Caccia al colore del web

Ci vuole poco: basta inserire l'indirizzo di una pagina web nel tool disponibile online, cliccare e attendere. Misura l'accessibilità dei colori dei siti. Non è un... giochino


Roma – Di che colore è il tuo sito? E i suoi colori sono… accessibili? Queste le domande da farsi quando si utilizza un tool pensato per rielaborare in tempo reale le pagine web che vengono sottoposte al suo motore. Un motore capace di lavorare su tonalità, colori e composizione per offrire uno sguardo nuovo sul proprio sito o sui siti che si è soliti frequentare.

Un gioco? Forse, ma anche un modo per misurare quanto è accessibile una pagina web a chi ha problemi di riconoscimento dei colori. Secondo gli autori di questo tool, che sono riusciti a ottenere un server interamente dedicato al suo funzionamento, una percentuale compresa tra l’8 e il 12 per cento di maschi soffre di problemi percettivi relativi al colore (contro l’1 per cento, o meno, delle donne). Un problema evidentemente sottovalutato in un web dove le grafiche colorate dei siti sono spesso parte integrante dei servizi offerti.

Non è un caso che il Colorblind Web Page Filter sia stato inserito nelle build di Mozilla, ma è senz’altro significativo che ora il suo autore abbia potuto mettere a disposizione uno strumento aperto a tutti, tool ancora in lavorazione ma per molti aspetti già operativo.

Per provare il filtro basta recarsi sulla pagina dedicata , leggere opzioni e istruzioni, inserire la URL desiderata e.. filtrare. Val la pena provarci.

Giochino, pur carino e divertente, è invece quello già segnalato da Punto Informatico e sempre disponibile online, capace di offrire di qualsiasi sito web un mirror, cioè una perfetta immagine “al contrario”, quella di un sito visto allo specchio. Per vedere il numero di PI di oggi allo specchio clicca qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sono alla frutta...
    Se Tulip decide dopo 6 anni di utilizzareil marchio Commodore 64 per faresoldi significa che sono alla frutta come SCO...
  • Anonimo scrive:
    Ma lavorare no, eh ?
    Una volta si lavorava "con il sudore della fronte".Poi sono arrivati i brevetti e le cause legali ad essi legate.La cosa che comunque fa rabbrividire è che nei paesi sottosviluppati si propina la tecnologia che noi usavamo vent'anni fa... così quei paesi resteranno sottosviluppati!E' questo il progresso ?Spremete ragazzi... mi raccomando... spremete!!
  • Anonimo scrive:
    cadete dalle nuvole
    secondo voi una società aquista il marchio ed alcuni diritti di una azienda fallimentare per semplice sport ...... o per fare guadagnare altri?non ci vuole una laurea in economia e commercio per capirlo
    • CoreDump scrive:
      Re: cadete dalle nuvole
      - Scritto da: Anonimo
      secondo voi una società aquista il marchio
      ed alcuni diritti di una azienda
      fallimentare per semplice sport ...... o per
      fare guadagnare altri?

      non ci vuole una laurea in economia e
      commercio per capirloPerchè chi fa gli emulatori ( a parte qualche raro caso ) ciguadagna qualcosa??, perche' adesso detenere i dirittihardware significa anche detenere quelli software ( giochi/programmi ).Sinceramente senza scomodare esperti in economia, da comela vedo io e l'ennesimo tentativo di speculare sulla comunitydi appassionati accaparrandosi magari quello che gia' e'stato fatto, emulatori in primis, specialmente adesso cheil mercato si sta spostando in modo interessante su cellulari/palmari.ciao (linux)
  • Anonimo scrive:
    Avvoltoi
    no comment.ZioBill
  • Anonimo scrive:
    Sciacalli
    Ne avranno anche il diritto, di sfruttare i diritti sui giochi C64, ma che pena...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sciacalli
      - Scritto da: Anonimo
      Ne avranno anche il diritto, di sfruttare i
      diritti sui giochi C64, ma che pena...Pardon, non sui giochi :)
  • Anonimo scrive:
    Ms rulez! bY frogger
    Nel bene (e *nel male*) "zio Bill" fa parte anche della storia Commodore.La schermata di avvio C64 e' scarna, solo 2 righe senza riferimenti a copyright: **** COMMODORE 64 BASIC V2 **** 64 K RAM SYSTEM 38911 BYTES FREEREADY._La schermata di avvio del C128 (in modalita' C128) invece rivela anche questa presenza: COMMODORE BASIC V7.0 122365 BYTES FREE (C)1985 COMMODORE ELECTRONICS, LTD. (C)1977 MICROSOFT CORP. ALL RIGHTS RESERVEDREADY_Live Long & Prosper!--Per sapere quando c'e' ***Star Trek***iscriviti direttamente cliccando qui sotto:
    • Anonimo scrive:
      Re: Ms rulez! bY frogger

