Chrome contro l'abuso del pulsante Indietro

Nel mirino di Google i siti che alterano la cronologia di navigazione: in futuro Chrome migliorerà il comportamento del pulsante Indietro.

A tutti è successo di fare click sul pulsante Indietro del browser con l’intenzione di tornare alla pagina precedente, trovandosi invece a dover fare i conti con un mucchio di pubblicità e banner. Una pratica che Google chiama History Manipulation, un’alterazione della cronologia di navigazione al fine di visualizzare advertising extra e generare profitto. Un comportamento che non piace al gruppo di Mountain View.

Chrome e il pulsante Indietro del browser

Vi porrà rimedio con una delle prossime release di Chrome. Il software integrerà una soluzione in grado di individuare un’azione di questo tipo, impedendola. Da non escludere nemmeno la possibilità che i siti in questione possano essere oggetto di una penalizzazione all’interno delle SERP (pagine dei risultati) del motore di ricerca. Il rilascio non sarà però immediato: bisognerà passare attraverso una serie di step, necessari per garantire che tutto vada per il verso giusto. Inizialmente sarà possibile attivare la funzionalità attraverso uno dei flag del browser (chrome://flags).

#enable-skip-redirecting-entries-on-back-forward-ui

Al momento il flag non risulta ancora disponibile nemmeno nelle versioni Beta e Dev: dovrebbe arrivare inizialmente sulla release Canary.

Browser e History Manipulation

È dunque questa la prossima battaglia che bigG intende combattere con Chrome, dopo aver concretizzato i propri sforzi riguardanti la lotta all’advertising invasivo con la versione 71 disponibile per il download da un paio di settimane. L’obiettivo è stato fissato dal team al lavoro sul software già da oltre due anni, al fine di garantire un’esperienza di navigazione priva di intoppi o anomalie: di seguito alcuni estratti dall’intervento datato 2 giugno 2016 su GitHub firmato da Kenji Baheux, Product Manager di Google al lavoro sul browser.

Abbiamo osservato siti Web che abusano della cronologia, solitamente inserendo elementi fasulli che effettuano un reindirizzamento immediato dell’utente verso la pagina che si intende lasciare … Tornare a quella desiderata può essere molto difficile … L’utente non visualizza una conferma che rende noto quando smettere di premere il pulsante Indietro.

La History Manipulation sarà combattuta da Chrome attraverso l’implementazione di un sistema in grado di stabilire se un elemento è stato incluso nella cronologia in modo legittimo o meno. Alle pagine in questione verrà inizialmente associato un flag, senza alcun tipo di conseguenza, poi l’informazione verrà trasmessa a Google per un’analisi sulla quale basare in futuro il comportamento della funzionalità in seguito al rollout.

Fonte: 9to5Google

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti