Cerchi un'alternativa a YouTube? Ecco le migliori

Cerchi un'alternativa a YouTube? Ecco le migliori

YouTube è la piattaforma streaming video più utilizzata al mondo, ma presenta alcune criticità. Ecco le 4 migliori alternative a YouTube.
YouTube è la piattaforma streaming video più utilizzata al mondo, ma presenta alcune criticità. Ecco le 4 migliori alternative a YouTube.

YouTube è la piattaforma di streaming video più popolare, che conta soltanto in Italia ben 43,20 milioni di utenti attivi. Tuttavia, il fatto che sia così diffusa non la rende esente da alcune criticità – prime tra tutte pubblicità e censure difficili da aggirare e algoritmi invasivi. Per questo motivo negli ultimi anni è stato sempre più un fiorire di alternative, forse non così famose ma altrettanto valide. Oggi ti elencheremo le migliori, insieme al team di Surfshark.

Le migliori alternative a YouTube

È difficile fare concorrenza a una piattaforma come YouTube, ma ciò non significa che non vi siano altre realtà pronte a offrire all’utenza uno spazio libero dai suoi aspetti più negativi.

  • Dailymotion è la prima di questa “classifica”, nonché la più simile a YouTube. Offre una navigazione molto semplice e un’ampia selezione di video. Negli ultimi anni ha registrato numeri sempre più consistenti, piazzandola tra le prime alternative nonostante alcuni svantaggi: pubblicità e alta risoluzione limitata dietro un pagamento.
  • Vimeo offre un’interfaccia piuttosto lineare e “famigliare” in cui è possibile condividere, commentare e seguire i creatori – proprio come avviene su YouTube. Un’ottima alternativa, ma che presenta un limite non proprio facile da sormontare: permette il caricamento di soli 500 MB a settimana. Per questo motivo è poco diffusa tra i creator di contenuti.
  • PeerTube è sicuramente una realtà poco nota, ma ha tutte le carte in regola per diventare un’ottima alternativa a YouTube. Una piattaforma giovane, senza pubblicità, ma soprattutto senza alcun algoritmo di raccomandazione. Supporta il caricamento di video in alta qualità, trasmissione video peer-to-peer ed è anche open source.
  • Twitch. Non è una vera e propria piattaforma streaming come YouTube, ma ci si avvicina parecchio. Famosissima tra i videogiocatori, negli ultimi anni ha aperto le sue porte anche ad altre tipologie di contenuti, rendendola una tra le realtà più “cliccate”. Un’ottima alternativa se preferisci condividere video live o guardare altre persone in diretta.

YouTube

Preferisci YouTube? Puoi proteggerti con una VPN

Se le alternative a YouTube non ti convincono e vorresti restare sulla piattaforma “principale” mantenendo la tua privacy, fortunatamente c’è una soluzione: una VPN. Tra le migliori c’è Surfshark, un provider che utilizza alcuni protocolli sicuri e rapidi di crittografia per mantenere i più alti standard di sicurezza del settore. Uniti a una politica no-log, server offuscati e DNS privati.

Surfshark offre ben 3200 server, in 65 Paesi nel mondo, e diverse funzionalità molto utili, tra cui “Cleanweb” che serve a bloccare annunci, banner, tracker, malware e tentativi di phishing. Inoltre, è compatibile con diversi dispositivi e sistemi operativi: Windows, MacOS, Linux, Android, iOS, Chrome e Firefox. Anche il prezzo è vantaggioso: scegliendo l’abbonamento annuale, Surfshark costa 2,49 euro al mese – con un risparmio dell’83%. Clicca qui per accedere alla promozione.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 21 ott 2022
Link copiato negli appunti