Cassandra Crossing/ I rischi dell'anagrafe fiscale

di Marco Calamari - Lettera aperta al ministro dello Sviluppo economico e al Garante della privacy. Quali sono le conseguenze del nuovo database centrale? Qualcuno ci ha pensato?

Roma – Caro onorevole Bersani, credo che molte persone in Italia abbiano apprezzato lo sforzo che il suo ministero sta compiendo nella lotta all’evasione fiscale; aldilà dell’ovvia ed internazionale avversione alle tasse, credo che i contribuenti corretti (anche se spesso forzatamente e non per scelta) apprezzino il tentativo di far pagare anche coloro che evadono sistematicamente, aumentando il carico fiscale di chi paga e diminuendo le risorse per la comunità.

Essendo Lei laureato in filosofia e non in informatica o diritto, mi chiedo se si sia mai soffermato a considerare gli effetti sui diritti civili dei cittadini che avrà la creazione della nuova anagrafe fiscale , resa obbligatoria dalle Sue ultime iniziative. Malgrado le note vicende legate agli indebiti accessi ai dati personali di Telecom Italia e di altre sorvegliatissime banche dati statali e non, sembra che nessuno valuti il rapporto costi/benefici di iniziative come la sua per il cittadino e la società.

Il punto cruciale è la creazione di una banca dati alimentata obbligatoriamente dagli elenchi dei clienti e dei fornitori dei titolari di partita Iva, e l’obbligatorietà per i cittadini di effettuare i pagamenti a loro dovuti non in contanti ma con mezzi di pagamento tracciabili per cifre anche piccole .

Quali benefici si attende da questa iniziativa? Stroncare una volta per tutte l’evasione, così diffusa tra certe categorie di professionisti? Mi chiedo che impatto possa avere un obbligo aggiuntivo per gli evasori totali, che già disattendono tutti gli altri obblighi. E perché l’amministrazione finanziaria, che dispone addirittura di suo un corpo di polizia, non esegue semplicemente degli accertamenti ispettivi severi ed esemplari verso i professionisti che praticano l’evasione fiscale?

Basta entrare in uno studio professionale, identificare i clienti presenti (la finanza lo puo’ fare) e procedere ad una verifica della rubrica clienti e delle fatture recenti, seguita da sanzioni esemplari. Oppure controllare nei tribunali i nominativi dei legali che sono stati impegnati nei procedimenti e verificare che abbiano denunciato redditi adeguati. O svolgere altri tipi di indagini, altrettanto semplici quanto di sicuro effetto.

Creare invece banche dati permanenti che contengano gli elenchi clienti e fornitori dei professionisti equivale a concentrare in un unico posto ed a memorizzare permanentemente tutte le relazioni personali e di lavoro di una buona parte degli italiani, e quindi di memorizzare dati personali e sensibili che possono essere usati ed abusati in maniere potenzialmente anche gravi. Non mi risulta che in nessun altro paese ad economia sviluppata si siano mai realizzate intrusioni così gravi nella privacy dei cittadini finalizzate non alla lotta al terrorismo (e qui si aprirebbe un atro discorso, troppo lungo da fare in questa sede) ma semplicemente alla lotta all’evasione fiscale.

Prenda il caso degli Stati Uniti e del loro temutissimo IRS (il servizio di riscossione ed accertamento delle imposte); ecco un esempio di come una economia decisamente evoluta fa pagare le tasse senza fare polpette della privacy dei cittadini, semplicemente con accertamenti severi e stangate esemplari agli evasori.

La sua iniziativa invece, a parte i possibili effetti positivi che Lei prevede, provocherà certamente danni gravissimi alla privacy dei cittadini, perchè verrà certamente abusata come e più delle banche dati di Telecom. Si rende conto di quale valore sono le informazioni che memorizzerà? Di quale valore può avere per un concorrente l’elenco dei clienti di una ditta? E lei pensa che i sistemi informativi delle pubbliche amministrazioni, notoriamente più colabrodo di quelli già deboli delle aziende, impediranno questi abusi? Le chiedo un po’ di realismo. Ha consultato l’ufficio del Garante per una valutazione dei costi sociali che la sua nuova banca dati avrà?

