C'è un medico dentro quel robot

Già al lavoro in Nuova Scozia la macchina comandata a distanza dai medici, per un contatto da remoto con i pazienti lontani. Il connubio tra medicina e robotica rischia di trasformarsi in idillio

Roma – Riscuote sempre più interesse l’uso di robot in campo medico. L’ultimo arrivato, chiamato I see U (“Io ti vedo”), lavora già con successo in Canada, permettendo ai pazienti di essere aggiornati sulle loro condizioni cliniche senza dover percorrere tanti chilometri. Il robot, connesso via internet alla scrivania del dottore può sostituire degnamente la sua presenza fisica, di fatto portando in loco il medico remoto, e azzerando così la distanza fisica.

Il programma, attuato in Nuova Scozia vede I see U impiegato al pronto soccorso dell’ospedale di Cape Breton, presidio sprovvisto di staff medico esperto in neurochirurgia. Munito di un ampio display, il robot rende possibile la comunicazione in tempo reale con il medico, il tutto da remoto: ciò permette al neurochirurgo Ivar Mendez, ideatore del progetto, di controllare lo stato di salute dei propri pazienti dal suo studio di Halifax. I see U ha infatti piena autonomia, girando tranquillamente tra le camere dell’ospedale di Cape Breton, distante cinque ore d’auto dallo studio del dottore. Notevoli i vantaggi che ne derivano: la presenza virtuale del medico evita il lungo viaggio e la visita può svolgersi normalmente in streaming web. Non solo: tramite il robot il dottor Mendez può avere uno screening completo delle condizioni del paziente, esaminando test clinici come lastre, analisi del sangue o addirittura seguirne i test motori. La completa mobilità del robot permette anche di raggiungere i pazienti costretti a letto nelle stanze dell’ospedale.

il robot a lavoro I pazienti, non più costretti ad impiegare tempo ed energie per raggiungere Halifax, sembrano aver accettato di buon grado l’ausilio del nuovo device medico. Entro breve si spera di rendere operativi almeno altri due robot: se i risultati saranno soddisfacenti si ipotizzano già un esercito di roboassistenti.

Quello in Canada non è peraltro il primo progetto di dottore virtuale: già dal 2005 presso l’ospedale di Saint Mary di Londra è presente Sister Mary , uno tra i primi RPR (real presence robot) sperimentati in ambito medico. Il futuro delle cure e delle terapie mediche sembra sempre più legato a quello dell’evoluzione della robotica: le nuove tecnologie un giorno potrebbero permettere non solo di collegare medico e paziente, ma anche di sostituire il medico, garantendo magari un primo soccorso d’emergenza in zone in cui è difficile muoversi o agire.

l'orsetto Dilus Ma non è solo all’efficienza medica che si punta: la tecnologia potrebbe essere la chiave di lettura per rendere la permanenza in ospedale meno traumatica possibile, soprattutto per i bambini degenti. Molti ospedali dispongono di veri e propri team di esperti impiegati per alleviare la quotidianità dei piccoli ammalati. A tal proposito fa parlare di sé il concept ideato dal designer brasiliano Bruno Oro . Ha la forma di un orsacchiotto ed il suo nome è Dilus: si propone di essere una guida in grado di facilitare attività di socializzazione, intrattenimento, comunicazione ed anche istruzione fra i pazienti più giovani.

Dotato di tecnologia olografica, un dispositivo di questo genere potrebbe permettere ai bambini di seguire dall’ospedale le lezioni della propria classe, mantenendo, seppur in maniera virtuale, il contatto con i propri compagni di scuola. Inoltre il device permetterebbe di guardare canali TV di educazione e consentirebbe l’interazione con gli altri possessori del technorsetto, instaurando un social network dedicato. Un gadget utile, il cui impiego potrebbe rappresentare una piccola svolta nelle operazioni di ospedalizzazione, alleviando un po’ il dolore e lo stress cui i bambini sono sottoposti.

