CD e DVD vergini, IVA evasa per 30 mln di euro

Lo dice l'ultima inchiesta di AF Digitale, secondo cui continua ad aumentare il traffico illegale di supporti vergini che in Italia sono gravati del cosiddetto equo compenso

Roma – 30 milioni di euro di IVA ogni anno: a tanto ammonta l’evasione sugli acquisti di CD e DVD registrata dal mensile specializzato AF Digitale nel nuovo numero in edicola. In una inchiesta, gli esperti del magazine mettono in luce come a questi denari evasi si aggiungano quelli dell’ equo compenso non pagato per copia privata , quello che spetterebbe ad autori ed editori e che è raccolto in Italia dalla SIAE . Una somma che si aggirerebbe attorno ai 125 milioni di euro.

Come ciò avvenga è presto detto: le imposte sui supporti spingono un numero sempre maggiore di commercianti italiani di rifornirsi di supporti ottici vergini all’estero. Questi vengono importati illegalmente e distribuiti nel nostro paese ad un prezzo che alla fine risulta quasi la metà di quello dei CD e DVD venduti regolarmente nei negozi nostrani, ai quali viene applicata IVA ed equo compenso.

Se a comprare è un privato, questi non deve pagare alcunché ma se a comprare è un negoziante, allora le cose cambiano. “L’evasione del compenso SIAE e della relativa IVA – spiega il giornale – rende possibile per i rivenditori disonesti praticare prezzi assolutamente competitivi su CD e DVD registrabili, rendendo, per esempio, il contrabbando di un paio di DVD più conveniente per il trafficante di quello di un pacchetto di sigarette”.

Ma ciò che colpisce gli osservatori di AF Digitale è anche il fatto che questo commercio avvenga “alla luce del sole”: “Moltissimi operatori commerciali fisici e online vendono i supporti a prezzi inferiori al valore alla fonte del solo compenso SIAE operando quindi in conclamata evasione SIAE e IVA senza che gli enti preposti procedano con gli opportuni controlli e le dovute azione di repressione del traffico e di recupero delle imposte evase”.

“Eppure – continua l’inchiesta – non servono complicate attività investigative per trovare gli evasori: tanto per fare un esempio, se in un negozio sono in vendita DVD registrabili a meno di 0,58 euro + IVA o CD registrabili a meno di 0,25 + IVA, ci sono le prove che è in corso un’evasione fiscale”.

Come noto, secondo l’industria italiana di produzione dei supporti, l’applicazione dell’equo compenso ha provocato enormi scompensi nel settore. Non sono certo solo i negozianti disonesti a ricorrere all’acquisto all’estero: grazie soprattutto ad Internet aumenta progressivamente anche il numero di singoli consumatori che del tutto legittimamente comprano grandi quantità di supporti da produttori e distributori internazionali. Con buona pace di quelli italiani.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    per forza
    per forza è cosi, in italia nessuno cerca mai di promuovere le nuove tecnologie, anche perchè altrimenti troppi perderebbero il proprio orticello. non parliamo poi di internet!! noi italiani che ci colleghiamo, fra dialer, retate, multe e quantaltro siamo degli eroi, o dei pazzi
  • Anonimo scrive:
    Argentina sempre più vicina
    Finiremo come l' Argentina..Come corruzione politica siamo lì !!
    • Anonimo scrive:
      Re: Argentina sempre più vicina
      - Scritto da:

      Finiremo come l' Argentina..Come corruzione
      politica siamo lì
      !!Finalmente un pò di corruzione è stata tolta !
      • Anonimo scrive:
        Re: Argentina sempre più vicina
        - Scritto da:

        - Scritto da:



        Finiremo come l' Argentina..Come corruzione

        politica siamo lì

        !!

