Chrome 32 gioca a fare l'OS

Il browser marcato Google arriva alla ennesima release stabile. Le novità sono quelle anticipate dal canale beta. E su Windows 8 c'è una nuova modalità Metro che ricorda da vicino Chrome OS

Roma – Google rende disponibile Chrome 32 , versione stabile del suo browser gratuito, con novità importanti sui fronti dell’usabilità, della sicurezza e tutto il resto. E i futuri sviluppi del software, promettono gli ingegneri di Mountain View, saranno ancora più significativi.

Chrome 32 segna prima di tutto il debutto pubblico della funzionalità di “tracciamento” delle schede responsabili dell’esecuzione di contenuti audio, schede che ora risulterà facile individuare grazie alla presenza di un’icona esplicativa: originariamente introdotta sul canale delle release beta , la funzionalità è stata ulteriormente raffinata e permette di individuare anche le schede che usano la webcam o trasmettono alla TV tramite dongle Chromecast.

Tracciamento delle schede rumorose a parte – una novità che difficilmente farà la sua comparsa in Firefox , per chi se lo stesse chiedendo – Chrome 32 si fa notare per le migliorie degli avvisi nei casi di download di file malevoli – ora bloccati di default – l’introduzione degli utenti “sorvegliati” per guidare i navigatori meno avvezzi tra i marosi del Web, e infine per un nuovo look della componente “Metro” del browser disponibile su sistemi Windows 8.

Nel caso specifico Chrome 32 si trasforma in una sorta di Chrome OS con app launcher integrato, con elementi dell’interfaccia utente aggiornati nello stile per meglio integrarsi con il “look and feel” dell’ambiente per app monofunzionali dell’ultimo Windows.

Archiviate le novità della trentaduesima release, Chrome si prepara alla “next-gen” tecnologica con lo sviluppo del nuovo engine Blink: scelto in sostituzione di Webkit già mesi or sono , nel 2014 Blink diventerà più veloce soprattutto sui gadget mobile, gestirà meglio le webapp offline e verrà ottimizzato con la rimozione (o, per meglio dire, deprecazione) di codice inutilizzato.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • TEOFILLATTO DEI LEONZI scrive:
    GOVERNA OBAMA
    FACCIO PRESENTE AI LOR SIGNORI TUTTI CHE OGGI IN AMERICA GOVERNA OBAMA E NON PIU' BUSH!!!!A BUON INTENDITORE POCHE PAROLE!CHI VUOL CAPIRE CAPISCACHI E' INTELLIGENTE CAPISCE!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • bubba scrive:
    sempre la "solita" guerra insomma...
    aka le Major (rappresentate da Verizon ) che vogliono legiferare come je pare vs Soggetti che vogliono quanto piu' possibile (ed e' gia ben "meno possibile" di una volta) la net neutrality, a beneficio di tutti.Con la differenza che il "soggetto buono" in Usa era rappresentato dalla FCC (una istituzione).... da noi, pare, solo da associazioni :P
    • Leguleio scrive:
      Re: sempre la "solita" guerra insomma...

      Con la differenza che il "soggetto buono" in Usa
      era rappresentato dalla FCC (una istituzione)....
      da noi, pare, solo da associazioni
      :PUna istituzione indipendente, ma di nomina governativa, come l'Agcom italiana per intenderci.Resto anche io perplesso di fronte a una neutralità della Rete Usa, sacrosanta, sancita da una direttiva della FCC, anziché da una legge dello Stato. La direttiva ci può anche stare, ma ci vuole una vera e propria legge a puntellarla.
      • tucumcari scrive:
        Re: sempre la "solita" guerra insomma...
        FCC non sta proprio in piedi.È come dire che io quando vado in auto in vacanza guido l'automobile come fa Alonso quando guida la Ferrari al gp del brasile.In fondo tutte e due abbiamo 4 ruote e un volante in mano no? :|
        • tucumcari scrive:
          Re: sempre la "solita" guerra insomma...
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: Leguleio


          Con la differenza che il "soggetto buono"
          in

          Usa


          era rappresentato dalla FCC (una

          istituzione)....


          da noi, pare, solo da associazioni


          :P



          Una istituzione indipendente, ma di nomina

          governativa, come l'Agcom italiana per

          intenderci.

          Resto anche io perplesso di fronte a una

          neutralità della Rete Usa, sacrosanta, sancita
          da

          una direttiva della FCC, anziché da una legge

          dello Stato. La direttiva ci può anche stare, ma

          ci vuole una vera e propria legge a

          puntellarla.
          L'unica cosa che hanno in comune FCC e Agcom è (e
          solo in parte) la "status" nel senso che ambedue
          sono un
          authority.
          Per il resto FCC e Agcom non sono neppure lontane
          parenti.
          FCC ad esempio ha compiti operativi e normativi
          (ad esempio definire frequenze potenze impiegate
          e riferimenti tecnici ecc. in modo analogo a
          quanto fa ETSI in europa per le trasmissioni).