Vincenzo Gentile

(fonte immagini qui e qui )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ms funboy scrive:
    WOW
    WOW WOW WOW WOW(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)
  • nattu_panno_dam scrive:
    Manca la parte importante..
    Ovvero la parte dove spiega che tipo e quali "ottimizzazioni" dovrebbe avere un qualsiasi OS per supportare un HDD flash, che dovrebbe _sostituire_ un HDD meccanico. Non dovevano risultare identici ai meccanici? Finchè mancano pezzi importanti, l' articolo è solo FUD.
    • Abusivo scrive:
      Re: Manca la parte importante..
      Giusto. Anche io pensavo che offrissero un aggeggio che tu infili nello stesso socket e offre alcuni vantaggi (minor costo oppure minor peso oppure maggiore affidabilita oppure ...). Se serve una modifica al SO, beh, qualcosa non torna.
  • Vista scrive:
    Peccato ke SanDisk abbia detto l'opposto
    "The results indicate that the new Windows Vista operating system will run optimally when installed on the SanDisk SSD"http://www.sandisk.com/Corporate/PressRoom/PressReleases/PressRelease.aspx?ID=3785traduzione: i risultati indicano che il nuovo sistema operativo Windows Vista eseguirà in maniera OTTIMALE quando installato su un disco SSD SanDisk
    • Katana scrive:
      Re: Peccato ke SanDisk abbia detto l'opposto
      Peccato che lo abbia detto il 15 maggio del 2007sai leggere??
      • peccato scrive:
        Re: Peccato ke SanDisk abbia detto l'opposto
        - Scritto da: Katana
        Peccato che lo abbia detto il 15 maggio del 2007
        sai leggere??Cosa c'entra? Lo ha testato su Vista e andava benissimoTant'è che sui nuovi depliant dei dischi SanDisk vengono esaltate a tutt'oggi le performance ottimali dei dischi SSD di SanDisk su Vista:http://www.sandisk.com/OEM/ProductCatalog(1321)-SanDisk_SSD_SATA_5000_25.aspx"Enhanced PerformanceThese performance figures boost system performance and enhance the user experience. For instance, SanDisk SSD SATA 5000 2.5" can boot Microsoft Windows® Vista Enterprise on a laptop in as little as 30 seconds. SanDisk SSD achieves an average file access rate of 0.11 milliseconds. On Windows Experience Index for Microsoft®Vista, SanDisk SSD scores 5.6 out of a total 5.9.5"
    • Anonymous scrive:
      Re: Peccato ke SanDisk abbia detto l'opposto
      E comunque è il produttore di hardware che deve fornire driver, spostare a livello di firmware/hardware sarebbe una scelta pessima: non esiste solo Vista.Insomma, era o una bufala, o uno sfogo pubblicitario per dire "se sono lenti, date la colpa a MS". Ok che MS ne fa tante sbagliate, ma non esageriamo!
      • katun79 scrive:
        Re: Peccato ke SanDisk abbia detto l'opposto
        - Scritto da: Anonymous
        E comunque è il produttore di hardware che deve
        fornire driver, spostare a livello di
        firmware/hardware sarebbe una scelta pessima: non
        esiste solo
        Vista.

        Insomma, era o una bufala, o uno sfogo
        pubblicitario per dire "se sono lenti, date la
        colpa a MS". Ok che MS ne fa tante sbagliate, ma
        non
        esageriamo!Forse hanno solo finito i soldi che MS gli ha dato per dire che andavano bene per Vista! :P
  • Suni scrive:
    facciano loro i drivers
    L'importante è che il so li riconosca e funzionino, se poi vogliono garantire una performance migliore si scrivano loro il software, dal canto suo vista è predisposto per gli aggiornamenti online, quindi si può sempre ovviare al problema. L'importante è che questi dischi flash arrivino sul mercato, siano affidabili e ad un prezzo quantomeno concorrenziale, poi il resto verrà da se
  • Enjoy with Us scrive:
    Vista non supporta adeguatamente?
    Ma stiamo scherzando?Mettono in commercio gli SSD multilevel che allo stato attuale presentano gravi problemi di durata 10.000 - 20.000 operazioni di scrittura li controindicano decisamente ad essere usati ad esempio come volume di swap, queste non sono limitazioni di Vista ma di qualsiasi sistema operativo!Per quanto riguarda la distribuzione pesata della scrittura su tutte le celle di memoria, ma non lo fanno già anche con le SSD da 8 euro?Quali sarebbero i costi elevati del controller?Nel caso gli ci vuole tanto a scrivere un driver di gestione del loro disco a stato solido che superi il problema? I produttori di periferiche non sviluppano sempre anche gli apppositi driver?P.S. Poi che Vista faccia cagare per 1001 difetti, che abbia un filesystem che ancora si frammenta quando Linux non ha di questi problemi e gestisce gli HD a stato solido in modo nettamente più efficente è un'altro discorso...
    • gigi scrive:
      Re: Vista non supporta adeguatamente?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      che abbia un filesystem che ancora si
      frammenta quando Linux non ha di questi problemibeata ignoranza!E' la natura dei dispositivi a blocchi come gli hard disk ad avere in maniera intrinseca il problema della frammentazione. Anche linux è affetto dal problema della frammentazione, nè più e nè meno.
      • gnulinux86 scrive:
        Re: Vista non supporta adeguatamente?
        La frammentazione selvaggia del disco è un problema di Windows e del suo file system, i file system per Linux esempio EXT3, sono bastati su algoritmi di allocazione che evitano una frammentazione eccessiva, sempre su Linux quando si scrive su disco si fa con criterio, su posizioni opportune, non come su Windows che la scrittura su disco e come se venisse fatta a casaccio.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 luglio 2008 09.56-----------------------------------------------------------
      • ivo scrive:
        Re: Vista non supporta adeguatamente?
        - Scritto da: gigi
        - Scritto da: Enjoy with Us

