Cassandra Crossing/ ESC: fine estate tutta nerd

di M. Calamari - La scena hacker in Italia è viva e fantasiosa. Un souvenir dall'End Summer Camp di Mestre

Roma – Le classiche vacanze familiari di Cassandra vengono talvolta (e fortunatamente) interrotte da licenze premio, che devono essere accuratamente contrattate.
Tali periodi vengono trascorsi in posti peculiari, dove si svolgono eventi come l’immaginifico Chaos Communication Camp , il supertecnico OHM o il più nostrano e politicizzato Hackmeeting .

Ci sono altri due eventi targati Italia, il quadriennale MOCA , e quello a cui Cassandra si è recata, l’annuale End Summer Camp che si svolge in quel di Mestre, in una suggestiva cornice militare, non di un aereoporto come il CCC ma a Forte Bazzera , una polveriera del ‘900, o meglio all’esterno di essa, e che chiude annualmente la serie degli eventi della scena italiana.

ESC

Gli incontentabili 24 lettori sono abituati alle lunghe digressioni che vengono immancabilmente somministrate loro ogni volta che Cassandra rientra da una di queste licenze. Queste sono però necessarie per compensare parzialmente l’assoluto silenzio che di solito le riviste specializzate italiane riservano a tutte queste manifestazioni, preferendo pubblicare recensioni di gadget, racconti di fantascienza, interviste con grandi scienziati e manager, ed altre cose che considerano evidentemente più meritevoli di diffusione, più interessanti per i propri lettori, o più rappresentative dell’Italia “connessa”.

Ma stavolta, per fare qualcosa di diverso, più sintetico, per onorare la nerdaggine che contraddistingue questo evento, ed anche per dare una visione assolutamente soggettiva, ecco una sola delle tante belle cose colà viste.

Uno dei seminari illustrava un’applicazione non convenzionale della stampa 3D a deposizione di filo.

ESC

Inserendo un microfono nel corpo di una stampante, e controllandola non attraverso i soliti software di modellazione 3D ma attraverso un riproduttore musicale MIDI, un vero nerd è riuscito a modulare il normale rumore dei motori passo-passo che la azionano, e farle suonare diversi motivi, uno dei quali la Marcia Imperiale, che ha fatto sussultare per un attimo il cuore di Cassandra, nonché un’antologia di altri motivi , meno pregnanti ma interessanti.

ESC

Nel far questo ovviamente la stampante esegue anche un oggetto filiforme, poi opportunamente montato in una cornice.

Poteva Cassandra resistere ad utilizzarlo per ampliare la sua collezione di aggeggi di Star Wars?
Ovviamente no!

Marco Calamari
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari
L’archivio di Cassandra/ Scuola formazione e pensiero

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Izio01 scrive:
    Microsoft
    E' incredibile che il monopolista per eccellenza abbia la faccia tosta di esprimersi su una questione come questa. Per di più, personalmente trovo assurde le richieste avanzate nei confronti di Google - però è solo una mia opinione.Se cerco qualcosa da comprare, ottengo decine di risultati di siti come ciao.it, trovaprezzi.it, idealo.it, eccetera eccetera. Non ho NULLA da obiettare al fatto che i risultati sponsorizzati da Google vengano posti in evidenza nel riquadro di destra. Trovaprezzi.it gestisce un'infrastruttura come quella di Google, che offre servizi di livello professionale agli utenti e non è gratis da mantenere? No. Allora cosa vuole?Anche la UE farebbe bene a ricordare che Google non è una Onlus e ha bisogno di monetizzare i servizi che offre. Obbligarla per legge a dare pari visibilità alla concorrenza sul SUO sito mi sembra un assurdo. E se M$ si permette di parlare di monopolio, di Google che rende difficile agli inserzionisti rivolgersi alla concorrenza, che inizi a fornire supporto ai file system ext3 in Windows; sarebbe la volta che inizieremmo a vedere un po' di concorrenza nel settore delle memorie di massa esterne. Però la brava M$ alle SUE royalty sulla FAT32 non ha molta voglia di rinunciare; la concorrenza le va bene solo quando fa comodo.
    • collione scrive:
      Re: Microsoft
      Imho sono tre i punti ( tra quelli che hai citato ) che sono assurdi:1. google offre risultati organici e risultati a pagamento, in questi ultimi si può entrare appunto pagando, senza che vengano effettuate discriminazioni di sorta2. l'antitrust UE che quasi chiede una sentenza agli accusanti, roba da far vomitare3. le royalties su fat32 sono un furto e per due motivi: l'ovvietà dell'invenzione ( chiamiamola così ) e il fatto che c'è la prior art su quel filesystemc'è un quarto punto che non capisco, ovvero come si possa parlare di abuso di posizione dominante, cosa che implicherebbe un'azione diretta da parte di googlela gente non è costretta ad usare google search e/o gli altri servizi googlee ovviamente il fatto che google non discrimini annulla completamente l'accusa di abuso di posizione dominante
      • Leguleio scrive:
        Re: Microsoft

