qualcosa in più) produce un ottimo file VOB. QDVDAuthor produce un'ottima cartella VIDEO_TS, K3b produce un ottimo DVD. Tutto gratis.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Alternativa

            Fa il video editing BENE.
            Il resto lo fanno bene altre applicazioni.
            Kdenlive (o Cinelerra se si vuole qualcosa in
            più) produce un ottimo file VOB. QDVDAuthor
            produce un'ottima cartella VIDEO_TS, K3b produce
            un ottimo DVD. Tutto
            gratis.Collego la mia ottima videocamera AVCHD a pinnacle studio che la riconosce e la controlla, edito il filmato con l'ottimo pinnacle studio e masterizzo un ottimo blueray usando pinnacle studio. Senza neanche leggere il manuale. Senza nemmeno sapere cos'è l'XML, senza dover installare librerie strambe. Per 99 euro. Ovvero il costo del tempo che probabilmente perderei solo per imparare ad usare due dei 4 programmi (se uno dei due non è cinelerra) necessari per fare le stesse cose.
          • Senbee scrive:
            Re: Alternativa

            Collego la mia ottima videocamera AVCHD a
            pinnacle studio che la riconosce e la controlla,
            edito il filmato con l'ottimo pinnacle studio e
            masterizzo un ottimo blueray usando pinnacle
            studio. Senza neanche leggere il manuale. Senza
            nemmeno sapere cos'è l'XML, senza dover
            installare librerie strambe.

            Per 99 euro.
            Ovvero il costo del tempo che probabilmente
            perderei solo per imparare ad usare due dei 4
            programmi (se uno dei due non è cinelerra)
            necessari per fare le stesse
            cose.Prima di tutto 99 euro per evitare di studiare il funzionamento di 4 semplicissimi programmi lo vedo davvero come una cosa da lamer.Poi: se su Pinnacle Studio non c'è una funzione che mi interessa nella parte authoring (per esempio: i sottotitoli che crea mi fanno schifo) o nella parte video editing (per esempio: gestione pessima dell'organizzazione delle clip prese di singoli file e storyboard) cosa faccio, spendo altri soldi per prendere Premiere o DVDLabPro? E poi divento scemo a far dialogare i programmi? Invece con Linux uso Cinelerra, o qualcosa di diverso da QdvdAuthor, e il resto del proXXXXX rimane il medesimo.Il tanto decantato metodo della modularità, che ha giustamente portato pian piano anche Windows a creare uno standard per alcuni plugin (che poi sono programmi a sé) per Photoshop o i VST per la musica, su Linux vale per TUTTO.La modularità è essenziale, è l'essenza dell'informatica seria.
    • pippo75 scrive:
      Re: Alternativa
      - Scritto da: Dominus
      Io intanto stasera ho aggiornato la mia ubuntu
      dalla 8.04 alla 8.10 , e da contento sono passato
      a contentissimo dopo che ho notato le notevoli
      migliorie....personalmente preferisco Xubuntu.
      Alla faccia di chi ancora ha speranze con la
      microsoft....più che nella MS, nelle ditte che sviluppano programmi per windows e nei programmi open/free x windows.
      ma ditemi una cosa.... da che mondo e mondo...
      chi lavora male non è vero che alla fine rimane
      senza lavoro e senza clienti?Infatti MS ha dovuto far uscire W7 dicorsa.
      Come è possibile che questa azienda vada ancora
      avanti?trova un alternativa OS e programmi e vedrai che gli altri si adeguano senza problemi.Secondo te, vado in un negozio, cosa trovo come OS principalmente supportato?
    • Max-B scrive:
      Re: Alternativa
      Anche io uso GNU/Linux come sistema esclusivo, tuttavia penso che le critiche che vengono sollevate qui a Windows 7 siano insensate.1) Perchè si tratta di una beta e quindi ci sta che possa andare in crash.2) Perchè qualunque sistema può andare in kernel panic (vedi anche la Black Screen of Death di OSX).3) Forse è meglio aspettare la release definitiva di Windows 7 ed eventualmente criticare quella.Io comunque il beta tester volontario di Windows 7 non lo faccio.ciao,Max
  • Dominus scrive:
    io so come fare
    Io intanto stasera ho aggiornato la mia ubuntu dalla 8.04 alla 8.10 , e da contento sono passato a contentissimo dopo che ho notato le notevoli migliorie....Alla faccia di chi ancora ha speranze con la microsoft....ma ditemi una cosa.... da che mondo e mondo... chi lavora male non è vero che alla rimane senza lavoro e senza clienti?Come è possibile ch questa azienda vada ancora avanti?
    • rava lafava scrive:
      Re: io so come fare
      ...ubuntu ha ha ha
    • nome e cognome scrive:
      Re: io so come fare
      - Scritto da: Dominus
      Io intanto stasera ho aggiornato la mia ubuntu
      dalla 8.04 alla 8.10 , e da contento sono passato
      a contentissimo dopo che ho notato le notevoli
      migliorie....

      Alla faccia di chi ancora ha speranze con la
      microsoft....
      ma ditemi una cosa.... da che mondo e mondo...
      chi lavora male non è vero che alla rimane senza
      lavoro e senza
      clienti?

