Cassazione: il blog non è stampa clandestina

La Corte di Cassazione ribalta le precedenti sentenze: "Accade in Sicilia", il blog di Carlo Ruta, non può essere equiparato ad un tradizionale giornale. E con lui, pare, anche tutti gli altri blog

Roma – La Corte di Cassazione ha emesso l’ attesa sentenza sul caso che vedeva il blogger siciliano Carlo Ruta accusato di “stampa clandestina”: ha ribaltato le precedenti decisioni, e quantomeno rinviato la minaccia che sembrava incombere sulla Rete italiana.

I Giudici della III Sezione della Corte di Cassazione guidati da Saverio Felice Mannino hanno annullato senza rinvio le decisioni dei gradi precedenti “perché il fatto non sussiste”: i blog non sono un prodotto editoriale e dunque non sono stampa clandestina .

L’uomo, storico, giornalista e autore del blog “Accade in Sicilia”, era stato accusato dal procuratore della Repubblica di Ragusa Agostino Fera, che si era dichiarato anche parte lesa sentendosi danneggiato da certi interventi online di Ruta.

Il reato di “stampa clandestina” è previsto dalla legge sulla stampa , legge n. 47 dell’8 febbraio 1948, ma era da trent’anni che non portava ad una condanna: nonostante questo il primo (risalente al 2008) e secondo grado di giudizio avevano finora ritenuto colpevole Carlo Ruta, che era stato condannato a pagare un’ammenda di 150 euro e a subire il sequestro del suo blog, chiuso nel 2004.

La sua colpa sembrava in particolare legata alla pubblicazione sul sito www.accadeinsicilia.net (che risulta ancora offline) di documenti relativi all’assassinio del giornalista Giovanni Spampinato, ucciso a Ragusa nel 1972 a soli 22 anni.

Secondo la precedente sentenza di appello il blog di Ruta sarebbe stato da equiparare ad un tradizionale quotidiano cartaceo e dunque il titolare avrebbe dovuto registrarlo presso il Tribunale competente .

La difesa, d’altra parte, aveva cercato di far notare come il sito non fosse altro che uno strumento di documentazione, neanche aggiornato regolarmente e quindi non paragonabile ad un giornale vero e proprio.

A favore di Ruta si erano dunque sempre schierati osservatori e attenzione mediatica, preoccupati delle implicazioni di una sentenza del genere rispetto ad una realtà fatta di blog e altre diverse forme di comunicazione online: d’altra parte al momento sono impegnati a difendersi dalla medesima accusa altre realtà, come la WebTV PNBOX.

Durante l’arringa difensiva, peraltro, l’avvocato del blogger ha detto, riferisce Fulvio Sarzana , di “aver ricevuto comunicazione dal relatore della norma sull’editoria del 2011, l’On. Giuseppe Giulietti, il quale avrebbe confermato che i blog non rientrano, né intendevano essere inclusi, nella nozione di prodotto editoriale e che ciò risulta evidente dalla lettura della relazione preparatoria a tale legge”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mogol_gr scrive:
    Una di più
    Ne sapete tante voi bricconcelli.
  • iome scrive:
    titolo sbagliato
    Un povero XXXXXXXX che fa il giudice de L'Aia e che non ha capito un XXXXX di come finziona la Rete coinvolge altri provider nel blocco degli accessi a The Pirate Bay. BREIN ottiene un nuovo sucXXXXX in aula. La corte obbliga la divisione locale del Partito Pirata a rimuovere il suo proxyok, ora e' corretto.
  • Novavideo scrive:
    poveri scariconi
    Ben detto Pianeta Video 2000, inoltre qui non ci sono veri informatici, basta andare a leggersi un po' di discussioni e si vede chiaramente che per il 99% sono solo chiacchieroni, capaci solo di cliccare sul tasto "download".Poveri scariconi, vi beccherà tutti l' FBI! @^
    • Joe Tornado scrive:
      Re: poveri scariconi

      Ben detto Pianeta Video 2000, inoltre qui non ci
      sono veri informatici, basta andare a leggersi un
      po' di discussioni e si vede chiaramente che per
      il 99% sono solo chiacchieroni, capaci solo di
      cliccare sul tasto
      "download".Se è per questo, neanche tra i videonoleggiatori ci sono esperti di cinema, ma mediocri commercianti che nascondono ipocritamente i loro interessi di bottega dietro la bandiera di una legalità acritica.