      (in modalita' C128)leggasi: (in modalita' C128 )Accidenti a queste novita' come le faccine "automatiche" :-D
    • Nic scrive:
      Re: Ms rulez! bY frogger

      COMMODORE BASIC V7.0 122365 BYTES FREE
      (C)1985 COMMODORE ELECTRONICS, LTD.
      (C)1977 MICROSOFT CORP.
      ALL RIGHTS RESERVEDPer la cronaca anche l'AmigaBasic era Microsoft...infatti è stato abbandonato subito dopo la versione 1.2 del sistema operativo.Non è solo sarcasmo... aveva dei problemi enormi poichè Microsoft, dando prova della sua storica lungimiranza nella progettazione del software, aveva fatto delle pesantissime assunzioni sul fatto che l'hardware dell'Amiga 1000 sarebbe rimasto congelato! E' bastato passare ad architettura a 32bit con l'Amiga 3000 per vedere i fuochi artificiali.Per i più tecnici: il 68000 montato sull'Amiga 1000 era un pò limitato e utilizzava solo 16 dei 32bit esistenti nei suoi registri.In Microsoft quindi hanno ben pensato di utilizzare gli altri 16 a casaccio per la loro roba. Immaginate cosa successe quando la CPU iniziò ad utilizzare tutti i ibit... :-) :-) :-) :-)E c'è chi si fida di 'sta gente...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ms rulez! bY frogger
        sono curioso.. cosa sucesse ? cosa ci avevano infilato quei merdaioli di microsoft ? le prime backdoor per il controllo della firma digitale dei giochini ? :D (linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ms rulez! bY frogger
        Vi ricordo anche MSX BASIC degli MSX,(C) Microsoftcon tanto di MSX-DOSMitico MSX...ciao,Antani^3
  • Anonimo scrive:
    Precisazione su Chris Abbott
    Chris ha recentemente affermato sul newsgroup comp.sys.cbm di aver conferito con Darren Melbourne della Ironstone Partners, la dittà che apparentemente si occuperà per Tulip della realizzazione del portale ufficiale, e di essere stato rassicurato circa le presunte intenzioni malevole che sembravano trasparire dal comunicato ufficiale.Ironstone rilascerà presto un suo comunicato, dice Chris, dove tutti i dubbi verranno fugati e si comprenderà come Ironstone abbia intenzione di venire incontro alla comunità Commodore, piuttosto che sconquassarla.Insomma, ci tocca trattenere il fiato fino all'uscita del fatidico comunicato della Ironstone, per capirne qualcosa di più :---Riccardo RubiniModerator/Group Owner CBMClub 1a mailing list italiana dedicata al mondo Commodorehttp://groups.yahoo.com/group/cbmclub_main/
    • Anonimo scrive:
      Re: Precisazione su Chris Abbott
      Esatto.Preciso inoltre che Chris Abbott non e' un autore di musiche di giochi del C64, ma e' la persona che rappresenta i diritti legali della gran parte dei musicisti che negli '80 fecero la storia della musica su videogames, come Rob Hubbard, Martin Galway, Ben Daglish, etc.Saluti.DHS of TSW
  • Anonimo scrive:
    Quindi?