Caro professor Pizzetti, credo di essere stato uno dei pochi italiani che ha apprezzato le sue ultime prese di posizione, non solo nel caso di Telecom Italia ma anche di quello più ridanciano delle Iene e della loro rilevazione sull’uso di droga dei parlamentari. Specialmente in quest’ultimo caso credo che nella pubblica opinione il sentimento e la simpatia verso questi fustigatori della immoralità pubblica e privata abbia prevalso su una visione obbiettiva della questione e del merito del Suo intervento, cioè di un prelevamento di dati sanitari effettuato con l’inganno, e giustamente da Lei colpito con sollecitudine. Lei aveva ragione al 100%, e spero che agirà con la stessa decisione in analoghi casi, anche quando non rivolti contro parlamentari della Repubblica. Le ho riconosciuto anche in passato (per il poco che vale la mia opinione) una incisività superiore al suo predecessore, l’ottimo professor Rodotà, che pur rivolgendo comunicati interessanti alla pubblica opinione su fatti importanti, evitava di farlo in casi di cronaca.

Le chiederei pero’ interventi di pari o superiore incisività verso iniziative come quella dell’onorevole Bersani, non diretti solo ad accertare la legalità o meno della costituzione di banche di dati personali, ma volti ad accertare i terrificanti costi sociali di certe operazioni.

Lei è il Garante istituzionale della privacy degli italiani; da chi altri possiamo aspettarci una difesa del nostro diritto alla privacy, non solo nelle sfere legali ma anche nei fatti sostanziali? Giochi di anticipo prendendo posizione su pericolosissime iniziative come quelle dell’onorevole Bersani, e faccia pesare la sua tempestiva, autorevole ed istituzionale opinione sui loro costi e pericoli sociali.
Concorderà certo con me che sono potenzialmente molto più pericolose di quelle, simpatiche ma sbagliate, degli spumeggianti emuli dei Blues Brothers.

Marco Calamari

Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • valimhof scrive:
    movit cooling 1800s running likely
    seeding ppm effects link criticized lower deep
  • stratfordn scrive:
    glacial broader degree home globe
    satellite number climatic stratospheric offset smaller
  • gianfranco armuzzi scrive:
    costo cap assurdo
    Trovo assurdo che per un servizio pubblico costoso ed esoso come quello delle poste italiane, si debbano spendere soldi per l'acquisto del libretto relativo ai cap.Se le stesse poste hanno deciso(o chi per loro) di cambiare i cap cittadini, oltre al danno in tempo per riorganizzare tutte le schede dei clienti e fornitori, pretendere addirittura un costo (per guadagnare anche sul libretto) è a dir poco pazzoide.
  • aa2550 scrive:
    cap
    E' uno degli esempi di maggiore stupidità in materia di politica "digitalizzazione".
  • Anonimo scrive:
    Re: programma sicuro

