Canada, tu quoque bolletta

Finisce una storia d'amore, si infrange una carriera. Tutto per colpa di quelle comunicazioni mensili impiccione che hanno svelato al marito i suoi tradimenti. Una donna fa causa al suo operatore mobile

Roma – La sua vita pare ormai rovinata, abbandonata dal marito, licenziata. Il tutto per colpa di un operatore di telefonia mobile . Una storia che ha fatto il giro dei media canadesi quella di Gabriella Nagy, comune cittadina di Toronto. La sua ira ha avuto un solo, preciso obiettivo: l’operatore locale Rogers Wireless .

Gabriella Nagy ha trascinato Rogers in tribunale, avviando così una certo curiosa causa legale che si risolverà tra le aule della Corte Superiore di Giustizia dell’Ontario. La donna ha chiesto al giudice una precisa sentenza, che condanni l’operatore canadese a scucire 600mila dollari (circa 470mila euro).

600mila dollari canadesi per aver indebitamente violato la sua privacy , oltre che alcune regole contrattuali stipulate anni prima. Perché nel 2007 Gabriella Nagy aveva sottoscritto un abbonamento a Rogers Wireless , che avrebbe provveduto a spedirle mensilmente a casa la fattura con tanto di elenco delle telefonate effettuate dal suo cellulare.

E la fattura sarebbe arrivata sì all’indirizzo della sua casa da sposata, ma anche all’attenzione del suo cognome da signorina. Dettaglio fondamentale, visto che dal telefonino di Gabriella Nagy partivano regolarmente telefonate chilometriche ad un novello amante .

Ma pochi giorni dopo la sua sottoscrizione , il marito – già titolare di un account relativo alla TV via cavo – decideva di abbonarsi, sempre con Rogers Wireless , anche ai servizi Internet e telefono fisso. Probabilmente troppe fatture diverse per l’operatore canadese che decideva arbitrariamente di accorparle tutte per inviare così un unico documento all’indirizzo dei due sposini.

Almeno così ha spiegato l’accusa , che ha parlato di decisioni prese senza alcun preavviso o esplicito consenso da parte della donna . E infatti il marito di Gabriella Nagy si accorgeva di un particolare numero sconosciuto a cui arrivavano tutte le chiamate. Si accorgeva dell’amante, che confessava tutto al telefono. Mentre Gabriella Nagy – che successivamente perderà il lavoro per una condotta poco attenta in ufficio – si accorgeva della fatale semplificazione del suo operatore wireless.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • il solito bene informato scrive:
    American Heart Association...
    ... non appoggiano anche tutte quelle aziende americane che producono roba carica di zucchero? Ogni distruggifegato d'america può mettere questo bollino in bella mostra e farsi pubblicità fuorviante.
  • Chuckcisco scrive:
    che amarezza...
    chiamatemi nostalgico...chiamatemi antiquato...ma io oggi pomeriggio vado a fare una corsetta al parco!!!quali benefici può mai portare un videogame da salotto al cuore?certo, anche la briscola ti fa spendere energie...ma non ho mai visto un mazzo di carte sponsorizzato dall'associazione italiana del cuore!!!
    • krane scrive:
      Re: che amarezza...
      - Scritto da: Chuckcisco
      chiamatemi nostalgico...chiamatemi antiquato...ma
      io oggi pomeriggio vado a fare una corsetta al
      parco!!!
      quali benefici può mai portare un videogame da
      salotto al cuore?certo, anche la briscola ti fa
      spendere energie...ma non ho mai visto un mazzo
      di carte sponsorizzato dall'associazione italiana
      del cuore!!!Vivimilano. Regali di Natale speciali 1999 : Associazione italiana ricerca sul cancro, con il cofanetto rosso, due mazzi di carte, realizzato dalla Modiano.Non sara' l'associazione italiana del cuore pero'...
    • ThEnOra scrive:
      Re: che amarezza...
      - Scritto da: Chuckcisco
      quali benefici può mai portare un videogame da
      salotto al cuore?certo, anche la briscola ti fa
      spendere energie...ma non ho mai visto un mazzo
      di carte sponsorizzato dall'associazione italiana
      del
      cuore!!!Ma l'hai mai provata? Giocando solo 5 min a boxe ho sudato parecchio, ovviamente in casa difronte alla TV.Sicuramente fare jogging al parco è meglio, ma questa è un'alternativa.
      • Valeren scrive:
        Re: che amarezza...
        Io ho fatto spada, ed il Chanbara mi ha messo a dura prova nel gioco a percorso :)Delle sudate non indifferenti!
        • ThEnOra scrive:
          Re: che amarezza...
          - Scritto da: Valeren
          Io ho fatto spada, ed il Chanbara mi ha messo a
          dura prova nel gioco a percorso
          :)

          Delle sudate non indifferenti!Pensa che mio padre (60 anni), giocando a bowling, pensava di giocare ad un videogioco... il giorno seguente è rimasto bloccato a letto per mal di schiena!!! :D
    • Frigghenaue i scrive:
      Re: che amarezza...
      - Scritto da: Chuckcisco
      chiamatemi nostalgico...chiamatemi antiquato...ma
      io oggi pomeriggio vado a fare una corsetta al
      parco!!!Schreeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeek.. BUMP!Oh mio Dio, chiamate un'ambulanza!Caro Chuckcisco, esistono città e paesi senza parchi per fare jogging.
Chiudi i commenti