Canone RAI, siamo allo sciopero della fame

Lo minaccia ADUC: non sono bastate un'indagine dei consumatori né una interrogazione parlamentare per sapere per quali apparecchi sia dovuto il canone. Ma le lettere con cui viene richiesto il pagamento non si sono certo fermate

Uno sciopero della fame per sapere le cose come stanno, per capire quali siano le normative e perché le interpretazioni siano le più varie in seno ad uffici pubblici e servizio radiotelevisivo: lo minaccia ADUC , l’Associazione dei consumatori che da anni sta portando avanti una battaglia per capire quali siano gli apparecchi per i quali sia richiesto il pagamento del canone.

Come noto, una inchiesta pubblicata dalla stessa ADUC sei mesi fa, metteva in evidenza come la RAI, l’Agenzia delle Entrate, la Guardia di Finanza e il ministero delle Finanze avessero tutti una risposta diversa su quali siano i doveri del cittadino, e se questi debba pagare il canone solo se possiede televisori, o radio, o apparecchi cellulari abilitati alla ricezione della tv digitale o citofoni .

L’inchiesta non ha smosso le acque come non le ha smosse l’ interrogazione parlamentare presentata anch’essa molti mesi orsono dalla parlamentare Donatella Poretti con cui si chiedeva al ministero dell’Economia un chiarimento definitivo.

La sede RAI di via Teulada a Roma Ma, nonostante il silenzio piombato su una questione che era tornata all’ordine del giorno anche grazie ad una ormai celebre intervista di Punto Informatico , le missive con cui viene richiesto ai cittadini di pagare il canone con toni ultimativi continuano ad essere spedite e ricevute in tutta Italia. Lettere che presuppongono una chiarezza normativa che è invece del tutto inesistente se non, evidentemente, per l’ufficio che continua a spedirle.

A ciò si aggiunge un’attività di contrasto all’evasione del canone che, visto il caos istituzionale, appare ogni giorno di più ai consumatori come una sopraffazione bella e buona, frutto di una incertezza del diritto che qualcuno teme possa essere persino voluta.

Dinanzi a tutto questo, al silenzio su quella che è diventata una gabella a carico di milioni di italiani, ADUC ha annunciato che l’Associazione è pronta ad utilizzare i mezzi più estremi della pratica nonviolenta, in particolare lo sciopero della fame .

“Di fronte a questa incertezza – spiega infatti ADUC – accompagnata da una campagna aggressiva della RAI fatta di missive minatorie, visite a domicilio, interventi della Guardia di Finanza, fermi amministrativi dell’auto, procedimenti legali e così via, siamo a chiedere nuovamente un chiarimento al Governo: quali sono gli apparecchi per i quali si deve pagare il canone? Al ministro dell’Economia Padoa Schioppa ricordiamo che combattere l’evasione fiscale non può significare solo repressione, ma anche certezza del diritto. Oggi i cittadini non sono in grado di sapere quando pagare o meno una tassa”.