        2. l'antitrust UE che quasi chiede una sentenza
        agli accusanti, roba da far
        vomitareMa no, hai frainteso: in questo tipo di cause si possono presentare memorie difensive e accusatorie fino a poco prima le decisione. È chiaro che i giornali pubblicano solo quelle che fanno notizia, in questo caso le lagnanze di Microsoft, non pubblicheranno mai papiri tecnici da 10 000 pagine che interessano solo alla Corte Europea.
        3. le royalties su fat32 sono un furto e per due
        motivi: l'ovvietà dell'invenzione ( chiamiamola
        così ) e il fatto che c'è la prior art su quel
        filesystemVa dimostrata la <I
        prior art </I
        , non basta il forum di PI. In effetti una corte tedesca la pensa così.In ogni caso tutti i brevetti rilevanti relativi alla FAT mi risultano scaduti, essendo stati depositati al più tardi nel 1993.
        c'è un quarto punto che non capisco, ovvero come
        si possa parlare di abuso di posizione dominante,
        cosa che implicherebbe un'azione diretta da parte
        di
        googleGoogle non è un robot imperturbabile e ininfluenzabile, anche se Brin e Page sono molto bravi a farlo credere. Appena un risultato presenta un risvolto commerciale i vertici aziendali manipolano i risultati in modo da farlo comparire più in alto o più in basso nei risultati di ricerca. Del resto l'algoritmo usato è un segreto commerciale, nessuno sa esattamente come lavori.
        la gente non è costretta ad usare google search
        e/o gli altri servizi
        googleLa causa in corso non dice questo, infatti. Nelle regole europee non è vietato in sé raggiungere una posizione dominante nel mercato: in fondo se uno è più bravo degli altri, e Google lo è rispetto a Yahoo!, Excite e Altavista, perché dovrebbero tagliargli le gambe?Le regole europee proibiscono l'abuso della posizione dominante, quando viene usata per tagliare fuori tutti i possibili concorrenti oppure per mantenerli in una posizione di eterno svantaggio.
        e ovviamente il fatto che google non discrimini
        annulla completamente l'accusa di abuso di
        posizione
        dominanteInsomma hai già scritto la sentenza europea.Ogni tanto mi chiedo perché i contribuenti europei spendano così tanto per i vari funzionari e le varie Commissioni. Ci sono i commentatori di <I
        Punto Informatico </I
        che lo fanno in due secondi, e gratis. :D
      • panda rossa scrive:
        Re: Microsoft
        - Scritto da: collione

        la gente non è costretta ad usare google search
        e/o gli altri servizi
        googleHai toccato il punto dolente della questione.M$ vede che il 99.99% delle ricerche fatte su bing sono per cercare google e rosika abbestia, ah quanto rosika!Viceversa google vede che il 99.99% delle ricerche con oggetto bing sono del tipo "how to remove bing", e godono alla grande!
    • Leguleio scrive:
      Re: Microsoft

      Anche la UE farebbe bene a ricordare che Google
      non è una Onlus e ha bisogno di monetizzare i
      servizi che offre. Obbligarla per legge a dare
      pari visibilità alla concorrenza sul SUO sito mi
      sembra un assurdo. E se M$ si permette di parlare
      di monopolio, di Google che rende difficile agli
      inserzionisti rivolgersi alla concorrenza, che
      inizi a fornire supporto ai file system ext3 in
      Windows; sarebbe la volta che inizieremmo a
      vedere un po' di concorrenza nel settore delle
      memorie di massa esterne. Però la brava M$ alle
      SUE royalty sulla FAT32 non ha molta voglia di
      rinunciare; la concorrenza le va bene solo quando
      fa
      comodo.Sono notizie ghiotte da un punto di vista giornalistico, perché provocano facile indignazione, e infatti la notizia è un'indiscrezione rivelata da Reuters:http://uk.reuters.com/article/2014/09/04/us-eu-google-microsoft-idUKKBN0GZ1NW20140904Da un punto di vista giornalistico, appunto, perché non capiterà mai che un giudice rifiuti di esaminare una causa di furto solo perché la vittima è egli stesso un ladro; o per converso non capiterà mai di esitare a condannare qualcuno per diffamazione, nonostante sia stato più volte fatto oggetto di commenti diffamatori e abbia vinto tutte le cause contro gli autori. Sono due aspetti che corrono indipendentemente uno dall'altro. Nell'ambito delle regole sulla concorrenza e sul mercato non esiste la clausola "da qual pulpito vien la predica". ;)
      • Izio01 scrive:
        Re: Microsoft
        - Scritto da: Leguleio

        Sono due aspetti che corrono indipendentemente
        uno dall'altro. Nell'ambito delle regole sulla
        concorrenza e sul mercato non esiste la clausola
        "da qual pulpito vien la predica".
        ;)Lo so, lo so. Però a livello personale sì ;-)
Chiudi i commenti