UE: distruggere il caro-roaming alla radice

Anche se i carrier annunciano tagli, ciò non sembra soddisfare la Commissione Europea, che propone l'abbattimento pressoché integrale delle maggiorazioni tariffarie tra reti mobili estere

Roma – Si potrebbe arrivare persino ad una nuova normativa europea che regoli i costi di roaming e porti ad una loro sostanziale riduzione . Questa l’impressione che si ha delle prospettive nell’Unione Europea analizzando le ultime notizie su quanto si agita a Bruxelles.

La Commissione Europea, come è noto , ritiene eccessive le tariffe applicate dagli operatori europei sui servizi di roaming, addebiti che rendono spesso assai costose le chiamate di chi si trova all’estero. Dato che il mercato, secondo il commissario TLC Viviane Reding, non sembra volersi adeguare in tempi brevi, il prossimo passo potrebbe essere proprio una mossa d’imperio per abolirle.

Vodafone e T-Mobile UK , nella speranza di incontrare il favore della Commissione europea avevano annunciato, nei giorni scorsi, l’intenzione di ridurre tali tariffe: il primo, in particolare, ha ufficializzato le tariffe che ha intenzione di applicare entro aprile 2007. Non solo: una serie di accordi wholesale che verranno stretti con gli altri operatori dovrebbe portare ad un “ambiente tariffario” più vicino alle aspettative dei consumatori.

Ma queste manifestazioni di buona volontà non devono essere state ritenute sufficienti dalla Commissione: Reding, attraverso un portavoce, ha reso noto che procederà con una proposta di normativa per l’eliminazione dei costi di intercomunicazione tra operatori di reti mobili di diverse nazioni: “È un buon segnale da parte delle aziende, ma si deve fare di più. Andremo avanti con la nostra proposta, che andrà a beneficio di tutti gli utenti europei, e non solo dei clienti di un determinato operatore”.