    Come e' possibile che a distanza di tanti anni ci siano ancora delle persone legate al C64?Boh, non riesco a trovare anche un solo motivo per cui, nel 2003, si dovrebbe prestare attenzione a Commodore (o cio' che ne rimane).
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi?
      - Scritto da: Anonimo
      Come e' possibile che a distanza di tanti
      anni ci siano ancora delle persone legate al
      C64?Si parla di ricordi, di storia dell'informatica e di storia personale degli utenti, me compreso. E mi pento profondamente di aver venduto il mio C64 col mitico 1540.
      Boh, non riesco a trovare anche un solo
      motivo per cui, nel 2003, si dovrebbe
      prestare attenzione a Commodore (o cio' che
      ne rimane).Beh, semplicemente non prestargli attenzione. Magari tu hai un orsetto di pezza a cui sei affezionato, tanti invece hanno un C64.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quindi?
        Concordo dall'inizio alla fine, e non capisco perchè criticare chi ancora si sente legato al Commie. E' sempre brutto vedere che c'è gente che specula sui bei ricordi.Saluti,Piwi
      • Anonimo scrive:
        Re: Quindi?
        - Scritto da: Anonimo
        Si parla di ricordi, di storia
        dell'informatica e di storia personale degli
        utenti, me compreso. E mi pento
        profondamente di aver venduto il mio C64 col
        mitico 1540.Anch'io purtroppo l'ho venduto (per quattro lire!) e lo rivorrei con me!
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi?
      - Scritto da: Anonimo
      Come e' possibile che a distanza di tanti
      anni ci siano ancora delle persone legate al
      C64?
      Boh, non riesco a trovare anche un solo
      motivo per cui, nel 2003, si dovrebbe
      prestare attenzione a Commodore (o cio' che
      ne rimane).sentimenti, questi sconosciuti
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi?
      Per lo stesso motivo per cui oggi Tetris è una killer application..
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi?
      - Scritto da: Anonimo
      Come e' possibile che a distanza di tanti
      anni ci siano ancora delle persone legate al
      C64?
      Boh, non riesco a trovare anche un solo
      motivo per cui, nel 2003, si dovrebbe
      prestare attenzione a Commodore (o cio' che
      ne rimane).com'e' possibile che nel 2003 ci sia ancora gente convinta che tutto cio' che e' stato prima di oggi non conta nulla?Ricordati sempre che tu (come tutti su sta' terra) sei il prodotto di qualche migliaio di anni di cose che sono state, sono cambiate, ma non sono mai state dimenticate.FleshForge
      • DKDIB scrive:
        Re: Quindi?
        Someone wrote:
        com'e' possibile che nel 2003 ci sia ancora gente convinta
        che tutto cio' che e' stato prima di oggi non conta nulla?

