Cassandra Crossing/ Minori online, parola al PWS

di Marco Calamari - Il Progetto Winston Smith interviene nel dibattito sulla tutela dei più piccoli in Internet: la schedatura di massa non ha senso e dietro l'angolo c'è la strumentalizzazione della buona volontà

Roma – Martedì sono rimasto colpito e compiaciuto della lettera pubblicata su PI Mio figlio non giustifica la censura di un genitore che riusciva a parlare in maniera completa, equilibrata ed argomentata del suo ruolo di padre e del valore della libertà in Rete; alla lettera mancava solo l’applauso finale che gli ho subito mentalmente attribuito.

Ieri in maniera altrettanto positiva ed argomentata rispondeva Carlotta Sami di Save the Children Italia. Nella sua risposta, che in larga parte condivido, ritrovo purtroppo l’atteggiamento, ancor più deleterio perchè certamente involontario, che porta in due veloci passi alla descrizione della Rete come ritrovo di terroristi, stupratori e pedofili.

Parto dal punto di vista di chi partecipa ad un’organizzazione, il Progetto Winston Smith , che vuole difendere la libertà ed in diritti civili in Rete di tutti, minori inclusi, in maniera equilibrata ma anche con molta efficacia.

La risposta di StC appare rispettosa del diritto di tutti, minori inclusi, di non essere soggetti a limitazioni della libertà in Rete, e si sofferma in particolare sugli aspetti censori. Ma cosa significa “promuovere, sia presso i gestori e produttori di telefonia e di servizi Internet, sia presso il Ministero della Comunicazione, una nuova attenzione a questo problema”? Cosa significa “collaborare con le Forze dell’Ordine”? Cosa significa “fare pressioni sulle Istituzioni affinché si facciano carico del problema e sensibilizzare il settore dell’Industria Internet e Telefonia mobile”?

Sono certo che la maggior parte di coloro che si occupano dei problemi dei minori in Rete, ed in particolare StC, lo fanno con lodevoli intenzioni e con la massima onestà intellettuale. La storia pero’ è piena di giustissime cause che sono state strumentalizzate ed usate per fini opposti. Ed è talvolta questo il ruolo oggettivo in cui vengono “costrette” le organizzazioni che lottano contro l’abuso sui minori.

Mostruosità come la memorizzazione di tutti i dati di comunicazione in Rete, che grazie al decreto Pisanu viene attualmente perpetrata, sono dai suoi istitutori difese in primis invocando la necessità di reprimere reati odiosi come quelli contro i minori; il valore di tecnocontrollo pervasivo che questa “data retention” ha per i poteri forti della società viene invece completamente taciuto. Chi interagisce con istituzioni ed industrie su questi temi rischia quindi costantemente di essere strumentalizzato a questi fini.

La Rete non è luogo di regole e di servizi inscatolati da un palinsesto deciso a priori. Se fosse così sarebbe solo un altro canale televisivo, senza possibilità di dialettica, di confronto, di esplorazione e di scoperta.

Non sarebbe stato l’evento epocale che alcuni ancora stentano a riconoscere.
Non sarebbe quel potentissimo strumento di liberazione e di crescita che è stato in questi trent’anni, anni che io ho avuto l’incredibile fortuna di vivere interamente e che forse mi permettono più di altri di percepirne la prospettiva.

La Rete è una risorsa che va salvaguardata per tutti, minori in pericolo inclusi.
Non puo’ essere regolamentata ed inscatolata come un territorio di provincia che ogni stato al mondo vuole fare proprio e piegare ai suoi costumi ed ai suoi bisogni.
È un luogo radicalmente diverso, come l’Antartide, la Luna o lo spazio esterno; la sua natura fa sì che, come per questi altri luoghi debbano essere elaborate regole diverse, e magari la regola che non ci sono “regole” nel virtuale. I criminali sono esseri reali che commettono azioni nel mondo reale, dove ci sono tutte le regole che servono per combatterli.

Dopo aver difeso i minori in pericolo nelle loro case, per le strade e nei luoghi di ritrovo è opportuno pensare anche a come difenderli in Rete. Ma visto che lo scopo della difesa di un minore è anche quello di farlo crescere e di renderlo autonomo ed in grado di difendersi da solo, non posso che concordare con l’autore di “Mio figlio non giustifica la censura”.

La prima linea della difesa è l’educazione e l’aiuto dati ai minori per capire la realtà della Rete e del mondo. Ove questa manchi o sia carente non sono certo in Rete i pericoli maggiori per i bambini e gli adolescenti, come le stesse azioni di StC testimoniano. Il guazzabuglio di disonestà intellettuali che si leggono in giro sulla Rete, descritta solo in termini di pedofili e terroristi in agguato, non appartiene certo alla scala di valori di StC. Se rischi devono essere alla fine corsi (e la vita è un rischio continuo) probabilmente anche StC preferisce correre i rischi derivanti dalla libertà piuttosto che quelli derivanti dalla sua negazione.

Quindi una accorata richiesta. Prendete le distanze da chi vuole distruggere la libertà presente e futura dei minori e di noi tutti.

Per prendere i pochissimi criminali in Rete che attentano ai nostri bambini non serve la schedatura di massa, non servono gli strumenti del Grande Fratello, non serve azzerare la privacy in Rete, e poi usare la Rete per azzerare quella fuori dalla Rete.

Servono intelligence, investigazioni, quello che da che mondo è mondo è stato usato per questi scopi, e che funziona allora come adesso senza bisogno di scorciatoie repressive.

Quindi, con la massima umiltà vi chiedo, con il suo approccio interdisciplinare e nei rapporti con le istituzioni StC si ponga anche questo problema: come rifuggire dalle facili e continue strumentalizzazioni di cui le attività in difesa dei minori cadono spesso vittima.

Marco Calamari

I precedenti interventi di M.C. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • MORENO scrive:
    RAI E ARTICOLO 1 DELLA COSTITUZIONE
    MA SE UNA POVERA PERSONA HA PERSO IL LAVORO COME FA A PAGARE IL CANONE -?RAI DI NOTTINGHAM IL POPOLO POVERO TI OSANNA E PENSARE CHE META' ITALIA NON PAGA IL CANONE E IO ONESTO ....... VERGOGNATEVI E' COME UNA COLTELLATA INFERTA DA CAINOPOI SENTIRE IL CLASSICO ""DISONESTO"" CHE DICE :HAHAHAAH CHE PISTOLA SEI? GUARDA IO IL CANONE NON L'HO MAI PAGATO E MAI MI HANNO DISTURBATO ::::: DISTURBATO???? IO RICEVO MINACCE DI SANZIONI SINO A 1000 EURO E GENTE MOLTISSIMA MI RIDE IN FACCIA DITE VOI SE LA MIA DIGNITA NON SCENDE ANCORA PIU IN BASSO DERISO E UMIGLIATO DALLO STATO CHE DOVREBBE PROTEGGERMI CON L'ARTICOLO UNO (1) DELLA COSTITUZIONE " LAVORO E DIGNITA"
  • apocalisse scrive:
    non ci capisco piu nulla aiuto
    ma qui dove abito l'unione cosumatori mi continua a dare buca sugli appuntamenti !!telefono per appuntamento:"venga in uff all 9.30" mi presento aspetto mezz ora non arrivava nessuno allora ritelefono, attendo, una voce innaturale mi avvisa: trasferimento di chiamata" da fisso a telefonino e vaiii sono contento di aver fatto l'abbonamento alla telefonia fissa a costo 0 mi risponde una voce maschile mi dice:"non siamo in ufficio mi lasci il recapito telefonico la richiameremo" questo peregrinaggio e iniziato quasi 10 giorni fa e ancora non si sono fatti sentire e soprattutto trovare mamma mia siamo messi male e io senza un becco di un quatrino aspetto il peggio e un po' ho paura nessuno mi vuol aiutare e la rai mi minaccia sempre piu aggressiva si parla di casa mia comprata con 40 anni di durissimi sacrifici e per un televisore bruciato e impossibile riparare rischio la mia vita e i miei sacrifici messi gia a dura prova dalla perdita del lavoro ma la RAI Italiana non mi dice be puoi lavorare qui da noi cosi puoi tornare un cittadino libero e pagante secondo me vogliono il mio piccolissimo monolocale per aumentare il propio patrimonio sulle vite di chi per 30 anni ha sempre pagato il pizzo rai
  • MORENO MANTOVAN scrive:
    IL DISOCCUPATO
    SCUSATE MA IL CANONE ALLA TELECOM VIENE GIA PAGATO ORA STA A LORO SCANNARSI PER CHI DEVE AVERE IL DIRITTO ALLA TASSA 2 CANONI PER UN SERVIZIO SONO ESAGERATI IN PIU SE IL MIO PC NON HA SCHEDA TV PERCHE' DEVO PAGARE UNA COSA CHE NON HOORA SE VOLESSERO VENIRE A CONTROLLARE IL MIO PC ALL INPROVVISO E DOVESSERO TROVARE SCHEDE TV ALLORA SI CHE SAREI UN FUORI LEGGE ,INVECE SE MI PERMETTETE MI SENTO UN XXXXX PERCHE' MOLTISSIMA GENTE HA LA TV E NON PAGA IL CANONE MENTRE IO DISOCCUPATO INVALIDO CON LA TV BRUCIATA VENGO MINACCIATO CHIEDEREI RISARCIMENTI MORALI PERCHE' NON SONO UN DELINQUENTE CHE VADINO A CERCARE TUTTI QUELLI CHE HANNO LA TV E NON HANNO MAI PAGATO IL CANONEQUANDO RICOMINCERO' A LAVORARE POTRO PAGARLO COSI COME FACCIO CI SONO GIORNI CHE MANGIA SOLO IL MIO MICIO
  • fella pascuale scrive:
    canone rai
    i soldi per comprare il televisore non li mette lo stato quindi perchè dovrei pagare? visto che voi dite che viene chiamato erroniamente canone tv?qindi si puo chiamare tassa di posseso ?
  • L B scrive:
    Canone TV
    "della semplice detenzione di un qualunque apparecchio astrattamente idoneo a captare l'emittenza radio televisiva."E' un assurdo. Anche una scatola di cartone se opportunamente adattata può ricevere astrattamente l'emittenza radio televisiva. Ergo tutti i possessori di scatole di cartone devono pagare il canone rai?
  • Maudit scrive:
    è semplicemente vergognoso
    io scommetto che solo in italia c'e il canone per i computer e tvfonini ma come è possibile pagare un canone per tenere un computer in casa ?????? se voglio vedere la televisione cosa che non faccio guardo la televisione perchè logicamente si chiama televisione per guardare cosa ? indovinate un pò .l'italia è a pezzi e i pezzi siamo noi il mio commento non è offensivo calunnioso o diffamante il mio commento è solo la verità
  • Alessandro Galli scrive:
    Canone Rai e Canone Computer
    Ritengo il Canone RAI una tassa a tutti gli effetti e che invece di prendere in giro la gente con cavolate del tipo CANONE RAI o i milioni di euro che spendono per fare pubblicita' televisiva dovrebbero ONESTAMENTE DICHIARARE CHE E' UNA TASSA IN PIU' E BASTA SENZA NASCONDERSI DIETRO A CAZZATE.SIAMO STUFI STANCHI DELLE PRESE IN GIRO.........PER LA TASSA SUL COMPUTER ANCHE QUESTA E' UNA EMERITA STRONZATA GIA' PAGHIAMO BILL GATES CON IL SUO MONOPOLIO SUI PC FIGURIAMOCI SE POSSO PENSARE DI PAGARE LO STATO CON UNA TASSA SUL PC.......................CHE SERVE PER LAVORARE.......MA NON DICIAMO STRONZATE........VENITE DI PERSONA A PRENDERE I SOLDI VI PRENDERETE TANTI CALCI NEL CULO........E' ORA DI FINIRLA BASTA SUCCHIAre il sangue alla gente che lavora ed e' onesta E PAGA GIA' TROPPE TASSE CAZZO.......pensassero invece a risolvere il problema della spazzatura e ad incentivare la raccolta differenziata con sconti e anziche fare pubblicita' del canone RAI SPENDESSERO I SOLDI PER INCENTIVARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA.......ED ALTRO
  • gianfranco scrive:
    canone rai
    comunque state tutti tranquilli...cosi facendo tra qualche anno in italia scoppierà la rivoluzione ( vedi stati del sud america)...dove la politica corrotta ha affamato milioni di persone.Grillo ha evidenziato un malumore generale e ha suscitato l'invidia dei politici, in quanto nessuno di essi è mai riuscito a trascinare tutta quella gente in piazza...(parlo del singolo)non dei partiti.non avranno dormito pensando a quella marea umana che si muoveva per le strade...svegliandosi la notte ripetendo " perchè io no!!! ".
  • gianfranco scrive:
    canone rai
    chi paga un abbonamento a sky o altro, non deve pagare nessun altro canone, anche perchè sostanzialmente paga molto di più...e di conseguenza ha molto di più...uno i programmi se li sceglie in base ai propri gusti...e non imposti da una tv ormai politicizzata...piena di raccomandati...poco educativa e soprattutto vecchia dentro.Spero che in pochi anni spuntino altro 50 tv, cosi si decreterà la fine della rai una volta per tutte.E così i migliore troveranno altro collocamento, i raccomandati invece non li vedremo più.
  • gianfranco scrive:
    canone rai
    forse bisogna riflettere perchè la rai sperpera i soldi...pagando centinaia di migliaia di euro delle mummie viventi, che con una trasmissione di 3/4 gg guadagnano più di 20 impiegati in un anno.
  • gianfranco scrive:
    acquisto tv
    Ci si scorda che uno può acquistare una tv anche per fare un regalo( nozze, compleanno ecc..), e allora anche qui devo pagare il canone... oltre al costo del regalo.
  • gianfranco scrive:
    canone tvfonini e computer
    io sapevo che per vedere la tv con il pc, bisognava inserire una scheda specifica ( scheda tv ), se in un pc non è stata istallata non vedo perchè il possessore dovrebbe pagare il canone.lo stesso vale se uno ha un abbonamento internet, non è detto che possa vedere la tv.penso che basti fare una dichiarazione agli interessati per spiegare che il pc non ha proprietà di ricezione di canali tv.
  • Anonimo scrive:
    Legge FASCISTA e anticostituzionale
    Il pagamento del canone TV, deriva ancora da una legge FASCISTA e anticostituzionale, che non poneva il mezzo radioricevente come mezzo di libera informazione (art.21 Cost.) ma come un mezzo concesso a discrezione dell'allora governo fascista.
  • Anonimo scrive:
    Destra o Sinistra... Tutti uguali
    Non c'è uno schieramento che non ne abbia combinata una delle sue, specialmente contro gli interessi del popolo. A che serve privatizzare la RAI se si deve pagare un canone? Sarebbe giusto concederlo anche alle altre Tv private!? Che c'entra il connubio ENEL-RAI con il canone? Tra poco ci faranno pagare, oltre al consumo, anche il diritto di poter accendere la luce, visto che il presupposto di questa folgorante idea non ha nulla di pertinente al diritto di informazione. Insomma, che possiamo fare per fermare questi soprusi?
  • Anonimo scrive:
    il canone rai non deve essere pagato
    trovo il canone rai fuori legge......e io mi rifiutero' di pagarlo..questa legge di pura vendetta sara' la morte della rai............pagare canone e pubblicita' e' come rubare dal portafoglio della gente
  • Margherita scrive:
    Vince'??? ma sei sbarcato col gommone?
    ma come parla? ma cosa scrive? per la serie"che ore sono?""fuori piove"confondere e sdeviare, per la serie: non mi assumo responsabilità, colpa della legge di inizio secolo scorso. Ecco chi rovina questo paese, questa gente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vince'??? ma sei sbarcato col gommon
      - Scritto da: Margherita
      ma come parla? ma cosa scrive? per la serie
      "che ore sono?"
      "fuori piove"
      confondere e sdeviare, per la serie: non mi
      assumo responsabilità, colpa della legge di
      inizio secolo scorso. Ecco chi rovina questo
      paese, questa
      gente.Una qualche argomentazione la dai o spari a caso?
  • Anonimo scrive:
    ma come parla questo vincenzo busa???
    la lettura di più di due righe mi ha causato un malditesta tremendo... ma possibile che la gente debba sviluppare un modo di comunicare così incasinato e impossibile? Come parla alla moglia e ai figli?!mahh.....comunque... secondo me devono finirla di chiamarlo "canone RAI" ... è una tassa bella buona in quanto non stai pagando un servizio che hai scelto ma una tortura che ti hanno imposto(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)è stata comica la lettera che avevano mandato a me... all'interno non era contemplato il fatto che io non avessi il televisore...
  • Anonimo scrive:
    muori rai che trasmetti solo fiction
    Come sopraed io dovrei pagare il canone per le schifezze che mi fate vedere?Fanculo Fanculo!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: muori rai che trasmetti solo fiction
      - Scritto da:
      Come sopra

      ed io dovrei pagare il canone per le schifezze
      che mi fate
      vedere?


      Fanculo Fanculo!!!Non per le schifezze che vedi, ma per mantenere in piedi il carrozzone dei partiti politici e le loro aziende di contorno.Ergo, se si deve pagare un per vedere, perché si deve subire la pubblicità?Io pago, io scelgo e non io pago e tu RAI mi propini quello che vuoi!Libero mercato! Niente canone!Se non siete in grado di mantenervi... CHIUDETE!!!
  • Anonimo scrive:
    Ma veramente?...
    ...sono i lettori che scrivono a punto informatico? e dove?Mi sa che c'è la state chiamando :@
  • Angelone scrive:
    Pugno duro per gli evasori:
    Tratto da La stampa:http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200608articoli/8766girata.aspAddio ai furbetti della tv. Con una mossa a sorpresa, la Rai ha incaricato la Guardia di Finanza di rintracciare e accertare i nomi degli evasori del canone della tv di Stato. E di farli pagare. Una mossa che spariglia le carte di chi, fino a oggi, era riuscito a risparmiare ogni anno i quasi cento euro dellimposta. Da settembre non ci sarà più pietà per nessuno. La Guardia di Finanza andrà a bussare alla porta di quelle famiglie e di quegli esercizi commerciali che la Rai ha identificato come evasori. Dopo la verifica i militari redigeranno un verbale che verrà inoltrato agli uffici amministrativi della tv di Stato. Se le risorse in termini di uomini e di denari non saranno sufficienti per il porta a porta, la strada del controllo potrebbe essere differente. I capifamiglia - sospetti evasori - verranno convocati negli uffici dei comandi provinciali delle Fiamme gialle oppure nelle tenenze dislocate sul territorio della provincia. Lì, seduti di fronte ai militari dovranno rispondere a tutte le loro domande. Firmeranno un verbale e se ne potranno andare. Se hanno dichiarato la verità - cioè che hanno la tv, ma il canone non lo hanno mai versato - si dovranno mettere in regola. Pagando ovviamente limposta per lultimo anno, gli interessi di mora, e le sanzioni. Chi pensa di risparmiare, mentendo anche davanti agli ufficiali di pg, rischia grosso. Scatterà, infatti, una denuncia penale. E allora i guai saranno più gravi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pugno duro per gli evasori:
      - Scritto da: Angelone
      Tratto da La stampa:

      http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politi



      Addio ai furbetti della tv. Con una mossa a
      sorpresa, la Rai ha incaricato la Guardia di
      Finanza di rintracciare e accertare i nomi degli
      evasori del canone della tv di Stato. E di farli
      pagare. Una mossa che spariglia le carte di chi,
      fino a oggi, era riuscito a risparmiare ogni anno
      i quasi cento euro dellimposta. Da settembre non
      ci sarà più pietà per nessuno. La Guardia di
      Finanza andrà a bussare alla porta di quelle
      famiglie e di quegli esercizi commerciali che la
      Rai ha identificato come evasori. Dopo la
      verifica i militari redigeranno un verbale che
      verrà inoltrato agli uffici amministrativi della
      tv di Stato. Se le risorse in termini di uomini e
      di denari non saranno sufficienti per il porta a
      porta, la strada del controllo potrebbe essere
      differente. I capifamiglia - sospetti evasori -
      verranno convocati negli uffici dei comandi
      provinciali delle Fiamme gialle oppure nelle
      tenenze dislocate sul territorio della provincia.
      Lì, seduti di fronte ai militari dovranno
      rispondere a tutte le loro domande. Firmeranno un
      verbale e se ne potranno andare. Se hanno
      dichiarato la verità - cioè che hanno la tv, ma
      il canone non lo hanno mai versato - si dovranno
      mettere in regola. Pagando ovviamente limposta
      per lultimo anno, gli interessi di mora, e le
      sanzioni. Chi pensa di risparmiare, mentendo
      anche davanti agli ufficiali di pg, rischia
      grosso. Scatterà, infatti, una denuncia penale. E
      allora i guai saranno più
      gravi.Finalmente!Ecco che i furbetti cominciano a tremare
      • Angelone scrive:
        Re: Pugno duro per gli evasori:

        Finalmente!
        Ecco che i furbetti cominciano a tremareMa non sono i soli furbetti a tremare:UE AVVIA PROCEDURA DI INFRAZIONE.SODDISFATTO IL MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO (MDC)Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) esprime soddisfazione per la procedura di infrazione avviata dalla Commissione Europea contro lItalia in merito alla legge Gasparri.Dopo anni di proteste e ricorsi dellassociazione dichiara Francesco Luongo, responsabile del Dipartimento TLC del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) per i regali dello Stato ai produttori di decoder per il DTT (contributi statali pari a circa 220 milioni di euro in due anni), finalmente lUnione Europea interviene contro lo scandalo della legge Gasparri. Questultima garantiva, infatti, sulla nuova tv digitale terrestre un nuovo monopolio (Rai, Mediaset e La7), alla faccia del pluralismo tanto sbandierato dallex ministro Gasparri.Anche la parte della legge dedicata alla spartizione delle frequenze, che costituiva un danno per i nuovi operatori e un vero e proprio ostacolo alla libera concorrenza cade finalmente sotto i colpi dellUe.Fonte: Movimento Difesa del Cittadino
        • SardinianBoy scrive:
          Re: Pugno duro per gli evasori:
          Io non possiedo tv, nel senso che materialmente non possiedo l'apparecchio.L'ho regalato facendo beneficenza.Però, mi sorge un dubbio: ho comperato da poco un apparecchio home theather con la radio incorporata......quindi dovrei sborsare questa tassa assurda? Se la risposta è SI, lo rivendo subito e ne compro uno uguale ma senza radio, se la risposta è NO, grazi mi sono risparmiato il tempo per rivenderlo. Grazie Cordiali saluti
    • Margherita scrive:
      Re: Pugno duro per gli evasori:
      ma per favore! con tutti i delinquenti che ci sono in giro, albanesi, marocchini, ecco cosa fanno i grandi assetati di soldi, interrogano le vecchiette in questura.Ma che uno stormo di piccioni incazzati vi scambino per l'assessore all'ecologia riempiendovi integralmente di scagazzate.
  • Anonimo scrive:
    E se il televisore me lo regalano?
    E se il televisore me lo regalano???Ad esempio: se il televisore lo aquista mio padre, che già paga il canone, se lo intesta, garanzia compresa, e poi me lo presta??
    • Anonimo scrive:
      Re: E se il televisore me lo regalano?
      - Scritto da:
      E se il televisore me lo regalano???
      Ad esempio: se il televisore lo aquista mio
      padre, che già paga il canone, se lo intesta,
      garanzia compresa, e poi me lo
      presta??o lo vai a vedere a casa sua (se paga il canone)o devi pagare per il possesso di un tv, anche rotto, indipendentemente dall'origine (anche se lo avessi rubato 8) )
  • Anonimo scrive:
    Bah...
    Leggendo questa intervista mi è venuta una forte nausea, l'essere capace di rispondere ad una intervista non facendo capire nulla o poco più è una grande dote del signor VB.In epoca di televisone digitale poi, fare riferimento ai decreti regi del '38 fa abbastanza ridere, le leggi vengono modificate solo per favorire i potenti non il popolo e meno male che abbiamo un "governo" di sinistra.E smettiamo di chaimarlo canone RAI... chiamiamolo canone sugli apparecchi audio-visivi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bah...
      Il "Canone Rai" è già una tassa di possesso di Apparecchi AudioVisivi. Quello che fa specie è che non venga chiamata per quello che è, cioè una tassa di Monopolio. Un po' come l'accisa sulle sigarette o sul sale...E' una tassa che serve per far campare 200.000 persone + l'indotto, nonchè a controllare l'informazione da parte di TUTTI i soggetti politici (a turno o a lotti...)In un momento di liberalizzazioni quello della RAI è un discorso penoso e volgare. E' inutile dire che gli italiani si meritano di avere una televisione così...
  • Anonimo scrive:
    porgo le scuse a P.I.
    [quote]Punto Informatico: Cerchiamo di far chiarezza: se si possiede un PC o un cellulare capace di ricevere il segnale televisivo il canone è dovuto? [/quote]non avevo letto bene fra le righe in effetti tutti noi abbiamo chiesto un intervista chiara, non avevo notato la frase [b]capace[/b] in effetti un pc come qualsiasi cellulare, tranne alcuni modelli ed il pc con l'estenzione del turner non è capace di ricevere segnali, solo la risposta di VB, con il suo "Astrattamente" e non rispondendo alla specifica domanda, abbraccia tutto e niente, certo comico di un responsabile rispondere astrattamente, quando gli avvisi di pagamento sono reali e non astratti.ringrazio e mi scuso di nuovo con P.I. per non aver compreso bene.
    • Anonimo scrive:
      Re: porgo le scuse a P.I.
      Volevi che si assumesse una qualsiasi responsabilità oggettiva per aver fatto delle dichiarazioni? Ha risposto da impiegato statale citando le varie leggi e lasciando ad ognuno di noi l'onere di andarsele a leggere ed a interpretarle. in questo modo è di ognuno di noi la responsabilità di una errata interpretazione, daltronde la finanza interpreta ne più ne meno di noi e ogni finanziare ti dice, "per me è così ma è una mia interpretazione, un mio collega potrebbe pensarla differentemente" e se tu gli chiedi cosa dovresti fare allora per non sbagliare ti guarda, sorride e ti dice "la legge non è chiara".in Italia le leggi non sono chiare, sonos critte per far si che solo chi el scrive appunto le capisca e nessun governo fino ad oggi le ha semplificate per renderle chiare anche a chi ha solo al 5 elementare. Non diemntichiamo poi che ogni nuova legge difficilmente abroga la precedente ma la modifica in parte e senza decreti attuativi o circolari restano per anni attivi gli "ex art. 45 del comma 4 del DL ecc ecc". solo in piemonte la giunta di destra ha in apssato fatto pulizia emanando testi unici abrogativi dei precedenti.alla fine per quanto si faccia bene si sbaglia e non basta nemmeno pagare sempre per aver ragione scattano multe anche a chi paga troppo, in effetti nel torbido si pesca meglio, i polli come noi.
  • Anonimo scrive:
    E meno male che è un funzionario ADE...
    ... non sa neppure che l'obbligo di registrare gli acquirenti degli apparecchi televisivi è stato abolito da oltre 10 anni...
    • Ics-pi scrive:
      Re: E meno male che è un funzionario ADE
      - Scritto da:
      ... non sa neppure che l'obbligo di registrare
      gli acquirenti degli apparecchi televisivi è
      stato abolito da oltre 10
      anni...Ovvio che non poteva certo dirti: abbiamo abolito quel sistema per utilizzare la raccolta illegale di dati personali che è piu' sicura nello scovare i "colpevoli" e meno impegnativa per loro (basta per assurdo uno stupido DB con access).Sento un rumore di marranzano che arriva da fuori dalla finestra, voi no?
  • Anonimo scrive:
    Chiarimenti riguardo canone e computer
    Occupandomi di informatica ci terrei a chiarire che il computer non viene "modificato" nel momento in cui si aggiunge una nuova scheda (periferica), di acquisizione o altro, esso rimane uguale, il termine esatto e che per esso avviene una "implementazione". Il computer non è modificabile, a meno che non vengano cambiate le funzioni hardware, come avviene con i "modchip" per le consolle.
  • Anonimo scrive:
    canone rai un abuso
    "un PC o un cellulare capace di ricevere il segnale televisivo il canone è dovuto?"qua si discute di Pc o cellulare CAPACE di ricevere il segnale televisivo, per quanto riguarda i cellulari vi sono modelli che hanno il tutto integrato e dunque a mio giudizio si ricade nel Regio decreto "apparecchi atti a ricevere bla bla bla" nel caso del pc è diverso è la mia volonta a dover acquistare un estenzione per farlo divenire atto a ricevere, quindi E' UNA LIBERA SCELTA non E' UN ATTO IMPOSITIVO che io debba o meno POSSEDERE una TV o una RADIO o qualsiasi altro apparecchio ATTO a ricevere segnali, per conto mio è sbagliato e persecutorio costringere a pagare un qualcosa per cui non se ne ha il possesso e nè la voglia di possedere, ADE e in specialmodo la sezione Urar non spiega chiaramente nel suo sito nè con gli interlocutori cosa bisogna produrre per essere eliminati dagli elenchi, e anche quando ciò avviene, questi signori da un lato ti cancellano dagli elenchi, dall'altro ti inseriscono nell'annovero dei nuovi abbonati, e quindi ti invitano a pagare il bollettino, come per dire mettere tutto nel dimenticatoio mesi di raccomandate e diffide, e questo è niente, questi signori hanno l'accesso all'anagrafe, e quindi controllano se nell'abitazione vi sia o meno un maggiorenne, e dunque far pervenire a quest'ultimo il bollettino come nuovo abbonato, e mi sembra giusto se LA MIA PERSONA non possiede più un apparecchio, questo non vuol dire che non lo possegga un componente del mio nucleo familiare, in più oltre a mandare ragazzini con una piccola tessera RAI dicendo di avere autorizzazione e blablabla, e alla risposta di non possedere apparecchi atti a ricevere segnali etc etc, e il rifiuto di aver consegnato il bollettino, dicono che questa negazione sarà inoltrata alla Guardia di Finanza, quindi essere pure minacciati di intervento della forza pubblica per un ipotetico reato, per concludere fanno il processo alle intenzioni e ti condannano ti perseguitano costantemente con bollettini da pagare, ti minacciano di far intervenire la forza pubblica.un trattamento di cosi' talmente volontariamente malvagio non è riservato neanche ai peggiori banditi, perchè certamente loro avranno l'INDULTO chi non paga il canone Rai non lo avrà MAI.
    • Anonimo scrive:
      Re: canone rai un abuso
      dimenticavo la domanda posta da Punto Informatico è incompleta visto che non ha specificatametne chiesto se l'apparecchio non è atto a ricevere se si debba o no il canone.il motivo è semplice, io ovviamente scrivo adesso dal mio pc non ha l'estenzione per ricevere segnali "lo debbo pagare il canone" se non ho altri apparecchi che questo??
  • Anonimo scrive:
    Mi piacerebbe sapere ...
    Se solo il possesso in un luogo autorizza l'esazione, allora tutte le sedi di banche, poste, uffici pubblici e privati enti pubblici e privati e chissa quant'altro dovranno pagare il canone, se per estenzione si considera ogni PC in grado di acquisire il segnale.Penso che ci sarà da divertirci....
  • Anonimo scrive:
    canone rai una rapina
    credo che il canone rai sia una rapina che la rai, con la complicità dello stato, fa ai cittadini italiani. che schifffo....
  • Anonimo scrive:
    Perchè non organizziamo una petizione?
    buttiamo giù il testo.. chi è daccordo?
    • AnyFile scrive:
      Re: Perchè non organizziamo una petizion
      Cosa intendi per petizione?cose tipo lettere aperte, non servono assolutamente a nulla (politici e simili non sono neanche tenuti a leggerle, figuriamoci a prenderle in considerazioni, i dirigenti, come quello intervistato, fanno come vogliono e decisdono loro cosa fare e i giudici per legge devono basarsi solo sulle leggi)Le possibilita' sono due (almeno a me ora vengono in mente solo queste due)* una interrrogazione in Parlamento (o inviando direttamente un messaggio di richiesta di spiegazione oppure tramite un parlamentare)* la presentazione di una proposta di legge popolare(per la seconda occorrono un discreto numero di firme che devono essere autenticate)
    • marilene bonavita scrive:
      Re: Perchè non organizziamo una petizione?
      salve, sono perfettamente daccordo; una volta tanto non stupidi referendum ai quali non partecipa mai nessuno (tanto quelli importanti non son sentiti!!). in questo caso visto che ci sarebbe da non pagare, son sicura, l'affluenza sarà totale.
    • ste scrive:
      Re: Perchè non organizziamo una petizione?
      Io ci sto!
  • Anonimo scrive:
    astrattamente abilitato
    anche il buco del cu*o è astrattamente abilitato a ricevere il segnale rai, basta mettersi una antenna su per il cu*o, con tutti questi programmi di mer*a
  • Anonimo scrive:
    come dire puo' una donna qualunque
    diventare una diva?certo a patto che faccia palestra, abbia un personal trainer, investa un po' in centri estetici etc, promozione etc etc alla fine in teoria chiunque può.
  • Anonimo scrive:
    soldi allo stato, non alla rai
    Non è un particolare... solo una parte viene "girata" alla RAI. Comunque l'asetticità delle risposte in burocratese è talmente esasperata che sfonda il limite della comicità...federico rocchi
    • AnyFile scrive:
      Re: soldi allo stato, non alla rai
      Sei sicuro che alla Rai non arrivino altri soldi dallo Stato? Non e' che alla fine anzi arrivino alla Rai piu' soldi di quelli rastrellati con il "canone"?
  • Anonimo scrive:
    Articolo totalmente inutile...
    "Punto Informatico: Cerchiamo di far chiarezza: se si possiede un PC o un cellulare capace di ricevere il segnale televisivo il canone è dovuto?..."Certo che si. Almeno su questo la legge è chiara. Non è chiara su cosa si intende per dispositivo adattabile. Un PC diventa adattabile solo nel momento in cui viene montata una scheda TV oppure è sempre adattabile proprio perchè è sempre possibile decidere di montarci una scheda TV ? Questa era l'unica questione seria che andava trattata, e che sia l'intervistatore che l'intervistato si sono guardati bene dal ricordare...
  • Anonimo scrive:
    La mia opinione
    Se non erro il canone TV va pagato per qualsiasi apparecchio atto a ricevere segnale TV (anche il microonde se opportunamente modificato può ricevere il segnale TV cmq...). Secondo me il canone Rai è la prova che il nostro Governo (sia dx sia sx) può farci pagare quel che vuole e quando vuole perchè tanto gli italiani non sono in grado di reagire (sia per mancanza di voglia che di mezzi). E' difficile trovare un modo per opporsi a questo ad esempio. Una opzione sarebbe smetere di pagare ma si incorrerebbe in reato e sequestro della TV. Che vergogna (nemmeno io sto facendo molto per oppormi cmq, mancano effettivamente i mezzi).
  • Anonimo scrive:
    Abolire un anacronistico balzello
    Il canone RAI è una vera e propria tassa sulla comunicazione. Il fatto poi che colpisca solo gli apparecchi in grado di ricevere un segnale televisivo è il colmo di tutte le ridicolaggini inventate dalla fiscalità creativa. Perché allora non tassare anche altri ricevitori? Perché non tassare anche i padiglioni auricolari delle persone in quanto apparecchi in grado di ricevere un segnale sonoro? Se lo stato è padrone dell'etere, allora dobbiamo pagare anche un canone per le onde che colpiscono le nostre orecchie inquanto utilizzano uno spazio del demanio. E' un finanziamento occulto che va alla RAI e quindi un aperta violazione di tutte le regole della concorrenza. Se la RAI vuole incassare un canone deve semplicemente criptare le sue trasmissioni e venderle a chi le richiede pagando un canone. Nonostante tutti gli sforzi, restiamo sempre un paese di merda.
  • Anonimo scrive:
    Canone TV ?!?
    Non pagatelo mai, chi lo paga la prima volta è fregato a vita. Cosa si rischia a non pagare il canone? Nulla. Anche nella malaugurata ipotesi di un accertamento presso la propria abitazione di agenti prezzolati della RAI (con adeguato mandato di perquisizione del giudice competente... un ipotesi un tantino remota)potrete sempre sostenere che la TV vi è stata regalata il giorno stesso dal parente xy in regola con le quote Rai e.... orrore! dovrete incominciare a pagare il canone.
  • Anonimo scrive:
    Rimborso canone RAI per utenti SKY
    Io chiederei che la somma da versare per quest'ingiusto canone mi sia accreditata per pagare le rate dell'abbonamento a SKY, che molti telespettatori sono *costretti* a usare perche' i canali della TV nazionale hanno per il 90% dei contenuti a dir poco *osceni* che offendono la loro intelligenza, pubblicita' invasiva e repliche su repliche di film e telefilm ormai riproposti fino alla nausea. Perche' non ripropongono i vecchi sceneggiati italiani, per esempio? O i documentari storici? O magari anche i vecchi programmi con i comici di una volta? Almeno allora la TV nazionale era degna del nome di 'emittente televisiva', ora somiglia a un cassonetto dei rifiuti. :p
    • AnyFile scrive:
      Re: Rimborso canone RAI per utenti SKY
      Spesso la Rai di programmi interessanti ne propone.Peccato che nella maggior parte dei casi sono ad ora motlo tarda.Invece al mattino non c'e' il minimo probelma a trovare un oroscopo!!! Che scandalo bisogna pagare un servizio che fa di ste robe: trasmettere l'oroscopo in coda al radiogiornale delel 7.30, infarcire le trasmissioni del mattino di oroscopi.Poi sembra che ormai sia diventata legge che alla sera un programma non puo' iniziare prima delle 21.15. In tal modo qualsiasi programma finisce molto tardi.Un tempo iniziavano alle 20.30, oggi perlomeno alle21.15Anche quando, come ora in estate, non vi sono strisce (intendo programmi brevi) da trasmettere dopo il tg, non e' che ritornano a trasmettere il programma di prima serata alle 20.30 o poco dopo.No, mettono schifezze su schifette. E' veramente scandaloso quello che trasmette Rai1 dopo le 20.30. E sopratutto sono sempre le stesse cose (preoccupante anche il fatto che in tali spezzoni di trasmissioni gia' trasmesse le cose migliori siano quelle delle trasmissioni di un sacco di anni fa mentre quelle recenti lasciano MOLTO a desiderare).Comunque tra l'abolizione del "canone" e una tv pubblica di gran lunga migliore, sono per la seconda ipotesi.(fermo restando che si puo' trovare un metodo migliore per prelevare i soldi, ad esempio la si puo' incorporare nell'IRPEF, come avviene ad esempio per scuole, poliziE, ecc.)
  • Anonimo scrive:
    astrattamente idoneo a captare l'emitte
    astrattamente idoneo a captare l'emittenza radio televisiva. Quindi essendo il corpo umano un conduttore puo' essere considerato un'antenna televisiva quindi chiunque possieda un corpo deve pagare le tasse. :D :D :p :) :o :s :(:'(
    • Ics-pi scrive:
      Re: astrattamente idoneo a captare l'emi
      Il mio gatto è un potenziale leone.Mia zia è una potenziale wrestler.I politici sono potenziali benefattori.King kong è un potenziale animaletto da cortile.Una motosega è una potenziale lametta da barba.Una bomba a mano è un potenziale cavatappi....
    • Anonimo scrive:
      Re: astrattamente idoneo a captare l'emi
      - Scritto da:
      astrattamente idoneo a captare l'emittenza radio
      televisiva. Quindi essendo il corpo umano un
      conduttore puo' essere considerato un'antenna
      televisiva quindi chiunque possieda un corpo deve
      pagare le tasse. :D :D :p :) :o :s
      :(:'(Per farti capire, quando si pagava il bollo per l'autoradio eri tenuto a pagarla se la macchina aveva l'antenna sul tetto (magari era già venduta così) anche se tu non avevi l'autoradio. Il mezzo era astrattamente idoneo ad ospitare un'autoradio (era predisposto) e poco importava se l'autoradio c'era oppure no.
      • cjalimp scrive:
        Re: astrattamente idoneo a captare l'emi
        sì.. e la modifica del 97 citata nell'articolo parla di sanzioni anche per chi non paga l'autoradio, dimenticando che da alcuni anni l'eventuale autoradio è compresa nel bollo di circolazione [ovvero, si paga comunque anche se non c'è].quello di cui l'italia, gli italiani hanno bisogno è una riscrittura completa e veloce delle leggi. che nessuno fa o vuole fare perché con la confusione dei richiami che s'incrociano e si elidono san bene che ci tolgono voce.
        • AnyFile scrive:
          Re: astrattamente idoneo a captare l'emi
          - Scritto da: cjalimp
          quello di cui l'italia, gli italiani hanno
          bisogno è una riscrittura completa e veloce delle
          leggi. che nessuno fa o vuole fare perché con la
          confusione dei richiami che s'incrociano e si
          elidono san bene che ci tolgono
          voce.Dal 1948 ad oggi non sono ancora risuciti ad abolirre gli articoli di legge precednti in contrasto con la Costituzione. (compito per il quale basterebbe assegnare un po' di tesi di laurea) Figuriamoci se si danno una smossa
    • Anonimo scrive:
      Re: astrattamente idoneo a captare l'emi
      ;D ..infatti bill gates ci ha provato a brevettarla, la conducibilità elettrica umana.
  • Anonimo scrive:
    Il pc.....
    ...se non lo MODIFICO non è atto alla ricezione del segnale televisivo.A questo punto anche la calcolatrice scientifica ha un display, anche i moderni frigoriferi, la PSP, il Nintendo DS.... e perchè no, anche il tostapane con opportune modifiche!!!!!Ma fatemi il piacere e andate a succhiare il sangue a chi se lo merita veramente!!!
  • Anonimo scrive:
    Non vi fate ingannare
    Qui si dibatte se il cellulare sia una TV, seil PC sia una TV, ma non si va al cuore del problema. Il CANONE TV è un furto legalizzato. Innanzitutto NON è un canone ma una TASSA e quindi abbiano il coraggio di chiamarlo come tale. In secondo luogo gli introiti vanno direttamente alla RAI quindi, nonostante si sostenga il contrario, non dovrebbe essere legato al possesso di un aparecchio TV ma alla visione (e sottolineo visione, non ricezione) della RAI. Terzo, rendiamoci conto di questo. Lo STATO si vende l'aria sopra casa (il cosidetto etere) mia ad altri (ad esempio a SKY) e poi mi condanna se io mi prendo le onde e ci faccio quello che voglio. Dovrei essere io a denunciare loro non il contrario!!! Pensateci. Si tratta del rispetto del DIRITTO DI PROPRIETA'. Se il cielo è di tutti, il metro sopra casa mia (dove c'è l'antenna) è MIO. Qui si è così abituati a subire abusi che si discute se il cellulare si, il PC no, etc.... Già le tasse tutte (qualunque tassa) sono una violenza (non ci vedo molta diferenza tra il pizzo che si paga alla Mafia per lavorare e le tasse che si pagano allo Stato). Figuriamoci il canone TV. E non mi parlate di DEMOCRAZIA perché provino a fare un referendum per abolire il canone e vediamo se vincono i NO. In DEMOCRAZIA un comportamento fatto dalla maggioranza dei cittadini dovrebbe essere LEGALE !!! Ora vi invito tutti ad andare qui e firmare per l'abolizione del CANONE TV: http://www.aduc.it/dyn/rai/index.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vi fate ingannare
      giusto, e pensa allo schifo che fanno coi cellulari che è anche peggio, dovrebbe mettere tutto via cavo
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vi fate ingannare
      - Scritto da:
      Qui si dibatte se il cellulare sia una TV, mmmm no
      Il CANONE TV è un furto legalizzato.punti di vista
      Innanzitutto NON è un canone ma una TASSA mmmno e' un'imposta
      non dovrebbe essere legato
      al possesso di un aparecchio TV non lo e'per il resto d'accordo su tutto
  • Anonimo scrive:
    Ah si !
    Io spero prima o poi di andare a lavorare negli USA e diventare cittadino americano.Questo paese mi ha ormai stufato!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ah si !
      - Scritto da:
      Io spero prima o poi di andare a lavorare negli
      USA e diventare cittadino
      americano.
      Questo paese mi ha ormai stufato!!!Lo pensavo anch'io, finche non ho visto le porcherie di RIIA ed MPAA, cui il governo USA tiene mano!
    • AnyFile scrive:
      Re: Ah si !
      - Scritto da:
      Io spero prima o poi di andare a lavorare negli
      USA e diventare cittadino
      americano.
      Questo paese mi ha ormai stufato!!!Chi lascia la strada vecchia per la nuova, sa quel che lascia ma nn sa quel che trova (cosi' dice il poeta)
  • sylvaticus scrive:
    PI ci tiene a scaldare gli animi..
    Sarà perchè è estate (o perchè porta lettori..), ma vedo che PI ci tiene a battere il chiodo su questo argomento..Quest'intervista non aggiunge in verità niente di nuovo, inanzitutto perchè l'intervistato è "parte in causa", ma sopratutto perchè evidenzia che una giurisprudenza in materia non esiste.Personalmente ritengo altamente improbabile che una posizione che consideri "il personal computer o il videofonino [..] apparecchi astrattamente atti alla ricezione di programmi" sia facilmente difendibile in fase giudiziaria.Suvvia.. almeno per quest'estate smettiamola di far paura ai bambini!
    • Anonimo scrive:
      Re: PI ci tiene a scaldare gli animi..
      Vediamola in un altro modo:PI ci tiene che la gente si svegli e pretenda di far valere i suoi diritti?Provate per una settimana a spegnere il telefonino e staccare la spina della tv e cominciate a osservare il mondo che vi ritrovate attorno (ok, i giovani probabilmente non hanno un termine di confronto), e rendetevi conto di come siamo messi adesso nel mondo.
      • Anonimo scrive:
        Re: PI ci tiene a scaldare gli animi..
        - Scritto da:

        Vediamola in un altro modo:
        PI ci tiene che la gente si svegli e pretenda di
        far valere i suoi
        diritti?
        Provate per una settimana a spegnere il
        telefonino e staccare la spina della tv e
        cominciate a osservare il mondo che vi ritrovate
        attorno (ok, i giovani probabilmente non hanno un
        termine di confronto), e rendetevi conto di come
        siamo messi adesso nel
        mondo.
        troppo difficile, pretendi troppo
  • senzaesclusiva scrive:
    ..una info su...
    Qualcuno di voi sa se questo tipo di configurazione è soggetta ad imposta possesso Tv?Dvd/Home theaterProiettore...non mi sembra un "apparato ASTRATTAMENTE adattabile alla ricezione" Che ne dite? Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: ..una info su...
      - Scritto da: senzaesclusiva
      Qualcuno di voi sa se questo tipo di
      configurazione è soggetta ad imposta possesso
      Tv?

      Dvd/Home theater
      Proiettore

      ...non mi sembra un "apparato ASTRATTAMENTE
      adattabile alla ricezione"


      Che ne dite?

      Ciaoal proiettore colleghi un decoder dtt o sat e diventa una tv
      • longinous scrive:
        Re: ..una info su...
        - Scritto da:

        - Scritto da: senzaesclusiva

        Qualcuno di voi sa se questo tipo di

        configurazione è soggetta ad imposta possesso

        Tv?



        Dvd/Home theater

        Proiettore



        ...non mi sembra un "apparato ASTRATTAMENTE

        adattabile alla ricezione"





        Che ne dite?



        Ciao

        al proiettore colleghi un decoder dtt o sat e
        diventa una
        tvAvvolgo nella stagnola la coda del mio gatto ed ho un'antenna!non è per prendere in giro, tu hai ragione, ma non si può pagare una tassa su qualcosa che no si ha ancora, giusto?
        • AnyFile scrive:
          Re: ..una info su...
          E i monitor usati nelle stazioni ferroviare per segnalare gli orari dei treni, pagano il "canone"?Anche quelli sono adattabili. "Basta" (si fa per dire) aggiungere un antenna ed un sintonizzatore ...
          • Ics-pi scrive:
            Re: ..una info su...
            - Scritto da: AnyFile
            E i monitor usati nelle stazioni ferroviare per
            segnalare gli orari dei treni, pagano il
            "canone"?

            Anche quelli sono adattabili. "Basta" (si fa per
            dire) aggiungere un antenna ed un sintonizzatore
            ...Fino a poco tempo fa c'erano TELEVISORI, piu' economici e piu' grandi dei monitor (il padre di un mio amico lavorava in philips), ora stanno cambiando tutto con gli LCD...
  • Anonimo scrive:
    se già lo si paga per un tv...
    ...non lo si deve pagare per altri apparecchi aggiuntivi al primo (sia esso un secondo televisore oppure pc o tvfonino atti a ricevere segnale tv).l'articolo omette questa importante distinzione: allarmismo stupido e fuorviante
    • Anonimo scrive:
      Re: se già lo si paga per un tv...
      si ma come ci si comporta se in una famiglia di 4 elementi, il canone tv lo paga ovviamente il padre, ma i telefonini li hanno intestati tutti e 4, quadruplica la tassa?
      • AnyFile scrive:
        Re: se già lo si paga per un tv...
        La tassa, anzi imposta, va pagata una volta sola per famiglia. E questo anche nel caso in cui si abbia piu' di una casa.Come ci hanno recentemente ricordato chi comanda in Italia (lascio a voi capire chi) la famiglia e' una cosa importantissima e su di essa dovrebbero basarsi tutte le leggi.Chi se ne frega che in alcuni casi ci sono dei casi non uguali a quelli standard. (ad esempio studenti fuori sede che condividono un appartamento)
    • Anonimo scrive:
      Re: se già lo si paga per un tv...
      - Scritto da:
      ...non lo si deve pagare per altri apparecchi
      aggiuntivi al primo (sia esso un secondo
      televisore oppure pc o tvfonino atti a ricevere
      segnale
      tv).

      l'articolo omette questa importante distinzione:
      allarmismo stupido e
      fuorvianteconcordo l'articolo e l'intervista non hanno discusso proprio dei nodi cruciali.1) nessun possesso di apparecchi atto a ricevere ed il solo possesso del pc non abilitato a ricevere segnali dall'etere e con la sola connessione ad internet è OBBLIGATO a pagare il canone??cosè Punto informatico dalla sua grande esperienza non è riuscita a porre questa semplice domanda?? oppure l'ente preposto non ha voluto rispondere, ma cosi' l'articolo è fuorviante ed allarmista ed incompleto.propongo di rifare l'intervista e di essere più incisivi
  • Anonimo scrive:
    Non è una novità
    Nell'articolo mi pare non si sia detto che il canone è, per legge, dovuto anche se l'apparecchio è guasto.
  • Anonimo scrive:
    Mai pagato il canone .........
    come da subjecttrattasi di una gabella ingiusta
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai pagato il canone .........
      Pensa a me che lo pago da sempre...la repubblica delle banane dei furbidegli impuniti.......
      • Anonimo scrive:
        Sempre pagato il canone
        - Scritto da:
        Pensa a me che lo pago da sempre...

        la repubblica delle banane
        dei furbi
        degli impuniti.......
        Mi associo. E' ora di finirla con i furbi.
  • NemoNever scrive:
    decreto REGIO???? del '38?!?!?!?
    Ecco il paese dove viviamo:"... si fa presente che l'articolo 17 del Regio Decreto Legge 21 febbraio 1938 , n. 246, ... di apparecchi e materiali radioelettrici ..."E' questo che c'è all'origine di tutto: un decreto del re d'Italia di 70 anni fa, quando ancora nemmeno le tv esistevano.Possono modificare, adattare, revisionare quanto vogliono, ma restano un branco di ridicoli omuncoli, che per prendere i soldi anche a quelli che dello schifo di tv di questi anni ne fanno volentieri a meno.
    • Ics-pi scrive:
      Re: decreto REGIO???? del '38?!?!?!?
      Piu' che del re direi del fascio.Cmq strano che con tutto il fior fior di politici che STRAPAGHIAMO non ci abbiano ANCORA aggiornato questa MERDA (SI MERDA) di legge del nazifascismo.Io saprei chi mandare nei GULAG, basta guardare sui manifesti elettorali...
    • AnyFile scrive:
      Re: decreto REGIO???? del '38?!?!?!?
      Si' e' veramente assurdo.Pensa che la Corte Costituzionale non ha ancora avuto tempo (chissa' che altro fanno, al limite basterebbe farlo fare a qualche laurenado) riuscire a leggere le leggi importanti ed accorgersi che ci sono leggi contrarie alla Costituzione.E non parlo di leggine che nessuno sa neanche che esistono, palro anche di leggi molto importanti e famose.E' mai possibile che chi studia il codice penale o civile non si accorga dell'illegitimita' costituionale di alcune norme.E che dire del Testo Unico di Pubblca sicurezza (di datazione molto simile, sempre di epoca fascista)?Ci sono voluti decenni, per esempio, per accorgersi che era incostituzionale l'articolo che prevedeva la comunicazione alla Questura per riunioni in luoghi privati aperti al pubblico!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: decreto REGIO???? del '38?!?!?!?
      Figurati ... in ambito amministrativo sono in vigore leggi del 1865 ...
    • Anonimo scrive:
      Re: decreto REGIO???? del '38?!?!?!?
      E' la prima cosa che ho notatao anch'io: il tipo di decreto e la data.Comunque la cosa non è di per sé un male (intendo il fatto che una legge abbia valenza per un periodo di tempo così lungo); i legislatori di oggi fanno leggi che durano qualche anno e poi sono da buttare perchè: irrealistiche, contrarie alle normative UE, anacronistiche o semplicemente perchè sono talmente "stupide" che nessuno le rispetta e nessuno si preoccupa di farle rispettare. :
      • NemoNever scrive:
        Re: decreto REGIO???? del '38?!?!?!?
        Sono d'accordo che non sia un male, soprattutto nei casi che le leggi cercano di far mantenere alto il diritto del cittadino.Ma in quel caso il decreto regio era stato fatto in una situazione probabilmente non molto "analoga" alla nostra: comunicazioni che nascevano, bisogno di poterle "dominare", gestire, in modo che non divenissero libere e fuori dal controllo. Era una situazione totalmente nuova.Adesso abbiamo persone che non vogliono assolutamente avere niente a che fare con un mezzo di comunicazione ormai antiquato, sporco (parlo sia di tecnologia che di contenuti), e che si trovano a dover pagarne per forza la tassa per l'utilizzo.E' troppo facile sostenere che con un pc potrei guardare trasmissioni rai; è più difficile per chi deve controllare poter stabilire che non ho nessun apparato ricevente di segnale televisivo in casa, ma sarebbe la cosa più giusta da fare.In un paese libero chiunque deve essere libero di pagare e guardare, per carità, ma deve essere libero anche di NON pagare e NON guardare.
  • Anonimo scrive:
    riflessioni
    In teoria tutti i personal computer sono adattabili a ricevere un segnale radiotelevisivo. Quindi chi compra un "PC" per fare contabilita' deve pagare il canone Rai. Se' questa è la legge, ok, non si discute, si paga è basta. Il punto pero' che non diventa piu' una scelta... cioe' mi spiego, io prima non acquistavo la televisione, la radio, il videoregistratore (con sintonizzatore), ecc, ecc. ed non ero obbligato a pagare il canone. Ora invece si. Perche' effettivamente TUTTO è modificabile per ricevere ..., chi monta una scheda tv (usb, pci, ecc) sul proprio personal in realta' monta' un televisore a tutti gli effetti, sulla scheda tv ci sta un "televisore completo" privo di monitor, ma si sa chi paga il canone puo' anche non vedere. Quindi in teoria e astrattamente anche il frigorivero puo' diventare uno strumento atto a ricevere frequenze audiovideo. Un modello della samsung monta un lcd piatto sul portellone. Aspettiamoci delle modifiche di legge.. personal computer, frigoriferi, lavatrici, ecc. ecc. Ma se io non voglio un persona computer, una lavatrice... non modificabile... in teoria i produttori, costruttori dovrebbero fornire di personal computer alternativi con un bel bollino ; QUESTO COMPUTER NON è MODIFICABILE A RICEVERE... BLA BLA BLA, perche mi sembra legittimo che chi acquista un PC per scrivere la letterina a gesu bambino non debba nulla a questi signori... astratti...
    • Anonimo scrive:
      Re: riflessioni
      che mi daresti l'email di gesu bambino? vorrei chiedergli di cambiare due o tre cose di questo nostro mondo..
  • Anonimo scrive:
    Ma che razza di intervista è?
    Ma non potevate pretendere delle risposte SI - NO?!? E' così difficile?Come al solito non s'è capito una fava, ma che razza di giornalisti siete? Tanto valeva non pubblicarla.Ora attendiamo con ansia quella dell'URAR...
  • Anonimo scrive:
    E gli accertamenti ?
    Se l'interpretazione corrente che viene data agli art. 1 e 2 del regio decreto 246 del 21 febbraio 1938 e successive integrazioni e modifiche è che debba pagare chiunque possegga "apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive" ese il computer, secondo l'interpretazione corrente, è "adattabile", l'Agenzia delle Entrate ci spieghi perchè non ha ancora mandato la Finanza ad espletare gli accertamenti per avvenuto pagamento del canone televisivo in tutti i negozi, uffici e aziende di questo paese, dove i PCs abbondano. Questa si chiama omissione di atti d'ufficio !! :-) :-) (troll3)(troll3)
  • Anonimo scrive:
    Astrattamente che?
    Il termine "astrattamente idoneo" non è appropriato e genera confusione.Dott. Busa, dire "Apparecchio idoneo a ricevere e riprodurre trasmissioni analogiche o digitali emesse da soggetti autorizzati alla trasmissione ed in posseso dellaa relativa autorizzazione governativa" sarebbe stato più corretto.
  • Anonimo scrive:
    Lettera Minatoria... e la Privacy?
    PI: (...) qual è la procedura di accertamento prevista per verificare se il contribuente paghi il dovuto? VB: (...) al fine di consentire un monitoraggio sui potenziali contribuenti, prevede l'obbligo di tenuta di particolari registri di carico e scarico in capo ai riparatori, ai commercianti, ai rappresentanti ed agenti di vendita in genere di apparecchi e materiali radioelettrici, dai quali gli organi competenti possono desumere le generalità degli acquirenti .PI: Molti segnalano la ricezione, anche più volte l'anno, di lettere che sollecitano il pagamento del canone. (...)si,si... e chi come me... NON ha comprato ALCUN APPARECCHIO ASTRATTAMENTE IDONEO A CAPTARE L'EMITTENZA RADIO TELEVISIVA ??? L'Ufficio URAR di Torino come si è procurato io mio nominativo?!?!?!?!?!La privacy in questo caso non vale, eh? O)Anche se io la sento violata...Grazie Giorgio
    • Anonimo scrive:
      Re: Lettera Minatoria... e la Privacy?
      si procurano i nominativi in base ai nuovi abbonati alla telefonia fissa
      • Anonimo scrive:
        Re: Lettera Minatoria... e la Privacy?
        - Scritto da:
        si procurano i nominativi in base ai nuovi
        abbonati alla telefonia
        fissa http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1592611&m_id=1593002&r=PIhttp://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1593777&id=1592611&r=PI
    • Anonimo scrive:
      Re: Lettera Minatoria... e la Privacy?
      - Scritto da:
      L'Ufficio URAR di Torino come si è procurato io
      mio
      nominativo?!?!?!?!?!
      La privacy in questo caso non vale, eh? O)
      Anche se io la sento violata...