      Come è possibile ch questa azienda vada ancora
      avanti?Perchè' gli altri lavorano peggio, ragiona... se linux, come dite voi fa tutto quello che fa windows, e' piu' facile da usare di windows ed e' pure gratis mentre vista si paga caro ma nonostante tutto nessuno lo caga un motivo c'e': siete fessi voi o il resto del mondo?
      • Senbee scrive:
        Re: io so come fare
        Non è questione di essere fessi, è come essere la minoranza che capì che non era bello comprare prodotti finanziari con dentro roba collegata ai subprime.Certe volte in settori tecnici c'è una piccola minoranza che ha ragione, che si accorge della truffa, semplicemente perché la maggioranza si ritrova tutto già pronto e non si chiede nemmeno se sia il caso di approfondire, di provare la "concorrenza".Nel caso Microsoft, il 99% dei PC e notebook esce con su Windows preinstallato, a causa della politica monopolista e illegale di Microsoft che fa accordi sottobanco con le case produttrici (e si becca multe pazzesche dall'UE, che peraltro mette a budget..!). Nella gente quindi si creano tre effetti:- ci si abitua ed è più difficile cambiare, anche se in meglio- non ci si chiede, non si sa che esista di meglio- si pensa "ma se tutti lo usano, evidentemente sarà il migliore"Lo puoi vedere tranquillamente anche dentro Windows stesso: quasi tutti credono che Norton sia il meglio del meglio, quando chiunque abbia un minimo di competenza tecnica sa perfettamente che è quanto di più truffaldino tu possa installare sul tuo povero computer.Nella mia esperienza, vedo due dati interessanti:- tra quelli a cui consiglio Ubuntu e che alla fine se lo fanno installare, solo un 10% al massimo è tornato a Windows, e quasi sempre per scelte obbligate (software gestionali che usano al lavoro, Windows only)- tra quelli che non hanno mai usato un PC in vita loro e a cui installo Ubuntu che diventa quindi il loro primo sistema, nessuno in assoluto quando si trova per la prima volta su Windows non esplode di rabbia: non funziona nulla, è lento, non ci si capisce niente, è irrazionale, eccetera.
        • panda rossa scrive:
          Re: io so come fare
          - Scritto da: Senbee
          - si pensa "ma se tutti lo usano, evidentemente
          sarà il
          migliore"4 miliardi di mosche non possono essersi sbagliate: mangiate XXXXX!
          Lo puoi vedere tranquillamente anche dentro
          Windows stesso: quasi tutti credono che Norton
          sia il meglio del meglio, quando chiunque abbia
          un minimo di competenza tecnica sa perfettamente
          che è quanto di più truffaldino tu possa
          installare sul tuo povero
          computer.Lasciamo stare. L'altro giorno la mamma di un compagno di scuola di mia figlia ha chiesto un consiglio a mia moglie perche' gli e' scaduto l'abbonamento al Norton e non vogliono spendere dei soldi anche quest'anno!Fanno schifo quelli della Norton a dragare denaro dalle tasche delle famiglie approfittando della loro ignoranza.E la M$ e' complice di questa truffa!
          Nella mia esperienza, vedo due dati interessanti:
          - tra quelli a cui consiglio Ubuntu e che alla
          fine se lo fanno installare, solo un 10% al
          massimo è tornato a Windows, e quasi sempre per
          scelte obbligate (software gestionali che usano
          al lavoro, Windows
          only)
          - tra quelli che non hanno mai usato un PC in
          vita loro e a cui installo Ubuntu che diventa
          quindi il loro primo sistema, nessuno in assoluto
          quando si trova per la prima volta su Windows non
          esplode di rabbia: non funziona nulla, è lento,
          non ci si capisce niente, è irrazionale,
          eccetera.Guarda, pure io che uso i computer da oltre 20 anni quando devo usare winsozz mi inXXXXX: non funziona nulla, e' lento, non ci si capisce niente, e' irrazionale, invasivo, e ha un interprete di comandi allucinante.
        • . . scrive:
          Re: io so come fare
          linux 0.8%mac 10%cantinaro avete fallito presto se la giocheranno solo microsoft e apple, anzi in realtà è già così
          • longinous scrive:
            Re: io so come fare
            - Scritto da: . .
            linux 0.8%
            mac 10%

            cantinaro avete fallito presto se la giocheranno
            solo microsoft e apple, anzi in realtà è già
            cosìfinché ne sei convinto tu, io sono felice.
      • longinous scrive:
        Re: io so come fare
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: Dominus

        Io intanto stasera ho aggiornato la mia ubuntu

        dalla 8.04 alla 8.10 , e da contento sono
        passato

        a contentissimo dopo che ho notato le notevoli

        migliorie....



        Alla faccia di chi ancora ha speranze con la

        microsoft....

        ma ditemi una cosa.... da che mondo e mondo...

        chi lavora male non è vero che alla rimane senza

        lavoro e senza

        clienti?



        Come è possibile ch questa azienda vada ancora

        avanti?

        Perchè' gli altri lavorano peggio, ragiona... se
        linux, come dite voi fa tutto quello che fa
        windows, e' piu' facile da usare di windows ed e'
        pure gratis mentre vista si paga caro ma
        nonostante tutto nessuno lo caga un motivo c'e':
        siete fessi voi o il resto del
        mondo?Il resto del mondo, ma va bene così
        • Izio scrive:
          Re: io so come fare
          - Scritto da: longinous
          - Scritto da: nome e cognome
          (...)

          pure gratis mentre vista si paga caro ma

          nonostante tutto nessuno lo caga un motivo c'e':

          siete fessi voi o il resto del

          mondo?

          Il resto del mondo, ma va bene cosìIo uso Windows, ma... bella risposta :-D
          • longinous scrive:
            Re: io so come fare
            - Scritto da: Izio
            - Scritto da: longinous

            - Scritto da: nome e cognome

            (...)


            pure gratis mentre vista si paga caro ma


            nonostante tutto nessuno lo caga un motivo
            c'e':


            siete fessi voi o il resto del


            mondo?



            Il resto del mondo, ma va bene così

            Io uso Windows, ma... bella risposta :-DGrazie :)Ma sai qual è la cosa più bella?È che è vero che va bene così.È giusto che sia così.Chi usa linux usi linux e ne goda come vuole, e rompa le palle fino a che ha fiato per ottenere i rimborsi vari&eventuali sui windows che non vogliono sui laptop. (vistoche se ne parla anche in una notizia che c'entra una XXXX)Chi usa windows usi windows e ne goda come vuole.Che tanto poi godo io a farmi pagare fior fior di €urini quando lo incartano :)Pace & Bene (love)
        • nome e cognome scrive:
          Re: io so come fare

          Il resto del mondo, ma va bene cosìAnche il resto del mondo la pensa cosi'.
          • longinous scrive:
            Re: io so come fare
            - Scritto da: nome e cognome