      Poveri scariconi, vi beccherà tutti l' FBI! @^http://www.corsopizzaiolo.it/... il kebab lasciamolo preparare ai mediorientali :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 maggio 2012 22.39-----------------------------------------------------------
      • Pirata in galera scrive:
        Re: poveri scariconi
        Ciao caro Joe, andiamo a farci un kebab? :)
        • Joe Tornado scrive:
          Re: poveri scariconi
          Propongo pizza e film ... ovviamente, il film lo preleviamo da una biblioteca pubblica. Di quelle che danno tanto fastidio all'ANVI ;)
          • Carletto scrive:
            Re: poveri scariconi
            Ehi mi aggrego anch'io. Ho appena scaricato "I pirati dei Caraibi" da Thepiratebay. Ci vediamo quello? (rotfl)
    • Carletto scrive:
      Re: poveri scariconi
      - Scritto da: Novavideo
      Ben detto Pianeta Video 2000, inoltre qui non ci
      sono veri informatici, basta andare a leggersi un
      po' di discussioni e si vede chiaramente che per
      il 99% sono solo chiacchieroni, capaci solo di
      cliccare sul tasto
      "download".

      Poveri scariconi, vi beccherà tutti l' FBI! @^Voi videotechini siete oramai alla frutta! :DGrazie e tanti cari saluti da Carletto :)
    • pink panther scrive:
      Re: poveri scariconi
      - Scritto da: Novavideo
      <b
      Ben detto Pianeta Video 2000 </b
      , inoltre qui non ci
      sono veri informatici, basta andare a leggersi un
      po' di discussioni e si vede chiaramente che per
      il 99% sono solo chiacchieroni, capaci solo di
      cliccare sul tasto
      "download".hey, raga', p.r. ha lanciato la sfida! (rotfl)

      Poveri scariconi, vi beccherà tutti l' FBI! @^si vede chiaramente che SEI Pianeta Video 2000! @^
  • Franky scrive:
    Pirate Bay: Il film...
    Il mondo della cultura libera e dell'innovazione reagisce all'ennesima censura sconsiderata degli integralisti del copyright del sito Pirate Bay con un film gratuito rilasciato sotto creative e disponibile su Vo.do via P2p che parla della storia di Pirate Bay ma anche della strada intrapresa dai nuovi filmmaker in netta opposizione ed in netta polemica con i loro colleghi "integralisti del copyright"...il film-documentario si intitola provocatoriamente ed ironicamente:"steal This Film Part One An Insight Into The First US Crackdown On The Pirate Bay and P2P Culture"(ruba questo film parte 1)"Nel mese di aprile 2012, i tribunali del Regno Unito hanno ordinato agli Internet Service Provider di bloccare l'acXXXXX al sito svedese di file-sharing The Pirate Bay [...] alla fine di una catena di una presunta corruzione politica risultante in un raid della polizia svedese contro The Pirate Bay, l'evento è diventato il soggetto di una delle serie di documentari più condivisa su internet - Steal This Film""Steal This Film incoraggia le persone a pensare in modo creativo al futuro della distribuzione, della produzione e della creatività, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo principale" (The League of Noble Peers)"Un film interessante e stimolante su The Pirate Bay, il più grande sito BitTorrent di file sharing di tutto il mondo." (Sito Web Open Business)The Guardian lo definisce "un documentario di registi che praticano ciò che predicano".info su come guardarlo/scaricarlo qui:http://blog.vodo.net/?p=438
    • Allibito. scrive:
      Re: Pirate Bay: Il film...
      - Scritto da: Franky
      Il mondo della cultura libera e dell'innovazione
      reagisce all'ennesima censura sconsiderata degli
      integralisti del copyright del sito Pirate Bay
      con un film gratuito rilasciato sotto creative e
      disponibile su Vo.do via P2p che parla della
      storia di Pirate Bay ma anche della strada
      intrapresa dai nuovi filmmaker in netta
      opposizione ed in netta polemica con i loro
      colleghi "integralisti del
      copyright"...
      il film-documentario si intitola
      provocatoriamente ed
      ironicamente:
      "steal This Film Part One An Insight Into The
      First US Crackdown On The Pirate Bay and P2P
      Culture"(ruba questo film parte
      1)

