Canada, quel rapporto anti-P2P è un plagio

Un gruppo di ricerca canadese analizza lo stato del file sharing copiando numeri e statistiche. La fonte? Il report antipirateria stilato dall'industria statunitense dei contenuti

Roma – La Conference Board of Canada dovrebbe essere un gruppo di ricerca indipendente, obiettivo e privo di simpatie particolari per le parti chiamate in causa nei suoi studi. Nella pratica si rivela agire come fosse una sussidiaria della potente industria del copyright statunitense, da cui la Board canadese copia i suoi “studi originali” per propagandare l’allarmante stato della pirateria digitale nel paese.

Il pasticciaccio pro-copyright della CBC lo svela l’esperto e professore di legge all’Università di Ottawa Michael Geist, che sul suo blog evidenzia le brutture e le scopiazzature contenute nel rapporto sull’economia digitale rilasciato dall’organizzazione. Secondo Geist CBC tradisce la sua natura di appendice delle lobby yankee già a partire dalla press release allegata al rapporto, eloquentemente titolata “Il Canada come capitale del file sharing nel mondo” e in cui si sostiene che “a causa di una mancata regolamentazione e imposizione legale, la pirateria telematica sembra essere in aumento in Canada”.

La CBC sostiene che la mancanza di opportune regolamentazioni permette alla “pirateria di Internet” di proliferare senza controllo nel paese, con un numero stimato di 1,3 miliardi di file “illegali” scaricati, pari a 65 volte la quantità di download legali. Tali cifre, sostiene sempre la CBC, rispecchiano la supposta conclusione dell’OECD (Organisation for Economic Cooperation and Development) secondo cui il Canada ha la maggior quota di file sharing “illegale” pro capite del sistema solare mondo.

Geist contesta tutte le eclatanti super-cifre sbandierate dalla CBC, a cominciare proprio dai supposti 1,3 miliardi di download illeciti che in realtà si riferiscono a un’intervista di 1.200 persone risalente a 3 anni fa, un sondaggio evidentemente obsoleto e statisticamente irrilevante ma che è bastato all’organizzazione a dichiarare l’emergenza nazionale per il file sharing non autorizzato.

Le conclusioni dell’OECD, inoltre, non avrebbero nulla a che vedere con l’attualità del Canada: lo studio risalirebbe a 6 anni fa (sarebbe quindi più che obsoleto), limita le sue considerazioni a soli 30 paesi e non fa commenti sulle attività illecite citate nel comunicato stampa.

Il rapporto vero e proprio, nell’impietoso confronto paragrafo per paragrafo messo online dal professor Geist, risulta essere un puro e semplice plagio dell’ IIPA 2008 Special 301 Report on Canada , riconducibile alla International Intellectual Property Alliance , che raccoglie i principali attori statunitensi dell’industria del copyright. Dopo aver citato ancora altri due rapporti sempre della CBC, anch’essi palesi contraffazioni di materiale altrui, Geist si chiede e chiede ai membri dell’organizzazione quanta credibilità possa avere questo genere di lavori e quanti soldi siano stati spesi dal ministero della Ricerca e dell’Innovazione per finanziare il rapporto.

La risposta della CBC non si è fatta attendere, e anche se ammette che “alcuni dei paragrafi citati approssimano molto da vicino le sentenze del documento usato come fonte” (cioè il rapporto della statunitense IIPA) non ritratta le sue conclusioni e soprattutto non dà giustificazioni coerenti sulla palese scopiazzatura .