Si concluderà venerdì la consultazione pubblica relativa alla proposta di legge di Viviane Reding, con la quale si introdurrebbe il principio della “tariffazione domestica”, ossia di un criterio di applicazione di costi molto vicino alle tariffe “nazionali” anche per coloro che devono contattare (o attendono contatti da) utenti di reti mobili estere.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • samuele gallori scrive:
    wifi free piazza indipendenza
    In piazza Indipendenza ci pensa il Cafè Deluxeè, offrendo la connessione gratuita a Internet, senza limiti di tempo, grazie al servizio WiFiSMS si Internetrain srl.WiFi Freewww.cafedeluxee.com
  • dai retta scrive:
    sono passati un po' di mesi
    a che punto siamo con il wireless a firenze?
  • Anonimo scrive:
    Re: Firenze, prima provincia wireless d'
    La più Estesa Rete Wirelesss Attualmente Già attiva dal 2004 rimane quella della Comunità Montana Alta Langa (www.altalanga.cn.it) realizzata totalmente con tecnologie open source e con tecnologia Wi-Fi/SAT.La rete era stata realizzata nel 2004 dalla Società Applicazioni Internet.
  • Anonimo scrive:
    Speriamo.......
    Ottima notizia davvero :DSperiamo che i prezzi siano decenti.....
  • Anonimo scrive:
    Aspettiamo di vederla
    Per ora si tratta di un bel progettone anche molto costoso (che fra l'altro non prevede la connessione dell'utente finale: la rete si attesta sulle sedi comunali e lì muore).Vediamo fra un anno come va a finire
  • Anonimo scrive:
    Per me fa MALE!!!
    Secondo me non fa bene alla salute... sono davvero arrabbiato per questa notizia... :@ :@ :@Dico sul serio, non si può far pesare il digital divide sulla salute di grande parte della popolazione a cui non gliene frega niente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per me fa MALE!!!
      in italia ci sono piu cellulari che anime.un cellulare secondo,le condizioni ,emette,un campo elettromegnetico sulla personache lo usa che varia da 10 a 25v/m (la soglia e' 6v/m).un AP,non ho fatto calcoli,non credo che arrivi ad 1v/m....c'e'una bella differenza....e poi,dopo 15 anni di telefonia cellulare,dove sono i malati???bisogna preoccuparsi di cose piu'serie.al giorno d'oggi gli unici effetti dimostrati sono quelli derivatidai cavi dell'alta tensione,pardon altissima tensione.parlo di 300MW o superiore,su di essi ci sono dati che confermano illegame con forme di leucemia infantile.c'e'qualcosa anche al riguardo dei ponti radiotelevisivi,dove le potenze in gioco sono enormi,per non dire,da tecnico esagerate.ma su di questi c'e'tutto ancora da dimostrare anche se qualche sospetto c'e'.una qualche considerazione....sbraitiamocontro le antenne della telefonia cellulare,ma non cipreoccupiamo del nostro cell.tenuto vicino i nostri organivitali,non vogliamo le antenne ma c'incazziamo quando no c'e'segnale,siamo la nazione che da piu cell. ai bambini,cosi,da genitori ci laviamo la coscenza,siamopreoccupati di un'antenna posta a 100m dalla nostracasa ma,se siamo convinti che i campi elettromagneticifanno male,non ci preoccupiamo di cosa abbiamo in casa.il mio parere e che come al solito siamo esagerati,ci fidiamodi piu del comitato di quartiere,tutti col cell. in tasca,ma nonc'informiamo seriamente....ripeto,ci sono situazioni benpiu serie di cui preoccuparsi di un AP o di una celle telefonica....
    • Charlie Roche scrive:
      Re: Per me fa MALE!!!
      Lei abita su una montagna kilometri da tutto?Non ha mai usato un telefonino?Se la sua risposta a queste due domande è sì, allora va bene, altrimenti mi sa che non è al corrente del mondo in cui abita.Vuole la pillola rossa? =)
  • Anonimo scrive:
    Wi-Fi: Che differenza c'e' con l'UMTS ??
    Che differenza c'e' tra il Wi-Fi e l' UMTS ?Ho un collega in ufficio che si connette spesso a internet dall'automobile col suo telefonino, via UMTS. Mi ha fatto vedere come funziona.. va davvero veloce (paragonabile quasi a una ADSL 640k).Ma allora la domanda che mi faccio e': se c'e' gia l'UMTS, e la copertura e' nazionale, visto che e' quella dei telefonini, perche' dovremmo raddoppiare la copertura ( = ripetitori, ponti, tralicci, etc) con i segnali Wi-Fi quando ci sono gia' quelli UMTS ???Al limite, spingiamo l'Antitrust a far abbassare alle societa' di telefonia mobile il costo del loro servizio UMTS ed e' fatta.. no ??
    • Anonimo scrive:
      Re: Wi-Fi: Che differenza c'e' con l'UMT
      - Scritto da: [CUT]
      Al limite, spingiamo l'Antitrust a far abbassare
      alle societa' di telefonia mobile il costo del
      loro servizio UMTS ed e' fatta.. no
      ??La falla nel tuo ragionamento sta proprio qua... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Wi-Fi: Che differenza c'e' con l'UMT
      Perchè l'UMTS non è il Wi-Fi e non è neppure lontanamente paragonabile a livello di prestazioni (neppure a li vello di sicurezza purtroppo).Se la copertura wi-fi fosse totale e la sicurezza fosse implementata in maniera migliore, l'umts potrebbe anche andare a farsi benedire assieme al gsm.
      • markoer scrive:
        Re: Wi-Fi: Che differenza c'e' con l'UMT
        - Scritto da:
        Perchè l'UMTS non è il Wi-Fi e non è neppure
        lontanamente paragonabile a livello di
        prestazioni (neppure a li vello di sicurezza
        purtroppo).Genericamente parlando, infatti, ci sono ben pochi protocolli MENO sicuri del Wi-Fi. Ma ovviamente, dipende tutto da come viene implementato.
        Se la copertura wi-fi fosse totale e la
