C'è un sismografo nell'hard disk

IBM recluta computer volontari per formare un network con cui monitorare terremoti e tsunami. Il sensore di movimento è il requisito fondamentale per partecipare. Astenersi laptop

Roma – Dopo anni investiti in discussioni e prove tecniche, i ricercatori IBM stanno seriamente pensando di utilizzare i sensori di vibrazione all’interno dei dischi rigidi per analizzare le informazioni sui terremoti e prevedere gli tsunami. L’idea, già portata avanti anche dalle università di Riverside e Stanford con il progetto Quake-Catcher Network , propone una rete di computer sempre collegati, per monitorare le scosse sismiche a livello mondiale.

Nell’iniziativa promossa dal Quake-Catcher Network chiunque può contribuire all’invio di dati utili: basta installare l’apposito software in un computer che possieda un hard disk dotato di sensori di movimento. I dispositivi portatili sono esclusi da questo tipo di monitoraggio. Secondo il ricercatore IBM Bob Friedlander “ricevere e analizzare dati da più fonti significa poter fornire un quadro molto più dettagliato su ciò che sta accadendo durante un cataclisma, ma questi dati devono essere più puliti possibile”.

È ovvio che l’hard disk dei laptop finirebbe con l’inviare una serie di falsi allarmi. Si è deciso quindi di restringere l’operazione ai dischi rigidi dei mastodontici server montati su rack. “Le condizioni ambientali dei server nei data center sono molto più controllabili” ha spiegato Friedlander. Sai che sono in un determinato piano dell’edificio, orientati in un certo modo. Quindi, in caso di terremoto sarà possibile calcolare meglio l’onda sismica, capire a quale forza sta per essere sottoposta la struttura e quanto durerà ancora la scossa”.

Nel corso dei prossimi mesi, IBM conta di avviare un progetto pilota con i suoi data center ma spera anche che altre aziende sparse nel mondo decidano di affiliarsi. Del resto, per generare dati affidabili e veramente utili, i server collegati al network devono essere distribuiti su un territorio più vasto e più vario possibile.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nedanfor non loggato scrive:
    Censureranno gli Skiantos?
    http://www.youtube.com/watch?v=Of8qBXcIt1g
  • Machiavelli scrive:
    GOOGLE BLOCCATO???
    Ciao ragazzi, a voi va google? mi sa che è sotto attacco o cmq sta succedendo qualcosa!!
    • None scrive:
      Re: GOOGLE BLOCCATO???
      a me va che è una meraviglia
    • marco scrive:
      Re: GOOGLE BLOCCATO???
      se stai usando come dns 8.8.8.8 , stamattina aveva problemi. usa 8.8.4.4 oppure opendns , 208.67.220.220ciao
    • Thepassenge r scrive:
      Re: GOOGLE BLOCCATO???
      non arrivare subito a conclusioni affrettate senza verifica, stamani avevano un problema sui dns di google.- Scritto da: Machiavelli
      Ciao ragazzi, a voi va google? mi sa che è sotto
      attacco o cmq sta succedendo
      qualcosa!!
  • Anonimo codardo scrive:
    Cariatidi
    E così queste cariatidi, queste cozze si sono assicurati qualcosa da fare (e qualcosa per cui spillare soldi).
  • djechelon scrive:
    D'accordissimo
    Se la prossima volta possiamo evitare una diatriba giudiziaria grazie ad una tempestiva segnalazione allora Google ha fatto 10 passi avanti.Spero però i responsabili di Vividown decidano di rimettere la querela e permettere l'archiviazione del procedimento in secondo grado, sarebbe un gesto di umanità nei confronti di un provider che ha SEMPRE saputo cooperare con le persone per tutelare i loro diritti.
  • v1doc scrive:
    Ridicolo
    Avete letto larticolo su il sole 24 ore?Google gli fornirà anche un assistente di lingua italiana, ma questisignori non sanno linglese?Potrebbero usare i $$$ che hanno preso da google per impararelinglese, oppure per un corso intensivo sui diritti civili visto cheora sono stati promossi a censori della rete.
    • Vitalij scrive:
      Re: Ridicolo
      Non è che qualcuno abbia deciso che l'inglese è la lingua internazionale...E sopratutto, chi è madrelingua inglese spesso non si degna di studiare le lingue e le culture altrui (il legame tra le due cose è sottile, perché esistono elementi culturali intraducibili).
      • v1doc scrive:
        Re: Ridicolo
        - Scritto da: Vitalij
        Non è che qualcuno abbia deciso che l'inglese è
        la lingua
        internazionale...Su quale pianeta vivi?Copio/incollo da wikipedia:Nel corso del XX secolo l'inglese è divenuto la lingua franca per eccellenza, abbattendo la precedente supremazia del francese che a sua volta aveva sostituito il latino a fini di comunicazione diplomatica e scientifica. È oggi anche strumento per la comunicazione fra etnie prive di connessioni culturali, scientifiche o politiche (non senza critiche)
        E sopratutto, chi è madrelingua inglese spesso
        non si degna di studiare le lingue e le culture
        altrui (il legame tra le due cose è sottile,
        perché esistono elementi culturali
        intraducibili).Google è un'azienda americana, quale lingua dovrebbero parlare i dipendenti di google?
        • Vitalij scrive:
          Re: Ridicolo
          - Scritto da: v1doc
          - Scritto da: Vitalij

          Non è che qualcuno abbia deciso che l'inglese è

          la lingua

          internazionale...