Per quanto riguarda i soldi spesi da parte del ministero per la Ricerca e l’Innovazione, il responsabile del dicastero John Wilkinson ha ammesso di averlo finanziato con 15mila dollari statunitensi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • GoodSpeed scrive:
    L'italiano lingua dimenticata
    E noi italiani sempre in coda...Cavolo ci sono tutti Tedeschi, Francesi, Spagnoli, Inglesi e persino Giapponesi!!!!Noi sempre dopo 1 mese... e che cavolo!!!Praticamente ci hanno girato intorno (Inglese, Tedesco, Francese, Spagnolo) e poi ci hanno saltato (Giappone).
    • Innocente scrive:
      Re: L'italiano lingua dimenticata
      Per una volta non è colpa nostra né della MS: le lingue che hai citato sono più parlate dell'italiano e quindi le priorità di traduzione sono chiare.http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_languages_by_number_of_native_speakers
      • hehe scrive:
        Re: L'italiano lingua dimenticata
        e poi di cosa ti lamenti scusa?quando sara' disponibile in italiano avrai gia' 1 mese di feedback di chi l'ha provato, e vista l'importanza di un tale aggiornamento, io dico benvenga il ritardo!!
        • Zeross scrive:
          Re: L'italiano lingua dimenticata
          Non è questione di ritardo. In effetti non si capisce il motivo del non-rilascio. Mah.Il Service Pack 2 di Vista per tutte le lingue è disponibile su MSDN/Technet già da giorni (a breve si attendono le iso con il SP2 già integrato, già disponibili per alcune delle principali lingue).
          • r1348 scrive:
            Re: L'italiano lingua dimenticata
            Il ritardo è per meglio distribuire il carico dei server d'aggiornamento.
        • GoodSpeed scrive:
          Re: L'italiano lingua dimenticata
          - Scritto da: hehe
          e poi di cosa ti lamenti scusa?
          quando sara' disponibile in italiano avrai gia' 1
          mese di feedback di chi l'ha provato, e vista
          l'importanza di un tale aggiornamento, io dico
          benvenga il
          ritardo!!Seguendo il tuo ragionamento aspettiamo un anno, dopo un anno avremo ancora più feedback!
          • hehe scrive:
            Re: L'italiano lingua dimenticata
            - Scritto da: GoodSpeed
            Seguendo il tuo ragionamento aspettiamo un anno,
            dopo un anno avremo ancora più
            feedback!in certi ambiti aspettare a fare certi tipi di aggiornamento e' prassi comune.Mettendo se se se snaturi il senso del discorso, qui si parla di 1 mese, imho una tempistica piu' che accettabile
          • GoodSpeed scrive:
            Re: L'italiano lingua dimenticata
            Il service Pack dovrebbe uscire PER TUTTI lo stesso giorno visto che tutti lo paghiamo (Vista l'ho pagato). SOLUZIONE: Un unico pacchetto multilanguage e STOP. Invece ogni volta fanno uscire la versione per le 5 lingue più parlate al mondo e dopo 1 mese arrivano le altre. Per me non è corretto. Capisco che questa sia la mia opinione, vediamo se altri nel forum la condividono.
          • ezio scrive:
            Re: L'italiano lingua dimenticata
            - Scritto da: hehe
            in certi ambiti aspettare a fare certi tipi di
            aggiornamento e' prassi
            comune.non serve a niente aspettare perchè il file rimane tale e quale e tanto fino a che non aggiorni non potrai sapere se avrai problemi.
          • hehe scrive:
            Re: L'italiano lingua dimenticata
            ok la vostra prospettiva e' il vostro pc.
          • ezio scrive:
            Re: L'italiano lingua dimenticata
            - Scritto da: hehe
            e' il vostro pc.è indifferente. Fino a che non fai il deployment non potrai mai sapere se sarà tutto OK, per cui aspettare è soltanto una perdita di tempo
        • Zoolander scrive:
          Re: L'italiano lingua dimenticata
          - Scritto da: hehe
          e poi di cosa ti lamenti scusa?
          quando sara' disponibile in italiano avrai gia' 1
          mese di feedback di chi l'ha provato, e vista
          l'importanza di un tale aggiornamento, io dico
          benvenga il
          ritardo!!A quanto mi risulta la maggior parte degli aggiornamenti di un Service Pack sono esattamente quelli che scarica Aggiornamenti Automatici dall'uscita del Service Pack precedente in poi (o tutti, se è cumulativo), quindi da testare hanno ben poco (solo le ultimissime patch; le eventuali nuove funzionalità sono certamente mesi che le testano).
          • ezio scrive:
            Re: L'italiano lingua dimenticata
            - Scritto da: Zoolander
            A quanto mi risulta la maggior parte degli
            aggiornamenti di un Service Pack sono esattamente
            quelli che scarica Aggiornamenti Automaticifalso.Ci sono tonnellate di nuovi hotfix inclusi nel SP2 che non abbiamo ancora.
      • Zyon scrive:
        Re: L'italiano lingua dimenticata
        in fin dei conti l'italiano è parlato da appena 60 milioni di persone, siamo in netta minoranza
    • etherodox scrive:
      Re: L'italiano lingua dimenticata
      Godspeed scrive: E noi italiani sempre in coda...Cavolo ci sono tutti Tedeschi, Francesi, Spagnoli, Inglesi e persino Giapponesi!!!!E' il mercato bellezza. Visto quant'è carino? E' quella cosa che se insegni Fisica delle particelle e hai 3 studenti, l'anno prossimo vai a insegnare qualcos'altro. Quella cosa per cui un calciatore di serie C ha uno stipendio dieci volte superiore alla maestra di tuo figlio ecc.. L'italiano? Considerando il declino di questo paesetto che pensa di competere coi distretti del nord-est, gli do ancora cinquant'anni di vita prima di tenere compagnia alle lingue di Omero e di Virgilio.
      • GoodSpeed scrive:
        Re: L'italiano lingua dimenticata
        Ok sarà il mercato e avranno avuto le loro buone ragioni per farlo (risparmio di banda, etc... etc...).Scusate lo sfogo.Ciao ;-)
    • Marco scrive:
      Re: L'italiano lingua dimenticata
      Ringrazia che ti danno la versione italiana....
      • GoodSpeed scrive:
        Re: L'italiano lingua dimenticata
        - Scritto da: Marco
        Ringrazia che ti danno la versione italiana....Si è vero e poi tutto sommato è GRATIS VISTA no? Che potevo pretendere...una soluzione? dare il pacchetto multilingua e basta a tutti contemporaneamente. Chissà perchè su TECHNET a pagamento c'è già????
  • Fracchia scrive:
    SP2
    Qualcuno ha detto RTM leaked??? Non sia mai!
  • Il Panca scrive:
    Non cumulativo
    Leggo che: Service Pack 1 is a prerequisite for installing Service Pack 2. Please make sure that your system is running Service Pack 1 before you install Service Pack 2.
    • Bakunin scrive:
      Re: Non cumulativo
      - Scritto da: Il Panca
      Leggo che:

      Service Pack 1 is a prerequisite for
      installing Service Pack 2. Please make sure that
      your system is running Service Pack 1 before you
      install Service Pack 2.
      Giustamente
      • GoodSpeed scrive:
        Re: Non cumulativo
        Sp2 faccio prima a rimasterizzarmi la ISO includendo il SP1 e SP2 direttamente nel DVD. Sempre che questa volta la Ms fornisca una utility visto che per l'SP1 la stessa MS sconsigliava di includere il SP1 nel DVD di installazione.Cmq a conti fatti sono quasi un giga di SP.. (SP1 più Sp2) mica noccioline
        • BLah scrive:
          Re: Non cumulativo
          Sì ma se ti lamenti della grandezza, allora lo vedi che fanno bene a non farlo cumulativo?Un po' meno noobies, please!
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Non cumulativo
            - Scritto da: BLah
            Sì ma se ti lamenti della grandezza, allora lo
            vedi che fanno bene a non farlo
            cumulativo?poi i file che va a sostituire l'SP2 sono pressochè gli stessi dell'SP1; quindi non si capisce il perché del passaggio SP1-
            SP2... la dimensione con un vero SP2 cumulativo non sarebbe cambiata di molto.......

            Un po' meno noobies, please! :
          • non_sono_un _troll scrive:
            Re: Non cumulativo
            - Scritto da: Nome e cognome
            poi i file che va a sostituire l'SP2 sono
            pressochè gli stessi dell'SP1; questo lo dici tu...
          • GoodSpeed scrive:
            Re: Non cumulativo
            - Scritto da: non_sono_un _troll
            - Scritto da: Nome e cognome


            poi i file che va a sostituire l'SP2 sono

            pressochè gli stessi dell'SP1;


            questo lo dici tu...Direi che è facile che parte dei file che SP2 aggiorna siano stati toccati anche dall'SP1, diciamo in una percentuale che va dal 20 al 40% di sicuro... Ok nessuna a parte Ms sa cosa va a toccare ma non penso che tocchi cose completamente diverse dai...
          • -ToM- scrive:
            Re: Non cumulativo
            - Scritto da: Nome e cognome
            poi i file che va a sostituire l'SP2 sono
            pressochè gli stessi dell'SP1; quindi non si
            capisce il perché del passaggio SP1-
            SP2...Semplicemente perchè forse non è così.Ci sono aggiornamenti più radicati nell'OS che MS non distribuisce via win update ma solo coi SP, questa cosa esiste da quando esiste NT.
          • GoodSpeed scrive:
            Re: Non cumulativo
            - Scritto da: -ToM-
            - Scritto da: Nome e cognome

            poi i file che va a sostituire l'SP2 sono

            pressochè gli stessi dell'SP1; quindi non si

            capisce il perché del passaggio SP1-
            SP2...

