Caricatore wireless: lo avevi mai immaginato in bambù?

Caricatore wireless: lo avevi mai immaginato in bambù?

Un caricatore wireless in bambù offre la stessa ricarica, ma con un impatto estetico molto più caldo, elegante e naturale: guarda questa offerta.
Un caricatore wireless in bambù offre la stessa ricarica, ma con un impatto estetico molto più caldo, elegante e naturale: guarda questa offerta.

Hai mai pensato di possedere un caricatore wireless in bambù? Ebbene, potrebbe essere una scelta molto più elegante e conveniente di quanto non immagini: 14,99 euro, niente di più. Perché anche il bello può costar poco quando incontra uno sconto del 50% e un occhio sensibile al di qua dello schermo. Bello e sostenibile: attenzione al bambù, in grande crescita anche in Italia grazie a proprietà prodigiose sia per l’arredamento che per il positivo impatto ambientale che può offrire.

Opzione bambù

Molto spesso la tecnologia tende a presentarsi con design etereo, superfici lucide, elementi luminosi, colori definiti ed omogenei. Queste caratteristiche possono apparire coerenti e lineari in sé ma, se immerse in un contesto naturale, disperdono la loro bellezza apparente per apparire posticce, plasticose, artificiali. La scelta del bambù è dunque uno stratagemma adottato già in molti contesti grazie alle caratteristiche estetiche e fisiche di questo elemento.

Caricatore wireless in bambù

La forma è quella tradizionale: un elemento sporgente per ospitare Airpods e smartwatch, più un piano orizzontale sul quale appoggiare lo smartphone. A differenza delle scelte della concorrenza, però, Veelink adotta una livrea in legno, con venature chiaramente visibili ed un impatto estetico molto più caldo e naturale. Per questo motivo lo si può adottare davvero ovunque, presentandosi come un elemento d’arredo che non andrà mai nascosto.

Ricarica rapida garantita per tutti i dispositivi di nuova generazione, design impeccabile per ogni tipo di arredamento: forgiato dall’innovazione dentro, scolpito nel legno fuori. Chi ha mai detto che la tecnologia debba avere sempre e soltanto certe forme e certi colori dettati da una visione deliberatamente industriale? Ben venga l’alternativa in bambù, ben venga il bello.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 1 lug 2021
Link copiato negli appunti