Cancellata la Laurea? Roba da matti

Un ex studente del Corso di informatica dell'Università di Perugia cancellato per mancanza di fondi, oggi al CERN, torna sull'argomento: decisione assurda


Roma – Apprendo oggi da P.I. , e con totale sorpresa, della cancellazione della laurea specialistica in Informatica di Perugia, e della possibile cancellazione anche della triennale.

Io provengo proprio da quel corso triennale. Mi sono “laureato breve” nel 2003. Da allora vivo e lavoro in Svizzera, all’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare. Il CERN, sì, quello di “Angeli e Demoni” di Dan Brown (anche se è un po’ diverso da come lo immagina lo scrittore). Un altro cervello in fuga, e questa notizia non fa che rassicurarmi nella mia scelta.

Ricordo bene, per la conoscenza e la frequentazione di diversi membri del consiglio di corso di informatica, il lungo e acceso dibattito che ha preceduto l’attivazione della specializzazione. Ricordo le speranze, i mille ripensamenti, il duro lavoro per affermare il valore del corso di informatica nella facoltà di scienze perugina. Una facoltà in cui è stato necessario battersi anche solo per far aggiungere all’entrata del “dipartimento di matematica” le parole “e informatica”. Una facoltà che, nonostante resistenze irrazionali e di stampo massonico da parte di molti, ha finalmente affermato il valore dell’informatica non solo come serva tecnologica di altri, ma come scienza di ricerca, degna di formare non solo dei bravi professionisti ma dei ricercatori preparati, con solide basi teoriche, e competitivi nel panorama accademico mondiale.

Forse si tende a ignorarlo, ma nonostante si faccia di tutto per demolire la preparazione universitaria, gli italiani sono tuttora considerati nel mondo fra i migliori laureati. Quando al CERN c’è da scegliere uno studente per gli stage estivi, la lista di quelli italiani è la prima ad esaurirsi. Gli americani, per dire, in genere avanzano.

Purtroppo tutto ciò non ha alcuna importanza nella nuova era della comunicazione e del marketing. Siamo arrivati al punto in cui sembra normale che per lodare un corso di laurea se ne lodino i collegamenti con l’industria e il mercato. Non sono certo contrario alle ricadute commerciali dell’università, capiamoci, ma forse molti non si rendono conto del pericolo mortale che la ricerca corre se la si valuta principalmente in termini economici.

La ricerca è fondamentalmente progresso della conoscenza. Risponde a un bisogno primario dell’uomo, quello di esplorare, di allargare gli orizzonti della conoscenza. Non è volgare prostituta delle tecnologie. Non può e non deve essere giustificata economicamente. Il suo valore è soprattutto altro. Crea cultura. Crea istruzione. Crea progresso. Deve essere degna di esistere e svilupparsi in sé. Deve essere parte del bilancio degli investimenti di una nazione civile non perché porti a invenzioni come la TV digitale, ma perché permetta di realizzare cose come il telescopio spaziale. Poi ben venga la TV digitale come ricaduta delle tecnologie magari usate per il telescopio, ma non dev’essere quello il fine; la ricerca, per essere degna di questo nome, non deve avere padroni, soprattutto della specie di quelli che la gestiscono come un reparto aziendale (mi riferisco segnatamente al nostro attuale ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca) decidendo chi e come è degno di essere “tagliato” perché non ha un ritorno economico soddisfacente. Rabbrividisco all’idea dei corsi “sponsorizzati”, non solo per la logica che sottendono, ma perché non ce ne dovrebbe essere bisogno.

Tutte le mie considerazioni, me ne rendo conto, si scontreranno con il cinismo e con il lasciar vivere a cui ci siamo dovuti giocoforza abituare noi italiani. Quegli stessi atteggiamenti che faranno accettare che i dipartimenti dell’UniPG scendano da 45 a 29 (tremo all’idea di cos’altro sia saltato nell’area umanistica, che tipicamente rende ancora meno…) come un fatto normale: “Eh, se i soldi non ci sono, d’altra parte…”.

