CES2014/ Tegra K1, NVIDIA fa le GeForce mobile

L'azienda californiana svela il risultato del lavoro di miniaturizzazione dell'architettura Kepler. Un mostro di SoC capace di equiparare, su un gadget mobile, la stessa potenza di una GPU discreta venduta qualche mese addietro
L'azienda californiana svela il risultato del lavoro di miniaturizzazione dell'architettura Kepler. Un mostro di SoC capace di equiparare, su un gadget mobile, la stessa potenza di una GPU discreta venduta qualche mese addietro

Il progetto di NVIDIA per la fusione delle tecnologie grafiche discrete di PC e gadget mobile arriva finalmente a compimento con Tegra K1 , nuova iterazione del SoC per smartphone e tablet presentata in questi giorni al Consumer Electronics (CES) di Las Vegas dal CEO Jen-Hsun Huang. Con tanto di stunt pubblicitario a base di cerchi nel grano hi-tech .

Tegra K1, dunque, è il SoC che porta l’architettura Kepler delle GPU GeForce sui gadget mobile: NVIDIA descrive il componente come un “Super Chip” dotato di 192 core CUDA, capace di performance pure equiparabili alle GeForce GT 630 o 635 vendute come GPU dedicate di basso profilo solo un anno addietro.

Su smartphone e tablet la faccenda si fa naturalmente più complicata viste le ridotte capacità in fatto di banda di memoria e consumi energetici, nondimeno Huang ci ha tenuto a rimarcare le prestazioni di Tegra K1 proponendo un raffronto con le console videoludiche di settima generazione: secondo NVIDIA il SoC mobile è molto, molto più potente di PS3 e Xbox 360 – soprattutto sul fronte CPU – e consuma appena una frazione dell’energia (5W contro 100W).

La componente CPU di Tegra K1 non è seconda alla GPU in fatto di rilevanza tecnica, e in questo caso si parla di due diverse configurazioni con un processore quad-core ARM Cortex A15 a 2,3GHz oppure una nuova CPU 64bit dual-core “Denver” e clock massimo di 2,5GHz.

NVIDIA sottolinea i vantaggi dell’avere un’architettura comune tra PC e gadget portatili, felice convergenza in un mondo in cui gli sviluppatori non hanno problemi a portare e adattare il software videoludico tra i diversi dispositivi e lo stesso vale per i motori grafici più popolari . Sempre che, beninteso, gli utenti comincino ad acquistare più sistemi Tegra invertendo il trend del business NVIDIA .

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 01 2014
Link copiato negli appunti