        che abbia un filesystem che ancora si

        frammenta quando Linux non ha di questi problemi


        beata ignoranza!
        E' la natura dei dispositivi a blocchi come gli
        hard disk ad avere in maniera intrinseca il
        problema della frammentazione. Anche linux è
        affetto dal problema della frammentazione, nè più
        e nè
        meno.bravo beata ignoranza.. la tua però!! vai a studiare i metodi di allocazione di NTFS e FAT32, e poi confrontali col vetusto EXT2. forse ti renderai conto della fesseria che hai detto :D :DPS. poi magari già che ci sei, dai un occhio anche alle tecniche di Journaling e magari scrivi una bella mail a mamma Microsoft così lo fai presente anche a loro.. ridicolo che Vista sia uscito ancora con qlla porcata dell'NTFS. Non si inizi con una diatriba su Vista, sono il primo a sostenerlo come OS, Microsoft si è finalmente allineata a degli standard di sicurezza vecchi di anni, e come non darle merito?? che poi le abbiano sbacciate per novità e rivoluzione made in bigM, mbè qllo si chiama marketing, e come tale va inteso. :D
        • katun79 scrive:
          Re: Vista non supporta adeguatamente?
          - Scritto da: ivo
          Non si inizi con una diatriba su Vista, sono il
          primo a sostenerlo come OS, Microsoft si è
          finalmente allineata a degli standard di
          sicurezza vecchi di anni, e come non darle
          merito?? che poi le abbiano sbacciate per novità
          e rivoluzione made in bigM, mbè qllo si chiama
          marketing, e come tale va inteso.
          :DForse sarà anche più sicuro, ma a che prezzo???http://www.no1984.org/leggete l'articolo "Fermiamo_Windows_Vista!"e poi ne riparliamo...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 luglio 2008 11.35-----------------------------------------------------------
          • ivo scrive:
            Re: Vista non supporta adeguatamente?
            hihi, hai scelto la persona "sbagliata" a cui postare qll link :Pio uso SOLO e ribadisco SOLO software OPEN.. anzi no bugia PES 8 e win che ci gira non sono open :D :D :Dma tutto ciò che mette piede su internet è open. :D e chiaramente tutto il software che a che fare con la "sicurezza" (nel mio piccolo chiaramente) è open source. altrimenti sarebbe un paradosso bello e buono ;)Ci credi che ho guardato Vista una sola volta? un portatile di un amico.. 1. è un portatilone della madonna, ma con Vista a momenti fatica ad aprire due applicazionine contemporaneamnte2. mi chiese di configurarli il wifi. dopo aver scoperto che al posto di 4 click, ne servono 80 di cui 40 in procedura guidata (ho sempre odiato i wizard, ma è un problema mio), ho mandato alla frutta Vista.per altro l'interfaccia grafica, non mi piace esteticamente, è pesante da morire, ed è indietro anni luce rispetto a Compiz ed OSX. senza parlare di tutta qlla roba in background che VORREBBE collegarsi ad internet, e che chiaramente se LO SCORDAA!!! ma alcuni non puoi filtrarli e per di più usano SSL, qndi ciaoo Vista.. !!
          • katun79 scrive:
            Re: Vista non supporta adeguatamente?
            - Scritto da: ivo
            hihi, hai scelto la persona "sbagliata" a cui
            postare qll link
            :P
            io uso SOLO e ribadisco SOLO software OPEN.. anzi
            no bugia PES 8 e win che ci gira non sono open :D
            :Dera un invito generale, mica rivolto solo a te... :)
      • pabloski scrive:
        Re: Vista non supporta adeguatamente?
        - Scritto da: gigi
        - Scritto da: Enjoy with Us