Gente, io qui ve lo dico francamente: i laureati (almeno per ora) saranno anche buoni, e l’Italia ci sta campando di rendita. Ma la gente, da fuori, ci guarda confusa, un po’ divertita e un po’ compassionevole. Se proprio devo ragionare in termini economici, forzandomi a farlo, posso dire che ci stiamo dando la zappa sui piedi.

A pensare così si resta indietro, i laureati tra poco non saranno più così eccellenti, e chi ne farà le spese sarete tutti voi. Non i membri di questo o del prossimo governo, che bene o male hanno tutti delle rispettabili professioni e, ormai, anche una pensione da parlamentare. Per questo dico che quando succede qualcosa del genere, non la si può lasciar correre come una qualsiasi decisione politica che “avrà avuto le sue ragioni”. È solo l’inizio del forte sviluppo negativo a cui andiamo incontro.

Io, per me, quando qualcuno mi chiede “ma è vero che in Italia…”, non posso che fare spallucce e scuotere la testa. Ma mi si vela lo sguardo, ogni volta, e il topo che ho nello stomaco si vergogna anche lui.

Un abbraccio a tutti gli studenti che si sono visti sparire il corso da sotto i piedi. Coraggio, sopravviverete. E un giorno, quando nonostante tutto terminerete i vostri studi, vi guarderete intorno e penserete “Ma sai cosa? Io me ne vado via”. Anche voi. E quando vi chiederanno: “Pensavo di studiare a Perugia, che ne dici?” risponderete “PER CARITÀ DI DIO!!!”, elencando almeno dieci buoni motivi per cui tenersi alla larga da quell’ateneo.

Alla faccia del “ritorno” economico e d’immagine.

Un saluto,
Matteo Risoldi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    i deputati in liguria..
    solo gli spot che realizzano per le elezioni fanno ridere..non sono spot pro campagna elettorale ma veri spot con tanto di motivetto ... del tipo"non tenerti il rospo votalo""uno di noi!""gatti non parole"insomma questo per citarne alcuni..Tra tutti davvero non so chi votare.. sono tutti che puntano sull'immagine e mi fanno veramente riluttare..
  • Bruco scrive:
    3000 computer? robe da pazzi!
    3000 computer per una sperimentazione il cui risultato è solo quello di sapere con qualche ora di anticipo(al più un giorno) i risultati delle elezioni? E poi vogliono estendere il metodo? Che spesa inutile!Almeno se il resto dei giorni dell'anno quei compuet li mettessero in una mediateca disponibili per tutti i cittadini!
    • Anonimo scrive:
      Re: 3000 computer? robe da pazzi!
      3000 x 20 (regioni) = 60000pensa che voci di corridoio dicono che google ne ha 10000Ho detto tutto.
      • Anonimo scrive:
        Re: 3000 computer? robe da pazzi!
        verranno certamente riutilizzati per la regione
        • Anonimo scrive:
          Re: 3000 computer? robe da pazzi!
          - Scritto da: Anonimo
          verranno certamente riutilizzati per la regionePer giocare a tetris? :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: 3000 computer? robe da pazzi!

            Per giocare a tetris? :-)Ma no solitario è più facile ;)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: 3000 computer? robe da pazzi!
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            verranno certamente riutilizzati per la regione

            Per giocare a tetris? :-)Perche' no ?L'attuale presidente della Regione Liguria ha messo a disposizione un bel numero di computer per gli anziani con tanto di corsi (credo).Hint: non e' un suggerimento a ri-votare lo stesso presidente :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: 3000 computer? robe da pazzi!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo


            verranno certamente riutilizzati per la
            regione



            Per giocare a tetris? :-)

            Perche' no ?

            L'attuale presidente della Regione Liguria ha
            messo a disposizione un bel numero di computer
            per gli anziani con tanto di corsi (credo).credi bene... mia madre ne ha approfittato, il corso è stato proficuo e il pc è bello ;)

            Hint: non e' un suggerimento a ri-votare lo
            stesso presidente :-)
            certo che no.... però biasotti almeno una cosa sensata e che ha funzionato l'ha fatta :D
    • dinolib scrive:
      Re: 3000 computer? robe da pazzi!
      Non mi metto a fare i conti, ma credo un motivo ci sia: se metti almeno un PC per ogni sezione in cui si vota, è facile arrivare a questo numero.Forse su larga scala troveranno soluzioni migliori? Mah...I PC che fine fanno dopo? Ma non ci sono scuole senza computer? Chiaramente da restituire per le prossime elezioni... ;-)ciao Dino
      • Anonimo scrive:
        Re: 3000 computer? robe da pazzi!