          Su quale pianeta vivi?
          Copio/incollo da wikipedia:

          Nel corso del XX secolo l'inglese è divenuto la
          lingua franca per eccellenza, abbattendo la
          precedente supremazia del francese che a sua
          volta aveva sostituito il latino a fini di
          comunicazione diplomatica e scientifica. È oggi
          anche strumento per la comunicazione fra etnie
          prive di connessioni culturali, scientifiche o
          politiche (non senza
          critiche)
          Tutto corretto. Ma rimane il fatto che nessuno ha deciso che l'inglese è la lingua internazionale. E' solamente la terza delle lingue più parlate al mondo...
          Google è un'azienda americana, quale lingua
          dovrebbero parlare i dipendenti di
          google?Certo. Per questo il sito web di Google Italia è in afghano e quello di YouTube Italia è in bengalese. Dovresti fare l'amministratore delegato.
          • v1doc scrive:
            Re: Ridicolo
            - Scritto da: Vitalij

            Tutto corretto. Ma rimane il fatto che nessuno ha
            deciso che l'inglese è la lingua internazionale.Esatto, non l'ha deciso nessuno, l'inglese è la lingua internazionale de facto.
            E' solamente la terza delle lingue più parlate al
            mondo...Geniale, non ci avevo pensato, la prossima volta che andrò all'estero, oppure che farò una telefonata di lavoro, parlero' in cinese oppure in hindi, tanto è la lingua più parlata ;-)

            Google è un'azienda americana, quale lingua

            dovrebbero parlare i dipendenti di

            google?

            Certo. Per questo il sito web di Google Italia è
            in afghano e quello di YouTube Italia è in
            bengalese. Dovresti fare l'amministratore
            delegato.Ma hai seguito la vicenda? Google Italia non aveva i diritti per rimuovere il video, ha quindi segnalato il problema alla casa madre.Non hanno denunciato la casa madre perchè gli americani si sarebbero limitati, GIUSTAMENTE, a ridergli in faccia.
    • Undertaker scrive:
      Re: Ridicolo
      - Scritto da: v1doc
      Avete letto larticolo su il sole 24 ore?
      Google gli fornirà anche un assistente di lingua
      italiana, ma
      questi
      signori non sanno linglese?non sono mica down per niente ...
  • ... scrive:
    Ma questi...
    Cosa c'entra la censura con l'"educare contro la violenza ed il bullismo perpetrati ai danni delle persone disabili"?Già non sanno distinguere la sindrome di Down dall'autismo e questo la dice lunga su quanto si curino delle persone verso le quali farebbero volontariato...
    • p p scrive:
      Re: Ma questi...
      Non si parla di censura, mi sembra, quanto di segnalazione di video che ledano la dignità delle persone disabili. Poi Google deciderà se è il caso di rimuoverli o no.La rimozione di un video con un ragazzo che viene malmenato a scuola, e messo alla berlina su yt è quanomeno doverosa, e non è censura, non avendo certo il soggetto del maltrattamento acconsentito alla pubblicazione, ti pare?Quando dici "Già non sanno distinguere la sindrome di Down dall'autismo....(etc)" di chi parli e a cosa ti riferisci? Messa li, cosi, è un'affermazione di un qualunquismo eccezionale.Se non sai di cosa parli, evita di farlo.
      • bubba scrive:
        Re: Ma questi...
        - Scritto da: p p
        Non si parla di censura, mi sembra, quanto di
        segnalazione di video che ledano la dignità delle
        persone disabili.

        Poi Google deciderà se è il caso di rimuoverli o
        no.
        La rimozione di un video con un ragazzo che viene
        malmenato a scuola, e messo alla berlina su yt è
        quanomeno doverosa, e non è censura, non avendo
        certo il soggetto del maltrattamento acconsentito
        alla pubblicazione, ti
        pare?