        Finalmente un pò di corruzione è stata tolta !
        (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Embè?
    Sono altri i problemi italiani...altro che informazione e/o utilizzo dei mezzi mediatici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Embè?
      - Scritto da:
      Sono altri i problemi italiani...altro che
      informazione e/o utilizzo dei mezzi
      mediatici.Per non parlare del livello di analfabetismo... altro che primato dell'uso dei cellulari. Mantellini sei in confusione come il tuo governo!!!
  • reXistenZ scrive:
    Ahia MAntellini
    "Qualche giorno fa in una intervista radiofonica mi si chiedeva cosa ne pensassi del fatto che l'attuale Ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni sia un blogger. "Ne penso tutto il bene possibile - ho risposto - si tratta di una cosa inconcepibile anche solo pochi mesi fa". Continuo a pensarlo anche oggi, anche se, dopo aver letto in questi giorni delle ipotesi (l'ennesima in una finanziaria ormai dai risvolti fantozziani) di incentivare con 40 milioni di euro l'acquisto di televisori digitali, ho qualche comprensibile dubbio in più."Non è che il fatto che Bush diventi un blogger mi convinca a parlarne bene.Secondo me lei confonde un po' troppo l'apparenza con l'essenza. Sappiamo che i blog la entusiasmano, ma fare i blogger, tutto sommato, non vuol dire niente.
  • Anonimo scrive:
    Merda Italia
    Non so, forse odio la mia nazione perchè la sento come mi viene presentata, forse perchè non guardo abbastanza TV e non credo a quel che leggo sui quotidiani. Leggo il blog di Beppe Grillo e vedo la verità, leggo Megachip.info e Canisciolti.info, capisco che tutto fa cagare. Capisco che gli altri non capiscono e vivono nel mondo ovatato delle pubblicità, dei talkshow e dei telegiornali dove le notizie più importanti riguardano calcatori pagati milioni di euro ogni anno e veline che fanno calendari. Mi sono rotto le palle di avere una laurea in ing.informatica e non poterla sfruttare, mi sono rotto il cazzo di avere 10 anni di esperienza su OS Unix e Linux per poi venire assunto (in nero) in un negozio di periferia per installare copie pirata di windows xp sui pc dei clienti utonti.Basta con questa cloaca che espelle merda giorno dopo giorno. Vittoria o Morte!
    • Anonimo scrive:
      Re: Merda Italia
      Sei uno sfigato...sei laureato e con un sacco di skill e lavori in nero in un negozio???Datti da fare, che sei hai delle carte da giocare e se quello che dici è vero puoi ottenere di meglio! Se invece sei stato uno scaldabanco universitario o un fermacarte per anni...bhe...rientri anche tu in quel calderone di analfabeti, poco importa i pezzi di carta che hai acquisito.Vuoi cambiare la tua nazione? Educa le persone che ti stanno accanto! Svegliale dal sonno e dal torpore. Oppure usa i tuoi skill informatici per andare in spagna o in inghilterra....ammesso che non siano...di carta!wise
    • Anonimo scrive:
      Re: Merda Italia
      - Scritto da:
      Non so, forse odio la mia nazione perchè la sento
      come mi viene presentata, forse perchè non guardo
      abbastanza TV e non credo a quel che leggo sui
      quotidiani. Leggo il blog di Beppe Grillo e vedo
      la verità, leggo Megachip.info e
      Canisciolti.info, capisco che tutto fa cagare.
      Capisco che gli altri non capiscono e vivono nel
      mondo ovatato delle pubblicità, dei talkshow e
      dei telegiornali dove le notizie più importanti
      riguardano calcatori pagati milioni di euro ogni
      anno e veline che fanno calendari.


      Mi sono rotto le palle di avere una laurea in
      ing.informatica e non poterla sfruttare, mi sono
      rotto il cazzo di avere 10 anni di esperienza su
      OS Unix e Linux per poi venire assunto (in nero)
      in un negozio di periferia per installare copie
      pirata di windows xp sui pc dei clienti
      utonti.