        che abbia un filesystem che ancora si

        frammenta quando Linux non ha di questi problemi


        beata ignoranza!
        E' la natura dei dispositivi a blocchi come gli
        hard disk ad avere in maniera intrinseca il
        problema della frammentazione. Anche linux è
        affetto dal problema della frammentazione, nè più
        e nè
        meno.d'accordo però tieni presente che dopo 3 anni il mio filesystem Ext2 è all'1 per mille di frammentazione....mi pare un bel risultato rispetto a NTFS
  • E D scrive:
    longevità Linux e jffs2
    Per chi non lo sapesse saranno 10 anni che linux supporta il file system jffs e jffs2 che è fatto apposta per spalmare le scritture su tutta la flash allungandone la vita.fonte wikipedia:Il Journaling Flash File System 2 o JFFS2 (da non confondere con il JFS) è un Log-structured File System utilizzato nei dispositivi provvisti di memorie flash. È il successore del JFFS. JFFS2 è stato incluso nel kernel Linux dalla release 2.4.10 ed è disponibile per bootloader eCos RTOS e RedBoot.
    • rockroll scrive:
      Re: longevità Linux e jffs2
      Quoto e confermo. I "winari" non lo sanno e non lo vogliono sapere: non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
    • Vista scrive:
      Re: longevità Linux e jffs2
      - Scritto da: E D
      per spalmare le scritture su tutta la
      flash allungandone la
      vita.
      è quello che fa già Readyboost in Vista quando infili una chiavetta USB o una memoria allo stato solido SSD da usare come cache
      • katun79 scrive:
        Re: longevità Linux e jffs2
        - Scritto da: Vista
        - Scritto da: E D

        per spalmare le scritture su tutta la

        flash allungandone la

        vita.



        è quello che fa già Readyboost in Vista quando
        infili una chiavetta USB o una memoria allo stato
        solido SSD da usare come
        cacheChe fa già????Forse non hai capito a quando risale il kernel 2.4.10... linux-2.4.10.tar.bz2 23-Sep-2001 18:30 Tra un po' sono 7 anni :DVista allora doveva ancora essere pensato :P
        • vista scrive:
          Re: longevità Linux e jffs2
          - Scritto da: katun79
          Che fa già????il Readyboost di Vista usa un algoritmo di scrittura per fare in modo che le celle di memoria vengano scritte secondo una distribuzione uniforme cioè in modo che tutte le celle vengano usate equamente
          • katun79 scrive:
            Re: longevità Linux e jffs2
            - Scritto da: vista
            - Scritto da: katun79

            Che fa già????

            il Readyboost di Vista usa un algoritmo di
            scrittura per fare in modo che le celle di
            memoria vengano scritte secondo una distribuzione
            uniforme cioè in modo che tutte le celle vengano
            usate
            equamenteso cosa vuol dire, il mio "che fa già?" era per dire lo fa già ora?, considerando che il JFFS2 è dal settembre 2001 che lo fa... beh Vista arriva un po' tardi :P
        • gigi scrive:
          Re: longevità Linux e jffs2
          - Scritto da: katun79
          Forse non hai capito a quando risale il kernel
          2.4.10...citami 1 sola distro che ha quel file system attivo di default... dai su...
          • krane scrive:
            Re: longevità Linux e jffs2
            - Scritto da: gigi
            - Scritto da: katun79

            Forse non hai capito a quando risale il kernel

            2.4.10...
            citami 1 sola distro che ha quel file system
            attivo di default... dai su...Xandros su EEEpc.
          • Funz scrive:
            Re: longevità Linux e jffs2
            - Scritto da: krane

            citami 1 sola distro che ha quel file system

            attivo di default... dai su...