    certo .. se e' cosi semplice, perche' non posti
    il
    source?il mio codice te lo puoi scordare.nota bene, non è una ripicca personale (manco ti conosco!!!!)è solo che queste cose le faccio per curiosità mia e per "sfida" con me stesso.fra l'altro rischierei una denuncia e non mi va proprio (visto che fra l'altro non ci guadagno neanche un cent, ma ci perdo solo tempo libero, non vedo per quale motivo dovrei farlo...)se proprio vuoi vedertelo, ti consiglio di andare in google e cercare ".NET decompiler".ti scarichi qualcosa di free, ad esempio Reflector.poi, ti leggi il codice e, se sai programmare, facilmente arriverai a ciò che vuoi fare.neanche io ci credevo o speravo... invece, arrivare al codice di protezione è di una semplicità che anche un novellino potrebbe riuscirci... semplicemente perchè... è in chiaro... e perchè il programmatore ha usato un codice.... come dire... auto-commentante....un po' come mettere un grosso lucchetto alla cassaforte e poi dimenticare le chiavi sulla scrivania.....ciao e buon divertimento.
  • peppebarletta44 scrive:
    dialer
    ciao a tutti, ho letto su un forum che i dialers possono istallarsi anche sulle connessioni ADSL. E' possibile. In caso affermativo, potranno arrivare bollette gonfiate. Grazie a chi mio vorrà rispondere. Ciao a tutti Giuseppe.
    • Anonimo scrive:
      Re: dialer
      - Scritto da: peppebarletta44
      ciao a tutti, ho letto su un forum che i dialers
      possono istallarsi anche sulle connessioni ADSL.
      E' possibile. In caso affermativo, potranno
      arrivare bollette gonfiate. Grazie a chi mio
      vorrà rispondere. Ciao a tutti
      Giuseppe.Rispondere a cosa ? Di domande non ne hai fatta neppure una... ;-)Ad ogni modo, aggiungendo un paio di punti interrogativi, ti rispondo con un si e con un no: i dialer possono installarsi anche se hai una connessione ADSL ma non possono collegarsi ai numeri a pagamento, almeno se non hai anche un modem tradizionale acceso e collegato alla rete telefonica, e quindi non arriveranno bollette gonfiate. Va da se che devono comunque essere rimossi dal sistema...
  • The FoX scrive:
    Boicottiamo le Poste!!!
    Non mettiamo piu' i CAP!!!E che ce le respingano tutte... se tutti smettiamo li obblighiamo a rivedere la loro politica... o a smettere di lavorare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Boicottiamo le Poste!!!
      E come facciamo poi a far arrivare la corrispondenza?
      • The FoX scrive:
        Re: Boicottiamo le Poste!!!
        Che si arrangino!!!Il problema e' loro.Se non fanno si che la gente possa mettere i CAP, non possono pretenderlo.E cmq loro sono pagati per farla arrivare la corrispondenza...
  • Anonimo scrive:
    Craccato il database MSSQL delle poste
    Gira voce sia un banale crypt con RijndaelManaged
    • MeMedesimo scrive:
      Re: Craccato il database MSSQL delle pos
      Sicuramente il problema non è riuscire a craccare il softwarino da 10 euro, il fatto è che un'azienda deve scegliere tra il rischiare un multone in caso di controlli dalla Finanza e la gabella di 5.000 euro l'anno!E' assurdo... Figurati se non riesci a craccare il codice... ma non è questa la soluzione se devi portarti il codice in azienda...- Scritto da:
      Gira voce sia un banale crypt con RijndaelManaged
      • Anonimo scrive:
        Re: Craccato il database MSSQL delle pos
        - Scritto da: MeMedesimo
        Sicuramente il problema non è riuscire a craccare
        il softwarino da 10 euro, il fatto è che
        un'azienda deve scegliere tra il rischiare un
        multone in caso di controlli dalla Finanza e la
        gabella di 5.000 euro
        l'anno!
        E' assurdo...

        Figurati se non riesci a craccare il codice... ma
        non è questa la soluzione se devi portarti il
        codice in
        azienda...

        - Scritto da:

        Gira voce sia un banale crypt con
        RijndaelManagedEh sì, che ci vuole a crackare il codice, eh? Ma per favore !
        • Anonimo scrive:
          Re: Craccato il database MSSQL delle pos

          Eh sì, che ci vuole a crackare il codice, eh? Ma
          per favore
          !ehm... basta un semplicissimo decompilatore .NET di quelli che si scaricano FREE in internet....il codice è in chiaro, non è offuscato....
  • Anonimo scrive:
    Versione Access
    http://www.megaupload.com/it/?d=26K35AN5 O)
  • Anonimo scrive:
    Re: programma sicuro
    -
    Il programmatore che l'ha scritto sara'
    sicuramente un subappalto di un subappalto di un
    subappalto di un subappalto
    ...

