Canone RAI, il Consiglio di Stato non si pronuncia

Palazzo Spada non rinuncia però a sottolineare i difetti del regolamento: dalla mancata definizione di apparecchio televisivo alle mancata attenzione alla privacy, passando per l'inaccessibilità del testo, complesso e poco pubblicizzato

Roma – Il Consiglio di Stato, chiamato ad esprimere il proprio parere in materia della riforma del Canone RAI prevista dalla legge di Stabilità di fine 2015, ha scelto di sospendere il proprio giudizio : Palazzo Spada non si pronuncerà su un regolamento che “presenta alcuni profili di criticità che dovrebbero trovare soluzione prima della sua definitiva approvazione, anche al fine di non condizionare il grado di efficacia di tale strumento normativo”.

Mancano una manciata di giorni allo scadere del termine con cui i cittadini possono comunicare il diritto all’esenzione per scongiurare di vedere presentare, insieme alla bolletta, un addebito che ancora non è chiaro chi debba rimborsare. Nonostante le perplessità di coloro che dovranno partecipare alla riscossione, i meccanismi per sono ormai innescati: ma il testo, secondo il Consiglio di Stato, è ancora da perfezionare.

Sono numerosi gli aspetti rilevati da Palazzo Spada, a partire dal fatto che il testo del legislatore non offre una definizione del dispositivo la cui detenzione comporta il pagamento del canone : “nel testo del regolamento manca un qualsiasi richiamo ad una definizione di cosa debba intendersi per apparecchio televisivo” e non si esplicita che il canone “deve essere corrisposto per un unico apparecchio, prescindendo dall’effettivo numero di apparecchi posseduto dal singolo l’utente”. Delle mancanze particolarmente rilevanti, secondo il Consiglio di Stato, poiché “lo sviluppo tecnologico dei dispositivi di comunicazione ha reso disponibili sul mercato molteplici “device” che consentono funzioni di ricezione di programmi televisivi, pur essendo destinati a finalità ed usi strutturalmente differenti (smartphone, tablet, ecc.)”. Si sarebbe dovuto quantomeno precisare che “il canone di abbonamento è dovuto solo a fronte del possesso di uno o più apparecchi televisivi in grado di ricevere il segnale digitale terrestre o satellitare direttamente o tramite decoder” suggerisce Palazzo Spada, e che l’autodichiarazione di non possesso, se mendace, comporta delle conseguenze di carattere penale.

Altro elemento rilevato dal Consiglio di Stato è il mancato riferimento ai nodi della privacy , che inevitabilmente si aggroviglieranno intorno ai procedimenti di addebito e riscossione, che presuppongono “uno scambio di dati e d’informazioni fra gli enti coinvolti nella succitata attività (Anagrafe tributaria, Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, l’Acquirente unico spa, il Ministero dell’interno, i Comuni e alcune società private)”. Palazzo Spada invita il legislatore a tenere conto di questo aspetto nella riformulazione del testo, di concerto con il Garante per la protezione dei dati personali.

A complicare il tutto, la sostanziale inaccessibilità di un testo con il quale si vorrebbero rastrellare milioni di euro risparmiando gli esentati ed azzerando l’evasione, di un testo che riguarda quindi la maggior parte della popolazione italiana: non è stato caratterizzato da “forme adeguate di pubblicità”, spiega Palazzo Spada, e per di più risulta troppo complesso perché il cittadino lo comprenda con la necessaria immediatezza. “Non tutte le norme ivi previste risultano formulate in maniera adeguatamente chiara, tenendo conto dell’ampia platea di utenti cui le medesime si rivolgono” si legge nella decisione, e in alcuni passaggi si utilizzano “formule tecniche di non facile comprensione per i non addetti al settore”.

Il Consiglio di Stato ha scelto così di “sospendere l’espressione del parere, in attesa che l’Amministrazione svolga gli adempimenti richiesti”.

