Cecenia nel mirino del worm militante

I siti che sostengono i separatisti ceceni vengono presi di mira da un nuovo esempio di codicillo informatico ideato con finalità politiche. Rischio di attacchi DDoS


Roma – Il primo giorno di ogni mese le macchine infettate dal nuovo worm Maslan lanceranno attacchi distribuiti contro alcuni siti che fanno capo ai separatisti ceceni che combattono per l’indipendenza della repubblica caucasica dalla federazione russa.

Il worm, secondo le società antivirus, si è dimostrato capace di diffondersi in modo non trascurabile soprattutto in nord America. Seppure non paragonabile alle peggiori epidemie, la diffusione di Meslan colpisce proprio per le sue finalità politiche. Va detto però che non è certo il primo codicillo del genere ad assumere anche un “volto politico”. Uno dei più celebri nel 2001, un worm che puntava, con la moltiplicazione di parole chiave, a mandare in tilt Echelon , il sistema di sorveglianza globale gestito da USA, Canada, Regno Unito, Australia e Nuova Zelanda.

Come spiega Sophos, sono otto i siti presi di mira, come www.kavkaz.tv , ma si saprà soltanto tra un paio di settimane, ossia a Capodanno, se Meslan sarà stato o meno in grado di compromettere la loro operatività.

In realtà Meslan preoccupa gli esperti soprattutto perché, come accade ormai sempre più spesso nei worm di nuova generazione, attacca direttamente la privacy degli utenti.

Secondo Symantec, Meslan installa sui computer infetti un keylogger, ossia un software capace di registrare i pulsanti premuti sulla tastiera e, dunque, di catturare password di accesso a dati potenzialmente sensibili. Non solo, Meslan è pensato per disabilitare firewall e antivirus presenti sulla macchina vittima.

Per riprodursi, Meslan utilizza la solita email confezionata per utenti Windows, un’email con allegato infetto (“playgirls2.exe”) che, una volta attivato, lavora per auto-spedirsi a tutti gli indirizzi che trova sul computer. Ma, a differenza del solito, Meslan tenta di evitare di essere spedito a siti di sicurezza e centri antivirus, inserendo una serie di parole chiave (come “abuse” o “spam”) con la quale filtra gli indirizzi email individuati sul computer vittima. In questo modo probabilmente i virus writer che hanno confezionato il worm speravano di rallentare o rendere più difficile agli esperti di sicurezza seguire la sua diffusione.

Le email infette si riconoscono perché, almeno nella variante di Meslan ora in circolazione, i subject delle email contengono i numeri “123” o “12345”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Se passasse quella proposta...
    - Scritto da: Anonimo
    dovrebbe passare anche quella che mette in
    galera i produttori di armi come colpevoli
    degli omicidi commessi con le stesse.

    E figuriamoci :D :D :DSe non sbaglio sono stati tra i grandi finanziatori delle campagne elettorali di Bush.
  • Anonimo scrive:
    Re: Proposta di legge cretina
    - Scritto da: Anonimo
    Tecnologia non vuol dire solo internet.