      "Nel mese di aprile 2012, i tribunali del Regno
      Unito hanno ordinato agli Internet Service
      Provider di bloccare l'acXXXXX al sito svedese di
      file-sharing The Pirate Bay [...] alla fine di
      una catena di una presunta corruzione politica
      risultante in un raid della polizia svedese
      contro The Pirate Bay, l'evento è diventato il
      soggetto di una delle serie di documentari più
      condivisa su internet - Steal This
      Film"

      "Steal This Film incoraggia le persone a pensare
      in modo creativo al futuro della distribuzione,
      della produzione e della creatività, abbiamo
      raggiunto il nostro obiettivo principale" (The
      League of Noble
      Peers)


      "Un film interessante e stimolante su The Pirate
      Bay, il più grande sito BitTorrent di file
      sharing di tutto il mondo." (Sito Web Open
      Business)


      The Guardian lo definisce "un documentario di
      registi che praticano ciò che
      predicano".

      info su come guardarlo/scaricarlo qui:
      http://blog.vodo.net/?p=438Oltre a realizzare un inutile documentario, questi signori potrebbero finanziare o realizzare opere d'ingegno appetibili come quelle che vorrebbero gratis; ne sarebbero capaci?La genesi di un'opera è frutto di molti sacrifici e ingenti investimenti, fa parte della proprieà privata, non è un bene comune.Invito i registi che "praticano ciò che predicano" di ipotecare le proprie case e investire sulla realizzazione di qualsiasi opera di intrattenimento per poi divulgarla gratuitamente, favorendo la libera circolazione della cultura, solo allora diventerebbero credibili. Fare il gay con lato B degli altri è troppo semplice.Se non esistessero le odiate Majors, non esisterebbe il cinema...
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Pirate Bay: Il film...
        contenuto non disponibile
      • Franky scrive:
        Re: Pirate Bay: Il film...
        - Scritto da: Allibito.
        Invito i registi che "praticano ciò che
        predicano" di ipotecare le proprie case e
        investire sulla realizzazione di qualsiasi opera
        di intrattenimento per poi divulgarla
        gratuitamente, favorendo la libera circolazione
        della cultura, solo allora diventerebbero
        credibili. Fare il gay con lato B degli altri è
        troppo
        semplice.
        Se non esistessero le odiate Majors, non
        esisterebbe il
        cinema...Rispondo a questa parte perche' e' interessante... in realta' esistono etichette che fanno quello che dici e che rilasciano i film sotto creative commons..."resina film"(assieme ad altre 20 etichette) e' per esempio una delle etichette cinematografiche che fa questo...le loro opere sono presentate annualmente presso il "Barcellona Creative Commons Film Festival":http://bccn.cc/qui uno dei tantissimi promo sul loro canale su youtube...tra le altre cose anche loro hanno detto che non e' stato facilissimo fare quello che fanno ed attuare questo nuovo modello di business pero' lo fanno...[yt]zeGBN-n-B9o[/yt]
        • Franky scrive:
          Re: Pirate Bay: Il film...
          - Scritto da: Franky
          - Scritto da: Allibito.


          Invito i registi che "praticano ciò che

          predicano" di ipotecare le proprie case e

          investire sulla realizzazione di qualsiasi
          opera

          di intrattenimento per poi divulgarla

          gratuitamente, favorendo la libera
          circolazione

          della cultura, solo allora diventerebbero

          credibili. Fare il gay con lato B degli
          altri
          è

          troppo

          semplice.

          Se non esistessero le odiate Majors, non

          esisterebbe il

          cinema...


