Chrome 5: che beta sarebbe senza Flash?

Migliorano le prestazioni, il plugin il rich content di Adobe è integrato, c'è la sincronizzazione remota dei segnalibri. È sempre beta, come da tradizione, ma Google ci crede

Roma – Spronata dai buoni risultati di mercato fatti registrare dal suo browser, che continua a guadagnare sia nei confronti di Internet Explorer che di Firefox, Google prosegue lo sviluppo di Chrome tenendo il piede ben premuto sull’acceleratore. L’ultima tappa nella roadmap del giovane browser di Mountain View è stata l’elezione della release 5 dallo stato di versione di sviluppo a quella di beta.

“La nuova beta porta con sé uno dei più significativi incrementi di performance mai introdotti fino ad oggi” proclama Mads Ager, ingegnere del software di Google, in questo post del Chrome Blog . Rispetto alla precedente beta, Chrome 5.0.375.29 è accreditato di fornire risultati del 30 e del 35 per cento superiori rispettivamente nei benchmark V8 e SunSpider. Il merito è attribuito alle nuove ottimizzazioni apportate al motore JavaScript V8 del browser, migliorie che rendono la sfida con il giovane motore Carakan di Opera ancora più avvincente.

Al di là delle performance, da sempre uno dei punti di forza di Chrome, il browser di BigG introduce nel beta channel alcune nuove funzionalità, le più importanti delle quali – almeno dal punto di vista dell’utente finale – sono la preannunciata integrazione di Flash Player e la capacità di sincronizzare, oltre ai segnalibri, anche temi, pagina di avvio, impostazioni e lingua. Con quest’ultima caratteristica Google compie un altro passo nella direzione intrapresa da Mozilla con Weave per Firefox , un servizio cloud capace di sincronizzare gli stessi dati di Chrome 5 e, in più, cronologia, tab aperte, password e dati di autocompletamento delle form.

Chrome 5 beta implementa poi nuove funzionalità di HTML5, tra le quali la API per la geolocalizzazione, il caching in locale di risorse relative alle web application, i web socket e le funzioni per il drag and drop. Altre novità di Chrome 5 beta sono illustrate in questo post del blog non ufficiale Google Operating System .

La nuova beta di Chrome può essere scaricata da qui per Windows, Mac OS X e Linux.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • FU Pi scrive:
    Ma ancora ad ascoltare sto pagliaccio??
    ecche.p.a.l.l.e!
  • LaNberto scrive:
    Le grandi previsioni di Bill Gates
    1. "internet non serve": rete privata MS2. Windows TV3. UMPC4. Tablet PC5. Zune6. orologio7. Win CE-Pocket PC-Windows Mobile8. Windows Home Server9. Courier (no, forse questo no...)10. cene sarebbero altre ma ora non ho voglia, e Bill era quello con le idee buone: ora c'è Ballmer...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 maggio 2010 15.09-----------------------------------------------------------
    • Vega scrive:
      Re: Le grandi previsioni di Bill Gates
      Modificato dall' autore il 06 maggio 2010 15.09
      --------------------------------------------------Ora sei tu che rosiki... e di brutto anche!Bill Gates ha un patrimonio di 44 MILIARDI di dollari senza aver mai avuto una buona idea.... curiosa come tesi, proponila a qualche università.
      • alexjenn scrive:
        Re: Le grandi previsioni di Bill Gates
        - Scritto da: Vega
        Ora sei tu che rosiki... e di brutto anche!
        Bill Gates ha un patrimonio di 44 MILIARDI di
        dollari senza aver mai avuto una buona idea....
        curiosa come tesi, proponila a qualche
        università.Ha fregato tutti quanti i suoi clienti.
  • dalai scrive:
    Parole
    A parole sono capace anche io di tirare fuori prodotti innovativi.Apple è davanti, questo è innegabile. Sarebbe ora che Microsoft si dia una svegliata se vuole veramente competere non solo cianciando parole.Ed il fuffaware tipo Courier alla fine è solo controproducente e fa fare la figura dei pagliacci.
  • alexjenn scrive:
    Come dire...
    Microsoft sopravviverà soltanto grazie alle PA.
  • paolo facchini scrive:
    pennino obbligatorio
    Certo che ci vuole il pennino, e anche con una risposta immediata.Ma senza un OCR di ottimo livello diventa inutile anche il pennino.Per lo studio è fondamentale interagire con il testo. Uno strumento multimediale come IPad è fantastico, certamente faranno tante app utili (mi viene in mente quella dei post-it) ma poterci scrivere sopra velocemente è imprescindibile. Forza Bill, vai che poi apple ti segue
    • DarkOne scrive:
      Re: pennino obbligatorio
      - Scritto da: paolo facchini
      Certo che ci vuole il pennino, e anche con una
      risposta
      immediata.
      Ma senza un OCR di ottimo livello diventa inutile
      anche il
      pennino.