        I PC che fine fanno dopo? Ma non ci sono scuole
        senza computer? I pc rimarranno alle scuole, e saranno a disposizione di tutti gli studenti fino alle successive elezioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: 3000 computer? robe da pazzi!
          Salve, sono un dipendente della Ales srl., gli ideatori del progetto "Seggio Elettorale Elettronico", in effetti esiste già una soluzione per il problema dei pc..chiaramente è una soluzione nostra..non adottata da chi ha in mano la sperimentazione in questo momento..si tratta di una macchina ideata da noi..certo anche queste dovranno teoricamente essere date in dotazione.. ma si stima che ce ne vogliano almeno la metà del numero ipotizzato usando semplici pc..Cmq per darvi un quadro un po più chiaro della situazione:1) I comuni partecipanti alla sperimentazione sono 2352) Secondo progetto i pc per seggio dovrebberò essere 23) Sono stati stanziati 10.000.000 di ? per questa sperimentazione, per l'acquisto delle macchine necessarie, per lo sviluppo del software (sviluppo?!?), per la formazione del personale...Eppure noi, forti di 2 sperimentazioni precedenti con successi impensabili, ci siamo offerti GRATUITAMENTE di aggiornare il software dare assistenza..con un altissimo risparmio..Cmq questo è ciò che posso dirvi per darvi un quadro più ampio della situazione, spero di esservi stato utile, a voi trarre conclusioni..Riguardo agli attuali 3000 pc..credo verranno rigirati a scuole e associazioni varie (giustamente), ma non credo che andranno riutilizzate in futuro in ambito elettorale..Vi porgo i saluti.A presto.
          • Anonimo scrive:
            Re: 3000 computer? robe da pazzi!
            Sono un'insegnante che sta cercando nella propria scuola di rendere fruibili i pc delle elezioni ai bambini, ma sfortunatamente quando ho cercato di accenderli i monitor risulta sempre bloccato, in attesa. Qualcuno mi può dire come fare a disattivare il blocco senza aprire il PC?
  • s. scrive:
    Innovazione?
    "Lo scrutinio elettronico prevede infatti che le risultanze del voto, attribuite scheda per scheda dal presidente del seggio, siano inserite in un PC e visualizzate su un monitor per consentire al presidente ed agli scrutatori di verificare la correttezza della immissione. Finito lo spoglio, in pochi istanti, saranno disponibili i risultati completi e dettagliati della sezione. "Cioè?Se ho capito giusto, in pratica i registri di voto invece di essere compilati manualmente sulla carta vengono compilati sul pc.Siccome sono presidente di seggio e conosco bene tutta la procedura, sono proprio le operazioni di spoglio ad essere il punto debole della procedura: il prendere in mano una per una le schede, controllare se sono valide e registrare l'espressione di voto dell'elettore.E' qui che si dovrebbe intervenire, non sulla fase di mera copiatura dei dati (che porta via meno del 10% del tempo complessivo).
    • Marlenus scrive:
      Re: Innovazione?
      - Scritto da: s.
      Se ho capito giusto, in pratica i registri di
      voto invece di essere compilati manualmente
      sulla carta vengono compilati sul pc.

      Siccome sono presidente di seggio e
      conosco bene tutta la procedura,
      sono proprio le operazioni di
      spoglio ad essere il punto debole della
      procedura: il prendere in mano una per una le
      schede, controllare se sono valide e registrare
      l'espressione di voto dell'elettore.