Quello che per i consumatori, da Altroconsumo a ADUC , da UNC a Federconsumatori , è una sonora bocciatura, per il sottosegretario alle Comunicazioni Giacomelli rappresenta “un utile suggerimento di integrazioni e chiarimenti peraltro assolutamente nella prassi dei pareri del Consiglio stesso”, che orienterà un processo di revisione già avviato.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Darth Vader scrive:
    E in Italia?
    Aspettiamo con ansia che la Microsoft tagli le unghie anche ai magistrati italiani i quali ormai sono una entità onnipotente che si autoregola con esiti risibili.Si fa tanto chiasso per quanto richiesto dallo stato negli USA quando qui l'utilizzo che viene fatto da oltre vent'anni delle intercettazioni è criminale quando non eversivo.
    • ... scrive:
      Re: E in Italia?
      Io mi terrei i giudici e darei un calcio nel **** a misozfros, le intercettazioni sono criominali secondo te e i mariuoli che appestano la nostra penisola.
  • fjv scrive:
    ...
    CIVIS BERGOGLIO NON E' ALTRO CHE UN AMICO DEI MUSULMANI. NON GLI IMPORTA DEI CRISTIANI, POICHE' SOSTIENE CHE I CRISTIANI DEVONO E DOVERASAMENTE ESSERE AMMAZZATI E SOTTOMESSI. E' DATA DA CATTIVA, SBAGLIATA INTERPRETAZIONE DEL VANGELO. ESSERE BUONI E PRONTI CON SINCERITA' AD AIUTARE QUESTO SI, MA NON A FARSI AMMAZZARE RUBARE RAPINARE STUPRARE E FARSI BUTTARE FUORI DA CASA, VEDI LA SPEZIA. INOLTRE, C'E' ANCHE IL FATTO CHE, FORSE, LUI E' IL PROTAGONISTA DELLA FINE DELLA CHIESA COSI' COME LA CONOSCIAMO NOI CATTOLICI E CRISTIANI. PER QUESTO CERCA, NELL'UMANO AGIRE, DI FARSI IMPALARE DAI SUOI AMICI MUSULMANI. QUESTO E' IL SENSO. IL FATTO VERITA', SINCERITA'. PER CONCLUDERE STA TRADENDO I SUOI FEDELI E LA CHIESA.
  • un nome a caso scrive:
    oooooooooooooo!!!!!
    Non funzionano più gli rss!!!!!!!!!!!!
  • xcaso scrive:
    Fasciamoci le caviglie.
    Atletico Madrid vs Real Madrid;La finalonza di quest' anno?
    • ... scrive:
      Re: Fasciamoci le caviglie.
      [img]http://cdn.meme.am/instances/500x/53382441.jpg[/img]
      • xcaso scrive:
        Re: Fasciamoci le caviglie.
        Certo caro . Sicuro sicuro sicuro che un derby non frega a nextuno!
        • ... scrive:
          Re: Fasciamoci le caviglie.
          [img]http://cdn.meme.am/instances/500x/60415673.jpg[/img]
        • il fuddaro scrive:
          Re: Fasciamoci le caviglie.
          - Scritto da: xcaso
          Certo caro . Sicuro sicuro sicuro che un derby
          non frega a
          nextuno!Interessa solo ai fanboys pallonari, che tra l'altro sono quasi gli stessi che tifano androik vs iphognes!!Ma a scanso di equivoci NON CI ROMPERE IL PALLONE(di varie misure!)
        • ballone scrive:
          Re: Fasciamoci le caviglie.
          Qui si parla d' altro, puoi sempre andare a rompere i palloni altrove.
  • Para Plegik scrive:
    Commentatori passivi
    In USA perlomeno queste cose possono accadere.In italia siamo ingessati da una burocrazia che paralizza ogni cosa, oltre che da una profonda mancanza di rispetto per i cittadini da parte delle istituzioni.Là si muovono, qui commentiamo i loro movimenti.Là inventano. qui commentiamo le loro invenzioni.Siamo dei giudicatori paralitici.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Commentatori passivi
      Vero. Quindi cosa dovremmo fare?
      • collione scrive:
        Re: Commentatori passivi
        - Scritto da: Nome e cognome
        Vero. Quindi cosa dovremmo fare?io comincerei col non votare PD e destre varie, in modo da mandare affancucco sti politicanti che si credono furbi
        • tryvh scrive:
          Re: Commentatori passivi
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: Nome e cognome

          Vero. Quindi cosa dovremmo fare?