            Xandros su EEEpc.Pwned! :D
          • BLah scrive:
            Re: longevità Linux e jffs2
            Che quindi è uscito dopo di Vista.Di cosa stiamo parlando ciccio?
          • krane scrive:
            Re: longevità Linux e jffs2
            - Scritto da: BLah
            Che quindi è uscito dopo di Vista.
            Di cosa stiamo parlando ciccio?Ho risposto a una domanda sfigatello, cos'e' non digerisci che il modulo esiste e si puo' usare da anni su linux ???
          • katun79 scrive:
            Re: longevità Linux e jffs2
            - Scritto da: gigi
            - Scritto da: katun79

            Forse non hai capito a quando risale il kernel

            2.4.10...

            citami 1 sola distro che ha quel file system
            attivo di default... dai
            su...che sia o no attivo di default poco importa, si parlava di chi aveva un certo meccanismo di scrittura e da quanto tempo.... Il fatto che sia attivo di default o meno non cambia nulla!
      • autovacuum scrive:
        Re: longevità Linux e jffs2
        quello di linux e' un filesystem non una cache. E il supporto a diversi filesystems su linux e' ovviamente totalmente trasparente. Anzi con linux ho un sistema partizionato stile mac, in cui non esistono partizioni primarie/secondarie ma solo, come sarebbe giusto in ogni sistema operativo creato dopo il 1980, partizioni.
    • zomg scrive:
      Re: longevità Linux e jffs2
      Forse ho capito male io ma non ho voglia di leggere l'articolo ma non mi sembra che si parlasse del metodo di scrittura...Inoltre ora non è importantre sapere quanto tempo rpiam linux supportava una cosa e quanto dopo ci è arrivata microsozz....l'importantre è che ora ci sia arrivata anche lei.L'articolo parla d'altro.Uso tutti i sistemi operativi, mi giudico obiettivo ho belle e brutte opinioni sia su windows, linux, mac etc..Proprio non li capisco sti post, sembrate due gang di ragazzini delle elementari che si fronteggiano...mah...
  • Polemik scrive:
    Durata dei SSD
    Finché non migliorano la durata e l'affidabilità di questi dispositivi, col piffero che li uso per i dati importanti.
  • TheB scrive:
    Beh...
    ... non sono un fan accanito di M$, Vista non lo voglio vedere ancora, XP+Sp3 al momento e' cio' che ho installato sia a casa che al lavoro.Ma non posso per una volta dare addosso a Microsoft al 100%: se quei dischi necessitano di un driver piu' efficiente, se li scriva Sandisk, magari facendosi aiutare dal team di sviluppo drivers di Microsoft stessa.Il fatto che Sandisk abbia dato un'interfaccia ide/sata/sas ad un disco a stato solido, non vuol dire che i dati letti/scritti attraverso quell'interfaccia sfruttando i driver "standard" sia l'ideale.My 2 cents
    • katun79 scrive:
      Re: Beh...
      - Scritto da: TheB
      ... non sono un fan accanito di M$, Vista non lo
      voglio vedere ancora, XP+Sp3 al momento e' cio'
      che ho installato sia a casa che al
      lavoro.

      Ma non posso per una volta dare addosso a
      Microsoft al 100%: se quei dischi necessitano di
      un driver piu' efficiente, se li scriva Sandisk,
      magari facendosi aiutare dal team di sviluppo
      drivers di Microsoft
      stessa.

      Il fatto che Sandisk abbia dato un'interfaccia
      ide/sata/sas ad un disco a stato solido, non vuol
      dire che i dati letti/scritti attraverso
      quell'interfaccia sfruttando i driver "standard"
      sia
      l'ideale.

      My 2 centsQuoto!Da quando in qua deve essere il produttore del SO a fare i driver per il TUO prodotto??? Al massimo può certificare i TUOI drivers sul SUO SO, ma li si ferma.
      • ivo scrive:
        Re: Beh...
        per la prima volta mi trovo costretto a difendere Microsoft. :D qllo di SanDisk è folle.. anche perchè come giustamente sottolinea l'articolo, non esiste un sistema che gestica meglio di win gli SSD, linux o osx che sia..
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Beh...
          contenuto non disponibile
        • pabloski scrive:
          Re: Beh...

          qllo di SanDisk è folle.. anche perchè come
          giustamente sottolinea l'articolo, non esiste un
          sistema che gestica meglio di win gli SSD, linux
          o osx che
          sia..non è esatto....su Linux ok visto che nè Ext2 nè Ext3 sono ottimizzati, ma su MacOS si può usare ZFS che invece è ottimizzato per gli SSD
    • zomg scrive:
      Re: Beh...
      Forse ho capito male io ma non ho voglia di leggere l'articolo ma non mi sembra che si parlasse del metodo di scrittura...Inoltre ora non è importantre sapere quanto tempo rpiam linux supportava una cosa e quanto dopo ci è arrivata microsozz....l'importantre è che ora ci sia arrivata anche lei.L'articolo parla d'altro.Uso tutti i sistemi operativi, mi giudico obiettivo ho belle e brutte opinioni sia su windows, linux, mac etc..Proprio non li capisco sti post, sembrate due gang di ragazzini delle elementari che si fronteggiano...mah...- Scritto da: TheB
      ... non sono un fan accanito di M$, Vista non lo
      voglio vedere ancora, XP+Sp3 al momento e' cio'
      che ho installato sia a casa che al
      lavoro.