      Basta con questa cloaca che espelle merda giorno
      dopo giorno.


      Vittoria o Morte!Ascolta ragazzo :) (permettimi il tono bonario ed amichevole)io ho 45 anni e da 23 opero nel settore informatico.. no operavo, perche oggi e' il mio primo giorno di cassa integrazione ordinaria.Eh no, non ce la faccio a proseguire...scusamiBuona fortuna
      • Anonimo scrive:
        Re: Merda Italia
        Hai perso il lavoro?Immagina chi non l'hai mai avuto.Immagina chi è precario, che vuol dire essere disoccupati mentre si lavora.
    • Anonimo scrive:
      Re: Merda Italia
      ti capisco e concordo. io sto pensando seriamente di emigrare, sono veramente stufo di questo paese cloaca. buona fortuna. ciao
      • Fiamel scrive:
        Re: Merda Italia
        - Scritto da:
        ti capisco e concordo. io sto pensando seriamente
        di emigrare, sono veramente stufo di questo paese
        cloaca. buona fortuna.
        ciaoIo l'ho fatto l'anno scorso.Ti serve una mano per venire su in Gran Bretagna?
  • Anonimo scrive:
    grazie mediaset
    Ci dice il Censis che, rispetto a Francia, Spagna, Germania e Inghilterra, le nazioni con le quali con antico vezzo siamo abituati a confrontarci, l'Italia è un paese di teledipendenti (e fra le teledipendenze possibili soffriamo di quella peggiore, vale a dire quella dalla vecchia TV analogica, che ha indici di penetrazione superiori al 90%), in grave ritardo nell'utilizzo di Internet (il 37 % di penetrazione rispetto al 61% della Gran Bretagna e il 54% della Germania), che ascoltiamo meno la radio di tutti i nostri vicini continentali, che leggiamo molti meno libri e sfogliamo meno quotidiani. Siamo invece, come è noto, il paese, fra i 5 considerati, con il maggior utilizzo di telefoni cellulari come da oggetto
    • MandarX scrive:
      Re: grazie mediaset
      beh non si puo negare che da quando mediaset ha importato i format americani anche la rai è scaduta moltissimo
      • Anonimo scrive:
        E ora la Pubblicità
        - Scritto da: MandarX
        beh non si puo negare che da quando mediaset ha
        importato i format americani anche la rai è
        scaduta
        moltissimoCredo che i discorso dovrebbe essere più ampio, ma non avendo spazio adeguato cito una serie di punti di riflessione che ognuno può giudicare a propria discrezione:- il sistema televisivo passa da statale a privato: serve fondamentalmente a raccogliere denaro e non a distribuire informazioni e cultura;- l'unica disponibilità di denaro, escluso il canone, è nelle mani dei pubblicitari;- i pubblicitari hanno degli obiettivi riferiti a dei "target" di consumatori (suddivisione degli ascoltatori in base alla loro capacità di spesa e predisposizione all'acquisto, non al loro bisogno culturale);- individuazione di modelli di trasmissione adatti a indirizzare e intrattenere i consumatori target della pubblicità;- riuso di modelli di trasmissioni già provati all'estero per minimizzare il rischio e pre-vendere il risultato;- uso dell'Auditel come strumento di misura e ridistribuzione del denaro pubblicitario;- privilegio di modelli di trasmissioni adatte a venir misurate dall'auditel (quantità vs qualità);- trasformazione dei palinsesti completamente in funzione delle esigenze di cui sopra: ad es. telegiornali con traino sulla trasmissione a seguire, fasce orarie pensate per competere con le reti avversarie, sincronizzazione degli stop pubblicitari per evitare la migrazione degli ascoltatori, ritardi continui per non consentire il bypass della trasmissione pubblicitaria, ecc.- migrazione dell'offerta di qualità (film di prima visione, TV verticale) alla pay-tv promossa come senza pubblicità, ora nuovamente invasa dagli spot a favore di digitale terrestre e IPTV; Quando la TV pubblica ha dovuto "privatizzarsi" per aver accesso a maggior quantità di denaro (da elargire a chi di dovere), ha semplicemente sposato lo stesso modello e ne è stata risucchiata e fagocitata. Il gran finale sarebbe l'eliminazione del differenziale dato dal contratto di servizio pubblico (pagato attraverso il canone) per spazzare via le ultime speranze di riscatto. Buona visione a tutti.
        • AloeVera scrive:
          Re: E ora la Pubblicità
          Infatti aspiro ad avere una sola rete pubblica, finanziata esclusivamente dal canone e quindi esente dalla preoccupazione di fare concorrenza alle TV private in un continuo degenerare verso il basso.Questo non è difficile, basta solo volerlo.Il punto dolente è che l'unica rete statale dovrebbe essere svincolata dal controllo dei partiti politici, per garantire un'informazione il più neutrale possibile, e che allo stesso tempo possa dare voce alle più svariete sfumature di pensiero.Punto dolente nel senso che i partiti non molleranno mai l'osso.
    • Max3D scrive:
      Re: grazie mediaset
      per cambiare le cose ci vuole un governo forte ... che non stia sentire nessuno e che faccia le cose a brutto muso.se la televisone analogica e' un male rispetto a quella digitale devono imporre un tempo limite oltre il quale, chi c'e' c'e' chi non c'e' s'attacca :Pla rovina dell'italia sono i sindacati !
      • Anonimo scrive:
        Re: grazie mediaset
        - Scritto da: Max3D
        per cambiare le cose ci vuole un governo forte
        ... che non stia sentire nessuno e che faccia le
        cose a brutto
        muso.