      E' qui che si dovrebbe intervenire, non sulla
      fase di mera copiatura dei dati (che porta via
      meno del 10% del tempo complessivo).A mio parere "il punto debole" è in realtà il punto di forza del sistema attuale. Servono migliaia di persone per fare lo scrutinio, quindi per fare brogli elettorali efficaci serve la complicità di migliaia di persone (inoltre esiste la tutela derivante dai rappresentanti di lista, che oltre a offrire la colazione al collegio elettorale sono un ulteriore tutela che rende più difficili i brogli).Se per aumentare l'efficienza (meno scrutatori da pagare) si introduce lo scrutinio elettronico la difficoltà di fare brogli diminuisce di molti ordini di grandezza. Poche persone qualificate possono annullare il voto di tutti.E se corrompere migliaia di persone è improponibile (si verrebbe a sapere) corromperne una decina e mantenerlo segreto è banale.Chiunque abbia a cuore la democrazia dovrebbe lottare contro questi sistemi, a mio parere. E chi vi dice che possono essere costruiti "sicuri" per progetto, o è in malafede o non ha mai partecipato ad un progetto sistemistico di grandi dimensioni (che naturalmente sarebbe caratterizzato da "security by obscurity" com'è tradizione nazionale; ed evito di spiegarne l'ovvia ragione).
      • Anonimo scrive:
        Re: Innovazione?
        - Scritto da: Marlenus
        Poche persone qualificate
        possono annullare il voto di tutti.Basta il programma ad annullare il voto di tutti.Basta dirgli di non contare tutti i dati inseriti, oppure fare moltiplicare il totale dei voti per 0,9.Chi se ne accorgerebbe?Il codice sarebbe sicuramente blindato per prevenire brogli.Basta non intervenire sulle prime elezioni di prova come questa, poi quando finisce la sperimentazione e rimane solo il voto elettronico che garanzie abbiamo?
        • Anonimo scrive:
          Re: Innovazione?

          Il codice sarebbe sicuramente blindato per
          prevenire brogli.
          Basta non intervenire sulle prime elezioni di
          prova come questa, poi quando finisce la
          sperimentazione e rimane solo il voto elettronico
          che garanzie abbiamo?Dio ci salvi da un software di conteggio voti a codice blindato!La sperimentazione delle europee 2004 utilizzava per lo scrutinio un software open-source scritto in java, non so cosa sia cambiato da allora
          • Anonimo scrive:
            Re: Innovazione?
            Risalve, sono un dipendente della Ales srl.Vorrei rassicurarvi sul fatto che il nostro software è assolutamente open source, e riguardo allo spoglio non avviene tramite copia manuale dalla scheda elettorale al pc, ma la scheda elettorale viene letta da un lettore laser e automaticamente inviate al pc.Purtroppo il software che ora utilizzeranno pur (a parer nostro) essendo una copia del nostro software, non ha conservato tali virtù, infatti lo spoglio sarà semplicemente il riporto manuale dei dati in scheda elettorale sul pc e il codice del software sarà sicuramente blindato..
          • Alessandrox scrive:
            Re: Innovazione?
            - Scritto da: Anonimo
            Risalve, sono un dipendente della Ales srl.
            Vorrei rassicurarvi sul fatto che il nostro
            software è assolutamente open source, e riguardo
            allo spoglio non avviene tramite copia manuale
            dalla scheda elettorale al pc, ma la scheda
            elettorale viene letta da un lettore laser e
            automaticamente inviate al pc.
            Purtroppo il software che ora utilizzeranno pur
            (a parer nostro) essendo una copia del nostro
            software, non ha conservato tali virtù, infatti
            lo spoglio sarà semplicemente il riporto manuale
            dei dati in scheda elettorale sul pc e il codice
            del software sarà sicuramente blindato..Se sara' cosi' le votazioni non varranno un ca§§
    • Anonimo scrive:
      Re: Innovazione?
      - Scritto da: s.
      Siccome sono presidente di seggio e conosco bene
      tutta la procedura, sono proprio le operazioni di
      spoglio ad essere il punto debole della
      procedura: il prendere in mano una per una le
      schede, controllare se sono valide e registrare
      l'espressione di voto dell'elettore.