        sicurezza
        fosse implementata in maniera migliore, l'umts
        potrebbe anche andare a farsi benedire assieme
        al gsm.Non credo proprio. Il Wi-Fi non sarà mai in grado di offrire una rete adatta alla fonia, dato che non è nato per questo.Hai mai provato ad usare una UMTS access card su un treno? io l'ho usata su un Amsterdam-Francoforte, e devo ammettere che a 300 Km/h ho avuto qualche problema a passare da un ponte ad un altro - ma se avessi avuto l'UMTS, non avrei probabilmente trasmesso manco un byte.Quindi non diciamo idiozie...Cordiali saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Wi-Fi: Che differenza c'e' con l'UMT
      L'umts nasce come standard per la comunicazione voce, il wi-fi nasce come standard per la trasmissione dati, il secondo è nettamente più performante.
      • markoer scrive:
        Re: Wi-Fi: Che differenza c'e' con l'UMT
        - Scritto da:
        L'umts nasce come standard per la comunicazione
        voce, il wi-fi nasce come standard per la
        trasmissione dati, il secondo è nettamente più
        performante.No, l'UMTS nasce per la comunicazione voce E dati.Cordiali saluti
    • Charlie Roche scrive:
      Re: Wi-Fi: Che differenza c'e' con l'UMTS ??
      Il problema è che non c'è copertura per l'UMTS... Non so se hai mai provato a collegarti con un telefonino "UMTS" ad internet che, guarda caso, va lentissimo. Perchè? semplice, quando non trova abbastanza copertura UMTS va automagicamente sulla rete GPRS che va decisamente di m****. Il costo dell'infrastruttura per avere una rete UMTS rispetto al costo della creazione di una rete wireless che appoggia su una rete già parecchio sviluppato sono uno scherzo. Ecco perchè Vodafone e compagnia bella non vogliono la rete wireless. Hanno investito pesantamente su quella rete e vogliono che lo usiamo.
  • Anonimo scrive:
    E la salute?
    La domanda che ora ci sorge spontanea pero' e' la seguente: "ma con la salute,come la mettiamo"?Gia' abbiamo i cellulari sempre su di noi (fisicamente a contatto con la pelle) per molte ore al giorno tutti i giorni, se poi dobbiamo anche avere un rice-trasmettitore nel PC, a pochi cm dal corpo, costantemente acceso, che ne sara' della nostra salute?mah..
    • Anonimo scrive:
      Re: E la salute?
      La potenza trasmissiva del wireless è così bassa da non essere preoccupante, sicuramente non a paragone delle radiazioni emesse da un cellulare
    • Anonimo scrive:
      Re: E la salute?
      Vogliamo parlare delle emissioni dei network radio/tv?Non scherziamo, il wireless è NULLA se paragonato a tutto il resto. Ma dico proprio tutto perchè il wireless nella scala di potenze è forse quello che incide di meno di tutti.1 access point: 0,1 Watt eirp1 ponte di telefonia cellulare 4 Watt?1 ponta radio FM da 4 a 200.000 Watt?Dai, fate le proporzioni e smettete di cercare il pelo nell'uovo quando avete già una trave nell'occhio. ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: E la salute?
        Errata corrige:Ponte radio: da 4.000 a 200.000 Watt
        • elcabesa scrive:
          Re: E la salute?
          se vuoi essere pignolo l'intensità di un campo elettromagnetico decresce come 1/(r^2)... quindi forse un telefono cellulare da 1W in tasca a circa 3 cm dai testicoli o forse 10 cm da altri organi non è che faccia così bene............fa sicuramente più male di un access point messo a 20 metri di distanda ....se poi sbaglio corraggetemi
  • Anonimo scrive:
    Articolo di REPUBBLICA.IT
    A seguire il problema della connettivita' a larga banda nelle aree non coperte dalll'adsl dei grossi provider tipo Telecom ci si sono messi (finalmnente) anche i giornali nazionali.Su Repubblica.it di oggi per esempio c'e' un articolo su un esperimento del politecnico di torino per coprire la Savoia..http://www.repubblica.it/2006/a/sezioni/scuola_e_universita/servizi/robotica/wi-fi-verrua-savoia/wi-fi-verrua-savoia.html
  • Anonimo scrive:
    Anche a Bergamo..
    ..mesi fa la Regione aveva stanziato 1 milione di euro per un progetto di copertura wireless di 46 comuni delle valli bergamasche...Poi è saltato fuori che tale rete sarebbe stata destinata solamente agli enti pubblici...E comunque non si è saputo più nulla...
  • again scrive:
    che ipocriti
    abbiamo chiesto di scavare per far passare un cavo in fibra fra 2 sedi della nostra azienda lontani circa 1 km, il provider si è sentito rispondere dal comune di firenze che se vogliono scavare devono pagare un balzello di 60 al metro (AL METRO) per un totale di 60.000.e' così che a firenze vogliono favorire la connettività? dove salta fuori questo balzello?E noi come facciamo a fare lavorare 200 persone in questo nuovo sito? poi ci si lamenta che manca il lavoro...mavalà... (propio per non dire qualcos'altro)
    • Anonimo scrive:
      Re: che ipocriti
      Non potete mettere un ponte radio ad alta frequenza (2 Ghz)?Ne ho visti recentemente ad una fiera di elettronica: trasmissione dati ad alta velocita' tra due o piu' sedi via ponte radio a 2 Ghz.. Si mettono le antenne (basta che siano in vista tra loro) ed e' fatta.
      • Anonimo scrive:
        Re: che ipocriti
        Si ma c'è qualche leggera differenza fra il ponte radio e la fibra ottica... certo che piuttosto che niente, è meglio "piuttosto".
      • markoer scrive:
        Re: che ipocriti
        - Scritto da:
        Non potete mettere un ponte radio ad alta
        frequenza (2
        Ghz)?