    Vuol dire anche videoregistratori,
    registratori audio (per chi ce l'ha
    ancora... chi non ha registrato una canzone
    dalla radio?), masterizzatori dvd (da pc e
    da tavolo), lettori dvd (visto che ci
    potresti inserire un dvd pirata), i pc
    stessi...
    Praticamente tutta la tecnologia che al
    momento ci circonda. Si salvano solo le
    televisioni (forse)...Mica detto, con un televisore si può "stirare" il cane a una vecchietta, in mancanza di casseforti, anzi, direi che ai prezzi attuali è anche più conveniente, basta prendere un LG o un Mivar.In galera solo il produttore di televisori o anche il venditore?E se infilo un cavatappi nell'occhio del vicino e gli rimescolo il cervello mettono in galera Guzzini o Alessi?E se faccio una puzza mefitica in ascensore, un bambino nauseato ha un rigurgito e muore, mettono fuorilegge culo e fagioli?
  • Anonimo scrive:
    Re: tecnologia di cui si puo' anche abus
    - Scritto da: Anonimo
    bhe se fosse passata avrebbero dovuto
    condannare chi produce armi, coltelli da
    cucina, frullini, ecc..Come avevo ipotizzato prima del voto: salvati dalla NRA.
  • Anonimo scrive:
    Se passasse quella proposta...
    dovrebbe passare anche quella che mette in galera i produttori di armi come colpevoli degli omicidi commessi con le stesse.E figuriamoci :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Proposta di legge cretina
    Tecnologia non vuol dire solo internet.Vuol dire anche videoregistratori, registratori audio (per chi ce l'ha ancora... chi non ha registrato una canzone dalla radio?), masterizzatori dvd (da pc e da tavolo), lettori dvd (visto che ci potresti inserire un dvd pirata), i pc stessi...Praticamente tutta la tecnologia che al momento ci circonda. Si salvano solo le televisioni (forse)...
  • Anonimo scrive:
    tecnologia di cui si puo' anche abusare
    bhe se fosse passata avrebbero dovuto condannare chi produce armi, coltelli da cucina, frullini, ecc..
  • Anonimo scrive:
    Domandine.... ;)
    Potremmo mandare in galera anche i produttori di armi? Beh con tutti gli abusi che si fanno negli USA... quante sono le persone che comprano una pistola, vanno in ufficio e fanno a pezzi il capo e i colleghi.... Sara' considerato un abuso di una tecnologia??? ;) Altra domandina.... ma rientreranno nella legge anche i gadget di auto erotismo? ;) ehehehehehhehehehescusate, non resistivo....
  • NeutrinoPesante scrive:
    In sostanza
    L'Induce Act e' stato bocciato perche' un'altra lobby (quella dei produttori di alcuni beni elettronici) si e' opposta alla lobby del multimediale.Per fortuna c'e' anche la lobby delle compagnie di TLC, che avrebbero un bel po' da perdere se venisse _davvero_ messo fuori legge il filesharing, grazie al quale vendono come il pane gli accessi a larga banda.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Che peccato
    Sarebbe stata una bella opportunità per l'industria Europea. Che peccato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma smettiamola
    Cosa si può dire di fronte ad un articolo del genere..... non sanno davvero più cosa fare..... vedono i loro interessi minacciati e le provano davvero tutte.....Allora proporrei di:1)Far chiudere tutte le case automobilistiche, con una macchina si può violare ben più del copyright..... (vedi tutti i pirati maledetti)2)Chiudiamo ovviamente tutte le fabbriche di armi (e su questo sarei davvero d'accordo)3)Chiudiamo tutte le fabbriche di elettrodomestici.... se mi piglia il giro tiro un phon accesso nella vasca del vicino e faccio un bel danno......4)Chiudere tutte le fabbriche di utensili vari (coltelli, posate,trapani ecc ecc) con questi si fanno stragi (vedi Jack lo squartatore)5)Torniamo all'età della pietra e speriamo che con il regresso cavino anche stupidissime leggi inutili e dannose sul copyright....... che difendono non gli artisti ma i loro aguzzini :D
  • JackMauro scrive:
    Betamax
    Processo Betamax: major contro Sony. Vince sony.Induce Act: major (sony compresa) contro P2P. Chi vincerà?--Jackhttp://jack.logicalsystems.it/homepage
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma smettiamola
    - Scritto da: Anonimo
    Qua si considera peggio un programma di file
    sharing che il possesso di armi.

    Anzi, occupiamoci di togliere l'embargo alla
    Cina per la vendita di Armi. Di sicuro con
    le armi non possono scaricare mp3...

    Soluzione? Mettere un player mp3 sulle armi!Sei un mito mi son troppo sbellicato! :D. Cmq devo dire che mi trovo d'accordo con te...
  • Anonimo scrive:
    Proposta di legge cretina
    "una proposta di legge pensata per inquisire e mettere in galera chi produce tecnologie attraverso le quali sia possibile commettere reati, in particolare violazione di copyright".Ovvero Internet.
  • Anonimo scrive:
    Ma smettiamola
    Qua si considera peggio un programma di file sharing che il possesso di armi.Anzi, occupiamoci di togliere l'embargo alla Cina per la vendita di Armi. Di sicuro con le armi non possono scaricare mp3...Soluzione? Mettere un player mp3 sulle armi!
Chiudi i commenti