          io comincerei col non votare PD e destre varie,
          in modo da mandare affancucco sti politicanti che
          si credono
          furbiNo. Come prima cosa gli italiani devono iniziare a pensare con la loro testa senza mai fidarsi di giornali e televisioni, altrimenti continueranno a passare da un partito fregatura all'altro. Tolti il PD e le destre come dici te voteranno il M5S che fa parte della stessa cricca. Nel frattempo stanno già preparando l'ennesima fregatura.
        • il fuddaro scrive:
          Re: Commentatori passivi
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: Nome e cognome

          Vero. Quindi cosa dovremmo fare?

          io comincerei col non votare PD e destre varie,
          in modo da mandare affancucco sti politicanti che
          si credono
          furbipurtroppo per noi, sono tutti figli dello stesso padre, o se gradire stessa madre.Qualcuno ha dato l'unica vera presa di posizione contro sti mafiosi organizzati, cioè pensare con la propria testa, enon come pensano le masse!
      • Heinz Jerich scrive:
        Re: Commentatori passivi
        - Scritto da: Nome e cognome
        Vero. Quindi cosa dovremmo fare?http://anarchism.pageabode.com/afaq
        • Heinz Jerich scrive:
          Re: Commentatori passivi
          - Scritto da: Heinz Jerich
          - Scritto da: Nome e cognome

          Vero. Quindi cosa dovremmo fare?Correzione:http://anarchism.pageabode.com/afaq/index.html
          • ale dnam scrive:
            Re: Commentatori passivi
            Personalmente sono convintissimo del fatto che non dovrebbero esistere società ma solo gruppi di persone, e solo per il tempo strettamente necessario a gestire una certa situazione (un film umoristico ma profondo che tratta l'argomento in maniera mascherata è Il pianeta verde).Fra qualche decina di migliaia di anni penso che ci arriveremo, con una popolazione di pochi milioni di persone, o anche meno, in tutto il pianeta.Per ora l'essere umano è totalemnte irresponsabile, dorme un sonno profondo credendo di essere sveglio, e non è in grado di autogestirsi senza danneggiare se stesso e gli altri.La psicologia ce lo dice, la tecnica del brain washing è basata proprio su questo, fra l'altro, e TUTTI gli esperimenti di comunità senza gerarchia fatti nel corso dei secoli sono FALLITI.Pazienza...
          • Il fuddaro scrive:
            Re: Commentatori passivi
            - Scritto da: Heinz Jerich
            - Scritto da: Heinz Jerich

            - Scritto da: Nome e cognome


            Vero. Quindi cosa dovremmo fare?

            Correzione:

            http://anarchism.pageabode.com/afaq/index.htmlSi non accettano di pensare in modo 'alternativo', e tu gli vuoi proporre faq anarchiche. (rotfl)ecco il perché ci sono sempre meno anarco, se li fanno pure pagare quegli opuscoletti. Dovrebbero permettere di scaricarli gratuitamente, tutte le ideologie sono buone per portere denari in saccoccia. ;-)
    • tryvh scrive:
      Re: Commentatori passivi
      - Scritto da: Para Plegik
      In USA perlomeno queste cose possono accadere.
      In italia siamo ingessati da una burocrazia che
      paralizza ogni cosa, oltre che da una profonda
      mancanza di rispetto per i cittadini da parte
      delle
      istituzioni.
      Là si muovono, qui commentiamo i loro movimenti.
      Là inventano. qui commentiamo le loro invenzioni.
      Siamo dei giudicatori paralitici.Mica tanto. negli ultimi decenni l'America si è trovata spesso con il presidente in conflitto con il parlamento controllato dall'opposizione, il numero di nuove leggi cala anno dopo anno, ci si muove solo per questo tipo di leggi che attirano interessi bipartizan.Nel frattempo le statistiche dicono che la mobilità sociale in america è scesa a livelli molto più bassi di quella dei paesi del nord europa. Chi nasce da famiglie ricche ha molte più probabilità di avere sucXXXXX nella vita e il primo responsabile di questa situazione è il sistema educativo.
    • iRoby scrive:
      Re: Commentatori passivi
      Ma cosa ne sai tu degli USA che sono uno degli stati più fascisti al mondo?Nessuna azienda IT importante si mette contro lo Stato e la sua intelligence.Perché in USA si stampa denaro dal nulla e si fornisce ai settori che interessano strategicamente.Ed il controllo dell'informazione è il settore strategico del nuovo millennio.Queste notizie sono fumo negli occhi. Chi non sa come funziona la geo-politica vive di sogni e speranze.
      • mr. renzean scrive:
        Re: Commentatori passivi
        - Scritto da: iRoby
        Ma cosa ne sai tu degli USA che sono uno degli
        stati più fascisti al
        mondo?Con l'abbronzato da otto anni nella sala ovale? LOL!
        • il fuddaro scrive:
          Re: Commentatori passivi
          - Scritto da: mr. renzean
          - Scritto da: iRoby

          Ma cosa ne sai tu degli USA che sono uno degli

          stati più fascisti al

          mondo?