      E' qui che si dovrebbe intervenire, non sulla
      fase di mera copiatura dei dati (che porta via
      meno del 10% del tempo complessivo).
      lettore ottico + open source dovrebbero garantire...==================================Modificato dall'autore il 30/12/2005 14.06.15==================================Modificato dall'autore il 30/12/2005 14.09.22
  • Anonimo scrive:
    Urgono info su candidati in Liguria
    Mi appello ai liguri che frequentano P.I. :Conoscete qualche valido candidato per le Regionali nella nostra (bella) regione?Oggi ho googlato un po ma con scarsissimi risultati.. E quasi me ne vergogno ma corro il rischio di arrivare alle votazioni senza poter scrivere un nome nella scheda elettorale (so che è facoltativo ma ci terrei a dare una preferenza diretta)..Ciao!http://valeriogiunta.blogspot.com/==================================Modificato dall'autore il 31/03/2005 1.36.16
    • Anonimo scrive:
      Re: Urgono info su candidati in Liguria
      io per la prima volta da anni andro' a disegnare una cacca sulla scheda!Sono TUTTI uguali, qui che vada su Biasotti (centro-destra) o Burlando (centr-sinistra) il lavoro continuera' ad arrivare solo per conoscenze o maniglie e sempre in piva, cococo, cacaca e tutte le mer...te che hanno saputo creare a non piu' di 120-130 euro al gg,,,,vadano dove dico io...Daniele
      • Anonimo scrive:
        Re: Urgono info su candidati in Liguria
        120 euro al giorno per 20 giorni lavorativi fanno 2400 euro. anche se fossero lordi, e facciamo che leviamo il 50% di tasse restano cmq 1200 euro, che è molto più di quanto prendo io con un contratto regolare.
    • KerNivore scrive:
      Re: Urgono info su candidati in Liguria
      - Scritto da: casteredandblue
      Mi appello ai liguri che frequentano P.I. :

      Conoscete qualche valido candidato per le
      Regionali nella nostra (bella) regione?

      Oggi ho googlato un po ma con scarsissimi
      risultati.. E quasi me ne vergogno ma corro il
      rischio di arrivare alle votazioni senza poter
      scrivere un nome nella scheda elettorale (so che
      è facoltativo ma ci terrei a dare una preferenza
      diretta)..Votare qualcuno che ti e' stato segnalato da uno sconosciuto su un forum di informatica non mi sembra una grande idea.Piuttosto fatti consigliare da qualcuno che conosci e di cui sai di condividere a grandi linee le opinioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Urgono info su candidati in Liguria
        - Scritto da: KerNivore
        Votare qualcuno che ti e' stato segnalato da uno
        sconosciuto su un forum di informatica non mi
        sembra una grande idea.

        Piuttosto fatti consigliare da qualcuno che
        conosci e di cui sai di condividere a grandi
        linee le opinioni.Se a corredo del nome di un candidato lo sconosciuto di PuntoInformatico mi segnalasse un link dove poter vedere cos'ha fatto di concreto e quali sono le sue idee su vari temi,sarei ben felice di poter approfondire con la mia testolina :)Cercavo solo una spinta iniziale,perchè per ora ho trovato ben poco in giro..Per quel che riguarda i miei conoscenti,quelli che non votano solo in base al partito d'appartenenza del candidato sono nella mia stessa situazione..ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Urgono info su candidati in Liguria
      Scusami,cosa vuol dire "googlato" ?- Scritto da: casteredandblue
      Mi appello ai liguri che frequentano P.I. :

      Conoscete qualche valido candidato per le
      Regionali nella nostra (bella) regione?

      Oggi ho googlato un po ma con scarsissimi
      risultati.. E quasi me ne vergogno ma corro il
      rischio di arrivare alle votazioni senza poter
      scrivere un nome nella scheda elettorale (so che
      è facoltativo ma ci terrei a dare una preferenza
      diretta)..