      Ma non posso per una volta dare addosso a
      Microsoft al 100%: se quei dischi necessitano di
      un driver piu' efficiente, se li scriva Sandisk,
      magari facendosi aiutare dal team di sviluppo
      drivers di Microsoft
      stessa.

      Il fatto che Sandisk abbia dato un'interfaccia
      ide/sata/sas ad un disco a stato solido, non vuol
      dire che i dati letti/scritti attraverso
      quell'interfaccia sfruttando i driver "standard"
      sia
      l'ideale.

      My 2 cents
  • Andrea scrive:
    AH AH AH AH... GRANDE M$ !!!!!!
    MITICA MICRO$OFT...LA PIU GRANDE SOFTWARE HOUSE DEL MONDO.. COL MIGLIOR SISTEMA OPERATIVO DEL MONDO... ..DOS 5.0 !!!!!!!AH AH AA HA AHA AHA HA AHA AHA HA AHA AHA AHAH AH AA HA AHA AHA HA AHA AHA HA AH AH AA HA AHA AHA HA AHA AHA HA AHA AHA AHAHA AHA AHAH AH AA HA AHA AHA HA AHA AHA HA AHA AHA AHAAA HA AHA AHA HA AHA AHA HA AHA AHA AH AH AHAH AH AA HA AHA AHA HA AHA AHA HA AHA AHA AHAHA AHA AHA HA AHA AHA HA AHA AHA AH HA HA HA
    • troll detector scrive:
      Re: AH AH AH AH... GRANDE M$ !!!!!!
      - Scritto da: Andrea
      MITICA MICRO$OFT...

      LA PIU GRANDE SOFTWARE HOUSE DEL MONDO.. COL
      MIGLIOR SISTEMA OPERATIVO DEL MONDO...


      ..DOS 5.0 !!!!!!!

      AH AH AA HA AHA AHA HA AHA AHA HA AHA AHA AH
      AH AH AA HA AHA AHA HA AHA AHA HA AH AH AA HA
      AHA AHA HA AHA AHA HA AHA AHA AHAHA AHA AH
      AH AH AA HA AHA AHA HA AHA AHA HA AHA AHA AH
      AAA HA AHA AHA HA AHA AHA HA AHA AHA AH AH AH
      AH AH AA HA AHA AHA HA AHA AHA HA AHA AHA AH
      AHA AHA AHA HA AHA AHA HA AHA AHA AH HA HA HA(troll)
      • qwerty scrive:
        Re: AH AH AH AH... GRANDE M$ !!!!!!
        Sei un troll detector poco logico: a cosa serve quotare 15 righe per non rispondere?
    • Blackstorm scrive:
      Re: AH AH AH AH... GRANDE M$ !!!!!!
      - Scritto da: Andrea
      MITICA MICRO$OFT...

      LA PIU GRANDE SOFTWARE HOUSE DEL MONDO.. COL
      MIGLIOR SISTEMA OPERATIVO DEL MONDO...


      ..DOS 5.0 !!!!!!!
      Vedo che la madre dei cretini è sempre incinta. Chissà se questo geniaccio di un troll ha capito che nemmeno gli altri OS hanno prestazioni decenti per gli SSD...Poi chissà perchè, se una periferica su linux funziona male perchè le case produttrici non forniscono driver o li forniscono inadeguati la colpa è di chi produce l'hw, quando succede su Win la stessa cosa è colpa di MS.
      • anonimo scrive:
        Re: AH AH AH AH... GRANDE M$ !!!!!!

        Poi chissà perchè, se una periferica su linux
        funziona male perchè le case produttrici non
        forniscono driver o li forniscono inadeguati la
        colpa è di chi produce l'hw, quando succede su
        Win la stessa cosa è colpa di
        MS.Tipica ipocrisia linara.
Chiudi i commenti