        Ne ho visti recentemente ad una fiera di
        elettronica: trasmissione dati ad alta velocita'
        tra due o piu' sedi via ponte radio a 2 Ghz..


        Si mettono le antenne (basta che siano in vista
        tra loro) ed e'
        fatta.No, è ILLEGALE. Non puoi installare comunicazioni radio non autorizzate se non nell'ambito di un TUO spazio chiuso. Nel momento che tra una tua sede e l'altra c'è una proprietà di qualcun altro, non ci puoi fare passare una trasmissione dati via radio.Cordiali saluti
  • Anonimo scrive:
    Fatti, non progetti
    Olè, ecco l'ennesimo progetto wireless presentato in pompa magna (evvai con le tartine pagate dal contribuente).Peccato che come sempre i tempi di realizzazione pratica slitteranno etc etcMa tranquilli, il progetto verrà implementato.Appuntamento alla prossima tartinata.
  • Anonimo scrive:
    Re: Firenze, prima provincia wireless d'Italia
    Peccato che sia un po' irregolare .. e mi sono mantenuto.Art.6 Codice delle Comunicazioni Elettroniche. Misure di Garanzia ...Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Firenze, prima provincia wireless d'
      Forse arrivati a un certo punto non sarebbe il caso di iniziare a pensare che forse sono le leggi un po' "irregolari" visto che siamo il fanalino di coda dell'europa?Negli altri stati, anche più civili rispetto al nostro, il wireless è libero. Forse è perchè noi plebei siamo una massa di zoticoni? Sarebbe il caso di fare una riflessione.
  • Anonimo scrive:
    Responsabilità
    Come gestiranno l'autenticazione? perche' immagino abbiano pensato di gestirla. Perche' dubito che intendano farsi carico delle responsabilità amministrative / penali derivanti dal lasciare libero accesso a qualche centinaio di migliaia di utenti per un tempo illimitato.Qualcuno e' al corrente?
  • Anonimo scrive:
    Anche la Sicilia...e già è iniziato...
    Maq nn fatemi ridere...la regione siciliana ha avviato il progetto fibra ottica/wireless dall'estate scorsa...ma come le venite a sapere le cose ?? a pezzi ?? ma informatevi prima di dire cazzate...e ve l'ha sottolineato anke l'utente di macerata ke anke lì sn già al lavoro...e qui in sicilia ci sn 90 milioni di euro a fondo perduto...mica 5...e la società interessata nei lavori è la telnet se ricordo bene o fynet...booo
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche la Sicilia...e già è iniziato...
      - Scritto da:
      Maq nn fatemi ridere...la regione siciliana ha
      avviato il progetto fibra ottica/wireless
      dall'estate scorsaSi ma a Firenze anche anche intenzione di farla funzionare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche la Sicilia...e già è iniziato.