Senza questi chiarimenti – avverte ADUC – “saremo costretti a ricorrere ad un metodo estremo di domanda: lo sciopero della fame! Perché il ministro ottemperi ad un suo atto dovuto e alla soddisfazione di un nostro diritto: la risposta ad un’interrogazione parlamentare. Per far valere il nostro diritto e quello di tutti i contribuenti faremo male solo a noi stessi, non interromperemo servizi in corso, non occuperemo strade e palazzi bloccando attività e creando disagi per altre persone che non vogliono e non possono farsi coinvolgere. Il ministro avrà davanti a sé alcune persone che fanno male al proprio organismo solo perché lui non sta facendo il proprio dovere”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Thelma & Genoveffa scrive:
    BSA
    MACHEANNASSEROAPIJARSELO.........!!
  • L. Delani scrive:
    re.
    Se uno vuole davvero dimostrare di non voler sottostare alle regole del mercato.. allora boicotta i prodotti.Cio' che si fa comunemente è dire "io lotto contro le major" "io non voglio sottostare alle regole di mercato" ma poi si scaricano e utilizzano i prodotti ugualmente.Chi invece si oppone seriamente alle politiche di mercato porta avanti le piccole battaglie quotidiane, cercando di introdurre openoffice anzichè ms office negli uffici, usando gimp al posto di photoshop (ok la qualità non è la stessa.. ma scommetto che il 90% di noi usa tali programmi a livello assolutamente non professionale). E' troppo comodo dire "io sono contro i grandi produttori.. allora non pago i loro prodotti". Il vero coraggioso è chi dice "io sono contro i produttori allora spingo affinchè si diffondano le alternative ai loro software"... tutti gli altri sono solo ipocriti
    • Anon1 scrive:
      Re: re.
      Credo solo che tu... abbia ragione.
    • zoiba scrive:
      Re: re.
      quello che dici è giusto
    • Antonello (Amuro) scrive:
      Re: re.
      Sono pienamente daccordo con te...purtroppo però, a volte non esiste l'alternativa opensource ad un programma (ad esempio dreamweaver)... e come si fa spendere un migliaio di euro per l'acquisto di un programma che si userà solo a livello amatoriale???Ma la famosa sentenza del gennaio 2007 della corte di cassazione che fine a fatto???
  • giovy scrive:
    software
    Una volta ho sentito dire da qualcuno, io non voglio comprare software x fare software, xò questo qualcuno si avvantaggiava dell'utilizzo di visual studio nella sua azienda.Questa è l'italia dei furbetti!
    • ryoga scrive:
      Re: software
      - Scritto da: giovy
      Una volta ho sentito dire da qualcuno, io non
      voglio comprare software x fare software, xò
      questo qualcuno si avvantaggiava dell'utilizzo
      di visual studio nella sua
      azienda.

      Questa è l'italia dei furbetti!Io una volta ho sentito qualcuno che voleva vendere un programma completamente buggato per fare software.Ogni tanto inviava ai suoi clienti un aggiornamento ( di sicurezza lo chiamava ) e ogni 3 anni ne sfornava una nuova versione sempre a pagamento con qualcuno di quei bachi segnalati risolti.Insomma.... si comprava un qualcosa di non funzionante ( o funzionante comunque a metà ) e si esigeva comunque di aggiornare il programma ogni 3 anni pena l'esclusione dal mercato informatico.Questa e' la civiltà dei furbetti!-.-
  • Wiseman scrive:
    Come fanno a sapere che sono illegali?
    Se nel caso del software la cosa è semplicissima: basta chiedere al produttore se risulta una licenza a mio nome per verificare se il software che ho sul PC è regolare o no, nel caso degli MP3 la cosa mi sembra pressoché impossibile.Per esempio io sono abbonato a live365.com e molto spesso ne registro le trasmissioni.Se avessi il tempo di togliere le pubblicità, separare le tracce e rinominare i file, potrei farmi una bella collezione di 1200 file musicali sul mio PC.E se la Finanza me li trova?L'onere della prova dovrebbe spettare a loro, quindi dovrebbero essere gli inquirenti a dimostrare al di là di ogni ragionevole dubbio che questi file sono illegali. Per contro, ad oggi non è ancora vietato registrare le radio, che io sappia (anche se presto lo sarà).Ma qui sembra che si presuma un reato anche laddove non ce n'è nessuna evidenza.E quindi: come fanno a sapere che quegli mp3 sono di provenienza illecita? Hanno prove di una duplicazione o di un download?Ci credo poco...
    • Mario Rossi scrive:
      Re: Come fanno a sapere che sono illegali?
      La mamma dei finanzieri è sempre incinta.Leggete quà:http://www.scint.it/news_new.php?id=592
      • qwerty scrive:
        Re: Come fanno a sapere che sono illegali?
        In effetti, è così.Questo principio può tranquillamente essere applicato agli mp3 (con un minimo di criterio da parte degli utenti..)
        • Antonello (Amuro) scrive:
          Re: Come fanno a sapere che sono illegali?
          é vecchia quella... 2005c'è una sentenza della corte di cassazione datata gennio 2007 che dice l'esatto contrarioossia che ha dato finalmente l'intermpretazione al famoso: "per trarne vantaggio". dove per vantaggio è stato inteso il lucro, o guadagno monetario. Autorizzando (ovviamente non in modo palese) di fatto l'uso personale.
          • Antonello (Amuro) scrive:
            Re: Come fanno a sapere che sono illegali?
            OPS, avevo letto male...in pratica non è molto lontano da quello che dice la sentenza del 2007...
  • hronir scrive:
    incentivi all'open source?
    come da subject: fanno davvero il loro gioco, con questi controlli?
    • Edo78 scrive:
      Re: incentivi all'open source?
      - Scritto da: hronir
      come da subject: fanno davvero il loro gioco, con
      questi
      controlli?A mettersi nei panni dell'azienda che oltre a pagare un bel multone da centinaia di migliaia di euro deve regolarizzare la sua situazione dubito che volentieri tiri fuori in più la metà di quanto ha pagato di multa (a meno che non siano idioti, cosa cmq probabile).
      • hronir scrive:
        Re: incentivi all'open source?
        - Scritto da: Edo78
        A mettersi nei panni dell'azienda che oltre a
        pagare un bel multone da
        centinaia di migliaia di euroIo pensavo pure - e forse soprattutto - all'effetto psicologico anche su chi non e' stato coinvolto direttamente ma avrebbe fatto la stessa fine...
        • Edo78 scrive:
          Re: incentivi all'open source?
          - Scritto da: hronir
          - Scritto da: Edo78

