Canone Telecom, l'aumento scatterà a Carnevale

Ma non è uno scherzo, è quanto prevede l'operatore dominante. Tra la sua decisione e la bolletta a questo punto c'è solo l'Authority. I consumatori: non è proprio il momento per certi rialzi

Roma – Per il canone previsto da Telecom Italia sulle linee telefoniche si profila imminente un aumento che potrebbe concretizzarsi già dal prossimo mese di febbraio. L’ufficializzazione dell’incremento del canone è giunta dall’amministratore delegato Franco Bernabé ma ha immediatamente suscitato l’opposizione dei consumatori, che ritengono immotivato e lesivo un provvedimento del genere.

L’annuncio è avvenuto durante un incontro tra Bernabé e le associazioni di consumatori: nei giorni scorsi Telecom Italia ha inviato all’ Authority TLC la segnalazione della propria intenzione di aumentare il canone residenziale di telefonia fissa a partire da febbraio 2009. L’Autorità presieduta da Corrado Calabrò deciderà entro un mese se convalidare la proposta . Il manager Telecom ha spiegato che l’intenzione è di apportare un aumento che, per l’utente finale, sarà di 1,26 euro mensili più IVA , mentre per gli operatori alternativi – in wholesale, sarà di 1,70 euro. Pertanto, i consumatori arriveranno a pagare 13,66 euro al mese (contro i 12,14 euro attuali), mentre gli operatori si vedranno addebitare 9,39 euro in luogo di 7,64 euro. Fra le motivazioni alla base dell’aumento, la necessità di reperire risorse per consentire all’azienda di investire nella rete e offrire, a detta della compagnia dominante di TLC, una più elevata qualità del servizio.

Secondo quanto riferisce il Corriere delle Comunicazioni Telecom Italia ritoccherà per primo il canone agli operatori, ma l’aumento di quello per i clienti finali – che è lo stesso dal luglio 2002 – dovrebbe seguire a ruota, poiché l’Authority aveva dichiarato di non accettare un aumento del canone agli operatori se a questo non fosse accompagnato un aumento anche su quello destinato ai clienti trattati direttamente dall’incumbent, e questo proprio per tutelare i concorrenti.

“Non siamo mai contenti quando in un periodo di crisi come questo si aumentano le tariffe di TLC” ha commentato Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori . Sulla stessa linea Marco Pierani, responsabile relazioni esterne istituzionali di Altroconsumo , che invita l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni “a riflettere sul fatto che in questo momento di crisi ogni aumento di tariffe regolamentate è senz’altro da rigettare perché darebbe un segnale inflattivo, tra l’altro l’aumento del canone non è legato ad alcun miglioramento del servizio né della rete, servirebbe solo a ripianare una piccola parte dell’enorme debito di Telecom Italia”.

E contro l’aumento del canone, per un taglio netto delle tariffe di terminazione mobile e in favore di una separazione societaria della rete, Altroconsumo ha lanciato una petizione online che ad oggi ha superato le 2mila adesioni.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fringuello scrive:
    Darknet
    Occhebbello...ecco il popolo che ci fara' da betatesters...
  • fabio scrive:
    per me il discorso fila
    bah...secondo me, pur a malincuore il discorso di base fila.c'è un prodotto, per cui l'artista in primis investe e con lui altri.se lo vuoi, paghi, non lo rubise lo vuoi, ma critichi il sistema in quanto il prodotto è troppo costoso o non porta beneficio in prima persona a chi secondo te lo merita (artista), protesta, non rubarlofacendo un parallelismo, è come andare a rubare prodotti alimentari perchè all'agricoltore arriva solo una minima parte di quello che li paghiamo.anzi forse essendo il cibo bisogno primario, sarebbe + giustificabile,ma (normalmente) nessuno lo fa o almeno non dice che lo fa perchè è in atto un'ingiustizia verso il vero produttore della merce.Quindi è un peccato, probabilmente non è la soluzione definitiva, ma di base, non è sbagliata. chi ruba, ha torto.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: per me il discorso fila
      contenuto non disponibile
      • anonimo scrive:
        Re: per me il discorso fila
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: fabio


        c'è un prodotto, per cui l'artista in primis

        investe e con lui

        altri.


        se lo vuoi, paghi, non lo rubi

        Chi va nel negozio e intasca il CD senza pagare
        lo
        ruba.
        Ma se lo sento alla radio, non lo rubo. Anche se
        non
        l'acquisto.
        Se lo registro dalla radio, non lo rubo.
        se lo sento dallo stereo del vicino non lo rubo.
        se lo sento dal CD che mi ha prestato l'amico,
        non lo
        rubo.
        Anche se lo scarico da internet non lo rubo,
        casomai infrango il copyright, ovvero il diritto
        di copia che non
        ho.


        se lo vuoi, ma critichi il sistema in quanto il

        prodotto è troppo costoso o non porta beneficio

        in prima persona a chi secondo te lo merita

        (artista), protesta, non

        rubarlo

        Qui siamo d'accordo, ma ci sarebbe anche da
        parlare del sistema delle
        donazioni.


        facendo un parallelismo, è come andare a rubare

        prodotti alimentari perchè all'agricoltore
        arriva

        solo una minima parte di quello che li

        paghiamo.

        Secondo il tuo parallelismo è possibile rubare
        prodotti alimentari senza toglierli al
        proprietario
        (magia!).


        Quindi è un peccato, probabilmente non è la

        soluzione definitiva, ma di base, non è

        sbagliata. chi ruba, ha

        torto.

        chi ruba sì.
        Ma qui nessuno ha rubato nulla.
        Si parla di infrazione di copyright, non di furto.Il tuo è solo un arrampicarsi sugli specchi.Non pagare i diritti di autore è una sciocchezza,perché NON è un modello economico praticabile.Così alla fine nessuno produrrà più nulla!Cerca di vedere al di là del tuo naso.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: per me il discorso fila
          contenuto non disponibile
        • krane scrive:
          Re: per me il discorso fila
          - Scritto da: anonimo
          Non pagare i diritti di autore è una sciocchezza,
          perché NON è un modello economico praticabile.
          Così alla fine nessuno produrrà più nulla!
          Cerca di vedere al di là del tuo naso.Nel 1883, tuttavia, anche in Svizzera entra in vigore la prima legge sul diritto dautore.Quindi secondo te prima che non esisteva il diritto d'autore non si produceva nulla di artistico...
  • Mi scoccio di loggare scrive:
    Seppure sparisce il p2p...
    cosa accadra'?Chiunque, si metterà a condividere " in ufficio o a scuola o in qualunque luogo " con altri colleghi o compagni, il materiale che piu' gli aggrada ( musica, film , giochi, applicazioni... ).Chi non trova, nel giro di amicizie una cosa che gli interessa, basta che si reca dal suo negoziante di fiducia o all'angolo sotto casa e il negoziante o il venditore ambulante procureranno per essi per pochi spiccioli una copia identica all'originale.Se ad oggi, chi effettuava protezioni anticopia, poteva cercare di "bloccare" una copia pirata attraverso il rilevamento a distanza, con la chiusura di internet a chi ha scaricato materiale coperto da diritto d'autore, quel programma non potra' essere piu' bloccato perche' il server centrale non puo' inviare il comando necessario.Quindi, volete chiudere internet? Benissimo, fatelo pure.La gente attivera' altre forme di connessione (punto-punto) dove ognuno viaggera' connesso grazie ad altri utenti connessi e senza il bisogno di appoggiarsi a provider o a enti.L'uomo si ingegna con le necessità.Chiudete internet e vi ritroverete un'altra internet non bloccabile e non controllabile, ma di sicuro, vi ritroverete molta gente incavolata e oppressa da leggi assurde, tasse inique e contributi a società musicali non dovuti.
    • mosilon scrive:
      Re: Seppure sparisce il p2p...
      se sparisce il p2p arriva la distribuzione a mano con il relativo passa parola
    • meglio morire scrive:
      Re: Seppure sparisce il p2p...
      se sparisce il p2p si ritorna proprio ai mitici anni 80-90,noleggia/compra copia e passa all'amico che copia e passa,sui venditori ambulanti non ci conterei troppo.comunque visto come stanno andando le cose internet crollerà insieme a tutto il resto,i bravi politici perdono tempo a studiare leggi sul p2p e gli ogm anche per distrarre la gente da quello che accadrà fra qualche mese..
  • Enjoy with Us scrive:
    Unica nota positiva
    Meno male che i primi a sperimentarla sono i Francesi, incazzosi come sono vedrete che tempo pochi mesi e tale norma verrà eliminata!1. Se la applicano veramente, ci saranno milioni di disdette ai servizia ADSL, proteste a non finire e un bel contraccolpo elettorale per le prossime Europee.2. Se il numero delle lettere da inviare sarà molto elevato, come penso sia, l'alternativa sarà quella di insabbiare tutto e di stangare a mo di esempio il malcapitato di turno!Alla fine sarà comunque un fallimento!Sarcocoso, ne vale veramente la pena? Per difendere poi cosa i diritti d'autore principalmente di paesi extrafrancesi?
  • ninjaverde scrive:
    Proxy
    Mi domando se si configurano dei proxy, che fine fa l'IP?
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Proxy
      contenuto non disponibile
      • ninjaverde scrive:
        Re: Proxy

        Se sei innocente sarai anche in grado di
        dimostrarlo e dopo 10 anni di porcesso riavrai la
        tua linea
        ADSL.Bella roba... come al solito...Del resto pare che 3 indizi fanno una prova... come 3 carote fanno una zucca. :D
  • asd scrive:
    Bella prova di democrazia
    come da titolo
  • Max scrive:
    Echissenefrega.
    Come in oggetto.
  • Draconius scrive:
    La fanno troppo semplice
    Come fanno a sapere che un cittadino fa uso di reti P2P per scambiare materiale illegale?Il simil privato gli dice, ho visto il tuo IP?E se si sbaglia? E se ha ragione ma e' a causa di un utonto con wireless non protetta? E se ha ragione e ho un dipendente cretino che usa la rete aziendale per fare del P2P che fanno mi segano la connessione per tutta l'azienda?Che cosa deve fare un privato, chiamare un sistemista che gli faccia una analisi complessiva del sistema e gli metta firewall che chiude bene le porte, analisi dei log, hardenizzazione struttura nel suo complesso? 20 euro di abbonamento adsl e 500/1000 di consulenza? E la tlc che si trova priva di un abbonato, i suoi danni chi li paga, o ti costringono a pagare i costi del contratto pur non potendo fruire dell'adsl?Questi qui sono matti, fanno il processo alle intenzioni su labili indizi, un mero, puro e semplice IP.Tutto lascia intendere che non ci capiscono niente e/o che sono messi a 90 rispetto agli interessi di certi gruppi.Mai visto tanto accanimento, ne' per il traffico di droga o di armi, neanche per le mafie. Ed e' questo che mi preoccupa di piu', lo stato ha le armi in mano per fare lotta dura pero' spesso e volentieri se la prende comoda e calma, tranne quando ci sia un bel giro di soldi dietro.
    • 01234 scrive:
      Re: La fanno troppo semplice
      "Mai visto tanto accanimento, ne' per il traffico di droga o di armi, neanche per le mafie. Ed e' questo che mi preoccupa di piu', lo stato ha le armi in mano per fare lotta dura pero' spesso e volentieri se la prende comoda e calma, tranne quando ci sia un bel giro di soldi dietro."ok 100%
  • Adele Adelante scrive:
    Il peer 2 peer sicuro
    Ho googlato "peer 2 peer sicuro" + misentofortunato e guardate che perla mi è venuta fuori!http://frivolo.wordpress.com/2008/10/04/peer-2-peer-sicuro/
    • fred scrive:
      Re: Il peer 2 peer sicuro
      Vediamo , so di per certo che se una simile legislazione arriva in italia verra' rilasciato Perfectdark italianizzato e altri software sicuri ed efficenti arriveranno in seguito;mi aspetto che compaiano a breve infatti per via dela situazione contro le universita' che si sta per creare negli Stati Uniti, stanno andando a toccare proprio laddove ci sono i cervelli e questo e' un errore da parte dell'industria.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Il peer 2 peer sicuro
        contenuto non disponibile
        • krane scrive:
          Re: Il peer 2 peer sicuro
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: fred

          Vediamo , so di per certo che se una simile

          legislazione arriva in italia verra' rilasciato

          Perfectdark italianizzato [cut]

          tutto quello che vuoi (e magari aiuterà i veri
          delinquenti).
          Ma le email sono certo che arriveranno per
          statistiche di utilizzo della
          rete.Cioe' a tutti quelli che passano le serate a guardare caZVolate sul tubo verranno scollegati ?Quelli che si aggiornano un linux vengono scollegati ? (l'aggiornamento di ieri sulle mie macchine 2 di casa con Xubuntu ha ritato giu' piu' di un 1.2Gb a installazione)
  • Mamma Preoccupat a scrive:
    la soluzione
    ciao,Alan mi ha fatto leggere questa novita' ma ho la soluzione:fatevi un abbonamento senza posta elettronica, cosi' potete salvarvi le canzonette e non vi possono scrivere per minacciarvi e scollegarvi!!e se vi scollegano di nuovo senza dirvi niente, fate fare l'abbonamento a nome della mamma, e se vi scollegano di nuovo anche questo fatelo a nome della bisnonna, trisnonna o comunque di qualcuno che sia gia' "scollegato"ciao, ragazzi!!La Mamma Preoccupat a
    • topo gigio scrive:
      Re: la soluzione
      AL massimo se continuano cosi torneremo a scambiarci le cose come si faceva un po di anni fa quando ancora internet nn c'era:ci si scambiera le cose a mano le vecchie cassette videocassete etc a mano:voglio vedere come faranno a fermare sta cosa.......(gia me lo immagino agenti della finanza che invece di arrestare la spacciatore di turno correrano dietro ragazzini con l'ipod che si scambiano a mano le cose hihihihihi)
  • Mr.Ubuntu scrive:
    E se scarico distro linux
    Si certo bloccate internet se scarico p2p. Io mi scarico distro di linux per fare esperimenti.... come la mettiamo?tipo sto we ho scaricato la nuova versione di ubuntu....aaaa sono un pirata.Diciamo che non possono bloccare cosi in modo indiscriminato. Parlandone in ufficio quanti terrebbero delle adsl veloci se non possono piu scaricare? la maggior parte disdice adsl o passa a quelle piu lente per risparmiare
    • Thunder Drako scrive:
      Re: E se scarico distro linux
      E' verissimo. Fin'ora dai circuiti P2P ho scaricato (soprattutto :) ) distribuzioni Linux(linux). Perché ad esempio su BiTorrent vai velocissimo, aiuti gli altri a scaricare veloce e non intasi i server.E' come se vietassero al vendita di coltelli perché c'è gente che li usa per uccidere...come faranno poi i cuochi?
      • Stemby scrive:
        Re: E se scarico distro linux
        Ma infatti viene tagliato fuori solo chi scarica materiale illegale. Le distro Linux possono star tranquille, come tutte le opere rilasciate sotto copyleft o di pubblico dominio.
  • Bic Indolor scrive:
    Se tagliano le connessioni?
    Premessa: vorrei capire come farebbero eventualmente a pizzicare l'utente che commette le violazioni: solo esaminando gli scambi sul P2P oppure intercettando *TUTTO* il traffico internet, in spregio a ogni costituzione di cui un paese democratico si possa dotare? (sarebbe vergognoso anche se fosse un'analisi "a campione" oppure solo sulle porte del p2p)Ma ammettiamo che l'utente venga scollegato NON sia poi obbligato anche a pagare l'ISP per il periodo in cui non usa la rete (anche se potrebbe benissimo rescindere il contratto in quel periodo) e non vi siano ulteriori sanzioni: i maggiori ISP per un'adsl "base", da noi, chiedono 20 euro al mese per 7 mega. L'utente avrebbe a disposizione 20 euro al mese per acquistare CD e DVD delle major - cioè potrebbe scegliere tra un paio di CD o un DVD al mese al posto del p2p.Peccato però che la rete serva a una MIRIADE di altre cose, che il nostro utente scollegato sarebbe non solo privato di un mezzo di comunicazione -anzi, del PRINCIPALE mezzo di comunicazione (e tornare ad usare maggiormente telefono, fax e posta) ma si troverebbe a dover fare come quando internet non c'era: controllare il saldo e i movimenti bancari (tornare alle code agli sportelli o al più vicino bancomat), comunicare con la pubblica amministrazione (altre code interminabili agli uffici pubblici), se è studente universitario iscriversi agli esami (se sei fuori sede farti 100+ chilometri solo per mettere il tuo nome su un foglio), prendere un libro a prestito in biblioteca (aspettare i tempi del prestito interbibliotecario o cercare in tutte le biblioteche della zona anzichè andare a colpo sicuro dove il libro c'è), organizzarsi gli spostamenti (doversi rivolgere ad un'agenzia di viaggio anche per un banalissimo milano-roma), e potrei andare avanti all'infinito. Tutte queste cose hanno un costo (anche solo in termini di tempo perso) di gran lunga superiore ai venti euro dell'adsl settemega e persino ai trentacinque della ventimega. Si, forse venderanno qualcosINA-INA-INA in più a chi può permetterselo, sempre che non opti per un boicottaggio di ripicca....
    • mosilon scrive:
      Re: Se tagliano le connessioni?
      io con 20 euro al mese di adsl a 8 mega mi sono già scaricato 80 film e 2000 mp3
      • Pinco Palla scrive:
        Re: Se tagliano le connessioni?
        - Scritto da: mosilon
        io con 20 euro al mese di adsl a 8 mega mi sono
        già scaricato 80 film e 2000
        mp3E di grazia, quand'è che trovi il tempo di fruirne?
      • alex.dotto scrive:
        Re: Se tagliano le connessioni?
        Io con 80 euro ho comprato un cofanetto di DVD in EDIZIONE LIMITATA con una tiratura di 1000 COPIE che con la tua 8 mega non potrai MAI avere.
  • lucente scrive:
    ridicoli...
    vista la recente risposta da parte dell'UE alla dottrina Sarko..fago e il palese contrasto di un provvedimento del genere coi principi fondamentali di un paese democratico, credo che la Francia debba essere espulsa dall'UE.
    • msdead scrive:
      Re: ridicoli...
      No espulsa no...sarebbe mettersi allo stesso livello... preferisco venga multata in modo esemplare la Francia ma anche ogni Stato o ente che continui a proporre una simile misura.Sia in Europa che in altro continente.Il Parlamento Europeo e la Commissione Europea hanno deciso che questa misura non va applicata.L'UE dovrebbe emanare un decreto e una legge sul diritto d'autore a livello Europeo e mettere sullo stesso piano tutti gli stati e seguire la strada che ha tracciato con la bocciatura della dottrina sarkozy.
      • Stemby scrive:
        Re: ridicoli...
        - Scritto da: msdead
        preferisco venga multata in modo
        esemplare la Francia ma anche ogni Stato o ente
        che continui a proporre una simile misura.Su quali basi?
        Il Parlamento Europeo e la Commissione Europea
        hanno deciso che questa misura non va
        applicata.Solo il Parlamento. Che conta come il 2 di picche.In assenza di un Regolamento o una Direttiva comunitari, ognuno fa quel che vuole, a casa propria. E mi sembra anche giusto.
  • carlo scrive:
    Cambiare punto di vista
    Il problema principale sono musica e film. Sembra che ne abbiamo proprio bisogno. Sicuri? I film sono difficili da sostituire, si può passare del tempo a guardare youtube ma un bel film in buona qualità richiede il sottostare ai diritti d'autore.La musica mi è sempre piaciuta, da giovane suonavo e ascoltavo con piacere, ho anche una bella raccolta di vecchi LP e moderni CD. Poi è arrivato Internet che dava l'opportunità di scaricare tutto e di più. All'inizio mi sono fatto prendere da questo vizio ma poi seguendo tutte queste vicende di SIAE, RIAA eccetera, mi sono nauseato e ho smesso di scaricare. Mi ha nauseato lo sfruttamento che fanno questi enti nei confronti degli utenti e degli stessi artisti.Dopo un periodo di ramadan musicale ho scoperto le licenze Creative Commons ed ora ascolto musica che utilizza queste licenze.All'inizio sembra strano perchè non si è abituati ad ascoltare qualcosa che non ci viene propinato dai media, ma poi si raggiunge un nuovo piacere nello scoprire dei prodotti di ottima qualità.Questa è la soluzione, non usare prodotti sottomessi agli interessi dei falsi difensori dei diritti artistici.Lasciamoli cuocere nel loro unto, per noi esiste già un nuovo mondo.
    • Daniel Jackson scrive:
      Re: Cambiare punto di vista

      Dopo un periodo di ramadan musicale ho scoperto
      le licenze Creative Commons ed ora ascolto musica
      che utilizza queste
      licenze.Come fa il provider a distinguere cosa scarichi?Delle due: o verra' cazziato solo chi scarica via p2p oppure tutti, visto che tecnicamente non c'e' differenza fra scaricare via http un mp3 di Carla Bruni o uno di un artista che rilascia sotto Creative Commons e magari mette i file su rapidshare.Qui, ricordo, non si parla di tracciare un numero ristretto di utenti ma tutti. Temo che la cosa diventi un po' pesante e che quindi generalizzeranno.
  • mak77 scrive:
    imbarazzante amplissima maggioranza
    il termine "imbarazzante amplissima maggioranza" è veramente fantastico, imbarazzante perchè dimostra l'altissima e diffusissima ignoranza dei politicanti nei confronti delle nuove tecnologie e della rete, che evidentemente non è un malessere tipicamente italiano ma diffuso anche in Francia.Ora la paura che è in italia si possa vedere una "imbarazzantissima unanimità".
  • lol scrive:
    lo pretendo anche in italia!
    lo pretendo anche in italia! PErché voglio vedere che faccia farebbero gli isp italiani davanti al disdire in massa di tutte quelle connessioni con velocità inutili per una navigazione normale (es le 20 mega)
  • Homo Satiricus scrive:
    Pesi & Misure
    I principi sono gli stessi.Come all'automobilista che uccide il pedone non si tolgono né la patente né l'auto,Come all'assassino che spara a un ragazzo non si toglie il porto d'armi,Come al ragazzo che uccide i genitori non si toglie l'eredità,Come all'imprenditore che lascia morire gli operai risparmiando in sicurezza non si toglie l'impresa,così a chi non dà 99cent ad una multinazionale americana si toglie la connessione.Mi sembra equo.
  • Mi scoccio di loggare scrive:
    Ritorno alle origini
    Basta.Bisogna ridare Internet agli internauti, buttar fuori i governicchi dalla rete, in quanto loro non hanno voci in capitolo e non sono stati eletti a governare la rete, pertanto andassero a farsi le leggi all'interno del proprio paese e non sui bit.Per quanto riguarda il distacco forzato della connessione ad internet, mi sembra tanto uno di quei governi, dove se non dici quello che vogliono sentirsi dire, ti ammazzano o ti tolgono il diritto di parola.Insomma, a quando l'epoca del controllo totale e della vita secondo il volere dei potenti danarosi?
    • MegaLOL scrive:
      Re: Ritorno alle origini
      - Scritto da: Mi scoccio di loggare
      Basta.
      Bisogna ridare Internet agli internauti, buttar
      fuori i governicchi dalla rete, in quanto loro
      non hanno voci in capitolo e non sono stati
      eletti a governare la rete, pertanto andassero a
      farsi le leggi all'interno del proprio paese e
      non sui
      bit.
      HAHAHAHAHAHAHAHAHA! Povero ILLUSO! L'internacchio non è mai stato proprietà di quei quattro sfigati brufolosi che si autodefiniscono pomposamente "internauti"! L'internacchio è un servizio commerciale, si compra e si vende, i termini d'uso sono specificati nel contratto!Quello che pensi di ricordare nei tuoi vaneggiamenti da perdente non è una mitica età dell'oro in cui l'internacchio era proprietà degli sfigati, ma un periodo in cui esistevano vuoti legislativi che ora vengono inesorabilmente colmati.HAHAHAHAHAHA!L'internacchio è spacciato! Sarà regolamentato totalmente, in ogni suo aspetto, sarà controllato con attenzione e severità e per voi SARÀ FINITA! HAHAHAHAHAHAHAHA!Potete urlare e piangere finchè volete, nessuno vi ascolta! Per collegarvi avete bisogno degli ISP, e gli ISP sono gestiti da aziende private che DEVONO OBBEDIRE alle leggi dei governi, e OBBEDIRANNO esattamente come le telecom devono fare.FINITA LA PACCHIA! HAHAHAHAHA! Voi sfigati siete solo una sparuta minoranza che può essere, e sarà, tranquillamente ignorata!
  • peter parker scrive:
    dis-unione europea
    se la francia si può permettere di non seguire ciò che decide la CE tanto vale uscirne
    • Get Real scrive:
      Re: dis-unione europea
      Forse non ne sei consapevole, ma l'UE É la Francia. La Francia e la Germania. Gli altri sono solo satelliti.
    • Stemby scrive:
      Re: dis-unione europea
      - Scritto da: peter parker
      se la francia si può permettere di non seguire
      ciò che decide la CE tanto vale
      uscirneNon la "CE", solo l'Europarlamento, che ha unicamente il compito di "fornire pareri". È l'Europarlamento, semmai, che dovrebbe uscire dall'Europa: è solo un carrozzone sfornastipendi con soldi pubblici (nostri) di utilità pari a zero.
  • N.C. scrive:
    Guida praticaper utenti
    Passo 1:-Disdire la flat (al massimo passare ad un abbonamento a consumo)Passo 2-Comprare dagli store online le canzoni migliori, abbandonare totalmente cd , dvd e vari ( se non vergini si intende) Risultato : operatori telefonici in crisi totale , venditori di musica online ok , vendita di cd in diminuzione ( vista la crisi )In pratica , se lo fanno durerà qualche mese, il tempo che la legge venga annullata (dopo che alcuni operatori telefonici sono andati alla malora , inutile fare finta di niente , ogni operatore che vende una flat per una famiglia sa benissimo cosa ci farà l'utente !!!!)
  • N3m3s1s scrive:
    ma chi li paga!!!
    Secondo me, SARKO ha degli interessi potenti. Le Major pagano lui ed il popolo, CON SOLDI PUBBLICI, finanziano ste c....ate. 1) Cosa succedere se mi ritrovo una diffida, se qualcuno con il mio IP ha scaricato illegalmente? (WI-FI DOCET?) Come faccio a dimostrarlo? Non mi crederanno mai!Questa è una vera è propria violazione di espressione. Sono impazziti......sarei curioso di conoscere l'età MEDIA di questi SENATORI FRANCESI.....
    • fred scrive:
      Re: ma chi li paga!!!

      Secondo me, SARKO ha degli interessi potenti.come tangente gli hanno regalato una figa di extra lusso con un passato di modella...
      1) Cosa succedere se mi ritrovo una diffida, se
      qualcuno con il mio IP ha scaricato illegalmente?
      (WI-FI DOCET?) Come faccio a dimostrarlo? Non mi
      crederanno mai!devi seguire la via legale
      Questa è una vera è propria violazione di
      espressione.infatti viola la costituzione; basta che dimostri che la connessione ti serve anche solo per scaricare le email e non possono toglierla
      Sono impazziti......sarei curioso di conoscere
      l'età MEDIA di questi SENATORI FRANCESI.....non sono nuovi a queste leggi in Francia, le hanno votate ancora e si sono pentiti, ci ha pensato la giustizia Francese ad affosarle.In Francia c'e' il gruppo Vivendi talmente potente da scrivere le leggi nei suoi uffici privati e farle votare in parlamento.
  • treikketrak ke scrive:
    finalmente si liberera la banda
    visto che il 90 % del traffico internet e peer to pper satura la banda disponibile il Grande Sarkozy da spazio a chi con internet ci lavora e non questi ragazzetti che scroccano tutto film musica giochi,etc...etc..se consideriamo che la moglie Carla Bruni suona e canta ( oddio..canta..che parolone )magarit teme che i p2pari gli scroccano l 'album,vedrete che anche qua..con Berlusca che ha paura che gli scroccano i film e le trasmissioni anche lui ci andra giu con la mazza...pensate solo chea youtube chiedono soldi perche mettono online alcuni spezzoni di filmati Mediaset
    • N3m3s1s scrive:
      Re: finalmente si liberera la banda
      Esattto e magari poi MEDIASET sul TG5 inserisce filmati da YOUTUBE, idem STRISCIA LA NOTIZIA.........e poi dopo gli fa causa:D
    • lol scrive:
      Re: finalmente si liberera la banda
      comunque servirebbe davvero una limitazione del p2p per liberare la banda, perché le linee adsl italiane stanno collassando proprio per l'uso indiscriminato delle bande a causa del p2p
      • Sgabbio scrive:
        Re: finalmente si liberera la banda
        Che spendano i soldi per mantenere e migliorare le infrastrutture! Perchè è capitato più volte che la rete italina è collasata perchè poggia su cavi vecchi da decenni, oppure mettono più utenti del dovuto sulla stessa centralina
        • lol scrive:
          Re: finalmente si liberera la banda
          dopo oltre un anno di proteste ho perso ogni speranza
          • HCK scrive:
            Re: finalmente si liberera la banda
            Io pago 2 mega di banda...Se li uso al 100% non possono venirsi a lamentare che la banda è intasata. Se non riescono a fornire tutta la banda a tutti, è perchè sono ladri loro e falsano i conti vendendo più banda di quella che hanno.IO pago un servizio di 2 mega, IO uso 2 mega al 100% se voglio (cosa che non accade mai)! Non sto qui a fare beneficienza perchè mangio troppa banda. Mangio quella che mi danno.
          • Metal scrive:
            Re: finalmente si liberera la banda
            - Scritto da: HCK
            Io pago 2 mega di banda...Se li uso al 100% non
            possono venirsi a lamentare che la banda è
            intasata. Se non riescono a fornire tutta la
            banda a tutti, è perchè sono ladri loro e falsano
            i conti vendendo più banda di quella che
            hanno.

            IO pago un servizio di 2 mega, IO uso 2 mega al
            100% se voglio (cosa che non accade mai)! Non sto
            qui a fare beneficienza perchè mangio troppa
            banda. Mangio quella che mi
            danno.Iperstraultramegaquoto...
  • franzo scrive:
    come per i semafori in Italia
    Posto che il P2P è una pratica illegale...In Italia abbiamo avuto un caso simile di "controllo" svolto dai privati... mi riferisco alle telecamere sui semafori e alla regolazione di essi da parte di privati (che ovviamente guadagnano in percentuale su ogni sanzione). Beh, l'esperienza è stata illuminante: pensate un po' il privato medio scopre una falla nel sistema legislativo (tempi di durata del giallo) e la sfrutta a dovere. Ora chi mi assicura che non si possa fare lo stesso anche su internet, soprattutto quando si parla di sanzioni da pagare? Credo proprio che la strada intrapresa non porterà a nulla di buono... forse non ci saranno più ragazzini che scaricano a manetta (e che cmq non comprerebbero), ma gli utenti più sgamati non si fermeranno...Sono dell'idea che il mercato del diritto d'autore debba al più presto evolversi, la tecnologia non aspetta loro e anche con tutti gli aiuti statali alla fine soccomberanno. Forse è finito il loro periodo d'oro. Si è aperta una nuova era: più democratica. Gli artisti che valgono verranno premiati, quelli, ora, più commerciali dovranno iniziare a produrre qualità o cambiare mestiere. Ogni rivoluzione necessita del sacrificio delle sue vittime e dei suoi martiriNaturalmente questo è solo quello che io mi auspico.
    • ciccio pasticcio scrive:
      Re: come per i semafori in Italia
      - Scritto da: franzo
      Posto che il P2P è una pratica illegale...sbagliato.sto scaricando un torrent con la iso di freebsd.sto facendo p2p eppure non sono illegale.
    • 01234 scrive:
      Re: come per i semafori in Italia
      non per cattiveria, dotto', ma parti malissimoil p2p NON è illegale!!! al limite possono essere illegali scambi di materiale protetto da DDA (che poi la legge sia poco modulata, poco giusta etc vabbeh, discorsi già affrontati)per il resto sono abbstanza d'accordo
  • nc6320 scrive:
    Ci sono le elezioni europee
    Bene così alle elezioni europee sappiamo cosa votare...
  • unaDuraLezione scrive:
    Le email saranno basate su statistiche
    contenuto non disponibile
    • nc6320 scrive:
      Re: Le email saranno basate su statistiche
      Sono pienaamente d'accordo, è la solita PEZZA da politici poco informatizzati... e molto ignoranti
  • Ricky scrive:
    Preoccupante tendenza mondiale...
    Questa storia si incastra perfettamente con molte altre simili o ancora peggiori che da un po di tempo a questa parte si leggono per la rete.Il tentativo di saltare a pie' pari ogni blocco costituzionale per arrivare allo scopo e' assai forte e praticato in continuazione.L'Italia e', come al solito, in prima fila ovviamente...Abbiamo gia' visto cosa sono in grado di fare le industrie quando LEDONO i diritti della gente ma non vogliono vedere lesi i propri, la tendenza e' a peggiorare, in barba a qualsiasi legge (semmai le modificano) o buon senso (vogliono vincere loro ed imporsi ad ogni costo).Altra tendenza interessante e' creare oggetti PRIVATI che poi alla fine si finanziano con soldi PUBBLICI e perseguono interessi PRIVATI.Poteri oltre il lecito e autonomie che stridono fortemente con quelle che dovrebbero avere soggetti privati.Un altro problema pare essere anche l'altra parte e della barricata,con la situazione economica attuale molta gente abituata ad un certo tipo di gestione del tempo libero sara' costretta a cambiare le regole e ad affidarsi alla "presunta gratuicita'" del P2P.Si avra' quindi una recrudescenza del fenomeno pirateria,aiutato da quelle personcine che hanno generato, con le loro vaccate economiche, quanto stiamo vedendo e che magari ancora ci speculano.Anche qui 2 pesi 2 misure, salvo rari casi questa gentaglia che ha messo in ginocchio economie intere NON viene perseguita, mentre se scarichi un mp3 ti mettono in croce, come pretendono di far passare per lecito tutto questo?
    • 01234 scrive:
      Re: Preoccupante tendenza mondiale...
      "Altra tendenza interessante e' creare oggetti PRIVATI che poi alla fine si finanziano con soldi PUBBLICI e perseguono interessi PRIVATI."tipo...aspetta...ali...ali...alimor...no, alitalia!!! :-D
      • Ricky scrive:
        Re: Preoccupante tendenza mondiale...
        Gia'...good company e bad company...a NOI smenare per creare la GOOD e poi beccarci idebiti della BAD...mi pare EQUO e SOLIDALE...quindi potrebbero prendersi delle agevolazioni anche da li...fico!Ma metterli tutti sotto spirito no?
  • Sang scrive:
    chiusura dei providers
    Se tale misura dovesse essere applicata in maniera rigorosa, piuttosto che scollegare gli utenti, farebbero prima a scollegare i providers.Mi stupisco ogni volta di quanto il mondo politico ostini la propria ignoranza in determinate questioni, certo, la gente li ha eletti non per le loro competenze tecniche, però, con un minimo di buon senso, oppure consultando degli esperti in materia, forse, riuscirebbero a capire... ad esempio, se dei medici prevedono una terapia per salvare un malato, e questa dovesse essere approvata in parlamento, i signori del senato, per approvarla cosa dovrebbero fare?Ad ogni modo, ai miei occhi risulta chiaro che una simile misura, non solo non è applicabile, se non sparando nel mucchio alla ricerca di capri espiatori, e inscenando processi esemplari, ma addirittura è atiproduttiva, per lo stato che perde un'occasione di rendere internet sempre più popolare ed universale, e per le industrie discografiche, che, finiranno per rifarsi l'ennesimo autogol.
  • Funz scrive:
    Privatizzata la giustizia
    D'ora in poi saranno i privati a indagare, giudicare, condannare e applicare la sentenza. Prima per il P2P, poi per tutto il resto.E su PI arriveranno i soliti ebeti ad esultare! (voglio credere che siano sarcastici, non è possibile che dicano sul serio)
  • Il Detrattore scrive:
    Sarkozy ha RAGIONE !
    scrocconi, pirati, e chiunque non paghi per usufruire di un prodotto commerciale NON HA NESSUN diritto di parola !nessuno vi obbliga a comprare prodotti del tutto SUPERFLUI comedvd e cd !non e' affar vostro quanto i PRODUTTORI, che investono rischiano e producono, decidano di vendere i loro sudati prodotti.voi come consumatori potete benissimo snobbarli, che e' l'unica azione degna da fare poi se volete seriamente boicottare lo squallido star-system mediatico su cui mangiano solo gli speculatori e agli artisti danno una paga che manco dietro al bancone di un Merdonalds...andate a trombare anziche' ammuffirvi davanti alla TV !meno dvd, meno pippe !
    • Maxim0 scrive:
      Re: Sarkozy ha RAGIONE !
      Forse e' il caso che te ne fai una anche tu, ti vedo agitato......
    • River2 scrive:
      Re: Sarkozy ha RAGIONE !
      Mi dispiace ma hai torto...Una cosa giusta però l'hai detta: i consumatori possono snobbare i prodotti commerciali,ed è esattamente quello che faranno. L'industria andrà in rovina ugualmente e stavolta non c'entrerà il P2P perchè i consumatori, privati dei loro diritti fondamentali assai più importanti, non pagheranno ne la connessione internet e neanche alcun prodotto commerciale come software, dvd, cd ecc. Bel guadagno...Ma rispetto le tue idee ignoranti, se pur molto discutibili...e con questo non voglio certo offenderti sia chiaro. Hai detto la tua opinione e io ho detto la mia.
    • Dubbio De Dubbi scrive:
      Re: Sarkozy ha RAGIONE !
      Dal tuo punto di vista è così, ma dato che il tizio in questione ha fatto passare quella legge, senza dimostrare pubblicamentye che ogni volta che vede, ascolta, pensa, ricorda cose appartenenti alla major, versa l'obolo dovuto, mi aspetto che gli taglino al più presto la connessione ADSL di cui gode....
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Sarkozy ha RAGIONE !
      contenuto non disponibile
      • Robba scrive:
        Re: Sarkozy ha RAGIONE !
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: Il Detrattore


        nessuno vi obbliga a comprare prodotti del
        tutto

        SUPERFLUI

        come

        dvd e cd !

        Esatto Detrattore!
        Questa frase la scrissi identica io anni fa.
        Ah, l'ho anche registrata con norma del diritto
        d'autore.
        Avendo ora tu infranto il mio copyright, per
        coerenza, sei pregato di disconnetterti a vita da
        internet.
        Addio.Grazie!(rotfl) (rotfl) (rotfl)
    • vday scrive:
      Re: Sarkozy ha RAGIONE !
      - Scritto da: Il Detrattore

      andate a trombare anziche' ammuffirvi davanti
      alla TV
      !
      meno dvd, meno pippe !Ecco! Inizia ad andarci TU invece di stare a sparare cxzzate qui! O non hai "IL GIOCATTOLO" eh?????(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
    • 01234 scrive:
      Re: Sarkozy ha RAGIONE !
      olezzo di troll...
    • palle scrive:
      Re: Sarkozy ha RAGIONE !
      - Scritto da: Il Detrattore
      scrocconi, pirati, e chiunque non paghi per
      usufruire di un prodotto commerciale NON HA
      NESSUN diritto di parola
      !

      nessuno vi obbliga a comprare prodotti del tutto
      SUPERFLUI
      come
      dvd e cd !

      non e' affar vostro quanto i PRODUTTORI, che
      investono rischiano e producono, decidano di
      vendere i loro sudati
      prodotti.

      voi come consumatori potete benissimo snobbarli,
      che e' l'unica azione degna da fare poi se volete
      seriamente boicottare lo squallido star-system
      mediatico su cui mangiano solo gli speculatori e
      agli artisti danno una paga che manco dietro al
      bancone di un
      Merdonalds...

      andate a trombare anziche' ammuffirvi davanti
      alla TV
      !
      meno dvd, meno pippe !Straquoto e condivido!!!!
    • p4bl0 scrive:
      Re: Sarkozy ha RAGIONE !
      ma sarà il vero Detrattore?
    • asd scrive:
      Re: Sarkozy ha RAGIONE !
      che ragionamento e'? -.- allroa io nonascolto piu' musica perche' devo andare a trombare? e se trombo melgio con la musica?stai dicendo trollate da recoprd, visto che io vorrei PAGARE GLI ARTISTI E NON I MANAGER DEL CAZZO per i cocnerti ecc c'e' internet ormai i falliti della siae dovrebebero andare in pensione
    • Funz scrive:
      Re: Sarkozy ha RAGIONE !
      Ma sei ancora qui? Non te ne eri tornato nella tua amata Cina? (patria delle contraffazioni tra l'altro :p )
      • Metal scrive:
        Re: Sarkozy ha RAGIONE !
        - Scritto da: Funz
        Ma sei ancora qui? Non te ne eri tornato nella
        tua amata Cina? (patria delle contraffazioni tra
        l'altro :p
        )No, scusa, colpa mia... ho lasciato ancora la gabbia dello scimmione aperta...(rotfl)(rotfl)
    • Ha torto scrive:
      Re: Sarkozy ha RAGIONE !
      Invece Sarkozy ha torto perché non si può privatizzare la giustizia. In un paese democratico dev'essere un giudice a decidere se stavo scaricando o meno opere protette da copyright e a farmi pagare il dovuto, multa o carcere che sia. E' inammissibile lasciare compiti giuridici all'industria che sia quella della musica, dei film o qualsiasi altra e se ci sono mai state delle buone ragioni per andare in piazza questa è una di quelle. A suo confronto tutto il baccano per la riforma Gelmini dovrebbe impallidire.
      • fabio scrive:
        Re: Sarkozy ha RAGIONE !
        bah...secondo me, pur a malincuore il discorso di base fila.c'è un prodotto, per cui l'artista in primis investe e con lui altri.se lo vuoi, paghi, non lo rubise lo vuoi, ma critichi il sistema in quanto il prodotto è troppo costoso o non porta beneficio in prima persona a chi secondo te lo merita (artista), protesta, non rubarlofacendo un parallelismo, è come andare a rubare prodotti alimentari perchè all'agricoltore arriva solo una minima parte di quello che li paghiamo.anzi forse essendo il cibo bisogno primario, sarebbe + giustificabile,ma (normalmente) nessuno lo fa o almeno non dice che lo fa perchè è in atto un'ingiustizia verso il vero produttore della merce.Quindi è un peccato, probabilmente non è la soluzione definitiva, ma di base, non è sbagliata. chi ruba, ha torto.
        • anonimo scrive:
          Re: Sarkozy ha RAGIONE !
          - Scritto da: fabio
          bah...secondo me, pur a malincuore il discorso di
          base
          fila.

          c'è un prodotto, per cui l'artista in primis
          investe e con lui
          altri.
          se lo vuoi, paghi, non lo rubi
          se lo vuoi, ma critichi il sistema in quanto il
          prodotto è troppo costoso o non porta beneficio
          in prima persona a chi secondo te lo merita
          (artista), protesta, non
          rubarlo

          facendo un parallelismo, è come andare a rubare
          prodotti alimentari perchè all'agricoltore arriva
          solo una minima parte di quello che li
          paghiamo.anzi forse essendo il cibo bisogno
          primario, sarebbe + giustificabile,ma
          (normalmente) nessuno lo fa o almeno non dice che
          lo fa perchè è in atto un'ingiustizia verso il
          vero produttore della
          merce.

          Quindi è un peccato, probabilmente non è la
          soluzione definitiva, ma di base, non è
          sbagliata. chi ruba, ha
          torto.Hai perfettamente ragione: ma vedo che quasi tutti i post qui sono di gente che ha perso la testa.
          • Fringuello scrive:
            Re: Sarkozy ha RAGIONE !
            No, il discorso è ben diverso.Se tu mi righi la macchina e ti ingiungo di pagarmi la riparazione senza che tu riconosca il torto si chiama "tentativo di estorsione". Non sei tu il giudice della situazione che "decide" e "esegue" tu sei al massimo la parte lesa se ti viene riconosciuto il danno in sede processuale.Stesso discorso qua. In pratica viene concesso indiscriminatamente a un ISP (che istituzionalmente non rappresenta alcunchè) la possibilita' di sospendere un servizio previo avviso. Il "@" è chi permette queste manovre con il suo assenso perchè se un tempo certe "MINCHIATE" non passavano legislativamente parlando per la loro "inattuabilita'" (controllare ogni singolo individuo) ora piano piano si sta delegando ad altri (enti/istituzioni/privati) il permesso di farsi "ben piu' cazzi di quanto sarebbe lecito".Con una manovra del genere:1) l'Isp fa quel che gli pare previa minaccia piu' o meno velata (in pratica faranno come in Italia ^_^)...2) economicamente parlando non ha alcun peso sul bilancio dello stato visto e considerato che viene tutelata una minoranza lavorativa...1a) in realta' è tutto a discrezione dell'ISP l'attuabilita' o meno del procedimento in quanto non si capisce perchè mai un Isp dovrebbe fare realmente qualcosa e non chiudere "perennemente" un occhio. In fin dei conti il suo cliente è l'utente... non il detentore dei diritti della presunta opera che viene scaricata.
  • Nilok scrive:
    Libertà di Comunicare
    Il P2P fa gola a qualcuno?E' impossibile impedire la libera comunicazione.Se il P2P verrà fermato (cosa che non credo...) si troverà sicuramente una forma alternativa di comunicazione.La Francia fa la solita brutta figura...Certo non si deve violare il "diritto d'autore" ma, come spesso ho fatto presente, sarebbe il caso di riconsiderare QUANTO deve pagare di "diritto d'autore" una televisione che trasmette un Film e quindi LO METTE A DISPOSIZIONE DI TUTTI !...ricordiamocene quando andiamo ad eleggere i nostri "rappresentanti" politici...A prestoNilok
    • fred scrive:
      Re: Libertà di Comunicare
      La Francia non e' nuova a leggi e leggine del genere ottenute grazie alle forti influenze del Vivendi nella politica (ora forti piu' che mai);alcuni di voi si ricorderanno la famosa legge che porto' un insegnante in tribunale in cui quasi tutti i politici si schierarono contro la stessa legge che avevano votato, e se non sbaglio il tribunale la affosso';in ogni caso la costituzione Francese non e' molto diversa da quelle europee; significa che se dimostri che oltre a scaricare il materiale per cui sei stato contestato scarichi materiale legale o fai altre attivita' legali come scaricare la posta o semplicemente cerchi informazioni sul web puoi ottenere la revoca immediata della sospensione della connessione.Difatto e' come se prendessi a calci una persona, questa ti denunciasse e ti proibissero di indossare le scarpe in generale.
  • Orazio Mallegni Esolo scrive:
    Mettiamo di voler danneggiare qualcuno..
    Bastano tre requisiti:-Trovare un cittadino Francese con la linea "vulnerabile"-Avere un minimo di bastardaggine-Usare la linea del suddetto cittadino per scaricarsi qualche porcheriaEcco fatto, l'ignaro navigante si vede staccata la spina a vita e poi son cavoli suoi.Speriamo che questa legge passi anche in Italia, mi sembra equilibrata e ragionevole.
  • 01234 scrive:
    sappiamo bene tutti
    ...chi ci guadagna col diritto d'autore così fieramente difeso...gli artisti famosi un po', tutti gli altri nulla, gli editori da morire...peccato che molti che scaricano sul p2p non ci fosse quest'ultimo non spenderebbero che poco (se non niente) per via di crisi e prezzi alti (sulla qualità mi pare troppo soggettiva e non mi pronuncio, mettiamo anche sia tutto oro)quindi solo un modo per essere più odiati e stimolare metodi alternativi (tor, freenet, crittaggio p2p etc)
  • Massi cadenti scrive:
    Ah sì?
    Meglio: si diffonderanno più velocemente i p2p crittati, e tanti saluti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2008 00.52-----------------------------------------------------------
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Ah sì?
      contenuto non disponibile
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ah sì?
        Tradotto: non vogliono spendere solti per investire.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Ah sì?
          contenuto non disponibile
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ah sì?
            Però considera che un grande traffico viene generato anche per altre applicazioni, oltre al p2p, come il video streming oppure il gioco online.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ah sì?
            contenuto non disponibile
          • smuzzz scrive:
            Re: Ah sì?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Sgabbio

            Tradotto: non vogliono spendere solti per

            investire.

            D'altra parte quando il 3% dei propri clienti fa
            il 50% del traffico (cifre inventate ma non mi
            sorprenderebbero affatto)allora sara' il caso che stacchino la connessione a chi vede 3 video di youtube, il traffico p2p e' in calo e il video streaming in forte aumento.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ah sì?
            contenuto non disponibile
          • zzz scrive:
            Re: Ah sì?
            Considerato che quel 3% ha pagato tutta la banda che usa, direi che sono nel lecito.Vendere banda che non si può fornire si chiama truffa (e lo fanno tutto).
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ah sì?
            contenuto non disponibile
  • WilP2P scrive:
    Soldi pubblici ai RICCONI
    Vogliono imbavagliare e controllare Internet. Questo è il loro ultimo scopo. I cittadini dovranno combattere per non farsi prendere in giro e derubare dai magnaccia delle major insediati nei governi e nei parlamenti.
  • francososo scrive:
    Tonfa panaia nel p2p!
    Anche i politici francesi quando ci si mettono d'impegno ricordano vagamente i politici nostrani ! (ghost)(ghost)W la France W l'Italie W la merde !
    • jfk scrive:
      Re: Tonfa panaia nel p2p!
      - Scritto da: francososo
      Anche i politici francesi quando ci si mettono
      d'impegno ricordano vagamente i politici nostrani
      !
      (ghost)(ghost)
      W la France W l'Italie W la merde !Si peccato che adesso il popolo francese gli fara' il culo.In quanto a compatezza nelle proteste i francesi non hanno eguali. Mi sa che "Sarco" dovra pensare un po' di piu' a Carla, invece che ad incassare tangenti.
      • fred scrive:
        Re: Tonfa panaia nel p2p!

        Mi sa che "Sarco" dovra pensare
        un po' di piu' a Carla,lei e' la tangente pagata dall'industria a Sarko' per ottenere i favori che vogliono, ho anche il dubbio che sia lei a prendere certe decisioni; anche il farle incidere un disco era stata un'operazione orchestrata per sensibilizzarli al caso.....
      • Get Real scrive:
        Re: Tonfa panaia nel p2p!
        I Francesi scendono in piazza per difendere stipendi e posti di lavoro. Per il P2P e la "libertà su internet" si muoveranno quattro sfigati che verranno identificati dalla Polizia e poi sistemati con calma uno alla volta.
        • 01234 scrive:
          Re: Tonfa panaia nel p2p!
          se sono tanto sfigati non verranno affatto sistemati, credo :-)
        • ullala scrive:
          Re: Tonfa panaia nel p2p!
          - Scritto da: Get Real
          I Francesi scendono in piazza per difendere
          stipendi e posti di lavoro. Per il P2P e la
          "libertà su internet" si muoveranno quattro
          sfigati che verranno identificati dalla Polizia e
          poi sistemati con calma uno alla
          volta.Chi vivrà vedrà... contiamoli dopo i "sistemati" secondo me saranno pochini... perché fossero tanti sarebbero c... molto ma molto amari!Ti va una scommessina pubblica con soldino in palio depositato da un notaio o sei solo un bla bla bla?
    • 01234 scrive:
      Re: Tonfa panaia nel p2p!
      senti però vive la merde è eccezionale :-D(che poi....un po' è vero...stai senza farla una settimana... :-D )come comicità fa il paio coll'incipit dell'articolo: "Insieme abbiamo difeso al Senato il diritto d'autore". ROTFLISSIMO
Chiudi i commenti