        Quando dici "Già non sanno distinguere la
        sindrome di Down dall'autismo....(etc)" di chi
        parli e a cosa ti riferisci? Messa li, cosi, è
        un'affermazione di un qualunquismo
        eccezionale.
        Se non sai di cosa parli, evita di farlo.ma su... se non sai le cose, SALLE! puoi fare una ricerca su p.i.Vividown e' una patetica associazione che si e' approffitata, speculando, su questo episodio di bullismo (contro la stessa volonta' dei genitori del tizio, peraltro) per diventare famosa... inutile stare a riassumere la vicenda.A me personalmente mi ricorda altre zecche che fanno hype tipo i cacciatori di pedoterrosatanisti come Don Fortunato di Noto... o, in altri ambiti, i produttori di fogliame legale come SCO.
      • ... scrive:
        Re: Ma questi...
        - Scritto da: p p
        Non si parla di censura, mi sembra, quanto di
        segnalazione di video che ledano la dignità delle
        persone disabili.Controlla cosa ha fatto la famiglia del ragazzo autistico. Ripeto autistico.Poi vedi tu, i colpevoli sono solo stati rimproverati di una cosa che capita di continuo nelle scuole italiane e che in quella scuola, a vedere i compagni di classe, era la norma, ma a fare da "colpevoli" sono dei dirigenti che hanno saputo del video ben dopo che era stato rimosso.
        Poi Google deciderà se è il caso di rimuoverli o
        no.
        La rimozione di un video con un ragazzo che viene
        malmenato a scuola, e messo alla berlina su yt è
        quanomeno doverosa, e non è censura, non avendo
        certo il soggetto del maltrattamento acconsentito
        alla pubblicazione, ti
        pare?Il soggetto del maltrattamento al massimo non avrà acconsentito la malmenazione (subita) ma credo che ancora adesso ringrazi in cuor suo la deficienza dei suoi compagni di scuola e che non avrebbe MAI impedito di pubblicare quel video che ha messo in mostra ciò che ha subito, probabilmente anche altre volte a vedere l'indifferenza dei presenti in classe.Se poi credi che quel soggetto si sia sentito peggio perchè qualcun altro ha saputo che veniva preso in giro da dei bulli, tu non sai cos'è il bullismo, ed è strano francamente.
        Quando dici "Già non sanno distinguere la
        sindrome di Down dall'autismo....(etc)" di chi
        parli e a cosa ti riferisci? Messa li, cosi, è
        un'affermazione di un qualunquismo
        eccezionale.
        Se non sai di cosa parli, evita di farlo.So benissimo di cosa parlo, e per di più aggiungo: un down può laurearsi, è sucXXXXX in Spagna e come professione adesso insegna pure, mentre l'autismo è un comportamento psicologico che se non è grave NON è un handicap, tranne che per quelle persone che considerano sani i protagonisti dei cinepanettoni.Per cui ti spedisco indietro l'invito.
        • Vitalij scrive:
          Re: Ma questi...
          - Scritto da: ...
          Il soggetto del maltrattamento al massimo non
          avrà acconsentito la malmenazione (subita) ma
          credo che ancora adesso ringrazi in cuor suo la
          deficienza dei suoi compagni di scuola e che non
          avrebbe MAI impedito di pubblicare quel video che
          ha messo in mostra ciò che ha subito,
          probabilmente anche altre volte a vedere
          l'indifferenza dei presenti in
          classe.Chapeau!!Però nella società bigotta, se di qualcosa di sbagliato non è venuto a conoscenza nessuno, questo qualcosa non è mai sucXXXXX!! E' un errore di ragionamento che, penso, involontariamente, fanno molte persone, io compreso.
          • ... scrive:
            Re: Ma questi...
            Può essere, ma a volte penso sia un'abitudine, come quella dei compagni di classe del video in questione. :(
        • v1doc scrive:
          Re: Ma questi...
          - Scritto da: ...
          [CUT]

          Per cui ti spedisco indietro l'invito.Perfetta analisi, aggiungo solo che la sentenza ha avuto una risonanza internazionale, e l'italia è stata coperta, ancora una volta, di ridicolo.Molti speravano che fosse finita, ma grazie a questa accordo extra-giudiziale sentiremo ancora spesso parlare di vividown :-(
          • ... scrive:
            Re: Ma questi...
            Indubbiamente è un caso che ha fatto il giro del mondo, potremmo anche ritrovarci con un acXXXXX a youtube come quello della Corea del Sud, per ora ci toccherà sentire gli effetti della sentenza ancora per tanto tempo.
        • pippolippo scrive:
          Re: Ma questi...
          92 minuti di applausi.
      • Undertaker scrive:
        Re: Ma questi...
        - Scritto da: p p
        Non si parla di censura, mi sembra, quanto di
        segnalazione di video che ledano la dignità delle
        persone disabili.ma che dignitá avrebbero i down ?non si rendono neanche conto di essere al mondo, figuriamoci preoccuparsi di cosa circola su youtube.Ad essere tutelato é il senso del pudore di questi sedicenti comitati di pubblica indignazione che sfruttano internet per farsi pubblicitá
    • Thepassenge r scrive:
      Re: Ma questi...
      Credo che aualsiasi associazione non pensa mai alle persone ma solo a se stessa, sfrutta problemi sociali e malattie per tornaconto personale, popolarità e profitto.Ecco perchè personalmente non do mai donazioni alle associazioni di qualunque tipo e di qualunque genere.- Scritto da: ...
      Cosa c'entra la censura con l'"educare contro la
      violenza ed il bullismo perpetrati ai danni delle
      persone
      disabili"?

      Già non sanno distinguere la sindrome di Down
      dall'autismo e questo la dice lunga su quanto si
      curino delle persone verso le quali farebbero
      volontariato...
Chiudi i commenti