          Rispondo a questa parte perche' e'
          interessante... in realta' esistono etichette che
          fanno quello che dici e che rilasciano i film
          sotto creative commons..."resina film"(assieme ad
          altre 20 etichette) e' per esempio una delle
          etichette cinematografiche che fa questo...le
          loro opere sono presentate annualmente presso il

          "Barcellona Creative Commons Film Festival":

          http://bccn.cc/

          qui uno dei tantissimi promo sul loro canale su
          youtube...
          tra le altre cose anche loro hanno detto che non
          e' stato facilissimo fare quello che fanno ed
          attuare questo nuovo modello di business pero' lo
          fanno...
          dimenticavo una cosa importante.... il film-documentario si trova sul sitohttp://vo.do che e' appunto un sito di fimaker che postano le loro opere"attuando cio' che predicano".... e non c'e' solo questo documentario....questo sito e' una sorta di Jamendo dei film....Riguardo alla qualita' avevo intenzione di parlare di due o tre film di alto livello presentati al Barcellona creative commons film festival"...dato che questa notizia ha piu' di due giorni ed e' sabato....lo faro' in un'altro post dove mi impegno a parlare diffusamente di questo interessante festival...poco conosciuto ancora... ed in dettaglio di come funziona questo nuovo modello di business... se volete approfondire da voi ci sono sia il sito sia il canale su youtube con i video dei registi che spiegano tutto...vedete un po' voi...(in questi giorni e' in corso la nuova edizione 2012...non so cosa presenteranno quest'anno...lo spot youtube si riferisce all'anno scorso)...
          • Franky scrive:
            Re: Pirate Bay: Il film...
            - Scritto da: Franky

            (in questi giorni e' in corso la nuova edizione
            2012...non so cosa presenteranno quest'anno...lo
            spot youtube si riferisce all'anno
            scorso)...Aggiornamento su questa edizione del festival----------------------------------------------"BCCN Barcelona Creative Commons è il primo festival al mondo che presenta solamente opere con licenza Creative Commons che permette una maggiore flessibilità per potenziare la distribuzione del cinema nel circuito e allo stesso tempo facilita agli autori la ricerca del proprio pubblico.La terza edizione del festival avrà luogo dal 10 al 13 maggio nel MACBA (Museo di Arte Contemporanea di Barcellona) e presenterà documentari, cortometraggi e film provenienti da tutto il mondo. La tematica principale di questanno è la musica sulla quale saranno incentrate tutte le attività parallele al festival.Il festival sarà inoltre luogo di incontro e riflessione dove poter scambiare le proprie opinioni e le proprie esperienze legate al proXXXXX creativo e di condivisione. Levento inizierà infatti con una conferenza dedicata alla finanziazione e alla distribuzione delle opere Creative Commons.Lentrata è gratuita fino ad esaurimento posti (massimo 200).Web: http://bccn.cc/Dove: MACBA Plaça dels Àngels, 1, Barcelona metro Universitat o Plaça CatalunyaQuando: dal 10 al 13 maggio 2012"http://www.zingarate.com/network/barcellona/bccn-barcelona-creative-commons-film-festival.html
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Pirate Bay: Il film...