        se la televisone analogica e' un male rispetto a
        quella digitale devono imporre un tempo limite
        oltre il quale, chi c'e' c'e' chi non c'e'
        s'attacca
        :P

        la rovina dell'italia sono i sindacati !E mi spieghi a che cavolo servirebbe?A vedere l'isola dei m***osi in diGGitale anzichè in analoGGico?
      • Anonimo scrive:
        Re: grazie mediaset

        per cambiare le cose ci vuole un governo forte
        ... che non stia sentire nessuno e che faccia le
        cose a brutto
        muso.

        se la televisone analogica e' un male rispetto a
        quella digitale devono imporre un tempo limite
        oltre il quale, chi c'e' c'e' chi non c'e'
        s'attacca
        :P

        la rovina dell'italia sono i sindacati !(newbie) (newbie)E poi le piogge acide dovranno pur essere colpa di qualcuno. Senza contare il signoraggio. Colpa del Moige!
      • Anonimo scrive:
        Re: grazie mediaset
        - Scritto da: Max3D
        per cambiare le cose ci vuole un governo forte
        ... che non stia sentire nessuno e che faccia le
        cose a brutto
        muso.

        se la televisone analogica e' un male rispetto a
        quella digitale devono imporre un tempo limite
        oltre il quale, chi c'e' c'e' chi non c'e'
        s'attacca
        :P

        la rovina dell'italia sono i sindacati !Al contrario ! La TV digitale Italiana è vecchia e inutile. Questo danno lo dovrebbe pagare il potere forte che permise questa truffa, per permetterci di avere la TV digitale Europea. Ricordiamo che la TV digitale Italiana segue un altro standard rispetto quelle che seguirà quella Europea.
  • Anonimo scrive:
    Ritardo internet?
    Io con l'ADSL di tele2 viaggio tutti i giorni tra i 20Kbps e 40Kbps, e sono uno dei tanti!Come fa ad esistere un operatore con questo standard di qualita'? Non sono valse a nulla le proteste, basta vedere i forum pieni di lamentele.Probabilmente in Burundi sono messi meglio!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ritardo internet?
      A chi lo dici.Sono uno dei "tanti" sfigati caduti nella rete di "senza pensieri" di tele2 e la velocita' e' proprio quella che indichi tu.Quasi quasi torno al modem analogico che almeno la velocita' era costante.
  • aghost scrive:
    Paese ingovernabile
    Mussolini diceva: "governare gli italiani non è difficile, è inutile".Io temo che questo paese sia ingovernabile. Chiunque vada al governo, destra, centro o sinistra, pur animato delle migliori intenzioni, non può fare più di tanto. Il paese è in mano a un coacervo pazzesco di lobby e corporazioni che impediscono qualsiasi azione riformatrice profondahttp://aghost.wordpress.com/2006/11/03/il-fisco-rovistera-nei-nostri-conti-correnti/
    • Gatto Selvaggio scrive:
      Re: Paese ingovernabile