            Semplicemente perchè forse non è così.Direi che è non provato ma molto probabile che SP2 aggiorni anche files toccati da SP1 in precedenza...
            Ci sono aggiornamenti più radicati nell'OS che MS
            non distribuisce via win update ma solo coi SP,
            questa cosa esiste da quando esiste
            NT.Ok e chi ha mai detto il contrario? Qui si discuteva sull'utilità di dire SP2 solo su Sp1 mi raccomando. Quindi io formatto, ho un portatile senza SP1 precaricato metto il DVD della casa madre e mi riporta a Vista preinstallata. Ora devo mettere SP1 e poi devo mettere SP2... che palle!E metterne uno solo no?In passato Sp2 di Xp era cumulativo? Come è stato possibile per Xp si poteva fare anche per Vista, perchè non lo si è fatto?Sapete perchè? Perchè così hanno fatto meno test perchè Ms ha tutti impegnati su Seven.Se devi testare SP2 in due configurazioni: partendo da Vista e da Vista + SP1 devi fare il doppio dei test. Qui invece devi testare SP2 solo a partire da Vista + SP1 quindi META' TEMPO.Vedrete che sto SP2 non porterà grossi vantaggi in termini di prestazioni. vista non deve migliorare così spingono su Seven!!!
          • -ToM- scrive:
            Re: Non cumulativo
            puoi mandare una mail alla Microsoft.
          • GoodSpeed scrive:
            Re: Non cumulativo
            Si si... e stai sicuro che mi rispondono...Lavoravo per una azienda molto famosa (corporate a livello mondiale) e all'epoca compravamo qualcosa come 500-600 licenze all'anno per i nostri computer/server per progetti europei di sistemi informativi ospedalieri.Una volta ho avuto un problema con un server Dell e Windows Server 2003. Ho chiamato Ms e mi hanno risposto che non mi potevano aiutare perchè dovevo comprare il pacchetto supporto ms, una roba del tipo 700 euro (comrpendeva 4-6 chiamate all loro call center)????Bel supporto davvero.Alal fine ho chiamato il supporto Dell che mi ha aiutato e si è dimostrato molto attivo (almeno cercava di darmi una mano).
          • -ToM- scrive:
            Re: Non cumulativo
            i contratti sono contratti ;)
          • GoodSpeed scrive:
            Re: Non cumulativo
            - Scritto da: BLah
            Sì ma se ti lamenti della grandezza, allora lo
            vedi che fanno bene a non farlo
            cumulativo?Cumulativa sarebbe pesato meno! Non ci vuole un genio a capire che i due SP come minimo avranno parte di codice comune solo anche per gestire il semplice proXXXXX di update.Inoltre sono sicuro al 90% che parte (diciamo 20-40%) di quello che aggiorna l'SP1 sara' riscritto dall'SP2 quindi risparmiavamo ancora qualcosina...
            Un po' meno noobies, please!Che vuol dire? Me lo traduci per favore?
          • Macco scrive:
            Re: Non cumulativo
            L'hanno fatto NON cumulativo per una sola unica ragione: il SP1 di Vista lo ha reso - parlando strettamente di kernel - identico a Win Server 2008. Da quel momento in poi, Windows Update ha rilasciato aggiornamenti con lo stesso codice sia per Vista SP1 che per Server 2008.Anche l'SP2 dunque ha lo stesso codice (che equivale a meno XXXXXX, più "bug-free", più facile da gestire per le aziende) sia per Vista SP1 che per Server 2008. Se lo avessero fatto cumulativo come chiedete voi, avrebbero dovuto fare due SP2 pesantemente diversi: per Vista e per Server 2008.
        • -ToM- scrive:
          Re: Non cumulativo
          - Scritto da: GoodSpeedcut
          Sempre che questa volta la Ms fornisca una
          utility visto che per l'SP1 la stessa MS
          sconsigliava di includere il SP1 nel DVD di
          installazione.mhh... uso vista + SP1 fatto con Vlite, va benissimo.
          • GoodSpeed scrive:
            Re: Non cumulativo
            - Scritto da: -ToM-
            mhh... uso vista + SP1 fatto con Vlite, va
            benissimo.Che a te vada benissimo mi fa piacere ma la Ms SCONSIGLIAVA di integrare Vista Sp1 nel DVD di installazione ovvero fare slipstream del SP1 nel DVD di Vista e renderlo bootabile (proprio con utility come Vlite).Hai capito SCONSIGLIAVA, del tipo se un domani quando fate un update vi si corrompe Vista sono caxxi vostri.Cerca in rete e troverai ancora notizie a riguardo.Ora se mi vieti, dire fallo pure ma poi sono caxxi tuoi è come vietare, almeno rendimi la vita più semplice e al secondo giro rendi necessario un unico SP e non due!!!
          • -ToM- scrive:
            Re: Non cumulativo
            - Scritto da: GoodSpeed
            Che a te vada benissimo mi fa piacere ma la Ms
            SCONSIGLIAVA di integrare Vista Sp1 nel DVD di
            installazione ovvero fare slipstream del SP1 nel
            DVD di Vista e renderlo bootabile (proprio con
            utility come Vlite).