        Ricordati sempre che tu (come tutti su sta' terra) sei il
        prodotto di qualche migliaio di anni di cose che sono state,
        sono cambiate, ma non sono mai state dimenticate.Quindi?Mi domando se dietro queste parole ci sia un minimo di consapevolezza sul loro significato, ma dubito fortemente.Pare la solita battuta idiota ke si sente nelle porc... pardon: telefilm/sceneggiati/varieta' prodotti da Rai & Mediaset.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quindi?
          - Scritto da: DKDIB
          Someone wrote:

          com'e' possibile che nel 2003 ci sia
          ancora gente convinta

          che tutto cio' che e' stato prima di oggi
          non conta nulla?



          Ricordati sempre che tu (come tutti su
          sta' terra) sei il

          prodotto di qualche migliaio di anni di
          cose che sono state,

          sono cambiate, ma non sono mai state
          dimenticate.

          Quindi?

          Mi domando se dietro queste parole ci sia un
          minimo di consapevolezza sul loro
          significato, ma dubito fortemente.
          Pare la solita battuta idiota ke si sente
          nelle porc... pardon:
          telefilm/sceneggiati/varieta' prodotti da
          Rai & Mediaset.prendila come vuoi. pare comunque che tutti mi diano ragione.FleshForge
    • CoreDump scrive:
      Re: Quindi?
      - Scritto da: Anonimo
      Come e' possibile che a distanza di tanti
      anni ci siano ancora delle persone legate al
      C64?
      Boh, non riesco a trovare anche un solo
      motivo per cui, nel 2003, si dovrebbe
      prestare attenzione a Commodore (o cio' che
      ne rimane).Bhe' chiamali pure sentimenti, o come vuoi, fatto sta cheil sottoscritto come molti altri sul forum o altrove hannopraticamente iniziato ( a dire il vero io ho iniziato con il vic20 )sul c64 tra due righe di codice e una bestemmia perche'il registratore mi dava tape error al 170 giro mentre cercavodi caricare elite ( poi fortunatamente e arrivato il drive disk ).Non rimpiango certo l'epoca passata ma un po' di nostalgiapernsando a quei tempi dove ci si divertiva forse piu' di adessoanche con 64k di memoria.P.s. ho appena installato l'emulatore frodo su un cellularenokia 3650, dovreste vedere che spettacolo......ciao (linux)
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Quindi?
      - Scritto da: Anonimo
      Come e' possibile che a distanza di tanti
      anni ci siano ancora delle persone legate al
      C64?
      Boh, non riesco a trovare anche un solo
      motivo per cui, nel 2003, si dovrebbe
      prestare attenzione a Commodore (o cio' che
      ne rimane).Gioia, oggi tu fai allegramente doppio clic col il tuo mouse sulle finestrelle e scrivi le letterine con il Word anche grazie a quella macchina e al suo contributo all'informatica e agli uomini che ci hanno sviluppato per anni. Per usare il C64 bisognava conoscerlo, cosa che con i PC di oggi si è estinta... Oggi nei manuali in dotazione a un PC trovi le istruzioni su come attaccare i cavi, il manuale in dotazione al C64 era un vero e proprio corso di informatica e programmazione... Quella era informatica, oggi il pc è un elettrodomestico che tutti sono convinti di conoscere.TAD since 1995
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi?
      - Scritto da: Anonimo
      Come e' possibile che a distanza di tanti
      anni ci siano ancora delle persone legate al
      C64?
      Boh, non riesco a trovare anche un solo
      motivo per cui, nel 2003, si dovrebbe
      prestare attenzione a Commodore (o cio' che
      ne rimane).Parafrasando: non riesco a trovare anche un un solo motivivo per cui, nel 2003, si dovrebbe prestare attenzione a (mettere qui qualsiasi evento storico a scelta o invezione di successo del passato che ha cambiato il modo di concepire un determinato oggetto).Non ti preoccupare: se non hai alcun motivo, vai avanti per la tua strada con il tuo PC senza cuore, non sapendo cosa perdi (o hai perso) non perdi (o non hai perso) nulla.ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi?
      - Scritto da: Anonimo
      Come e' possibile che a distanza di tanti
      anni ci siano ancora delle persone legate al
      C64?
      Boh, non riesco a trovare anche un solo
      motivo per cui, nel 2003, si dovrebbe
      prestare attenzione a Commodore (o cio' che
      ne rimane).Sei un informatico? Allora dovresti conoscere e stimare il Commodore. Quasi tutte le persone, me compreso, che oggi lavorano in questo campo sono passate attraverso le console, dall'atari, al vic20 fino al commodore con il quale credo abbiamo fatto i primi esperimenti di programmazione.Tu ti sei dimenticato la prima ragazza con cui hai fatto l'amore? Io non potrei mai. Idem il mio primo vero computer.Peccato che alla fine l'avevo venduto per un misero Olivetti M20.ZioPepe
      • Anonimo scrive:
        Re: Quindi?

        Peccato che alla fine l'avevo venduto per un
        misero Olivetti M20.veramente misero :)ciao.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quindi?
          - Scritto da: Anonimo

          Peccato che alla fine l'avevo venduto per
          un

          misero Olivetti M20.

          veramente misero :)

          ciao.Si hai perfettamente ragione, però con quello ho cominciato a farmi le ossa. Dal primo format c: in cui ho distrutto tutto il lavoro di mio padre a quando ho fatto una specie di porting su pc di un gioco per commodore che si chiamava "scacco".ZioPepe
      • DKDIB scrive:
        Re: Quindi?
        Posso stimarlo all' infinito, ma se anke qualcuno ci specula la cosa non mi sfiora minimamente: tanto non potranno mai venirmi a kiedere i soldi x la stima ke provo nei confronti d' un prodotto storico (parlo seriamente, non sono ironico).
    • cico scrive:
      Re: Quindi?