            Il resto del mondo, ma va bene così

            Anche il resto del mondo la pensa cosi'.e ripeto: va bene così ;)
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    C'è anche in XP
    E siete voi della redazione a non averla mai avuta.
  • Federico scrive:
    Tutto questo è paradossale
    Sorvoliamo sul fatto che quella schermata è sempre stata parte di Windows e non è mai stata tolta...MA STIAMO SCHERZANDO???? Qui si parla di un bug, di una cosa che fa XXXXXXXre la gente, che manda al diavolo il tuo lavoro, ecc ecc... e ora la stanno spacciando per una feature interessante!!! E nessuno gli dice niente!Non capite che è un'operazione di marketing che si è resa necessaria perchè in Win7 il crash di sistema avverrà molto più spesso che nei sistemi precedenti???Vi vendono una cosa che non funziona. Non funzionava 15 anni fa e non funziona neanche ora. E da oggi ridono pure di voi.
    • Zeross scrive:
      Re: Tutto questo è paradossale
      Vai a letto e fatti un bel sonno... :-o
    • . . scrive:
      Re: Tutto questo è paradossale
      XXXXXXXXXX va
    • afiorillo scrive:
      Re: Tutto questo è paradossale
      Noto con piacere che i troll non mancano mai.
    • swsw scrive:
      Re: Tutto questo è paradossale
      se hai il disco rotto o la ram distrutta non ci sono molte alternative... io la schermata blu in XP l'ho vista solo in questi casi e se hai l'hardware danneggiato cosa pretendi?
    • Steve Austin scrive:
      Re: Tutto questo è paradossale
      guarda che se usi windows non sei appestato dal demonio.Riesci a fare 8 ore di lavoro continuate senza che si impalli ogni santo giorno.Prova a usarlo, magari va meglio di quel che credi.Ps. non installarlo tu, forse non sei capace.
    • PandaR1 scrive:
      Re: Tutto questo è paradossale
      Trollone, e' una beta, cosa non ti e' chiaro ?Io in anni di xp le schermate blu le ho viste solo in presenza di hardware difettoso...
  • dovella scrive:
    A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
    [yt]MQTU5qIrV5U[/yt][yt]9g_jbDo-Bp4[/yt]vogliamo parlare di un recente Update chiamato 10.5.6 ??
    • franco scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      XXXXX boia... che velocita' nel rispondere Dovella..
    • Il signor rossi scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      E' vero, ha avuto un kernel panic, ma se tu avessi guardato il video con più attenzione avresti attentamente visto che ciò è sucXXXXX... installando un'applicazione Microsoft! :-D
      • dovella scrive:
        Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
        - Scritto da: Il signor rossi
        E' vero, ha avuto un kernel panic, ma se tu
        avessi guardato il video con più attenzione
        avresti attentamente visto che ciò è sucXXXXX...
        installando un'applicazione Microsoft!
        :-DPresta piu attenzione tu non io, quella è teoria di Pirillo non prove ;)cmq divertitihttp://www.youtube.com/results?search_query=kernel+panic+osx&search_type=&aq=f
        • Sgabbio scrive:
          Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
          Se vogliamo parlare di windows che si fa buttare giù da un driver mal fatto allora? :D
      • Stein Franken scrive:
        Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
        Certo che se viene un BSOD installando un semplice software, l'OS è messo maluccio...
      • nome e cognome scrive:
        Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
        - Scritto da: Il signor rossi
        E' vero, ha avuto un kernel panic, ma se tu
        avessi guardato il video con più attenzione
        avresti attentamente visto che ciò è sucXXXXX...
        installando un'applicazione Microsoft!
        :-DOttimo kernel... crasha installando un'applicazione a momenti nemmeno windows ME.
        • il signor rossi scrive:
          Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
          - Scritto da: nome e cognome
          Ottimo kernel... crasha installando
          un'applicazione a momenti nemmeno windows
          ME.credete che sia difficile fare crashare windows (o un qualsiasi altro os) installando un'applicazione? (avete mai scritto dei driver sotto windows?)
          • -ToM- scrive:
            Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
            - Scritto da: il signor rossi
            credete che sia difficile fare crashare windows
            (o un qualsiasi altro os) installando
            un'applicazione? (avete mai scritto dei driver
            sotto
            windows?)certo, paragonare applicativi a drivers...
    • AhiAhi scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      Vogliamo parlare DELLA monnezza della rete?http://www.imaccanici.org/index.php?topic=Dovellahttp://www.italiamac.it/forum/showthread.php?t=144067http://wearehanging.wordpress.com/2008/02/10/get-a-life-caso-3-dovella/http://www.petitiononline.com/d0v3lla/petition.html
    • AhiAhi scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      Ma facciamoci 2 risate leggendo questo sito zelighianohttp://dovellas.spaces.live.com/
      • Anonymous scrive:
        Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
        - Scritto da: AhiAhi
        Ma facciamoci 2 risate leggendo questo sito
        zelighiano