      Grazie
      Giorgio l'ufficio ha accesso all'anagrafe tributaria e dunque sanno dove risiedi, e ti condanna prima che tu compi il reato, e cioè oramai si presume che ogni persona possegga la tv e non ne può fare a meno, non crede che oramai si comincia ad essere saturi e si hanno le crisi di rigetto vedendo una tv trasmettere schifezze. e dunque ti spediscono il bollettino come nuovo utente, visto, facile no?
  • Anonimo scrive:
    Controlli..
    A parte i controlli della Milizia etc. etc. che mi fan pisciare addosso, ma cmq, ammesso che si faccia entrare (non è un obbligo), li faccio andare dove voglio io, non possono entrare in casa mia e pretendere di "perquisire" la casa, senza un mandato, alla ricerca di un "probabile" TV, è fantanscienza....poi che nella legge ci sia scritto non lo metto in dubbio, che cis debba credere è un'altra cosa, ma PARLIAMONE !
    • AnyFile scrive:
      Re: Controlli..
      - Scritto da:
      A parte i controlli della Milizia etc. etc. che
      mi fan pisciare addosso, ma cmq, ammesso che si
      faccia entrare (non è un obbligo), li faccio
      andare dove voglio io, non possono entrare in
      casa mia e pretendere di "perquisire" la casa,
      senza un mandato, alla ricerca di un "probabile"
      TV, è fantanscienza....poi che nella legge ci sia
      scritto non lo metto in dubbio, che cis debba
      credere è un'altra cosa, ma PARLIAMONE
      !Come no ... le leggi sui mandati non si applicano alle cose tributarie.Qualsiasi persona della Guardia di Finanza ed altri possono bussare alla porta ed entrare senza mandato.Cosa pensi di essere in un paese che tutela i diritti delle persone? CHe illuso!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Controlli..
        Non si tratta di "cose tributarie" ma di un controllo per accertare se possiedi o meno un TV, è un'altra cosa.
        • AnyFile scrive:
          Re: Controlli..
          - Scritto da:
          Non si tratta di "cose tributarie" ma di un
          controllo per accertare se possiedi o meno un TV,
          è un'altra
          cosa.Si', ma viene fatto per controllare se hai o meno evaso un tassa/imposta, quindi rientra nella pertinenza delle cose tributarie!
          • Anonimo scrive:
            Re: Controlli..

            Si', ma viene fatto per controllare se hai o meno
            evaso un tassa/imposta, quindi rientra nella
            pertinenza delle cose
            tributarie!Non rientra un bel niente, non facciamo del terrorismo psicologico. La GdF o chi per loro può entrare in qualunque locale utilizzato da un'impresa (negozio, ufficio, fabbrica, magazzino, ecc.) usando il cosiddetto "Foglio d'Accesso" che viene compilato senza bisogno dell'autorizzazione di un magistrato. Per entrare in un'abitazione PRIVATA è invece obbligatorio un mandato firmato da un giudice, ergo a chiunque si presenta alla tua porta, in divisa o meno, senza il mandato, puoi educatamente chiudere la porta in faccia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Controlli..
        - Scritto da: AnyFile
        - Scritto da:

        A parte i controlli della Milizia etc. etc. che

        mi fan pisciare addosso, ma cmq, ammesso che si

        faccia entrare (non è un obbligo), li faccio

        andare dove voglio io, non possono entrare in

        casa mia e pretendere di "perquisire" la casa,

        senza un mandato, alla ricerca di un "probabile"

        TV, è fantanscienza....poi che nella legge ci
        sia

        scritto non lo metto in dubbio, che cis debba

        credere è un'altra cosa, ma PARLIAMONE

        !

        Come no ... le leggi sui mandati non si applicano
        alle cose
        tributarie.

        Qualsiasi persona della Guardia di Finanza ed
        altri possono bussare alla porta ed entrare senza
        mandato.

        Cosa pensi di essere in un paese che tutela i
        diritti delle persone? CHe
        illuso!!!Posson tentare di entrare senza mandato, giocando sull'intimidazione. E se scantonano di un minimo dai loro poteri li denunci ed invalidi qualsiasi rilevamento.
        • Anonimo scrive:
          Re: Controlli..
          Possono chiederti di entrare ma se non lo fai non possono niente.A quel punto chiederanno un mandato che autorizzi l'uso della forza pubblica per entrare, e non credo che nessuno si prenda la gatta da pelare di firmare un mandato per una PRESUNTA irregolarità, attenzione, presunta, perchè non sanno che tu hai o meno un TV, quindi manca una motivazione valida per procedere in questo modo, stessa cosa se tu li fai entrare e mostri loro cioò che vuoi di casa tua.Sa poi, intimoriti, facciamo entare in casa il primo che si presenta con un tesserino e con toni "minacciosi" vabbè allora siamo fritti.Buon finesettimana.
          • AnyFile scrive:
            Re: Controlli..
            - Scritto da:
            Possono chiederti di entrare ma se non lo fai non
            possono
            niente."Apra immediatamente", secondo te e' chiedere o e' un ordine?
  • Anonimo scrive:
    Interpretando interpretando ....
    "VB: Un eventuale atto di accertamento o la richiesta del pagamento del canone è rivolto necessariamente nei confronti del possessore di qualunque apparecchio atto alla ricezione di programmi radio televisivi, in quanto soggetto passivo del tributo. Al di là di questa osservazione il quesito posto coinvolge aspetti di tipo operativo meglio conosciuti dall'Ufficio URAR di Torino."Vuol dire che gli accertamenti sono rivolti a chi ha "del possessore di qualunque apparecchio atto alla ricezione di programmi radio televisivi" (qui è sparita la parola astrattamente), li fa l'agenzia delle entrate.Se vi viene notificata una ingiunzione deve essere fatta con una raccomandata AR mentre i pezzi di carta che trovate nella buca delle lettere sono in carta semplice.Infatti le cartoline minatorie che arrivano dall'ufficio produzione abbonamenti della società per azioni RAI, sono una questione "coinvolge aspetti di tipo operativo interni" e quindi non hanno valenza legale secondo l'agenzia delle entrate ma, pur avendo un aspetto professionale, sono una azione di marketing di carattere intimidatorio (tra un po`ci troverete anche del sale e un rametto).Per informazioni legali :http://www.aduc.it/dyn/rai
  • Anonimo scrive:
    Allora perchè non CRIPTATE il segnale
    Cioè, obbligate a pagare un canone inutile, perchè un utente, anche senza TV ....magari solo con un PC o un mediacenter che gli funge anche da ricevitore Tv, non è detto che debba vedere canali RAI. Se io sono un fan di MTV e guardo solo quello? Prima di stabilire un CANONE, cercate di capire quante persone sono interessati ai vostri programmi, io personalmente no, e se un giorno dovessi avere solo il PC, sicuramente farò in modo di farlo diventare TV. Se volete che una persona paghi il canone, inviate segnali criptati, come es. BOx interattivo, in modo che chi EFFETTIVAMENTE E' interessato, segue i Vs.programmi e paga un abbonamento ( VEDI SKY), ma non potete assolutamente vietare ne tantomeno imporre una tassa, solo perchè la vostra rete è visibile a tutti. Allora dovrebbe essere TV libera!. Cha mafia.
  • AnyFile scrive:
    Si parla di ....
    Si parla di apparecchi (computer o videofonini) che ricevono (o possono ricevere) segnale televisivo.Pertanto un computer che non abbia l'ingresso televisivo e che non abbia al suo interno un sintonizzatore mi pare prorio (a mio giudizio) non rientrare in questa categoria.Lo stesso dicasi per i videofonini che non sono in grado di ricevere direttamente il segnale televisivo (appunto come se fosero dei televisori) ma solo un segnale trasmesso da un gestore di servizi telefonici radio mobile dietro pagamento verso tale gestore. In questo caso si trata, mi sembra palese, di un servizio aggiuntivo del gestore di servizio telefonico radiomobile.Quando siete stati in albergo in una camera con il telvisore avete dovuto pagare all'albergo la quota del cosi' detto canone Rai? (piu' propriamente imposta per bla bla bla). O peggio avete dovuto voi dare direttamente all'URAR tale quota? NO, e' gia' incluso nel costo della camera.Qunado siete andati al bar e avete ordinato un birra (o che altro) e avete guardato sul maxischermo la partita avete dovuto pagare dei soldi per tale imposta o per l'abbonamento alla tv sattellitare? No! era gia' incluso nel (caro) prezzo della vostra consumazione.Quindi le cose sono due.O il videotelefonino riceve direttamente il segnale televisivo (esattamente come farebbe un televisore e pertanto in questo caso il videotelefonino sarebbe ANCHE un televisore a tutti gli effetti) e in questo caso mi pare ovvio che il canon va pagato!O il videotelefonino non riceve il segnale televisivo, ma un segnale inviato dietro pagamento da parte del gestore telefonico. In questo secondo caso non vedo proprio dove stia la trasmissione televisiva e pertanto non vedo come possa essere richiesto il pagamento del canone televesivo (anche perche' i videofonini e tutto gli apparecchi di telefonia radio-mobile sono gia' soggetti ad un altra tassa)
    • AndreaMilano scrive:
      Re: Si parla di ....
      - Scritto da: AnyFile
      Si parla di apparecchi (computer o videofonini)
      che ricevono (o possono ricevere) segnale
      televisivo.:cuttone:
      gli apparecchi di telefonia radio-mobile sono
      gia' soggetti ad un altra
      tassa)Eh ma il trucco è proprio qui! L'imposta si applica a quei dispositivi che sono in grado di poter vedere "L'Isola degli sfigati". A questo punto qualsiasi pc dovrebbe pagare l'imposta per il semplice fatto che basta inserire una scheda tv o meglio (peggio?) basta essere collegati alla rete per ricevere in streaming un segnale video.Dovrò tornare al Vic 20 e al Motorola 8700?:)
      • AnyFile scrive:
        Re: Si parla di ....
        - Scritto da: AndreaMilano

        - Scritto da: AnyFile

        Si parla di apparecchi (computer o videofonini)

        che ricevono (o possono ricevere) segnale

        televisivo.
        :cuttone:

        gli apparecchi di telefonia radio-mobile sono

        gia' soggetti ad un altra

        tassa)

        Eh ma il trucco è proprio qui! L'imposta si
        applica a quei dispositivi che sono in grado di
        poter vedere "L'Isola degli sfigati". A questo
        punto qualsiasi pc dovrebbe pagare l'imposta per
        il semplice fatto che basta inserire una scheda
        tv o meglio (peggio?) basta essere collegati alla
        rete per ricevere in streaming un segnale
        video.
        QUesta e' una cosa da chiarire una volta per tutte: lo streaming non e' (a mio avviso) un segnale radiotelevisivo.se vado al cinema mica pago la tassa sul segnale radiotelevisivo. e questo anche se poi lo stesso film sara' trasmesso via radio-televisione.Se vado al bar .... (come ho detto prima)Se una azienda mi ofre un servizo di streaming, sara' lei a farsi pagare per questo servizio o decidere di fornirlo gratis. Ma che c'entra la radio-televisione con questo?Se vado a vedere un concerto allo stadio o un'opera a teatro e questa e' anche trasmessa alla radio o in televisione mica devo pagare il canone RAI (chaimiamolo cosi')Per la stessa ragione se lo stesso programma viene trasmesso sia in onda radio sia in streaming internet questo non vuol dire che se vedo lo stremaing internet devo pagare il canone per le onde radio.Vale la pena di notare che la tassa/imposta/ecc. si paga per il fatto che vengon utilizzate le onde radio e che queste sono poche e di tutti. La tassa/imposta/ecc. non la si paga per poter vedere i programmi televisivi. (il fatto che poi i soldi vanno a finanziare chi produce i programmi, questo mi pare irrivelante ed anzi mi pare una cosa discutibile).Invece se utilizzo lo sreaming intenet utilizzo una risorsa completamente privata per la quale paga gia' interamente il costo del servizio (piantiamola di dire che ad internet c'e' l'accesso gratuito!!!).Il giorno che lo Stato dara' l'accesso gratuito ad internet (come di fatto c'e' per la televisione), allora potra' pretendere una tassa su internet e sullo streaming che gli passa attraverso. Fino ad allora mi pare un'assurdita'.
      • AnyFile scrive:
        Re: Si parla di ....
        - Scritto da: AndreaMilano
        A questo
        punto qualsiasi pc dovrebbe pagare l'imposta per
        il semplice fatto che basta inserire una scheda
        tvAnche qui la cosa sarebbe assurda. Qualsiasi scatola allora dovrebbe pagare la tassa? "Basta (sottolineo "basta") aggiungere un ricevitore, un sintonizzatore e uno schermo et voila' il televisore e' fatto ....
    • Anonimo scrive:
      Re: Si parla di ....
      Avresti per logica tutte le ragioni, peccato che la legge, per assurda che sia, prevede assoggettamento a canone per detenzione di almeno un apparecchio adatto o adattable a ricezione di emissioni TV, in diretta o differita che siano, con diritti detenuti da qualunque Ente emittente, anche diverso dal beneficiario di tale odioso balzello. Resta una scappatoia: il buon senso di un Giuduce di Pace, sull'interpretazione di quel "adatto o adattabile", e un Giudice di Pace normalemte non è documentato su WEB-TV, IPTV, Banda Larga, Mpeg2 e via dicendo (sono tutti argomenti che potrebbero obbligarci a pagare possedendo un computer e non guardando mai ta TV, questo è l'assurdo).
      • AnyFile scrive:
        Re: Si parla di ....
        - Scritto da:

        Resta una scappatoia: il buon senso di un Giuduce
        di Pace, sull'interpretazione di quel "adatto o
        adattabile",gai' si puo chiedere al giudice di pace se per il pc che ha nel suo uffico paga o meno il canone!!!!
  • Anonimo scrive:
    non è chiaro... x la redaz.
    se non si paga il canone si rischia al massimo una multa di 500 euro??!?ho amici che sono stati minacciati di pignoramento, e non a voce, ma con tanto di raccomandate!com'è la storia?
    • Anonimo scrive:
      Re: non è chiaro... x la redaz.
      Davvero? Addirittura? E per cosa? Per non aver pagato e sostenuto, programmi come i TELETUBBIES? Concordo con lei!
  • Anonimo scrive:
    Non pagate!
    Tanto c'e' l'indulto!!Se le care personcine di Parmalat, Cirio, etc vengono graziate noi dobbiamo pagare il canone??Figuriamoci ..
  • Anonimo scrive:
    Milizia Volontaria per la Sicurezza Naz.
    Quindi se qualcuno di questa istituzione FASCISTA bussa alla mia porta per controllare se ho un tv o un pc devo farlo entrare ? Peccato, avrei preferito sparargli.
    • Max3D scrive:
      Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
      non so se hai notato ma il governo e' cambiato adesso siamo un stato leninista
      • ryoga scrive:
        Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
        - Scritto da: Max3D
        non so se hai notato ma il governo e' cambiato
        adesso siamo un stato
        leninistae a quanto pare, stia spillando piu' soldi questo governo che qualsiasi altro governo precedente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
        - Scritto da: Max3D
        non so se hai notato ma il governo e' cambiato
        adesso siamo un stato
        leninista(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
        Yagoda e Beria sarebbero fieri di Visco :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
        Mentre la legge citata è del periodo fascista, o sbaglio ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
          - Scritto da:
          Mentre la legge citata è del periodo fascista, o
          sbaglio
          ?BSOD? (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
      Senza un mandato, scritto e firmato, in casa mio non entre nessuno, è gia successo 2 volte e se ne sono andati, mai visto + nessuno, non per questioni di Canone tv ma comparabile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
        E se non dico una bischerata, anche se hanno un mandato scritto e firmato, prima di farli entrare puoi chiamare il tuo avvocato (e se sei reo mentre arriva lanci dalla terrazza radio e televisori... @^ :D)
        • Anonimo scrive:
          Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
          - Scritto da:
          E se non dico una bischerata, anche se hanno un
          mandato scritto e firmato, prima di farli entrare
          puoi chiamare il tuo avvocato (e se sei reo
          mentre arriva lanci dalla terrazza radio e
          televisori... @^
          :D)Comunque si chiama DECRETO, non MANDATO ed è appannaggio delle ffoo (cc, ps, gdf).L'ispettore RAI che si presenta con un MANDATO può essere MANDATO a quel paese e magari anche in galera
        • Anonimo scrive:
          Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
          - Scritto da:
          E se non dico una bischerata, anche se hanno un
          mandato scritto e firmato, prima di farli entrare
          puoi chiamare il tuo avvocato (e se sei reo
          mentre arriva lanci dalla terrazza radio e
          televisori... @^
          :D) Se è mandato di Ispezione gli puoi sbattere la porta in faccia, ma potrebbero ritornare con mandato di perquisizione (molto improbabile), in tal caso non puoi opporti, l'avvocato ai diritto a chiamarlo, ma intanto devi farli entrare immediatamente, altrimenti sono autorizzati ad entrare colla forza... Comunque un mandato di perquisizione viene concesso solo per documentato e ragionevole sospetto di illeciti a carattere penale (non è il caso di evasione canone, ma lo è per condivisione P2P, misfatto tra i più gravi al mondo!)
      • AnyFile scrive:
        Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
        - Scritto da:
        Senza un mandato, scritto e firmato, in casa mio
        non entre nessuno, è gia successo 2 volte e se ne
        sono andati, mai visto + nessuno, non per
        questioni di Canone tv ma
        comparabile.L'art 14 della Costituzione si rimangia tutto quanto ha detto subito prima.Infatti, dopo aver detto che il domicilio e' inviolabile (comma 1) e dopo (comma 2) aver detto, anzi detto solo in parte riamndando ad altre leggi, che per le ispezioni valgono norme particolari a tutela delle garanzia, nel comma 3 diceGli accertamenti e le ispezioni per motivi di sanità e di incolumità pubblica o a fini economici e fiscali sono regolati da leggi speciali.Io sarei assulutamente favorevole a che la Costituzione non possa contenre frasi del tipo "salvo quanto previsto da leggi .. " ecc. In tal modo si cancella il diritto che e' stato appena detto.E poi in questo particolare articolo si parla perfino di leggi speciali Qualcuno di voi e' interessato ad iniziare una raccolta di firme per l'abolizione di questo comma 3? (le ispezioni sarebbero comunque consentite, dove necessarie, in base al comma 2)
        • eymerich scrive:
          Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza

          sanità e di incolumità pubblica o a fini
          economici e fiscali sono regolati da leggiIn pratica possono fare quel cazzo che vogliono ... e ormai si fa rispettare la legge solo se c'è convenienza economica.
        • Anonimo scrive:
          Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
          - Scritto da: AnyFile
          - Scritto da:

          Senza un mandato, scritto e firmato, in casa mio

          non entre nessuno, è gia successo 2 volte e se
          ne

          sono andati, mai visto + nessuno, non per

          questioni di Canone tv ma

          comparabile.

          L'art 14 della Costituzione si rimangia tutto
          quanto ha detto subito
          prima.

          Infatti, dopo aver detto che il domicilio e'
          inviolabile (comma 1) e dopo (comma 2) aver
          detto, anzi detto solo in parte riamndando ad
          altre leggi, che per le ispezioni valgono norme
          particolari a tutela delle garanzia, nel comma 3
          dice

          Gli accertamenti e le ispezioni per motivi di
          sanità e di incolumità pubblica o a fini
          economici e fiscali sono regolati da leggi
          speciali.
          Difatti esiste la possibilità di mandato di ispezione (il più delle volte ci provano senza averlo), ma l'obbligo di consentire accesso immediato alla propria abitazione è solo sotto mandato di perquisizione (concesso solo a fronte di grave sospetto di illeciti penali).
          Io sarei assulutamente favorevole a che la
          Costituzione non possa contenre frasi del tipo
          "salvo quanto previsto da leggi .. " ecc. In tal
          modo si cancella il diritto che e' stato appena
          detto.

          E poi in questo particolare articolo si parla
          perfino di leggi
          speciali

          Qualcuno di voi e' interessato ad iniziare una
          raccolta di firme per l'abolizione di questo
          comma 3? (le ispezioni sarebbero comunque
          consentite, dove necessarie, in base al comma
          2)Penso che saremmo in molti interessati. Non dimenticate che le ispezioni si configurano come esame visivo di quanto è presente e visibile nell'appartamento, senza poter toccare nulla. Non possono obbligarvi ad aprire armadi, scansie, ripostigli ... Se lo fanno denunciateli, e comunque i loro rilevamenti saranno nulli per vizio di forma. E quand'anche vi pinzassero con N (grande a piacere) apparecchiature incriminate in funzione, potete dire quel che volete, come ad esempio che ve le hanno appena regalate dei regolari detentori di abbonamento, e state per andare a denunciarne la detenzione. In tale condizione pagherete il canone da quel momento, salvo disidre dopo qualche tempo dichiarando di non avere più il possesso di alcun "apparecchio adatto o adattabile a ricezione di emissioni TV". Se ritornano di ripete la scena, solo che gli abbonamenti minimi sono semestrali, per cui alla fine, se non si stancano di questo "loop", pagherete ugualmente.
      • cjalimp scrive:
        Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
        ;D ..per il momento. ma non scordarti che Bertinotti vuole abolire la proprietà privata..
        • Anonimo scrive:
          Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
          - Scritto da: cjalimp
          ;D ..per il momento. ma non scordarti che
          Bertinotti vuole abolire la proprietà
          privata..Ma sparare stronzate senza vergogna è di moda?
        • Angelone scrive:
          Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
          - Scritto da: cjalimp
          ;D ..per il momento. ma non scordarti che
          Bertinotti vuole abolire la proprietà
          privata..Per me va bene, basta che inizi lui però ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Milizia Volontaria per la Sicurezza
          - Scritto da: cjalimp
          ;D ..per il momento. ma non scordarti che
          Bertinotti vuole abolire la proprietà
          privata..Bertinotti è più borghese e capitalista di Agnelli cosa vuoi che abolisca. Si veste e parla come fosse di sangue blu ogni tanto per contentare i suoi fan comunisti alza il pugno e grida hasta la vittoria siempre col santino del chè appeso al collo. Ultimamente però devo dire mi sembra un pò ammosciato dev'essere che luxuria a forza di infilarglielo su per il deretano l'ha spompato. Che classe politica di merda destra sinistra comunisti fascisti fosse per me li manderei tutti in un campo di concentramento e poi una sana doccia rinfrescante e non ne parliamo più.
  • Supergattone scrive:
    Vi ricordate: Scienziati USA craccano...
    Vi ricordate questo articolo?"Scienziati USA craccano Galileo"http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1562376...."Galileo funziona come un faro", ha detto Psiaki, "ed io ho semplicemente scrutato ed analizzato la frequenza dei fasci luminosi, misurandone le coordinate ed altre informazioni: è possibile che il costruttore del faro mi debba far pagare per guardare?" . Motivato da questi presupposti, il gruppo di ricercatori ha estrapolato i codici d'accesso Pseudo Random Number attraverso l'uso di antenne e semplici calcolatori......Mi rendo conto che questo centra poco ma il principio secondo me non cambia. se vogliono far pagare, che lo criptino...
    • Max3D scrive:
      Re: Vi ricordate: Scienziati USA craccan
      E' lo stesso motivo per cui hanno perso la causa sulle partite trasmesse in streaming dei mondiali..Se trasmetti in chiaro, e' a disposizione di tutti e quindi non puoi avanzare pretese, e' come se RadioDj si facese pagare l'abbonamento per ascoltarla :P
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi ricordate: Scienziati USA craccan
      Citazione errata. Aggiornarsi.
  • Anonimo scrive:
    Atrattamente
    Buongiorno a tuttiDal mio balcone vedo la tv del vicino di caso con un binocolo quindi astrattamente posso vedere la tv,bisogna pagare il canone anche se si è possessori di binocoli??a parte gli scherzi e le provocazioni ho due quesiti:1)il servizio tv dei videofonini passa da un provider e quindi che paghi lui la tassa di connessione2)di solito se uno ha 2 tv paga un canone perchè nn ne vede 2 contemporaneamente.Mi domando nelle aziende dove i pc sono a dozzine e usati tutti simultaneamente,quanti canoni bisogna pagare?3)sarò anche astrattamente abilitato a vedere la tv ma astrattamente se uno ha il computer non ha problemi a comprarsi una tv e se non se la compra è perchè non gli interessa e non la vuole(penso che se qualcuno fosse interessato a guardare la tv non anrebbe avanti molto con un 17" e visti i prezzi dei tv a oggi un 28 " se lo comprerebbe).4)visto che si fanno referendum per cagate e hanno promesso un abbassamento delle tasse,un referendum per sapere se agli italiani interessa la rai e tolgliere sto tassa non sarebbe una soluzione atta per un paese civile....
    • Anonimo scrive:
      Re: Atrattamente

