Certificato COVID UE digitale: attivo il Gateway

Certificato COVID UE digitale: attivo il Gateway

Da oggi è operativo il Gateway UE, l'infrastruttura che consente la verifica del certificato COVID UE digitale in tutti i paesi dell'Unione europea.
Da oggi è operativo il Gateway UE, l'infrastruttura che consente la verifica del certificato COVID UE digitale in tutti i paesi dell'Unione europea.

Come promesso a fine maggio, la Commissione europea ha comunicato l'attivazione del Gateway UE, ovvero il sistema che permette la verifica del certificato COVID UE digitale, quando un cittadino viaggia in altri paesi membri. I test sono stati effettuati con successo in 22 paesi, sette dei quali hanno già iniziato l'emissione dei certificati.

Attivo il Gateway UE per la verifica

Il certificato COVID UE digitale sarà gratuito, sicuro e accessibile a tutti. Può essere emesso anche in formato cartaceo, ma in ogni caso deve contenere un codice QR con firma digitale che ne garantisce l'autenticità, l'integrità, la validità e l'interoperabilità. Gli utenti potranno conservare la versione digitale su smartphone, utilizzando le app wallet o di contact tracing (in Italia dovrebbero essere valide sia Immuni che IO).

Il Gateway, realizzato in soli due mesi da T-Systems e SAP, e ospitato presso il data center della Commissione in Lussemburgo, consente la verifica delle firme digitali contenute nei codici QR, senza dover procedere al trattamento di dati personali. Le chiavi di firma necessarie per la verifica, conservate sui server nazionali, sono accessibili alle app e ai sistemi nazionali in tutta l'Unione europea tramite il Gateway.

Il certificato COVID UE digitale entrerà ufficialmente in vigore dal 1 luglio (c'è un periodo di transizioone fino a sei settimane), ma è già possibile emettere i primi certificati su base volontaria. Da oggi è iniziato il rilascio in sette paesi: Bulgaria, Croazia, Danimarca, Germania, Grecia, Polonia e Repubblica Ceca. L'Italia dovrebbe aggiungersi all'elenco verso metà giugno.

Il certificato attesta una delle seguenti tre condizioni: vaccinazione completa, test negativo e guarigione. Il certificato per i test ha una validità di 72 ore (test PCR) o 48 ore (test rapido), mentre quello di guarigione dura al massimo 180 giorni. In generale il certificato COVID UE digitale ha una validità di 12 mesi a partire dal 1 luglio, ma è possibile estendere la scadenza in caso di aggravamento della situazione epidemiologica.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 06 2021
Link copiato negli appunti