        Oltre a realizzare un inutile documentario,
        questi signori potrebbero finanziare o realizzare
        opere d'ingegno appetibili come quelle che
        vorrebbero gratis; ne sarebbero
        capaci?Potrebbero. Ma forse non ne desiderano altre.
        La genesi di un'opera è frutto di molti sacrifici
        e ingenti investimenti, fa parte della proprieà
        privata, non è un bene
        comune.Proprietà privata di chi?Se la vendi, non è più tua.E se la pubblichi, non è più privata.
        Invito i registi che "praticano ciò che
        predicano" di ipotecare le proprie case e
        investire sulla realizzazione di qualsiasi opera
        di intrattenimentodecliniamo l'invito, perchè non ci interessa che vengano realizzate nuove opere di intrattenimento.
        Se non esistessero le odiate Majors, non
        esisterebbe il
        cinema...Non esisterebbe solo il cinema commerciale. E ci andrebbe benissimo.
  • Pianeta Video 2000 scrive:
    ...
    Benissimo, in galera gli scariconi! :D
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    link magnetici...
    <i
    assolutamente falso, se rompi le scatole con proxy etcetera il sito perde, infatti con molti proxy non è possibile far funzionare i linkmagnetici, che richiedono un "programma poiu avanzato" </i
    Peccato che i link magnetici non abbiano alcun bisogno di proxy, semmai il proxy serve per arrivare al link magnetico ma non c'è nessun bisogno del proxy per usare il link magneticoa proposito prendetevi open office: magnet:?xt=urn:btih:38c5eaaf88faa41bd4a677b0c7da1dfda9cc268e-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2012 16.43-----------------------------------------------------------
    • user_ scrive:
      Re: link magnetici...
      è solo una linea di testo, vero?
    • newbie scrive:
      Re: link magnetici...
      Modificato dall' autore il 11 maggio 2012 16.43
      --------------------------------------------------Potresti spiegare meglio? (newbie)
      • user_ scrive:
        Re: link magnetici...
        anch'io voglio sapere come si inserisce magnet:?xt=urn:btih:38c5eaaf88faa41bd4a677b0c7da1d in utorrent
        • bubba scrive:
          Re: link magnetici...
          - Scritto da: user_
          anch'io voglio sapere come si inserisce
          magnet:?xt=urn:btih:38c5eaaf88faa41bd4a677b0c7da1dcopia/incolla e' troppo difficile? (questo se non hai il protocol registrato e associato all'app)
    • bubba scrive:
      Re: link magnetici...
      Modificato dall' autore il 11 maggio 2012 16.43
      --------------------------------------------------ma non manca qualcosa in quest'urn? tipo un &tr? o forse dai per assodato che uno usi il pool DHT di utorrent, non so?
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Guida per aggirare qualunque blocco
    Repetita iuvanthttp://tinyurl.com/nocensura-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2012 16.36-----------------------------------------------------------
    • minipiratin o scrive:
      Re: Guida per aggirare qualunque blocco
      Modificato dall' autore il 11 maggio 2012 16.36
      --------------------------------------------------Grazie Luco. :)
  • Pincopallo scrive:
    Re: gtfhtyfghtyg
    Vi serve assistenza per i problemi di spam? (rotfl)
  • Sgabbio scrive:
    Link magnetici....
    assolutamente falso, se rompi le scatole con proxy etcetera il sito perde, infatti con molti proxy non è possibile far funzionare i linkmagnetici, che richiedono un "programma poiu avanzato"VATTI a vedere gli accessi alla baia da quando attaccano i proxy guarda che non è che per il blocco IP di un sito come thepiratebay, sia impossibile utilizzare i link magnetici, per loro stessa natura..eh?
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Link magnetici....
      - Scritto da: Sgabbio
      <i
      assolutamente falso, se rompi le scatole con
      proxy etcetera il sito perde, infatti con molti
      proxy non è possibile far funzionare i
      linkmagnetici, che richiedono un "programma poiu
      avanzato"

      VATTI a vedere gli accessi alla baia da quando
      attaccano i
      proxy </i


      guarda che non è che per il blocco IP di un sito
      come thepiratebay, sia impossibile utilizzare i
      link magnetici, per loro stessa
      natura..eh?ma poi...io non ho proxy, non uso tor o altri anonimizzatori... non uso opendns eppure navigo nella baia e mi funzionano pure i link magnetici...
      • Sgabbio scrive:
        Re: Link magnetici....
        come fai a raggiungere la baia senza proxy?
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Link magnetici....
          - Scritto da: Sgabbio
          come fai a raggiungere la baia senza proxy?Ah non lo so proprio...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Link magnetici....
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Sgabbio

            come fai a raggiungere la baia senza proxy?

            Ah non lo so proprio...lo dici con ironia o altro?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Link magnetici....
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Sgabbio


            come fai a raggiungere la baia senza proxy?



            Ah non lo so proprio...

            lo dici con ironia o altro?No non lo so veramente!
          • bubba scrive:
            Re: Link magnetici....
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Sgabbio

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: Sgabbio



            come fai a raggiungere la baia
            senza
            proxy?





            Ah non lo so proprio...



            lo dici con ironia o altro?