            Hai capito SCONSIGLIAVA, del tipo se un domani
            quando fate un update vi si corrompe Vista sono
            caxxi vostri.

            Cerca in rete e troverai ancora notizie a
            riguardo.io ho cercato in rete e la Microsoft distribuisce il AITK che serve fra le altre cose ad integrare il SP1 in windows Vista.
            Ora se mi vieti, dire fallo pure ma poi sono
            caxxi tuoi è come vietare, almeno rendimi la vita
            più semplice e al secondo giro rendi necessario
            un unico SP e non due!!!non a caso mi sono fatto un DVD con Vista ed i SP di setup :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 maggio 2009 00.06-----------------------------------------------------------
          • GoodSpeed scrive:
            Re: Non cumulativo
            - Scritto da: -ToM-
            io ho cercato in rete e la Microsoft distribuisce
            il AITK che serve fra le altre cose ad integrare
            il SP1 in windows Vista.Ho trovato AIK (penso sia questo) e sembra fare anche l'integrazione del SP1.
            non a caso mi sono fatto un DVD con Vista ed i SP
            di setup
            :)Prima non potevi...Posizione di Ms per l'uso di Vlite:"Microsoft ha raccomandato di non provare a integrare il service pack 1, potreste incorrere in problemi con i futuri aggiornamenti"Dal sito: http://www.blogvista.it/integriamo-il-service-pack-1-sul-dvd-di-windows-vista-con-vlite-2566.html
          • -ToM- scrive:
            Re: Non cumulativo
            Guarda, non è una gara fra me e te ed il solito battibecco da forum di PI, io ti ho detto che funziona tutto senza problemi, che MS ha rilasciato un tool che integra SP1 e se me ne sono dimentica, Vlite sfrutta appunto quel tool per una integrazione corretta.Spero solo che queste informazioni ti tornino utili, in altri casi non cambia niente ;)
          • GoodSpeed scrive:
            Re: Non cumulativo
            nessun problema, mi ha fatto paicere parlare con te.scusami se sono sembrato un po' impellente ma scrivevo di fretta dal lavoro ;-)
          • -ToM- scrive:
            Re: Non cumulativo
            ;) ;)
    • vista2007 scrive:
      Re: Non cumulativo
      http://technet.microsoft.com/it-it/library/dd335038(WS.10).aspx"Perché per l'installazione di SP2 è prima necessario installare SP1? Esiste una serie di ragioni. Il motivo principale è dato dalle dimensioni generali del pacchetto autonomo per SP1. Un pacchetto SP2 cumulativo che includesse tutti gli aggiornamenti di SP1 avrebbe reso tali dimensioni eccessive. Inoltre, considerato che SP2 è utilizzabile sia per Windows Vista che per Windows Server 2008 e che Windows Server 2008 include già SP1, un pacchetto SP2 cumulativo si sarebbe tradotto in un file inutilmente più grande per i clienti. Infine, nel segmento consumer la maggioranza dei clienti ha già installato SP1 mediante Windows Update o è intenzionata a farlo prima di SP2, pertanto incorporare SP1 in un pacchetto SP2 cumulativo avrebbe comportato uno spreco non necessario di tempo e di larghezza di banda."
Chiudi i commenti