      Per lo studio è fondamentale interagire con il
      testo. Uno strumento multimediale come IPad è
      fantastico, certamente faranno tante app utili
      (mi viene in mente quella dei post-it) ma poterci
      scrivere sopra velocemente è imprescindibile.
      Forza Bill, vai che poi apple ti
      segueIl pennino deve essere presente, ma completamente opzionale.Nei sistemi che microsoft ha sempre proposto, il pennino è sempre stato indispensabile per l'uso ed è questo che è inaccettabile.Io non devo tirare fuori il pennino anche solo per leggere un'email...lo capiranno? Mah...
      • JosaFat scrive:
        Re: pennino obbligatorio
        D'accordo, è giusto poter usare anche le dita, purché sia possibile "spegnere" questa opzione per poter usare solo il pennino. Non si può scrivere se lo schermo prende come input il tocco delle dita o della mano sullo schermo.
        • DarkSchneider scrive:
          Re: pennino obbligatorio
          - Scritto da: JosaFat
          D'accordo, è giusto poter usare anche le dita,
          purché sia possibile "spegnere" questa opzione
          per poter usare solo il pennino. Non si può
          scrivere se lo schermo prende come input il tocco
          delle dita o della mano sullo
          schermo.Beh, sul capacitivo dovrebbe essere possibile, basterebbe poter abbassare la sensibilità al punto tale da non riconoscere correnti al di sotto di una certa soglia, immagino che la carica elettrostatica del pennino possa essere superiore a quella del dito senza troppi problemi.
          • dalai scrive:
            Re: pennino obbligatorio
            E uno stilo attivo che si ricarica quando rimesso dentro?
          • DarkSchneider scrive:
            Re: pennino obbligatorio
            - Scritto da: dalai
            E uno stilo attivo che si ricarica quando rimesso
            dentro?Davo per scontato cehe lo stilo fosse attivo, altrimenti sul capacitivo non andrebbe. Pensavo solo ad una regolazione della sensibilità per ignorare eventuali tocchi involontari con la mano sul display.
  • John Locke scrive:
    iphoe e ipad non hanno lo stilo...
    ma si può usare questo:http://www.huffingtonpost.com/2010/02/12/iphone-sausage-stylus-kor_n_459845.html:D
    • Baz scrive:
      Re: iphoe e ipad non hanno lo stilo...
      se è per quello, si possono usare un sacco di altre cose...
      • John Locke scrive:
        Re: iphoe e ipad non hanno lo stilo...
        beh sarebbe un po' scomodo soprattutto in pubblico. ma interessante senza dubbio :D
        • random... scrive:
          Re: iphoe e ipad non hanno lo stilo...
          veramente c'è, non sto a dirvi marche etc perchè farei pubblicità e ce ne sono di diversi, ma provate a fare una ricerca con iphone pen ^^. E' vero che la tecnologia non è fatta APPOSTA ma ne ho provati alcuni e sono veramente impressionanti. Addirittura con uno in particolare sembrava davvero di avere la sensazione "tattile" dell'utilizzo della matita sul foglio di carta.
          • DarkSchneider scrive:
            Re: iphoe e ipad non hanno lo stilo...
            Ok , ma a riconoscimento del testo come è messo? Per i caratteri occidentali intendo.Queste soluzioni sono sufficientemente precise o si ha lo stesso risultato di provare a scrivere con un evidenziatore a punta piatta?Jobs odia i pennini, ma in questo ambito ha ragione Gates, è comodo e necessario.
          • JosaFat scrive:
            Re: iphoe e ipad non hanno lo stilo...
            Ma usare uno stilo di altri produttori non renderà l'iPad adatto alla scrittura. Il problema è il touchscreen: provate a scrivere su uno schermo da 8-10 pollici senza toccare lo schermo con la mano o le dita, é impossibile o comunque scomodissimo. Per questo servono schermi che non reagiscono al tocco delle dita, ma solo a quello del pennino, come le tavolette della Wacom, o i reader della iRex (che infatti usano tecnologia Wacom).
          • Wolf01 scrive:
            Re: iphoe e ipad non hanno lo stilo...
            Bisogna fare a 2 livelli, il pennino deve funzionare come per le tavolette grafiche, così si può disabilitare il "touch" e usarlo in modalità pen.Come gli Intuos di Wacom
          • Redpill scrive:
            Re: iphoe e ipad non hanno lo stilo...
            - Scritto da: Wolf01
            Bisogna fare a 2 livelli, il pennino deve
            funzionare come per le tavolette grafiche, così
            si può disabilitare il "touch" e usarlo in
            modalità