        http://dovellas.spaces.live.com/Cos'è, Aranzulla 2 la vendetta? :D
    • Er Puntaro Ubuntaro scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      Sì, però io sono stanco di questa guerra. Ormai l'ho capito: non avrà mai fine! Adesso c'è Win7 superstar, poi arriverà Mac OS leopardo delle nevi che magari è più performante di Win7, poi ci sarà una nuova distribuzione di linux che scheggia a manetta mentre fa le bolle sul monitor e straccia il leopardo delle nevi, poi ... poi venne l'angelo della morte, che ammazzò l'utonto, che impallò Ubuntu, che sconfisse Mac Os, che stracciò Win7, che fece scoppiare il piccì che al centro commerciale mio padre comprò![yt]Ps0O3Z0UUPY[/yt]
      • AhiAhi scrive:
        Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
        Secondo me scoppiano prima le tette della tipa in foto con la maglietta del BSOD
        • Er Puntaro Ubuntaro scrive:
          Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
          Eh, anche a me sembrano rifatte. Però la faccia ce la pianterei dentro lo stesso.
        • nome e cognome scrive:
          Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
          - Scritto da: AhiAhi
          Secondo me scoppiano prima le tette della tipa in
          foto con la maglietta del
          BSODPer i linari invece c'e' questo...http://lifesshortadventure.smugmug.com/photos/282539077_jC335-M.jpgAltro ottimo slogan...http://sandcat.nl/~hugo/fun/20050427-unix.jpgMa piu' probabilmente non c'e' speranzahttp://farm4.static.flickr.com/3121/2762513316_44e469c0e6.jpg
          • AhiAhi scrive:
            Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
            esci anche tu dal tuo loXXXXhttp://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/d/df/Body_painting.JPGhttp://members.shaw.ca/zerone/img/linux-girl.jpghttp://farm3.static.flickr.com/2219/2258326155_0a5375ccd0.jpg
      • nonno di bart scrive:
        Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
        - Scritto da: Er Puntaro Ubuntaro
        Sì, però io sono stanco di questa guerra. Ormai
        l'ho capito: non avrà mai fine! Adesso c'è Win7
        superstar, poi arriverà Mac OS leopardo delle
        nevi che magari è più performante di Win7, poi ci
        sarà una nuova distribuzione di linux che
        scheggia a manetta mentre fa le bolle sul monitor
        e straccia il leopardo delle nevi, poi ... poi
        venne l'angelo della morte, che ammazzò l'utonto,
        che impallò Ubuntu, che sconfisse Mac Os, che
        stracciò Win7, che fece scoppiare il piccì che al
        centro commerciale mio padre
        comprò!
        [yt]Ps0O3Z0UUPY[/yt]Sta cosa che hai scritto è semplicemente GENIALE. Ci rido ormai da ore...
    • legales scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      SI ne vogliamo parlare e tanto anche !!Il famoso Kernel Panic, nel 98% dei casi, non compare.Non c'è paragone sulla stabilità del sistema OSX nei confronti dell'amico Windows.Non si accettano nè critiche nè confronti.MacOS è un sistema 900 volte piu' stabile di windows.Accettate il miglior sistema operativo per quello che è...cioè una mela morsicata.Ed è inutile parlare di distro linux...contano i numeri ragazzi!
      • Numeri scrive:
        Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
        Ma va in cul tu e i numeri!!!Che cosa vuol dire??? Certo che OS X è più stabile di win, ma cosa c'entrano i numeri con la qualità!!!! Se per questo Linux gira su una quantità di HW che OS X se la sogna!!!!Dai fan boy, va a ciapà i rat e a spiegare a mio fratello perchè il suo cavolo di iMac a random fa un bel reboot....e sai cos'è il bello??? Che mi ha chiesto di fare un backup di tutte le sue foto (30 GB circa)...e sai dove??? Su una NAS con OS Linux!!!! AHAHAHAHA aspetta e spera una NAS con OS X.....quantità.....ma va va....
        • alexjenn scrive:
          Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
          - Scritto da: Numeri
          Ma va in cul tu e i numeri!!!

          Che cosa vuol dire??? Certo che OS X è più
          stabile di win, ma cosa c'entrano i numeri con la
          qualità!!!! Se per questo Linux gira su una
          quantità di HW che OS X se la
          sogna!!!!

          Dai fan boy, va a ciapà i rat e a spiegare a mio
          fratello perchè il suo cavolo di iMac a random fa
          un bel reboot....e sai cos'è il bello??? Che mi
          ha chiesto di fare un backup di tutte le sue foto
          (30 GB circa)...e sai dove??? Su una NAS con OS
          Linux!!!! AHAHAHAHA aspetta e spera una NAS con
          OS X.....quantità.....ma va
          va....Ovvero, tuo fratello non sa usare un Mac.Che provasse a resettare la PRAM (Command+Opzione+P+R all'avvio del Mac), vedrai che non avrà più quel problema.Ah, se vuole fare backup su una NAS con sistema Linux, be', perché no?
          • Numeri scrive:
            Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
            Mio fratello ha preso Mac perchè non sa nulla di informatica!! E per fortuna che è un OS semplice e infallibile, ma per favore.Comunque grazie per il consiglio, proverò e vedo che succede.
          • alexjenn scrive:
            Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
            - Scritto da: Numeri
            Mio fratello ha preso Mac perchè non sa nulla di
            informatica!! E per fortuna che è un OS semplice
            e infallibile, ma per
            favore.

            Comunque grazie per il consiglio, proverò e vedo
            che
            succede.Be', forse usa il Mac come se fosse Windows, e questo è un errore.Difatti Mac OS X è semplice e intuitivo, ma ancora non è infallibile.Niente di personale, succede e fa succedere guai.Comunque, fammi sapere se il reset della PRAM risolve.Mi permetto poi di darti un altro consiglio: http://www.apple.com/it/support/
          • Numeri scrive:
            Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
            Dimenticavo....Certo che non ci son problemi a fare backup su NAS Linux, ma devo dirlo al tuo comopare che se ne viene fuori con frasi del tipo"Ed è inutile parlare di distro linux...contano i numeri ragazzi!"Come se la qualità la facessa la quantità, in base al suo ragionamento da bimbo, Win sarebbe il migliore....ma fa te...
          • alexjenn scrive:
            Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
            - Scritto da: Numeri
            Dimenticavo....

            Certo che non ci son problemi a fare backup su
            NAS Linux, ma devo dirlo al tuo comopare che se
            ne viene fuori con frasi del
            tipo

            "Ed è inutile parlare di distro linux...contano i
            numeri
            ragazzi!"

            Come se la qualità la facessa la quantità, in
            base al suo ragionamento da bimbo, Win sarebbe il
            migliore....ma fa
            te...Quei ragionamenti non mi interessano. Usare Linux o qualcosa di Linux con un Mac è, IMHO, una buona idea e sia i Mac che Mac OS X danno piena compatibilità... c'è UNIX di mezzo.
          • Numeri scrive:
            Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
            Lo so che c'è Unix di mezzo, ma permettimi di affermare che, al di là di esigenze contingenti, usare Linux è una questione ben differente: io credo fermamente nella libera conoscenza e in campo informatico Linux e il software opensource sono l'esempio di tale libera conoscenza. OS X, pur essendo un Unix e quindi con le ottime qualità di Unix, è un sistema mooooolto chiuso, è venduto in blocco con l'HW, non puoi decidere dove installarlo!Lo so che ciò che ho detto è un pò OT, ma volevo solo far capire il mio punto di vista.Grazie anche per il link che mi hai fornito nell'altro post (che comunque già conoscevo), ma purtroppo lavoro e non ho molto tempo da dedicare al Mac di mio fratello, mi sono installato Debian proprio per non avere più problematiche varie......Ho avuto solo il tempo di fargli un backup dei dati importanti e gli ho detto che cercherò di risolvere il problema il prima possibile....comunque l'ho consolato mostrandogli questo link:http://www.google.com/search?hl=en&q=iMac+random+reboot&btnG=Search"Dai fratello, non preoccuparti, non è del tutto colpa tua, non sei l'unico!"
          • Numeri scrive:
            Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
            - Scritto da: alexjenn
            Usare Linux
            o qualcosa di Linux con un Mac è, IMHO, una buona
            idea e sia i Mac che Mac OS X danno piena
            compatibilità... c'è UNIX di
            mezzo.Scusa se rispondo sempre in due tempi :pNon capisco....io uso Linux su un Asus, sbaglio perchè non lo uso su un Mac? Forse volevi dire che è una buona idea usare Linux, ma non necessariamente su un Mac, o mi sbaglio?
      • r1348 scrive:
        Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
        Un applauso alla tua capacità di pensiero critico autonomo, assolutamente scevro da influenze pubblicitarie e modaiole che dir si voglia.[img]http://www.lolpix.com/_pics/Funny_Pictures_451/Funny_Pictures_45116.jpg[/img]Quale sei tu?
      • vistabuntu.wordpress.com scrive:
        Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
        - Scritto da: legales
        Non si accettano nè critiche nè confronti.I Fanboy sono caratterizzati da AMPIA libertà di espressione vedo (rotfl)
    • Kilias scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      - Scritto da: dovella
      vogliamo parlare di un recente Update chiamato
      10.5.6
      ??parliamone, perchè no?Parliamo anche del fatto che un sistema in caso di problemi hw può crashare indipendentemente dalla qualità dell'os che ci gira sopra? Parliamo dei kernel panic su linux e altri sistemi unix like(incluso macos visto che è un bsd)Possiamo parlare all'infinito. Ovviamente inutilmente! Perchè di informatica non ne capisci un XXXXX! E risponderesti con le solite 4 cagate copia-incollate a caso da qualche sito
      • dovella scrive:
        Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
        - Scritto da: Kilias
        - Scritto da: dovella