      1)il servizio tv dei videofonini passa da un
      provider e quindi che paghi lui la tassa di
      connessionecredo si riferisca a videofonini dotati di ricevitore integrato; mi risulta che esistano quelli che ricevono il DTT e se esci dall'italia ne trovi che ricevono anche la trasmissioni standard con tutte le varianti, di fatto delle tv con telefono incorporato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Atrattamente
      - Scritto da:
      Buongiorno a tutti
      Dal mio balcone vedo la tv del vicino di caso con
      un binocolobeh .. qui si va nel penale. E' proibito usare i binocoli per sbirciare nelle case altrui.E poi cosa fai nel caso (per nulal improbabile) che il tuo vicino sia sintonizzato su una trasmissione noiosa?Sbirci nella scolaltura della vicina?E cosa dire delle urla dei vicini?Io sapevo se avevano sgnato un gol dalle urla di vicini. Devo pagare anche per quelle?
  • Anonimo scrive:
    3 soluzioni
    Il canone, di tutti i balzelli, è decisamente quello più odiato dal maggior numero di cittadini, e pertanto costa grandi cifre in termini di disaffezione verso lo stato. Questo costo poi si può tradurre anche in Euro, ma qui andrei fuori tema.Le soluzioni che vedo di modifica dell'attuale odiosissimo sistema di finanziamento RAI sono queste.1 Abolizione definitiva del canone e trattamento della RAI come di una qualsiasi altra rete. Non credo che sarà mai possibile trasformarla in servizio pubblico, anche perché sulla definizione di cosa sia "servizio pubblico" è difficile trovare 2 persone che la pensino allo stesso modo. Ad esempio per molti le partite della nazionale lo sono, per altri lo sono meno di un qualsiasi reality.2 Mantenere il canone solo per quelli che guardano la RAI. Ormai i decoder si sono affermati da anni, perché non usarli anche per la RAI?3 Abolire il canone e finanziare la RAI con le casse del tesoro, visto che il canone ormai si è trasformato in un'imposta che devono pagare *quasi* tutti, selezionati con modalità fumose e potenzialmente inique come il presente articolo testimonia. L'imposta diventerà così per tutti, sarà forse più iniqua di prima, ma andrà nel calderone di tanti casi altrettanto iniqui (finanziamenti a giornali, cinema, teatro, ecc.). Globalmente diminuirebbe la sensazione di fastidio per lo stato, che invece provoca adesso.Aggiungete altre soluzioni, se ne vedete.
    • Anonimo scrive:
      Re: 3 soluzioni
      Una, definitiva: emigrare
      • Anonimo scrive:
        Re: 3 soluzioni
        - Scritto da:
        Una, definitiva: emigrareMica vero: citando solo i due paesi che conosco di prima mano- In Olanda esisteva, poi sette anni fa l'hanno accorpato con le altre tasse, quindi in qualche modo ancora si paga (soluzione 3, se vuoi)- In GB si paga, eccome! Da dire che il risultato però si chiama BBC, *davvero* indipendente, visto che più di qualche volta si trova in disaccordo con il governo, e che sui suoi canali non c'è ombra di pubblicità...
    • Anonimo scrive:
      Re: 3 soluzioni

      Il canone, di tutti i balzelli, è decisamente
      quello più odiato dal maggior numero di
      cittadini, Puzza di vecchio, non si sa mai esattamente se lo si deve pagare o no, programmi scadenti e/o faziosi, lettere a casa in stile "cosa nostra", violazione della privacy, cavilli per far pagare anche chi non deve, inviti alla delazione... sì, è decisamente la tassa più odiabile. e pertanto costa grandi cifre in
      termini di disaffezione verso lo stato. Questo
      costo poi si può tradurre anche in Euro, ma qui
      andrei fuori
      tema.Evasione fiscale? non osservazione delle regole?Se mi freghi tu allora ti frego anche io? Facciamo un po' come bip ci pare? Leggi fatte alla CdiC allora io non ne rispetto nessuna?Contribuisce a questo atteggiamento, ma certo non è l'unica causa.
      1 Abolizione definitiva del canone e trattamento
      della RAI come di una qualsiasi altra rete. Questa è quella che preferisco, Buona la 2 se togliessero la pubblicità.
    • AnyFile scrive:
      Re: 3 soluzioni
      Pagare il canone Rai (che ufficilamente e' chaimato in altro modo) non costa solo la cifra del canone.Uno deve andae in posta, perdendo il tempo necessario e pagando le non poche spese di commissione postale!!!!E poi tutta la burocrazia che c'e' dietro, i conteggi, le ripartizioni, ecc.E quanto costa sollecitare un pagamento? Probabilmente spedire una lettera costa di piu' di quanto paghera' il tizio. E questo solo nel raro caso in cui decida di pagare.Certo ovvimente con tale sistema il denaro passa nelle mani di molte persone e un po' ce ne rimane. Non pensate che voglia dargli del ladro. Tutto perfettamente legale. La legge dice che loro genstisco il sistema e vanno pagati per questo!!!Molto piu' economico sia per i cittadini, sia per ile tasche dello Stato sarebbe prendere isoldi dall'IRPEF (se necessario aumendola contestualmente all'aboilizione della imposta/tassa sulle televisioni).Si avrebbe anche il non trascurabile effetto che ora la tassa sarebbe proporzionale al reddito!E poi sarebbe da chiarire una cosa: la tassa/imposta e' per il fatto che si utilizza un bene pubblico limitato (onde radio-televisive) o per finanziare chi trasmette i programmi?
      • Anonimo scrive:
        Re: 3 soluzioni
        - Scritto da: AnyFile
        Pagare il canone Rai (che ufficilamente e'
        chaimato in altro modo) Alla RAI lo chiamano abbonamento e ti lasciano intendere che se ti abboni avrai tutte quelle belle cose (quiz, fiction, programmi, ecc.) che le altre reti non ti possono offrire. Glielo va a dire qualcuno che il decoder non c'è?
        non costa solo la cifra
        del
        canone.
        Uno deve andae in posta, [...Esatto. Parte del canone va a finanziare un inutile e pachidermico apparato burocratico, l'altra parte va ad inquinare il mercato delle TV favorendo un soggetto su tutta la concorrenza. Pagare il canone è un dovere civile, non pagarlo è un dovere morale.
        Certo ovvimente con tale sistema il denaro passa
        nelle mani di molte persone e un po' ce ne
        rimane. Non pensate che voglia dargli del ladro.
        Tutto perfettamente legale. La legge dice che
        loro genstisco il sistema e vanno pagati per
        questo!!!Eseguivano solo degli ordini
        Molto piu' economico sia per i cittadini, sia per
        ile tasche dello Stato sarebbe prendere isoldi
        dall'IRPEF (se necessario aumendola
        contestualmente all'aboilizione della
        imposta/tassa sulle
        televisioni).Estorsione più diffusa, più forte, ma che rovina meno il fegato ai cittadini. Si può fare.Come dice il post originale, ci sono già casi analoghi e non li nota quasi nessuno.
        E poi sarebbe da chiarire una cosa: la
        tassa/imposta e' per il fatto che si utilizza un
        bene pubblico limitato (onde radio-televisive) o
        per finanziare chi trasmette i
        programmi?Serve per finanziare chi trasmette i programmi, ma con la scusa del bene pubblico limitato, viene imposta anche a chi quei programmi non li guarda. Anomalia al quadrato.
    • Tom scrive:
      Re: 3 soluzioni
      La grossissima ambiguità stà nel fatto che continuino a chiamare"Canone RAI" una vera e propria tassa di possesso sugli apparecchi radiotelevisivi. Se questa venisse presentata come "IMPOSTA SUI TELEVISORI E APPARECCHI RADIOFONICI", verrebbe accolta in maniera meno pesante da noi contribuenti, che allo stato attuale ci troviamo obbligati a pagare un "abbonamento" per un servizio che magari non sfruttiamo/vogliamo neppure. Se io non voglio Sky, nessuno mi obbliga a sottoscrivere e pagarne l'abbonamento, mentre se acquisto un'automobile sò che per legge devo pagarne la tassa di possesso.Allora suvvia un pò di sincerità e trasparenza, che ci dicano:"Da voi contribuenti vogliamo l'I.T.AR(Imposta sui Televisori e Apparecchi Radiofonici)" e facciano un bel PReT, che non è un suono onomatopeico che stà ad indicare una pernacchia, ma un: Pubblico Registro dei Televisori.
  • Anonimo scrive:
    Pubblicità
    Se proprio vogliono che continuiamo a pagare il canone dovrebbero almeno togliere un po' di pubblicità (circa tutta), la sopporto sulle reti private perchè devono pure campare!
  • Anonimo scrive:
    Va bene, allora mettiamola così:
    Mettiamola così:Io non ho TV, non ho VCR, non ho telefonino, non ho telefono, non ho PC, non ho internet, non compro neppure il giornale.Adesso sta a loro dimostrare il contrario.Ah! A casa mia non si entra!Baciamo le mani a Vossia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Va bene, allora mettiamola così:
      - Scritto da:
      Mettiamola così:
      Io non ho TV, non ho VCR, non ho telefonino, non
      ho telefono, non ho PC, non ho internet, non
      compro neppure il
      giornale.

      Adesso sta a loro dimostrare il contrario.

      Ah! A casa mia non si entra!

      Baciamo le mani a Vossia.non male.però sai benissimo che gli ufficiali giudiziari ENTRANO eccome.
      • Anonimo scrive:
        Re: Va bene, allora mettiamola così:
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Mettiamola così:

        Io non ho TV, non ho VCR, non ho telefonino, non

        ho telefono, non ho PC, non ho internet, non

        compro neppure il

        giornale.



        Adesso sta a loro dimostrare il contrario.



        Ah! A casa mia non si entra!



        Baciamo le mani a Vossia.

        non male.
        però sai benissimo che gli ufficiali giudiziari
        ENTRANO
        eccome.Gli ufficiali giudiziari??? Per un canone??? Per una tassa! Ma il canone RAI non è una tassa, dunque...Dubito fortemente che esista un giudice capace di autorizzare una perquisizione per stabilire se un singolo sta evadendo un canone (non una tassa) o è nella ragione.
        • MeMedesimo scrive:
          Re: Va bene, allora mettiamola così:

          Gli ufficiali giudiziari??? Per un canone??? Per
          una tassa! Ma il canone RAI non è una tassa,
          dunque...

          Dubito fortemente che esista un giudice capace di
          autorizzare una perquisizione per stabilire se un
          singolo sta evadendo un canone (non una tassa) o
          è nella
          ragione.Pultroppo mi tocca contraddirti. Con un atto (non ricordo se si tratta di sentenza, decreto o cosa) di qualche anno fa, il canone televisivo è stato equiparato (in sintesi) ad una tassa. Questo è riportato in qualsiasi lettera di verifica di avvenuto pagamento.Essendo stato equiparato, è in tutto e per tutto una tassa anche dal punto di vista della possibilità di intervento degli ufficiali giudiziari (altrimenti, cosa centrerebbe l'agenzia delle entrate?).Non ho sottomano gli estremi dell'atto, ma sono facilmente verificabili anche con una piccola ricerchina su google...Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Va bene, allora mettiamola così:
            - Scritto da: MeMedesimo

            Gli ufficiali giudiziari??? Per un canone??? Per

            una tassa! Ma il canone RAI non è una tassa,

            dunque...



            Dubito fortemente che esista un giudice capace
            di

            autorizzare una perquisizione per stabilire se
            un

            singolo sta evadendo un canone (non una tassa) o

            è nella

            ragione.

            Pultroppo mi tocca contraddirti. Con un atto (non
            ricordo se si tratta di sentenza, decreto o cosa)
            di qualche anno fa, il canone televisivo è stato
            equiparato (in sintesi) ad una tassa. Questo è
            riportato in qualsiasi lettera di verifica di
            avvenuto
            pagamento.
            Essendo stato equiparato, è in tutto e per tutto
            una tassa anche dal punto di vista della
            possibilità di intervento degli ufficiali
            giudiziari (altrimenti, cosa centrerebbe
            l'agenzia delle
            entrate?).
            Non ho sottomano gli estremi dell'atto, ma sono
            facilmente verificabili anche con una piccola
            ricerchina su
            google...

            CiaoVa bene, allora facciamo così: Non sono neppure in casa!
          • MeMedesimo scrive:
            Re: Va bene, allora mettiamola così:

            Va bene, allora facciamo così: Non sono neppure
            in
            casa!eheheh :)
        • AnyFile scrive:
          Re: Va bene, allora mettiamola così:
          - Scritto da:
          Gli ufficiali giudiziari??? Per un canone??? Per
          una tassa! Ma il canone RAI non è una tassa,
          dunque...

          Dubito fortemente che esista un giudice capace di
          autorizzare una perquisizione per stabilire se un
          singolo sta evadendo un canone (non una tassa) o
          è nella
          ragione.Ripeto che non si tratta di un canone ma di un'imposta.RImarebbe da chiarire come mai debba essere un'imposta (ma i nostri lautamente pagati politici hanno deciso cosi')Rimarebbe anche da chiarire ome mai la Rai spende i suoi (cioe' i nostri) soldi per fare un apubblicita' in cui dice "Vi ricordo che il canone ...."
    • Max3D scrive:
      Re: Va bene, allora mettiamola così:
      ieri a mio padre gli hanno fatto 30 euro di multa per parcheggio in zona ztl, ma sul vetro della macchina di mi padre c'e' il permesso incollato da 4 ANNI !Al Comando dei Vigili Urbani di Pesaro, gli hanno detto che puo' patteggiare e pagare 15 anzi che c'e i 30 stabiliti dalla multa, oppure fare ricorso in tribunale.non hanno bisogno di entrare a casa tua...salut'assorrata
      • Anonimo scrive:
        Re: Va bene, allora mettiamola così:
        - Scritto da: Max3D
        ieri a mio padre gli hanno fatto 30 euro di multa
        per parcheggio in zona ztl, ma sul vetro della
        macchina di mi padre c'e' il permesso incollato
        da 4 ANNI
        !

        Al Comando dei Vigili Urbani di Pesaro, gli hanno
        detto che puo' patteggiare e pagare 15 anzi che
        c'e i 30 stabiliti dalla multa, oppure fare
        ricorso in
        tribunale.

        non hanno bisogno di entrare a casa tua...
        salut'assorrataPer rompere gli orgoglioni certo che no. Ma se vogliono che scucia quattrini non basta rompere gli orgoglioni, è necessario farlo a suon di carte bollate (mica crederete che quei pezzi di carta che mandano nelle buche valgano qualcosa? Io ad esempio posso benissimo dire che non le ho mai ricevute. A loro dimostrare il contrario, e non possono perché sono semplici pezzi di carta e non ad esempio raccomandate A/R).Una volta che iniziano con le carte bollate si mettono automaticamente dalla parte del torto, perché non hanno un straccio di appiglio per affermare che ad esempio io possiedo un televisore. L'unico modo che hanno e farsi dare un mandato di perquisizione. Ma un mandato di perquisizione lo si rilascia per reati gravi, non per un canone (che come recita l'articolo, non è una tassa, e quindi nemmeno di evasione fiscale si tratta).Insomma ci provano. Su 100 con cui ci provano, 70 ci cadranno e loro si sono guadagnati la pagnotta. Dagli altri 30 è meglio che se ne stiano alla larga, perché potrebbero essere quelli che portano la cosa in tribunale, la seguono fino in fondo, e poi si trovano con qualche sentenza scomoda che potrebbe fargli perdere milioni di quattrini in altre cause che perderebbero sistematicamente.Siamo in Italia, il paese dove la legge è uguale per tutti, ma anche il paese dove alcuni sono più uguali degli altri. Ricordatevelo sempre.
      • Anonimo scrive:
        Re: Va bene, allora mettiamola così:
        - Scritto da: Max3D
        ieri a mio padre gli hanno fatto 30 euro di multa
        per parcheggio in zona ztl, ma sul vetro della
        macchina di mi padre c'e' il permesso incollato
        da 4 ANNI
        !

        Al Comando dei Vigili Urbani di Pesaro, gli hanno
        detto che puo' patteggiare e pagare 15 anzi che
        c'e i 30 stabiliti dalla multa, oppure fare
        ricorso in
        tribunale.

        non hanno bisogno di entrare a casa tua...
        salut'assorrata Non è proprio così: tuo padre può ricorrere e vincere, le multe devono essere comprovate da documentazione relativa (verbale, foto ...) ed in questo caso non c'entra niente l'accesso a casa tua, quello di cui stiamo discutendo è accertabile solo con accesso al tuo alloggio, e pertanto deve essere adeguatamente autorizzato, e se leggi quanto stiamo dicendo, gli ispettori non hanno la vita così facile.
        • AnyFile scrive:
          Re: Va bene, allora mettiamola così:
          - Scritto da:

          - Scritto da: Max3D

          ieri a mio padre gli hanno fatto 30 euro di
          multa

          per parcheggio in zona ztl, ma sul vetro della

          macchina di mi padre c'e' il permesso incollato

          da 4 ANNI

          !



          Al Comando dei Vigili Urbani di Pesaro, gli
          hanno

          detto che puo' patteggiare e pagare 15 anzi che

          c'e i 30 stabiliti dalla multa, oppure fare

          ricorso in

          tribunale.



          non hanno bisogno di entrare a casa tua...

          salut'assorrata

          Non è proprio così: tuo padre può ricorrere eIn effetti in questo caso puo' far ricorso e imostrare di avere il permesso. Pero' per farlo deve spendere un sacco di soldi.E come sarebbe stato se un poliziotto/vigile (o una delle altre innumerevoli categorie autorizzate a elevare multe) avessero detto che una macchina e' passata con il rosso? Mica e' obbligatoria la foto! Conta sola la sua parola, anzi quello che c'e' scritto. Poi se per caso ha sbagliato a scrivere il numero di targa peggio per il prorpietario della macchina che risulta nel vrbale e lo stesso dicasi se in realta' era verde !!!!!!!!!!!!!!! (che assurdo!!!!!)
    • Anonimo scrive:
      Re: Va bene, allora mettiamola così:
      - Scritto da:
      Mettiamola così:
      Io non ho TV, non ho VCR, non ho telefonino, non
      ho telefono, non ho PC, non ho internet, non
      compro neppure il
      giornale.

      Adesso sta a loro dimostrare il contrario.

      Ah! A casa mia non si entra!

      Baciamo le mani a Vossia.Difatti, non fa una piega!Solo che se tiri troppo la corda alla fine qualche magistrato voglioso di protagonismo può appiopparti un mandato di perquisizione, è li devi cedere.
      • Anonimo scrive:
        Re: Va bene, allora mettiamola così:
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Mettiamola così:

        Io non ho TV, non ho VCR, non ho telefonino, non

        ho telefono, non ho PC, non ho internet, non

        compro neppure il

        giornale.



        Adesso sta a loro dimostrare il contrario.



        Ah! A casa mia non si entra!



        Baciamo le mani a Vossia.

        Difatti, non fa una piega!

        Solo che se tiri troppo la corda alla fine
        qualche magistrato voglioso di protagonismo può
        appiopparti un mandato di perquisizione, è li
        devi cedere.
        Come dicevo da qualche altra parte: non sono in casa.
  • Masque scrive:
    illogico
    mi chiedo se non fosse piu` semplice e logico, invece, mettere l'imposta sulle schede e gli scatolotti che fanno da tuner... bah...
    • Rex1997 scrive:
      Re: illogico
      - Scritto da: Masque
      mi chiedo se non fosse piu` semplice e logico,
      invece, mettere l'imposta sulle schede e gli
      scatolotti che fanno da tuner...
      bah...Mai sentito parlare dell'U.C.A.S ? :D
      • AnyFile scrive:
        Re: illogico
        - Scritto da: Rex1997

        - Scritto da: Masque

        mi chiedo se non fosse piu` semplice e logico,

        invece, mettere l'imposta sulle schede e gli

        scatolotti che fanno da tuner...

        bah...

        Mai sentito parlare dell'U.C.A.S ? :DNo. Cercado in inernet ho trovato:Universities & Colleges Admissions ServiceIntendi questo o cosa?
        • Rex1997 scrive:
          Re: illogico
          UfficioComplicazioniAffari Sempilici.... :( :( :( :(E' presente ovunque in organismi che hanno a che fare con lo stato... :D
      • Masque scrive:
        Re: illogico
        - Scritto da: Rex1997

        Mai sentito parlare dell'U.C.A.S ? :Dmi sa di no...intanto però mi alleno ad immaginare televisori astratti :-)
    • Ics-pi scrive:
      Re: illogico
      - Scritto da: Masque
      mi chiedo se non fosse piu` semplice e logico,
      invece, mettere l'imposta sulle schede e gli
      scatolotti che fanno da tuner...
      bah...Nessun politico in 60 anni ha avuto una idea come questa :)Questo la dice lunga sui politici che abbiamo. Ecco anche il motivo per cui comperiamo l'energia elettrica all'estero etc etc...(lista che va avanti fino al 2080).
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: illogico
      - Scritto da: Masque
      mi chiedo se non fosse piu` semplice e logico,
      invece, mettere l'imposta sulle schede e gli
      scatolotti che fanno da tuner...
      bah...è quello che sostengo pure io, il tuner è il vero ricettore di segnali radiotelevisivi, e secondo logica è l'unico apparecchio che dovrebbe venire tassato.Probabilmente però è fin troppo logico perché un politico medio possa pensarci....o forse semplicemente perché, si taglierebbero la possibilità di spillare soldi a quelli che hanno un PC ma non ne vogliono sapere della TV ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: illogico
        è una questione molto spinosa invece !!! poichè molti di noi sanno benissimo che ormai esistono altri mezzi per vedere canali senza il tuner !!! basta avere un pc e un collegamento internet a banda larga per poter vedere programmi tv!!!anche la telecom con alice home tv trasmette i canali (rai 1 - 2 - 3) e li nn è che ci sia un tuner cè semplicemente un processore che trasforma l mpeg in analogico e gestisce il flusso dati che viaggia in pacchetti !!!Cmq secondo me si deve parlare se è giusto che la rai percepisca ancora il canone ( il canone è stato introdotto per aiutare la tv a crescere e fare i primi passi ) visto che in italia il sistema televisivo è ben sviluppato visto che ha anche gli introiti pubblicitari !!!
        • Anonimo scrive:
          Re: illogico
          - Scritto da:
          è una questione molto spinosa invece !!! poichè
          molti di noi sanno benissimo che ormai esistono
          altri mezzi per vedere canali senza il tuner !!!
          basta avere un pc e un collegamento internet a
          banda larga per poter vedere programmi
          tv!!!

          anche la telecom con alice home tv trasmette i
          canali (rai 1 - 2 - 3) e li nn è che ci sia un
          tuner cè semplicemente un processore che
          trasforma l mpeg in analogico e gestisce il
          flusso dati che viaggia in pacchetti
          !!!

          Cmq secondo me si deve parlare se è giusto che la
          rai percepisca ancora il canone ( il canone è
          stato introdotto per aiutare la tv a crescere e
          fare i primi passi ) visto che in italia il
          sistema televisivo è ben sviluppato visto che ha
          anche gli introiti pubblicitari
          !!! Zitto, che il nemico ti ascolta ...All'Ente ex monopolista non sono così raffinati da pensare quello che tu hai detto, ma se tu lo scrivi apertamente ... siamo fatti! Nella mia esperienza di contenzioso con l'Ente (sono l'autore del Thread) mi sono guardato bene dal menzionare questa possibilità, e nessuno della controparte ha accennato alla cosa (non puoi pretendere di più da certe elefantiache organizzazioni di stampo statale). Purtroppo quel che tu dici corrisponde perfettamente alla detenzione di apparecchiatura "atta" ... Non ne parliamo più, che è meglio!
      • Anonimo scrive:
        Re: illogico
        Certo, ma è detto chiaramente che un soggetto paga una sola volta l'imposta, per cui se tasso il tuner, per ogni tuner pago la tassa (una per il televisore principale, uno per il secondo, uno per il tuner del pc (ed i pc possono vedere iptv senza tuner), uno per il tuner della radio, uno per il tuner dell'autoradio, un'altro per il tuner del walkman.....Totale tassa pagata 30 volte (oppure compro su internet dagli altri paesi europei e non la pago neppure una volta).
        • Fulmy(nato) scrive:
          Re: illogico
          - Scritto da:
          Totale tassa pagata 30 volte (oppure compro su
          internet dagli altri paesi europei e non la pago
          neppure una
          volta).Ovviamente dovrebbe essere tassato una sola volta il possesso di uno o più tuner.
          • Anonimo scrive:
            Re: illogico
            fate confusione su come ricevere i segnali, il pc con banda larga riceve le trasmissioni via "cavo" non è abilitato a ricevere segnale dall'etere, ed è questa la differenza nel Regio decreto, l'etere è dello stato e dunque si deve pagare il cavo già lo paghi con il tuo abbonamento.per quanto riguarda i turner è come la tv se hai 3 tv o ne compri 1 paghi 4 o 5 abbonamenti? no, il discorso che vista la diffusione dei telefonini atti a ricevere stavano meditando su un altra tassa, ma visto che basta fare un controllo incrociato fra i titolari di schede telefoniche, con la residenza e relativo abbonamento tv per il momento ci hanno rinunciato.visto che per legge basta che 1 solo componente del nucleo familiare paghi l'abbonamento, anni addietro vi erano famiglie che in una stessa abitazione pagavano 2 abbonamenti.es ti sposi e nel frattempo non trovi abitazione, visto che hai già composto 1 nucleo familiare a se stante e possiedi la tv devi pagare l'abbonamento, sono peggio dei vampiri e sanguisughe, e non c'è in natura aglio che possa contrastarli.
  • Anonimo scrive:
    Pagate !
    Pagate come io pago regolarmente in canone, c'è un sacco di gente che deve pagare regolarmente, così poi ci possiamo incazzare tutti per lo schifo di TV che devo vedere.Ma vi sembra logico che con un servizio a pagamento come la RAI devo ancora pagare Sky o altri per avere qualche buona trasmissione ???Questo fa incazzare, che paghi e hai un servizio che fare pena, con vecchie cariatidi come Mike o Pippo per non dire la Carrà.Ma quando saranno morti che farà la TV italiana ? Bonolis non basta è già incartapecorito e talmente sfruttato come immagine che non lo sopporto più, anche perchè si parla addosso.Fuori i vecchi spazio ai giovani... che ce ne sono di parecchio in gamba, in video nessuno con più di 55 anni, se non come ospiti.E basta con la lottizzazione... nessun potere ai partiti rendiamola libera.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pagate !
      - Scritto da:
      Pagate come io pago regolarmente in canone, c'è
      un sacco di gente che deve pagare regolarmente,
      così poi ci possiamo incazzare tutti per lo
      schifo di TV che devo
      vedere.
      Ma vi sembra logico che con un servizio a
      pagamento come la RAI devo ancora pagare Sky o
      altri per avere qualche buona trasmissione
      ???
      Questo fa incazzare, che paghi e hai un servizio
      che fare pena, con vecchie cariatidi come Mike o
      Pippo per non dire la
      Carrà.
      Ma quando saranno morti che farà la TV italiana ?
      Bonolis non basta è già incartapecorito e
      talmente sfruttato come immagine che non lo
      sopporto più, anche perchè si parla
      addosso.
      Fuori i vecchi spazio ai giovani... che ce ne
      sono di parecchio in gamba, in video nessuno con
      più di 55 anni, se non come
      ospiti.
      E basta con la lottizzazione... nessun potere ai
      partiti rendiamola
      libera.Blasfemia!!!!!!!!!!!!!! Non ti basta vedere alla tele il beneamato Benedetto XVI in tutte le salse?? non ti ripaga questo di tutte le altre cessate che fanno????? uomo...pentiti di ciò che hai detto altrimenti ti metteranno al rogo!! hahahahaha
    • Anonimo scrive:
      Re: Pagate !
      - Scritto da:
      Pagate come io pago regolarmente in canone, c'è
      un sacco di gente che deve pagare regolarmente,
      così poi ci possiamo incazzare tutti per lo
      schifo di TV che devo
      vedere.
      Ma vi sembra logico che con un servizio a
      pagamento come la RAI devo ancora pagare Sky o
      altri per avere qualche buona trasmissione
      ???
      Questo fa incazzare, che paghi e hai un servizio
      che fare pena, con vecchie cariatidi come Mike o
      Pippo per non dire la
      Carrà.
      Ma quando saranno morti che farà la TV italiana ?
      Bonolis non basta è già incartapecorito e
      talmente sfruttato come immagine che non lo
      sopporto più, anche perchè si parla
      addosso.
      Fuori i vecchi spazio ai giovani... che ce ne
      sono di parecchio in gamba, in video nessuno con
      più di 55 anni, se non come
      ospiti.
      E basta con la lottizzazione... nessun potere ai
      partiti rendiamola
      libera.E' bello vedere come ultimamente PI ti silura i post che vanno con tro i "padroni" vaticani!! davvero da essere orgogliosi di essere italiani!
      • Anonimo scrive:
        Re: Pagate !
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Pagate come io pago regolarmente in canone, c'è

        un sacco di gente che deve pagare regolarmente,

        così poi ci possiamo incazzare tutti per lo

        schifo di TV che devo

        vedere.