    Scagnozzo alla prima esperienza di
    programmazione, raccattato chi sa dove e pagato
    co.co.co a 180 giorni una miseria, con l'obbligo
    di finire il programma entro l'altro ieri, mentre
    le poste avranno pagato il primo committente
    qualche milionata di
    euro.

    W l'Italia.QUOTONE (si, te lo grido) :-)E' uno tramegaclassico, anzi aggiungo,magari qualche povero dottorando di ingegneria...
  • Anonimo scrive:
    Ha privatizzato le poste
    Le Poste italiane sono state privatizzate dal nano portatore di democrazia.Nel mondo hanno privatizzato le poste solo in altre 3 nazioni: tutte e quattro sono paesi del 4° mondo. In tutte e 3 le nazioni non esiste il servizio postale.Gli italiani si meritano di vivere in un paese di MERDA!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha privatizzato le poste

      Nel mondo hanno privatizzato le poste solo in
      altre 3 nazioni: tutte e quattro sono paesi del
      4° mondo. In tutte e 3 le nazioni non esiste L'hai letto su Topolino Finanziario?Tanto per farti in esempio le poste olandesi sono privatizzate da 10 anni, il proprietario è la ING (quella del ContoArancio)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha privatizzato le poste
      Ma dai pagliaccio, cosa c'entra Berlusconi ? Non sapete mica dire altro, eh... poi anche dare delle nazioni del terzo mondo a Germania ed Olanda mica e' bello...Non fare il solito pinocchio... lo sai come andavano (e vanno) le poste... altroche privatizzazione, calci in culo ci vorrebbero... fanno soldi attualmente solo perche' scimmiottano le banche, come se avessimo bisogno di banche...Poi avete adesso al governo l'ottimo Mortadellone... dai, su allora, ristatalizzate come con Telecom... chissa' che non ci sia gia' qualche progettino in un qualche cassettino.Siete ridicoli (e questo passi) ma anche estremamente noiosi... governate invece di scrivere le solite cazzate
    • Anonimo scrive:
      Ahahaha ma quale 4° mondo...
      - Scritto da:
      Le Poste italiane sono state privatizzate dal
      nano portatore di
      democrazia.

      Nel mondo hanno privatizzato le poste solo in
      altre 3 nazioni: tutte e quattro sono paesi del
      4° mondo. In tutte e 3 le nazioni non esiste il
      servizio
      postale.

      Gli italiani si meritano di vivere in un paese di
      MERDA!Germania e Olanda sono paesi del 4° mondo vero? Perchè non vai a fare il missionario là allora così magari ti levi dalle balle e non vedremo più queste tue uscite piene di arroganza e ignoranza?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha privatizzato le poste
      AHAHHAHAHHHAHAHHAHA,LE POSTE ITALIANE PRIVATIZZATE,AHHHAHAHAAAH,DA QUANDO??????????????LE POSTE ITALIANE SONO DEL TESORO OVVEROSSIA DELLO STATO ITALIANO ,ALTRO CHE PRIVATIZZATE,DEFICENTE DI MERDA,VAI A SCUOLA COGLIONAZZO IGNORANTE OPPURE VAI IN GIRO A SVENTOLARE LE MUTANDE ARCOBALENO.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha privatizzato le poste
        DIFATTI LE UNICHE POSTE CHE FUNZIONANO SONO PRIVATE COME AD ESEMPIO-FEDEX,UPS,DHL....MAI PERSO NIENTE A DIFFERENZA DELLE POSTE PUBBLICHE CHE SI PERDONO O FREGANO LA ROBA
  • Anonimo scrive:
    Re: programma sicuro
    - Scritto da:
    Il programmatore che l'ha scritto sara'[CUT]già, concordo in pieno con te.
    W l'Italia.sempre di più... :
  • Anonimo scrive:
    Menalità mafiosa
    Premetto che sono le Poste che pretendono che mettiamo il CAP per facilitargli il lavoro di smistamento della posta.Addirittura leggo sul sito delle Poste che da questanno faranno aggiornamenti annuali (voi ne sentivate davvero la necessità?) Il colmo è che adesso per avere lelenco dei CAP chiedono un pizzo di 1000 lanno (addirittura 5000 lanno per uso commerciale) per fornirci semestralmente un CD con il database aggiornato!!!Sono matti!?Direi che è tutta una manovra per crearsi un business offrendo un servizio di cui hanno stanno generando loro la necessità. Alla faccia del conflitto di interessiQuesto non è commercio ma è una vera e propria estorsione degna di un racket mafioso! Comunque dato che siamo in Italia niente è mai troppo serio e quindi, per fortuna, si riesce ad ottenere lelenco da altre fonti.A mio giudizio la pretesa non è sostenibile e non potrà durare a lungo: la comunità internet, il mercato libero o qualche giudice li farà presto smettere.Ma mi pare grave che nessuno pagherà per questo atteggiamento intimidatorio né risarcirà chi ha già cominciato a pagare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Menalità mafiosa