      Come e' possibile che a distanza di tanti
      anni ci siano ancora delle persone legate al
      C64?
      Boh, non riesco a trovare anche un solo
      motivo per cui, nel 2003, si dovrebbe
      prestare attenzione a Commodore (o cio' che
      ne rimane).Mi associo a quanto detti dagli altri.Moltissime persone sono cresciute con l'Apple II,lo ZX-81/Spectrum ed il Vic-20/C=64.Bei tempi quando ti potevi permettere di conoscereil Kernel del 64 quasi a memoria ed anche il kerneldel 1541.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi?
      - Scritto da: Anonimo
      Come e' possibile che a distanza di tanti
      anni ci siano ancora delle persone legate al
      C64?
      Boh, non riesco a trovare anche un solo
      motivo per cui, nel 2003, si dovrebbe
      prestare attenzione a Commodore (o cio' che
      ne rimane).Sono completamente d'accordo!Per non parlare poi di quello che ci fanno studiare a scuola, roba come la rivoluzione americana, Dante Alighieri (pensa, è del 1300!) e cose ancora più vecchie!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi?
      Ehhhhhhhhhh..... *SOSPIRO*Il C64 fu il mio primo "compiuter"...Lo presi full optional: monitor Commodore e unità a disco 1541... ero avanti anni luce :)In seguito presi anche il registratore a cassette... quanti moccoli per registrare correttamente la testina di lettura con l'utilizzo del cacciavite... altrimenti i giochi comprati in edicola non funzionavano bene.Un pezzo di storia che rimarrà sempre nel mio cuoricino... (win)
  • Anonimo scrive:
    No comment !
    Questa è tutta da ridere! Sul becero tentativo di Tulip di lucrare su ciò che ormai, benchè parte integrante dei bei ricordi non solo informatici, ma anche, più in assoluto, della giovinezza di noi tutti, chi più chi meno, è stato parte di un'epoca ormai conclusa, c'è poco da dire. Perè qualcuno dovrebbe spiegare loro che detengono i diritti sull'hardware, non sul software. Nella comunità Commodore non c'è un solo Chris Abbott, ce ne sono centinaia e centinaia, e non credo che siano tutti disposti a lasciarsi comprare.Per sicurezza, comunque, tutti qua a leechare ! Questo è il più nutrito repositorio di games per il Commie. http://web.externet.hu/sk/c64Saluti,PiwiC64 Rulez !
    • CoreDump scrive:
      Re: No comment !
      - Scritto da: Anonimo
      Questa è tutta da ridere! Sul becero
      tentativo di Tulip di lucrare su ciò che
      ormai, benchè parte integrante dei bei
      ricordi non solo informatici, ma anche, più
      in assoluto, della giovinezza di noi tutti,
      chi più chi meno, è stato parte di un'epoca
      ormai conclusa, c'è poco da dire. Perè
      qualcuno dovrebbe spiegare loro che
      detengono i diritti sull'hardware, non sul
      software. Nella comunità Commodore non c'è
      un solo Chris Abbott, ce ne sono centinaia e
      centinaia, e non credo che siano tutti
      disposti a lasciarsi comprare.

      Per sicurezza, comunque, tutti qua a
      leechare ! Questo è il più nutrito
      repositorio di games per il Commie.

      http://web.externet.hu/sk/c64

      Saluti,
      Piwi

      C64 Rulez !Purtroppo non c'e' niente da fare, basta un solo piccololumicino di business e subito ci si fionda qualcuno....che schifo.Fortunatamente il mio A1200 e il 128 sono li alla faccia diquesti signori..ciao (linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: No comment !
        - Scritto da: CoreDump

        - Scritto da: Anonimo

        Questa è tutta da ridere! Sul becero

        tentativo di Tulip di lucrare su ciò che

        ormai, benchè parte integrante dei bei

        ricordi non solo informatici, ma anche,
        più

        in assoluto, della giovinezza di noi
        tutti,

        chi più chi meno, è stato parte di
        un'epoca

        ormai conclusa, c'è poco da dire. Perè

        qualcuno dovrebbe spiegare loro che

        detengono i diritti sull'hardware, non sul

        software. Nella comunità Commodore non c'è

        un solo Chris Abbott, ce ne sono
        centinaia e

        centinaia, e non credo che siano tutti

        disposti a lasciarsi comprare.



        Per sicurezza, comunque, tutti qua a

        leechare ! Questo è il più nutrito

        repositorio di games per il Commie.



        http://web.externet.hu/sk/c64



        Saluti,

        Piwi



        C64 Rulez !