        Ma vi sembra logico che con un servizio a

        pagamento come la RAI devo ancora pagare Sky o

        altri per avere qualche buona trasmissione

        ???

        Questo fa incazzare, che paghi e hai un servizio

        che fare pena, con vecchie cariatidi come Mike o

        Pippo per non dire la

        Carrà.

        Ma quando saranno morti che farà la TV italiana
        ?

        Bonolis non basta è già incartapecorito e

        talmente sfruttato come immagine che non lo

        sopporto più, anche perchè si parla

        addosso.

        Fuori i vecchi spazio ai giovani... che ce ne

        sono di parecchio in gamba, in video nessuno con

        più di 55 anni, se non come

        ospiti.

        E basta con la lottizzazione... nessun potere ai

        partiti rendiamola

        libera.

        E' bello vedere come ultimamente PI ti silura i
        post che vanno con tro i "padroni" vaticani!!
        davvero da essere orgogliosi di essere
        italiani!Ritiro quanto appena detto sopra..PI mi perdoni per l'avventatezza
    • Anonimo scrive:
      Re: Pagate !
      - Scritto da:
      Pagate come io pago regolarmente in canone,
      c'è un sacco di gente che deve pagare
      regolarmente, così poi ci possiamo incazzare
      tutti per lo schifo di TV che devo vedere.E basta, per quanto dobbiamo pagare ed essere incazzati ? A cosa serve ? Sono anni che pago e m'incanzzo, adesso basta : NON Pago Piu' ! :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Pagate !
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Pagate come io pago regolarmente in canone,

        c'è un sacco di gente che deve pagare

        regolarmente, così poi ci possiamo incazzare

        tutti per lo schifo di TV che devo vedere.

        E basta, per quanto dobbiamo pagare ed essere
        incazzati ? A cosa serve ? Sono anni che pago e
        m'incanzzo, adesso basta : NON Pago Piu'
        !

        :@
        sarebbe ora che prendeste una buona dose di svegliarina!ma tat'è che tutti vi lamentate di una Tivù composta ormai da mummie e che trasmissioni penose..ma alla fine siete tutti teledipendenti!Considerando che la TV mi faceva schifo l'ho presa e buttata nel primo bidone che ho trovato..questa si chiama LOGICA
        • Anonimo scrive:
          Re: Pagate !
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Pagate come io pago regolarmente in canone,


          c'è un sacco di gente che deve pagare


          regolarmente, così poi ci possiamo incazzare


          tutti per lo schifo di TV che devo vedere.



          E basta, per quanto dobbiamo pagare ed essere

          incazzati ? A cosa serve ? Sono anni che pago e

          m'incanzzo, adesso basta : NON Pago Piu'

          !



          :@



          sarebbe ora che prendeste una buona dose di
          svegliarina!
          ma tat'è che tutti vi lamentate di una Tivù
          composta ormai da mummie e che trasmissioni
          penose..ma alla fine siete tutti
          teledipendenti!
          Considerando che la TV mi faceva schifo l'ho
          presa e buttata nel primo bidone che ho
          trovato..questa si chiama
          LOGICAma come ho detto in un altro post.."la logica questa sconosciuta"!
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagate !
            Basta far richiesta di suggellamento e non ti rompe le scatole più nessuno e non devi pagare più nessuno.E magari non smetti neppure di guardare la TV perchè arrivano a metterti il saio alla tele dopo dieci anni dall'invio della richiesta... se arrivano.Se invece si facesse tutti richiesta di suggellamento?Secondo me sarebbe molto meglio che PAGARE! Una protesta muta ed efficace. E magari la Carrà se ne ritorna in Spagna e Baudo tra i fichi d'india.'Un se ne pole più di questa gente!!!
        • AnyFile scrive:
          Re: Pagate !
          - Scritto da:
          sarebbe ora che prendeste una buona dose di
          svegliarina!
          ma tat'è che tutti vi lamentate di una Tivù
          composta ormai da mummie e che trasmissioni
          penose..ma alla fine siete tutti
          teledipendenti!
          Considerando che la TV mi faceva schifo l'ho
          presa e buttata nel primo bidone che ho
          trovato..questa si chiama
          LOGICAMa il canone devi pagarlo anche se hai soltanto una radio.Un tempo chi aveva soltanto una radio, ma non una telvisione pagava meno.ora hanno tolto la distinzione e tutti pagano uguale (forse perche' danno per scontato che tanto tutti hanno una televisione)e di radio che trasmettano qualcosa di decente per fortuna qualcuna c'e' ancora (ad esepio Radio Rai 3 anche se negli ultimi anni sta un po' peggiorando)
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagate !
            - Scritto da: AnyFile

            Ma il canone devi pagarlo anche se hai soltanto
            una
            radio.http://www.press.rai.it/notesapp/relesterne/InterPag.nsf/vwChiave/canonediabbonamento La legge 449/1997 ha inoltre stabilito l'esonero dall'obbligo di pagare il canone di abbonamento alla radio per i detentori di apparecchi radiofonici collocati presso abitazioni private (art.24, comma 14).
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagate !

            Ma il canone devi pagarlo anche se hai soltanto
            una
            radio.
            RAI =r a d i o t e l e v i s i o n e i t a l i a n a(rotfl)
          • MirLan scrive:
            Re: Pagate !
            RAI=Radio Audizioni Italiane
    • Anonimo scrive:
      Re: Pagate !
      Il canone lo pago regolarmente anch'io, ma dato che vale solo ad uso familiare, possono attaccarsi al tram se pensano che intenda pagarne un altro anche per i PC che ho in ufficio...
  • Anonimo scrive:
    Ma intervista e' ?
    Ma che razza di intervista e' ?Questo tizio ha solo citato un mucchio di articoli di legge conditi con giri di parole che non dicono assolutamente nulla. Quale chiarezza avrebbe fatto ?Ha sicuramente chiarito che per loro (RAI, URAR, Finanza, ecc.) tutti dovrebbero pagare, dal primo all'ultimo nessuno escluso (anche un filo di metallo e' in grado di ricevere le trasmissioni televisive!) ma tra quello che desiderano loro e la realta' c'e' un abisso.Esiste una sentenza della Cassazione che stabilisce che un PC *SENZA* scheda di ricezione TV e' obbligato a pagare il canone TV ?Esiste una sentenza della Cassazione che stabilisce che un cellulare *NON* dotato di ricevitore DVB-H e' obbligato a pagare il canone TV ?La risposta ad entrambe e' ovviamente no, ma loro si guardano bene dal dirtelo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma intervista e' ?
      - Scritto da:
      Ma che razza di intervista e' ?
      Questo tizio ha solo citato un mucchio di
      articoli di legge conditi con giri di parole che
      non dicono assolutamente nulla. Quale chiarezza
      avrebbe fatto
      ?
      Ha sicuramente chiarito che per loro (RAI, URAR,
      Finanza, ecc.) tutti dovrebbero pagare, dal primo
      all'ultimo nessuno escluso (anche un filo di
      metallo e' in grado di ricevere le trasmissioni
      televisive!) ma tra quello che desiderano loro e
      la realta' c'e' un
      abisso.
      Esiste una sentenza della Cassazione che
      stabilisce che un PC *SENZA* scheda di ricezione
      TV e' obbligato a pagare il canone TV
      ?
      Esiste una sentenza della Cassazione che
      stabilisce che un cellulare *NON* dotato di
      ricevitore DVB-H e' obbligato a pagare il canone
      TV
      ?
      La risposta ad entrambe e' ovviamente no, ma loro
      si guardano bene dal
      dirtelo."loro" chi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma intervista e' ?
        - Scritto da:
        "loro" chi?lorosanno tutto...sono ovunque...ci spiano...quando li incontri ti sorridono... ma in realtà so bene a cosa pensano....eh si so bene.....alcuni dicono di essere tuo fratello... addirittura una dice di essere tua moglie... loro ma mi sto organizzando..eh ehe un giorno sarò io a sorriddere...ah ah ahe sì sìgià già...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma intervista e' ?
          - Scritto da:
          - Scritto da:

          "loro" chi?

          loro
          sanno tutto...
          sono ovunque...
          ci spiano...
          quando li incontri ti sorridono... ma in realtà
          so bene a cosa
          pensano....
          eh si so bene.....
          alcuni dicono di essere tuo fratello...
          addirittura una dice di essere tua moglie...

          loro
          ma mi sto organizzando..eh eh
          e un giorno sarò io a sorriddere...ah ah ah
          e sì sì
          già già
          ...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma intervista e' ?
          Chi sei Orwell e stati scrivendo 1984?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma intervista e' ?
      Sante parole. Chiarezza proprio non ne ha fatta. Semmai direi che ha sollevato una cortina fumogena fatta di codicilli e paroloni borbonico-burocratici.Uno così deve stare a casa, non comunicare col pubblico!
  • SardinianBoy scrive:
    Coolstreaming,Mediacenter, StreamerOne
    Allora, scusate l'ignoranza tutti questi programmi pc:Coolstreaming,Mediacenter, StreamerOne...non sono tanto immuni dal canone? Grazie (geek)(geek)
    • Anonimo scrive:
      Re: Coolstreaming,Mediacenter, StreamerO
      Il canone non lo paghi riguardo ai programmi che usi, ma è una tassa di proprietà di un apparecchio abilitato alla ricezione di trasmissioni audiovisive @^ .Di conseguenza, anche un pc dovrebbe essere soggetto al canone.Ogni singolo pc, ogni tv, videofonino etc etc :Ddovrebbe essere soggetto all'imposta. SalveDemone- Scritto da: SardinianBoy
      Allora, scusate l'ignoranza tutti questi
      programmi pc:Coolstreaming,Mediacenter,
      StreamerOne...non sono tanto immuni dal canone?
      Grazie
      (geek)(geek)
      • Anonimo scrive:
        Re: Coolstreaming,Mediacenter, StreamerO
        In tal caso il canone si applicherebbe a dispositivi con ingresso di reciezione per programm iradiotelevisivi e al software di streaming abilitato a ricevere programmazione tv.Al di la dei termini fumosi che spetta ai giudici rimpiazzare con altrettanti chiarissimi il pc di base rimane ancora fuori.Sono sicuro che non hanno fretta di portare la vicenda davanti a un giudice.
        • Anonimo scrive:
          Re: Coolstreaming,Mediacenter, StreamerO
          - Scritto da:

          In tal caso il canone si applicherebbe a
          dispositivi con ingresso di reciezione per
          programm iradiotelevisivi e al software di
          streaming abilitato a ricevere programmazione
          tv.
          Al di la dei termini fumosi che spetta ai giudici
          rimpiazzare con altrettanti chiarissimi il pc di
          base rimane ancora
          fuori.
          Sono sicuro che non hanno fretta di portare la
          vicenda davanti a un
          giudice.Vi ripeto, argomento pericoloso, non stiamo a stuzzicare il cane che dorme.Avete un vecchio PC ed una connessione anche solo e 56k: l'attrezzo riceve, eccome. ma mom parliamone troppo!Un esempio per tutti: http://wwitv.com/
          • Anonimo scrive:
            Re: Coolstreaming,Mediacenter, StreamerO

            http://wwitv.com/ooooooooooooottimo link! grazie!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Coolstreaming,Mediacenter, StreamerO
      - Scritto da: SardinianBoy
      Allora, scusate l'ignoranza tutti questi
      programmi pc:Coolstreaming,Mediacenter,
      StreamerOne...non sono tanto immuni dal canone?
      Grazie
      (geek)(geek)hoooo, grazie per un pò di nomi di stream... devo metter su la MediStation...come case ho scelto questo:[img]http://amiga.emucamp.com/covers/CDTV-1.jpg[/img]http://amiga.emucamp.com/feat_amigacdtv.htmhttp://it.wikipedia.org/wiki/CDTVhttp://www.cdtv.org.uk/(amiga)(amiga)(amiga)(amiga)(amiga)(amiga)ci ficco su una miniItx, mast dvd, dvb in+tv out, wifi, bluethoot, hd 100gb, cartuccia flash 1gb per l'OS, linux+freevo o mythtv o geekbox, per il telecomando lirc... e via! (amiga)(amiga)(amiga)(amiga)(amiga)(amiga)(amiga)
    • Anonimo scrive:
      Re: Coolstreaming,Mediacenter, StreamerO
      Secondo me sono immuni e come!Mica sono trasmessi in radiofrequenza!Va tutto via cavo/telefono... quindi l'imposta RAI se la prende "astrattivamente" nel deretano.
      • AnyFile scrive:
        Re: Coolstreaming,Mediacenter, StreamerO
        - Scritto da:
        Secondo me sono immuni e come!
        Mica sono trasmessi in radiofrequenza!
        Va tutto via cavo/telefono... quindi l'imposta
        RAI se la prende "astrattivamente" nel
        deretano.Appunto se fosse vero che un pc deve pagarlo perche' riceve dati via cavo allora uno dovrebbe pagare il canone (che in ralta' e' un'imposta) sulle radiotelvisioni anche per il fatto di possedere un telefono?Un tempo, tra l'altro esisteva una tassa che doveva essere pagata da chiunque avesse un mode (era equiparato ad uno che offriva un servizio di spedizioni di telegrammi). Ma tale tassa (in questo caso era una tassa, non un'imposta) e' stata abolita. Questa abolizione (di cui non so gli estremi) potrebbe benissimo essere portata a sostegno che il collegmanto internet non possa essere soggetto a pagamento di altre imposte/tasse.Ancora un po' e faranno pagare l'imposta anche sugli occhiali e sugli occhi (servono per guardare la televisione)
  • Anonimo scrive:
    Allora chiudiamo la RAI e facciamola fi.
    Sarebbe ora di finirla con questa storia. Diventi una tassa pagata da tutti e che parte del ricavato sia devoluta a TUTTE le TV non solo alla pessima RAI.La scusa che tale sottospecie di societa' utilizzata UNICAMENTE per scopi politici (dare un posto d'oro a chi fa comodo al governo in carica in quel momento) non regge, e' l'ennesima follia questa volta non solo italiana.Io non ho bisogno della TV di Stato, non vivo in Russia e pertanto non ho bisogno mi vengano instillate le "direttive" di stato attraverso programmi, e TG politicamente orientati. Ne' che gente come Baudo et similia si prenda quantita' enormi di denaro pubblico senza che chi glie l'ha dato possa dire "A". Io penso che sia una delle vergogne d'italia. Il canone (anzi l'imiposta) va eliminata al piu' presto come anacronistica (il decreto e' del 1938 ma vogliamo scherzare!!!!!) all'alba della rivoluzione delle telecomunicazioni di oggi.E' evidente che ci siano resistenze mostruose dovute a chi ha campato sulle spalle dei contribuenti che bevono bevono e bevono tutto cio' ceh si propina loro senza chiedersi mai "se" e "ma".... ma penso sia giunto il momento di dire basta a questa farsa durata ormai troppi anni.Evidentemente pero' sia a Dx che ad Sx questa follia va bene un po' come i 600 e passa milioni di euro annui del finanziamento pubblico ai giornali anche piu' sconosciuti. Al piu' presto a parer mio bisogna abolire la RAI e se proprio qualcuni ci tiene privatizzarla; eliminiare la tassa (che suona come la vecchia tassa di utente telematico o tassa sul macinato come si diceva al tempo) o eventualmente, se si ritiene che questa sia utile alla TV estenderla a tutti i soggetti che svolgono attivita' di trasmissione nazionale E locale.Non credo che vivro' abbastanza per vedere una tale cosa accadere almeno finche' gente come Grillo sara' bandita da RAI (gravissimo) ed altre TV... (meno grave perche' non prendono il "canone").Per chi volesse farsi una cultura consiglio una ricerca si internet per verificare quanti tentativi di eliminazione del folle canone.. Un mare... e tutti naufragati... troppi interessi gente troppi.In ogni caso il PC SENZA ricezione via antenna (o aggeggio USB con attacco per antenna) NON paga il canone e se mai qualcuno pensera' ad assimilare l'ADSL ad un'antenna, vorra' dire che vuole una rivoluzione. L'avra'.L.R.
    • Anonimo scrive:
      Re: mediaset gia' prende soldi
      Sei un GENIO, povere tv private:gia' solo che LA televisione parastatale, gia' prende UN FOTTIO DI SOLDI, vedi DTT e quanto altro, che HANNO MANDATO IN ROSSO I CONTI DELLA RAI, e che a noi NON SERVONO AD UN PIPPERO.Siamo seri che rete 4 e' in linea illegalmente da anni, dopo aver venduto la frequenza, in un'asta che fa ridere da tempo immemore.In mediaset hanno solo tutti paura che tolto il canone rai, la rai gli SI MANGI il mercato pubblicitario, perche' senza canone possono aumentare le quote (e smettere di essere in ROSSO, cosa che negli anni passati, senza il NANO PELATO, non erano).
    • Anonimo scrive:
      Re: Allora chiudiamo la RAI e facciamola

      Evidentemente pero' sia a Dx che ad Sx questa
      follia va bene un po' come i 600 e passa milioni
      di euro annui del finanziamento pubblico ai
      giornali anche piu' sconosciuti.chissà se fra i giornali sono compresi anche i siti italiani di informazione, e chissà con quale favoritismi vanno avanti (io ti do tot mila euro l'anno, tu mi fai 3 articoli per convincere la gente..)
      • Anonimo scrive:
        Re: Allora chiudiamo la RAI e facciamola
        - Scritto da:


        Evidentemente pero' sia a Dx che ad Sx questa

        follia va bene un po' come i 600 e passa milioni

        di euro annui del finanziamento pubblico ai

        giornali anche piu' sconosciuti.
        chissà se fra i giornali sono compresi anche i
        siti italiani di informazione, e chissà con quale
        favoritismi vanno avanti (io ti do tot mila euro
        l'anno, tu mi fai 3 articoli per convincere la
        gente..)Tempo fa (attorno al 2000) e' stato legiferato che per poter pubblicare informazione in Rete ci si dovesse dotare di un responsabile _iscritto all'albo dei giornalisti_ (albo che andrebbe abolito di corsa, dato che ci entrano solo parenti e amici). Inoltre, la testata dev'essere registrata (iscritta) presso il Tribunale competente. Ergo, sono testate giornalistiche a tutti gli effetti.http://www.unipi.it/athenet/05/approfondimenti/index.htmlhttp://www.interlex.it/stampa/art5.htmIn seconda battuta, si e' chiarito che "produrre informazione in rete in maniera continuativa" non basta a obbligare il sito ad iscriversi ecc. Purtroppo, la lettera della legge era piuttosto generica e quindi non sono sicuro che - pur in un clima di lasciar fare - non possa essere usata miratamente contro siti "scomodi".http://www.interlex.it/stampa/0162_5.htmPer quanto attiene ai finanziamenti pubblici (soldi nostri, o perlomeno di quanti le tasse le pagano) ai giornali, dai una letta qui:http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%5E90227,00.htmlhttp://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E1067009,00.htmlCome vedi, c'e' un po' di tutto, ma soprattutto "c'e' di losco".k1PS: noto che chi scrive nei forum di PI spesso e' all'oscuro della materia di cui si discute... Non so, magari e' solo un'impressione. Cmq, informarsi prima, informarsi meglio, no?
        • Anonimo scrive:
          Re: Allora chiudiamo la RAI e facciamola

          PS: noto che chi scrive nei forum di PI spesso e'
          all'oscuro della materia di cui si discute... Non
          so, magari e' solo un'impressione.

          Cmq, informarsi prima, informarsi meglio, no?diciamo che volontariamente mi sono astenuto dal dire cosa pensavo per non essere censurato.. (vediamo se ci arrivi e se capisci di quale sito sto parlando e di quali articoli :D )
      • AnyFile scrive:
        Re: Allora chiudiamo la RAI e facciamola
        - Scritto da:


        Evidentemente pero' sia a Dx che ad Sx questa

        follia va bene un po' come i 600 e passa milioni

        di euro annui del finanziamento pubblico ai

        giornali anche piu' sconosciuti.
        Non ai giornali sconosciuti. Per ricevere finanziamenti possono anche esseresconosciuti ai lettori (nel senso che non li lege nessuno), ma serve che siano conosciuti da almeno due parlamentari (beh .. ovviamente conoscere vuol dire che basta che firmano un foglio in cui chiedono i contribuuti, mica serve che lo abbiano mai letto)
        • Anonimo scrive:
          Re: Allora chiudiamo la RAI e facciamola
          In tutta onestà potrebbero criptare tutte le trsmissioni rai e chi se le vuole vedere pagando il canone avrà diritto alla tessera.Morta li, tanto la rai personalmente non la vedo mai xchè ha un palinsesto pessimo (e di raitre ho il disgusto) con mediaset va un po' meglio, escludendo rete 4 ovviamente....
  • Anonimo scrive:
    E chi vende hardware?
    Ora come si comporterà? E invece chi vuole comprarsi una semplice stecca di Ram, o un'HD.. un pezzo di ricambio qualsiasi! Credo che questa sia una grossa cazzatona... In questo modo tutti compreranno nel paese piu vicino, ovvero in germania, favorendo ancora una volta il mercato estero. Di sicuro non darò mai il mio nome per comprare una stecca di Ram e la comprerò anonimamente in internet, in germania. Poi se non funziona, farò valere in qualche modo la garanzia tra l'altro in italia vale come il due di coppe (è l'unico paese europeo a fregarsene e ad aggirare le normative europee sulle garanzie).Bella mossa, bravi bravi.
    • Anonimo scrive:
      Re: E chi vende hardware?
      puoi sempre andare in negozio e comprare in contanti eh
      • Anonimo scrive:
        Re: E chi vende hardware?
        - Scritto da:
        puoi sempre andare in negozio e comprare in
        contanti
        ehbravo, cosi entri nei data base a mezzo video, ma forse ancora è presto per pensare che potrebbero ricattarti per un semplicissomo video, per non dire foto [con tanto di data, ora e luogo]
    • Anonimo scrive:
      waaaaaa
      - Scritto da:
      Ora come si comporterà? E invece chi vuole
      comprarsi una semplice stecca di Ram, o un'HD..
      un pezzo di ricambio qualsiasi! Credo che questa
      sia una grossa cazzatona... è vero, ma come al solito ci incazziamo per due minuti qui nel forum e poi non agiamo politicamente, non scriviamo alla carta stampata di livello nazionale, non scriviamo ai partiti politici non scriviamo ai giornali per i consumatori, non agiamo in prima personae allora... sono solo piagnistei, in questo caso
      • AnyFile scrive:
        Re: waaaaaa
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Ora come si comporterà? E invece chi vuole

        comprarsi una semplice stecca di Ram, o un'HD..

        un pezzo di ricambio qualsiasi! Credo che questa

        sia una grossa cazzatona...

        è vero, ma come al solito ci incazziamo per due
        minuti qui nel forum e poi non agiamo
        politicamente, non scriviamo alla carta stampata
        di livello nazionale, non scriviamo ai partiti
        politici non scriviamo ai giornali per i
        consumatori, non agiamo in prima
        persona

        e allora... sono solo piagnistei, in questo casoPerche' pubblicherebbero la tua lettera?Le mie non le hanno mai pubblicate.L'unica volta che ho ricevuto una risposta da un parlamentare, l'unica cosa che mi ha detto e' che la mia lettera era troppo lunga (non e' che e' arrivat a concludere che di problemi quella norma ne dava tanti ....)
    • Anonimo scrive:
      Re: E chi vende hardware?
      Guarda che, contrariamente a quanto afferma il cosiddetto "funzionario ADE", che evidentemente è aggiornato al 1930 o giù di lì, non sussiste alcun obbligo da parte dei rivenditori di segnalare a chicchessia il nominativo di chi acquista un televisore, un pc o qualunque altro apparecchio. Il registro di cui si parla è stato abolito da oltre 10 anni. Piuttosto, gira voce che la RAI abbia accordi con le grosse catene di ipermercati e che paghi per ogni nominativo segnalato, ma basta comprare in contanti e non c'è nessun problema. Anzi, personalmente inviterei a pagare il più possibile in contanti e ad evitare come la peste le varie tessere fedeltà (che altro non sono che uno stratagemma per profilare i consumi ed assegnare un nome e cognome anche a chi acquista in contanti, se usa la tessera-sconto).
  • Anonimo scrive:
    COLPA DEL TVFONINO
    E' chiaro che la presa di posizione dello stato è stata presa dopo il martellante scassamento di marroni da parte dei gestori/venditori del famigerato e quantomeno inutile tvfonino. Ora a causa di questa cianfrusaglia, ci vanno di mezzo tutti coloro che utilizzano un PC, magari uno di quei portatili Pentium 133 che a malapena possiede la porta USB. Ricordiamo che il "tvfonino" (che orribile nome!) veniva pubblicizzato come l'unico mezzo per poter seguire il mondiale al mare... mentre dal bagnino o nel bar della spiaggia si poteva tranquillamente vedere tutte le partite perlomeno in un 14 pollici, al fresco e in compagnia, GRATIS...
    • Anonimo scrive:
      Re: COLPA DEL TVFONINO
      Scusa, non credi di dimenticare lo streaming via web?! Anche quello è "vedere la tv"...
      • AnyFile scrive:
        Re: COLPA DEL TVFONINO
        - Scritto da:
        Scusa, non credi di dimenticare lo streaming via
        web?! Anche quello è "vedere la
        tv"...No, perche' per farlo dovresti pagare un servizio a parte. Pertanto non e' televisione ma servzio tal dei tali fornito dal gestroe pinco pallino.
      • Anonimo scrive:
        Re: COLPA DEL TVFONINO
        - Scritto da:
        Scusa, non credi di dimenticare lo streaming via
        web?! Anche quello è "vedere la
        tv"...Non ne parlare proprio, finchè non se ne accorgono: è l'unico argomento che incastra i possessori di PC, tanto più se con connessione a banda larga). ZZZZZZZZZiiiitttoooooo
        • Anonimo scrive:
          Re: COLPA DEL TVFONINO
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Scusa, non credi di dimenticare lo streaming via

          web?! Anche quello è "vedere la

          tv"...