            No non lo so veramente!mhh colpa del WINDOWSsystem32driversetchosts che avevi modificato mesi fa e di cui ti sei dimenticato?
  • Alberto Bianchi scrive:
    La questione e' semplice..
    .. nessun blocco, nessuna censura e nessuna legge potra' far tornare i buoi nel recinto (e i clienti in videoteca). Siamo nel 2012, e chi spera di campare offrendo un "servizio" cosi' scomodo e obsoleto come il videonoleggio e' semplicemente un ingenuo sprovveduto. Poi naturalmente qualche politico e giudice corrotto c'e' sempre, ma la sostanza non cambia di una virgola.
  • Allibito scrive:
    La libertà non è intaccata.
    E' veramente bizzarro mischiare la libertà delle rete con i filtri a certi siti. Tutta la navigazione è indisturbata, tranne quella verso siti illegali, non mi sembra una restrizione della libertà, semmai è semplicemente un freno all'illegalità.Quante cose non ci sono concesse nella vita reale, eppure questo non ci impedisce di fare le altre... La libertà in un paese civile non è poter fare tutto quel che si vuole, esistono regole da rispettare.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: La libertà non è intaccata.
      - Scritto da: Allibito
      E' veramente bizzarro mischiare la libertà delle
      rete con i filtri a certi siti.No, è logico: libertà significa poter accedere dovunque.
      Tutta la
      navigazione è indisturbata, tranne quella verso
      siti illegaliPeccato che i siti in questione non sono illegali. Sono solo scomodi per qualcuno (voi)
    • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
      Re: La libertà non è intaccata.
      Il copyright è un CRIMINE contro l'Umanità perchè vien usato per limitare la libera circolazione del Sapere e quindi il Progresso della Civiltà. ABOLIRE IL COPYRIGHT p)
      • Franky scrive:
        Re: La libertà non è intaccata.
        - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        Il copyright è un <b
        CRIMINE </b
        contro l'Umanità
        perchè vien usato per limitare la libera
        circolazione del Sapere e quindi il Progresso
        della
        Civiltà.

        <
        ed anche contro la new economy e la libera concorrenza giacche' vogliono distruggere tutti i motori di ricerca, i siti di hosting, i siti di videosharing.... costringendo alla perdita di centinaia di servizi e di migliaia di nuove opportunita' e di posti di lavoro al fine di salvaguardare un business morto... un vero schifo... una vera vergogna...contro il 99% dei cittadini...contro le imprese innovative ... contro la liberta' digitale... contro il diritto dell'acquirente... contro il diritto naturale di condivisione.... contro l'etica della solidarieta' umana... e la causa principale di tutto cio' e' la corruzione lobbista...
    • Metal_neo scrive:
      Re: La libertà non è intaccata.
      - Scritto da: Allibito
      Tutta la navigazione è indisturbata, tranne quella verso
      siti illegaliPiano piano tutti stanno imparando (o almeno iniziano a sentire) ad usare proxy, anonimizzatori, VPN, reti TOR ecc. Per come è fatta la rete, quello che stanno facendo è svuotare un oceano con uno scolapasta.
      La libertà in un paese civile
      non è poter fare tutto quel che si vuole,
      esistono regole da rispettare.Ok, ma come fai poi a dire se le regole sono giuste o sbagliate? Tra tutte le persone che ho conosciuto non ne ho trovata una che trovasse qualcosa di sbagliato nella pirateria.Ma se poi ci fossero leggi repressive e censorie come in Cina, te le seguiresti alla lettera senza fiatare o inizi almeno a pensare di contrastarle?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2012 12.44-----------------------------------------------------------
      • Bastard scrive:
        Re: La libertà non è intaccata.
        - Scritto da: Metal_neo
        Ok, ma come fai poi a dire se le regole sono
        giuste o sbagliate?TU non devi dire proprio niente: decide lo Stato.Zitto e obbedisci o ti spacchiamo la faccia.ORDINE E POLIZIA!
        • Franky scrive:
          Re: La libertà non è intaccata.
          - Scritto da: Bastard
          - Scritto da: Metal_neo


          Ok, ma come fai poi a dire se le regole sono

          giuste o sbagliate?

          TU non devi dire proprio niente: decide lo Stato.