        Si ma a Firenze anche anche intenzione di farla
        funzionare.Ecco, bravo. Ci mancava, questa. Complimenti per il gentile contributo
  • Anonimo scrive:
    E IO PAGO
    CDO :'(
  • maceratino scrive:
    Anche Macerata ha un progetto in corso
    Anche la provincia di Macerata ha in corso di attuazione un progetto analogo.http://www.presidente.provincia.mc.it/progetto8.asp
  • Anonimo scrive:
    OT: Forza viola!
    Forza viola maremma cinniala....
  • Anonimo scrive:
    Re: Firenze, prima provincia wireless d'Italia
    Non dite fesserie! Se funzionasse sarebbe la manna dfal cielo! Io ora spendo 200 al mese per una HDSL
  • Anonimo scrive:
    ANCHE IN TRENTINO
    Anche il trentino si appresta a portare Wi-Fi in tutta la regione, per dare internet a larga banda a tutti quei comuni, paesi e paesini che telecom ancora non ha coperto (e sono tanti).Forza Wi-Fi !!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Ci sono altre priorità
    Ad esempio le fosse per le strade.A Firenze abbiamo delle buche spaventose, un traffico che a confronto il Lungotevere alle 18 è vuoto ed un'organizzazione della pulizia stradale da far pietà.Prima di lanciarsi in queste "Berlusconate", il comune farebbe bene a preoccuparsi di ben altre e più importanti questioni.Altro che tramvie e wireless!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci sono altre priorità
      - Scritto da:
      Ad esempio le fosse per le strade.

      A Firenze abbiamo delle buche spaventose, un
      traffico che a confronto il Lungotevere alle 18 è
      vuoto ed un'organizzazione della pulizia stradale
      da far
      pietà.

      Prima di lanciarsi in queste "Berlusconate", il
      comune farebbe bene a preoccuparsi di ben altre e
      più importanti
      questioni.

      Altro che tramvie e wireless!!!Secondo me hai ragione solo in parte.Comunque tieni conto che una società dell'informazione con adsl diffusa davvero ridurrebbe anche il traffico e i problemi che tu citi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci sono altre priorità
        Volevo rispondere qui:Non dite fesserie! Se funzionasse sarebbe la manna dfal cielo! Io ora spendo 200 al mese per una HDSL
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci sono altre priorità
      è più facile mettere un'antenna che rifare l'asfalto......purtroppo è così....
  • Anonimo scrive:
    impatto sulla salute?
    ho letto spesso su punto informatico che ci sono stati studi sull'impatto delle onde sull salute, ma i risultati sono stati spesso discussi senza una conlusione. ho letto circa un mese fa di quella scuola in USA dove i dispositivi wireless osno stati "bannati" per precauzione perchè non si aveva appunto un risultato certo sugli effetti del wireless.Mi domando...in italia.. in questa bellissima nazione di top managher di top ingegneroni di top politici e ti top tope (almeno quelle..) sono stati condotti degli studi sugli effetti del wireless su una "intera" città?!?!Se qualcuno ha info in riguardo per favore posti qualcosa
    • Anonimo scrive:
      Re: impatto sulla salute?
      [img]http://praxis.pha.jhu.edu/pictures/emspec.gif[/img]
    • Anonimo scrive:
      Re: impatto sulla salute?
      - Scritto da:
      ho letto spesso su punto informatico che ci sono
      stati studi sull'impatto delle onde sull salute,
      ma i risultati sono stati spesso discussi senza
      una conlusione. ho letto circa un mese fa di
      quella scuola in USA dove i dispositivi wireless
      osno stati "bannati" per precauzione perchè non
      si aveva appunto un risultato certo sugli effetti
      del
      wireless.

      Mi domando...
      in italia.. in questa bellissima nazione di top
      managher di top ingegneroni di top politici e ti
      top tope (almeno quelle..) sono stati condotti
      degli studi sugli effetti del wireless su una
      "intera"
      città?!?!