          A mettersi nei panni dell'azienda che oltre a

          pagare un bel multone da

          centinaia di migliaia di euro

          Io pensavo pure - e forse soprattutto -
          all'effetto psicologico anche su chi non e' stato
          coinvolto direttamente ma avrebbe fatto la stessa
          fine...Se non fosse che so che finiremmo tutti con il qlo per terra chiamerei la finanza per farsi un giretto qui da noi ... magari lo faccio quando trovo un posto migliore.
      • ryoga scrive:
        Re: incentivi all'open source?
        - Scritto da: Edo78
        A mettersi nei panni dell'azienda che oltre a
        pagare un bel multone da centinaia di migliaia di
        euro deve regolarizzare la sua situazione dubito
        che volentieri tiri fuori in più la metà di
        quanto ha pagato di multa (a meno che non siano
        idioti, cosa cmq
        probabile).Non ti preoccupare.Dichiarano fallimento, chiudono l'azienda, licenziano quei pochi con contratto a indeterminato e riaprono l'azienda sotto altro nome assumento le stesse persone a contratti precari.W L'Italia.E dire che i soldi li spendiamo per far fare controlli + seri che quelli di controllo su programmi originali e mp3 pirata -.-
      • outsourcing scrive:
        Re: incentivi all'open source?
        - Scritto da: Edo78
        A mettersi nei panni dell'azienda che oltre a
        pagare un bel multone da centinaia di migliaia di
        euro deve regolarizzare la sua situazione dubito
        che volentieri tiri fuori in più la metà di
        quanto ha pagato di multa (a meno che non siano
        idioti, cosa cmq
        probabile).Uno sano di mente non installa norton e vista , ne piratati, ne comprati.Pero adesso vanno in fallimento , riaprono a estero , e non solo loro e addio posti di lavoro, addio pensioni, addio sanita....
  • unica strada scrive:
    INASPRIRE I CONTROLLI
    Fil musicali duplicati illegalmente, software pirata usato per lavorare. non c'e' mail limite al malcostume italiota.BRAVISSIMA LA GUARDIA DI FINANZA CHE HA DENUNCIATO E ACCIUFFATO I SOLITI FURBETTI DEL SOFTWARE. BISOGNA instaurare un controllo a 360° sul materiale pirata; era ora che la guardia di finanza iniziasse a ispezionare i pc oltre che le solite scartoffie. Mi auguro che inizino a partire i controlli anche sulle autovetture dove si sa' l'utilizzo di cd pirata e' una pratica troppo diffusa.BISOGNA SMETTERLA DI FERMARE LE AUTO SOLO PER CERCARE DROGA O ARMI, i posti di blocco devono anche servire per scovare i cd duplicati dentro le autovetture.E' una lotta di civilta'.
    • TDFS scrive:
      Re: INASPRIRE I CONTROLLI
      Ottima idea, ma al posto di cominciare a controllare centimetro per centimentro tutte le cose illegali che fanno i poveri cristi (che è sempre giusto perseguire), perchè non si va a controllare, almeno per una volta, i carissimi politici che spendono MILIARDI di euro dei fondi pubblici per STR*****ATE allucinanti?Chiaro che la legge è uguale per tutti, ma credo sia più granve far sparire milioni di euro (dei contribuenti) che non masterizzarzi un cd.Le cose illegali sono da perseguire, e su questo non ci piove, ma ce ne sono di ben più granvi! Però certa gente è stranamente intoccabile!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2007 13.10----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2007 13.10-----------------------------------------------------------
    • assalmustaf a scrive:
      Re: INASPRIRE I CONTROLLI
      ma che hai fumato?cambia pusher,oggi si va in galera per duplicazione di musica , ma per furti e altro?e ricordati che la siae prende soldi anche dai dvd e cd nuovi, percio' se uno duplica .....quei diritti sono gia pagati
    • asd scrive:
      Re: INASPRIRE I CONTROLLI
      - Scritto da: unica strada
      Fil musicali duplicati illegalmente, software
      pirata usato per lavorare. non c'e' mail limite
      al malcostume
      italiota.

