Bucato Zendesk, il customer care dei social

Offensiva informatica ai sistemi del fornitore di servizi software per i centri assistenza di numerose aziende del Web. Trafugati indirizzi email di utenti Twitter, Pinterest e Tumblr
Offensiva informatica ai sistemi del fornitore di servizi software per i centri assistenza di numerose aziende del Web. Trafugati indirizzi email di utenti Twitter, Pinterest e Tumblr

Tra i principali fornitori di servizi software per l’assistenza clienti, la californiana Zendesk ha denunciato una breccia nelle sue infrastrutture informatiche, sfruttata da misteriosi cracker per accedere ad una vasta quantità di dati appartenenti agli utenti di clienti eccellenti. Nello specifico, tre grandi piattaforme della condivisione social: Twitter, Pinterest e Tumblr .

“Appena venuti a conoscenza dell’attacco abbiamo risolto la vulnerabilità e chiuso tutti gli accessi sfruttati dagli attaccanti – si legge in un post pubblicato sul proprio blog dalla società statunitense – Crediamo che siano riusciti a scaricare gli indirizzi di posta elettronica di quegli utenti che hanno chiesto assistenza a tre dei nostri clienti”.

Con oltre 25mila aziende registrate, la piattaforma Zendesk offre in outsourcing una serie di servizi e strumenti software per la gestione delle richieste inoltrate dai clienti. Nello stesso post dell’azienda di San Francisco si dice che gli attaccanti sarebbero riusciti a trafugare anche gli oggetti delle missive elettroniche spedite al centro assistenza di Twitter, Tumblr e Pinterest .

L’ennesima offensiva cibernetica non avrebbe però portato alla fuoriuscita di password, così come confermato nei comunicati diramati dalle tre aziende clienti di Zendesk. I responsabili di Pinterest hanno chiesto agli utenti di prestare grande attenzione ad eventuali email sospette. Twitter ha invece assicurato che nessun account cinguettante è rimasto vittima dei cracker .

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 02 2013
Link copiato negli appunti