          Con l'abbronzato da otto anni nella sala ovale?
          LOL!Ecco il tipico uomo della Terra che crede di aver capito come stanno le cose solo perché nella sala ovale(a forma di palle poi)ci stà un nero.Classico uomo(o ragazzino?) del popolino che invecchierà e morira speranzoso invano. :/
      • il fuddaro scrive:
        Re: Commentatori passivi
        - Scritto da: iRoby
        Ma cosa ne sai tu degli USA che sono uno degli
        stati più fascisti al
        mondo?

        Nessuna azienda IT importante si mette contro lo
        Stato e la sua
        intelligence.

        Perché in USA si stampa denaro dal nulla e si
        fornisce ai settori che interessano
        strategicamente.

        Ed il controllo dell'informazione è il settore
        strategico del nuovo
        millennio.

        Queste notizie sono fumo negli occhi. Chi non sa
        come funziona la geo-politica vive di sogni e
        speranze.Il popolino è tratto in inganno dalle false 'meraviglie' sparate in faccia h24 hollywood, e americanate varie, e non riesce a distinguere il falso dal vero.Poi ci sono quelli che proprio NON vogliono vedere.
  • Saluzzo da Messina scrive:
    ...
    Veramente 'na vergogna é!
  • xx tt scrive:
    La vera questione
    La vera domanda è: sapendo quali sono le leggi Yankee, come mai la M$ NON è partita immediatamente con i server nell'occidente civilizzato? (ad es. Europa del Nord, per dirne una)Come mai questa opzione di passare i server di qua dell'oceano è così indigesta?Speriamo che la risposta non ricordi Fessbuck, il colosso IT che dovrebbe stare in piedi grazie alla sola pubblicità...
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: La vera questione
      - Scritto da: xx tt
      La vera domanda è: sapendo quali sono le leggi
      Yankee, come mai la M$ NON è partita
      immediatamente con i server nell'occidente
      civilizzato? (ad es. Europa del Nord, per dirne
      una)La MS ha data center in Irlanda, Olanda, Germania e UK.Il punto è un po' diverso.
      • xx tt scrive:
        Re: La vera questione

        La MS ha data center in Irlanda, Olanda, Germania
        e
        UK.Se come sembri dire tu i dati dei clienti sono al 100% "europei", come mai ci si preoccupa della legge Yankee? Semplicemente perché si è scelto di tenere i dati a portata delle leggi Yankee.Volendo una separazione a livello giuridico si sarebbe potuta fare, ad es. con un'azienda creata ad hoc solo europea che gestisse i dati (ovviamente tenuti e gestiti in territorio europeo).E torniamo al punto: come mai non si è fatto?
        • Zucca Vuota scrive:
          Re: La vera questione
          - Scritto da: xx tt
          Se come sembri dire tu i dati dei clienti sono al
          100% "europei", come mai ci si preoccupa della
          legge Yankee?Una parte dei giudici USA e il DOJ sostengono che i dati sono accessibili in quanto la Microsoft (come altre società) è americana. Microsoft e alcuni paesi europei dicono di no. Fare una diversa società non cambierebbe la cosa visto la provenienza della proprietà.Qui però non si parla di questo. Qui si parla del fatto che un giudice può richiedere dati di un cittadino (USA) senza che questo ne venga notificato. Microsoft sostiene che questo non è corretto alla luce di alcuni emendamenti della costituzione (USA). La privacy dei dati europei non è in discussione in questa causa (in proposito ce ne sono altre in corso e altre minacciate da Microsoft)
          • collione scrive:
            Re: La vera questione
            - Scritto da: Zucca Vuota
            Microsoft e alcuni paesi europei dicono di noe mi pare pure giusto, visto che le filiali europee sono soggetti giuridici a se' stantie suppongo che i datacenter europei siano ufficialmente di proprieta' di filiali europeechiaramente a Washington se ne fregano, tanto ormai il numero dei cocainomani ( specie tra i neocon ) non si conta piu'...e da un cocainomane puoi aspettarti qualsiasi presa di posizione senza ne' capo ne' coda
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: La vera questione
            - Scritto da: collione
            chiaramente a Washington se ne fregano, tanto
            ormai il numero dei cocainomani ( specie tra i
            neocon )...Entrambe le posizioni sono bipartisan. Per esempio alcuni conservatori sono contrari perché questo danneggia il business.
          • xx tt scrive:
            Re: La vera questione