          Al tempo stesso sono compiti molto meno generici
          e più specifici (ad esempio non può regolamentare
          "servizi" e fornitori di servizi è proprio a
          questo che verizon si è
          appellata).
          Ad esempio FCC non potrebbe mai intervenire come
          fatto da Agcom su nessun "contenuto" pirata o non
          pirata..

          L'analogia Agcom--
          FCC non sta proprio in piedi.
          È come dire che io quando vado in auto in vacanza
          guido l'automobile come fa Alonso quando guida la
          Ferrari al gp del
          brasile.
          In fondo tutte e due abbiamo 4 ruote e un volante
          in mano
          no?
          :|Ma poi arrivano i macachi, le salamelle e la natura matrigna, e tutto il ragionamento va a gambe all'aria.
        • tucumcari scrive:
          Re: sempre la "solita" guerra insomma...
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: Leguleio


          Con la differenza che il "soggetto buono"
          in

          Usa


          era rappresentato dalla FCC (una

          istituzione)....


          da noi, pare, solo da associazioni


          :P



          Una istituzione indipendente, ma di nomina

          governativa, come l'Agcom italiana per

          intenderci.

          Resto anche io perplesso di fronte a una

          neutralità della Rete Usa, sacrosanta, sancita
          da

          una direttiva della FCC, anziché da una legge

          dello Stato. La direttiva ci può anche stare, ma

          ci vuole una vera e propria legge a

          puntellarla.
          L'unica cosa che hanno in comune FCC e Agcom è (e
          solo in parte) la "status" nel senso che ambedue
          sono un
          authority.
          Per il resto FCC e Agcom non sono neppure lontane
          parenti.
          FCC ad esempio ha compiti operativi e normativi
          (ad esempio definire frequenze potenze impiegate
          e riferimenti tecnici ecc. in modo analogo a
          quanto fa ETSI in europa per le trasmissioni).

          Al tempo stesso sono compiti molto meno generici
          e più specifici (ad esempio non può regolamentare
          "servizi" e fornitori di servizi è proprio a
          questo che verizon si è
          appellata).
          Ad esempio FCC non potrebbe mai intervenire come
          fatto da Agcom su nessun "contenuto" pirata o non
          pirata..

          L'analogia Agcom--
          FCC non sta proprio in piedi.
          È come dire che io quando vado in auto in vacanza
          guido l'automobile come fa Alonso quando guida la
          Ferrari al gp del
          brasile.
          In fondo tutte e due abbiamo 4 ruote e un volante
          in mano
          no?
          :|Ma poi arrivano i macachi, le salamelle e la natura matrigna, e tutto il ragionamento va a gambe all'aria.
      • prova123 scrive:
        Re: sempre la "solita" guerra insomma...
        - Scritto da: Leguleio

        Con la differenza che il "soggetto buono" in
        Usa

        era rappresentato dalla FCC (una
        istituzione)....

        da noi, pare, solo da associazioni

        :P

        Una istituzione indipendente, ma di nomina
        governativa, come l'Agcom italiana per
        intenderci.
        Resto anche io perplesso di fronte a una
        neutralità della Rete Usa, sacrosanta, sancita da
        una direttiva della FCC, anziché da una legge
        dello Stato. La direttiva ci può anche stare, ma
        ci vuole una vera e propria legge a
        puntellarla.[OT]lei che e' addentro in queste cose di legge, mi spiega perche il noto pregiudicato quasi ottuagenario e' ancora a piede libero? Condannato in tre gradi di giudizio, decaduto dalle cariche pubbliche e con ancora un po di mesi da scontare, ma fuori dalle patrie galere.. come funziona questa storia?[/OT]
      • bubba scrive:
        Re: sempre la "solita" guerra insomma...
        - Scritto da: Leguleio

        Con la differenza che il "soggetto buono" in
        Usa

        era rappresentato dalla FCC (una
        istituzione)....

        da noi, pare, solo da associazioni

        :P

        Una istituzione indipendente, ma di nomina
        governativa, come l'Agcom italiana per
        intenderci.hai notato il verbo "era"? adesso e' peggiorato. nomine che fai, battaglia che ottieni. : Cmq Fcc si e' spesso mostrata piu' seria di Agcom... ah, Usa.. il paese degli eccessi (anche positivi, appunto...
        Resto anche io perplesso di fronte a una
        neutralità della Rete Usa, sacrosanta, sancita da
        una direttiva della FCC, anziché da una legge
        dello Stato.ah beh per lo stesso motivo per cui in italia, molta roba la deve risolvere la magistratura al posto del politico. Ignavia, protervia, ignoranza e sottomissione lobbistica. E' almeno 10 anni che dibattono in modo pressoche' inconcludente. La FCC ha preso una posizione.
        La direttiva ci può anche stare, ma
        ci vuole una vera e propria legge a
        puntellarla.infatti il dibattito non e' ancora morto... anzi da un certo pdv, anche un po' smontata, la "direttiva FCC" rimane in piedi... quindi, come dire, l'occhio di mordor rimane puntato sugli isp che dovessero fare capriole eccessive..
Chiudi i commenti