        Purtroppo non c'e' niente da fare, basta un
        solo piccolo
        lumicino di business e subito ci si fionda
        qualcuno....che schifo.

        Fortunatamente il mio A1200 e il 128 sono li
        alla faccia di
        questi signori..

        ciao (linux)Tulip non si farà certo sfuggire l'occasione...Sui cellulari e sui PDA ormai girano tutti i giochi del mitico C64 e quindi qualcuno prima o poi deciderà di guadagnarci...L'assurdo è che i signori di tulip pretendano i diritti su software che non hanno mai sviluppato... Casomai loro si sono impossessati della piattaforma hardware e del basic v2!!! E' come se la sony un domani decida di guadagnare dai diritti delle software house produttrici di giochi per le proprie piattaforme, oppure che Intel o AMD decidano di pretendere dei soldi da Mircosoft per il sistema operativo che senza i rispettivi processori non sarebbe in grado di funzionare.Io nel 1986 vendevo un software per il C64 che faceva il magazzino (qualcuno ancora lo usa!!!) ed un gioco a piattaforma, cio vorrebbe dire che se i signori di tulip sono in possesso di tali "rom" potrebbero venderlo e guadagnarci sopra???In questo caso fatemi avere la partita I.V.A. di tulip che anche io provvederò alla fatturazione...P.S. riguardo al post precedente vorrei rispondere al suo autore con una frase tanto utilizzata di Henry Ford: "C'è vero progresso solo quando una nuova tecnologia diventa alla portata di tutti..." Bene il C64 e la commodore sono stati gli autori insieme a pochi altri del "PROGRESSO INFORMATICO". E se non ci fosse stato GEOS forse non ci sarebbe stato nemmeno Windows.Chi volesse dare uno sguardo a queste pagine:http://emulazione.multiplayer.it/cbmitapages/c64/geos/geos.htmVi ricordo che era il 1986 e che gli utenti MSDos ancora utilizzavano i prompt: c: su schermo in verde e nero.Non era questo vero progresso???Saluti a tutti...
        • Anonimo scrive:
          Re: No comment !
          Concordo su geos ... microsoft e la sua robaccia sono sempre arrivati decenni dopo prendendosi pero' tutti i meriti.
        • Anonimo scrive:
          Re: No comment !

          Bene il C64 e la commodore sono stati gli
          autori insieme a pochi altri del "PROGRESSO
          INFORMATICO". E se non ci fosse stato GEOS
          forse non ci sarebbe stato nemmeno Windows.Mi hai riportato alla mente di quando vidi il Geos per la prima volta con il joy che faceva da mouse e tutte quelle giocose applicazioncelle grafiche che andavano in tilt quasi subito.Ne avremo fatta di strada da allora, ma quelle emozioni che avevi scoprendo l'informatica di allora oggi non esistono piu'.P.s. ai detrattori del C64: vi manca un pezzo di storia nel cuore e nel cervello.
        • Anonimo scrive:
          GEOS? No grazie. Sinclair RuleZZZ
          GEOS: Sistema operativo giocattolo copiato dal MacOS(nato ~2 anni prima). Ricordo come inginocchiava l'hardwaredel povero C64 (a meno di banchi di espanza)...Come recitavo al tempo: "Sinclair does it better"(non era vero ma una fazione era pur sempre una fazione!)E adesso? Linux / Win? Guardando i dati complessivi suilog degli apache non si direbbe... (impronte false a parte)Lo scontro sarebbe paragonabile a quello che un tempofu tra i commodoriani e i possessori di Sega SC-3000...(uno a caso)Ciao a tutti....
          • Anonimo scrive:
            Re: GEOS? No grazie. Sinclair RuleZZZ
            Rosicone !Meglio un fermaporta Spectrum a 2 colori, eh !colour clash a go go !
    • Anonimo scrive:
      Re: No comment !
      - Scritto da: Anonimo
      (omissis) Nella comunità Commodore non c'è
      un solo Chris Abbott, ce ne sono centinaia e
      centinaia, e non credo che siano tutti
      disposti a lasciarsi comprareE' comunque sufficiente che alcuni di essi si lascino ammaliare da qualche allettante offerta... non sottovalutiamo la potenza del marketing di certe aziende...Sigh.Greg
Chiudi i commenti