            Fare una
            diversa società non cambierebbe la cosa visto la
            provenienza della
            proprietà.E' esattamente quello che sto suggerendo io: piazzare i dati su filiali di diversa proprietà (quantomeno formalmente).Vogliamo chiamarle scatole cinesi?Vogliamo chiamarla ingegneria legale?Alla fine se i dati fossero in europa + trattati da un'azienda europea senza legami legali con la M$, i giudici Yankee non potrebbero farci nulla. E nemmeno NSA & soci (sempre a livello legale, ovviamente).Poi per i residenti nelle terre selvagge ci sarebbe lo spyCloud Yankee con tutti i soprusi a cui siamo ormai abituati.Volendo si sarebbe potuto fgare, ma si è scelto di non farlo.
            Qui però non si parla di questo. Qui si parla del
            fatto che un giudice può richiedere dati di un
            cittadino (USA) senza che questo ne venga
            notificato. Microsoft sostiene che questo non è
            corretto alla luce di alcuni emendamenti della
            costituzione (USA). Questo significa che la M$ ha ufficialmente acXXXXX ai dati: vedi sopra.La M$ non dovrebbe avere ufficialmente acXXXXX ai dati, così come la pApple solo di recente HA DECISO di non averne sui dati degli iFogn. E anche per la pApple la domanda è la stessa: perché non sono partiti subito a criptare in loco in modo da non avere loro per primi acXXXXX ai dati?
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: La vera questione
            - Scritto da: xx tt
            E' esattamente quello che sto suggerendo io:
            piazzare i dati su filiali di diversa proprietà
            (quantomeno
            formalmente).
            Vogliamo chiamarle scatole cinesi?
            Vogliamo chiamarla ingegneria legale?La fai un po' troppo semplice. Qualsiasi stato troverebbe il modo di creare una legge od un regolamento ad hoc. vedi quello che sta succedendo con le società offshore e le tasse anche in Europa: dal punto di vista legale è praticamente la stessa cosa.
            Questo significa che la M$ ha ufficialmente
            acXXXXX ai dati: vedi
            sopra.
            La M$ non dovrebbe avere ufficialmente acXXXXX ai
            dati, così come la pApple solo di recente HA
            DECISO di non averne sui dati degli iFogn.Trovo difficile che un qualsiasi provider di posta elettronica o sistemi di collaborazione possa non avere acXXXXX ai dati. Per definizione dei servizi stessi.Per la cronaca un server in casa propria è soggetto alla legge e viene richiesta una ordinanza giustificata del giudice per poterci accedere. Qui invece sembra che arrivino ordinanze non giustificate. Microsoft dice che le garanzie devono coprire anche i servizi on line.
            E anche per la pApple la domanda è la stessa:
            perché non sono partiti subito a criptare in loco
            in modo da non avere loro per primi acXXXXX ai
            dati?Forse perché non si aspettavano certi problemi? Comunque tecnicamente la crittografia locale è una bestia ben diversa da quelli dei servizi cloud.
          • xx tt scrive:
            Re: La vera questione