          Non ne parlare proprio, finchè non se ne
          accorgono: è l'unico argomento che incastra i
          possessori di PC, tanto più se con connessione a
          banda larga).
          ZZZZZZZZZiiiitttooooooe le prove? come fanno a dimostrarlo?la legge della privacy parla chiaro, senza autorizzazione della magistratura NON possono presentare prove in caso di controversia.tutt'al più potrebbero modificare la legge sulla privacy, ma per questa delicatissima legge è d'obbligo un referendum.
    • Anonimo scrive:
      Re: COLPA DEL TVFONINO
      - Scritto da:
      E' chiaro che la presa di posizione dello stato è
      stata presa dopo il martellante scassamento di
      marroni da parte dei gestori/venditori del
      famigerato e quantomeno inutile tvfonino. tenderei a farti notare che la posizione non è ufficiale, e che l'unico che sta foraggiando la cosa è punto informatico, che ultimamente si diverte a far incazzare i propri lettori, prima col p2p, poi con il canone rai
      • Anonimo scrive:
        Re: COLPA DEL TVFONINO
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        E' chiaro che la presa di posizione dello stato
        è

        stata presa dopo il martellante scassamento di

        marroni da parte dei gestori/venditori del

        famigerato e quantomeno inutile tvfonino.


        tenderei a farti notare che la posizione non è
        ufficiale, e che l'unico che sta foraggiando la
        cosa è punto informatico, che ultimamente si
        diverte a far incazzare i propri lettori, prima
        col p2p, poi con il canone
        raimim piace questa interessante visione del giornalismo o della considerazione della realtàin sostanza chi IGNORA la legge fa bene, non è allarmista e quando però succede il patatrac, chi se ne frega e il povero sfigato viene ignorato pure lui... quando invece uno dice "andiamo a fondo del problema" e chiediamo alla fonte come stanno davvero le cose, e magari la gente si incazza e chiede che la legge venga cambiata, allora no, si fa "allarmismo".tu preferisci ignoranza, non-trattazione, guardare dall'altra parte.benissimo.ma considera che questo è solo il tuo modo di agire, e non quel che deve fare un giornalista.se poi mi dici che non ti sembra abbastanza approfondita o aggressiva, questa intervista, potrei essere d'accordo con te... ma poi mi devo ricordare che saresti incoerente: o ne si parla o non ne si parla. E tu preferisci che NON ne si parli.
        • Anonimo scrive:
          Re: COLPA DEL TVFONINO

          se poi mi dici che non ti sembra abbastanza
          approfondita o aggressiva, questa intervista,
          potrei essere d'accordo con te... ma poi mi devo
          ricordare che saresti incoerente: o ne si parla o
          non ne si parla. E tu preferisci che NON ne si
          parli.Non sono quello di prima... ma dato che poni la questione ... Ebbene si! PREFERISCO CHE NON SE NE PARLI, se lo scopo per cui se ne parla è quello di diffondere DISINFORMAZIONE incertezza e dubbio anzichè informazione.Il giornalista dovrebbe (se non ricordo male) INFORMARE o quantomeno provare a farlo.Se l'intervista è una "intervista in ginocchio" e il "patron" di tale intervista è l'unico che guida il filo del pensiero il giornalista si trasforma automaticamente in agenzia pubblicitaria o cassa di risonanza!Se questa è l'idea che hai di giornalismo ti informo che differisce RADICALMENTE dalla mia e (per fortuna) anche da quella della maggior parte dei giornalisti di questo mondo.Il fatto che in italia ci sia un numeroso gruppo di giornalisti che fa eccezione a questa regola e il fatto che trovino qualcuno disposto a fornigli giustificazioni la dice lunga su alcuni dei mali del giornalismo (e della politica) in questo paese! :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: COLPA DEL TVFONINO
      - Scritto da:
      E' chiaro che la presa di posizione dello stato è
      stata presa dopo il martellante scassamento di
      marroni da parte dei gestori/venditori del
      famigerato e quantomeno inutile tvfonino. Ora a
      causa di questa cianfrusaglia, ci vanno di mezzo
      tutti coloro che utilizzano un PC, magari uno di
      quei portatili Pentium 133 che a malapena
      possiede la porta USB. Ricordiamo che il
      "tvfonino" (che orribile nome!) veniva
      pubblicizzato come l'unico mezzo per poter
      seguire il mondiale al mare... mentre dal bagnino
      o nel bar della spiaggia si poteva
      tranquillamente vedere tutte le partite perlomeno
      in un 14 pollici, al fresco e in compagnia,
      GRATIS...guarda per quel che mi riguarda la tre si può buttare a mare....Amendola può spararsi direttamente....però che mi mettano la tassa sul PC...questo no....se lo fanno giuro che non pagherò più il canone rai della tv....oltre che naturalmente andare in via mazzini e Sfregiare come si deve quel cavallo di troia...che ci sta davanti!La RAI è una merda (anche mediaset in vero)....ma pagarli per assistere a programmi da dementi mi sembra un furto!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: COLPA DEL TVFONINO
        - Scritto da: [...]
        pagarli per assistere a programmi da dementi mi
        sembra un
        furto!!!!!!La cosa brutta è vedere persone che abboccano a reclame demenziali e cialtrone.
  • Anonimo scrive:
    PC astrattamente non abilitato a TV
    Il mio PC è astrattamente non abilitato a ricezione TV.Ma anche se anche avessi un televisore, potrei dire che astrattamente non è in grado di ricevere trasmissioni TV, finchè io concretamente non lo accendo ... Volevo solo puntualizzare come l'agggiunta di un termine di comodo, coniato da quella testa ... dell'intervistato per i suoi scopi, possa falsare l'interpretazione del regolamento (e P.I. subito a dargli ingenuamente credito, bah ...).In nessuna legge o normativa sull'argomento si fa ricorso a questo termine di comodo per definire le caratteristiche dell'attrezzature passibile di tassazione.Torno a ripetere che un Computer non dotato di sintonizzatore non è soggetto a canone, lo diventa in presenza di sintonizzatore, che è il vero apparato adattabile e ricezione TV, in quanto fruibile solo se accoppiato ad un PC di adeguate caratteristiche. Esperienza personale: Non ho abbonamento TV. Ho acquistato un PC circa un anno or sono, pagandolo ingenuamente con carta di credito; dopo cica 2 mesi l'Ente TV di Stato manda l'arcinoto avviso di pagamento avendo motivo di ritenere il sottoscritto in possesso di apparecchiatura adatta o adattabile a ricezione emissioni TV (comunque non compariva l'espressione astrattamente adattabile ). Abitando in Torino, vado direttamente in Ufficio Abbonamenti e dichiaro (autocertifico) che non possiedo alcun apparecchio "adatto o adattabile a ricezione TV"; a domanda specifica circa possesso di computer dichiaro che lo stesso non è provvisto di alcun dispositivo aggiunto destinato a ricevre trasmissioni TV "via radio", e questo è sufficente al funzionario per lasciarmi in pace. Ma per me non finisce lì: accuso l'Ente di violazione di privacy in connivenza con il mio Istituto Bancario e col Circuito di Vendita, sl punto che vengono perfettamente conosciuti tutti i miei movimenti di conto corrente oltre che la natura dei miei acquisti ... Non sanno cosa rispondermi, uno timidamente dice che non cè stato alcun controllo ma si tratta di normale routine di accertamento a campione; allora chiedo ragione del fatto che "hanno motivo di ritenere" che io possegga qualcosa di soggetto a canone, e sopratutto chiedo che mi dichiarino le fonti dell'informazione, visto che è un mio diritto riconosciuto nell'avviso, così come è loro diritto (dicono) indagare sull'eventuale detenzione illegale (ben diverso dal controllo a tappeto dei miei movimenti bancari!). Non sanno più cosa rispondermi, ed alla mia minaccia di adire a vie legali si fanno in quttro per assicurarmi che l'incidente è chiuso, si è trattato di un malinteso, sono convinti della mia buona fede ... Minaccio di andare a fondo alla vicenda se ricevo altri papiri del genere, e me ne vado nausato.A tutt'oggi non ho avuto altri fastidi.
    • uguccione500 scrive:
      Re: PC astrattamente non abilitato a TV
      - Scritto da:
      Il mio PC è astrattamente non
      abilitato a ricezione
      TV.
      Ma anche se anche avessi un televisore, potrei
      dire che astrattamente non è in grado di
      ricevere trasmissioni TV, finchè io
      concretamente non lo accendo
      ...


      Volevo solo puntualizzare come l'agggiunta di un
      termine di comodo, coniato da quella testa ...
      dell'intervistato per i suoi scopi, possa falsare
      l'interpretazione del regolamento (e P.I. subito
      a dargli ingenuamente credito, bah
      ...).

      In nessuna legge o normativa sull'argomento si fa
      ricorso a questo termine di comodo per definire
      le caratteristiche dell'attrezzature passibile di
      tassazione.

      Torno a ripetere che un Computer non dotato di
      sintonizzatore non è soggetto a canone, lo
      diventa in presenza di sintonizzatore, che è il
      vero apparato adattabile e ricezione TV, in
      quanto fruibile solo se accoppiato ad un PC di
      adeguate caratteristiche.


      Esperienza personale:
      Non ho abbonamento TV. Ho acquistato un PC circa
      un anno or sono, pagandolo ingenuamente con carta
      di credito; dopo cica 2 mesi l'Ente TV di Stato
      manda l'arcinoto avviso di pagamento avendo
      motivo di ritenere il sottoscritto in possesso di
      apparecchiatura adatta o adattabile a ricezione
      emissioni TV (comunque non compariva
      l'espressione astrattamente adattabile ).
      Abitando in Torino, vado direttamente in Ufficio
      Abbonamenti e dichiaro (autocertifico) che non
      possiedo alcun apparecchio "adatto o adattabile a
      ricezione TV"; a domanda specifica circa possesso
      di computer dichiaro che lo stesso non è
      provvisto di alcun dispositivo aggiunto destinato
      a ricevre trasmissioni TV "via radio", e questo è
      sufficente al funzionario per lasciarmi in pace.
      Ma per me non finisce lì: accuso l'Ente di
      violazione di privacy in connivenza con il mio
      Istituto Bancario e col Circuito di Vendita, sl
      punto che vengono perfettamente conosciuti tutti
      i miei movimenti di conto corrente oltre che la
      natura dei miei acquisti ... Non sanno cosa
      rispondermi, uno timidamente dice che non cè
      stato alcun controllo ma si tratta di normale
      routine di accertamento a campione; allora chiedo
      ragione del fatto che "hanno motivo di ritenere"
      che io possegga qualcosa di soggetto a canone, e
      sopratutto chiedo che mi dichiarino le fonti
      dell'informazione, visto che è un mio diritto
      riconosciuto nell'avviso, così come è loro
      diritto (dicono) indagare sull'eventuale
      detenzione illegale (ben diverso dal controllo a
      tappeto dei miei movimenti bancari!). Non sanno
      più cosa rispondermi, ed alla mia minaccia di
      adire a vie legali si fanno in quttro per
      assicurarmi che l'incidente è chiuso, si è
      trattato di un malinteso, sono convinti della mia
      buona fede ...

      Minaccio di andare a fondo alla vicenda se ricevo
      altri papiri del genere, e me ne vado
      nausato.
      A tutt'oggi non ho avuto altri fastidi.
      ...aspettateli prima o poi i fastidi...
    • scorpioprise scrive:
      Re: PC astrattamente non abilitato a TV
      Lasciami dire che hai fatto molto bene, hai agito usando tutti i tuoi diritti, e, anzi, sarebbe il caso di far davvero partire la denuncia per violazione della tua privacy e sulla data retention.
      • Anonimo scrive:
        Re: PC astrattamente non abilitato a TV
        a quel che mi risulta non si fanno dare i dati da nessuna banca o simili, ma semplicemente confrontano gli elenchi anagrafici del comune con gli abbonati, se una persona non risulta abbonato prima o poi parte la lettera... costa molto meno spedire le lettere cosi', che non effettuare accertamenti... dando poi per scontato che la maggior parte della gente la tv in casa ce l'ha...Prima o poi arriva poi l'incaricato direttamente a casa... e quindi, se non si ha la tv finisce tutto li (almeno fino al prossimo cambio di residenza)... se no la persecuzione continua...
        • Anonimo scrive:
          Re: PC astrattamente non abilitato a TV
          - Scritto da:
          a quel che mi risulta non si fanno dare i dati da
          nessuna banca o simili, ma semplicemente
          confrontano gli elenchi anagrafici del comune con
          gli abbonati, se una persona non risulta abbonato
          prima o poi parte la lettera... costa molto meno
          spedire le lettere cosi', che non effettuare
          accertamenti... dando poi per scontato che la
          maggior parte della gente la tv in casa ce
          l'ha...
          Prima o poi arriva poi l'incaricato direttamente
          a casa... e quindi, se non si ha la tv finisce
          tutto li (almeno fino al prossimo cambio di
          residenza)... se no la persecuzione
          continua...Sono l'autore di questo thread.Ti dimostro che costoro ricevono informazioni in violazione alla privacy:Sul papiro intimidatorio recapitatomi figurava in calce, poco visibile: Rif: 30/05/2005 Guarda caso, ho pagato con carta di credito in data 30/05/2005 ... Inoltre la missiva è stata spedita poco dopo la contabilizzazione dei movimenti con carta di credito ... Ho chiesto successivamente spiegazioni all'Ipermercato dove ho effettuato l'acquisto: la risposta è stata una "non risposta", trincerandosi dietro il fatto che la Società Commerciale, che comunque ignora gli automatismi di comunicazione che potrebbero essere a valle di pagamento P.O.S., è in ogni caso tenuta a comportamenti imposti dalle vigenti leggi. Mi è stato comunque fatto intendere il senso della cosa, quando mi è stato caldamente consigliato di effettuare solo in contanti pagamenti per acquisti di cui non si vuol lascar traccia, e di non inviare alcuna garanzia "tanto per 2 anni vale lo scontrino di acquisto". La stessa mia Banca, alla quale ho posto analoga domanda, ha glissato dicendo che il comportamento dell'Istituto è comunque in linea colle vigenti leggi, e mi ha rimandato alla lettura del contratto in essere per verificare quali limitazioni al trattamento dati sensibili abbia io accettato. Inutile dire che su tale documentazione non ho trovato alcuna autorizzazione a comunicare al mondo esterno i miei movimenti su C.C. a seguito di acquisti, e le eventuali coordinate del venditore dell'oggetto acquistato. stati attivati, e che in ogni caso possono essere non li ha progettati il supermercato, se superr recapita
          • Anonimo scrive:
            Re: PC astrattamente non abilitato a TV
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            a quel che mi risulta non si fanno dare i dati
            da

            nessuna banca o simili, ma semplicemente

            confrontano gli elenchi anagrafici del comune
            con

            gli abbonati, se una persona non risulta
            abbonato

            prima o poi parte la lettera... costa molto meno

            spedire le lettere cosi', che non effettuare

            accertamenti... dando poi per scontato che la

            maggior parte della gente la tv in casa ce

            l'ha...

            Prima o poi arriva poi l'incaricato direttamente

            a casa... e quindi, se non si ha la tv finisce

            tutto li (almeno fino al prossimo cambio di

            residenza)... se no la persecuzione

            continua...

            Sono l'autore di questo thread.

            Ti dimostro che costoro ricevono informazioni in
            violazione alla
            privacy:
            Sul papiro intimidatorio recapitatomi figurava in
            calce, poco
            visibile:
            Rif: 30/05/2005
            Guarda caso, ho pagato con carta di credito in
            data 30/05/2005 ...

            Inoltre la missiva è stata spedita poco dopo la
            contabilizzazione dei movimenti con carta di
            credito ...

            Ho chiesto successivamente spiegazioni
            all'Ipermercato dove ho effettuato l'acquisto: la
            risposta è stata una "non risposta",
            trincerandosi dietro il fatto che la Società
            Commerciale, che comunque ignora gli automatismi
            di comunicazione che potrebbero essere a valle di
            pagamento P.O.S., è in ogni caso tenuta a
            comportamenti imposti dalle vigenti leggi. Mi è
            stato comunque fatto intendere il senso della
            cosa, quando mi è stato caldamente consigliato di
            effettuare solo in contanti pagamenti per
            acquisti di cui non si vuol lascar traccia, e di
            non inviare alcuna garanzia "tanto per 2 anni
            vale lo scontrino di acquisto".

            La stessa mia Banca, alla quale ho posto analoga
            domanda, ha glissato dicendo che il comportamento
            dell'Istituto è comunque in linea colle vigenti
            leggi, e mi ha rimandato alla lettura del
            contratto in essere per verificare quali
            limitazioni al trattamento dati sensibili abbia
            io accettato. Inutile dire che su tale
            documentazione non ho trovato alcuna
            autorizzazione a comunicare al mondo esterno i
            miei movimenti su C.C. a seguito di acquisti, e
            le eventuali coordinate del venditore
            dell'oggetto
            acquistato.


            stati attivati, e che in ogni caso possono
            essere non li ha progettati il supermercato, se
            super
            r recapitaMa come? Ma per la legge sulla privacy non dovresti poter richiedere i destinatari dei tuoi dati personali? Perché tutti questi muri di gomma? Poi mi piace la tipica ipocrisia italiana che consente di dire di essere a norma di legge quando la stai violando.
          • AnyFile scrive:
            Re: PC astrattamente non abilitato a TV
            - Scritto da:


            Ti dimostro che costoro ricevono informazioni in
            violazione alla
            privacy:
            Sul papiro intimidatorio recapitatomi figurava in
            calce, poco
            visibile:
            Rif: 30/05/2005
            Guarda caso, ho pagato con carta di credito in
            data 30/05/2005 ...Non so, potrebe essere dovuto ad altro. Ritengo piu' facile che sia originato da latre cose. Per i televisori si', il negoziante ha l'obbligo della segnalazione (manco si trattasse di un arma!!!), ma per un pc? A meno che loro non segnalino tutti quelli che acquistano un elettrodomenstico (o una qualsiasi cosa di quel reparto)
            quando il bancario, a seguito di ricerca telematica,
            mi riferì esattamente i dettagli degli acquisti
            illeciti: orario, importi, coordinate dei vendiori e
            tipologia delli merci acquistati!La tipologia in effetti mi stupisce e molto. In molti negozi ed anzora in parecchi supermenrcati, la carta di credito (o il bancomat) viene gestita da un'apparechiatura diversa dal registratore di cassa. COme fa a sapere cosa hai comprato?Vero d'altra parte (questo dalle origini delle carte di credito) che i vari merchant (chi ti accetta la carta) vengono distinti per tipologia merciologica e in base all tipologia merciologica hanno condizioni e massimali differenti. Dal nome del negozio (o meglio dal numero) dovrebbe pertanto essere molto facile risalire alla categoria merciologica. Ma sapere esattamente cosa si e' acquistato, non capisco come sia possibile (se uno ha fatto acquisto da un gioielliere come fanno a sapere se e' stato acquistato un orologio, se e' stata cambiata la pila di un orologio o se e' stato acquistato un anello con diamanti? - a parte che dal prezzo).Tornando al tuo problema iniziale: secondo me per almeno un bel po di tempo (almeno un paio di anni) non ti disturberanno piu'. Se a te basta cosi' bene. Altrimenti devi metterti a far causa. Ma la vedo molto dura e lunga come strada e tu non hai prove che ci sia stato un passaggio di informazioni e dubito che tu possa ottenere un decreto ingiuntivo che li obblighi a svelare come hanno ottenuto il tuo nome.Una cosa che potresti faer e' chiedere non alla banca, ma al gestore delal tua carta di credito informazioni su come gestiscono i tuoi dati (e puoi farlo sia citando il tuo caso specifico o come domanda generale) (stavo per dire in astratto, poi ho cambiato frase)
    • Anonimo scrive:
      Re: PC astrattamente non abilitato a TV
      - Scritto da:
      A tutt'oggi non ho avuto altri fastidi.li avraia questo punto sarebbe interessante quali ALTRI DATI posseggono SUL TUO CONTO, dove li posseggono, in che misurapoi come si possa coniugare una detenzione di TUOI DATI SENSIBILI senza che tu abbia mai FIRMATO nessuna liberatoria all'acquisto del pcritengo che sia tuo DIRITTO, anzi è un tuo DOVERE accertartene al più presto tramite lettera di un avvocato e richiederne l'immediata cancellazione
    • Anonimo scrive:
      Re: PC astrattamente non abilitato a TV
      - Scritto da:
      Il mio PC è astrattamente non
      abilitato a ricezione
      TV.
      Ma anche se anche avessi un televisore, potrei
      dire che astrattamente non è in grado di
      ricevere trasmissioni TV, finchè io
      concretamente non lo accendo
      ...


      Volevo solo puntualizzare come l'agggiunta di un
      termine di comodo, coniato da quella testa ...
      dell'intervistato per i suoi scopi, possa falsare
      l'interpretazione del regolamento (e P.I. subito
      a dargli ingenuamente credito, bah
      ...).senti PI non è Report. Non possono dare addoso alla gente in modo aggressivo.non funziona in questo modo. Pi ha il coraggio di trattare gli argomenti e LASCIAR INTENDERE.tu , anche se loro non attaccano direttamente , CAPISCI quello che c'è da capire.giusto?non pretendere troppo da un internet magazine gratuito che è già eroico a vivere e dare tutto quel che da e fare tutto quel che fa.già è una figata che abbiano ottenuto e terminato questa intervista.e forse potranno persino TORNARE ad intervistarlo, questo uomo.io credo che quelli di Report non possano più tornare nel buon 80% dei posti dove sono già stati: la gente semplicemente si nega, dice di no, se ne va, chiude la porta.Se PI torna da questo tipo, secondo me può ancora fare alcune domandine e LASCIARTI CAPIRE quello che serve.IMHO
      • Anonimo scrive:
        ot sul giornalismo

        io credo che quelli di Report non possano più
        tornare nel buon 80% dei posti dove sono già
        stati: la gente semplicemente si nega, dice di
        no, se ne va, chiude la
        porta. e te credo!sputtanano loro e i losro schifosi affari pubblicamente!!!!dovrebbero esserci più programmi così, anzi, il giornalismo dovrebbe ricordarsi che è INDIPENDENTE e che quindi possono sminchiare chi vogliono senza ripercussioni...tipo come in Nippon o nei paesi Nordoeuropei...
      • Anonimo scrive:
        Re: PC astrattamente non abilitato a TV

        senti PI non è Report. Non possono dare addoso
        alla gente in modo
        aggressivo.

        non funziona in questo modo. Pi ha il coraggio di
        trattare gli argomenti e LASCIAR
        INTENDERE.

        tu , anche se loro non attaccano direttamente ,
        CAPISCI quello che c'è da
        capire.

        giusto?

        non pretendere troppo da un internet magazine
        gratuito che è già eroico a vivere e dare tutto
        quel che da e fare tutto quel che
        fa.

        già è una figata che abbiano ottenuto e terminato
        questa
        intervista.

        e forse potranno persino TORNARE ad
        intervistarlo, questo
        uomo.

        io credo che quelli di Report non possano più
        tornare nel buon 80% dei posti dove sono già
        stati: la gente semplicemente si nega, dice di
        no, se ne va, chiude la
        porta.

        Se PI torna da questo tipo, secondo me può ancora
        fare alcune domandine e LASCIARTI CAPIRE quello
        che
        serve.

        IMHOPremetto che non sono l'utente che ha aperto questo topic.In merito al tuo commento vorrei farti leggere quanto riportato da PI stesso :Punto Informatico è testata giornalistica registrata al Tribunale di Romaal n. 51 del 7.2.1996 - De Andreis Editore S.r.l.Fondato da Andrea De AndreisUna testata giornalistica, non un "giornalino dei ragazzi".Ora non voglio sindacare sul fatto che debba essere "aggressivo" nelle interviste, ma tra l'essere aggressivo e "il non porre" domande ovvie su una questione che alla gente sta a cuore di differenza ne passa davvero molta !Fare un'intervista dove "si lascia a intendere", come in questo caso, mi pare che serva solo ad alimentare le insicurezze di chi, gia' preso dal panico perche' ha ricevuto qualche avviso, si trova poi a pagare suo malgrado un canone che non dovrebbe pagare (magari in casa ha solo un pc senza scheda tv, si spaventa e paga...)Questo il nocciolo del problema.Quando si tratta un tema cosi' delicato, occorre sempre e comunque pensare che il livello di informazione generale non e' poi cosi' elevato.(senza offesa per nessuno, se volete mi inserisco nel gruppo dei disinformati).
      • Anonimo scrive:
        Re: PC astrattamente non abilitato a TV
        senti PI non è Report. Non possono dare addoso alla gente in modo aggressivo.non funziona in questo modo. Pi ha il coraggio di trattare gli argomenti e LASCIAR INTENDERE.tu , anche se loro non attaccano direttamente , CAPISCI quello che c'è da capire.giusto?non pretendere troppo da un internet magazine gratuito che è già eroico a vivere e dare tutto quel che da e fare tutto quel che fa.già è una figata che abbiano ottenuto e terminato questa intervista.e forse potranno persino TORNARE ad intervistarlo, questo uomo.io credo che quelli di Report non possano più tornare nel buon 80% dei posti dove sono già stati: la gente semplicemente si nega, dice di no, se ne va, chiude la porta.Se PI torna da questo tipo, secondo me può ancora fare alcune domandine e LASCIARTI CAPIRE quello che serve. Stimo molto P.I., i suoi servizi, il coraggio di trattare argomenti scottanti, e condivido pienamente la sua attività, sperando che non venga mai a cessare. Volevo solo dire che, anche se ragioni di opportunità lo consigliavano, l'atteggiamento di questa intervista doveva essere quello di porre domande che esigessero precise risposte, anzichè fuorviare i lettori dando credito ad affermazioni tanto fumose quanto di comodo. Bastava non dire un paio di paroline, senza alcun atteggiamento aggressivo.
    • MeMedesimo scrive:
      Re: PC astrattamente non abilitato a TV

      Torno a ripetere che un Computer non dotato di
      sintonizzatore non è soggetto a canone, lo
      diventa in presenza di sintonizzatore, che è il
      vero apparato adattabile e ricezione TV, in
      quanto fruibile solo se accoppiato ad un PC di
      adeguate caratteristiche.Ci mancherebbe che fosse il contrario...E' un po' la differenza che passa tra un televisore e un monitor.Non penso che se uno in casa possiede unicamente un monitor si possa solo lontanamente immaginare di fargli pagare un canone TV... eh! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: PC astrattamente non abilitato a TV
        - Scritto da: MeMedesimo
        Ci mancherebbe che fosse il contrario...
        E' un po' la differenza che passa tra un
        televisore e un
        monitor.

