Che tutti i jack siano creati uguali

Dichiarazione di standardizzazione per i plug su dispositivi mobili. L'organizzazione del wireless prevede i soli 3,5mm sul mercato nel 2012. E la FCC sottoscrive

Roma – Erano anni che consumatori e aziende chiedevano la definitiva standardizzazione delle piccole porte audio e USB per laptop e dispositivi mobili. La CTIA Wireless Association , gruppo internazionale che rappresenta svariati produttori di apparecchi portatili, ha prestato ascolto alle continue voci in nome di una universalità connettiva: ha annunciato che sarà di 3,5mm il plug comune ad auricolari, cuffie e connessioni micro-USB .

“Standardizzando input e output sui dispositivi mobili – ha spiegato Steve Largent, presidente di CTIA – le economie di scala andranno a ridurre i costi per i consumatori”. Tutti i jack saranno dunque uguali, per apparecchi mobile che non potranno più scegliere la più stretta via delle porte proprietarie, almeno non dopo il gennaio 2012 , data fissata per l’avvio della standardizzazione sul mercato. Addio, in pratica, alla caotica convivenza tra plug da 2,5mm (presenti ancora su alcuni cellulari) e quelli da tempo invocati come gli unici e soli.

“Sostengo vivamente questi passi in avanti – ha dichiarato Julius Genachowski, presidente della Federal Communications Commission (FCC) – e non vedo l’ora che vengano implementati perché sono un bene per i consumatori, gli inventori e l’ambiente”. I passi in avanti di cui ha parlato Genachowski comprendono anche una precedente iniziativa della CTIA che aveva chiesto di rendere universali le batterie per tutti i dispositivi mobili. Per ora, tocca ai jack.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pino scrive:
    Spero sia solo l'inizio...
    Non vedere sfruttati completamente i miei 1.7 Tflops della mia Nvidia GTX295 non è bello... a parte badaboom e cs4, in giro c'è ben poco che sfrutti tale potenza...
    • Guybrush scrive:
      Re: Spero sia solo l'inizio...
      - Scritto da: Pino
      Non vedere sfruttati completamente i miei 1.7
      Tflops della mia Nvidia GTX295 non è bello... a
      parte badaboom e cs4, in giro c'è ben poco che
      sfrutti tale
      potenza...Per un antivirus? Potenza di calcolo sprecata.Oltretutto i virus writer gia' usano l'accelerazione della gpu per violare password e codicilli vari.Meglio l'approccio delle "formiche" per ridurre le risorse di sistema occupate dall'antivirus.I 180MB presi dal McAfee sul mio PC aziendale stanno diventando imbarazzanti... e continuano a crescere ad ogni rilascio di nuove sign.Ciao
      • Steve Robinson Hakkabee scrive:
        Re: Spero sia solo l'inizio...
        be ma una scansione completa per es. in 10 minuti invece che un'ora non mi sembra una brutta cosaChiaramente bisogna aspettare e vedere se CUDA fa quello che promette.
        • krane scrive:
          Re: Spero sia solo l'inizio...
          - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
          be ma una scansione completa per es. in 10 minuti
          invece che un'ora non mi sembra una brutta
          cosa
          Chiaramente bisogna aspettare e vedere se CUDA fa
          quello che promette.Temo che il collo di bottiglia rimanga il disco.
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: Spero sia solo l'inizio...
            rimaniamo fiduciosi allora per gli SSD
          • James Kirk scrive:
            Re: Spero sia solo l'inizio...
            - Scritto da: krane