        vogliamo parlare di un recente Update chiamato

        10.5.6

        ??
        parliamone, perchè no?

        Parliamo anche del fatto che un sistema in caso
        di problemi hw può crashare indipendentemente
        dalla qualità dell'os che ci gira sopra?

        Parliamo dei kernel panic su linux e altri
        sistemi unix like(incluso macos visto che è un
        bsd)

        Possiamo parlare all'infinito. Ovviamente
        inutilmente! Perchè di informatica non ne capisci
        un XXXXX! E risponderesti con le solite 4 cagate
        copia-incollate a caso da qualche
        sitoE che tieni da parlare?Guarda come i tuoi colleghi hanno preso WIndows 7http://tinyurl.com/6wvhppe poi guardati questo[yt]eK2Suw7yVek[/yt]quando vuoi parlare con me mi trovi su Tom's hardware sezioneTecnicaVista
        • Sgabbio scrive:
          Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
          Che vuole dire sto video ?
        • AhiAhi scrive:
          Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
          scrivi stupidate anche li ora?http://www.tomshw.it/forum/members/dovella.htmlLOL
        • alexjenn scrive:
          Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
          - Scritto da: dovella
          quando vuoi parlare con me mi trovi su Tom's
          hardware
          sezioneTecnicaVistaSe la gente segue i tuoi consigli, sicuramente farai la felicità di tutti i centro assistenza.
        • ciao scrive:
          Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
          - Scritto da: dovella
          - Scritto da: Kilias

          - Scritto da: dovella


          vogliamo parlare di un recente Update chiamato


          10.5.6


          ??

          parliamone, perchè no?



          Parliamo anche del fatto che un sistema in caso

          di problemi hw può crashare indipendentemente

          dalla qualità dell'os che ci gira sopra?



          Parliamo dei kernel panic su linux e altri

          sistemi unix like(incluso macos visto che è un

          bsd)



          Possiamo parlare all'infinito. Ovviamente

          inutilmente! Perchè di informatica non ne
          capisci

          un XXXXX! E risponderesti con le solite 4 cagate

          copia-incollate a caso da qualche

          sito

          E che tieni da parlare?
          Guarda come i tuoi colleghi hanno preso WIndows 7

          http://tinyurl.com/6wvhpp

          e poi guardati questo
          [yt]
          eK2Suw7yVek[/yt]

          quando vuoi parlare con me mi trovi su Tom's
          hardware
          sezioneTecnicaVistaMa qualcuno riesce ad intrerpretare Dovella ?? Non riesco proprio a capire cosa vuole dimostrare ....
    • Shiba scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      Ti sei sentito toccato in un tasto dolente? :P
    • The Bishop scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      Gia', ma per quello non basta un overflow su un campo di immissione dati GDI...
    • virgola scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      Sei un rosicone da paura e un troll spettacolare :) (che c'entra il mac?) ma va anche detto che Win7 è una beta. Accanirsi in questo modo non ha senso.
    • Mr. X scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      Bah il kernel panic l'ho visto solo 2 volte in vita mia:Cavo del ipod frantumatoAirport danneggiata (che sta ancora li, disabilitata purtoppo... voglio un macbook!!!!)
      • Steve Austin scrive:
        Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
        1.800 ragazzo e per un 15 pollici, che poi vale 700 euro si e no. (all'interno la componentistica é abbastanza scarsina, almeno rapportata al prezzo)Mac os x é valido, richiede la solita vagonata di ram, come ogni versione del mac os, ma l'HW é na XXXXX, gli imac sono fatti al risparmio, i macbook scaldano troppo e quindi si rompono (specie i dischi).. per non parlare delle nuove tastiere e del mighty mouse..A parte il MacPro, quello é un capolavoro, caro ma ben fatto.
        • Mr. X scrive:
          Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
          - Scritto da: Steve Austin
          1.800 ragazzo e per un 15 pollici, che poi vale
          700 euro si e no. (all'interno la componentistica
          é abbastanza scarsina, almeno rapportata al
          prezzo)
          Mac os x é valido, richiede la solita vagonata di
          ram, come ogni versione del mac os, ma l'HW é na
          XXXXX, gli imac sono fatti al risparmio, i
          macbook scaldano troppo e quindi si rompono
          (specie i dischi).. per non parlare delle nuove
          tastiere e del mighty
          mouse..
          Bah troppo grande, meglio un macbook 13" che non mi pare in rapporto qualità prezzo così costosoSpiegami la vagonata di ram che richiede, visto che da me leopard gira con 1gb su un G4 a 1.33ghz
          • DarkSchneider scrive:
            Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
            - Scritto da: Mr. X
            - Scritto da: Steve Austin

            1.800 ragazzo e per un 15 pollici, che poi vale

            700 euro si e no. (all'interno la
            componentistica

            é abbastanza scarsina, almeno rapportata al

            prezzo)

            Mac os x é valido, richiede la solita vagonata
            di

            ram, come ogni versione del mac os, ma l'HW é na

            XXXXX, gli imac sono fatti al risparmio, i

            macbook scaldano troppo e quindi si rompono

            (specie i dischi).. per non parlare delle nuove

            tastiere e del mighty

            mouse..



            Bah troppo grande, meglio un macbook 13" che non
            mi pare in rapporto qualità prezzo così
            costoso
            Spiegami la vagonata di ram che richiede, visto
            che da me leopard gira con 1gb su un G4 a
            1.33ghzCome gira? Hai per caso cambiato Hard Disk? Perchè con un disco a 4200rpm e 1GB di ram anche Tiger.11 non mi sembra un fulmine. Per carità è usabilissimo ma la beach ball compare un po' troppo spesso. di Leopard su G$ ho sentito troppe opinioni non troppo confortanti.
      • alexjenn scrive:
        Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
        Io l'ho visto tre volte perché avevo installato RAM economica; una volta sostituita, mai più KP...D'altronde, se a una Ferrari da F1 gli dài benzina verde normale, col cavolo che va.
    • saimonegarf anchel scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX

      vogliamo parlare di un recente Update chiamato
      10.5.6
      ??Dici quello che ho fatto flawlessly sia su un pbook 12" g4 che su un imacintel 24" ?Fuffellaaaaaaa :D
    • Sgabbio scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      Cosa c'entra con la notizia? Dio mio...ma trovati un lavoro serio :D
    • LaNberto scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      Povero, tenero dovella
    • Vault Dweller scrive:
      Re: A fuoco risponde fuoco: Kernel Panic OSX
      Gnè Gnè Gnè da errore anche lui quindi io ho ragione Gnè gnè gnèSembri un bimbo di due anni invece che un troll
  • Kilias scrive:
    in vista ci sono sia blu che rosse
    In 7 introdurrano anche quella verde?
    • Anonymous scrive:
      Re: in vista ci sono sia blu che rosse
      - Scritto da: Kilias
      In 7 introdurrano anche quella verde?Sì, e sarà quella fondamentale: Se passi col "verde", senza "inchiodare", allora nulla più ti può spaventare.
  • Pax scrive:
    crash on demand su xp
    addirittura su xp era possibile attivare il crash on demand, ovvero richiamare la schermata blu con ctrl+scrlock 2 volte, utilissimo quando il sistema non risponde e si vuole riavviare in tutta sicurezza
    • xpsp3 scrive:
      Re: crash on demand su xp
      CTRL + SCROLL LOCK 2 VOLTE? A ME NON FUNZIONA (xp sp3)
      • Ciano scrive:
        Re: crash on demand su xp
        - Scritto da: xpsp3
        CTRL + SCROLL LOCK 2 VOLTE? A ME NON FUNZIONA (xp sp3)Prova con questo ... :)http://support.microsoft.com/kb/244139
  • Er Puntaro Ubuntaro scrive:
    Viene voglia di immergerci la faccia
    in questa blue screen of death! [img]http://www.punto-informatico.it/punto/20090114/bsod2.jpg[/img]Magari spuntassero due tette così dal monitor tutte le volte che s'impalla windows! :$
    • 01234 scrive:
      Re: Viene voglia di immergerci la faccia
      maglietta e contenuto meravijosi....vien voja di toglierla, 'sta schermata :-P
    • scardola delmo scrive:
      Re: Viene voglia di immergerci la faccia
      C'era anche la versione con "press ctrl alt canc to... ecc ecc" con i tasti disegnati. Ctrl e alt erano disegnati sulla maglietta dello schermo blu in corrispondenza di un capezzolo e canc dell'altro.
    • Darshan scrive:
      Re: Viene voglia di immergerci la faccia
      Una volta tanto andare a sbattere su una schermata blu mi farebbe piacere
      • virgola scrive:
        Re: Viene voglia di immergerci la faccia
        Si farebbe a gara per vederla più spesso :D
        • 01234 scrive:
          Re: Viene voglia di immergerci la faccia
          ON DEMAND, appunto :-P
          • panda rossa scrive:
            Re: Viene voglia di immergerci la faccia
            - Scritto da: 01234
            ON DEMAND, appunto :-PVedrete che con il desktop 3D e lo screen multitouch, qualcosa del genere faranno, pur di vendere Windows 8!
          • Ciano scrive:
            Re: Viene voglia di immergerci la faccia
            - Scritto da: 01234
            ON DEMAND, appunto :-PBasta abilitare la funzione per fare un memory dump on demand e premere, CTRL destro e due volte il tasto BLOC SCORR. (geek)Per attivarla aggiungete il valore CrashOnCtrlScroll di tipo REG_DWORD impostato a 1 nella chiave ...Per tastiere PS2HKEY_LOCAL_MACHINESYSTEMCurrentControlSetServicesi8042prtParametersPer tastiere USBHKEY_LOCAL_MACHINESYSTEMCurrentControlSetServiceskbdhidParameters
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Viene voglia di immergerci la faccia
          contenuto non disponibile
    • Format c scrive:
      Re: Viene voglia di immergerci la faccia
      Poche donne da queste parti, eh?
    • Sgabbio scrive:
      Re: Viene voglia di immergerci la faccia
      Poi vuoi fare del paizuri nello schermo.
  • asd scrive:
    semplicemente win7 è il seguito di xp
    il SO su cui MS puntava davvero.vista.. va bè, c'è pure chi c'ha creduto (rotfl)
    • Vega scrive:
      Re: semplicemente win7 è il seguito di xp
      - Scritto da: asd
      il SO su cui MS puntava davvero.