      BRAVISSIMA LA GUARDIA DI FINANZA CHE HA
      DENUNCIATO E ACCIUFFATO I SOLITI FURBETTI DEL
      SOFTWARE.


      BISOGNA instaurare un controllo a 360° sul
      materiale pirata; era ora che la guardia di
      finanza iniziasse a ispezionare i pc oltre che le
      solite scartoffie. Mi auguro che inizino a
      partire i controlli anche sulle autovetture dove
      si sa' l'utilizzo di cd pirata e' una pratica
      troppo
      diffusa.

      BISOGNA SMETTERLA DI FERMARE LE AUTO SOLO PER
      CERCARE DROGA O ARMI, i posti di blocco devono
      anche servire per scovare i cd duplicati dentro
      le
      autovetture.

      E' una lotta di civilta'.una lotta di civiltà? non sai neanche di cosa parli.
    • hronir scrive:
      Re: INASPRIRE I CONTROLLI
      - Scritto da: unica strada
      BISOGNA SMETTERLA DI FERMARE LE AUTO SOLO PER
      CERCARE DROGA O ARMI, i posti di blocco devono
      anche servire per scovare i cd duplicati dentro
      le
      autovetture. Si', e anche le cassette a nastro!!!
      E' una lotta di civilta'. Civilta'.
    • Guh-Noo scrive:
      Re: INASPRIRE I CONTROLLI
      unica strada, unico tunnel, lascia stare quel laccio emostatico, che poi non ti va sangue al cervelloi cd? le auto? fanno bene? ma tu cosa e chi sei per scrivere queste scemenze? Adolf?ti faccio fare una bella notte in giro per le strade di una bella metropoli italiana, coi miei amici sbirri, che cercano di fare quello che possono, quando possonoforse ho capito, te sei uno di quelli che pensa che il tesoretto poi te ne daranno una parte vero? magari come pensione.. o perché hai fatto il bravo..d'altra parte per te sarebbe un vantaggio se Vivendi o Virgin guadagnassero tutto il venduto e Miscro$oft vendesse tutte le sue licenze cosicché Guglielmo Cancelli rimanesse sempre in vetta alla stupenda classifica dei fortunelli..oppure sei un frustrato che siccome acquista tutto perché te lo puoi permettere, perché sei un mediocre, perché hai paura, e sei convinto che sia giusto sottostare a delle regole di mercato e farsi fare addosso il beta-testing come con quello schifo di Vista o il Norton Antivirus che ha bisogno di due dual core per girare?chi scrive come te, è perché non sa un caxxo, o vuole provocare, chi scrive come te non è stato in Africa, in India e nemmeno in metrò la notte, ma è giusto così, hai bisogno delle tue maniglie, delle tue sicurezze, dei telegiornali e di questi articoli in cui praticamente non si dice una sega di buonol'ordine e la disciplina sono create apposta per i cagasotto come te, unica strada, le strade sono sono infinite, la statistica è stata creata per mettere a novanta quelli come te, quelli nel tunnelriguardo all'ultima frase:
      E' una lotta di civilta'.cerca di separare la monnezza, e di sprecare meno carta, e e parlare meno, anzi, non farlo affatto, così ci terremo la tua parte di H2Oincivileinfeliceidiotaper l'appunto, les cons peuvent être vaincus mais ils n'admettent jamais l'être, aggiungereidatti pace, rilassati, ignorance is bliss..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2007 14.44-----------------------------------------------------------
      • FaxTheMad scrive:
        Re: INASPRIRE I CONTROLLI
        Ma dimmi, il tuo pc a casa HA SOFTWARE TOTALMENTE originale????.... A proposito è giusto che il software sia originale in un attività commerciale, ma a casa propria pensi che lo sia pure??? Visto che dobbiamo dirla tutta, per te (sono un tecnico hardware) è normale comprare tutto (circa 60.000 euri) il software che a me torna utile, se poi esce l'aggiornamento CHE DEVO nuovamente COMPRARE? Non so se rendo l'idea.... ad es.: XP SDK costa 630.00 l'aggiornamento anche!!!!
        • Guh-Noo scrive:
          Re: INASPRIRE I CONTROLLI
          - Scritto da: FaxTheMad
          Ma dimmidillo all'amico di Fede & Forum, non a me..mi hai fatto venire in mente una parte totalmente dimenticata dell'informatica:anni ed anni di beta-testing anche grazie alel copie volutamente pirata di software, cosicché .doc .xls divenissero uno standard, poi un obbligo, lo prova il fatto che soolo dopo diversi anni si sono visti i vari free-reader ufficiali dei loro documenti del caxxo, ti regalano Works OEM così che non ti disintossichi dalla dipendenza delle loro applicazioni mentre i competitori annaspanocome Sun, come Thinkfree, e molti altri, costretti loro malgrado a tenere sempre la compatibilità verso Officese dovessimo dirla tutta, qui abbiamo un monopolista a livello mondiale, che è riuscito a fare in modo che se non se il tuo CV non è un .doc, Monster non te lo prende..have a fun!
      • wrwfsad scrive:
        Re: INASPRIRE I CONTROLLI
        Modificato dall' autore il 26 settembre 2007 14.44
        --------------------------------------------------Viva e-mule, viva i cd pirata, viva la condivisione!
    • mythsmith scrive:
      Re: INASPRIRE I CONTROLLI
      Pienamente d'accordo. Così finalmente il software libero e l'arte creative commons troveranno il posto che meritano nel mondo del lavoro e nel panorama culturale italiano.
      • Stefano G. scrive:
        Re: INASPRIRE I CONTROLLI
        - Scritto da: mythsmith
        Pienamente d'accordo. Così finalmente il software
        libero e l'arte creative commons troveranno il
        posto che meritano nel mondo del lavoro e nel
        panorama culturale
        italiano.Hai Perfettamente ragione!
    • ryoga scrive:
      Re: INASPRIRE I CONTROLLI
      - Scritto da: unica strada
      Fil musicali duplicati illegalmente, software
      pirata usato per lavorare. non c'e' mail limite
      al malcostume
      italiota.'A Malcostume italiotaa....apri un po' gli occhi e guardati un attimo il bilancio approvato ieri dal senato, dove c'e' una spesa di 32.000 euro ( 64 milioni di lire ) per CALZE.
      BRAVISSIMA LA GUARDIA DI FINANZA CHE HA
      DENUNCIATO E ACCIUFFATO I SOLITI FURBETTI DEL
      SOFTWARE.Eggia'....prendersela con i piccoli è facile. Guarda un po' se si permettono di voltarsi verso politica/industria/siae/artisti evasori/sportivi/mafiano...se la prende con i piccoli, perche' hanno paura di mettersi da soli contro un sistema ormai corrotto, dove la legge tutela i criminali veri e criminalizza i cittadini gia' spremuti fino all'osso.
      BISOGNA instaurare un controllo a 360° sul
      materiale pirata; Gia'.... c'e' parecchio materiale pericolosissimo.
      era ora che la guardia di
      finanza iniziasse a ispezionare i pc oltre che le
      solite scartoffie. E quando inizia ad ispezionare i conti sospetti? ( Quelli di 8-9 zeri presenti nelle varie banche )
      Mi auguro che inizino a
      partire i controlli anche sulle autovetture dove
      si sa' l'utilizzo di cd pirata e' una pratica
      troppo diffusa.Meglio iiziare a far partire i controlli sul vero utilizzo delle auto blu ed aerei di stato
      BISOGNA SMETTERLA DI FERMARE LE AUTO SOLO PER
      CERCARE DROGA O ARMI, i posti di blocco devono
      anche servire per scovare i cd duplicati dentro
      le autovetture.Ti beccano spesso mentre trasporti le sostanze stupefacenti e per questo accusi?
      E' una lotta di civilta'.Wao.... aspe'.... io la sparo piu' grossa...E' una lotta contro il terrorismo!-.-
      • unica strada scrive:
        Re: INASPRIRE I CONTROLLI

        Eggia'....prendersela con i piccoli è facile.
        Guarda un po' se si permettono di voltarsi verso
        politica/industria/siae/artisti
        evasori/sportivi/mafia
        no...se la prende con i piccoli, perche' hanno
        paura di mettersi da soli contro un sistema ormai
        corrotto, dove la legge tutela i criminali veri e
        criminalizza i cittadini gia' spremuti fino
        all'osso.


        BISOGNA instaurare un controllo a 360° sul

        materiale pirata;

        Gia'.... c'e' parecchio materiale pericolosissimo.


        era ora che la guardia di

        finanza iniziasse a ispezionare i pc oltre che
        le

        solite scartoffie.

        E quando inizia ad ispezionare i conti sospetti?
        ( Quelli di 8-9 zeri presenti nelle varie banche
        )non mi pare sia reato avere conti a 9 zeri, inoltre i così detti conti sospetti di solito sono in banche estere. Mica vanno al bancoposta come te a mettere i soldi.(rotfl)

        Mi auguro che inizino a

        partire i controlli anche sulle autovetture dove

        si sa' l'utilizzo di cd pirata e' una pratica

        troppo diffusa.

        Meglio iiziare a far partire i controlli sul vero
        utilizzo delle auto blu ed aerei di
        statoauto di stato e aerei di stato usati da rappresentanti dello stao...non vedo dove sia il problema?

        E' una lotta di civilta'.

        Wao.... aspe'.... io la sparo piu' grossa...

        E' una lotta contro il terrorismo!non condivido
        • ryoga scrive:
          Re: INASPRIRE I CONTROLLI
          - Scritto da: unica strada

          E quando inizia ad ispezionare i conti sospetti?

          ( Quelli di 8-9 zeri presenti nelle varie banche

          )

          non mi pare sia reato avere conti a 9 zeri,
          inoltre i così detti conti sospetti di solito
          sono in banche estere. Mica vanno al bancoposta
          come te a mettere i
          soldi.(rotfl)Escono dall'Italia, quindi hanno il potere di controllare cio' che "esce" dal Paese. Invece, non controllano un **** e comunque, non e' un reato avere un conto a 9 zeri, ma spesso il reato è il "come uno se li è guadagnato".


          Mi auguro che inizino a


          partire i controlli anche sulle autovetture
          dove


          si sa' l'utilizzo di cd pirata e' una pratica


          troppo diffusa.



          Meglio iiziare a far partire i controlli sul
          vero

          utilizzo delle auto blu ed aerei di

          stato

          auto di stato e aerei di stato usati da
          rappresentanti dello stao...non vedo dove sia il
          problema?
          Spesso le auto di stato e gli aerei di stato vengono utilizzati per scopi personali. Solo pochi mesi fa c'e' stato lo scandalo delle auto blu usate dai politicanti per far fare lo shopping alla moglie.Poche settimane fa, invece, un noto politico "giusto" ha pensato bene di utilizzare l'aereo di stato per andarsi a vedere il gp con famiglia.


          E' una lotta di civilta'.

          Wao.... aspe'.... io la sparo piu' grossa...

          E' una lotta contro il terrorismo!
          non condividoIo si perche' la cultura deve essere condivisa.
    • kickflip scrive:
      Re: INASPRIRE I CONTROLLI
      grandeee..sei il migliore!!! i soliti furbetti del software... troppo fuori!!! controllo a 360 gradi.. io avrei detto controlli a 2 pi greco radianti..è molto più professionale.cioè secondo te la p.s. e i cc dovrebbero fermare le auto e cercare cd masterizzati...magari con l'aiuto dei cani (ahahahahh).. ma dove vivi? a topolinia?cmq complimenti per la fantasia e complimenti al tuo spaccino di fiducia.HAVE A NICE LIFE!! STAY HAPPY!!!!!!!!!
    • uguccione500 scrive:
      Re: INASPRIRE I CONTROLLI
      AHAHAH HAHAHA AHAHAHAHAH AHA AAHA!Miiii! Mi si crepa la pancia dal ridere!!!!Ma quale malcostume... pensiamo a far crescere il piccolo imprenditore invece di stroncarlo con tutte 'ste minkiate! Per piacere!!!
    • . . scrive:
      Re: INASPRIRE I CONTROLLI

      solite scartoffie. Mi auguro che inizino a partire i
      controlli anche sulle autovetture dove si sa' l'utilizzo
      di cd pirata e' una pratica troppo diffusa.Qui di illegale c'è solo il tuo commento (diffusione di notizie false e tendenziose, apologia di perquisizione illegittima, che costituisce reato, e così via).LA COPIA PRIVATA E' LEGALE.(art.70-sexies L.633/41)Ficcatevelo in testa, una volta per tutte...
    • mario rossi scrive:
      Re: INASPRIRE I CONTROLLI
      ma va a caga semo
  • sonopoverom adevolavor are scrive:
    Tutti a casa della Vicina
    Computer a casa della Vicina, Connessione Wireless (WPA), e computer portatile con installato LINUX (Legalmente) e via col VNC !!!!! MP3 ecc... (W le partizioni crittografate), alla domanda : "Con cosa lavori ? Openoffice, Gimp, Firefox, e Vi".Scusate se devo interrompere, ma sta passando un finanziere che mi aveva chiesto una copia (PIRATA SI) di Office 2003 per il suo pc di casa !Questa è l'Italia signori ! 2 Pesi ... 2 Misure !
    • asd scrive:
      Re: Tutti a casa della Vicina
      - Scritto da: sonopoverom adevolavor are
      Computer a casa della Vicina, Connessione
      Wireless (WPA), e computer portatile con
      installato LINUX (Legalmente) e via col VNC !!!!!
      MP3 ecc... (W le partizioni crittografate), alla
      domanda : "Con cosa lavori ? Openoffice, Gimp,
      Firefox, e
      Vi".

      Scusate se devo interrompere, ma sta passando un
      finanziere che mi aveva chiesto una copia (PIRATA
      SI) di Office 2003 per il suo pc di casa
      !

      Questa è l'Italia signori ! 2 Pesi ... 2 Misure !ESATTO! 2 pesi 2 misure! la legge non è uguale per tutti!
  • pentolino scrive:
    Sai che sorpresa...
    Solo il 50%? Ma hanno guardato bene?Se vengono qua da domani sono senza lavoro!
Chiudi i commenti