      Direi che è tutta una manovra per crearsi un
      business offrendo un servizio di cui stanno
      generando loro la necessità.Quoto, straquoto...E' una vergona!
      • Anonimo scrive:
        Re: Menalità mafiosa
        Ancora peggio, è un servizio pubblico per il quale viene richiesto un ulteriore prezzo (oltre al francobollo) per poterci accedere.Se i cap sono una suddivisione interna a Poste Italiane allora dovrebbero esserci altre società abilitate ad un servizio del genere e dovrebbero esserci delle norme antimonopolio per ridurre la presenza di Poste Italiane.Ricorda il problema del monopolio di Telecom o il problema delle reti televisive.Se invece è una suddivisione del territorio italiano, allora dovrebbe essere competenza del ministero delle telecomunicazioni, il quale poi potrebbe decidere se/come renderlo disponibile e a che costo (almeno i soldini se li prende lui!).Secondo me la soluzione migliore è la concessione a poste italiane del servizio di consegna postale (comprese le lucrose notifiche di atti giudiziari) a condizione che certi strumenti siano di pubblico dominio.Detto sinceramente il file con la istruzioni sql o "qualcosa delimited" mi sembra la soluzione più neutrale: a questo punto chiunque può fare il programmino di consultazione che meglio crede .Compreso l'obbligo di pagare i diritti a chi lo ha reso disponibile (Poste o Ministero) se questi dati vengono usati a scopo di lucro.Attendo con ansia regolamentazioni analoghe per l'elenco del telefono (in realtà quello fa parte del servizio che l'utente ha col proprio fornitore di telefonia fissa).Saluti.
  • Anonimo scrive:
    a breve....
    ...tirerò fuori una versione gratuita per PocketPC e Nokia 770. Si chiamerà NomadFreeCAP!
  • aghost scrive:
    Il paese delle suonerie
    che pretendete dal paese delle suonerie, in cui per consultare le leggi della gazzetta ufficiale on line bisogna PAGARE?http://aghost.wordpress.com/
    • exsinistro scrive:
      Re: Il paese delle suonerie
      - Scritto da: aghost
      che pretendete dal paese delle suonerie, in cui
      per consultare le leggi della gazzetta ufficiale
      on line bisogna
      PAGARE?

      http://aghost.wordpress.com/Che dire, siamo "sudditi". Non abbiamo neanche il diritto di conoscere le leggi che siamo tenuti a rispettare. Neanche con i governi comunisti, con un comunista presidente del parlamento e un comunista presidente della repubblica.(le lettere minuscole dove dovrebbero essere maiuscole sono volute)
    • AnyFile scrive:
      Re: Il paese delle suonerie
      - Scritto da: aghost
      che pretendete dal paese delle suonerie, in cui
      per consultare le leggi della gazzetta ufficiale
      on line bisogna
      PAGARE?

      http://aghost.wordpress.com/Concordo in pieno. Questa storia che bisogna pagare per consultare la gazzetta ufficiale mi e' sempre sembrata talmente assurda ... che ... che ... non ho parole ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Il paese delle suonerie

