Caro-roaming, l'Europarlamento dice sì ai tagli

Arrivano i primi pareri favorevoli sul programma di riduzione dei costi di roaming internazionale guidato dal commissario Viviane Reding

Roma – Il caro-roaming sembra davvero avere i mesi contati: dal Parlamento europeo, la scorsa settimana, sono infatti arrivati vari pareri favorevoli alle proposte di riduzione delle tariffe presentate dalla Commissione Europea.

All’Europarlamento, infatti, la Commissione Affari Economici e Monetari ha votato a favore del programma sulla regolamentazione finalizzata a ridurre entro la prossima estate i costi dei servizi di roaming internazionale. Si parla di un programma di riduzioni consistenti (tra il 60 e il 70 per cento) in relazione a tariffe che Viviane Reding, commissario europeo per la società dell’informazione e i media, ha più volte definito come spropositate e su cui ha aperto, dal 2006 , una vera e propria campagna per la riduzione.

Anche le commissioni Cultura e Istruzione e Mercato Interno e Protezione dei Consumatori hanno dato il proprio benestare al programma. A questo punto, l’appuntamento è per il 12 aprile, data in cui la commissione Industria, Ricerca ed Energia dovrebbe esprimere il proprio voto. In seguito la proposta dovrà passare, in maggio, al vaglio dell’Assemblea plenaria del Parlamento UE per poi procedere, il 7 giugno, verso il Consiglio UE dei Ministri delle Telecomunicazioni.

L’iniziativa, come noto, non ha mancato di incassare notevoli resistenze da parte degli operatori telefonici rappresentati dalla GSM Association , che in caso di applicazione della nuova regulation sul roaming si vedrebbero ridurre una fetta consistente dei propri ricavi.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    basta intermediari!!!
    Mi spiace per i tabaccai ma oggigiorno con internet gli intermediari stanno diventando sempre più inutili... è la legge del mercato... inoltre con le leggi antifumo vi tocca vendere pure meno tabacco... mai pensato di cambiare lavoro? :P ok forse ho po' esagerato... ma è la verità...
    • Anonimo scrive:
      Re: basta intermediari!!!
      Tabaccai = venditori di tabaccoMica venditori di ricariche :)Spiace pure a me ma ci sono 50 milioni di modalità per ricaricare oggigiorno, se scioperano ci smenano e basta, non otterranno mai nulla
    • Anonimo scrive:
      Re: basta intermediari!!!
      - Scritto da:
      Mi spiace per i tabaccai ma oggigiorno con
      internet gli intermediari stanno diventando
      sempre più inutili... è la legge del mercato...
      inoltre con le leggi antifumo vi tocca vendere
      pure meno tabacco... mai pensato di cambiare
      lavoro? :P ok forse ho po' esagerato... ma è la
      verità...mica tutti si possono fare l'internet per fare una ricarica !!! e poi ci vuole pure la carta di credito !!!Questa legge, a noi poveretti ci ha dato solo casini, oltretutto sono sparite le ricariche da 4 euro e io ai miei figli sono costretto a farene una da 10 euro !!!Prima me la cavavo con 16 euro mensili adesso ce ne voglino 40 !!!Questa legge fatta per aiutarci ci ha invece danneggiato ancora di piu' ! (e gli dobbiamo pure dire grazie)
      • Anonimo scrive:
        Re: basta intermediari!!!
        Insegnagli l'uso razionale del cellulare O)
        • Anonimo scrive:
          Re: basta intermediari!!!
          - Scritto da:
          Insegnagli l'uso razionale del cellulare O)"razionale" e "cellulare" sono 2 termini mutuamente opposti.Ho visto gente suicidarsi perchè non ne poteva piu' di pagare i costi di ricarica ...
  • Anonimo scrive:
    e a noi che ce frega?
    Beh..io e tutta la mia famiglia da anni ricarichiamo via web (si può dal sito dei gestori,tramite la banca,etc.etc.).Quindi posso solo dire "ma che ce frega ma che c'emporta...".Sarà l'ora di farla finita di far pagare al consumatore il fatto che in troppi vogliono guadagnarci? :|
    • Anonimo scrive:
      Re: e a noi che ce frega?
      - Scritto da:
      Beh..io e tutta la mia famiglia da anni
      ricarichiamo via web (si può dal sito dei
      gestori,tramite la
      banca,etc.etc.).
      Quindi posso solo dire "ma che ce frega ma che
      c'emporta...".
      Sarà l'ora di farla finita di far pagare al
      consumatore il fatto che in troppi vogliono
      guadagnarci?

      :|peccato che via web non si possano fare le ricariche da 4 euro :(
  • Anonimo scrive:
    O_O
    Boh, la ricarica la compro all'esselunga cosi mi salgono i punti fidaty 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: O_O
      - Scritto da:
      Boh, la ricarica la compro all'esselunga cosi mi
      salgono i punti
      fidaty

      8)Buono a sapersi, molti altri supermercati non danno punti per giornali e ricariche telefoniche.
      • Anonimo scrive:
        Re: O_O
        io preferivo comprarla dai tabaccai che si trovano ovunque e non dover fare 40 km per comprare una ricarica.
Chiudi i commenti