          Zitto e obbedisci o ti spacchiamo la faccia.

          ORDINE E POLIZIA!bye bye...saluti dalla democrazia diretta prossima a venire...voi censori preparatevi ad emigrare in qualche paese dittatoriale...
          • Franky scrive:
            Re: La libertà non è intaccata.
            - Scritto da: Franky
            - Scritto da: Bastard

            - Scritto da: Metal_neo




            Ok, ma come fai poi a dire se le regole
            sono


            giuste o sbagliate?



            TU non devi dire proprio niente: decide lo
            Stato.



            Zitto e obbedisci o ti spacchiamo la faccia.



            ORDINE E POLIZIA!

            bye bye...saluti dalla democrazia diretta
            prossima a venire...voi censori preparatevi ad
            emigrare in qualche paese
            dittatoriale...dimenticavo:[yt]ooxND4pO9BE[/yt]
        • Franky scrive:
          Re: La libertà non è intaccata.
          - Scritto da: Bastard
          - Scritto da: Metal_neo


          TU non devi dire proprio niente: decide lo Stato.
          E lo stato chi sarebbe? Il partito con meno del 5,4% forse?
          Zitto e obbedisci o ti spacchiamo la faccia.Disse l'esponente del partito con meno del 5,4%.
          ORDINE E POLIZIA!MoVIMENTO 5 STELLE!!! PARTITO PIRATA SVEDESE!!!l'ordine lo dara' l'elettorato a voi!!!!!Sai qual'e' questo ordine?Quello di sparire!!!! (rotfl)(rotfl)
          • Bastard scrive:
            Re: La libertà non è intaccata.
            Guarda che sappiamo chi sei !!Vuoi proprio che veniamo a prenderti e ti facciamo provare la versione LIVE della Diaz ?!?
    • iome scrive:
      Re: La libertà non è intaccata.
      - Scritto da: Allibito
      E' veramente bizzarro mischiare la libertà delle
      rete con i filtri a certi siti. Tutta la
      navigazione è indisturbata, tranne quella verso
      siti illegali, non mi sembra una restrizione ^^^^^^^^^^^^^^E qua ti volevo! COSA e' illegale? COSA e' legale?Siti di gioco on line? legale se in italia (per in discorso di tasse) illegale se e' fuori di italia?Sito dedicato a memorabilia nazi fascite? illegali in germania che non ammettono simboli nazisti nemmeno nei videogiochi ma perfettamnte ammissibili nel resto d'europa?sito che spiegano come coltivare la marjuana? legali in olanda, illegali in italia?Sito che parlano di matrimonio omosessuale ammesso in spagna e in italia no?e cosi via.Se si mette una asticella "questo si e qeusto no", troverai dopo due giorn il solito giovanardi che vorra abbassare l'asticella a sfavore della gente.
    • Sgabbio scrive:
      Re: La libertà non è intaccata.
      Vallo a dire a quelli che mentre caricavano delle loro foto su imageshack, si trovarono la pagina che diceva che tale sito è stato bloccato perchè pedoXXXXXgrafico....Tanto per dire che i filtri web non intaccano la rete... ah dimenticavo, lo sai che in italia non c'è nessuna legge che imponga filtri ad internet al di fuori dei siti di gioco d'azzardo che non pagano la AAMS e quelli pedoXXXXXgrafici ?A proposito di the pirate bay: Sai che quel sito non è solo "robba pirata" ma ha contribuito anche a molte cose sul sociale? La più famosa era il suo contributo per scoprire i retroscena sul ACTA....
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: La libertà non è intaccata.
      - Scritto da: Allibito
      E' veramente bizzarro mischiare la libertà delle
      rete con i filtri a certi siti. Tutta la
      navigazione è indisturbata, tranne quella verso
      siti illegaliPeccato che per definire un sito "illegale" CI VUOLE UNA CONDANNA IN VIA DEFINITIVA CHE LO DICA mentre questi pagliacci pretendono i blocchi PREVENTIVI.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2012 16.38-----------------------------------------------------------
      • Accademia della Crusca scrive:
        Re: La libertà non è intaccata.
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: Allibito