      vista.. va bè, c'è pure chi c'ha creduto (rotfl)dopo quanto tempo uscirà 7 dalla prima apparizione di vista?
    • Il_Curioso scrive:
      Re: semplicemente win7 è il seguito di xp
      certo.tempo una settimana e tutti si accorgono che 7 = vista2sempre a bistrattare il povero vista che non ha fatto male mai a nessuno :D
      • pabloski scrive:
        Re: semplicemente win7 è il seguito di xp
        - Scritto da: Il_Curioso
        sempre a bistrattare il povero vista che non ha
        fatto male mai a nessuno
        :Dinfatti gli utenti non gli hanno dato modo di farlo :D
  • Dave scrive:
    Ma quale novità?
    Non ci vedo alcuna novità, anche su XP appare quella finestra, precisa ed identica come nella foto.Se avviene qualche particolare errore e il pc non si riavvia mostra quella finestra dove alla fine si può leggere che vien fatto una copia del contenuto della memoria nell'HD per non perdere dati.Forse non son molti che la notano sotto XP perchè spesso e volentieri la mostra velocemente per riavviare subito dopo.Cmq vi assicuro che esiste anche su XP :D.
    • rock3r scrive:
      Re: Ma quale novità?
      vedi che non mi sbagliavo? è vero, di default è impostato il reboot senza mostrarla..
    • Deut158 scrive:
      Re: Ma quale novità?
      "Pannello di controllo" -
      "Sistema" -
      tab "Avanzate" -
      frame "Avvio e ripristino" -
      bottone "Impostazioni" -
      frame "Errore di sistema" -
      check box "Riavvia automaticamente"Eliminando la spunta, prima o poi una bella schermata blu c'è speranza di ottenerla ;-)Saluti,d
    • GGG scrive:
      Re: Ma quale novità?
      - Scritto da: Dave
      Non ci vedo alcuna novità, anche su XP appare
      quella finestra, precisa ed identica come nella
      foto.E pure in Vista.Articolo inutile
  • rock3r scrive:
    a quanto mi risulta...
    ...nemmeno in xp era stata eliminata. anzi, nel pc di un mio amico erano all'ordine del giorno, a causa di driver fatti coi piedi e componenti hw difettose...
    • 01234 scrive:
      Re: a quanto mi risulta...
      vero, però con gli SP sono andate via via diminuendo, no?
      • Zeross scrive:
        Re: a quanto mi risulta...
        E da quando un Service Pack ripara l'hardware difettoso, di grazia? :-o
        • Anonymous scrive:
          Re: a quanto mi risulta...
          - Scritto da: Zeross
          E da quando un Service Pack ripara l'hardware
          difettoso, di grazia?
          :-oDa quando ti rallenta sempre di più tutto quanto e t'impedisce di accendere il PC una volta per tutte. Al massimo lo usi nell'acquario. Hai mai visto BSoD nell'acquario del ristorante (con i pesci che boccheggiano?), no? BRAVO! Hai visto che sti service pack funzionano..
        • PeeBee scrive:
          Re: a quanto mi risulta...
          - Scritto da: Zeross
          E da quando un Service Pack ripara l'hardware
          difettoso, di grazia?
          :-oDa quando le schermate blu non sempre hanno a che fare con l'hardware....
          • 01234 scrive:
            Re: a quanto mi risulta...
            eccappunto...mi sa che ti sfugge il concetto di driver... :-)
          • Sgabbio scrive:
            Re: a quanto mi risulta...
            Ehhh ma lui è quello che dice che non è vero che che sono state lanciate 8 versioni di vista insieme :D
          • AhiAhi scrive:
            Re: a quanto mi risulta...
            Beh 8 no, ma qualcuna e a prezzi diversi sicuramente :-D
          • rock3r scrive:
            Re: a quanto mi risulta...
            quelle retail sono 4 (home basic e premium, business, ultimate), tutte sia 32 che 64 bit, e tutte anche in versione N (senza wmp e qualcos'altro, forse explorer ma non sono sicuro), poi ci sono la enterprise, le versioni embedded (due se non ricordo male), ecc ecc. sono otto quelle retail se conti la distinzione 32/64 bit (ma ti sfido a trovare le versioni retail a 64 bit in giro)
          • Sgabbio scrive:
            Re: a quanto mi risulta...
            - Scritto da: rock3r
            quelle retail sono 4 (home basic e premium,
            business, ultimate), tutte sia 32 che 64 bit, e
            tutte anche in versione N (senza wmp e
            qualcos'altro, forse explorer ma non sono
            sicuro), poi ci sono la enterprise, le versioni
            embedded (due se non ricordo male), ecc ecc. sono
            otto quelle retail se conti la distinzione 32/64
            bit (ma ti sfido a trovare le versioni retail a
            64 bit in
            giro)LE versioni N non includo il WMP solamente.Esisono versioni N della Home Basic e della Businnes comunque.
          • Sgabbio scrive:
            Re: a quanto mi risulta...
            Poi guardare sul wikipedia con la pagina dedicata a Vista.
          • Ahi ahi scrive:
            Re: a quanto mi risulta...
            non mi interessa consultare, ma grazie lo stesso.
          • Zeross scrive:
            Re: a quanto mi risulta...
            Perchè adesso mi verrai a raccontare che nei Service Pack vengono distribuiti dei driver?Hardware difettoso e driver scritti coi piedi coprono la quasi totalità delle cause di BSOD, ergo di che parliamo? Aria fritta... :-o-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 gennaio 2009 19.04-----------------------------------------------------------
          • 01234 scrive:
            Re: a quanto mi risulta...
            occhio che mi pare proprio di sì - tra 1 e 2 alcune differenze mi pareva fossero anche nei drv...
  • flamer scrive:
    Non vedo novita'
    Da anni il SO di casa Microsoft presenta dei difetti architetturali, la politica del patching non puo' risolvere tale situazione. MS fa un lavoro eccellente in alcuni settori, ad esempio il multimedia, Office, ecc. Ma il SO mostra ogni anno che passa i propri limiti in modo sempre piu' evidente.
    • rock3r scrive:
      Re: Non vedo novita'
      - Scritto da: flamer
      Da anni il SO di casa Microsoft presenta dei
      difetti architetturali, la politica del patching
      non puo' risolvere tale situazione. MS fa un
      lavoro eccellente in alcuni settori, ad esempio
      il multimedia, Office, ecc. Ma il SO mostra ogni
      anno che passa i propri limiti in modo sempre
      piu'
      evidente.flamer, ho capito che ti diverti a scatenare flame, ma cosa c'entra con la notizia questa affermazione? per favore non rispondetegli
      • Che Mona scrive:
        Re: Non vedo novita'
        - Scritto da: rock3r
        per favore non
        rispondetegliEhy MONA, lo hai appena fatto!!!! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • AhiAhi scrive:
      Re: Non vedo novita'
      - Scritto da: ilmassi
      guarda che la finestra esce su errori
      hardware...che c'entra windows? son tutti buoni
      di fare 5 periferiche in croce come apple e farle
      pagare salatissime...ti credo che poi sono super
      testate.
      XXXXXXX a parte...ad esemepio di quali periferiche parli?
    • ciao scrive:
      Re: Non vedo novita'
      - Scritto da: ilmassi
      guarda che la finestra esce su errori
      hardware...che c'entra windows? son tutti buoni
      di fare 5 periferiche in croce come apple e farle
      pagare salatissime...ti credo che poi sono super
      testate.
      Et vola' , CVD, si parla di Win7 e salta la solita palata di m*rda su Apple.Non vi smentite mai eh !?
    • stivy scrive:
      Re: Non vedo novita'
      - Scritto da: ilmassi
      guarda che la finestra esce su errori
      hardware...che c'entra windows? son tutti buoni
      di fare 5 periferiche in croce come apple e farle
      pagare salatissime...ti credo che poi sono super
      testate.Ciccio, meglio avere 100 periferiche che danno problemi più o meno spesso o 10 che non ne danno MAI? E' una filosofia: less is more. Ma poi che tazzo c'entra Apple in questo contesto?
      • Joe Tornado scrive:
        Re: Non vedo novita'