        Concordo in pieno. Questa storia che bisogna
        pagare per consultare la gazzetta ufficiale mi e'
        sempre sembrata talmente assurda ... che ... che
        ... non ho parole
        ...con Wanna Marchi primo ministro e Provenzano presidente non staremmo ne meglio ne peggio.... magra consolazione
  • Anonimo scrive:
    Ehm...
    http://poste.it/online/cercacap/Ma il campo CAP a che serve? :s
    • Anonimo scrive:
      Re: Ehm...
      dal cap risali alla città paese via ecc.boh ! a qualcuno servirà... :)))))
      • Bombardiere scrive:
        Re: Ehm...
        - Scritto da:
        dal cap risali alla città paese via ecc.
        boh ! a qualcuno servirà... :)))))Io se metto la località, provincia e indirizzo mi restituisce il cap correttamente.....
  • Anonimo scrive:
    Nel 1982
    spedirono l' elenco dei CAP a tutte le famiglie italiane, GRATUITAMENTE.Infatti lo ho ancora in un cassetto.(cylon)
    • Anonimo scrive:
      Re: Nel 1982
      - Scritto da:
      spedirono l' elenco dei CAP a tutte le famiglie
      italiane,
      GRATUITAMENTE.
      Infatti lo ho ancora in un cassetto.
      (cylon)All'epoca l'introduzione del Cap era un vantaggio per le poste.Adesso e' un affare.Un po' come dare un browser prima gratis per diffonderlo e poi farlo pagare.
  • Anonimo scrive:
    nel frattempo...
    nel frattempo hanno preso 5000 6000 poveri disgraziati che avevano un diperato bisogno di sapere quei famosi cap e sono stati costretti a sborsare 30 40 euro di cd per una cosa che spetterebbe di diritto...che ladri, compeso sto bravo governo che je lo ha permesso...sempre mejo de quelli de prima..
    • Anonimo scrive:
      Re: nel frattempo...
      sparatii
    • Anonimo scrive:
      Re: nel frattempo...
      a dire il vero il CD è poco fruibile a chi deve aggiornare una banca dati... a meno che non ci si metta lì a premere decine di migliaia di volte il tastino "CERCA"...il database completo in chiaro costa 5000 euro...
    • Bombardiere scrive:
      Re: nel frattempo...
      - Scritto da:
      sempre mejo de quelli de prima..
      Infatti questi sono i risultati che puoi ben vedere. Indulto... finanziaria... e ora la privatizzazione dei cap! Ma fammi il piacere :@
  • Anonimo scrive:
    SQLLite
    Ci voleva tanto a fare un programmino usando sqllite e fornendolo compilato per i vari SO?Eh già troppo difficile, meglio usare roba M$.Quanto odio questo paese pieno di fannulloni ignoranti incompetenti che si spacciano per informatici e infestano aziende, uffici pubblici e minano la produttività e la competitività dell'Italia.Tutti a pulire i cessi di un ospedale psichiatrico, li manderei.Che nervi.
    • Athlon64 scrive:
      Re: SQLLite

      Ci voleva tanto a fare un programmino usando
      sqllite e fornendolo compilato per i vari
      SO?E perché mai? Il file testuale che c'era finora andava più che bene...
      Quanto odio questo paese pieno di fannulloni
      ignoranti incompetenti che si spacciano per
      informatici e infestano aziende, uffici pubblici
      e minano la produttività e la competitività
      dell'Italia.Veramente sono sin troppo furbi, hanno inventato un nuovo business...
      • Anonimo scrive:
        Re: SQLLite