            pen.
            Come gli Intuos di WacomSono spettacolari quelle tavolette. Rivelano la pressione e di conseguenza cambiano il tratto. Oltre ad altre mille funzioni fra le varie versioni più o meno professionali.
          • Wolf01 scrive:
            Re: iphoe e ipad non hanno lo stilo...
            Io dopo aver preso una Bamboo normale ho deciso di lasciarla a mia sorella e prendermi una Bamboo Fun formato A4 che ha pure il riconoscimento del tocco fino a 2 dita, certamente se devi scrivere conviene disattivare, tramite uno dei pulsanti hardware configurabili, il tocco, ed è veramente spettacolare.Se applicassero questa tecnologia in tutti gli smartphone e i tablet, magari disattivando in automatico la funzione del tocco quando ci si avvicina col pennino, non solo avremmo magari anche il puntatore sullo schermo (ma anche senza si fa tutto) ma sicuramente la funzione più utile sarebbe la possibilità di usare l'evento mouse-hover che con il pennino e il tocco adesso non si possono usare, a meno che non vadano a sviluppare soluzioni basate sulla pressione/sfioramento.
  • carlo2002 scrive:
    Ma dai...
    Mio dio! Ma pretendono veramente di drogare gli utenti fin da giovani corrompendo qualche politico per propinare alle scuole i loro tablet col pennino?
    • Certo certo scrive:
      Re: Ma dai...
      Veramente Microsoft non è l'unica che cerca di inserirsi nelle scuole (è un "mercato" che in america fa gola anche ad altri), comunque almeno sul pennino mi trova d'accordo. No pennino no tablet.[img]http://www.techshout.com/images/le1700-tablet.jpg[/img]
      • JosaFat scrive:
        Re: Ma dai...
        Approvo. Scrivere a mano libera con una penna è un aspetto fondamentale. Una sfida del futuro sarà gestire ottimamente il riconoscimento calligrafico. Per il momento la iRex con i suoi book-reader ha saputo fornire anche un buon supporto per la scrittura a mano, ma si può ancora migliorarsi molto.
        • LucaS69 scrive:
          Re: Ma dai...
          Non so, dipende dall'ambito.Io è dalla fine della scuola che non scrivo quasi più a mano.E probabilmente se a scuola avessi avuto strumenti adatti avrei scritto con la tastiera.Si scrive più velocemente, pensare che la scrittura a mano sia il futuro mi lascia perplesso.Certo capisco che per prendere appunti "sembra" più comodo, ma è proprio così o è più che altro un retaggio di come siamo stati abituati a fare ? a prescindere dall'efficacia ?Per esempio per prendere appunti da soli un registratore vocale rimane la cosa migliore.
          • JosaFat scrive:
            Re: Ma dai...
            Sfido chiunque a trovar più comodo, per prendere appunti mentre si è in piedi, l'uso di una tastiera. Senza contare che con un pennino posso anche fare schizzi, con una tastiera no.Inoltre, per fare commenti e correzioni ad un documento, niente di meglio della scrittura a mano. Sapessi quante volte ho usato il mio iLiad a tale scopo, sia per documenti aziendali che per racconti di narrativa.Il registratore vocale va bene fino a un certo punto, perché poi tanto nella maggioranza dei casi serve avere un documento testuale, dunque serve poi trascrivere. Con il riconoscimento calligrafico, scrivi a mano, e poi passi a un programma che ti genera immediatamente il documento.
          • Mastro Geppetto scrive:
            Re: Ma dai...
            - Scritto da: LucaS69
            Non so, dipende dall'ambito.
            Io è dalla fine della scuola che non scrivo quasi
            più a
            mano.
            E probabilmente se a scuola avessi avuto
            strumenti adatti avrei scritto con la
            tastiera.
            Si scrive più velocemente, pensare che la
            scrittura a mano sia il futuro mi lascia
            perplesso.
            Certo capisco che per prendere appunti "sembra"
            più comodo, ma è proprio così o è più che altro
            un retaggio di come siamo stati abituati a fare ?
            a prescindere dall'efficacia
            ?

            Per esempio per prendere appunti da soli un
            registratore vocale rimane la cosa
            migliore.mah, senti, quello che scrivi mi sembra assurdo. A scuola non dovrebbero neanche più insegnare a scrivere a mano? Ma stiamo scherzando?A sto punto smettiamo anche di parlare, mandiamoci degli SMS.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Ma dai...
            Fammi un disegnino a linee sottili con la tastiera...
Chiudi i commenti