        E' veramente bizzarro mischiare la libertà
        delle

        rete con i filtri a certi siti. Tutta la

        navigazione è indisturbata, tranne quella
        verso

        siti illegali

        Peccato che per definire un sito "illegale" CI
        VUOLE UNA CONDANNA IN VIA DEFINITIVA CHE LO DICAIn tal caso il sito dicesi CHIUSO e i responsabili CARCERATI. (rotfl)
    • Franky scrive:
      Re: La libertà non è intaccata.
      - Scritto da: Allibito
      E' veramente bizzarro mischiare la libertà delle
      rete con i filtri a certi siti. Tutta la
      navigazione è indisturbata, tranne quella verso
      siti illegali, non mi sembra una restrizione
      della libertà, semmai è semplicemente un freno
      all'illegalità.Quante cose non ci sono concesse
      nella vita reale, eppure questo non ci impedisce
      di fare le altre... La libertà in un paese civile
      non è poter fare tutto quel che si vuole,
      esistono regole da
      rispettare.Vimeo e' stato censurato in India su richiesta degli integralisti del copyright....(fonte: torrentfreak)che vogliono censurare ed interrompere tutti i servizi di hosting, di video streaming e motori di ricerca...ci manca solo che censurino i blog e la stampa online e praticamente hanno censurato tutta la rete in una maniera che non ha precedenti nella storia della censura telematica...eccetto il fidonet crackdown italiano...anche lui guarda caso dovuto a questa follia liberticida chiamata "copyright"...
  • Sgabbio scrive:
    Blocco DNS...TZÈ!
    OpenDNS e ciao ciao blocchi.
    • braccobaldo scrive:
      Re: Blocco DNS...TZÈ!
      no non sei ignorante,dopo non fa scaricare il link I G N O R I ,pero' se si contento di apri il sito fai pure
      • Sgabbio scrive:
        Re: Blocco DNS...TZÈ!
        - Scritto da: braccobaldo
        no non sei ignorante,dopo non fa scaricare il
        link I G N O R I ,pero' se si contento di apri
        il sito fai
        pureIl mero blocco DNS non impedisce di scaricare dal traker, eh ? Quello lo fa il blocco via IP.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Blocco DNS...TZÈ!
          - Scritto da: Sgabbio
          - Scritto da: braccobaldo

          no non sei ignorante,dopo non fa scaricare il

          link I G N O R I ,pero' se si contento di
          apri

          il sito fai

          pure

          Il mero blocco DNS non impedisce di scaricare dal
          traker, eh ? Quello lo fa il blocco via
          IP.1) non c'è nessun tracker2) il blocco IP impedisce di accedere al sito per molti provider (es. Fastweb)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Blocco DNS...TZÈ!
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            1) non c'è nessun tracker
            2) il blocco IP impedisce di accedere al sito per
            molti provider (es.
            Fastweb)ADESSO non hanno tracker, ma faccevo presente che solo il blocco via ip impedisce di scaricare da un tracker specifico.
  • alvaro scrive:
    fateli fuori tutti
    bene cosi' fateli fuori tutti i pirati
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: fateli fuori tutti
      È da anni che cercano di eliminare la baia senza riuscirci.Impara a fare il kebab, che la tua videoteca sta per trasformarsi in negozio di kebab.
      • Carlo scrive:
        Re: fateli fuori tutti
        E tu preparati ad andare a scrivere in galera.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: fateli fuori tutti
          L'unico che rischia la galera sei tu, per aver scritto minacce di morte, non certo io, che non ho commesso nessun reato.http://www.facebook.com/photo.php?fbid=286260524744247&set=a.286260481410918.61018.286246518078981&type=3
      • braccobaldo scrive:
        Re: fateli fuori tutti
        assolutamente falso, se rompi le scatole con proxy etcetera il sito perde, infatti con molti proxy non è possibile far funzionare i linkmagnetici, che richiedono un "programma poiu avanzato"VATTI a vedere gli accessi alla baia da quando attaccano i proxy
    • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
      Re: fateli fuori tutti

      bene cosi' fateli fuori tutti i piratiBeata ingenuità... :-o ABOLIRE IL COPYRIGHT p)
Chiudi i commenti