        Veramente sono sin troppo furbi, hanno inventato
        un nuovo
        business...Sono d'accordo! Non gliene frega nulla della piattaforma, del formato, ecc... La cosa che salta immediatamente all'occhio è che una informazione che prima era di dominio pubblico adesso viene venduta. E saremo costretti (visto che il cap è obbligatorio) a spendere, ogni anno (visto che annunciano revisioni annuali), per adeguare il nostro cappario. Ma poi scusate... è come se i cartelli con i nomi delle strade (quelli che ci sono agli angoli) facessero vedere il nome per 10 secondi solo inserendo una monetina in una apposita fessura...
        • Anonimo scrive:
          Re: SQLLite
          "Ubik" (P.K. Dick)
          • Anonimo scrive:
            Re: SQLLite
            - Scritto da:
            "Ubik" (P.K. Dick)centra quasi zero, se non per la parola "monetine"
        • Anonimo scrive:
          Re: SQLLite


          Ma poi scusate... è come se i cartelli con i
          nomi delle strade (quelli che ci sono agli
          angoli) facessero vedere il nome per 10 secondi
          solo inserendo una monetina in una apposita
          fessura...
          Ehi, e' una mia idea.....in base all' art 111112265468787815del codice VB (consultabile a pagamento, ti faccio causa per aver rubato la mia idea : dammi subito 900000000 zilioni di talleri
          • Anonimo scrive:
            Re: SQLLite

            Ehi, e' una mia idea.....in base all' art
            111112265468787815del codice VB (consultabile a
            pagamento, ti faccio causa per aver rubato la mia
            idea : dammi subito 900000000 zilioni di
            tallerial cambio corrente risulta che in realtà sei tu ad avere un debito di 102,30 EUR. Accetto anche paypal.
      • MeMedesimo scrive:
        Re: SQLLite


        e minano la produttività e la competitività

        dell'Italia.

        Veramente sono sin troppo furbi, hanno inventato
        un nuovo
        business...Si, infatti.. qui più che altro minano le tasche delle aziende! :s
  • rock and troll scrive:
    NIENTE CARTOLINE CON LINUX
    Questa e' verita' non c'è crossower o cedega che tengano, il software delle poste in emulazione non gira, e il governo ha troppi pensieri per perdere tempo in stupide baruffe tra pinguini. Daltronte un'archivio di tale importanza non puo' che essere registrato in formato Access e dotato di relativo programmino in VB. I file txt separati da tabulatore, che alcuni amighisti nostalgici delle stampanti ad aghi o dei floppy da 800k, propongono con ceca convinzione come cura di tutti i mali, sono per fortuna solo un triste ricordo. TUTTI SANNO CHE IL FUTURO DEI DATABASE NON E' NEI FILE DI TESTO ASCII, MA NEI FILE BINARI (MEGLIO SE CON FORMATI PROPRIETARI CHE SONO PIU' SICURI E ROBUSTI) Comq non vedo il problema, se vuoi conoscere il cap della tua citta' esiste pure il consulting by internet, piu' comodo e multipiataforma di così (fortunatamente senza una riga di java ap appesantire la operazione). Se poi qualche cantinaro tricolore in piena astinenza da shell decide di visionare con vim l'elenco puntato dei cap, gli bastera' realizzare uno scirptino per greasemonkey e scaricare in automatico cio' che gli serve...ovviamente sempre che riesca a destreggiarsi con regex prima che tutti i cap cambino nuovamente. Infatti i nostri amici linari tricolori invece di innovare e condurre progetti si limitano a prendere il lavoro da altri e a rimarchiarlo come loro...tra l'altro con scelte estetico-cromatiche di dubbio gusto. (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 ottobre 2006 00.43-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Torneranno liberamente disponibili
    I CAP.Scommettiamo?
    • Athlon64 scrive:
      Re: Torneranno liberamente disponibili

      I CAP.
      Scommettiamo?Me lo auguro, perché così è davvero una carognata, indegna persino di una pseudo-democrazia come la nostra... ma non sono ottimista.
    • MeMedesimo scrive:
      Re: Torneranno liberamente disponibili
      Lo spero.. .sarebbe solo il ripristino della normalità (e correttezza...).- Scritto da:
      I CAP.
      Scommettiamo?
Chiudi i commenti