        Non penso che se uno in casa possiede unicamente
        un monitor si possa solo lontanamente immaginare
        di fargli pagare un canone TV... eh!
        :)C'è quell'"astrattivamente" che ti frega!Secondo le risposte dovresti pagare il canone anche se detieni un filo di rame...A proposito di privacy... ma quel regio decreto non cozza un po' con la legge sulla privacy?Quale dei due "vale" di più?E perchè PI non ha fatto domanda sul "suggellamento" degli apperecchi riceventi???
    • AndreaMilano scrive:
      Re: PC astrattamente non abilitato a TV
      Succede anche con i blockbuster, anche se tu non dai il consenso al trattamento dei dati. Qualche anno fa mi sono registrato da BB guardandomi bene da dare il consenso al trattamento dei miei dati verso altre aziende. Dopo un mese arriva la cartolina mitica, rispedita al mittente. Un mese dopo altra cartolina rispedita al mittente. Terza cartolina con similfuffominaccia. Reazione del sottoscritto con raccomandata A/R con copia al garante della privacy. Arriva la risposta e mi si dice quale azienza abbia dato loro i miei dati, BB. Vado al mio ex BB di fiducia e con calma e sangue freddo faccio notare il problema, mi viene risposto che io ho acconsentito a tale pratica, il sottoscritto tira fuori ricevuta NON firmata nell'apposita casellina del trattamento dati e chiede di parlare con il responsabile. Dopo soli 2 minuti, ripeto due minuti, di piacevolissima conversazione, in cui io ambivo ad adire ad azioni legali e lui ambiva a minimizzare l'accaduto, siamo arrivati ad un accordo con il quale si sancisce un buono noleggio per 30 film per 3 giorni ognuno da consumarsi entro 6 mesi.La cosa si è chiusa ma è ovvio che non ho digerito.Se dovessi ripetersi a qualcuno di voi cercate in rete maxkava, una volta (spero ancora) c'era del materiale su come procedere, in caso di violazione della privacy, per ottenere (non in tutti i casi) un rimborso.
    • AnyFile scrive:
      Re: PC astrattamente non abilitato a TV
      - Scritto da:
      Ma anche se anche avessi un televisore, potrei
      dire che astrattamente non è in grado di
      ricevere trasmissioni TV, finchè io
      concretamente non lo accendo
      ...
      No questo no. La legge prevede espressamente che per essere tenuto al pagamento della tassa basta che tu il televisore lo possieda non che lo accenda. Cioe' se tu lo possiedi ma non lo usi devi pagarla lo stesso. Per questo e' una imposta e non una tassa. (motivo di questa cosa: altrimenti tutti potrebbero dirlo di non averlo mai acceso)Ci sono delle eccezioni: ma le eccezioni valgono solo per i potenti. I venditori dei televisori, non pagano e mi pare che neppure chi trasemtte programmi telvisivi paghi la tassa (!!!!)
      Ma per me non finisce lì: accuso l'Ente di
      violazione di privacyLa legge prevede espressamente che chi compri un televisore (cosa c'entra un pc?) sia segnalato dal venditore.Pero' questa legge e' antecedente a quella cosi' detta della privacy (piu' correttamente "sul trattamento dei dati personali").La logica e il diritto vorrebbe che la piu' nuova legge sulla "privacy" abolisca implicitamente ogni legge precedente contraria a tale legge.Invece gli enti pubblici continuano a giustificare i loro comportamenti contrari a tale legge con liggi antecedenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: PC astrattamente non abilitato a TV
        - Scritto da: AnyFile
        - Scritto da:

        Ma anche se anche avessi un televisore, potrei

        dire che astrattamente non è in grado di

        ricevere trasmissioni TV, finchè io

        concretamente non lo
        accendo

        ...



        No questo no. La legge prevede espressamente che
        per essere tenuto al pagamento della tassa basta
        che tu il televisore lo possieda non che lo
        accenda. Cioe' se tu lo possiedi ma non lo usi
        devi pagarla lo stesso. Per questo e' una imposta
        e non una tassa. (motivo di questa cosa:
        altrimenti tutti potrebbero dirlo di non averlo
        mai
        acceso)Certo, hai perfettamente ragione: ho scritto quella frase per dimostrare come l'uso improrio di un tremine di comodo può far capire l'esatto contratio di quel che una legge recita!

        Ci sono delle eccezioni: ma le eccezioni valgono
        solo per i potenti. I venditori dei televisori,
        non pagano e mi pare che neppure chi trasemtte
        programmi telvisivi paghi la tassa
        (!!!!)


        Ma per me non finisce lì: accuso l'Ente di

        violazione di privacy

        La legge prevede espressamente che chi compri un
        televisore (cosa c'entra un pc?) sia segnalato
        dal
        venditore. Anche qui hai ragione, purtroppo, a parte quanto tu stesso dici dopo in relazione alla più recente e contrastante legge sulla privacy. Io difatti non contesto la segnalazione che il Venditore sarebbe obbligato a fare (e che normalmente non fa, a meno che non esista una traccia nero su bianco) ma la sistematica diffusione a terzi di miei dati estremamente sensibili (movimenti di C.C. e tipologie di acquisti), visto che si tratta di automatismi a valle dell'operazione di pagamento con Carta. Te lo dimostro: circa 4 mesi fa mi fu sottratta la carta di credito senza che me ne accorgessi, ed il furfante, apponendo firma falsa, effettuò acquisti a mio carico per circa 1000 euro nella mezzora antecedente al blocco della stessa. Denuncia prontamente alla Polizia, rinnovai la carta, e attesi l'estratto conto: quando mi accorsi dell'illecito utilizzo corsi in banca ad attivare il processo di rimborso, unltimamente andato a buon esito. Ma quale non fu il mio stupore quando il bancario, a seguito di ricerca telematica, mi riferì esattamente i dettagli degli acquisti illeciti: orario, importi, coordinate dei vendiori e tipologia delli merci acquistati!


        Pero' questa legge e' antecedente a quella cosi'
        detta della privacy (piu' correttamente "sul
        trattamento dei dati
        personali").

        La logica e il diritto vorrebbe che la piu' nuova
        legge sulla "privacy" abolisca implicitamente
        ogni legge precedente contraria a tale
        legge.

        Invece gli enti pubblici continuano a
        giustificare i loro comportamenti contrari a tale
        legge con liggi
        antecedenti. Quoto tutto, ripeto che hai perfettamente ragione.
    • AnyFile scrive:
      Re: PC astrattamente non abilitato a TV
      - Scritto da:

      Minaccio di andare a fondo alla vicenda se ricevo
      altri papiri del genere, e me ne vado
      nausato.
      A tutt'oggi non ho avuto altri fastidi.
      Rivolgiti ad un'associazione di consumatori (o di tutela di diritti, ecc).e chiarisci bene che la questione non e' solo (e non tanto) quella del canone, quanto quella di violazione di privacy, lite temaria, disturbo, rifuto di fornire spiegazione ed accesso a documenti di un ente pubblico, ecc.Comunque, ma e' solo una ia ipotesi, e' probabile che senza alcun altra infomrazione (proveniente dal venditore o dalla banca) mandino le lettere a chi secondo loro potrebbe avere un televisore (e per questo potrebbero prendere i nominativi dall'anangrafe o dalla societa' che fornisce l'energia elettrica) ma che non risulta nei loro elenchi. Rimane da chiarire come possano dire che "hanno motivo di ritenere". Per me questo basterebbe per intentare causa per lite temeraria.
    • Anonimo scrive:
      Re: PC astrattamente non abilitato a TV
      P.S. Sono l'autore del Thread. Chiedo scusa se mantengo l'anonimato, perchè temo che "chi tocca l'Ente ... muore".
  • Anonimo scrive:
    per i tvfonini
    io nemmeno so come funziona la tv su cellulare, comunque, se si paga, mi sembra un'assurdita' pagare anche il canone... il gestore paga la rai per trasmettere programmi tv...beh, a questo punto la rai e' stata foraggiata a sufficienza.se invece non si paga...allora e' semplice: il gestore riscuote il canone per conto della rai, se l'utente non produce ricevuta del pagamento del canone tv.
    • fbartolom scrive:
      Re: per i tvfonini
      In realtà la legge, che ho [ahimè!] doviziosamente esaminato quando mi sono deciso a corrispondere il canone pur non avendo mai collegato l'antenna al mio visore al Plasma, parla della corrisponsione del canone per qualsiasi dispositivo che _consenta_ la riproduzione di immagine televisive. Quindi anche proiettori, altri visori privi di sintonizzatore o computer (i quali possono essere naturalmente corredati di scheda video): di conseguenza non vedo davvero motivo perchè non si debba pagare il canone per un videofonino dotato, per giunta, di strumento di sintonizzazione per le trasmissioni televisive.
  • Anonimo scrive:
    Ma parla come mangi !!
    Scusate ma quando ci vuole ci vuole.E' andato a cercare i termini piu' assurdi e aulici che conosceva per NON rispondere.Ti credo che e' il Direttore Centrale Normativa e Contenzioso: guarda come parla !! (che se avessi io quel titolo cosi' complicato, piuttosto mi dimetto)Un fulgido esempio di burocrazia italiota e dei personaggi che la riempiono: come spesso ripetono qua sul forum, siamo la Repubblica delle Banane fondata sul Calcio.Tutto il resto e' nebbia...Ma va' a ciapa' di ratt...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma parla come mangi !!
      Non solo ! ma Punto Informatico ti sei scordato di chiedere una cosa importantissima : VISTO CHE GLI UTENTI NON VOGLIONO PAGARE UN CANONE INGIUSTO E INGIUSTIFICATO, PERCHE' LA RAI NON ATTUA UNA PROCEDURA CHE PERMETTA DI CRIPTARE LE TRASMISSIONI, COSI' DA RENDERLE INACCESSIBLI A CHI NON VUOLE FRUIRE DEL SERVIZIO ???
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma parla come mangi !!
        - Scritto da:
        perche' la rai
        non attua una procedura che permetta
        di criptare le trasmissioniad occhio direi perchè perderebbe di botto i 3/4 degli spettatori e sarebbe sull'orlo del fallimentocosì... dico, ad occhio
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma parla come mangi !!

          ad occhio direi perchè perderebbe di botto i 3/4
          degli spettatori e sarebbe sull'orlo del
          fallimento
          così... dico, ad occhioSìeh! 3/4? E la culla!Ma te pensi che tutta la gente anZiana che ci s'ha vadao a spippolassi il cervello per guarda' la RAI? E l'Italia è una nazione di vecchi, questi si sa!Quindi vecchi=Italia=90% degli spettatori incapaci di usare un decoder, o meglio, incapaci di richiederlo perchè non sanno che cosa sia.L'altro 10% sono quelli che sanno usare internet e guardare quel che vogliono in streaming o, comunque, in qualche maniera il modo per non mori' di pizzichi lo trovano.Alla fine il 99% smette di guardare la RAI. E alla fine fine l'1% rimasto richiede il suggellamento e la RAI, finalmente, avrebbe la scusa per chiudere i battenti!Sto sognando vero?
      • AnyFile scrive:
        Re: Ma parla come mangi !!
        Perche' a quel punto non potrebbero piu' richiedere un'imposta per un servizio pubblico.E a questo punto non sarebbero piu' un servizo pubblico (ergo niente soldi dallo Stato).Ah .. per la cronaca l'imposta non si paga alla Rai ma allo Stato, ed e' poi lo Stato a rigirarli alla Rai.Quindi il punto da chiedersi sarebbe perche' mai lo Stato debba pagare la Rai perche' possa trasmettere programmi che debbano gareggiare in stupidita' con quelli delle reti private (Eredita', Isole varie, Music Farm, sono solo un'esempio, non si riesce naenche piu' vedere un film, e' tutto occupato da reality, fiction e "vespate varie", figuraimoci pretendere qualcosa di meglio di un film - e i film sono anche estremamente economici: basta mettere un nastrino nel lettore!)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma parla come mangi !!
      - Scritto da:
      Scusate ma quando ci vuole ci vuole.
      E' andato a cercare i termini piu' assurdi e
      aulici che conosceva per NON
      rispondere.
      Ti credo che e' il Direttore Centrale Normativa e
      Contenzioso: guarda come parla !! (che se avessi
      io quel titolo cosi' complicato, piuttosto mi
      dimetto)tu però non parlassi tanto bene lo taliano e!magari tu prendevi cuatrromillaeuri nel mese e quini stavi contento e rispondevi di stessa maniera a puinto fromaticoperchè se c'è il soldino tu se ci fossi la domanda rispondervi cossì
      Un fulgido esempio di burocrazia italiota e dei
      personaggi che la riempiono: come spesso ripetono
      qua sul forum, siamo la Repubblica delle Banane
      fondata sul
      Calcio.
      Tutto il resto e' nebbia...

      Ma va' a ciapa' di ratt...ammazza oh, ma se parli come magni, tu, io preferisco mangiare a casa mia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma parla come mangi !!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Scusate ma quando ci vuole ci vuole.

        E' andato a cercare i termini piu' assurdi e

        aulici che conosceva per NON

        rispondere.

        Ti credo che e' il Direttore Centrale Normativa
        e

        Contenzioso: guarda come parla !! (che se avessi

        io quel titolo cosi' complicato, piuttosto mi

        dimetto)


        tu però non parlassi tanto bene lo taliano e!

        magari tu prendevi cuatrromillaeuri nel mese e
        quini stavi contento e rispondevi di stessa
        maniera a puinto
        fromatico

        perchè se c'è il soldino tu se ci fossi la
        domanda rispondervi
        cossì


        Un fulgido esempio di burocrazia italiota e dei

        personaggi che la riempiono: come spesso
        ripetono

        qua sul forum, siamo la Repubblica delle Banane

        fondata sul

        Calcio.

        Tutto il resto e' nebbia...



        Ma va' a ciapa' di ratt...

        ammazza oh, ma se parli come magni, tu, io
        preferisco mangiare a casa
        mia.Anche tu hai handato all CEPU? :D
  • Angelone scrive:
    Adatti o adattabili
    Dovrebbero creare dei dispositivi che diano la CERTIFICAZIONE per la quale è IMPOSSIBILE adattarli alla visione del segnale televisivo.Capisco che paghino il canone coloro che prendono un videofonino TV per vederla. Ma un pc cosa c'entra?Dovrebbero chiedere il canone anche nelle aziende per ogni pc che hanno...A me la tele fa cacare e son costretto lo stesso a pagare il canone. Non ha senso.
    • uguccione500 scrive:
      Re: Adatti o adattabili

      A me la tele fa cacare Bella idea: la tassa tv sulla tazza del cesso...astrattamente è abilitabile alla ricezione dei segnali tv: a seconda dell'intensità di scorregge e puzze varie, si possono attrarre i campi elettromagnetici contenenti i segnali radiotelevisivi che potrebbero visualizzarsi dovunque ASTRATTAMENTE anche sulle mattonelle o nell'oblò della lavatrice...A seconda poi di come ti si rizza, cambia l'intercettazione del segnale quindi anche li chiunque è fornito di pistolino dalla nascita potrebbe essere soggetto a tassazione: chi mi dice che il tuo non è adattabile/convertibile ad antenna tv???
    • Anonimo scrive:
      Re: Adatti o adattabili
      - Scritto da: Angelone
      Capisco che paghino il canone coloro che prendono
      un videofonino TV per vederla. Ma un pc cosa
      c'entra?
      Dovrebbero chiedere il canone anche nelle aziende
      per ogni pc che
      hanno... INFATTI!!mi pare strano che non ci abbia pensato nessun altro...
      • mmiki scrive:
        Re: Adatti o adattabili
        - Scritto da:

        - Scritto da: Angelone



        Capisco che paghino il canone coloro che
        prendono

        un videofonino TV per vederla. Ma un pc cosa

        c'entra?

        Dovrebbero chiedere il canone anche nelle
        aziende

        per ogni pc che

        hanno...

        INFATTI!!

        mi pare strano che non ci abbia pensato nessun
        altro..."la normativa come noto impone un unico pagamento anche in presenza di una molteplicità di dispositivi di ricezione. "a meno che la normativa non sia diversa per le aziende dai privati, dovrebbero pagare un solo canone (che comunque non avrebbe senso Oo)questo ho capito io almenoin ogni caso, la solita cazzata per spillare quanti più soldi possibile. almeno il canone servisse ad avere un miglior servizio, invece no, c'è esattamente la stessa merda trasmessa (e vabbè, quello ormai è un dovere di chi fa tv, sembra) compresa la stessa quantità di pubblicità...boh, mi chiedo ancora adesso dove finiscano i soldi del mio canone.
    • Anonimo scrive:
      Re: Adatti o adattabili
      - Scritto da: Angelone
      Dovrebbero creare dei dispositivi che diano la
      CERTIFICAZIONE per la quale è IMPOSSIBILE
      adattarli alla visione del segnale
      televisivo.

      Capisco che paghino il canone coloro che prendono
      un videofonino TV per vederla. Ma un pc cosa
      c'entra?
      Dovrebbero chiedere il canone anche nelle aziende
      per ogni pc che
      hanno...

      A me la tele fa cacare e son costretto lo stesso
      a pagare il canone. Non ha
      senso.E' un illogigità tenere una tele che ti fa cagare e pagarci pure il canone..da ciò che affermi non pensi sarebbe più logico eliminare la tele evitando così di dare inutilmente soldi allo stato?Senza offesa per nessuno...ma mi viene da pensare che in Italia la parola "Logica" sia qualcosa di completamente sconosciuto ma al contrario è molto conosciuta la parola "Babbeo"!
      • Anonimo scrive:
        Re: Adatti o adattabili
        - Scritto da: Miry

        - Scritto da: Angelone

        Dovrebbero creare dei dispositivi che diano la

        CERTIFICAZIONE per la quale è IMPOSSIBILE

        adattarli alla visione del segnale

        televisivo.



        Capisco che paghino il canone coloro che
        prendono

        un videofonino TV per vederla. Ma un pc cosa

        c'entra?

        Dovrebbero chiedere il canone anche nelle
        aziende

        per ogni pc che

        hanno...



        A me la tele fa cacare e son costretto lo stesso

        a pagare il canone. Non ha

        senso.

        E' un illogigità tenere una tele che ti fa cagare
        e pagarci pure il canone..da ciò che affermi non
        pensi sarebbe più logico eliminare la tele
        evitando così di dare inutilmente soldi allo
        stato?
        Senza offesa per nessuno...ma mi viene da pensare
        che in Italia la parola "Logica" sia qualcosa di
        completamente sconosciuto ma al contrario è molto
        conosciuta la parola
        "Babbeo"!Perchè, scusa?Se io, magari, non ho neppure l'antenna del televisore perchè devo pagare 'sta imposta per guardarmi i miei DVD che pago 20 l'uno perchè le programmazioni TV fanno schifo???Solo perchè un coglione come te mi dice che il televisore che detengo è "astrattivamente" abilitato alla ricezione dei segnali radiotelevisivi?????????? Mavvaffanc...........!!!!!! @^ :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Adatti o adattabili
        Di recente e' stato sviluppato un sistema grazie al quale, usando delle onde sonore, e' possibile creare immagini tridimensionali sull'acqua.Ecco, per tutti voi amanti del "telecesso", vi bastera' "adattare" il vostro cesso in modo da rendere attivo questo sistema, cosi' mentre siete li a farla potrete guardare il bel faccione di qualche VIP che si solazza sull'isola dei famosi, oppure vedervi un tg informativo.Questo si e' progresso !!!(ovviamente il canone dopo andra' pagato pure per le tazze del cesso, che diventano "atte e adattabili".:D
      • AnyFile scrive:
        Re: Adatti o adattabili
        - Scritto da: Miry


        E' un illogigità tenere una tele che ti fa cagare
        e pagarci pure il canone..da ciò che affermi non
        pensi sarebbe più logico eliminare la tele
        evitando così di dare inutilmente soldi allo
        stato?Per poterlo fare dovresti pagare un tizio (dell'URAR o qualcosa del genere) che viene a casa tua a sigillarti il televisore e poi rientreresti nella schiera di quelli che non pagono il canone (e visto che danno per scontato che TUTTI hanno una televisione, rientreresti autmaticamente nell'elenco di quelli che hanno una televisione e non pagano il canone).Poi i nostri politici danno per scontato che tutti hanno una televisione: se c'e' il blocco del traffico non e' che ti avvisano: danno per scontato che tu dovevi sapere della cosa perche' l'hanno detta in televisione (se tu eri malato o all'estero o non hai la televisione, cavoli tuoi e paga la multa)
        • pppaolo scrive:
          Re: Adatti o adattabili
          Basta spedire la cartolina apposita che e' nel libretto dell'abbonamento, e pagare pochi euro, per dare la disdetta. Poi non si e' tenuti a pagare il canone.Piu' rognoso il computer, se intendi usarlo.Quanto al cellulare, sono curioso di vedere cosa succede se te lo suggellano: puoi' accenderlo e parlare e sentire anche se e' chiuso in un sacchetto, no? Unico problema il ricaricarlo, ma chissa' che non si riesca a risolverlo ...
          • AnyFile scrive:
            Re: Adatti o adattabili
            - Scritto da: pppaolo
            Basta spedire la cartolina apposita che e' nel
            libretto dell'abbonamento, e pagare pochi euro,
            per dare la disdetta. Poi non si e' tenuti a
            pagare il
            canone.
            Piu' rognoso il computer, se intendi usarlo.
            Quanto al cellulare, sono curioso di vedere cosa
            succede se te lo suggellano: puoi' accenderlo e
            parlare e sentire anche se e' chiuso in un
            sacchetto, no? Unico problema il ricaricarlo, ma
            chissa' che non si riesca a risolverlo
            ...Beh, tu poi chiedere di sigillare una cosa (in origine il televisore) solo se non lo usi piu'. Penso che nessuno abbia pensato alla possibilita' che tu potessi usarlo per far altro 8ad esempio atttaccarlo ad una tv a circuito chiuso - tanto per prendereun esempio che andava bene anche mezzo secolo fa).Comunque mi pare di ricordare che il sigillo va posto sulla zona di ingresso del segnale televisivo. Dove dovrebbero mettere il sigillo su un telefonino che NON e' in grado di ricevere il segnale televisivo, ma solo il segnale telefonico?
      • Anonimo scrive:
        Re: Adatti o adattabili

        E' un illogigità tenere una tele che ti fa cagare
        e pagarci pure il canone..da ciò che affermi non
        pensi sarebbe più logico eliminare la tele
        evitando così di dare inutilmente soldi allo
        stato?
        Senza offesa per nessuno...ma mi viene da pensare
        che in Italia la parola "Logica" sia qualcosa di
        completamente sconosciuto ma al contrario è molto
        conosciuta la parola
        "Babbeo"!Senti,non sono un troglodita. Ho dei computers, una console, dove pensi che li debba vedere i segnali che escono da li? Su Babbeousb?
  • Anonimo scrive:
    Avete fatto la domanda sbagliata...
    "se si possiede un PC o un cellulare capace di ricevere il segnale televisivo il canone è dovuto?"la domanda giusta era : "se si possiede un PC o un cellulare NON capace di ricevere il segnale televisivo il canone è dovuto?"Magari era la volta che la finivamo con questi articoli e relative polemiche !!! :) Dite che non era il caso ? ;)Comunque quel che risulta chiarissimo da tutto questo fumo è che, di preciso, se c'è da pagare per un pc con decoder non lo sanno manco loro, figuriamoci per uno senza.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete fatto la domanda sbagliata...
      - Scritto da:
      "se si possiede un PC o un cellulare capace di
      ricevere il segnale televisivo il canone è
      dovuto?"

      la domanda giusta era :

      "se si possiede un PC o un cellulare NON
      capace di ricevere il segnale televisivo il
      canone è
      dovuto?"

      Magari era la volta che la finivamo con questi
      articoli e relative polemiche !!! :) Dite che non
      era il caso ? ILLUSO! Ecco cosa sarebbe successo se la domanda fosse stata posta come dici.PI: se si possiede un PC o un cellulare NON capace di ricevere il segnale televisivo il canone è dovuto?"Sulla questione l'amministrazione finanziaria non si è pronunciata in via ufficiale, la risposta dipende dalla circostanza che, nei casi sopra menzionati, si configuri il presupposto d'imposta, come delineato più volte dalla Corte Costituzionale.PI: Cosa intende?"VB: In varie sentenze, la Corte Costituzionale e la Corte di Cassazione hanno ricostruito il canone radiotelevisivo alla stregua di un'imposta e non di una tassa e, quindi, di prestazione dovuta non in funzione della fruizione di un particolare servizio, bensì in funzione della semplice detenzione di un qualunque apparecchio astrattamente idoneo a captare l'emittenza radio televisiva.
      • Anonimo scrive:
        Re: Avete fatto la domanda sbagliata...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        "se si possiede un PC o un cellulare capace di

        ricevere il segnale televisivo il canone è

        dovuto?"



        la domanda giusta era :



        "se si possiede un PC o un cellulare NON

        capace di ricevere il segnale televisivo il

        canone è

        dovuto?"



        Magari era la volta che la finivamo con questi

        articoli e relative polemiche !!! :) Dite che
        non

        era il caso ?

        ILLUSO! Ecco cosa sarebbe successo se la domanda
        fosse stata posta come
        dici.

        PI: se si possiede un PC o un cellulare
        NON capace di ricevere il segnale
        televisivo il canone è
        dovuto?"

        Sulla questione l'amministrazione finanziaria non
        si è pronunciata in via ufficiale, la risposta
        dipende dalla circostanza che, nei casi sopra
        menzionati, si configuri il presupposto
        d'imposta, come delineato più volte dalla Corte
        Costituzionale.

        PI: Cosa intende?"
        VB: In varie sentenze, la Corte Costituzionale e
        la Corte di Cassazione hanno ricostruito il
        canone radiotelevisivo alla stregua di un'imposta
        e non di una tassa e, quindi, di prestazione
        dovuta non in funzione della fruizione di un
        particolare servizio, bensì in funzione della
        semplice detenzione di un qualunque apparecchio
        astrattamente idoneo a captare l'emittenza radio
        televisiva.
        Si come no, avrebbe semplicemente detto:No non c'è nulla da pagare.....PI Accidenti da domani solo articoli linux vs windows :D :D :D :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Avete fatto la domanda sbagliata...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        "se si possiede un PC o un cellulare capace di

        ricevere il segnale televisivo il canone è

        dovuto?"



        la domanda giusta era :



        "se si possiede un PC o un cellulare NON

        capace di ricevere il segnale televisivo il

        canone è

        dovuto?"



        Magari era la volta che la finivamo con questi

        articoli e relative polemiche !!! :) Dite che
        non

        era il caso ?

        ILLUSO! Ecco cosa sarebbe successo se la domanda
        fosse stata posta come
        dici.

        PI: se si possiede un PC o un cellulare
        NON capace di ricevere il segnale
        televisivo il canone è
        dovuto?"

        Sulla questione l'amministrazione finanziaria non
        si è pronunciata in via ufficiale, la risposta
        dipende dalla circostanza che, nei casi sopra
        menzionati, si configuri il presupposto
        d'imposta, come delineato più volte dalla Corte
        Costituzionale.

        PI: Cosa intende?"
        VB: In varie sentenze, la Corte Costituzionale e
        la Corte di Cassazione hanno ricostruito il
        canone radiotelevisivo alla stregua di un'imposta
        e non di una tassa e, quindi, di prestazione
        dovuta non in funzione della fruizione di un
        particolare servizio, bensì in funzione della
        semplice detenzione di un qualunque apparecchio
        astrattamente idoneo a captare l'emittenza radio
        televisiva.
        SEI GRANDE! Ottima risposta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete fatto la domanda sbagliata...
      - Scritto da:
      Magari era la volta che la finivamo con questi
      articoli e relative polemiche !!! :) Dite che non
      era il caso ?
      ;)in sostanza a te piace l'idea di fare come dici tu per poter, domani, alzarti e finalmente - ahhh che soddisfazione - aprire un giornale bianco, con scritto "la signora adelina ha steso la roba, il signor gianfranco è andato in pensione, tanti auguri a beppe che compie gli anni, per il resto tutto va bene, anche la cataratta di gianfilippo migliora e c'è il sole"
      Comunque quel che risulta chiarissimo da tutto
      questo fumo è che, di preciso, se c'è da pagare
      per un pc con decoder non lo sanno manco loro,
      figuriamoci per uno senza.....a me non pare che risulti chiarissimo questo.risulta chiarissimo che tutti devono pagare tutto in tutti i casi.che poi questo corrisponda a verità non è detto, perchè è l'opinione di questo signore ma come diceva un altro commentatore, dipende molto dalle sentenze della cassazione.come si fa a "istigare" una sentenza del genere?ci si autodenuncia?
      • Anonimo scrive:
        Re: Avete fatto la domanda sbagliata...
        - Scritto da:

        - Scritto da:



        Magari era la volta che la finivamo con questi

        articoli e relative polemiche !!! :) Dite che
        non

        era il caso ?

