Che ne sarà del Mobile World Congress?

Che ne sarà del Mobile World Congress?

Il Mobile World Congress 2022 è al momento confermato a Barcellona tra il 28 febbraio e il 3 marzo: in tempo di Omicron c'è però più di un dubbio.
Il Mobile World Congress 2022 è al momento confermato a Barcellona tra il 28 febbraio e il 3 marzo: in tempo di Omicron c'è però più di un dubbio.

Al momento si fa semplicemente finta di niente. L'homepage del Mobile World Congress 2022 accoglie gli utenti con un entusiasta “join us“, come se queste due parole non avessero significati profondissimi in questo specifico periodo storico. Eppure è chiaro come l'evento nasca tra impossibili difficoltà, con presenze ridotte all'osso dalla pandemia e la percezione stessa del progetto come fallace al cospetto di un contesto che suggerisce soluzioni alternative.

Mobile World Congress 2022

Il Mobile World Congress è stato il primo evento a dover fare i conti con la pandemia nel 2020, si è svolto in forma ridotta (e fuori periodo) nel 2021, ora affronta la sorte nel 2022 sapendo che Omicron è una variabile che nei mesi passati non era stata assolutamente messa in conto. L'evento è previsto a Barcellona tra il 28 febbraio e il 3 marzo, periodo in cui le porte del Fira Gran Via avrebbero dovuto accogliere brand, giornalisti e addetti ai lavori da tutto il mondo. Quello che era il maggior evento europeo sulla tecnologia mobile, si trova a dover affrontare una crisi pesantissima motivata dal fatto che incontrarsi, ammassarsi e interagire sono diventate parole dense di pericoli e di incertezze.

Il destino ha dunque eletto il MWC a vera e propria case history valida per tutto il mondo degli eventi in presenza: interrogarsi sul loro significato e sulla loro opportunità è fondamentale in tempo di pandemia, ma sarà necessario anche in epoca post-pandemica al cospetto della nuova normalità. Altre realtà, infatti, vogliono fare il (meta)verso agli eventi in presenza ed inevitabilmente le valutazioni andranno fatte a tavolino: in un mondo con più controlli, maggiori limitazioni e minor propensione allo spostamento per accedere ad eventi di cui sarà inevitabilmente disponibile un corrispettivo online, c'è ancora spazio per maxi-appuntamenti come quello del Mobile World Congress?
MWC22

La GSMA, nel frattempo, ci prova per motivi che sono ovviamente anzitutto di natura commerciale. Del MWC22 viene proposta una rilettura come di un evento pensato per “riconnettere l'industria e la community”, quattro giorni per ispirare all'innovazione pur in massima sicurezza. Una pagina apposita è stata approntata per rassicurare i partecipanti circa l'attenzione riposta nel distanziamento e nel monitoraggio, con tutte le indicazioni utili su burocrazia del viaggio e dettagli per l'ingresso.

Il MWC sarà sempre disponibile online, ma speriamo di potervi incontrare a Barcellona.

John Hoffman, CEO GSMA

Secondo le previsioni di questi giorni, entro poche settimane la variante Omicron sarà dilagante e potrà arrivare a contagiare metà Europa, con danni collaterali pesantissimi tra la popolazione non vaccinata (per scelta o meno) o quella fragile. In questo contesto immaginare un evento massivo in presenza, pensato specificatamente per stimolare quei contatti che anche il Coronavirus attende pazientemente (ma progettato per rendere tali contatti sterili da un punto di vista sanitario) appare complesso, addirittura contraddittorio.

Sullo sfondo, un dubbio: come può un evento focalizzato su tecnologia e 5G scommettere sulla presenza senza un'apertura immediata di credito all'evento esclusivamente da remoto? La realtà è però più complessa di quanto non lascerebbe immaginare questa riflessione superficiale ed è tale per cui le interazioni da remoto non saranno mai sostitutive di quelle in presenza. Saranno, semmai, complementari e sinergiche. Ma in epoca di Omicron, quel “join us” è cacofonico e gli organizzatori del Mobile World Congress dovranno giocoforza ripensarlo, rimodularlo e riprogettarlo.

Fonte: GSMA
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 01 2022
Link copiato negli appunti