        E' una filosofia: less is more. Oh, finalmente ho trovato un nome da dare a quella tendenza di Apple volta a far apparire ogni mancanza come una caratteristica positiva. Grazie !
        • ciao scrive:
          Re: Non vedo novita'
          - Scritto da: Joe Tornado

          E' una filosofia: less is more.

          Oh, finalmente ho trovato un nome da dare a
          quella tendenza di Apple volta a far apparire
          ogni mancanza come una caratteristica positiva.
          Grazie
          !Se per mancanza intendi dire la mancanza di kernel panic sí ti do ragione é una caratteristica molto positiva.Da quando uso un MAC non uso piu' dire "accendo un cero" prima di fare aggiornamenti.
        • stivy scrive:
          Re: Non vedo novita'
          - Scritto da: Joe Tornado

          E' una filosofia: less is more.

          Oh, finalmente ho trovato un nome da dare a
          quella tendenza di Apple volta a far apparire
          ogni mancanza come una caratteristica positiva.
          GrazieA dire il vero è un motto piuttosto famoso dell'architetto Ludwig Mies van der Rohe. Descrive un approccio minimalista nella realizzazione di una qualsiasi cosa: la tua opera sarà finita non quando avrai finito di aggiungere funzionalità, ma quando avrai finito di toglierne, preservando le caratteristiche proprie del prodotto/oggetto.Secondo questo approccio effettivamente ogni "mancanza" *E'* una caratteristica positiva, dal momento che la funzionalità complessiva dell'oggetto resta immutata.Ma d'altro canto, se non hai mai avuto occasione di usare (nota bene, non ho scritto "provare", ho scritto "usare") prodotti Apple, non pretendo che tu comprenda questo approccio.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Non vedo novita'
            E invece lo comprendo benissimo, lo applico sugli autoveicoli, leggermente modificato in "quello che non c'è non si rompe". Infatti vado in giro con una nota utilitaria del '93 che tengo da appassionato, zero problemi e costi infimi. Mi godo questi vantaggi, ma non ne faccio un motivo di status symbol, di figheggiamento o di pretesa superiorità verso chi usa veicoli immatricolati recentemente.In merito ai computer, ragiono diversamente e credo che una libertà che il PC offra sia proprio quella di costruirtelo secondo le tue necessità o velleità ed installarci il sistema operativo che vuoi. Che vuoi farci ... capita che il floppy ogni tanto mi serva.Quanto ai MAC, non li ho mai usati, non sento necessità di usarli e mi è bastato averli visti in passato, quando avevano le memorie video a 68 Pin, i connettori proprietari e i dischi rigidi impossibili da usare su altri sistemi.
          • stivy scrive:
            Re: Non vedo novita'
            - Scritto da: Joe Tornado
            E invece lo comprendo benissimo, lo applico sugli
            autoveicoli, leggermente modificato in "quello
            che non c'è non si rompe". Infatti vado in giro
            con una nota utilitaria del '93 che tengo da
            appassionato, zero problemi e costi infimi. Mi
            godo questi vantaggi, ma non ne faccio un motivo
            di status symbol, di figheggiamento o di pretesa
            superiorità verso chi usa veicoli immatricolati
            recentemente.Purtroppo paragoni mercati differenti, anche se condivido la tua analogia.

            In merito ai computer, ragiono diversamente e
            credo che una libertà che il PC offra sia proprio
            quella di costruirtelo secondo le tue necessità o
            velleità ed installarci il sistema operativo che
            vuoi. Che vuoi farci ... capita che il floppy
            ogni tanto mi
            serva.Il targhet di clientela Apple non è di certo chi il computer se lo vuole assemblare, ma chi lo vuole solo usare. Quante, fra i milioni di utilizzatori di computer in tutto il mondo sanno assemblare autonomamnente un pc ed installare correttamente OS e driver? In percercentuale, ben pochi. Non è a questi che Apple si rivolge.

            Quanto ai MAC, non li ho mai usatiScusa, ma allora perchè scrivi di cose che non conosci? :-)
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Non vedo novita'


            Quanto ai MAC, non li ho mai usati
            Scusa, ma allora perchè scrivi di cose che non
            conosci?
            :-)Ma io non scrivo dei computer, bensì dei loro utilizzatori, in base a come si presentano, in parte IRL e in parte anche qui su P.I. !
    • stivy scrive:
      Re: Non vedo novita'
      - Scritto da: Fede1966
      Tutti fanno polemica ma se fai una macchina win e
      ci metti driver testato e software fatto bene NON
      SI FERMA
      MAI.
      poi che sia meglio un s.o. o l'altro diventa
      scelta personale
      ...Quotone per questa tua osservazione. L'instabilità di windows non deriva da carenze progettuali, ma da driver scritti male. Per questo meglio fare pochi prodotti (es. apple: 3 portaili, 3 desktop) che non danno problemi (o ne danno MOOOLTI di meno) piuttosto che cercare di far fronte alle migliaia di produttori di periferiche sparsi in giro per il mondo.
Chiudi i commenti