            Temo che il collo di bottiglia rimanga il disco.Infatti è proprio così, tantopiù che l'antiviris può girare benissimo su un core della CPU senza intralciare null'altro.Queste sono sparate di Marketing e nulla più.
    • AMEN scrive:
      Re: Spero sia solo l'inizio...
      - Scritto da: Pino
      Non vedere sfruttati completamente i miei 1.7
      Tflops della mia Nvidia GTX295 non è bello... a
      parte badaboom e cs4, in giro c'è ben poco che
      sfrutti tale potenza...Beh, puoi sempre far girare qualche progetto BOINCConsiglio, con la tua scheda, milkyway@home
    • DarkOne scrive:
      Re: Spero sia solo l'inizio...
      - Scritto da: Pino
      Non vedere sfruttati completamente i miei 1.7
      Tflops della mia Nvidia GTX295 non è bello... a
      parte badaboom e cs4, in giro c'è ben poco che
      sfrutti tale
      potenza...Ma chi lo ha detto, comunque, che il collo di bottiglia degli antivirus sia la CPU?E' il disco, sempre e solo il disco ad essere quello che "ammoscia" tutto.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Spero sia solo l'inizio...
      - Scritto da: Pino
      Non vedere sfruttati completamente i miei 1.7
      Tflops della mia Nvidia GTX295 non è bello... a
      parte badaboom e cs4, in giro c'è ben poco che
      sfrutti tale
      potenza...installa boinc e sfrutti completamente la GPU e aiuti la ricerca!
  • frutta scrive:
    Stanno alla frutta
    Questi invece di investire in sistemi decenti he fanno?Cercano un modo di "accelerare" il software antivirus....Stanno proprio alla frutta.Aprissero le specifiche invece cosi si potranno staccare da questo sistema del cavolo il prima possibile.
    • Utente non loggato scrive:
      Re: Stanno alla frutta
      Mah, io credo che stiano offrendo un modo per sviluppare software che usa la GPU. Onestamente mi piacerebbe vedere un kernel che richiede dinamicamente l'utilizzo di CPU/GPU... Chissà cosa potremo tirarne fuori.
    • attonito scrive:
      Re: Stanno alla frutta
      - Scritto da: frutta
      Questi invece di investire in sistemi decenti
      che fanno?
      Cercano un modo di "accelerare" il software
      antivirus....
      Stanno proprio alla frutta.vuoi sapere come finira'?Orde di utonti compreranno schede video nuove cosi'"miii! come va veloce l'antivirus, che fico!"ecco come finira'.
  • LuNa scrive:
    sai che novità
    la corsa al GPU computing è roba che ATI (ora AMD) sta già studiando da tempo con il progetto ATI Stream. Ora vediamo se NVidia fa il Boom.Se non dico scemenze, esiste anche già un antivirus capace di lavorare con ATI Stream e i Catalyst adatti. Il supporto al computing su GPU invece è già realta in simHD (upscaling a 1080p)Sarebbe interessante vedere una comparativa dei consumi a parità di elaborazione eseguita dalla GPU rispetto alla classica CPU.Non è che poi scopri che consuma quanto una centrale nucleare e i vantaggi vanno così a farsi benedire ? :D
    • Be&O scrive:
      Re: sai che novità
      ....che io ricordi nVidia studiava il GPU computingancora quando CUDA e SOCI non esistevano già con laprima GeForce 6800 qualcosa c'era, poi il tutto è statosemi abbandonato per le GPU con Architettura UnificataAdobe già usa le GPU nel suo Photoshop CS4 la mia vecchianV 7950 viene vista ed usata, effettivamente, il CS4sembra una scheggia nei confronti del CS3.
      • ... scrive:
        Re: sai che novità
        cuda e gpgpu sono 2 cose diversecuda è un layer che ti permette di programmare in c per la gpu, usando un compilatore fornito da nvidia che compila il sorgente in c traducendolo in istruzioni per la gpu e gestendosi l'allocazione dei registriil gpgpu esiste dai tempi della geforce 4, da quando esistono gli shader esposti tramite un api più o meno standard, e consiste nell'utilizzare i pixel shader (più veloci dei vertex shader dovendo lavorare su molti più dati) per fare elaborazione general purpose usando come dati dei packed float da 32*4 bit (ovvero 4 float da 32bit)sono cose totalmente diverse, in un caso è un architettura scalare parallela (cuda), i pixel shader sono un architettura simdora ovviamente con gli shader unificati, i pixel shader (ma anche tutti gli altri shader, ovvero vertex shader e geometry shader) non sono altro che programmi tradotti dal driver per funzionare sull'architettura parallela della gpu, essendo facilmente adattabili (non avendo sottomano dettagli tecnici non so come funziona sulle nvidia, ma suppongo si tratti di una mappatura pixel/thread per i pixel shader e vertex/thread per i vertex shader, convertendo opportunamente i registri)il futuro sono le architetture parallele come cuda, poi sopra uno ci astrae qualsiasi paradigma vuole (quello delle dx/opengl con la pipeline programmabile composta dagli shader ad esempio)
Chiudi i commenti