      pur animato delle migliori intenzioni,Sei ancora un ottimista.
    • Anonimo scrive:
      Re: Paese ingovernabile
      - Scritto da: aghost
      Mussolini diceva: "governare gli italiani non è
      difficile, è
      inutile".

      Io temo che questo paese sia ingovernabile.
      Chiunque vada al governo, destra, centro o
      sinistra, pur animato delle migliori intenzioni,
      non può fare più di tanto. Il paese è in mano a
      un coacervo pazzesco di lobby e corporazioni che
      impediscono qualsiasi azione riformatrice
      profonda

      http://aghost.wordpress.com/2006/11/03/il-fisco-roLogicamente sbagliava ! POTERE AL POPOLO !!
      • Anonimo scrive:
        Re: Paese ingovernabile
        - Scritto da:

        - Scritto da: aghost

        Mussolini diceva: "governare gli italiani non è

        difficile, è

        inutile".



        Io temo che questo paese sia ingovernabile.

        Chiunque vada al governo, destra, centro o

        sinistra, pur animato delle migliori intenzioni,

        non può fare più di tanto. Il paese è in mano a

        un coacervo pazzesco di lobby e corporazioni che

        impediscono qualsiasi azione riformatrice

        profonda




        http://aghost.wordpress.com/2006/11/03/il-fisco-ro

        Logicamente sbagliava ! POTERE AL POPOLO !!prima bisognerebbe crearlo... il popolo italiano
        • Alucard scrive:
          Re: Paese ingovernabile
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da: aghost


          Mussolini diceva: "governare gli italiani non
          è


          difficile, è


          inutile".





          Io temo che questo paese sia ingovernabile.


          Chiunque vada al governo, destra, centro o


          sinistra, pur animato delle migliori
          intenzioni,


          non può fare più di tanto. Il paese è in mano
          a


          un coacervo pazzesco di lobby e corporazioni
          che


          impediscono qualsiasi azione riformatrice


          profonda








          http://aghost.wordpress.com/2006/11/03/il-fisco-ro



          Logicamente sbagliava ! POTERE AL POPOLO !!

          prima bisognerebbe crearlo... il popolo italianoBasta andare allo stadio la domenica.
  • Anonimo scrive:
    Per la redazione
    Perché l'articolo è tutto in corsivo?Non solo l'articolo, fino a fondo pagina è tutto corsivo.Un tag rimasto aperto...
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Per la redazione
      - Scritto da:

      Perché l'articolo è tutto in corsivo?

      Non solo l'articolo, fino a fondo pagina è tutto
      corsivo.