            La fai un po' troppo semplice. Qualsiasi stato
            troverebbe il modo di creare una legge od un
            regolamento ad hoc. vedi quello che sta
            succedendo con le società offshore e le tasse
            anche in Europa: dal punto di vista legale è
            praticamente la stessa cosa.Questo è da dimostrare. E anche nei paradisi offshore bisogna tenere conto della geografia: un conto è l'isoletta a portata di flotta Yankee, oppure lo Stato accerchiato dalla NATO (Svizzera).Un'altra storia è ad es. Hong Kong, che ha la flotta cinese davanti casa.E faccio notare che in caso di forte richiesta di mercato, nulla vieta la nascita di altre isolette/stati offshore protette da flotte non NATO.E' solo una questione di tempo e di domanda/offerta.
            Trovo difficile che un qualsiasi provider di
            posta elettronica o sistemi di collaborazione
            possa non avere acXXXXX ai dati. Per definizione
            dei servizi
            stessi.Puoi separare il lato client (winzozz) dal lato server (azienda separata).Cosa che non si è scelto di non fare.
            Per la cronaca un server in casa propria è
            soggetto alla legge e viene richiesta una
            ordinanza giustificata del giudice per poterci
            accedere. Qui invece sembra che arrivino
            ordinanze non giustificate. Microsoft dice che le
            garanzie devono coprire anche i servizi on
            line.Se la cosa fosse stata organizzata come ho proposto io, i giudici non avrebbero nemmeno richiesto i dati alla M$, perché quest'ultima non ne avrebbe avuto acXXXXX.
            Forse perché non si aspettavano certi problemi?In epoca di spionaggio di stato e leggi liberticide?Andiamo, su...
            Comunque tecnicamente la crittografia locale è
            una bestia ben diversa da quelli dei servizi
            cloud.Si tratta di soluzioni a difesa del cliente. I metodi saranno diversi, ma alla fine SE vuoi proteggere la privacy del cliente, si fa quello che si deve.Chiaramente se invece vuoi solo vendere un senso di falsa sicurezza all'utonto cedendo a ricatti/mazzette varie, ecco che la cosa è diversa.
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: La vera questione
            Mai avuto a che fare con la creazione di aziende in Italia (e con le nostre leggi fiscali)? Capiresti che una cosa del genere non è legalmente possibile. Lo stesso accade per le società di altri stati (USA compresi).Escamotage vari come creare società di diritto diverso in paesi diversi non porterebbero a niente. Dovresti avere tutta la produzione e il management in altro stato. Dovresti dimostrare nessun collegamento tra le società. Dovresti avere proprietari diversi. Dovresti non essere quotato in USA.In breve saresti punto e a capo.
          • Il fuddaro scrive:
            Re: La vera questione
            - Scritto da: Zucca Vuota
            Mai avuto a che fare con la creazione di aziende
            in Italia (e con le nostre leggi fiscali)?
            Capiresti che una cosa del genere non è
            legalmente possibile. Lo stesso accade per le
            società di altri stati (USA
            compresi).

            Escamotage vari come creare società di diritto
            diverso in paesi diversi non porterebbero a
            niente. Dovresti avere tutta la produzione e il
            management in altro stato. Dovresti dimostrare
            nessun collegamento tra le società. Dovresti
            avere proprietari diversi. Dovresti non essere
            quotato in
            USA.

            In breve saresti punto e a capo.La aziende posizionate in modo strategico per il gov usa, ricevono mazzette dallo stesso, ecco perché non possono opporsi al governo. E quindi si cerca di vendere falsa-sicurezza ai clienti.
          • xx tt scrive:
            Re: La vera questione

            Escamotage vari come creare società di diritto
            diverso in paesi diversi non porterebbero a
            niente. Ahem...http://www.webnews.it/2012/12/10/microsoft-17-miliardi-di-profitti-e-zero-tasse/"Questo escamotage viene definito legal loophole ed è utilizzato da tutte le grandi aziende, tra cui Google, Apple, Facebook, Amazon e Starbucks."Se possono sfuggire all'IRS, figurati che problemi ci possono essere per la privacy. Gli escamotage ci sono e funzionano, solo che portano a delle spiacevoli conseguenze a livello ricatti/mazzette.
            Dovresti avere tutta la produzione e il
            management in altro stato. Si: il datacenter in Europa, con relativa azienda 100% europea.
            Dovresti dimostrare nessun collegamento tra le società.
            Dovresti avere proprietari diversi. Dovresti non essere
            quotato in
            USA. Facile: si crea un'azienda tutta europea senza quotazione e poi magia delle magie alcuni dirigenti M$ con molti scheletri nell'armadio vengono licenziati dalla M$ e finiscono tutti come CDA dell'azienda europea.Mica lavorano più per la M$, eh, intendiamoci. Così come Monti e Draghi mica sono più collegati alla Goldman Sachs, ri-intendiamoci.
          • nome e cognome scrive:
            Re: La vera questione