        ;)

        in sostanza a te piace l'idea di fare come dici
        tu per poter, domani, alzarti e finalmente - ahhh
        che soddisfazione - aprire un giornale bianco,
        con scritto "la signora adelina ha steso la roba,
        il signor gianfranco è andato in pensione, tanti
        auguri a beppe che compie gli anni, per il resto
        tutto va bene, anche la cataratta di gianfilippo
        migliora e c'è il
        sole"
        No mi basterebbe un giornale dove si fanno domande per avere risposte. Ovviamente se la domanda è stata posta in quel modo anche quelli di PI sanno benissimo che un PC senza sintonizzatore non è tenuto a pagar niente...

        Comunque quel che risulta chiarissimo da tutto

        questo fumo è che, di preciso, se c'è da pagare

        per un pc con decoder non lo sanno manco loro,

        figuriamoci per uno senza.....

        a me non pare che risulti chiarissimo questo.

        risulta chiarissimo che tutti devono pagare tutto
        in tutti i
        casi.

        che poi questo corrisponda a verità non è detto,
        perchè è l'opinione di questo signore ma come
        diceva un altro commentatore, dipende molto dalle
        sentenze della
        cassazione.

        come si fa a "istigare" una sentenza del genere?

        ci si autodenuncia?Non c'è niente da "istigare", le risposte dell'interessato mi sembrano chiarissime: chi non ha sintonizzatore non paga, chi ce l'ha "astrattamente" sì (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Facciamo chiarezza (?)
    Vincenzo Busa: (...) la risposta dipende dalla circostanza che, nei casi sopra menzionati, si configuri il presupposto d'imposta , come delineato più volte dalla Corte Costituzionale.Ovvero, dipende da quanto uno è disposto a farsi rompere le balle?PI: Cosa intende?VB: In varie sentenze, la Corte Costituzionale e la Corte di Cassazione hanno ricostruito il canone radiotelevisivo alla stregua di un'imposta e non di una tassa e, quindi, di prestazione dovuta non in funzione della fruizione di un particolare servizio, bensì in funzione della semplice detenzione di un qualunque apparecchio astrattamente idoneo a captare l'emittenza radio televisiva.Ah, ora ho capito tutto!PI: Le conseguenze sembrano ovvie...(nota mia: si, ah?)VB: Alla luce dei principi elaborati dalla giurisprudenza costituzionale e di legittimità deve ritenersi che laddove il personal computer o il videofonino costituiscono apparecchi astrattamente atti alla ricezione di programmi, per il possesso degli stessi dovrà essere corrisposto il canone radiotelevisivo. evviva le "astrazioni"...PI: Chiarito questo punto, (...)?????Meno male che ora è tutto chiaro!Mah...Per quanto mi riguarda, auguro a chiunque prenderà i miei soldi del "canone" di essere costretto a spenderli tutti in MEDICINE.
    • Anonimo scrive:
      Re: Facciamo chiarezza (?)

      Ovvero, dipende da quanto uno è disposto a farsi
      rompere le
      balle?Troll
      Ah, ora ho capito tutto!Non sai cosa e' una imposta ?
      per il possesso degli stessi dovrà
      essere corrisposto il canone radiotelevisivo.Cosa non ti e' chiaro in questa frase ?Ma metti pure la testa sotto la sabbia eh
      • Anonimo scrive:
        Re: Facciamo chiarezza (?)
        - Scritto da:

        Ovvero, dipende da quanto uno è disposto a farsi

        rompere le

        balle?

        Troll


        Ah, ora ho capito tutto!

        Non sai cosa e' una imposta ?



        per il possesso degli stessi dovrà

        essere corrisposto il canone radiotelevisivo.

        Cosa non ti e' chiaro in questa frase ?

        Ma metti pure la testa sotto la sabbia ehMa dai ha ragione lui tanta nebbia non c'è manco a Milano in pieno inverno...
        • Anonimo scrive:
          Re: Facciamo chiarezza (?)
          Non e' mettere la testa sotto la sabbia....se io voglio comprare un televisore per giocare alla playstation e me ne fotto dei canali televisivi? questo e'mettere la testa sotto la sabbia? per me no..perme significa LIBERTA' di fare come mi pare con la mia televisione..che poi pure se mi legano a una sedia e mi aprono gli occhi a forza (vedi Opera di Dario Argento) manco me la guardo la tv!
      • Anonimo scrive:
        Re: Facciamo chiarezza (?)
        - Scritto da:

        Ovvero, dipende da quanto uno è disposto a farsi

        rompere le

        balle?

        Troll


        Ah, ora ho capito tutto!

        Non sai cosa e' una imposta ?Il canone Rai è una tassa, non una imposta.
        • Anonimo scrive:
          Re: Facciamo chiarezza (?)
          Ha ragione lui è un'imposta, magari fosse una tassa...
          • avvelenato scrive:
            Re: Facciamo chiarezza (?)
            - Scritto da:
            Ha ragione lui è un'imposta, magari fosse una
            tassa...L'imposta si applica a tutti, non solo a chi ha apparecchi adatti o adattabili alla ricezione della bisnonna in carriola.Troppo comodo passare con disinvoltura dalla tassa all'imposta, a comodo loro.
          • AnyFile scrive:
            Re: Facciamo chiarezza (?)
            - Scritto da: avvelenato

            Troppo comodo passare con disinvoltura dalla
            tassa all'imposta, a comodo
            loro.La stessa cosa e' stata fatta per la tassa di circolazione delle auto (che e' diventata imposta di possesso)e cosa ancora piu' assurda anche i pedaggi autostradali sono diventati da tassa ad imposta.La cosa e' ancora piu' assura perche' molte autostrade sono di enti privati (o pseudotali) e non dello Stato.Pertanto anche se il servizo offerto e' pessimo (strada mal asfaltata, cantieri aperti che costringono ad andare a 10 km/h, troppo pochi caselli aperti, ecc.) tu sei costretto a pagare lo stesso il pedaggio.L'assurdo si palaesa quando in caso di disagi (come nel caso della neve questo inverno in Liguria) a chiedere i danni alla societa' che ha in concessione l'autostrada non e' l'automobilista (il quale e' costretto comunque a pagare l'IMPOSTA), bensi' e' lo Stato (al quale non e' chiaro che danno sia derivato)
          • Anonimo scrive:
            Re: Facciamo chiarezza (?)
            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da:

            Ha ragione lui è un'imposta, magari fosse una

            tassa...

            L'imposta si applica a tutti, non solo a chi ha
            apparecchi adatti o adattabili alla ricezione
            della bisnonna in
            carriola.

            Troppo comodo passare con disinvoltura dalla
            tassa all'imposta, a comodo
            loro.Non c'entra niente la differenza tra tassa e imposta è che la tassa ha come controprestazione un servizio ben preciso l'imposta no. Poi sia l'una che l'altra vanno motivate, non è che le applichi così, a caso, il canone è un imposta sul possesso del famoso dispositivo blah,blah... :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Facciamo chiarezza (?)
            Non mi importa che sia una tassa o un imposta. I soldi vanno comunque alla RAI che io NON VOGLIO VEDERE, chiaro, io vespa non lo voglio vedere, mi sta sul fondoschiena
          • avvelenato scrive:
            Re: Facciamo chiarezza (?)
            - Scritto da:

            - Scritto da: avvelenato



            - Scritto da:


            Ha ragione lui è un'imposta, magari fosse una


            tassa...



            L'imposta si applica a tutti, non solo a chi ha

            apparecchi adatti o adattabili alla ricezione

            della bisnonna in

            carriola.



            Troppo comodo passare con disinvoltura dalla

            tassa all'imposta, a comodo

            loro.


            Non c'entra niente la differenza tra tassa e
            imposta è che la tassa ha come controprestazione
            un servizio ben preciso l'imposta no. E io che ho detto? Rileggimi con attenzione.
        • AnyFile scrive:
          Re: Facciamo chiarezza (?)
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Ovvero, dipende da quanto uno è disposto a
          farsi


          rompere le


          balle?



          Troll




          Ah, ora ho capito tutto!



          Non sai cosa e' una imposta ?

          Il canone Rai è una tassa, non una imposta.Di sicuro non e' una tassa ma un'imposta!!! (nel senso che sei tenuto a pagarla anche se non accendi la televisione)Ma nella legge ( Decreto Legislativo 18 dicembre 1997, n. 473) si parla di abbonamento (cosa ancora piu' insnesata).Perche' dobbiamo pagare (e pure molto) persone per fare le lelggi, che poi fanno queste ideozie? Cosa sarebbe un'abbonamento?
      • Anonimo scrive:
        Re: Facciamo chiarezza (?)


        per il possesso degli stessi dovrà

        essere corrisposto il canone radiotelevisivo.

        Cosa non ti e' chiaro in questa frase ?Quello è chiaro è la parte prima che non risolve.Deve essere corrisposto il canone per il possesso degli stessi...ma gli stessi chi sono?...nella proposizione precedente dice "...deve ritenersi che laddove il personal computer o il videofonino costituiscono apparecchi astrattamente atti alla ricezione di programmi..." ma laddove è una congiunzione a valore condizionale cioè sostituibile con "a condizione che". Morale della favola siamo al punto di partenza, in quanto fino a che qualcuno non finisce in tribunale, che il PC sia un apparecchio astrattamente atto o meno possiamo discuterne per i prossimi anni senza sapere chi ha ragione.Considerazione personale: se la persona competente ha usato un giro di parole così articolato per non rispondere è probabile che non siano considerati tali (astrattamente atti) altrimenti avrebbe detto: "I videofonini e i PC devono pagare il canone"
        • Anonimo scrive:
          Re: Facciamo chiarezza (?)
          sono l'autore del thread.quoto: Considerazione personale: se la persona competente ha usato un giro di parole così articolato per non rispondere è probabile che non siano considerati tali (astrattamente atti) altrimenti avrebbe detto: "I videofonini e i PC devono pagare il canone" è esattamente quello che volevo dire.p.s.: anche il tostapane, astrattamente parlando, può svolgere funzione di televisore (opportunatamente modificato), in ogni caso, considerata la qualità dei palinsesti, preferirei adattare la tazza del cesso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Facciamo chiarezza (?)
            e' la terza volta che Punto informatico affronta il tema del canone (o la quarta...?) e tutte le volte si pone sempre un po' dalla parte del "va pagato.." senza far intervenire nessuno che giudichi la faccenda dal lato morale (opinionisti seri, non pagati dai dirigenti RAI) oppure che valuti se la procedura e' incostituzionale (anche qui..niente poltronati al soldo RAI, mi raccomando...)vabbe', mi sa che e' tempo perso.......Come per i contatori dell'enel, come per l'indulto, come per un sacco di cose all'italiana, anche il canone c'e' e rimane che piaccia alla gente o meno.saluti
          • AnyFile scrive:
            Re: Facciamo chiarezza (?)
            E' strano che la Costituzione garantisca il diritto all'informazione, al punto tale che nessuno puo' proibirti di alzare un'antenna per ricevere la televisione (vedi nota 1), ma un tale diritto intoccabile e costituzionale possa essere sottoposto al vincolo di pagare un'imposta.Uno mica ci gudagna dal fatto di ricevere una televisione (vedi nota 2), perche' mai la cosa divrebeb essere sottoposta a tassa/imposta?(nota 1) ovvimanete la cosa non vale se si vuole alzare un'antenna per trasmettere. Chi ci ha provato, alla faccia della liberta' d'informazione, e' stato costretto a chiudere la radio. (vedi ad esempio Radio Alice). Poi oggi la situazione e' netamente peggiorata. E? stata perfino fatta una legge per cui viene ritenuto giusto che gli interessi dei pochi che gia' trasmettono siano tutelati a scapito degli altri. E' considerato giusto che solo pochi possano trasmettere. Non sia mai che a qualcuno venga imposto di dover vendere una delle sue tre reti .....(nota 2) ovvimanete e' chi trasmette che ci guadagna. Guadagna talmente tanto che e' disposto pure ad andare contro le norme e trasemttere piu' pubblicita' del consentito (tanto la sanzione e' molto meno del guadagno)
          • AnyFile scrive:
            Re: Facciamo chiarezza (?)
            La Costituzione all'art. 53 prevede=-=Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.Il sistema tributario è informato a criteri di progressività.=-=Mi vengano a spiegare, dove un tlae imposta/tassa/canone/abbonamento (non e' neanche chiaro come chiamarla) possa essere conferme a questo articolo.E la cosrte costituzionale faccia il piacere di non dire che l'articolo e' solo indicativo, ma non vincolante (che senso ha una norma non vincolante?)
          • Anonimo scrive:
            Re: Facciamo chiarezza (?)

            vabbe', mi sa che e' tempo perso.......
            Come per i contatori dell'enel, come per
            l'indulto, come per un sacco di cose
            all'italiana, anche il canone c'e' e rimane che
            piaccia alla gente o
            meno.Mi auguro che siano tutti santi, gli ex galeotti, ma se proprio devono fare del male, spero lo facciano a qualche parente stretto di quei politici del menga che l'hanno voluto.Farlo a loro direttamente sarebbe meglio, ma è difficile che accada, quindi...
        • Anonimo scrive:
          Re: Facciamo chiarezza (?)
          Considerazione personale: se la persona competente ha usato un giro di parole così articolato per non rispondere è probabile che non siano considerati tali (astrattamente atti) altrimenti avrebbe detto: "I videofonini e i PC devono pagare il canone" Certo, è evidente, la tua considerazione non è solo personale ma universale, tutti quelli che leggono tale intervista dovrebbero arrivare alle tue conclusioni. Per questo anche ho esposto una mia critica a P.I. (che per altro stimo moltissimo), nel senso che lascia trasparire per acquisite la affermazioni di un personaggio la cui arte è arrampicarsi sugli specchi per lasciare nel dubbio le persone, che nel dubbio ... pagheranno.Se leggi il titolo sembra acquisito che se hai anche solo uno straccio di Amiga o Commodore 64 devi pagare. Bastava aggiungere un punto interrogativo e si dava senso a quel "laddove", che così viene assunto a certezza di assoggettamento a canone, ed invece un senso condizionale ben preciso ce l'ha.
      • uguccione500 scrive:
        Re: Facciamo chiarezza (?)
        - Scritto da:

        Ovvero, dipende da quanto uno è disposto a farsi

        rompere le

        balle?

        Troll


        Ah, ora ho capito tutto!

        Non sai cosa e' una imposta ?



        per il possesso degli stessi dovrà

        essere corrisposto il canone radiotelevisivo.

        Cosa non ti e' chiaro in questa frase ?

        Ma metti pure la testa sotto la sabbia eh...io la tassa sulle tazze del cesso l'avrei messa: li tv o meno, sei obbligato per natura ad usarlo: prova a dirmi il contrario!!!!(rotfl)
        • Rex1997 scrive:
          Re: Facciamo chiarezza (?)
          - Scritto da: avvelenato
          [CUT]

          ...io la tassa sulle tazze del cesso l'avrei

          messa: li tv o meno, sei obbligato per natura ad

          usarlo: prova a dirmi il

          contrario!!!!

          (rotfl)

          Ci sarebbe stato un boom di vendite delle turche.
          :D(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Facciamo chiarezza (?)
          Guarda che sul cesso la tassa o imposta (ancora non mi è chiara la raffinata differenza fra i due termini, tanto alla fine devi sempre pagare) c'è già..... si chiama tassa sui rifiuti e in automatico se sei prorietario di un immobile (o in affitto dichiarato) sei tenuto a pagarla..... anche se il cesso non lo hai!
          • AndreaMilano scrive:
            Re: Facciamo chiarezza (?)
            L'imposta è un prelievo coattivo di ricchezza non connesso ad una specifica prestazione da parte dello stato o degli altri enti pubblici.La tassa, nell'ordinamento tributario italiano, si differenzia dall'imposta in quanto applicata secondo il principio della controprestazione, cioè essa è legata ad una determinata prestazione di un servizio da parte di un ente pubblico (ad esempio: tasse portuali ed aeroportuali, concessioni, autorizzazioni, licenze...). wikipedia
          • Anonimo scrive:
            Re: Facciamo chiarezza (?)
            Perfetto, ci siamo...ma se dovesse diventare imposta allora cosa me lo tirano fuori a fare il televisore? dovete pagare una imposta...basta! senza motivare di possedere o no un televisore se no non la posso considerare una imposta ma tassa!almeno penso io!
    • pppaolo scrive:
      Re: Facciamo chiarezza (?)
      Che un aggeggio capace di ricevere la TV debba pagare il canone lo avevamo capito tutti.Quello su sarebbe stato bene insistere era cosa si intende per "adattabile a ricevere", che cosa deve avere o non avere per essere tale, anche perche' da CHL e altri ci si puo' far fare computer su misura, magari non adattabili a TV e nemmeno Trusted Computing, per cui ci si puo' far fare un computer per cui non si e' tenuti a pagare il canone.
      • Anonimo scrive:
        Re: Facciamo chiarezza (?)
        e se un ladro ha 1200 monitor, che fa'? va a chiedere un mutuo in banca?(troll2)
      • SardinianBoy scrive:
        Re: Facciamo chiarezza (?)
        - Scritto da: pppaolo
        Che un aggeggio capace di ricevere la TV debba
        pagare il canone lo avevamo capito
        tutti.
        Quello su sarebbe stato bene insistere era cosa
        si intende per "adattabile a ricevere", che cosa
        deve avere o non avere per essere tale, anche
        perche' da CHL e altri ci si puo' far fare
        computer su misura, magari non adattabili a TV e
        nemmeno Trusted Computing, per cui ci si puo' far
        fare un computer per cui non si e' tenuti a
        pagare il
        canone.Giusto !
  • Anonimo scrive:
    Che ci provino...
    Non possono pretendere nulla perchè non sono i fornitori di servizio, cioè devono accedere tramite coloro che lo sono. I Pc e la rete non sono esplicitamente apparecchi costruiti a quella funzione ma, nella dicitura italiana (sperando che lo capiscano), trattasi di elaboratore e/o calcolatore. La rete non ha nemmeno questa funzione di spettacolo o intrattenimento televisivo, non invia alcun segnale attinente a questo, non è una antenna e non è nata a tale scopo.Mi sa tanto che quando si tratta di battere cassa, sono capaci di inventarsi anche la tassa sui baffi. E Poi dicono che i malfattori stanno in galera.
    • Anonimo scrive:
      lamentiamoci e basta, si!!!
      - Scritto da:
      Non possono pretendere nulla perchè non sono i
      fornitori di servizio, cioè devono accedere
      tramite coloro che lo sono. I Pc e la rete non
      sono esplicitamente apparecchi costruiti a quella
      funzione ma, nella dicitura italiana (sperando
      che lo capiscano), trattasi di elaboratore e/o
      calcolatore. quello che sembrate non voler capire è che loro la legge , se fa comodo, spingono per cambiarla.noi bu bu bu, solo a lamentarci, ma invece dovremmo attaccare per primi e spaccare i maroni in modo indescrivibile finchè sarà CHIARO che 1) non deve essere obbligatorio pagare il canone e non mi devi venire a rompere le palle solo perchè prendo residenza e tu PRESUMI qualcosa.2) le apparecchiature non devono essere considerate atte alla ricezione se non sono atte alla ricezione. Un pc SENZA LA SCHEDA eccetera non è atto a una sega. Ma dev'essere chiarito per legge, in modo che non ci possa essere uno che cazzeggia con le parole.3) dovrebbe sparire la pubbblicità e la fuffa dalla rai: servizio pubblico!!!!!! informazione efficiente (alla Report) , cultura vera (non i programmi culturali alle 23 o alle 3 di notte ... le informazioni di carattere pubblico solo di pomeriggio e i documentari quando capita.La cosa migliore è un servizio a pagamento VOLONTARIO. La qualità si livellerebbe subito e i clienti verrebbero ascoltati.
      • Anonimo scrive:
        Re: lamentiamoci e basta, si!!!
        - Scritto da:
        quello che sembrate non voler capire è che loro
        la legge , se fa comodo, spingono per
        cambiarla.
        noi bu bu bu, solo a lamentarci, ma invece
        dovremmo attaccare per primi e spaccare i maroni
        in modo indescrivibile finchè sarà CHIARO cheNon capisco una cosa: sembra che le leggi le facciano solo "loro", che solamente "loro" le possano cambiare perche' torni a "loro" comodo, ecc.Ma "noi"? "Noi" non possiamo cambiarle/farle cambiare, le leggi? Non capisco...k1
      • AnyFile scrive:
        Re: lamentiamoci e basta, si!!!
        - Scritto da:

        noi bu bu bu, solo a lamentarci, ma invece
        dovremmo attaccare per primi e spaccare i maroni
        in modo indescrivibile finchè sarà CHIARO cheCosa proponi una petizione in Parlamento con richiesta di risposta o una legge d'iniziativa popolare?(entramebe sarei disposto a firmarle)
        • AnyFile scrive:
          Re: lamentiamoci e basta, si!!!
          Per la cronaca (anzi per il diritto, ma il diritto, appunto e' come uno lo ha scritto, anzi etimoligicamente detto)Non e' possibile fare un referendum su queste cose.I nostri politici, ben attenti che qualcuno gli possa rubare il lavoro o renderglelo piu' difficile,hano fatto mettere al comma dell'art. 75 della CostituzioneNon è ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali.
      • Anonimo scrive:
        Pagamento volontario? Cos'è una battuta?

        La cosa migliore è un servizio a pagamento
        VOLONTARIO. La qualità si livellerebbe subito e i
        clienti verrebbero
        ascoltati.
        Pagamento VOLONTARIO in italia? Ma cos'è una battuta? In Italia la gente più scrocca e più è contenta: anzi chi riesce a scroccare di più si crede superiore agli altri.
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: Che ci provino...
      - Scritto da:
      Mi sa tanto che quando si tratta di battere
      cassa, sono capaci di inventarsi anche la tassa
      sui baffi. molto meglio, si inventano la tassa sui baffi e quella sulle lamette. :D
    • Ataru73 scrive:
      Re: Che ci provino...
      - Scritto da:
      [la rete] non invia alcun segnale attinente a
      questo, non è una antenna e non è nata a tale
      scopo.Rosso AliceTV di fastwebIPTV...
      • AnyFile scrive:
        Re: Che ci provino...
        - Scritto da: Ataru73

        - Scritto da:

        [la rete] non invia alcun segnale attinente a

        questo, non è una antenna e non è nata a tale

        scopo.

        Rosso Alice
        TV di fastweb
        IPTV
        ...Nessuna di queste cose utilizza un sistema che utilizza onde radio (elettromagnetiche) in aria!!Forse che devo pagare il canone Rai (chiamiamolo cosi') anche se vado al cinema?
        • Ataru73 scrive:
          Re: Che ci provino...
          - Scritto da: AnyFile

          Rosso Alice

          TV di fastweb

          IPTV

          ...

          Nessuna di queste cose utilizza un sistema che
          utilizza onde radio (elettromagnetiche) in
          aria!!

          Forse che devo pagare il canone Rai (chiamiamolo
          cosi') anche se vado al
          cinema?"Chiunque detenga uno o più apparecchi atti od adattabili alla ricezione delle radioaudizioni è obbligato al pagamento del canone di abbonamento, giusta le norme di cui al presente decreto."Bisogna vedere come la interpretano... in origine le trasmissioni sono onde radio, che poi vengono convertite in digitale ecc. ecc.Se consideri la rete come "sistema di adattamento" secondo me, anche se si stà tirando la cosa per i capelli, c'è il rischio di rientrare...
          • AnyFile scrive:
            Re: Che ci provino...
            - Scritto da: Ataru73

            - Scritto da: AnyFile


            Rosso Alice


            TV di fastweb


            IPTV


            ...



            Nessuna di queste cose utilizza un sistema che

            utilizza onde radio (elettromagnetiche) in

            aria!!



            Forse che devo pagare il canone Rai (chiamiamolo

            cosi') anche se vado al

            cinema?

            "Chiunque detenga uno o più apparecchi atti od
            adattabili alla ricezione delle radioaudizioni è
            obbligato al pagamento del canone di abbonamento,
            giusta le norme di cui al presente
            decreto."
            Bisogna vedere come la interpretano... in origine
            le trasmissioni sono onde radio, che poi vengono
            convertite in digitale ecc.
            ecc.
            Se consideri la rete come "sistema di
            adattamento" secondo me, anche se si stà tirando
            la cosa per i capelli, c'è il rischio di
            rientrare...Beh ma se e' Alice, H3G o chi altro a prendere il segnale televisivo e a convertirlo sarebbero loro ad esseri tenuti a pagarlo, mica io! Anche in un albergo e' chi ha l'albergo (che e' la stessa persona che incassa i soldi dell'affitto delle camere) a dover pagare il canone (*), mica chi affitta la stanza!(*) per la cornaca per gli alberghi sono previste tariffe speciali.Inoltre da quello che ho intuito questi gestori non e' che ricevono il segnale televisivo come lo riceverebbe una persona qualsiasi col proprio televisore. La Rai e le altri emittenti mandano il contenuto con qualche altro mezzo e dietro un pagamento forfettario (e mi pare di ricordare pure ridicolo, qualcuno si ricorda quanto?)
      • Guybrush scrive:
        Re: Che ci provino...
        - Scritto da: Ataru73

        - Scritto da:

        [la rete] non invia alcun segnale attinente a

        questo, non è una antenna e non è nata a tale

        scopo.

        Rosso Alice
        TV di fastweb
        IPTV
        ...Ora chiamo LAMU'.Quelli sono CONTENUTI MULTIMEDIALI e non TRASMISSIONI RADIOTELEVISIVE.Legalmente e anche fisicamente c'e' una bella differenza.
  • Anonimo scrive:
    IMHO l'incostituzionalità ci sta tutta
    forse nessuno si è mai voluto spingere fino ai livelli alti della giustizia (la giustizia costa)
    • Anonimo scrive:
      a quale articolo della cost.ti riferisci
      - Scritto da:
      forse nessuno si è mai voluto spingere fino ai
      livelli alti della giustizia (la giustizia
      costa)a quale parte della costituzione ti riferisci, in particolare?
    • AnyFile scrive:
      Re: IMHO l'incostituzionalità ci sta tut
      - Scritto da:
      forse nessuno si è mai voluto spingere fino ai
      livelli alti della giustizia (la giustizia
      costa)Si, ma chi dovrebbe essere paladino della nostra costituzione (Corte Costituzionale) e' gia' riuscita a dire, per esempio, che gli articoli delal costituzione (in particolare l'art. 53) e' soltanto indicativo, non vincolante.Pertanto le leggi in contrasto con tale articolo non sono abrogabili. E buona pace che questo violi anche gli articoli sulla liberta' d'informazione e di espressione (l'art. 21 dice "[...] e ogni altro mezzo di diffusione"
      • Anonimo scrive:
        Re: IMHO l'incostituzionalità ci sta tut
        - Scritto da: AnyFile

        - Scritto da:

        forse nessuno si è mai voluto spingere fino ai

        livelli alti della giustizia (la giustizia

        costa)

        Si, ma chi dovrebbe essere paladino della nostra
        costituzione (Corte Costituzionale) e' gia'
        riuscita a dire, per esempio, che gli articoli
        delal costituzione (in particolare l'art. 53) e'
        soltanto indicativo, non
        vincolante.
        Eh? Ma chi caxxo ha detto una cosa del genere? Si rendono conto, dal punto di vista logico, di cosa vuol dire che gli articoli della costituzione sono indicativi e non vincolanti? Non sarò un grande costituzionalista come lorsignori, però mi sembra che se conoscono bene lo spirito, la storia e tutto il resto della costituzione tirano fuori comunque sentenze da idioti.
        • AnyFile scrive:
          Re: IMHO l'incostituzionalità ci sta tut
          Io l'ho sentita citare questa cosa.Se trovo un riferimento specifico ti mando il link
  • Anonimo scrive:
    aiut
    :s :s :s :s :s :s :s :s :s :s :s
Chiudi i commenti