      Ciao!



      http://valeriogiunta.blogspot.com/

      ==================================
      Modificato dall'autore il 31/03/2005 1.36.16
      • Anonimo scrive:
        Re: Urgono info su candidati in Liguria
        - Scritto da: Anonimo
        Scusami,
        cosa vuol dire "googlato" ?Scusami te,era una sorta di neologismo che sta a significare "ho usato Google" :)Ciao!
        • Anonimo scrive:
          Re: Urgono info su candidati in Liguria
          Appunto,usate pure quei neologismi d'oltreoceano... e poi non si conoscono i candidati liguri il cui operato tocca DIRETTAMENTE i Liguri!?No comment...- Scritto da: casteredandblue

          - Scritto da: Anonimo

          Scusami,

          cosa vuol dire "googlato" ?

          Scusami te,era una sorta di neologismo che sta a
          significare "ho usato Google" :)

          Ciao!
          • Anonimo scrive:
            Re: Urgono info su candidati in Liguria
            - Scritto da: Anonimo
            Appunto,
            usate pure quei neologismi d'oltreoceano... e poi
            non si conoscono i candidati liguri il cui
            operato tocca DIRETTAMENTE i Liguri!?

            No comment...Avrei dovuto stare zitto,celare la mia ignoranza e poi non scrivere un nome sulla scheda o è stato meglio chiedere info in un forum con la possibilità di poter poi approfondire la conoscenza di qualche candidato?Io ho optato per la seconda,seppur "quasi me ne vergogno" come ho scritto nel primo messaggio. Ti chiedo perdono visto che ti ha dato fastidio.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Urgono info su candidati in Liguria
      - Scritto da: casteredandblue

      Conoscete qualche valido candidato per le
      Regionali nella nostra (bella) regione?
      Ho conosciuto Burlando, e mi è bastato come (pessimo) sindaco di Genova...quindi, per esclusione, credo che voterò Biasotti, che tutto sommato non ha combinato disastri, e ha imbroccato anche qualcosina di buono (come i fondi europei o aver portato l'IIT a Genova)
      • Anonimo scrive:
        Re: Urgono info su candidati in Liguria
        - Scritto da: Anonimo
        Ho conosciuto Burlando, e mi è bastato come
        (pessimo) sindaco di Genova...
        quindi, per esclusione, credo che voterò
        Biasotti, che tutto sommato non ha combinato
        disastri, e ha imbroccato anche qualcosina di
        buono (come i fondi europei o aver portato l'IIT
        a Genova)Grazie per il contributo,comunque ho già in mente chi votare come futuro presidente,il mio problema riguarda la preferenza per il consigliere regionale da indicare in scheda (indicazione facoltativa ma che vorrei esercitare).Ciao!
  • Anonimo scrive:
    W i brogli
    CDT
    • miomao scrive:
      Re: W i brogli

      CDTLa questione in questo caso è diversa da quella americana.Ma bisogna vigilare perchè non si segua la stessa strada.I democratici ancora si mangiano le mani per aver permesso il voto elettronico.:-(
  • Anonimo scrive:
    Avessero avuto i brevetti...
    ... se avessero avuto la saggia idea di brevettare il loro software ora i loro investimenti sarebbero stati al sicuro ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Avessero avuto i brevetti...
      # include main(){ if(a!=b){ printf(hello!); a==b; } return 0;}-
      copyright brevettato
      • Anonimo scrive:
        Re: Avessero avuto i brevetti...
        undeclared identifier aundeclared identifier b
        • ElfQrin scrive:
          Re: Avessero avuto i brevetti...
          - Scritto da: Anonimo
          undeclared identifier a
          undeclared identifier bBrevetto un metodo o sistema per la generazione di errori relativi a variabili non dichiarate durante la compilazione di un codice per elaboratore elettronico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Avessero avuto i brevetti...
      - Scritto da: Anonimo
      ... se avessero avuto la saggia idea di
      brevettare il loro software ora i loro
      investimenti sarebbero stati al sicuro ...massi' diamo la possibilita' di brevettare l'atto di passare sullo scanner qualche scheda elettorale (con il relativo SW super sicuro ... sicuro che e' bastato un lobotomizzato per assemblarlo, dire scriverlo e' troppo)Allora tu potrai brevettare anche l'atto di fotografarti il pisello col videofonino (l'unico utilizzo moralmente ineccepibile di quella robaccia), visto che sei stato il primo ... pensa quanti soldi faresti!
Chiudi i commenti