            http://www.webnews.it/2012/12/10/microsoft-17-mili
            "Questo escamotage viene definito legal
            loophole ed è utilizzato da tutte le grandi
            aziende, tra cui Google, Apple, Facebook, Amazon
            e
            Starbucks."Il fatto che gli stiano facendo un mazzo tanto sia l'IRS che tutte le agenzie fiscali europee ti è sfuggito?
            Se possono sfuggire all'IRS, figurati cheNon possono.
            problemi ci possono essere per la privacy. Gli
            escamotage ci sono e funzionano, solo che portano
            a delle spiacevoli conseguenze a livello
            ricatti/mazzette.Ancora peggio, rischiano enormi problemi per la privacy? Meglio provare le vie legali come sta facendo microsoft.
            Si: il datacenter in Europa, con relativa azienda
            100%
            europea.Eggià, anche qui ti è sfuggito come il DOJ negli ultimi anni ha di fatto abolito il segreto bancario in Svizzera, giusto?
            Facile: si crea un'azienda tutta europea senza
            quotazione e poi magia delle magie alcuni
            dirigenti M$ con molti scheletri nell'armadio
            vengono licenziati dalla M$ e finiscono tutti
            come CDA dell'azienda
            europea.Facilissimo... poi ti basta non avere alcun rapporto commerciale con gli USA e sei a posto.
  • rico scrive:
    Da che pulpito
    Dopo la telemetria di Windows 10, Microsoft fa la figura dell'asino che dà del cornuto al bue. Vanno a parlare di privacy, 'sti ipocriti.
    • Otto Gombl scrive:
      Re: Da che pulpito
      Telemetria.Parola politicamente corretta, e quindi spogliata del suo impatto emotivo.Profilazione.Realtà.Aziende informatiche, aziende telco, aziende finanziarie e bancarie, aziende turistiche (eh si, non dimentichiamole), aziende automobilistiche, aziende sanitarie, aziende assicurative, aziende GDO....Chissà se le profilazioni fatte da tutte queste aziende vengono incrociate da qualcuno (una specie di "centrale rischi" sovvenzionata dai vari attori, che ne ricavano dati preziosissimi) per avere, appunto, dei profili completi (e dinamici) delle persone e delle loro preferenze in ogni campo.
    • Vortex scrive:
      Re: Da che pulpito
      - Scritto da: rico
      Dopo la telemetria di Windows 10, Microsoft fa la
      figura dell'asino che dà del cornuto al bue.ehm, veramente il bue è cornuto.Si dice: "Il bue che da del cornuto all'asino" (che non lo è).http://dettieproverbi.it/proverbi/italia/il-bue-dice-cornuto-allasino/
  • panda rossa scrive:
    M$, start your photocopiers!
    [img]http://macdailynews.files.wordpress.com/2014/05/140530_redmond_photocopiers.jpg[/img]Quando l'asino raglia, la scrofa deve grugnire!Giova ricordare che sia l'asino che la scrofa hanno contribuito sensibilmente alle campagne elettorali di Lady and the Trump.Chiunque vinca, poi esibiranno il conto.Tutto il resto e' teatrino a beneficio dei fan.
    • I lfuddaro scrive:
      Re: M$, start your photocopiers!
      - Scritto da: panda rossa
      [img]http://macdailynews.files.wordpress.com/2014/

      Quando l'asino raglia, la scrofa deve grugnire!

      Giova ricordare che sia l'asino che la scrofa
      hanno contribuito sensibilmente alle campagne
      elettorali di Lady and the
      Trump.

      Chiunque vinca, poi esibiranno il conto.

      Tutto il resto e' teatrino a beneficio dei fan.Ma non solo, va soprattutto a favore del nuovo business di win10 spy edition. ;)
      • Inciuch scrive:
        Re: M$, start your photocopiers!
        ...che avanza con Cortana e TPM....
        • collione scrive:
          Re: M$, start your photocopiers!
          - Scritto da: Inciuch
          ...che avanza con Cortana e TPM....considerando che i tpm sono made in China...boh, contenti loro!
        • rockroll scrive:
          Re: M$, start your photocopiers!
          - Scritto da: Inciuch
          ...che avanza con Cortana e TPM....Certo che avanza: si parlava di popolo bue che non ragiona con la sua testa, no?
Chiudi i commenti