      Se qualcuno ha info in riguardo per favore posti
      qualcosaAnche ammesso che un qualche impatto sulla salute ci ofsse, che vorresti fare la frittata senza rompere le uova?Fa parte del gioco dell'industrailizzazione.Ma tu credi davvero che i prodotti agricoli che compri al mercato hanno ancora le stesse prorpietà nutrizionali di quelle che venfono coltivate, per es. me, nel prorpio orticello in modo biologico. Ho ritorni indietro ad una società meno tecnologizzata oppure accetti i rischi connessi a questa.Vorresti pure abolire la telefonia cellulare?
  • Anonimo scrive:
    Re: Firenze, prima provincia wireless d'Italia
    Parliamo di cose serie: costi? Sara' gratis? Faranno abbonamenti flat?Se e' una cosa conveniente potra' essere utilissimo dotarsi di palmare/cellullare con connessione wi/fi e con un client voip o skype.In pratica se coprono bene ed a prezzi concorrenziali ci sono i presupposti per fare dito medio alle compagnie telefoniche per le telefonate fra utenti mobili "cittadini" e per gli sms. Insomma una comunicazione a 360'. Uno magari e' a fare shopping e controlla se il prezzo del prodotto e' concorrenziale guardando su internet.Sei in autobus e ti leggi il giornale su internet.Si aprono tante possibilita'.Speriamo che per iniziare riescano a coprire le zone non raggiunte da adsl.. poi il resto si vedra'Angelo un po' troppo visionario. Scusatemi, e' colpa dell'ora.. :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Firenze, prima provincia wireless d'
    Forza Sinistra!Quando gli lasciano il tempo di fare le cose, la Sinistra è sempre quella che ha maggiori attenzioni, verso la gente..
    • Anonimo scrive:
      Re: Firenze, prima provincia wireless d'
      Innanzitutto non credo che la rete sia stata implementata in una settimana quindi lascerei stare la sinistra per una volta.In secondo luogo se ci si informa meglio si scopre che Firenze non è una "mosca bianca", per esempio qui ci sono catalogate altre iniziative di rilievo: http://www.wireless-italia.com/content/category/4/62/59/Per il momento direi che se dobbiamo ringraziare qualcuno meglio fare un plauso agli imprenditori che hanno lavorato sodo per rendere possibile queste cose piuttosto che i politici, IMHO.
      • Anonimo scrive:
        Re: Firenze, prima provincia wireless d'
        comunque stiano le cose, oggi sembra quasi che anche qui le acque si stiano un po' smuovendo alla fine...mi auguro che molti altri seguano l'esempio di Firenze così come mi auguro che l' IIT si dimostri anche al di sopra delle aspettativeOmissis (apple)
      • Anonimo scrive:
        Re: Firenze, prima provincia wireless d'
        guarda che la sinistra in toscana non sta da una settimana ma sono 50 anni che governa e i risultati non li vedi solo in termini di innovazione tecnologica ma anche nel resto (asili,scuole,sanità,trasporti) dove, al pari con l'emilia è avanti a tutte rispetto alle altre regioni.p.s. il sito che hai linkato dà 404ciaodaniele
        • Anonimo scrive:
          Re: Firenze, prima provincia wireless d'
          Asili scuola e sanità sono organizzati a livello statale e localmente, quindi il fatto che la sinistra ci sia da 50 anni non vuol dire niente. L'unica cosa su cui ti do ragione sono i trasporti, infatti la provincia di Firenze è disastrata (ATAF che non passa MAI; sita, cap, florentia bus che hanno orari solo per burocrazia e che si è fortunati a trovare). Ho preso mezzi pubblici per sette anni per andare alle superiori e all'università e ti assicuro che ora prendo la macchina per disperazione. E anche sui parcheggi ho da dire la mia: avete provato a cercare parcheggio a careggi verso le 13? Provate e ditemi pure la vostra sull'operato che la sinistra ha fatto per 50 anni (quindi non ditemi che non ha avuto tempo). Sul fatto del wireless sono contento, ma vorrei saperne di più.. per esempio quali sono i comuni interessati? quali saranno i costi? chi potrà usufruire di questo?
        • Anonimo scrive:
          Re: Firenze, prima provincia wireless d'
          A me il sito linkato funziona, comunque i politici al massimo vietano qualcosa o dettano regole, ma non montano certo le reti wireless. Quindi in Emilia come a Lampedusa, se ci sarà una rete senza fili non dovremo dire grazie certo alla dx o alla sx.
    • Anonimo scrive:
      Re: Firenze, prima provincia wireless d'
      - Scritto da:
      Forza Sinistra!
      Quando gli lasciano il tempo di fare le cose, la
      Sinistra è sempre quella che ha maggiori
      attenzioni, verso la
      gente..Si, e intanto la cara moglie di Domenici (o Cioni, cmq è la stessa) è proprietaria della FirenzeParcheggi del cazzo, e non c'è nessuno che abbia mai proposto di togliere questa menata della pulizia della strada una volta a settimana che costringe chiunque abbia una macchina a parcheggiarla lontanissimo e ritornarla a prendere a piedi la mattina dopo.Personalmente non sopporto questa sinistra blanda che non sa fare proprio niente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Firenze, prima provincia wireless d'
        ora lungi da me difendere la firenze pacheggi...ma cmq la proprietà della firenze parcheggi è in gran parte del comune di fi,e per il resto di altri comuni della provincia più qlcosa della conf commercio...
Chiudi i commenti