      Un tag rimasto aperto...corretto, grazieLucaS
  • Anonimo scrive:
    ...la forza nel passato....
    ...una volta si teneva ignorante il popolo per evitare che ragionasse e insorgesse contro le ingiustizie: per come la vedo io (da bravo non teledipendente e personaggio più unico che raro che ABORRA il calcio e i reality) si cerca di rimbambire il popolo per poterlo tenere con la testa impegnata in frivolezze e per non fargli pesare ingiustizie e applicazioni delle leggi più uguali che per altri... Il popolo non insorge (basta che la squadra del cuore giochi in serie A, poi siamo tutti a posto!) e tutti fanno quello che vogliono indisturbatamente...che squallore...
    • Anonimo scrive:
      Re: ...la forza nel passato....
      - Scritto da:
      ...una volta si teneva ignorante il popolo per
      evitare che ragionasse e insorgesse contro le
      ingiustizie: per come la vedo io (da bravo non
      teledipendente e personaggio più unico che raro
      che ABORRA il calcio e i reality) si cerca di
      rimbambire il popolo per poterlo tenere con la
      testa impegnata in frivolezze e per non fargli
      pesare ingiustizie e applicazioni delle leggi più
      uguali che per altri... Il popolo non insorge
      (basta che la squadra del cuore giochi in serie
      A, poi siamo tutti a posto!) e tutti fanno quello
      che vogliono indisturbatamente...che
      squallore...Come non quotarti....mio padre mi disse : "Il problema è che gli italiani sono un popolo di caproni ignoranti, basta che gli dai 3 cose : pasta , pallone, e qualcosa per lamentarsi; il resto non è che gliene importi molto " più o meno sono le sue parole... .Il calcio non lo seguo propio, giusto la finale della coppa del mondo l'ho ascoltata a tratti mentre facevo il mio maledetto straordinario a lavoro ,e i "reality" (che di reale hanno ben poco) fanno veramente pena...adatti ad un popolo analfabeta visto che adesso fanno imparare anche ad "etichettare a vista" la gente (vedi pupa e secchione).
      • Anonimo scrive:
        Re: ...la forza nel passato....
        concordo con voi. Il calcio mi piace e lo gioco e lo considero lo sport più bello del mondo, ma la televisione lo ha rovinato. Speriamo che internet lo aiuti. Comunque, quello che noto quando esco è che internet è sulla bocca di sempre più persone (giovani, meno giovani, non più tanto giovani), e questo è un dato positivo. Molta gente però ancora pensa che andare su internet voglia dire:- stare 8 ore al giorno davanti al computer;- essere "il genio" dei computer;Alcune persone poi internet manco sanno cos'è.questo il mio parereciao a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: ...la forza nel passato....

      teledipendente e personaggio più unico che raro
      che ABORRA il calcio e i reality) si cerca dieh, adesso non vantarti troppo che siamo già in due :-)
      rimbambire il popolo per poterlo tenere con la
      testa impegnata in frivolezze e per non fargli
      pesare ingiustizie e applicazioni delle leggila storia si ripete, "panem et circences", diceva cesare, era l'unico mezzo davvero efficace per tenere sottomesso il popolo
    • Anonimo scrive:
      Re: ...la forza nel passato....
      non sei il solo a pensarla così, sottoscrivo tutto il tuo interventoil problema è come ritrovarsi e creare un gruppo d'opinione in grado cioè di influenzare positivamente i teledipendentimi pare però che punto informatico sia già qualcosa di simile...coraggio a tutti, non perdiamo la speranza....si può sempre emigrare O)
    • reXistenZ scrive:
      Re: ...la forza nel passato....

      ingiustizie: per come la vedo io (da bravo non
      teledipendente e personaggio più unico che raro
      che ABORRA il calcio e i reality) si cerca di
      rimbambire il popolo per poterlo tenere con la[/netiquette OFF]E meno male che lo hai scritto in maiuscolo![/netiquette ON]
      • Anonimo scrive:
        Re: ...la forza nel passato....


        ingiustizie: per come la vedo io (da bravo non

        teledipendente e personaggio più unico che raro

        che ABORRA il calcio e i reality) si cerca di

        rimbambire il popolo per poterlo tenere con la

        [/netiquette OFF]

        E meno male che lo hai scritto in maiuscolo!

        [/netiquette ON][troll mode]Avrà pensato fosse un derivato di SBORRA.[/troll mode]
Chiudi i commenti